Skip to main content

Full text of "Nuova geografia di Ant. Federico Busching consigliere de Consistoro supremo del Re di Prussia ... tradotta in lingua toscana dall'ab. Gaudioso Jagemann. Tomo primo trentesimoquarto ed ultimo Tomo decimoquarto, che comprende numero 32. I Ducati di MechlenburgSchwerin, e di MechlenburgGustrow. Numero 33. Fine dell'Impero tedesco."

See other formats


NUOVA 
GEOGRAFIA DI 
ANT. FEDERICO 
BUSCHING 
CONSIGLIERE DE... 

Anton Friedrich Busching, 
Gaudioso Jagemann 



Digitized by Google 



Digitized by Google 



- 



••• ■ . 



Digitized by Google 



NUOVA 

GEOGRAFIA 

tot '/ ■ 

A NT. FEDERICO BUSCHING 

CONSIGLIERE DEL CONCISTORO SUPREMO DEL UE DI PRUSSIA , 

E DIRETTORE DEL COLLEGIO ILLUSTRE DI BERLINO • 

. • * •< 

TRUD0TT.4 IN LIKGÙJÌ TOSCuittU 

DALL' AB. GAUDIOSO JAGEMANN. 

EDIZIONE PRIMA VEGETA 

torretta , Ululata i accrefciuta e f alcun? Rami adornata, 

TOMO DECIMOQUARTO, 

* • 

Che comprendè 

Numerò XXXII. I Ducati di Mechlenbur^ScRsrerin è 

e di Mechlenburg-Guftrov . 
Rumerò XXXIII. Fine dell'Impero Tcdcfco* 
Numero XXXIV. Il Ducato ai Siltha. t 




iti VÈNETA MDCCLXXV. 

PRÈSSO ANTONIO Z A T T A 
Con Licenza de' Superiori, e Privile/io deiP EccjtllentiJJimo Senati . 



Digitized by Google 



NOI RIFOR M ATORI 

Dello Studio di Padova . 

AVendo veduto per la Fede di Revifionc , ed approvazione 
del P. fr. Filippo Rofa Lanzi Inquiiiror Generale del 
Santo Officio di Venezia nel Libro intitolato ; Nmva 
Geografia di Antonio Federico Biifching , tradotta dalla lingua 
Tedefca , ec. non v'eflfer cofa alcuna contro la Santa Fe- 
de Cattolica , e parimente per Atteftato del Segretario 
Noftro > niente contro Principi , e buoni coftumi , con* 
cediamo Licenza ad Antonio Zatta Stampa tor di Ve- 
nezia che podi eflere ftampato > oftervando &ii ordi- 
ni in materia di Stampe, e presentando le lolite Co- 
pie alle Pubbliche Librarie di Venezia , e di Padova » 

Data li 9. Luglio 1772, 



(Sebaftian Zuflinian Riform, 

( Alvife Vallareflò Riform. 

( Franceico Morofini 2» Cav. Proe. Riform. 

Regiftrato in Libro a Carte 90". al Num» 794» 



Davidde Marche/ini Segr* 

I à; i 



AP- 



APPENDICE 



AL TOMO X. NO M. XXIV. 

fclccomt net tempo, in Cui fotta a* torchj ritrovava/} ilCir* 
^ colo dilla Baviera non avevafi la memoria difiintd d'un 
Ordine Cavaliere/co , colà iftituitovi falla fine del paffato fc- 
colo, così fi è penfato di qui riportar Li (e/fendo quefto ilTo- 
mo , in cui fi dà il compimento dilla Germania ) giacché da 
m ragguardevole Soggetto, che riè Commendatore Gran-Cro- 
ce mi fu benignamente fomminiftfata . Quejì' Ordine adunque^ 
eh" è fatto la Protezione di S. Michele Arcangelo , fu ijlituito 
il dì tg Settembre 1693 da Oiufeppe Clemente Duca di Ba- 
viera , Arcivefcovo , ed Elettore di Colonia ec* II moderno 
Elettore di Baviera è prefentemente Gran*Maftro dell'Ordine* 
Qualora la Famiglia Elettorale di Baviera fi eflinguejjè , fo* 
ìw chiamati a quefla Dignità in perpetuo i feteniffimi Eletto- 
ti di Colonia . Le Infegne di quefi* Ordine confifiapo in Mna 
Croce di fmalto azzurro , nel cui centro Videfi S* Michele con 
U Drago Infernale fatto i piedi, ed avente mila mano defir* 
m fafeio di faette in atto di fagliarle contro il mofiro , ed 
alia finifira uno feudo , in mezzo del quale vi è incifa I Epì- 
grafe : Quis ut Dei» . Neil' efergo della Croce fi legge : Do- 
mimi* porens in praelier, e nelle quattro cantonate Veggorfi 
te lettere P. P. F. F* cioè : Picute , Fidditate , P*r&ve- 
TantW) Fortitudine . La Croce fi paria attaccata ad un 
gran nàftro azzurro a onda con un orlo violetto pendenti dal- 
la f palla defira al fianco finiflro 4 ed all' abito una Croce di 
ricamo d* oro colle lettiti P* -P« F. F» e nel centro fondo 
Bku: Qitis ut Deus, il Gran-Maefiro porta la Croce lotte 
indicate lettere doppie» L'Ordine è compoflo di Commendato* 
ti, Gran-Croci, ,i Cavalieri fempiki^ ècclefiaftici, i fecola- 
ri , di un Gtan-Cancelliire , di un primo Etemofiniere, di un 
Segretario, ed altri Ufficiali. L'ultimo GranStafiro defunto 
Duca Clemente Frantefca di Baviera illuflrò maggiormente 
quefl'Ordhe, ed obbligo ciafeun' Afpirante alle rhprofe prme 
di otto quarti di Nobiltà generófa ; periodbè vi fimo fitti an- 
nejfi, e vi fi ammettono Principi, e Kohiliffimì Cavalieri. 



V 



Di 



TAVOLA 

* 

Pelle materie contenute nel Tomo XIV. Nunv XXXII, 



I PUCATI DI MECHLENPURG-SCHWERIN , 
g PI MgCHUNBVftC-QuSTROVPT" 



LJ Introduzione generale ♦ J 
' <Di Mccklenburg Schw. 
rin le Città. Parchm y Scbwe^ 
rin , Gadebufch , Grevefmufj- 
len ^Bnkow , Kropelin, Brtiel, 
Jiritwitz , Sternberg , Ifoms- 
/feoii*, Wittcnburg, Bottzen- 
burg ? Hagenow , Domitz y 
Grabovv , NeHjtadt , 

fa'/a-. lLZ 

Di Mecklenburg Guftrow 
le Città . Gtiftrovv, Kra* 
kòw , Goldberg , , 
Jtfalcbovv , Wahten , /fy'tW, 
Penzlien > Stavenhagen^MaU 
thin , Teterow, NeuKaU 
<Jf»i Gr.e'jen, Sii Ite , Afa» 
loWiRìfaitz, Teffin^Laa* 
ge , Schvvan , Rojlock , 
PÌefcBrandcburg , Friedland, 
Woldegge , ^.Ji^rd , 

, fiirjlenberg , /Pir/f«- 
£*n*, JMirov, {Wijmar , e 

fi t tura: di Netjklofiet delÌ4 



(Toyflaa Svezia ) , con 
;wo//g Prefetture ec. %$ 

Il Ducato di Olia zia, 
(HoKtein). ^ 

Z ? Introduzione generale , 46 
Le Città : Gltickjladt , Krem~ 
pe y Wiljler , ltzeboe , Rends- 
burg , Segeòerg , Oldeslobe , 
Lutzenburg t Hcitigcnbajen, 
Plon. 61 
I Paefi e Città > flfo apparte- 
nevano al Gran Duca delle 
RuJ/ie y e chi ora per celia- 
ne da ejfo fattane apparten- 
gono al Re di Danimarca ; 
CMC Altenbwg, con 

molte Giudicature , borghi. , 
l villaggi , 



A fo//g Arri jggj Nobiltà . 66 
La Signoria di Pinneberg « 

La Città di AUona, 59 



T A» 



Googl 



T A V OLA 



Delle materie contenute nel Tomo XIV. Nmflf XXXIH. 

* 

• * • 

IA FINI DELL' IMPERO TOPESCO, 



Jl Vefcovado di Hlldesheim f La Contea di Rangaii.. 146 



L 



'Introduzione generale . 99 
Le Città : Hildesheim , 
Pgim, Aifeld, Helze, Bo- 
kenem , Sarjjedp ì GronaH~ y 
Pa/fèl, 104 

Il Ducato di Saflbnu- 
Lauenburg , 

/J Introduzione generale, 11 9 
Le Città ; Ratzeburg , Lauen- 
Inìrgj Molten, con varie 
Prefetture , jggjl , villag- , 
gj\ t fon molti fendi ho* 

// Prff/er d# Hadcln, V±i 

Il Vefcovado diLubecca. 
U Introduzione generale, ljf 
J^e Città: Euuq con parìe* 
cbie Prefetture , j villaggj » 

Il Principato di Schwerin , 
140 

Il Principato di R»atecburg ♦ 
141 

II Principato di Blanken*- 
bixrg, J43 



La Città Imperiale di Lu- 

becca . J49 

. , di Gofslar, J54 
, . di Mulhaufen, 157 
, . di Nord iia tifen ♦ 1 50 
. . di Amburgo. J59 
di BremaT 176 



r * • 



La Contea di Mumpelgard . 

180 

La Signoria di Afch* i8j 
La Propofitura di Cappcn- 

berg ivi 
La Badìa di Elten. 183 
La Signoria di Rheda . ivi 
La Signoria di Wiidcnburg. 

TS4~ 



La Badia di Bnrfchcid. ivi 
La Signoria di Jever, ivi 



La Signoria diKniphaufen. 

La Signoria di Dyk. 190 
La Signoria di Mechernich . 

La Signoria diSchunau. ivi 
La Signoria di V/ylre, 
La Signoria di Richold , ivi 
La Signoria di Dreyfs . ivi 
La Signoria di Landskron, 

* J La 



xi by Google 



VI 



La Signoria di Rhadc . ivi Li tre Circoli della Nobiltà 
La Contea diHomburg. ivi libera Imperiale di Svc- 



La Signoria di Safknberg. 
ipz 



via, Franconia, e del Re* 



no . 



La Signoria di Schaumbiirg . 
ivi . 

La Signoria di Oberftein . 

Wflm 

Il Villaggio Holzhaufen . 193 



Ì5S 



La Signoria diSchauen. ivi 



Luoghi di più padronati , che 
non fono dèlia Nobiltà lihc* 
ra Imperiale . J 98 

/ Fjj/jjggj Imperiali* 20 i 




TA- 



niniti 



ìd by Googl( 



T AVOLA 



VH 



Delle materie contenute nel Tomo XIV, Num. XXXIV. 

IL DPCAT O DI SILES1A. 



Introduzione , 

LÀ Carta Geografica, i 
confini , i monti , il 
Clima» prodotti. 207 
I fiumi , il numero delle cit- 
tà , e degli abitanti, le 
nazioni , la lingua, varie 
dalli della Nobiltà. 215 
La Rei igionc , letteratura ? 
le manifatture, traffico, 
moneta . 220 
La Storia , il titolo del So- 
vrano , il Governo , le ren- 
dite, divifione politica. 226* 

JLa Silefia PruJJiana, 23$ 

Le Città: Breslavia. 241 
Neumarkt , Kant , Namslau , 

*47 . 
jftvg , Cfuati 7 Strehlen » 

Nimptfch , Creutzberg , 

Pitfchen , Rsichenftein , 

Silberberg. 250 

SchweìànitZ) Z)tren , Got- 

tesberg, Fricdland, Wal- 

denburg , Striegau , Bol^ 

kenhayn , Rttiel(t.adt,ban- 

deshut , Reichenbacli .259 

Janer, Hirfcbbcrg, Sclvnie- 



deberg , Kupferberg , Scho- 
nau, LÒWtmberg , Gre il - 
fenberg , Bunzlau , Naum- 
burg. ' 269 

Ligniti.) Cìoldberg, Haynau7 
Luben , Parchwitz. 279 

Volati , Winzìg , Hcrrenflaih, 
Stcinau, Rauden. 2<>ù 

Gkgau , Schiara , Gurau , 
Koben , Sprortau , Frey- 
ftadt, Neufalz, Neuftad- 
tel , Grifnberg , Schwie- 
bus, 292 

Ntjffe , Ziegenhals , Grot- 
kau, Ottmachau, Wan- 
fen. 301 

Oelfy Bernftadt, Joliusburg, 
Trebnitz, Cppftadt . 304 

Sagjn , Priebus , Naumburg 
lui Bober . 309 

MUnllerberg , Frankenftein , 
Wartha. 312 

Tracbenbergj Praufnitz. 316 

Carolati , Principato , e Ca- 
rtello , . Beuthen città . 

il» 

IVartenherg) Militfcb , Gof- 
chùtz, Baronìe. 3J9 

Nenfcblop , Freyban , Stilati ^ 
Stati minori, 325 



r .• • • 



Vili 



t 



Libri , è Décumtntì , di cui ? ^Autore /' / fervito ntlla deferitici? 
DELLA silesiA, oltre quelli de* quali /' i fatta menzione 
nel Tomo XIII. ri/petto ali Impero Tede/co. 

Nicolai Henelii ab Hennenfelden Sildìographia renovara , neceffariis 
Scholi is , obfervarioiùbus , tic indice aucìa , da Michele Giufeppc Fibi^er t 
Cronaca dell' Alta , e Balla Si Idia , di Federigo Luca" - 
bilefiacarum rerum Scriprores aliquoc adhuc inediti, dati alla luce da Fe- 
derigo Guglielmo di Sommenberg. 
Introduzione alla Stqria della SileliaAlra, e Batta ce. pubblicata in Liplia 
nel « 75 5- 

Notizia dell' Manze Curiali di Silefìa , del 175?. 

Raccolta de 1 Decreti , c Editti , concernenti le Finanze 1 , t la Qiuftizia in 
cole Eccleiìaiiichc, e Civili del Ducato Sovrano di Silefìa, pubblicali 
fono il Governo di Federigo Re di Praflìa dal 1740 , fino al 1747. 

L' Archivio di Pace , e di Guerra , di Già. Goffredo Haythann , in V< 
Tom. dal '741 1 Ano al 1744. 

La continuazione del mede/imo , fana da GiOé Henricb Splinder in VIE 
Tom* dall'anno 1744, fino al 1748* 

Supplementi per la Storia moderna politica , e di guèrra in 7* Tom. dal) 4 
anno 175*, fino al 175*- 

La Storia Ecclefiaftica della Sikua moderna , di Dan- Gomolken * 

CY Annali di Ligniiz j di Giorgio 7 bebé fio 1 




Rtgijlro delti Ramt contenuti ih quello Tomo . 




Holftein pag< 56* 



I DU- 



Digitized by Google 



I 



DUCATI 

i 

» • 

D I 



MECHLENBURG-SCHWER IN 

EDI 

MECHLENBURG-GUSTRO . 



ÌJUM. XXXll 



Digitized by Google 




i ducati'' 

DI 

0 

MECHLENBU&.G-SCHWEIUN 

J 

Udì 

MECKLEN BURG-GUSTfcO . 

< 

Paragrafo I. 

E Carte Geografiche di quelli Ducati , -difegrla- 
te Ha Blaen , e corrette da de Witt , Covens 7 è 
Mortier, Homann^ Otténs j e Sentter , fon poco 

efatte. Quella dell* Accademia di Berlino, data 

alla luce nei 1764 in 4 foglj è migliore, quantunque 
anche quella abbia i fuoi difetti . Se ne potrebbe forma- 
re facilmente una Carta dell'ultima efattezza, giacche in 
Virtù dell'accordo fatto nel j 755 intorno alla fucceffio- 
ne ereditaria, è (lata prefa un' efatta mifura del paefe . 
La Carta di Hdmann è la no nell'Atlante di Ger- 
mania . 

§. 2. Qiicfti paefi in tutta la lóro parte Settentrionale corifr 
nano col Mar Baltico . Da Levante confinano colla Pomera- 
nia, da Mezzodì colla Marca di Brandenburgo , daPonenv 
te co* Principati di Luneburg , Latiehbttrg , eRatzeburg , e-coJ 
Vefcovado di Lubecca . Nel determinare l'eftenfionie de' tfaefi 
i Geografi e Iftorici nazionali non contengono . In Reb. 
Mecklenb. di Beehr la loro lunghézza è di 15 , e la hr* 
ghezza di j 2 miglia Ttrdefche; nella defcrizione di Me- 
tidenburgò r di Frank la lunghetta (non comprefa la Si- 
gnoria di Stargàrd). è tli cihfa 18, e la larghezza di 9 
miglia; nella deferi zione di Chi ver io quella arriva a mi- 
glia ?a , e jo , 'e quella , a £ , >c/> l$ . Séhibra più 'ver* 
la mifora di Chiverio . L'^fatt a detèrmin azióne xlell^ftetì- 
'fiorte uon *pnò -darti prima, *be*fe ^e^fia fàtra -tomi Or» 

Ai u 



Digitized by Google 



4 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA . 

ta regolata full' efatta mifura de'paefi. Nel recinto de 1 
a Ducati trovati il Principato di Schvrerin , c la città 
di Wifmar eh* è della Corona di Svezia, col fuo Di- 
ftretto . 

$. j. Non convengono i Mecklcnburghefi ne anco per 
rapporto alla naturai coftituzione di quelli paefi . Altri 
attribuifeono loro delle qualità molto vantaggiofe, altri 
ne dtminuifeono i pregj. Volendo dar fede alla rappre- 
fentanza, che nel 171 S 4a Nobiltà del paefe fece alla 
Corte Imperiale per liberarti dalla contribuzione, ripor- 
tata, e approvata dal Gentiluomo Beehr nel libro 8 de 
ReL Mccklenb. il paefe è coperto di laghi piccoli, e gran- 
di, lunghi tra le 2, e 3 miglia, e larghi tra una, e 1 
|, e poco utili. Sonovi delle lande, e bofehi vafti , mol- 
ti marazzi, e diftretti coperti di mulco terreftre. La me- 
tà del paefe è comporta d'un terreno arenofo, che ben 
concimato rende poca fegala, e vena; e le praterie pa- 
ragonate con quelle della vicina Olfazia , e Pomerania 
fono di poco rilievo, come lo è anche il beftiame, che 
per ta maggior parte confitte nelle pecore. Il rimanente 
de* campi ben ingraffati, per la metà, o almeno per un 
terzo c fertile d'orzo; ma pochi (limi fon que' campi atti 
alla coltivazione del fermento. Generalmente il terreno 
non vi rende più del 4. E' del tutto differente il rag- 
guaglio, che ne dàCluverio nella fu a Geografia , e Fran- 
ge nella fua Storia. Per quel che dicono cotefti autori , 
appena la decima parte del paefe è arenofa , e la peg- 
gior forte di timili terreni produce un' ottima fegala , e 
nel tempo, che ti ripofa, rende un* ottimo pafcolo alle 
pecore . La maggior parte de' terreni è di bontà impa- 
reggiabile, e tanto fertile, quanto può effcrlo nella Po- 
merania, e Olfazia ( parlano fenz' altro de' terreni più 
lontani dall'acque). II terreno beri lavorato, e ingraffa- 
to produce orzo , e dà almeno il 4 ordinariamente , il 5 , 
45, 7, 8. Il paefe è coperto di colline del iziofe , e di bof- 
ehi utiliffimi, c non vi mancano buone frutte d'alberi . 
Vi fono disfatti molti bofehi, e feccati molti marazzì 
per ridurli a praterie . I pafcoli, e le praterie fono per 
ho più d' egual bontà di quelli d' Olfazia , c Pomerania , 

ed 



Digitized by Googl 



I 

IL DUCATO DI MBCKLINBURG . J 

ti ove non fono, porrebbero ridurvifi. Il beftitìme vi fio* 
rifcc talmente, che il paefe ne può vendere in gran nu- 
mero. I laghi, e fiumi fon ricchi di pefee, anguille, e 
gamberi, e rendono un'utile di conferenza. Fin qui il 
Cluverio, e Franke. Certo fi è, che mediante una fa- 
via, e indefefla coltivazione il paefe potrebbe ridurfi in 
uno fiato affai migliore. La vicina Marca di Brandcn- 
burgo, a cui il paefe molto raflomiglia, dimoftra , che 
di terreni deferti, marazzofi, e arenofi pofTon formarli 
delle contrade belle e fertili. Il Gran Salì de la Luhe 
in una fua informazione ragionata, fatta nel 1730 adi- 
cura, che la Nobiltà di quefto paefe mediante una buo- 
na economia ha migliorato il doppio, ed il triplo i lo- 
ro Beni, di modo che le terre, le quali a principio del 
fecolo XVIII corta vano tra il, e 20000 Risdallcri (cioè 
tra circa 4000 e 6670 Zecchini di Venezia), ora ne 
coftano tra 60 , e Soooo ( tra circa 20000 , e 16600 
Zecchini). E ficcome nel 1632 le Terre della Nobiltà 
furono ftimate di 10323317 fiorini (cioè circa di 2299000 
Zecchini), fa d'uopo con l'iftefla proporzione Mimarle 
ora 21000000 Rjfd. ( cir. 70 15000 Zecch.). Sonovi anche 
alcune forgenti d'acqua falfa , allume, ferro, e alquanto 
rame . 

L' Elba tocca quefto paefe dalla parte di Sud-VPeft, e 
riceve V influente Elde , che vi nafee dal lago Plauerfee , 
riceve prefib Lubz un'influente anonimo nelle Carte, di 
là da Parchim tramanda un ramo, detto Lockenifz f che 
traverfata la Marca di Prignitz, s'urufee al fiume Elba; 
eflò però fui confine della Contea di Schverin riceve lo 
Star , eh* è la gola del lago di Schverin , e preflo Aide * * 
na dividefi in 2 braccia, che ambedue preflo Donimi t 
sboccano nell' Elba , dopo che quello , che feorre da Le* 
vante ha formato alcune ifolette, e che quello da Po* 
nente s'è divifo in 2 altri rami in poca diftanza da Dom- 
mitz. Il fiume Reckenitz nafee nel Principato di Wen- 
den in diftanza d* un miglio da Guftro preflo il villaggio 
Reckenitz , e dopo aver bagnato Suite comincia a for- 
mare il confine tra Mccklcnburga, e ia Pomeranw, e 

A 3 do^ 



6 IL CIRCOLO MLLA BASSA SASSONIA, 

dopo aver travedalo un lago , ove entra predò Damgard, 
finalmente predo Daflcron sbocca nel Baltico. Il fiume 
Peem nafee parimente nel Principato di VPenden preflb 
Grubenhagen, traverfa i laghi di MaJchin, c di Cum- 
ulerò, poi forma il confine tra Mecklenbnrgo , e Pome- 
rania, e di qua da Demmin s'allontana dal detto con- 
fine . Il rimanente del fuo corfo è f)ato deferitto nella 
Pomerania. Tollenfe un'altro fiume > ne|la Signoria di 
Stargard uafee dal lago dell' iftcflb nome , e dopo ave* 
bagnato una parte delia Pomerania, và ad unirò al fiu- 
me Peene . Il fiume Warno nafee quali nel centro del 
paefe in poca diftanza dal villaggio Herzberg , Butzo , e 
Schwa&i riceve gl'influenti Milnitz ì e Netti t preflb R.o- 
ftock forma un Lago, e Porto, e preflb Warncmunde, 
entra nel Mar Baltico. 11 fiume Radegafl ha la fua l'or- 
dente preflb Stellenz , pafla predò Gadebufch , e Rhena , 
prende il nome di StUpenitz , entra nel Iago di Daflau t 
e unitamente col fiume Trave sbocca nel Baltico. L* 
Havcl nafee nel Principato di Wenden preflb Ankersha- 
gen a*al lago di Barnfee , e pafla nella Marca di Bran- 
denburgp. Nel fecolo XVII fu progettato di icavarc un 
canale navigabile da VPifmar fino al lagp di Schwerin , 
per pafTare dal baltico neir Elba , traverfando il dcttQ 
Iago, ed i fiumi Stor* e Elde; con quello fi aprirebbe 
la comunicazione tra il Mar Baltico , e quello del Nord, 
fenza dover paffarc ]o ftretto Trafemundico : ma finora 
quello progetto non s'è perancp effettuato. Il paefe ha 
un fol Porto nel Mar Baltico, cioè quello ài Roftock. 
Ve ne potrebbero eflere: due altri, uno preflfb Neu-Bu- 
cko, ed un'altro preflb Rjbnitz, che porterebbero gran 
vantaggio al paefe» 

§.4." In ambedue i Ducati,, trovanfi oltre la città di 
Rofìock 45 altre città trfi piccole, e grandi, 3 Conven- 
ti, e 594 Tenute della Nobiltà . I Contadini fono fchia- 
vi ; lo che in molti modi impedifee i* avanzamento dell' 
agricoltura, e la popolazione. Nell'anno 1628 vi fi con- 
tarono cafe ruftiche 1001 del Principe , 727 della No-, 
biltà h 76 S dt' Conventi ]rf*t# confeguenza Ve ne 

' for 



Digitized by Googl 



>* i 



IL DUCATO DI MECKLENBURC. 7 

fono 149& in tutto il pà*efe. Nel 1669 e J670 la Ni 
biltà atteftò, ritrovarfi in ambedue i Ducati 12545 
fe di terreno coltivabile . 

Le città diParchim, Giiftro, e Ncu Brandenburg chia- 
manfi Metropoli y di modo che la prima è Metropoli ccl j* 
Circolo di Mecklenburgo , la feconda del Circolo di Wen- * ' 
den, e la terza di quello di Stargard. Ogni Metropoli 
convoca le città del Aio Circolo, prefiede alle loroAdu- >, 
v nanze, e tratta gli affari a nome di effe . t 
~ La Nobiltà ftimafi St^to Libero , e gode dc'diritti , e V ' ' 
\ privilegi riguardevoli . Neil' accordo fatto a Roftock a dì 7 
j8 Aprile 1755 tré/l Puca Criftiano Lodovico, e la ^ 
Nobiltà intorno allà 1 fùcceffione ereditaria , fu conclufo , r 
che tutti i Beni^della Nobiltà , de' 5 Conventi provincia- ^ * 
* li, del Diftretto'di Roftock, de'Camerlingati delle città '% . 
provinciali, e dall' Economie foflero mifurati, e ridotti \f* 
in Hufe, e che la metà di efTe, purché fi preftaOero i £ • 

fervizj rifervati nelle lettere dell' inveftitura , foflè per fem- i> 
pre immune dalla contribuzione . Gli Stati provinciali con- 
fittone nella Nobiltà , e nelle città , che in ambedue i t 
Ducati di SchWerin, e Guftro nel 1523 fi fono alleati 
in una perpetua 5 Unione , riconofchua , e confermata da' 
Principi neh' accordo degli 8 di Marzo del 1701, ed m 
quello di Roftock . Quefta. Unione confitte parte in un* 
Alleanza delle Provincie fra loro, parte in un' altra de- 
gli /Stati- provinciali. La prima Alleanza richiede, che la, 
Nobiltà domiciliata in ambedue f Ducati, comprefo an- 



1 




ani* 





legj ; di mòdo che i tre Circoli ilano governali fec< 
l'iflefle /Leggi, e Statuti, eConcordatr, e che nel Tribunal 
Aulico^ nelGonciftoro, nelle Diete, fi difendano recipro^ 
'carnente fecondo i loro diritti e privilegi , fondati nel!' 
Acero rdo di Hamburgo . L' altra Alleanza della Nobiltà 
colle città confitte in una perpetua comunione de* diritti 
loro competenti , e che la città di Roftock , e le altre 
città non fiano pregiudicate ne' loro diritti nelle Diete , 
nel Tribunal Aulico, nella Deputazion minore, e gene- 
rfalmente in tutti i diritti comuni alla Nobiltà, ed- alle 

A 4 cit- 



Digitized by Google 



8 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA . 

città provinciali; c che nefliino de'due Ordini proviocia- 
li , fenza confenfo dell' altro abbia la facoltà di pattuire 
in cofe che riguardano i diritti comuni; altrimenti il 
patto farebbe fenza valore . S' è ftabilito inoltre tra* 2.0rdini 
degli Stati, che gli Articoli dell' Unione fatta nel 152$ 
non fiano fpiegati mai in altro fenfo nè in Giudizio, riè 
eftragiudicialmente, fe non in quel fenfo, in cui fi fono 
fpiegati , finora , c che non riefeono in pregiudizio del 
Principe . 

Il Principe convoca, ogni anno la Dieta provinciale , 
per far la fpartizione della connibuzione annua, per ordina- 
re i Dazj dovuti all' Impero, ed al Circolo, c quello 
che fi chiama delle PrincipelTe , per difpenfare fecondo il 
, bifpgno da qualche Statuto generale del paefe, oppure 
per fa mede* nuovi , e finalmente per ordinare tutto ciò che 
richiede il bifogno generale del paefe. Colle lettere del 
Principe fi convocano tutti , e ciafeuno degli Stati de* 3 
Circoli , e Y Adunanza fi fà alternativamente a Sternberg 
e Malchin. Elfi s'adunano fuori della città di Sternberg 
nel monte detto Judenberg, e nel palazzo della città di 
Malchin. La Dieta ordinaria fi aduna nell'Autunno, ed 
in qualche occorrenza premurofa il Principe può adunar- 
la in qualfifia ftagione . I punti principali da proporli 
nella Dieta , vengon manifeflati nella lettera d'invito 
quattro fettimane prima che s'adunino gli Stati. Le pro- 
pofizioni del Principe fi fanno tutte in una fola feflionc, 
e pubblicate che fono fi confegnano in ferino agli Stati 
provinciali , fegnate col figlilo folito della Cancelleria del- 
la Dieta, e fumate da' CommilTarj del Principe. La Ri- 
fpofta degli Stati fiegue nella terza giornata. Vi fono 
de' Configlieri della Dieta , cioè quattro del Ducato di 
Schwe rin , e quat tro del Ducato di Giiftro comprefo il Cir- 
colo di Stargard, che giurano fedeltà non folamente al 
Principe, ma anche agli Stati, e che debbon eflere do- 
miciliati e provveduti di poflèflioni in alcuno de' 2 Du- 
cati. Qiiando deve rimpiazzarfi un pollo vacante diCon- 
figlier provinciale, gli Stati di quel Ducato, ove il po- 
llo c vacato, presentano 3 Soggetti della Nobiltà domi- 
ci- 



Digitized by Googl 



IL DUCATO DI MlìCKLENBURGO • £ 

ciliata , c che vi pofliede de' Beni , uno de quali vier» 
eletto dal Principe, che deve predar il Giuramento fe- 
condo le formalità preicrittc. Quattro di cotefti 8 Con- 
figlicri fono Aflcflbri del Tribunal Aulico, e Provinciale . 
L' informazioni , delazioni , e voti de' Configlieri fono fot- 
tofcritti di proprio pugno di efli, e la coperta è fegna- 
ta col figlilo dei Prendente . In ogni Circolo v'è un 
MarefciaUo Ereditario provinciale. Quelli Marefctalli in 
qualfifia forte di Adunanze provinciali hanno un'egual ran- 
go co' Configlieri attuali, e privati del Principe, ed i 
Marefcialli Provinciali lo hanno co' Colonnelli, conferva- 
ta la differenza della anzianità . 

La Deputazione Piccola degli Stati provinciali confitte 
in 2 Configlieri provinciali, in 3 Deputati della Nobiltà, 
in un Deputato della città di Roftock , in 3, Deputati 
delle 3 metropoli, per confeguenza in 9 perfone, il qua! 
numero può effere accrefeiuto a fpefe degli Stati. A que- 
lla Deputazione fcclta per autorità del Principe fi è da- 
to il nome, e la facoltà d'un Collegio, che rappreiènta. 
tutto il Corpo degli Stati provinciali . La (ceka delle 
perfone di quello Collegio dipende dal pieno arbitrio de* 
gli Stati. ' 

Prima d'ordinare coilituzioni , che riguardano tutti i 
paefi, e gli Stati provinciali, deve ricercarli il icntimen- 
to degli Stati e- non può ordinarli cofa alcuna contraria 
a' loro diritti. L'adunanze della Nobiltà nelle Prefetture 
fono del tutto arbitrarie: altre Adunanze, che chiamanti 
Conventi provinciali , in un bifogno occorrente non poflòn 
farli fenza darne l'avvilo al Principe. 

$.5. Gli abitanti 'd'ambedue i Ducati fon addetti alla 
Religion Luterana . Le Chiefc , e Scuole fon fottopofte 
a 6 Soprintendenze provinciali, e da' Soprintendenti dipen- 
dono i Propelli . Sonovi anche parecchie Comunità di 
Calvinifli, ed in Schwerin e permeilo anco il privato 
efercizio di Religione a' Cattolici . Nelle città ritrovanti 
delle Scuole Latine, ed in Roilock v'è un' Univertità . 

§.6. Quantunque nel paefe ti trovino alcune manifat- 
ture di lana, fabbriche di cuojo, di tabacco, e d'altri 
generi , pure il paefe non è peranco provveduto abba(l*n- 

za 



Digitized by Google 



16 IL ClfcOjOlD DVfLLÀ BASSA SASSONIA . 

*a> S'eftraggòno dal paefe dejle biade, lino , canapa , 
luppoli, cera, micie, befliame, butirro, cacio, lana, e 
varie forti di legname. , , : . 

$.7. Qiiando nel V fecolo i/^an^ali .per la maggior 
parte abbandonarono queftò paefe , i Vcnedi a poco a 
poco occuparono i luoghi abbandonati da loro, e fataro- 
no la loro dimora tra' Vandali, che vi eran rimarti. 
11 popolo più rifpettabile de' Venedi, che vi s'era ìtaòi- 
lito, ebbe il nome d'Obotriti , e fu governato dal fuo 
proprio Principe. Sotto l'Impèrator Carlo Magno gli 
Obótriti s'attennero all'Impero Tedefco, dalla cu ► obbe- 
dienza fi diftaccarono dopo la morte dell' Imperator Lo- 
dovico, Enrico Leone Duca di SafTonia, e Baviera ac-- 
qniftò quefto paefe nel 1 1 61 , e non lo pofledè , come 
provincia appartenente al Ducato di SafTonia, o rilevan- 
te dall'Impero, ma come Bene proprio, perduto da rf» 
fo, allorché fu merlò al; Bando dell'Impero.' Egli vi-* ori»', 
dinò Conti, e Giudici della Nobiltà del paefe, che da 
eflb fu divifo in 4 parti \. La fola Contea di Schwerin, 
che poco fa avéa avuto principio ^ rimafe indivifa , e non 
ebbe la forte degli altri paefi dflgfi Obótriti , c^e neli>65 
dal mentovato Duca furono reftituiti come retaggio - pa- 
terno a Pribislao Princip? de' benedi' . Quelli ^prbmifc fé* 
deità al Duca , abbracciò , la Religione' Criftiana , riflau- 
rò Mccklenburgo , già Refìdenza primària de' Principi Obo-~ 
triti , e ne prefe la denominazione . Il fuo figlio Enrico 
Bordino fi fposò con Matilda figlia del Duca Enrico 
Leone, e di Matilde Contefla di Luxemburgo, e Blief- 
caftel. Quello è lo ftrpite, onde difeende laCafa diMe- 
cklcnburgo. I figli di Enrico Borwino furono Enrico, e 
Niccolotto. Quefti non ebbe prole: ma il primo continuò 
la fua ftirpe. De'fuoi figlj i più ,offervabili fonoGiovan- 
ni , e Niccolotto . Dal primo difeende la Linea di Me- 
cklenburgo, e dal fecondo quella diWenden. L'ultima s* 
eftinfe nel j 436 ; perciò il Principato di Wenden paisà nella 
Linea di Mecklenburgo , che nel 1348 dall' iniperator 
Carlo IV avea ottenuta la dignità Ducale . Il Duca Gio- 
vanni, che morì nel 1592, ebbe 2 figlj Adolfo Federi- 
go , e G/ovanni Àlberro II , fotto il Dominio de' quali 



__Digitized by Google 



Istitutore ci 



Gran-Masti^ 



IL DUCATO DI MECKLENflUKC . 1 1 

tutti i paefi fi adunarono. Edi del Ducati fecero un* 
fpecie di divifione nel i6H * che diventò perfetta nel 
16*21 y in maniera, che il primo ile ottenne la parie ai 
^ Guftro. Ma la città di Roftock, l' Univcrfità , i Berti di 
cotefta città, degli Spedali, e de' Conventi rimaiero fcte- 
to il dominio cornane, e furon chiamati Beni delia Co- 
munione di Roftock. Nella pace di WciUulia dei 164S 
bifognb cedere agli Svedefi la città diVfiiwiar, e iePre- 
Sfetture' di Pòi, e Neujdoftcr; ma i Duchi ottennero in 
ricompensa, che i Vefcovadi di Schvcrinv e Rurzcbiirg 
da loro toflero pofleduti in qnalità di Principati* Sscoht- 
rizzati, e furono date a* medefimi le Cormnendc ili Mi- 
ro, e Nemero del}' Ordine Gerofol imitano. La Linea dì 
Guftro s'eftinfc nel 1695; P crcio 0 Due* Federigo Gi*- 
glielmo della Linea di Schwerin pretefe di fuccedere fo 
lo nel poflèflò del Ducato di Guftro: ma il Duca Apol- 
lo Federigo di Strelitz fratcl minore di fuo padre vi s' 
K oppofe . Quefta controverfia fu finalmente terminala nel 
■ 1701 in Amburgo mediante un'accomodamento tale r 
■J che il Duca Federigo Guglielmo oltre il fuo Principato 
$ di Schwerin ottenefle anche il Principato di Gtfftro, e < 
che dall'altro canto il Duca Adolfo Federigo di Strelit* 
poflèdefle il Principato di Ratzeburg, la Signoria diSrar- 
gard, le già Commende di Miro, e Nemero, ed una 
pendone annua di 9000 KisdaNeri , da ricavar*! dalle fa- 
belle di Boi^en^urg. Nell'iddio tempo fa fiffato il di- 
ritto della primogenitura, c la regola di fuccedere ne' 
Beni della Gafa Ducale. Quello patto tu confermato - u 
dajl' Imperator Leopoldo. Per cònfeguenza di prefentc vi 
fono due Linee de' Duchi di Mecklenburgo . La Linea di 
Scbwerin fu fondata dal mentovato Duca Federigo Gu- 
glielmo , a cui fuccefle il fuo fratello Duca Carlo Leo- 
poldo, che però nel 1728 fu rimoflò dal Governo dall' 
Imperator Carlo VI il quale ne diede 1' amminiftrazrone 
al fuo fratel minore Criftiano Lodovico , e quefti dopo 
la morte del fratello maggiore nel 1747 fuccefle attuai- 
mente nel Governo. Qucftì nel 1755 fece cogli Stati 
provinciali un patto, che nella fucceflione ereditaria de- 
ve riguardarli come legge fondamentale del paefe; e nel 



Digitized by Google 



11 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA. 

1756 gli fucccffe il Duca Federico, fuo figlio maggiore. 
La Linea di Strelitz ripete la Aia origine dal Duca A- 
dolfo Federigo II, di cui s'è parlato di fopra, il cui ni- 
pote Adolfo Federigo IV prefe il Governo de 1 fuoi paefi 
nel 1751. 

$. S. Il Titolo , di cui fi fervono i Duchi dell' una , e 
dell'altra Linea è quefto: Duchi di Mecklenhtirg, Principi 
di Wenàcn , Scbwcrin^ e Ratzxhwrg ^ Conti di ScbWerin^ Si- 
gnori de paefi di Rojlock^ e Stargard. Il loro Scado per 
mezzo d'una Linea perpendicolare, e di due altre Linee 
tranfverfe è divifo in 6 campi , a cui è aggiunto un pic- 
colo feudo di mezzo. Nel primo campo d'oro vede fi una 
teda nera di bufalo pofla in faccia colle corna d'argen- 
to, con un'anello d'argento nel nafo colla corona ro£ 
fa , per rapporto a Mccklcnburg . Nel campo fecondo 
azzurro v'è un grifo d'oro, per il Principato di Wen- 
den . Il terzo campo è divifo in linea tranfverfa : nella 
metà fuperiore azzurra v'è un grifo d'argento, e nella 
metà inferiore d'argento vedefi un quadrato verde, che 
fecondo il Ièntimento di Beehr è lo feudo della Signoria 
di Roftock. Lo feudo di mezzo è divifo tranfverfalmen- 
te ; la parte fuperiore è rofla , e la parte inferiore è d* 
oro; quello feudo fecondo il ièntimento di Beehr è quel* 
lo della Contea nel Schwerin. Nel quarto feudo rodo 
v'è una croce d'argento pendula, per rapporto al Prin- 
cipato di Ratzeburg. Nel quinto feudo rolTo vedeli un 
braccio d'argento, veftito di bianco, e legato d'un na- 
ftro d'argento, che efee da una nuvola, e porge un* 
anello d'oro con una gioja legata dentro, per la Signo- 
ria di Stargard. Nel fefto feudo d'oro v'è una tefU ne» 
ra di bufalo pofta obbliquamente , con una corona d'oro , 
colle corna d'argento, e colla lingua roda fuori, nè fi 
sà qual paefe Ila indicato per quefto feudo. Gli Eietto- 
ri, e Margravi di Brandenburgo fervonfi anche del Ti- 
tolo e dell'Armi di Mecklenburgo , perchè in mancanza 
della flirpe mafehile di Mecklenburgo, etti vi (uccellereb- 
bero per diritto ereditaria, lo che fu pattuito a Witt- 
ftock nel 1442, nel qual tempo anche agli Elettori, e 
Margravi vi fu preftato preventivamente l f omaggio ; eia 

ri- 



Digitized by 



. IL DUCATO DI MECKLKNBUIIC* ' I? 

di ciò la Cafa Elettorale liberò i Duchi di Me- 
cklenburgo da ogni vallai 1 aggio , per rapporto a qualfi- 
iìa feudo rilevante da Brandcnburgo . 

$.9. Il Duca di Mecklenburgo della Linea di Schie- 
riti, per rapporto a' Ducati di Mecklenburg-Schwerin , e 
di Mecklenburg-Giiftro ha 2 voti tra* Principi nella Die- 
ta Imperiale, ed in quella del Circolo della BatTa Saf- 
i oni a . Il Contingente- dovuto all' Impero per i due Du- 
cati è di 40 uomini a cavallo, c di 67 fanti, oppure 
di fiorini 748 (circa ì66 Zecchini di Venezia) per un 
mele Romano , d' onde però , in virtù d'un Concili- 
fo dell' Impero de' 6 Maggio 1696, deve diffalcar*! quel- 
la parte , che vi contribuire la città di Wiimar , colle 
Prefetture dj.Ppl, e Neuklofter, che pagali dalla Svezia. 
Per il Giudizio Camerale il Ducato di Schwerin paga 
in ogni rata Risdalleri 243, Kreutzcr 43 | (Zecchini 
Si incirca), ed il Ducato di Gù'ftro altrettanto. 

$. 10. Il Collegio Supremo del Governo del Ducato 
di Schvperin è il Configlio privato. Le Rendite del Prin T 
cipe fon amminiftrate dalla Camera delle Finanze . Anche 
il Duca di Mecklenburg-Strelitz ha il fuo Configlio priva- 
to , la fua Cancelleria , e Camera delle Finanze . QucfM 
Collegi di Governo , , e delle Finanze rimettono tutti i 
procedi degli affari di loro incombenza a' Tribunali pro- 
vinciali- Dalle 3 Corti di Giiiflìzia di Schverin, Roftock,e 
Strelitz, e dal Conciftoro di Roftock appellali al Tribunal 
Aulico, e Provinciale, eccettuati certi cafi, ne* quali P 
appello o è illecito aflòlutamente , oppure in certo mo- 
do. Quello Tribunal Aulico, e provinciale fin dal 1701 
fi tiene in Guftro , e s' aduna 4 volte l' anno ; non è fo- 
lamente comune ad ambedue le Linee Ducali , ma ara. 
che gli Stati provinciali vi hanno parte . Il Prendente , 
c Vice- Prefidente , con 4 AfTefTori del medefimo vengon 
eletti da 1 Duchi, e 4 Aflèflòri ftraordinarj con un'ordi- 
nario dalla Nobiltà, e gli altri 3 AiTefTori ordinar; fon 
del Principato di Schwerin , dell' Univerfltà , e Città di 
Roftock. Da quelli Tribunali provinciali per quanto lo 
permette il privilegio de' Duchi de non appellando, può 
appelJarfi a' Supremi Tribunali dell' Impero. Il Duca di 

Me- 



Digitized by Google 



.14; it\*it£òi» ceLLà ba»à Sassola. 

Mecklenburg Strditz ha il fuo ptoprio Cóncillorò i Gli 
Stati proWnciàli cfercitaho la Giurisdicenza di prima 
ifta&za per rapporto a' loro Feudi, e altri Beni, come 
pure i Magiftrati bielle feltra. 

$.n. Le Rèndite delta Cafa Ducale di ScWerin, che 
provengono dalle Prefetture Gamerali, e dalle Regalie 
iòno confiderabili . Il Duca Federigo Guglielmo ha co#k 
ftflato pubblicamente , che le dette'Rendite imjfortaricj ah* 
TihalntentélafommadiRisd. 300000 ( cioè di circa ioooop 
Zecch. di Vqièz. ) . La contribuzione , in virtù dell'accor- 
do fatto ilei 1755 , pagafi per la metà dèlie Hufc de' 
campi (J. 4,), cioè per ogni Hufa 9 Risdalleri annual- 
mente (3 Zecchini incirca), la <jual rmpofizione non 
può eflere accrefeiuta dal Principe fottó qualfifia prete- 
%\ Vi è 'fil&to anche ri Dario per ré perfonc lfberè ± t 
che abitano fu' fóndi della Nobiltà, e de' Conventi nel ' 
Diftre^o ,dl Rottoci^ fù' fóndi delle città, 'e dell' Ééo- 
qornje . Pi quefte Contribuzioni contentali il Principe per 
far Te l^efe delle guàrhigioni, fortificazioni , ambafefate , 
è per pagare il contingente all'Impero, al Circolò, ed 
"al Giudizio Camerale. Anche la contribuzione della cit- 
tà è ftata fiATata per l'iftelTo. fine. Il Principe vuole, che 
fa contribuzione delle, fiie Prefetture , e Beni Came- 
rali fia parimente repàfa fecondo il numero delle tìù- 
te> e per ognuna non vuol meno di 9 Risdallefi (circa 
3 Zecchini di Venezia ) . Quelle Cóhtribift ioni Vengóno 
ogni anno annunziate in Una Dieta Generale, e fer or- 
dine del Principe fon pubblicamente in tutto x il paefe . 
La contribuzione , che fi ritrae da' Beni della Nobiltà £ 
e de' Conventi , da' luòghi del Diftrettò di Roftock , da' 
fondi, e villaggi apparterienti alle città, ed alle perfette 
libere, che dimorano in tutte le mentovate terre , fi cìih- 
feghà alia calta provinciale, Che le fa pàffafe alla Ca- 
mera Ducale delle Finanze : ma quella contribuzióne , 
che pagafi dalle Prefetture del Principe, e dalle città ttòn 
entra nella calta provinciale, ma immediatamente fi còh- 
fegna alla Camera delle Financc. I tempi fidati tór li 
paga fono la Pafqua di datale, ed il Carnevale. 
portarc della cbritnbuiióìiC j 'chc pagali per telfùk, fwt 



1 

Digitized by Google 



It BUCATO t>ì . MtCKUENBURO • v 15 . 

rilevarli a u» bej circa da dò, che s'^ detto Cfe4.) dal 
numero altre-volte indicato bièlle 'Bufo , e dal «incero , - 
di cui il Principe fi contentò per modo di provvifione , . 
•mentre fu prefa la mifura del paefe, che per rapporta V 
•^Bucati di Schqwin; e Giiflro , coitoprefe 4e Hufe^jy 
t± del Gircolo di Stargard, importò 4700 Hufe fottopo- 
fìc alia contribuzione, ' onde il Principe ri chiefe provvi- 
fionalmente la fomma di 40000 Ri fdalL ( cioè di 13300 
Zecchini incirca) /Ókre le contribuzioni annue iF Prin- 
cipe noti può chieder. akftf'dal "fuo* £aefe, fuorché le 
còntribuzioni dell' Incero , ' e del Crtiplo , ed U- Dazio pc* 
le Prittiìfxfe, dalle «frali neffuno • VleSSuddhi è efentato . 
Se ne dà favvifo fielle Diete Geniali, ove ir l^ta fa 
tunica ùria copia ttrtemicata de' COncfofi dell' Irnpè/ci ; 
e dèi CftcoTo ag}i Seati pròyfric^i / e non chiède p/ù di 
r ^ùel chèvien 'chìéflo ftt pirte dcll v Impero ,. e del Cir- 
colo . Ira Nobiltà noti concorre 'alle contribuzioni dell' 
Impero, fuorché piando 'jpàff^ il htónéro ; di ido irteli 
^qmjni in im* 'anno, r "e Xunjimènte le città provinciali 
non vi fon 'fè^ùre , fe non quando , le contribuzioni D'af- 
fane» 306' rnefi. 5e qiièfte coìitribuzibni riónecéèdono i<?o 
^:lUuni, allora lè Prfncrpe; 
;#céìòàò ìtWiio numero Wmèfi 1 , allòri 'uAehb èpa- 
; gato dalla Nobiltà , dalle Prefetture Cameraji e dalle 
tirta . II Bfezio per là Prmctr*0è è Rato fifito alTafom- 
*rna 'Hi ¥óoob 'Rifdallèri ( che fono circa 6070 fjfficShiAì 
v£ncì£?à )i Le Prefetture 'Carnerali } lè'^erre r^bbilj \ 
e le 1 città leWgànb in rnòdò che ad ogni parte ne tìxfcrn 
Vh lérzo . vl La^pórzionè da éóhfribuìrfTalr Imperò", Circolò, 
'¥& Me PrrrYcjrjene { dallc ptrfBne libere, «fa' viUSé^i appàr- 
^èT^ti'VaLcntr' 'dalla Utk ]ii RoftoèV, ?<ìal fuo 
DflFràttcf., r rìf]franèa | V un tèrzo ogrfàja dèlie £ tìcnro- 
vate parti .èomribuenti . itegli annr, che fi paga qiialcne 
tómrTÉuzionè airlmtfcro, éd^al Circolo, non fi paga \ 
riè fi chiede il Dàzio per le fen^peffe . 

LemmM<mi gfStaìte fi accorciano 'al Prihcipf, l) 
«ifcil' Amanze Ma Mòbrltà, Cd in quellp delle città , 
2) Oppure nell'Adunanza de* foli Deputati dèlia Nobiltà, 
ò dc'TSèpmtì <H mh # Stati ^rbVftcìali , 3) "Ovvero 

nel- 



Digitized by Google 



14 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA • 

ìielle Diete generali dalla fola Nobiltà, oppure da tutti 
gli Stati provinciali. Accordata una contribuzione gra- 
tuita , allora il Principe ordina , che le Terre nobili in- 
corporate a 5 Tuoi fieni Camerali vi contribuifcano per la 
loro porzione, alla qual cofa fon obbligati anche i Con- 
venti, le Terre dei Diftretto di Roftock, i villaggi, e 
fondi appartenenti a ? Camerlingati , e Economie della cit- 
tà, ed i contadini de' Preti, de' quali fi porta dimoftra- 
re , che una volta fiano ftati delia Nobiltà . La fola cit- 
tà di Rofteck vi contribuire la duodecima parte . 

Le fpefe del pubblico o fon ordinarie , e fi fanno ogni 
anno, oppure fono iiraordinarie . Alle prime concorre il 
Principe con 6000 Ri Ida Ile ri (cioè con circa zooo Zec- 
chini di Venezia) pe» i fuoi Dominj Camerali, e per le 
fue città provinciali. Della porzione, che vi contribuire 
la Nobiltà, fono gravate le Jore Hufe non libere. La 
città di Roftock vi con tribù iice con 2000 Ristia ile ri 

(cjrca Zecchini /566). Alle fpefe ftraordinarie , che ri- 
guardano il Ben pubblico, e comune, fi foddisfa con un' 
^mpofizione particolare, ed i Dominj Camerali del Prin- 
cipe , i Beni della Nobiltà , è quelli delle città vi con- 
corrono ognuna per un terzo . Le fpefe che fi fanno per 
il Bene d'un fol Ordine degli Stati, fon pagate da cflb 

folo. t . 

Quel cKe concerne le Rendite de' Duchi della Lìnea di 
Strtììtz, il Cìrcolo di Stargard rende annualmente tra 
70 , e 80000 Risdalleri (cioè tra 23200 e 26600 Zec- 
chini Xr Nel Receffo d' Amburgo del 1701 le Rendite del- 
le 1 1 prefetture di co t elio Circolo furono tifiate fol amen- 
te a 31000 Risdalleri, (circa Zecchini iojoo): ma for- 
co il Governo del Duca Adolfo Federigo IV. effediconii 
accrefeiute di 20000 Risdalleri (circa Zecchini , 6670 di 
Venezia). Dal Principato di Ratzeburg, e dalla gabella 
di Boitzenburg che rendono 9000 Risdalleri ( Zecchini 
3000 incirca) la Linea Ducale ritrae circa. 46000 Ris- 
dalleri (circa J5300 Zecchini); per confeguenza le fue 
Rendite in rutto afeendono a 126000 Risdalleri (cioè -a 
circa 42000 Zecchini ). 

$. 12. Per il mantenimento delle {Truppe Ducali gli 

Stati 



)igitized by Googl 



IL DUCATO DI MECKLENfiOKG . tf 

Stati provinciali, i Conventi, ed i luoghi del diftrettodi 
Roftock non contribuifcono niente ; perchè il Duca le 
mantiene a Tue fpefe colle Rendite della contribuzione 
annua . La Nobiltà e libera dal pefo di dar quartiere e 
mantenimento alla milizia , e le città non fon tenute 
a dar alloggio alla Cavalleria . Gli Stati provinciali non 
fon obbligati a fommintftrar biade per li magazzini , nè i 
loro contadini potiòn obbligarli a 1 lavori di fortificazione, 
o a pagamenti per liberartene, fuorché quando fi tratta 
di difendere lo Stato , il Circolo , o l' Impero . Le città 
fon tenute a dar alloggio alla Fanteria . 

§. i 3. Ambedue i Ducati fon divift in 3 Circoli , che 
fi descriveranno per ordine. 

I. Il Circolo di Mccklcnburgo forma il Ducato 
di Mecklenburg-Scbvìerini 

Confitte nel già Ducato di Mecìdenburgo , nella Contea 
di Scbweriny nella far te Occidentali del Principato di Wen- 
den, e nella minor parte della Signoria di Roftock . 
Comprende . 

1. Le Città. 

1) Parchim, Metropoli di quello Circolo, fituata nel 
Principato di Wendcn fui fiume Elba , che in quello 
luogo fi dirama in 2 braccia, che traverfano la città 
dalla parte Orientale , e Occidentale , V uno de* quali fe- 
para la città Nuova dalla Vecchia . La città ha il dirit- 
to di rimpiazzare un Deputato nella Deputazion minore 
degli Stati. La città Vecchia e Nuova hanno ognuna la 
Aia Chiefa parrocchiale. Vi fu in altri tempi un cartel- 
lo • Dal Principe Henrico I fu riftaurata la città nel 
1 2 1 8 . Nel fecolo XIV. nella città furono coniate delle 
monete. Fu molto danneggiata dal fuoco negli anni 1 586, 
J6S4, e 1702. Efla pofTiede le Terre Damm, Giefskau t 
Mafrlau, Parfcb, Rom , Slate, e Strabtendorf . 

2) Scbwerin , Suerinum , città , e refidenza ordinaria 
della Linea Ducale di Schwin, fituata fopra un lago 

N*m. XXXll B de- 



T l8 IL CÌRCOLO DELLA BASSA SASSONIA . 

delizio,' o e ricco di pefce , che cinge quali tutta la rite- 
nta, e da efsa prende la iiia denominazione. La città è 
quafi quadrangolare , ed è comporta di 3 parti, che fo- 
no, la città propria di Schweriir, la città Nuova, c 
quella parie che chiamali Moor. Quella parte che chia* 
mafi Scbelfe, c contigua , e benché icmbri cfler unita alla 
città, pure forma una città diftinta dal Principato di 
Schwerin. Il caftello della Refidenza è fituato in un* 
Jfola del lago, e comunica colla città mediante un pon- 
te, ed è circondato di fortificazioni . In alcuni inoghi 
del caftello prefentafi una belliflima veduta. In eflb fi ri* 
trova una Galleria di quadri fcelti, ci il Ino Giardino 
è bello. Alla Chiefa parrocchiale della città fi dà il no* 
me di Duomo, perche fu la Cattedrale del Vefcovado 
di 5-hvperin, fondato nel 1170 da Henrico Leone Duca 
di Sa (Ionia e di Baviera, e dato al primo Vefcovo Ber- 
nonc , che fu Monaco , confermato nell* iftcflb anno dall' 
Impcrator Federigo I , e dai Papa Alessandro III nel 
1177. Allora quefto luogo ottenne il diritto di città dal 
mentovato Duca, che già nel 1 161 ne avea incominciate 
le fuc fortificazioni , e ne avea dato il comando al Con- 
te Giunfelino ; onde nacque la Contea di Schwerin , pof- 
feduta dalla difeendenza di Gunzelino per Io fpazio di 
200 anni; onde nel 1355 (altri vogliono nel 1360) do- 
po la morte dell'ultimo Conte Ottone , cfla pa&ò nel 
dominio de' Duchi di Mecklenburg, che l' inferiscono ne' 
loro titoli . La città fu molto danneggiata dal fuoco ne- 
gli anni 1531 , 58 , e 1658 . Le leggi di quella città 
erano anticamente in gran riputazione . La città poflìede 
le Tenute di Zippendorf, e Hobren. 

3) Gadcbufcb , città piccola nel già Ducato di Me- 
cklenburgo fui fiume Racjegaft con un caftello. Dicono, 
che il fuo nome fia l'ifteffo, che Likhs y o fia Saltut 
Deaflri, e che in antico vi fofle adoni to in un bofeó 1 J 
Idolo de'Venedi nominato Radegaft . Nel iai8 le furo- 
no comunicati i diritti di Lubecca . Nel ìyiz gli Svedefi 
riportarono la vittoria fopra i Danefi. 

4) Rbcna, città piccola nel già Ducato di Mecklen* 
burgo fui fiuma Radegaft, ove fu un moaaftero di Mo- 
na- 



Digitized by Goo 



IL DUCATO DI MECR LENBUJIG ... ig 

nache Benedettine, fondato nel 1x35, e finalmente ctolié 
fuc poffeflioni ridotto a Prefettura . 

5) Grrócfntùhlen ; o Grevifmohlen , negli antichi docu- 
rnenti Comitis Moia; città piccola colle mura rovinate, 
nel già Òbcato di Mecklenburg, che nel 1350 fu dotata 
de* diritti di Lubecca, e negli anni 1583, 1659, 1725, 
1756, fu molto danneggiata dal fuoco. 

6) Biikovr, città piccola, detta anche Nat Bukow per 
diftinguerla dal vicino villaggio Alt-Buko*: è fituata nel 
Ducato di Mecklenburgo . 

7) Kropelin, città piccola nel già Ducato di Mecklenw 
Durg, del tutto incenerita nel J387, è per confeguenza 
priva de' fuoi privilegi, gli ricbbii nell'iftcffo anno infic- 
rrie co* diritti di Lubecca, e con altri diritti dal Duca 
Alberto II. Fu nuovamente quafi confumata dal fuoco 
nel 1580, ed i fuoi privilegi iurono nuovamente confer- 
mati nel 15 88, e lóog. 

8) Briiel, città piccola nel fu Ducato di Mecklenbur- 
go, appartenne anticamente alla Cafa di Pleflfen, e di- 
poi ad altre Cafe Nobili, rna nel 1754 la comprò il 
Principe . Reimaro di PlefTen nei 1 340 dì villaggio , eh* 
era, la convertì in città, e la fua Cittadinanza fu con- 
fermata nel 1504 da Enrico dì PlefTen, e nel Ì578 dal 
Duca Ulderico IV. Abbruciò per la maggior parte nel 
1487, e 1726. 

9) KricwìtZy città piccola nell'antica Contea diSchwc- 
rin, molto danneggiata dal fuoco nel 1573 , e 1660. 

10) Sternbtrg) città piccola fopra un lago nel Princi- 
pato di Wenden, abbruciata per la maggior parte nel 
J508, e interamente nel 1659. In un monte vicino det- 
to Judenberg prefTo il bofeo di nome Buchholz ibglion 
adunarli le Diete provinciali alternativamente colla città 
di Malchin. 

11) Banzkow, città piccola nell'antica Contea dfSchwe- 
rin , in pòcà diftanza dal fiume Stòr. Nella matricola „ 
provinciale quello luogo non trovali nel numero delle 
città. 

12) Witt'tnhurg) città piccola nella Contèa di s Schwe- 
rfn , con un- cartello. Nel 13/9 ottenne i diritti di Lu- 

B a bec- 



Digitized by Google 



1 



10 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA • 

becca, e nei 1659, e J726 fu molto danneggiata dal 
fuoco. PolUede la Terra di Wobldt . 

13) Bohvntxrg, città piccola nell'antica Contea di 
Sch Verte, pretto la quale il piccol fiume Boitze s'unifee 
all' Elba , onde la città prende il fuo nome . Già nel fc- 
colo XII fi trova fatta menzione di quello luogo, nel 
qual tempo era borgo aperto, che fu murato nel XIV. 
iecolo, e nel 1167 fa potata del diritto di Lubecca . 
Abbruciò quafi interamente nel 1709. Evvi una Propofi- 
tura ) e lui fiume Elba fi paga la gabella ; che ora ren. 
de meno , che ne' tempi pauati . La Cafa Ducale di Srre- 
litf in virtù del Recedo di Amburgo del 1701, ne ri- 
trae annualmente 9000 Risclalleri (circa Zecchini 3000 
di Venezia ) . In qual maniera quella gabella fia pattata 
nella Cafa di Braunfch veig , e Luneburg in qualità d' 
ipoteca, ciò cofterà da quel che fi dirà in appretto. La 
città pottìede la Tenuta di Gebrum. 

14) HagenoW y città piccola ncll' antica Contea di Schie- 
rai , che .nel JJJ 8 fu interamente confumata dal 
fuoco i ' 

15) D'ommitZj città piccola nell'antico Principato di 
Wenden, polla, ove il fiume Elde s'unifee all'Elba. Le 
navi, che vi pattano full' Elba, vi pagano la gabella , 1 
che rende una fomma confiderabile di danaro , % e non è 
inferiore a quella, che fi paga in Boitzenburg . Accanto 
v'è un cartello fortificato. La città abbruciò nel 1590, 

c 1664. Il paflaggio, che vi è full' Elba , termina pretto 
la Fattoria di Kaltenbof, fituata dirimpetto nella Prefet- 
tura Luncburghefe di Dannenberg , che ciò non ottante 
appartiene al Duca di Mecklenburgo . 

16) GraboW) città piccola nel Principato di Wenden 
fui fiume Elba, fatta di villaggio città nel 1255 dal 
Conte Volrado di Dannenberg. Quando quetti morì len- 
za prole, la città fu devoluta a Ottone Margravio di 
Brandenburgo , e poi all' Elettor Valdemaro I , i quali 
nel 1293, e 1317 confermarono i fuoi privilegi. Dal 
9311 fino al principio del fecolo XV la Cafa di Lutzo 
ne fu in poffeflo. Il cattcllo è deilinato per Sede Vedo- 
vile delle Ducheffe. Nel J71J abbruciò la città col ca- 

ftei. 

' 1 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI teECHUENBURG - % I 

ftello . La città pofl&edc le Tenute di Carflede , e Freferh 
briigge. 

17) Neufladt, città piccola» e cartello fui fiume Elde. 
La città abbruciò nel 1718* , 

18) Lubzy LUbitZy città piccola full' Elde, che incup- 
ito luogo riceve l'influente, che vien da Neuklofter, e 
"riwitt* Nel 1660 fu molto danneggiata dal fuoco, e 

>iù ancora nel 1703* 

1* Le Prefetture del Principe, 

?5 La Prefettura di Scbwerin , 

Che rifiede nella città dell' iftrflb nome, t foprinten* 
eie a 30 Tenute, 5 mulini» e 40 villaggi* 

%) La Prefettura di Walfmiibten . 

Neil 1 antica Contea di Schwerin , nel cui recinto pre& 
fo il paftaggio di Walfntòhlen nel 1719 accadde un com* 
battimento tra le Truppe del Circolo» e quelle di Me* 
cklenburgo * Comprende 4 Tenute » % mulini , e 6 vil- 
laggi * 

3) La Prefettura di Hagenotr* 

Nell'antica Contea di Schierai, che comprendi! ij 
Tenute, p mulini, e 30 villaggi - 

4) La Prefettura di Toddin 

Nell'amica Contea di Schverin, comporta di 4 Tf 
mite, un mulino, e 4 villaggi « 

5) La Prefettura di Redtntkien 

Nell'antico Ducato di Mecklenburgo » die comprende 
3 Tenute, 3 mulini, 17 villaggi . 

6) £4 Prefettura di Dcmpzien , o fia Tempzitn . 

Nel Ducato di Mecklenburg, che ripete la fua origine 
da un Convento * Nel fuo recinto ritrovanti delle faline. 
Comprende 9 Tenute, 2 mulini, e 5 villaggi. 

7) £4 Prefettura di Gadebufcb. 

Bifiede nella città dell' ifteflb nome. Comprende 15 
villaggi, 182 cafe, 83 Hufe fottopofte alla contribuzio- 
ne, 6 Fattorie, ed un mulino. Nel 1779 vi «rano 84$ 
fuddhi fchiavi dell'uno e dell'altro fcfio. 



8) La Prtftttur» di Zarrtntbitn. 

B ì NcU* 



Digitized by Google 



ti IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA. 

Nell'antico Ducato di Mecklenburgo , ripete fl fuQ 
principio da un Monafterp , e da' Beni del medefimo, 
Comprende il borgo di ZarrentLien , 6 villaggj, 70 cafe, 
56 Uufe lottopoiìe alla contribuzione , 2 fattorie, e 2 
mulini. Nel 1759 vi fi contarono 802 fudditi ichiavi. 

9) La Prefettura di U'ittenfatrg. 

Rifiede nella città dell' jikflo nome deferitta di i opra , 
e comprende 12 villaggi, 139 cale, 69 Hufe che paga* 
no la contribuzióne, b Fattorie, e 5 mulini. Nel 1759 
vi fi contarono 1356 contadini (chiavi. VHiahn è villag- 
gio fornito di Chieda parrocchiale . 

jo) La Prefettura di Bakendor}\ Q Gammciien . 

E* vicina alla precedente, e comprende 4 villaggi, 34 
caje, 17 Hufe che pagano la contribuzione, 4 fattorie a 
3 "mulini. Nel 1759 vi fi contarono 675 fudditi fchiavi . 
Gammelien è villaggio fornito 4'i Chicfa parrocchiale. 

1 1 ) La Prefettura di Boitzenhp'g . s x 

Rifiede nella città dell' iileflb nome (federiti? di fapra. 
Comprende 17 villaggi, 199 caie, u Hufe lòttopoft^ 
alla contribuzione, xb Tenute affittate nel Distretto li r 
berato dall' acque , che chiamati Tettati y e 5 mulini. Nel 
1759 vi fi contarono 207 contadini Ichiavi. Zarrendorf \ 
* Zveedorf, fon villaggi forniti di Chiefa parrocchiale .; 

jz) La Prefettura di Rbcna. 

* Rifiede nella città dell' iileflp nome, e comprende vii- 
laggj 21, caie J76 , Hufe 4* contribuire 79 , Fattorie 
8 , mulini 2 , e nel 1759 vi erano 1204 contadini fchiavi , 

13) La Prefettura di Grevefmublcn . 

Porta il nome della città dell' iiteflb nome . Compren-r 
ile $± villaggi, 144 cafe, 106 Hufe di terreno lbttopo- 
ilo alla contribuzione, 13 Fattorie, e 8 mulini. Nel 
1759 vi fi contarono 2 ri 3 contadini fchiavi. Pretto Mo^ 
fecken, villaggio fornito di Ciliegi parrocchiale nel 7S&, 
i Venedi di quefta contrada vinti da Carlomagno, fufou 
battezzavi: ritornarono però al Gentilefirno. Bòffau , o 
BirrtspH fon villaggi forniti di Chiefe parrocchiali . 

• 1^) La Prefettura di MeckltnbuYg , 

Rifiede in Mecklcnbwrg , villaggio fornito di Chiefa pajf-r 
rccchialc , poco dotante Wifmar . Qiiefto lupga fa la 

cit- 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI MÉCKLENBURG . 7-3 

città capitale degli Obotriti , ed ebbe il nome di Micke- 
knbsrg . Alcuni antichi Storici la nominano Megah olì* , 
€ credefi comunemente derivar il fuo nome dalla fua 
grandezza ftraordinaria. In erta furono 3 monafterj, e 
nel 1058 vi fu fondato un Vefcovado. Nel 1164 l'ulti- 
mo Re degli Obotriti Pribislao II prcfe la città, e la 
riduflè in cenere: la riftaurò però nei 1170. Ella però 
non potè mai più riaverti , e dacché s'è fabbricata la 
città di Wismar a poco a poco è divenuta villaggio . La 
Prefettura di Mecklenburg comprende ] z villaggi , 63 ca- 
fe, 34 Huie fottopofte alla contribuzione, 8 fattorie, 2 
mulini, e nel 1759 vi erano 6S3 contadini. Hobenvieblm 
c villaggio fornito di Chicfa parrocchiale. 

.ANNOTAZIONE. 

Le Rendite dell' 8 ultime Prefetture defcritte , infame 
colla gabella di Boitzenburg, nel 1734 dall'Imperatore 
furono affegnate alla Cafa Elettorale , e Principcfca di 
Braunfchweig , e Luneburg in qualità d'ipoteca, per le 
fpefe d' efecuzionc , alle quali nel 1732 fu condannato il 
Duca di Mccklenburgo . Quefte per rapporto alla Cafa 
Elettorale formavano la iòmma di Risdalleri 789856 , 
grofll ìx (cioè di circa 263800 Zecchini di Venezia), 
e per la Cafa dei Duca di Braunfch^eig Risd. 26S755 
(circa 89700 Zecchini'), in lbmma Risdall. 101S272 
( cioè in lamina di Zecch, 340000 ) 1 A quella fomma s'ag* 
giunfe quella di 50000 Risdalleri (circa 16700 Zecchi- 
ni), che dalla Cala Elettorale furono date in pretti to 
alla Cafa di Schwarzburg per il mantenimento dèlie fue 
Truppe: per confeguenza la fomma totale afeendeva a 
Risdalleri 1108611, groflii2 ( Zecchini £70000 incirca ) ; 
non comprefe le fpefe fatte per fedare l'ultimo tumulto, 
inforto nel pae(e . Le Rendite annue de* Domirij fuddetti del 
Duca di Mecklenburgo furono valutate di 60000 Risdalle- 
ri ( circa 20Q00 Zecchini). Con quefto danaro doveano 
pagarli gì' in t creili del capitale dovuto a 5 percento, ed 
una. porzione del capitale medefimo. (Nel J760 fe fole 
Fattorie , ed i Beni affittati delle 8 Prefetture refe- 

B 4 «> 



Digitized by Google 



24 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA . 

ro 446 j I Hisd.) (circa Zecchini 14900). Ma (a Cafa 
Eie t torà Jc, e Ducale di Braunfch weig non acquilo nè 
il Dominio Territoriale, nè la Giurisdizione di cottile 
Prefetture, le quali rimafero della Cafa di Mecklenbur- 

P3, e neli'iftefia Comunione politica cogli altri paefi . 
il inoltre ordinato dall'Imperatore, doverfi pagare alla 
Cafa Ducale di MeckJenburg-Strelitz, la fomma diRisd. 
9000 (cioè di circa Zecchini 3000 di Venezia), folita 
ritrarfi dalla gabella di Boi tzenburg . Nel 1 j66 il Duca 
regnante di Mecklenburg- Schieri n rifeattò 4 delle Pre- 
fetture impegnate, cioè quelle di Mecklenburg, Wittcn- 
burg, Gammelin, e Zarrenthien, e nel 1768 le altre 
Prefetture di Boitzenburg colia gabella , Gadebufch, Rhe- 
na , e Grevefmuhlen , e fin da quel tempo le 8 Prefet- 
ture fono ritornate nel pieno ufufrutto della Cafa Duca- 
le di Mccklenburg-Schwerin . 

15) La Prefettura di Bakow, o fia di Neuen-BuAdv , 
Che comprende 9 Tenute, 3 mulini, e 16 villaggi, c 
rifiede nella città dell' ifteflo nome. 
16 La Prefettura di Doberan 

Nella Signoria di Roftock un mezzo miglio dittante 
dal Baltico ripete il fuo principio da un celebre mona- 
ftero de' Ciftercienfi , fondato nel 1170, che nel 1179 fu 
diftrutto da'Venedi; riftaurato però nel 1156. Nella bel- 
tà Chiefa del fu monaftero vi fono le fepolture di 2 Re- 
gi Obotri ti, di 12 Signori di Werle, di molti Principi 
di Mecklenburgo, e di parecchi altri perfonaggj di ran- 
go. Il monaftero ferve ora di cartello per comodo delle 
cacce, e colle Rendite del medefimo, tra le quali fon 
coraprefe due caldaje delle faline di Luneburg, fon pa- 
gati i Profeflòri dell' Univcrfità di Roftock . La Prefettu- 
ra comprende 1 3 Giudicature , che fono quelle di Kam- 
merhof, Nienhagen, Altenhof, Rabenhorft, Lambrechts- 
hagen, Marienehe, Huttcrvogtey , Vorderbolhagen , Hin- 
terbolhagen, Tennenwitz , Bruto w, Retfchow, e Sal- 
tow, e generalmente 20 Tenute, 7 mulini, e 34 vil- 
laggi. Sul vicino Mare Baltico ritrovali un'alto argine , 
o ha vallo, detto Heiliger Damm (argine Santo) forma-, 
to di pietre, in vario modo figurate, e colorite dalia natura; 

17) L* 

Digitized by Googl 



IL DUCATO DI MBCKLENBURG . ■ 25 

17) La Prefettura di Siernberg . 

Porta il nome della città deferi tta di Copra, e com- 
prende 15 Tenute, un mulino, 4 villaggi, c 2 luoghi > 
ove fi paga la gabella . 

1%) La Prefettura di Kriewitz. 

Ha il nome della città deferitta di fopra, e compren- 
de 10 Tenute, 4 mulini, e 15 villaggi. 

io) La Prefettura di Dòmitz. 

Rificdc nella città dell' ifteflò nome, e comprende 6 
Tenute, 3 mulini, e 9 villaggi « 
io) La Prefettura d* Eldena 

Mei Principato di Wenden, ripete la fua origine da 
un Monaftero di Monache Benedettine , fondato nel 
1230, ove fin dal 1542 non fi fon più vedi te Mona- 
che. Le fue rendite fi fon impegnate alla Cafa Eletto- 
rale di Brandenburgo , che vi tiene il fuo Prefetto. Com- 
prende 7 Tenute, un mulino, 12 villaggi. La cafa ove 
rifìede la Prefettura , ed il villaggio Eldena ritrovanti fui 
fiume Elde , che in quefto luogo fi dirama in 2 braccia . 
Tra Eldena, e GraboV v'è un monte, pregno d'allu- 
me . Ritrovanti anche delle faline nel recinto di queAa 
Prefettura. 

21) La Prefettura di Grabow 

Ritiede nella città dell' iAeflo nome, e comprende y 
Tenute, delle quali la più notabile è la villa deliziofa , 
detta Ludwigslujì preflò il villaggio KUinow y tituata in 
un bofeo, traverfato di viali; 4 mulini, e 27 villaggi. 

22) La Prefettura di Ntuftadt 

Ha il nome della città deferitta di fopra , e compren- 
de Jo Tenute, 6 mulini, c 27 villaggi. 

23) La Prefettura di Liibz 

Ritiede nella città dell' ifteffo nome, e comprende 19 
Tenute, 6 mulini, t 25 villaggi . 

« • * 

3. Le Terre della Nobiltà. 

1) Nella Prefettura di Schvrerin ritrovanti 23 Terre 
nobili, quali fono Bandekoir, Benne y Befendorf y Langen , e 
LUtten-BrUtz , Campze , o Cambi , Cramtmsbagen , Gottef- 
g*be y Gottmansférde , Grofs-Bix*n y MMen-Eixen , Grane* 



Digitized by Google 



76 IL CIRCOLO DILLA BASSA SASSONIA. 
bovr y Jefmtz y Leetzen , Meltenau y Rofcnhagen, ScbÓnfeld , 
Stiick , IKtrifeft, Jfitf/w, Wtndelfiorf, ZUlow. 

. z) Nella Prefettura di Gadebufch fe ne ritrovano iS, 
e fono Bentien y DtitZAH , Frauenmark y Ganzati y Grofsa- 
litz y Hindeberg y Holdorf \ Hundorf Kafelau\ Lòxritz y Z«7- 
*w , Qttenfror} , Pocr«i* , Roggendorf, Ober RUting y JW- 
fcùfcn , > Wedindorf. 

3) Nella Prefettura di Grevefrnuhlcn ve ne fono 55 : 
Jrpbsageny Buhlcn, BarnthùW y Bemftorf y Brocke y Dami fa- 
gen y Donhndorf , Eggerfiorf % Elmenborjì y Flienflorf y 
?*c£, Gramkow y Grefan y Greffeu-, e tiìtgen-bof \ Groff- , e 
Klein-Krankow , Gwjf y c Xkró Vogtshagen , Grtf/T- > e Jfi/w- 
Wafmjbrfy Grundesbagen , GUldenhorn y Hansbagen , Harhn- 
fce , Holhendorf y Jamel y Tobannfiorf y ov'è un famofo giar- 
dino, Kalkborfi , Kòchelftarfy Kronkenbagtn y Nicndorf y Nien- 
bagen, Qbtrbof y P^r/rn , PUificbow y Priefclundorf y Ranken- 
dorf y Riti ingen y Scbadendorf^ Qber»Scbildherg y Scbmactenba- 
gem, Groff-Scbwanfec y Steinieck y $Uinforib y Stellshagen y 7V- 

Tefsdorf, Trejfan> Wtniorf, Wilmjlorf, Hoben Mf 
cbndorfy Zierow . 

4) Nella Prefettura di Mecklenborg ritrovarla* 34 Ter- 
re nobili , che fono Bncbbolz , Eickbofy i cui poflelfori , 
che fono i Signori di Lutzow, amminiftrano la Carica 
ereditarla di Maresciallo dei Circolo di Mecklenburg , 
flejjenack. Gole ben, Grojf-Garnau, Greefc y J*fendorf y Kablen- 
bexg , , Lcvitzow y LUttersdorf y Àlaslovr, Naudin , 
tiecbeln y Nepersdorf y Nienb$f y Nuttetn y Fenzjen , Qambovr y 
Retcbendorf y Rotbenmobr y Scbarfjiorf , «JcAìn , Scblagfiorf , 
Scbmakcntien , Groff-Stieten , SUlten , Tburm^ Trams , 7V 
r*r, Ventfcbow y iycfciie* y Wittow y Znrovt. 

5) Nella Prefettura di Bucko ve ne fono 56: ^//fn- 
, Groflcn-Belitz , LiÀtten-Betitz , Bitenskagen y Bkn- 

gau , Liitten-Bolkau , &>/£*iki , Bnfcbmiìblc* , Luttclkow , 
Alten-Carin , Clanflprf y Dabmkow y Detetsbagen , £/c^- 
Friedericbfbrf y G*meU y Garfsmiible» , Ne«en-Garz y 
GéJbrflarf, Gerdshagen y KUin Gifcban , Goldberg y Goldcben , 
Gorqw^ Gurmem y Hagebock , lblow y che anticamente fu 
borgo, fortificalo Kore bau y Hoben Lue ha» , Madfau , Afe- 
*Wj?flr/, Miclwbagtn Wenàifcb Malfati , Xjrdv» Jiiflf/2ul , . 

v » Digitized by Google 



IL DUCATO 01 MiCKLBNBtJRG . I? 

Jioben-Niendorj \ Grojjin-hienbagen , Klein- hienbagen , Nten- 
kircben , Pantzan , Alien Pobr/lorf, Poìjckendorfy Preensberg ì 
Pufiobly Radegajl, Rederanky Roggan , Robljìorf , Grof Ste- 
rna , Steinhagen } Steinbufen , Tìitzen , Heflenbriigge , W*. 
hmanflorf , Wnllran. 

6) Nella Prefettura di Sternberg fi ritrovano 17 Tor* 
re nobili, che fono Batnin y lHboxr\ Buhw, Cotyin, Da*- 
geliìtz , Frauenmark , Gneven , Gomtovr , Herzberg , Jireffien , 
Kritfcbow^ ModertZy Muffelmo \ henbof y ÌJìtten Niendorf f 
Pentzien^ Hoben PrietZy LUtten Pristz , R adeschi , /frAa- 
£<r» , Scblieven , Sftótfxrg , T#*a , « *^fi>if , H^r/ , 
jp^ff» , Zafcbenfarf , 

7) NeHa Prefettura di Wittenburg ritrovando Terre ap/» 
bili , che Tono &*kir , Ai «p« , , Br*hlflor}\ Cammten x 
Cbdram , Darnmereetz , DerfenoWy Drty Lutzow, Dronne* 
vitz, Piifin, Goldenbow, GMenitz, Granzien, harji, Hi& 
fiburg , Jefow y KdrcboVi Ungmheide , , Melktof* 
Mtibletibeck , Keubof , Perlin. , Priezier , , , 
6rq/T /toi/ii* , Kkin-Renfaz , Scbaybow , Schojjien , «3d?ir*- 
<bow )Tetftn> KkinSimkenbergyfujcbQW yVclfidde WafcbQW % 
Wolzovr, Zapely ZUbr . 

9) Nella Prefettura di Boitzenburg ve ne fono 11 : 
B^dekoWy Beckcndorfy Biiìcber , Grejfi , Hqrfi x Scbwartow , 
4$/*<fcr , GroffTimhenberg, tyendtfcb*Lips , Wibendùtfy Zabrendorf. 

10) Nella Prefettura di Grabow ritrovanti 15 Tenute 
nobili , che fono BrwtóWy Cantmin , Dambeck , Hiinerhnd , 
Kremmun, M#(oir y Mentien, Molknbec^ hàfe> Polntiz, , 
Repjfen, Riibn, SibgelkoW, Stavenoyr, Werl*^ 

ji) Nella Prefettura di Neuftadt fe ne ritrovano 21 : 
Anckersbagen > Ave y Bocky £la?fftorf> Pambcck, Dratow , 
FedderoVy Graboy, Liitten-Grabovr , Lncbovr, Mólicn* 

florfy Pieverflorf, Sckunow , Spech , Svafiorf \ Torgehw , 
TreffoWy Groff VieUn^ Vielifly Kkin WarchoW, Zabren. 

12) Nella Prefettura di Lubi ve ne fono 28: -^/te»- 
Btnten^ Car<tw> Damenw x Pafcbov 1 Garz , C/<?Vf , 
GramboVfy Greven^ Klockfiny Kogely Kupptntien , LindfloV ? 
Lntgendorfy henbofy PaJfovr y f{entzlin y Priborny Summit , 
Snckititz, Grof Teffien , Ui*£t»rTej[fen , Vwverk , 
WM9W x Wefa y W<fag<rien • 



. Digitized by Google 



28 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA . 

i 

** » • é * % 

■ 

IL // Circo/o di Wenden 

Comprende la parte Orientale , e la maggiore del 
Principato di Wenden > e la Signoria di Rofiock, e forma la 
maggior parte dei Vacato di AtuklentHrg-Guftrow. 

i. Le Città. 

1) Guftro\r 9 la Metropoli di queflo Circolo , fituata 
nel Principato di Wenden , fui piccol fiume Nebel , è 
una delle più grandi , e più dcliziofe città dei paeie , ove 
rifiatano il Tribunal Aulico e Provinciale, ed una So 
printcndenza Ecdefiaftica « Vi fi ritrovano un bel cartel- 
io del Principe, nella cui Chiefa v'è la fepoltura della 
Caia Ducale, una Chiefa , detta il Duomo , con un' al* 
tra parrocchiale. La città fu dotata de 1 diritti della cit- 
tà di Schwerin nel ino, e negli anni JJ03, 1508, e 
15 12 fu molto danneggiata dal fuoco* Poiììede la Te- 
nuta di Glafevritz* 

2) KrakoiT) città piccola nel Principato di Wenden • 
fopra un lago , che ne porta al nome, abbruciò nel 
1698. Dicono, che in antico forte dell'Ordine G ero foli- 
mirano . 

3) Goldberg) città piccola nel Principato di Wenden , 
fabbricata nel J248, è andata in decadenza per aver fof- 
ferto molti incendj- 

4) Pia*) citta piccola nel Principato di Wenden fopra 
un Jago, che ne porta la denominazione, onde in que- 
llo Juc£o efee il fiume Elde. Evvi un cartello- Fu fab- 
bricata nel J22#, e confumata dal fuoco nel 3696. E' 
padrona della Tenuta di Orezin. 

5) MalchoWy città piccola nel Principato di Wenden f 
tra 4 laghi di Plau, e di Galpin, è fenza mura, cinta pe- 
rò d' acqua . Del Convento di quello luogo fe ne darà 
un' Articolo fcparato. Fu molto danneggiata dal fuoco 
negli anni 1697, e 1721. 

6) Wabrtn, città piccola nel Principato di Wenden , 

fui 

Digitized by Go 



IL DUCATO DI MECKLENBURG {4 zg 

fui lago di Calpin, abbruciò nel 1518, c nel 1671 (v'è 
chi afierifce nel 1699). 

7) Robcl, oRàM, città piccola nel Principato di Wen - 
den fui lago di Muritz . L' origine della città Vec- 
chia non fi sà ; ma la città Nuova fembra aver avuto 
principio full' entrare del fecolo XIII , e ottenne i di« 
ritti della città di Sch^erin nel 1261 . Abbruciò nel 
J7*7- 

8) Penzlitn> città piccola nel Principato di Wenden , 
che fu dotata nel 1263 de' diritti della città di Lubecca, 
abbruciò per metà nel 1558, e Interamente nel 1727» 
Nel 1517 la Cafa di Molrzahn ne in infeudata da' Du- 
chi, la quale s'obbligò a mantenere i privilegi de' Citta- 
dini. 

9) Stavenbageti) città piccola nel Principato di Wen- 
den, ceduta nel 1282 dal Duca Bogislao di Pomerania 
a Niccola di Werle, per li fcrvizj predatigli nella guer- 
ra. Spenta la Cafa di Werle, la città palsò nel Domi- 
nio de' Duchi di Mecklenburgo . 

10) Malcbin, città piccola nel Ducato di Wenden % 
poco dittante da' confini della Pomerania, fui lago ài 
Cummero, ove in quello luogo entra il fiume Peene. Vi 
fi adunano le Diete provinciali alternativamente colla cit- 
tà di Sternberg . Fu anticamente una parte della Pome- 
rania. Abbruciò nel 1663, e nel 1761 ne fu incenerita 
una parte, quando vi fi azzuffarono un Corpo di Truppe 
Svedefi, ed un'altro di Truppe Prufiìane. 

11) TettroVi città piccola nel Principato di Wenden , 
poco dittante da un piccol lago. Abbruciò l'ultima vol- 
ta nel 1722. ' 

12) Kcukalden, o Neukahlen , negli antichi documenti 
NUn Roland , città piccola nel Principato di Wenden , 
piantata nel 1362 , e fu danneggiata dal fuoco nel 
1666. 

J3) Gnoien, città piccola nella Signoria di Roftock , 
incenerita nel 1659. 11 Duca Enrico ne fu infeudato dal 
Re di Danimarca Criftofano , e dal fuo figlio Erico . 
Nel 1350 fu dotata de' diritti di Lubecca. 

14) Suite , o Sute , città piccola nella Signoria di 

Ro- 



$ò ilHircolo della BASSA SASSONIA, 
koftock, ove ritrovanfi delle ialine. Nel 1298 ottenne i 
diritti di Lu becca . Nel 1450 il Duca Enrico X diede 
alla Cafa di Lù'hé l'Avvocazia di quefta città, e di quel- 
la di Marion , colla Giurisdicenza Civile , e Criminale . 
Nel 1770 fu confumata tutta dal fuoco, fuorché le fa- 
line, una parte della Chiefa* t 2* o 3 cafe, 

15) Marlov, città piccola nella Signoria di Roftock 
fui fiume Reckenitz, che ncll' ifteflò tempo, e modo in- 
fieme colla città di Sulte pafsò fotto il Dominio della 
Cafa dì Luhe. Il Duca Enrico X nel 1459 le diede i 
diritti di Lubecca . 

16) Rìbnitz , città nella Signoria di Roftock ftil lago 
formato dal fiume Reckenitz, fu piantata nel 1271 , e 
fu dotata de' diritti di Lubecca . Abbruciò quali del tut- 
to nel 1455 » e fu nuovamente danneggiata dal fuoco 
nel 1538. DcJ Convento df queftà città le ne darà tai 
Articolo féparatf). La città pofliede le Tenute di Bollba- 
gen , Korkfritz , EMnfrn 4 e Nenbaus . » 

17) Teffin, città piccola nella Signoria di Roftock fui 
fiume Reckenitz. Pofliede le Tenute di Lutter-Te/fiti^ t 
Grarhmflorf. 

jS) Laage, città piccola nella Signoria di Roftock. 

io) Schw*n , negli antichi dochmènti Cygnaa ] città 
piccola fui fiume Warno, fornita d'Un caftello. Il Du- 
ca Enrico nel ijij ne fu infeudato dal Re di Dani- 
marca Criftofano, é dal fuo figlio Erico. Ha fofferto 3 
volte de* danni irreparabili dal fuoco. Ne* fuoi contorni 
ritrovafi dell'argilla ottima per farne tegoli, i quali per 
il fiume Warno trafportanfi a Roftock, giacche le tego- 
laie di cotefto luogo a cagione della fcarfezza delle le- 
gne, fi fono trafeurate. • 

i. Le Prefetture del Principe. 

I) La Prefettura di G*flro\r y 

Che riCicdù bella città dell' ifteflb nomè , e comprende 22 
Tenute, tra le quali ve n'èuna di dome Àùgdàlehen-Ijtfi, 
13 mulini y e $4 villaggi . Nella vicinanza del villàggio 
Wicky ove T influente Nebei sbocca nel fiume Vai no * vi 



Digitized by Goocle 



I 



IL DUCATO DI MECKLFttBÙRG. j! 
fu il cartello fortificato di Unric y fabbricato nel 1 162 da 
Niccolotto Re degli Obotxiti: ma dacché Prìbhfoo IL 
fu vinto da Henrico Leone Duca di Saffonia , « di Ba- 
viera, il c alleilo è andato in rovina* 

2) La Prefettura di Gòldberg 

Rifiede nella città deli' ifteflb nome descritta di fopra j 
e comprende 7 Tenute , un mulino , e 6 villaggi . 

3) La Prefettura di Mu^mito . « 

E' nella vicinanza del fiume Lockentffc, e delfini 
della Marca , e comprende 7 Tenute , 3 mulini , e 6 
villaggi . Le fuc Rendite fono ftate ingegnate alla Ca- * 
fa Elettorale di Brandenburgo , che vi ordina un Pre- 
fetto . \ 

4) La Prefettura di Pian 

Porta il nome della città di Plau, e contiene 7 Te- 
nute, un mulino , e 7 villaggi . Anche le rendite di que«. 
fta Prefettura fi fon date in ipoteca alla Cafa Elettorale 
di Brandenburgo , che vi ordina un Prefetto, il quale 
foprintende anco alla Prefettura, che fiegue. . .. 

5) La Prefettura di Wrtdenhagen^ < 

Poco diftante da Rb'bcl, comprende 4 Tenute, 2 mu- 
lini, 8 villaggi. Fu anticamente de* Templari . Le fue 
Rendite fon ipotecate alla Cafa Elettorale di Branden- 
burgo. H 

6) La Prefettura di Sttvenbagen 

Porta il nome della città deferirla di fopra, e com- 
prende 6 Tenute, 2 mulini, 13 villaggi. 

7) La Prefettura di Neukalden 

Ha il nome della città deferi tta a fuo luogo , e fi 
ftende fopra 5 Tenute, 2 mulini, 4 villaggi. 

8) La Prefettura di Dargun, o Dragm, *. 

Nella Signoria di Roftock , in poca dHhmta dal Iago 
di Cummero, ripete 4a fua origine da' Beni d'un móna- 
fiero di Benedettini , 'fondato nei 1149. Il monaftero è 
flato convertito in un caftellp del Principe . La Prefet- 
tura comprende a© Tenute , » 3 . mulini , il borgo AkDar- 
gtp% y detto anche Neue Baùle , e jj villaggi, 

9) L* Prefettura di Gnoien 

Ri- 



Digitized by Google 



32 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA • 

Rjfiede nella città dell' fflcflb nome, deferiti* di fo- 
pra, e comprende 3 Tenute, 2 mulini, 2 villaggi* 
10) La Prefettura di Ribnitz 

Ha il nome della città deU'ifleflb nome deferìtta di 
Copra, e contiene 20 Tenute, xi mulini, e 22 villaggi* 
Nel fuo recinto cioè a Sklz ri trovanti delle faline • 

iì) La Prefettura di Scbwan 

Rjfiede nella città dell'iftcflò nome defcritu di fopra, 
e fi ftende fopra 12 Tenute, 4 mulini, e 22 villaggi* 

3. Le Terre della Nobiltà. 

1) Nella Prefettura di Guftrow ritrovanfi 6*7 Terre 
della Nobiltà, quali fono, Appclbagen 7 Barentbien, Carow y 
Dieehfy Dolgen y Dudtngbaufen , frefendorf, Goldenitz, Got- 
tin, Grojf-Grabow y Gramtzovr , Gremmelien , Hinzenbagen , 
Hoppenrade , Hagerfeldt , Rarcbitz, Raffòw , Rlaber , Kne- 
gendorf , • Roberow , Koppelow , Kotcln Krmfcamp , Ruf- 
fo* , Lalendorf , /Muffir , Zwtfàir , Zjììj , Matgendorf , 
Merendorf , Hiegleps , Pobnfiorf , Potrems , /tafai , 
torte, RenfàWyRepefcbendwfyGrolfRsdfeufiW Rotb- 
fpalck, Rptzevazj Scbarflorf, Scbweez, Scbvrezien, Scbwief 
jet, Scbonvalde , Spotendorf , «T/™»:, Subzsen, Tefcbow , 
Teffenow, Tolzien, Tbiir-Rau, Groff Vietgefl , Rlein-Vietgeft, 
Vietfcbow y Wardow , Wattmansbagen , Weitendorf, Weffelfrorfy 
Wentorfy Wotrum, Wufienfelde , Zaphndorj\ Zablendorf, Zbe- 
na % Zierftorf. 

2) Nella Prefettura di Goldberg ritrovanfi 9 Terre no- 
bili, quali fono, Brutz^DifleloV, Dobbin , XmcM- 
*»//}, Poferien, Seberieu, Weritr , Wobften. 

A) Nella Prefettura di Plau ve ne fono 5 : Gobrden , 
iiàfc» , Noffentien , ty*r*r , AlteurScbwerin . 

4) Nella Prefettura di Stavenha£en ve ne fono 6 : 
Affiti*» Bafedow, Borebfeld, Bredenfelde, Brefen, Bigoxr , 
SriVfor, Oiykr/, C bermi tz , ZVw» , /to/or , Gtddihn , 
Groff-Gievitz, Grubenbagen , Gutfcbow , Grof Helle, Rlein. 
Belle , Herincbsbagen Jurgenfiorf Jvenack , Ralubbe, Rarefar, 
Rarfhrf, Kittendorf, Rnorrendorf, Krifiw, Rrucbow, Labs, 

■ 

• * 

■ 

, Digitized by Google 



> 

IL DUCATO DI MECH?feNBURG« 33 
Lanfen Klein- Lucbow , Lupclovr , Malli cn , MòlUn , Móllen- 
bagen, Neubof , Panfiorfy Paffentien , Peccate! r Pentzlien , 
Peutfcb, PinnoWy Groff Plaflen , Pucbow , Ranenfeld , /tew- 
p//V» , Alten- Refe , Rstterfmannsbagen , Rofenow , JFatden-Roft, 
Rothenmobr , Rumpsbagen , Scborffow , Svante , TarnoWy TUtz- 
batz y Vlricbsbaufen , Varchenticn , Groff- Vare bau 3 Ltitten- 
Vielcn, Perder y Wockerfien, Wrodow , JT^fovr. 

5) Nella Prefettura di Neukalden , o Nienkahlcn ritrov anfi 
Terre nobili 17, che fono Buchovr y Lùtten-Butzicn , 6>£w- 
kendorf, Gòrfc bendar f y Karnttz, KlenZy Lelkendorfy Levit- 
zo\r y Ditteri- Mijlorf Groff-Markow^ Pobnjiorf, Rey , òc/w- 
rentien, Scbwafìorfy Suckow y Surkavr , Tefcbow . 

6) Nella Prefettura di Wredenhagen ve ne fono 29 , 
c fono, Abrensbergy Below y BolUwicky CampZy Dam'jcck , 
finken, Góttubn, GribenitZy Henricbsberg , Keller Klìnken y 
Klopzow^ Kórcbovr, Krummely Lehbin y JLeitzen y Altcn-Lep- 
pin> Ludorfy Maflòw> Melz y Nalcbow, Netzebsnd, Retzow, 
Scbénbergy Spitzkuhn y Wackflow y Wendbofy Wilkubl . 

7) Nella Prefettura diGnoien fe ne ritrovano 40, che 
fono: Jfetf/ji, *0<W», Bóblendorf, Brefen, LUttenDahitz , 
DòlitZy DriifctritZy Duckvitz , Grammod Granzau , 7fo/- 
«z/a/s, Kuckflorf, Ltèburgy Lubchiny Lnnovr, Klein-Metlingy 
Groff-Nic-Kobr , Klein-Nse Kohr , 2Y*c/?r*« , NUtfcbau , P** 
#74*, Panneckau , Poggelm , Prebberow , Quitzenovr , /tow . 
melteny Scbabow , Selpieny Strietfeld , Tangrin , Tbelkovr, 
Vilz y Vorvcrcby Vicbeln , Warbelow , Wóbkendorf *, 
Wohrenliorf y Wolhow , ^//oir. 

8) Nella Prefettura di Ribnitz ritrovanfi 29 Terre 
nobili , quali fono Bandclftorf , Bobntftorf , Buffevìtz , 
Carlovitz , Depfow , Detmannflorf , Dymmerflorfy Ficn- 
florfy Freudcnbergy GnevitZy Gubekovr, Gutendorfy Halm- - 
yfor/, ICfl/zoir , , Liifewitz , Pankelau , Poppendorf , 
Jledderftorf y Repplien, Schttlenburg , Steinborfl , Stormborfi , 

F^ff) Toitenwinkel , KWrf/f, Warenbope , tf^Ar^n- 
<for/, Zarnemanns . 

9) Nella Prefettura di Schwan ritrovanfi 4. Tenute 
Nobili , che fono , Boldendorfy Brockbufen , Wokrent , ZiV- 
fendorf. 

Nurn. XXX11. C 4. La 



Digitized by Google 



34 IL CIRCdÉO DELLA BASSA SASSONIA . 

4. La Città di F^ofìock col fuo Diftretto. 

j) Roflocky anticamente Rotzjocb , è la più gran città 
d'ambedue i Ducati. Efla non s'attiene al numero del- 
le città provinciali, ma bensì al corpo della Nobiltà . 
Perciò non fu comprefa nella divisone, che nel 162J. 
fu fatta tra' Duchi Adolfo Federigo I, e Giovanni Al- 
berto II, ma infieme col fuo Diftretto rimafe nel Do- 
In in io comune de* due Duchi Regnanti . Efla è fituata 
fui fiume Warno, ed ha un Porto full* imboccatura del 
medefimo , detto Warnemmàc ; per confeguenza la fiu fitua- 
zione è comoda per il traffico . La città Vecchia è fituata in un 
luogoelevato dalla parte di Levante, éd in efla fi ritrova- 
no le Chiefc di S.Pietro, S.NiccoIa, e Santa Caterina, 
delle quali le due prime fono Chiefe parrocchiali . Ab- 
bruciò nel 1677. per la maggior parte, e fin da quel 
tempo le fue cafe fi fon riftaurate meglio di prima. Nel- 
la bella Chiefa parrocchiale ritrovanfì fotterrate le vifee- 
re di Hugone Gì ozio, che vi morì nel 1645. La Chic- 
fa di S.Giovanni contiene una Libreria. Nella città Vtc~ 
fhia v'è anco il palazzo de' Magiftrati . Nella città Nuo- 
va rkrovanfi la già Collegiata, ora parrocchiale di San 
Jacopo con una Libreria, la Chiefa dello Spirito Santo 
con uno ricco fpedale, la Chiefa di S. Michele, e quella 
della S. Croce, a cui è anneflò un Convento di Ragazze 
Nobili, e Cittadine della città, il cui Propolto è eletto 
dalle Conventuali, e da' Borgomaftri , che poi vien con- 
fermato dal Duca. Nella città Nuova vi fono anche i 
Collegi dell' Uni ve 1 fi tà . L' Univerfìtà fondata nel 141 9. 
da 3 Duchi, e dalla città, e privilegiata dal Papa Marti- 
no V, la cui Bolla fu poi confermata dall' Imperatore 
Ferdinando I. Quando nel J437. fu mefla al Bando dell' 
Impero, e della Chiefa, i ProfefTori dell' Univerfìtà paf- 
farono a Gre ifswalde , d'onde ritornarono nel 1443. Nel 
1487 l' Univerfìtà fu trasferita a Lubecca a cagione del- 
la controversa inforta tra' Duchi, e la città, ove però 
ritornò nel J492. Fu 3. volte danneggiata dalla pefte ; 
perciò fui principio della Riforma la città fu abbando- 
nata 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI MECKLENBURG,., 35 

nata quafi da tutti i Scolari, cMaeflri; finché nel 15,0. 
Arnoldo Biiren ridufle l l Univcrfità ad uno flato più flo- 
rido, e l' Imperator Ferdinando nel 15 60. Ja dotò di nuo- 
vi privilegi. Evvi inoltre una Scuola di, Lingua Latina. 
I dodici Predicanti della città, col Soprintendente , a cui 
fon fubordinati, formano ilConciftoro della città, onde 
fi appella al Tribunal Aulico, e Provinciale. I Duchi 
vi pofTeggono quella Cafa, che fu una volta dell'Abate 
di Doberan, e vi fi frattengono più volte ; quindi è, che 
a quella città danno il nome di Rcfidenza . 11 Magiftra- 
to è compofto di 3. Borgomaftri , un Sindaco, 12. Se- 
natori, un Segretario, e Protonotr.no. La citfà efercita 
il fuo diritto di coniar le monete di rame , argento , e 
oro. Effe manda un Deputato alla Deputazione riftretta 
degli Stati provinciali, e. ordina un* AfTeflòre- ftraordina- 
rio nel Giudizio Aulico, e provinciale. Il Magiftrato vi 
efercita la Giurisdizion Civile, e Criminale. Dalle fue 
fentenze (fuorché in certi cali, ove non fi dà luogo all' 
appello) appellafi al Tribunal Aulico , e Provinciale, op- 
pure al Magiftrato di Lubecca. La città ha ancora va- 
rj altri privilegi riguardcvoli , non è però efentata dal 
Dominio Ereditario de* Duchi , a cui paga ia contribuì 
zione, come s'è detto nelT Introduzione. ÉfTa fa un traf- 
fico confider abile . Fu dichiarata città circa l'anno 1030^ 
e fu accrefeiuta, e fortificata nel lido cogli avanzi del- 
la città di Kiffcn, che le era vicina, Fu diftrutta nella 
guerra , fatta tra gli Slavi , c Saflòni . Ma nel 1 1 70 fu 
rifabbricata dal Principe Pribislao, e popolata dagli Sla- 
vi. Nel 121 8 ottenne i diritti di Lubecca dal Principe 
Borwino, e nel medefimp fecolo, XII L entrò nell'Al- 
leanza Anfeatica. Il Principe Nlccola il ^ambino cedè 
la città, ed il paefe di Roilock al ile Erico di DanU 
marca. Dopo io anni la città fi fott rafie ai Dominio 
del detto Re, onde efla fi tirò addoflo la guerra non 
(blamente de* Danefi , ma anche del Duca Enrico di 
Mecklenburgo , durante la quale i Cittadini in una ri- 
volta uccifero ,il loro Magiftrato , e ne crearono un' al- 
jro; Quando bel 13 14 furono affediat? dal Duca Enri- 
co, fecero, pace con effo, e lo riconobbero per loro pa- 

C 2 drq- 



l& IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA • 

drone. Nel 1323 il Duca Enrico prefe l'inveftitura del- 
la Signoria di Roftock come di Feudp del Re di Dani- 
marca Criftofano, e dal di lui figlio Erico. Negli anni 
1358, e 1418 i Cittadini depofero nuovamente il loro 
Magiftrato, per la qual cofa furono feomunicari nel 1434 
dal Concilio eli Balìlea , e pofti al Bando dell'Impero 
dall'Imperatore: elfi perciò due anni dopo riftabilirono 
il vecchio Magiftrato. Nel 1487 i Cittadini rivoltaronfi 
contro i Duchi , onde nacque una lite di 5 anni . Nel 
fecolo XVI. inforfero nuove difeordie co' Duchi, che fi. 
nalmente furono accomodate nel J573, e 15S4 per mez- 
zo di patti. Nel 1620 fu, fatto un nuovo accordo tra la 
Cittadinanza, ed i Duchi per rapporto alla gabella, ed 
alle Tenute campeftri della città. Nel 1715 fu fatto un' 
accordo relativarfiente al diritto di prcfidio, alla caccia, 
ed alla gabella. 

2) li Diftretto di Roflock rimafe nel Dominio comune 
de' Duchi Regnanti di Schwerin, e Gultro, quando nel 
161I fecero una divisone de' Dominj, ed al Diftretto 
infieme colla città fu dato il nome di Luoghi della comu- 
nione. Ma quella denominazione fu abolita mediante il 
Trattato del 1755, ed in vece d'eifa è ftata introdotta 
quella del Diftretto di Roftock, che comprende le poflef- 
fioni della città di Rollock, quelle dello fpedalc , e del 
Convento dell' iftefla città, le quali fono: 

Nella Prefettura di Ribnirz, Kiederkrug, Rbversbagen , 
Tuttofa una pgrzione di Bentwìfcb y una parte di Dierko , 
Cordsbagen > Putébagen , Vogtsbagen , Gollnitz , Scbhge , 
Volkshagcn. 

(2) Nella Prefettura di Schwan.: Sildemo, Barnftorf , 
Braumauy Gfdf, e Klein A Kleeh ^ Grotf-Scbwaff , Klein-Sto- 
ve, Dalvitzenbof , Dietrich bagen , Elmehborft , Scbmarl- , 
KaJJehoni còlle fu^ appartenenze , Broderflorf, Jckendorf > 
Rikdabl, ed 1 ptojMetarj delle Tenute di Bockolt , Bar- 
telftorf colle fSc appartenenze, Bentvrifcb, e Keffin, Ehm- 
kenbagen Wiileribagen , Zeppelin* , Wulftbagen , Roftocker- 
Wulfsbagen, Groff , e' Klein-Kuffevitz , Obefbof \ e Hoben* 
Scbvrarfs , Gragetopshof ', Huckftorf, Niendotf , Groff-Stove > 
W*br]lorj\ Bijioj VoUho , Eversbageh. A' diritti, ed alle? 

% 

Digitized by Googl 



r 

IL DUCATO DI MBCKLENBUUG. \ 37 

gravezze di quefti luoghi vietr iòddisfatto nelle Diete pro- 
vinciali dalla città di Roftock . 

ANNOTAZIONE •'. 

• ■ * • 

U Porto di Warnemiinde infieme colla vicina terra dell' 
ifleflb nome, ove ritrovai! una Chiefa , appartiene alla 
Città di Roftok . La Corona di Svezia vi ha il diritto di 
gabellare le navi, che vi padano, cioè Rifd. 2 \ (circa 
| di Zecchino di Venezia) per ogni Laft; la qual ga- 
bella in altri tempi, quando il traffico di .Roftock era 
più florido , refe annualmente più di 80000 Risdalleri 
( cioè circa 26600 Zecchini ) ; ora però non ne rende 
più di 6000 (circa Zecchini 2000) La Corona di Sve- 
zia già nella guerra de 30 anni vi avea pofta quefta gabel- 
la , e ficcome nella pace di Weftfalia le fu accordato il 
diritto della gabella in rutti i Porti della Pomerania, o 
di Mecklenburgo , elTa rimafe nel portello di quefta , e 
per la difefa della medefima vi fece coftruire un Forte . 
Quantunque dalla parte di Mecklenburgo fe ne iiano fat- 
te delle doglianze, che foftiene, permetterà" foltanto al- 
la Corona di Svezia la gabella in que* Porti , che ritro- 
vanfi ne' luoghi ceduti alia detta Corona. Ciò nonoftan- 
te la Svezia ne ha mantenuto il poflèflo, e. circa l'anno 
J740 l'ha impegnata al Duca di Mecklenburgo, 

$. I l Conventi Luterani di Damigelle 
- Nobili, che fìe%uono. 

* 

Appartengono agli Stati provinciali d'ambedue i Du- 
cati, che in virtù delle Lettere Reverfali del 1572, e 
del Trattato del J755 furono confermati ne' loro Dirit- 
ti. Gli Stati provinciali ne eleggono, e mutano a loro 
arbitrio i Provifori , e gl'Impiegati, i quali da! Principe 
debbon confermarli , e fe la conferma nel termine d* un 
anno, e d'un giorno non è feguita, intendefi fatta. I 
Provifori, e Impiegati debbon render conto annualmente 
al Principe ed a' Deputati degli Stati. Le città fono a 
parte d'i quefti Conventi, cioè in virtù del Concililo fafr. 

C ? tu 



38 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA. 

to nella Dieta di Guftrow del 1737, c del Trattatodel 
J755, cfle porton rimpiazzare 3 luoghi di piena paga nel 
Convento di Dobbcrtin, e 2 altri luoghi di mezza paga 
in ognuno degli altri due Conventi, fenza goder il be- 
nefizio dell' abitazione, e della tavola. Qtiefti Conventi 
lenza licenza del Principe, e degli Srati provinciali, non 
poflbn compfar nuove terre, a qualfifia villaggio effe ap- 
partengano: non è però efclufa la facoltà di far cam- 
bio d'una Tenuta coli' altra, e di comprarne fuori del 
paefe . I Duchi , e le Ducheflè fi fon obbligati ad afte- 
nerfi dal Gius Primariàrum precum . A' diritti e pefi dc f 
Conventi per rapporto alle Diete provinciali vien foddìs- 
fatto dagli Stari. La Duchefla Regnante Luifa Federiga 
nel 1764 onorò le Conventuali de* 3 Conventi d'una 
croce. Quella, che fu data alle Conventuali di Dobber- 
tin portafi appefa a un naftro azzurro, ed è di fmalto 
azzurro. Nel centro fi veggono le due lettere F. L, c 
nella ftella le parole Pour la vertu . La Croce delle Con- 
ventuali di Malcbau. è di fmalto roflò attaccata ad un 
naftro deJT ifteflò colore, con una ftella fmaltata di rof- 
fo. La croce di Ribntiz è di fmalto azzurro, appefa ad 
un naftro bianco coti una ftella . Quefte ftelle fon tutte 
d'oro, e quelle della Domina è tempeftata di brillanti. 
Anche le Conventuali Cittadine portano la croce appefa 
ad un naftro più ftretto , e legata fui petto con una 
Aringa. La croce però delle Dame ha il naftro più lar- 
go, che peride giù dalle fpalle. I conventi fono: 

1) 7/ Convento di Dobbertin^ fituato nel Principato di 
Wenden in poca diftanza da Goldberg fopra un lago 
piccolo, fondato dal Duca Enrico I, e abitato da' Bene- 
dettini fino al 1222 nel qual' anno fu dato alle Mona- 
che dell' ifteffa Regola. Fu confifeato a tempo della Ri- 
forma, e nel J572 da' Duchi Gio. Alberto, e Ulderigo 
fu ceduto agli Stati provinciali . Elfo pofliede 28 vii- 
laggj . 

2) H Convento diRibnitz, città, che fu deferitta di fopra > 
fu fondato nel 1323 dal Duca Enrico IV. in un fuoca- 
ftello, per le Monache di Santa Chiara . Nel 1572 i Du- 
chi Io cederono agli Stati provinciali. Polfiede i 3 villag- 
gi* 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI MECKLENBURG . 39 

ff, ed ha il Giufpadronato fulla Chiefa di S.Maria nel- 
la città diRibnitz, e fulk Chiefc parrocchiali diSchwan, 
Darfo, Wuftro, e Mario. Poco fa comprò anche colla 
permiffione de' Principi la Tenuta di Wulfshagen. 

3) // Convento preffo Malcbow ^ città deferii ra di fopra , 
fu da principio abitato da' Domenicani , che dipoi fecero 
un cambio colle Monache Agoftiniane di II a bel . Nel 
J572 i Principi lo cederono agli Stati Provinciali. Pof- 
fiede 14 villaggi, ed ha il Giufpadronato della Chiefa 
parrocchiale di Malchow , e di quelle di Lexo , e 
Gruflo. 

III. 7/. Circolo di Stargard 

E* una parte del Ducato di Mecklenburg-Guftrow, e 
confitte nella già Signoria di Slargarci . Comprende 9 cit- 
tà, e più di 150 villaggi. Quello paefe anticamente era 
Y oggetto d' una lite tra* Principi di Mecklenburg , ed i 
Margravi di Brandenburg. Nel 1283 il Margravio Alber- 
to IV. infieme colla fua figlia Beatrice lo vendè al Du- 
ca Henrico IV, che ancor nel 1305 pagava 5000 mar- 
chi d' argento ( che formano circa 2650 Zecchini di Ver 
nezia). Nel 13 17 F Elettor Waldemaro I, cedè nuova- 
mente quefto paefe al Duca Henrico IV , ed un fimii* 
atto di ceffione fu fatto dall' Elettor Lodovico II a' Du- 
chi Alberto II, e Giovanni VIII. Finalmente dall' Im- 
perator Carlo IV. nel 1377 fu unita per fempre cmefta 
. Signoria al Ducato di Mecklenburg . Nel 1621 fu in- 
corporata al Ducato di Guftrow , e nel 1701 in virtù 
d'un'accomodamento fatto in Amburgo , Federigo Guglicmo 
Duca Regnante di Mecklenburg Schwerin cedè la Signoria 
pienamente : a Adolfo Federigo II. Duca di Mecklenburg- 
Strelitz , cum ormi jure Principum Jmperii , di modo cht 
il mentovato Duca vi efercitaflè le Jnra territorii & fu- 
perioritatis , tanto in Ecclefiafiicis , che Politici s , e che per 
confeguenza come Dominus fendi direclus dette l' inverti tu- 
ra a' Nobili, e VafTalli di cotefto Circolo: che ciò non 
ottante gli Stati rapprefentanti rimane(Tero in una perpe- 
tua unione con tutto il corpo degli Stati provinciali di 

n ■ Me- 



40 IL CIRCOLO DH.LA BASSA SASSONIA * 

Mccklenburgo , avellerò voto nelle Diete generali, ed il 
diritto d'efler eletti Configlieri provinciali, AiTeflori del 
Tribunal Aulico, e Amminiflratori d'alcuni Conventi • 
Che quantunque il Duca regnante di Mecklenburg-Schwe- 
rin debba invitare anche la Nobiltà, e le città di quefto 
Circolo alle Diete, e altre Adunanze generali, pure pri- 
ma di farlo, ne deflc avvifo al Duca di Mecklenburg- 
Strelitz, e gli manifeftafle i punti da proporli nell'Adu- 
nanze, eflendo allora nell'arbitrio del Duca di Strelitz , 
di fpedirvi un Deputato, che vi procuri il Bene di que- 
fto Creolo. Qie le Contribuzioni e Collette accordate 
nelle Diete, e Adunanze , anche da quefto Circolo fi 
confegnaflero alla Calla generale degli Stati, fi reftituif- 
Te però la quota della contribuzione di Stargard. Che il 
Giudizio Aulico e provinciale, ed il Conciftoro fi facef- 
fero a nome del Duca regnante di Schwerin; che però 
le citazioni, i mandati, e le fentenze fi fpediflèro a no- 
me d'ambedue i regnanti nelle cofe, che riguardano le 
perfone domiciliate nel Circolo di Stargard . Che il Du- 
ca di Strelitz aveflè la facoltà d'ordinare un* AiTeflor par- 
ticolare dalla parte fua nel Giudizio Aulico , e di far 
intervenire al Conciftoro il fuo Soprintendente di Stargard . 
Quefto accomodamento fu feguito poi da varie controverfie , 
e dalle Scritture emanate dall'una, e dall'altra parte cofta:, 
che il Duca di Schwerin niega al Duca di Strelitz il Gius 
Armorntn, il diritto d'ingaggiar i foldati, e la Superiorità 
Territoriale nel Circolo di Stargard , e l'onore di rice- 
ver l'invcftitura alla Corte Imperiale ec. Ma tutta la 
difeordia fu accomodata nel 1755 mediante un nuovo 
Trattato, per il quale laCafa di Strelitz rinunzia in per- 
petuo alla pretefa Comunione del Dominio, e Governo 
per rapporto a'paefi della Cafa diSchwerln, e Guftrow, 
e dall'altro canto la Cafa di Schwerin rinunziò alla pre- 
tefa Comunione del Dominio del Circolo di Stargard , 
aflicurandone la piena Superiorità Territoriale alla Cafa 
di Strelitz conforme all' accomodamento di Amburgo . 
In confeguenza di ciò il folo Duca di Schwerin convo- 
ca le Diete; ma riguardo al Circolo di Stargard, egli ma- 
nierila le proporzioni da farvifi al Duca di Strelitz un 



Digitized by LiO 



IL DUCATO DI MECKLENBURG. 41 

• mcfe prima che s* incominci la Dieta , il quale dal can- 
to ino palefa al Duca di Schwerin le proporzioni da 
farvifi agli Stati di Stargard , 8 giorni prima, che s' 
aduni la Dieta . L' apertura , ed il profeguimento 
della Dieta fi fa a nome del Duca di Schwerin : quan- 
do però fi fon fatte , e confegnate le propofizioni 
di cotefto Duca , allora il Deputato del Duca di 
Strelitz confegna al Marefciallo provinciale di Stargard 
le propofizioni del fuo Principe, permanifeftarle agli Sta- 
ti del Circolo di Stargard . Per rapporto alla contribu- 
zione, che deve fervire per le fpefe dell' Ambafciate, de' 
Prefidj , e delle Fortificazioni , e per pagare la quota per 
il mantenimento del Giudizio Camerale, ognuno de* due 
Principi ne ottiene quel' tanto, che è fiato incartato nel 
fuo Territorio . La contribuzione per le Principefle s' efiv 
ge dalle Prefetture, e dagli Stati provinciali dell'uno, e 
dell' altro Ducato . Il Duca di Strelitz fodisfa al contin- 
gente deir Impero, del Circolo, e della Camera Impe- 
riale per rapporto alla Signoria di Stargard. Per quel 
che concerne il Giudizio Aulico , F accomodamento dr 
Amburgo vi ferve di norma, ed il Duca di Schwerin 
nelle ordinazioni, che riguardano il Circolo di Stargard, 
s'aftiene d* apporvi il fuo nome, ed il fuo figlilo . Leco- 
fe dottrinali , e cerimoniali del Circolo di Stargard , di- 
pendono dalla decitone del Conciftoro di Roftock . Per 
gli affari di Giuftizia, e di Diritto privato, il Duca può 
erigere un Conciftoro a Strelitz. Egli può anche ordina- 
re un Configlier provinciale nel fuo Circolo di Stargard 
ce. In queflo Circolo fi ritrovano 

1. Le Citth . 

ti * • * 1 

■ * * 

J) Neu-Brandenburg , la Metropoli di quefto Circolo , 
che manda un Deputato alla Deputazion riftretta degli 
Stati, fituata fopra un'influente, che a poca diftanza s' 
unifee al Tollenfe. Elfa è fabbricata in figura rotonda , 
e le fue ftrade larghe fon fatte in linea diritta . Sonovi 
2 Chiefe principali, una Scuola Latina, ed una Soprin- 

. - tcn- 



Digitized by Google 



41 TI CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA • 
tendenza di quefto Circolo. Con grand' induftria vi fi col- 
tivano i luppoli. Giovanni I. Margravio di Brandenbur- 
go nel IZ48. la piantò per mezzo di Herbordo di Ra- 
ven. Abbruciò interamente nel 1675, 5 nc * 1 7Ì7 P 0 ' 
•tro incendio ne, confumò ni delle migliori cafe. 

2) Fr tediando città piccola fopra un lago , ed in una 
contrada marazzofa, contiene % Chiefe. La Chiefa di S. 
Maria è padrona del villaggio Sandhagen, ed il Magi- 
ftrato polfiede il villaggio Schvrichtenberg , ambedue fi- 
tuati nella Prefettura di Stargard. La città fu piantata 
pel 1244 da' Margvavj di Brandenburg Giovanni I. e Ot- 
tone III. Fu molto danneggiata dal fuoco negli anni 
3444, *Jjfrf ì 5^it c 2 7°3- 1 Predicanti del Sinodo di 
Friedknd fon divifi in hfnlanos , * Trans Infulanos : i pri- 
mi fono 8, i fecondi 9. 

3) Woldegge , o Woldeck , città piccola , incenerita nel 
1443. e più volte danneggiata dal fuoco, onde è malan- 
data. Il Sinodo di Woldeck fi deride fopra 9 parrocchie. 

4) Stargard) o fia Alt Stargard , città, che dà il no- 
me al Circolo, o alla Signoria . Abbruciò nel 1676, e 
1757. In un monte vicino vi è un cartello del Principe. v . 
Il Sinodo di Stargard comprende 8 parrocchie. 

5) Strelitz , o fia Alt-Strelitz> città in una contrada 
marazzofa, piantata nel 1340. da' Conti Ottone , e Ul- 
derico di Furrtenberg . Abbruciò interamente negli anni 

*S7J i e l6 7 6 - 11 Duca Adolfo Federigo IL pofe lafua 
Rcfidenza nel cartello di quefta città: quando però il ca- 
rtello nel 171 1. fu confumato dal fuoco, il detto Duca 
ne fece cortruire un'altro in un luogo vicino alla città, 
detto in altri tempi Glienke, ed accanto vi fece pianta- 
re una nuova città di nome Neu Strelitz, fperando, che 
nel feguito de* tempi quefto luogo fi farebbe accrefeiuto 
tanto v che d' ambedue le città fe ne facelTe una fola . 
Ma fino al prelente ognuna delle due città ha il fuo 
proprio Magiftrato, e Tribunale. In Neu- Strelitz ritro- 
vanfi il Configlio privato, e la Camera, ed il Concilio- 
ro. Nel 1768. fu pofta, la prima pietra della Chiefa de' 
Cittadini di Neuftrelitz. 

6) Fiirfienberg , città piccola tra 2 braccia del fiume 
, Ha- 



t 

Digitized by Google 



IL DUCATO DI MECJ5XENBURG. 43 

Havel , ove rifederono i Conti di Furftenberg , e Vorften- 
bach, la cui cala s'è fpcnta . La Contea di Furftenberg 
nel 1347. fu eretta da' Duchi Giovanni, e Alberto, 1 
quali ne infeudarono Ottone di Dewùz, colla di lui di- 
pendenza marchile, che dall' Impera tor Carlo IV. fu di- 
chiarato Conte. Ma il Duca Alberto nel 1369. la con- 
fifcò, perchè i fratelli Conti Jacopo, e Gherardo, di Fur- 
ftenberg aveano predato foccorfo a* Duchi di Pomerania, 
fuoi nemici . A quefta Contea v'è aggiunta la città di 
Ahrensberg col cartello dell' ifteflò nome , il villaggio Stre- 
litz col cartello, e 9 villaggi . 

7) Wefenherg^ città che in una guerra del 1176 il Mar- 
gravio Ottone tolfe a' Signori di Werle. Il Duca Enrico 
IV. le donò i campi fertili di Pomel . Abbruciò quali in- 
teramente negli anni 1676, e 1706 , e per metà nei 1737. 
Contiene 2. Chiefe parrocchiali . Il Sipodq di Wefenberg 
comprende 12 parrocchie, 

2,. Le Prefetture Dittali. 

I) La Prefettura di Wanzka . • ' . / 

* 2) La Prefettura dì Broda. 

3) La Prefettura di S targar d . 

4) La Prefettura di Feidlerg. 

5) La Prefettura di Strelitz. La Camera Ducale com- 
prò nel 1762 le Terre Nobili di Weifdin , B,lumenbol^^ (\ 
Blumenbagen . 

6) La Prefettura di Fiirflenberg . 

7) La Prefettura di Wefenberg. 

8) La Prefettura di Heyde . , 

9) La Prefettura di Bergfeld . 

10) La Prefettura di Nemerow y fu Commenda dell'Or* 
, dine Gerofolimitano fottopofta alla Gran Prioria di Spn- 

neburg . Nella pace di Wertfalia fq accordata a* Duchi 
di Mecklenburg con patto, che ciò fi facelTe colconfen- 
fo dell' Ordine , c fi pagarti il folito contingente all' Or- 
dine di Malta . 

11) La Prefettura di Mirovr, ebbe parimente principio 
da una Commenda , fottoporta alla Gran Prioria di Son- 

ne- 



Digitized by Google 



44 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA • 

neburg, che colla Commenda precedente pafsò nella Ca- 
la Ducale. II luogo principale n'è 

Mirow y città dipendente dalla Prefettura , o piuttofio 
borgo , con un cartello del Principe . Abbruciò quafi in- 
teramente nel 1730. V'è in quefta Prefettura un villag- 
gio dell' ifteflo nome . II Sinodo di Mirow comprende 4. 
parrocchie. 

3. Le Terre della Nobiltà. 

1) Nella Prefettura di Stargard ritrovanfi 56 Terre no- 
bili, che fono, B all'in , Beferitz, Brunn y Cam in, Carpin^ 
Dablen , Dewitz , Eicbborfl , Galenbeck , Ganzkovr , Gatzke , 
Gatzkow , Gcvctzin, Godenfcbwege , Hafefeld , Helpet , Kan- 
zovr, KoteloWy Klockov , Kofabroma, Krekov , Leppin> Li- 
chtenberg , Liiìberftorfy Milzovr, e Cólpin y Móllenbeck y Ned- 
demin , Keverin , Neukircben y Niebof , Podewal , Quadcn , 
Scbonfeld, Ramelow , Rattey y Rieke , Roddeltn , Roggenba- 
gen , ScbUnfeld , Scbónbaufen , Spolenbolz , Scbwankenbeck , 
Trollenbagen , Watfcbend$rf , Wittenbagen^ Wrecben ec. 

2) Nella Prefettura di Strelitz ritrovanfi le Terre no- 
bili: Hohenzieritz , Prillmtz ec. In Prillwitz full' eftremità 
Meridionale del lago Tollenfe fi fono fcopertenel XVII. 
fècolo parecchie antichità offervabili di metallo , nelle 
quali vedefi fcolpito il nome della città di Rbetra , che 
verifimilmcnte era fituata in quella contrada . 

3) Nella Prefettura di Furftenberg vi fono le Terre no- 
bili di Blomenow^ Boflorf ', Dannenwalde , Tomow ec. 

* * 

\ * 

I Luoghi, e Diftrctti feguenti, che una volta appar- 
tennero al Ducato di Mecklcnburg-Schwerin , nella pace 
di Weftfalia furono ceduti alla Corona di Svezia . 

1) Wifmar , negli antichi documenti Wijfemer , Wifmer , 
cijttà fituata in un fenò del Mare Baltico , e fornita d.' 
un buon Porto . E* delle maggiori, e migliori città di 
quefti paefi , ed ha 3 Chiefe principali con 3 altre, un 
Conciftoro , una Scuola Latina , ove infegnano 8 mae- 

«ri; _ 



Digitized by Googl 



IL DUCATO DI MECKLENBURG . 45 . 

Uri*, ed e Ja Sede d'un Tribunale del Re di Svezia, or- 
dinato nel 16$ 3 , onde dipendono quefti Diftretti, e la 
Pomerania Anteriore Svedefe, comporto d'un Prefidente, 
Vice-Prefidente, e di 4 Àfleflbri. Fa un buon traffico . Fu delia 
Lega Anfeatica , e vi furono coniate delle monete . La contri- 
buzione annua della città importa 3000 Rjfdaleri (circa 
3000 Zecchini di Venezia ) e la tafla circa 3500 Rjfd. 
(circa 11 65 Zecchini) e l'affitto delle fortificazioni fpia- 
nate, e d'altri comodi rende tra 6, e 700 Rild. ( cioè 
tra 200 e 233 becchini incirca) La prima origine della 
città è conosciuta . Efla fu ingrandita nel 1238, e nel 
1266 ottenne i diritti di Lubecca . Nel 1621 fu incor- 
porata al Ducato di Schwerin . Fu prefidiata nel 1627 
dalle Truppe Imperiali, a cui fu tolta dagli Svedefi,chc 
ne furono dichiarati padroni nella pace di Weftfalia del 
2648. Se n'impadronirono i Danefi nel 1675 > cne ' a 
redimirono agli Svedefi nel 1680. Quefti la fortificarono 
egregiamente tra 'I 1681 , e 171J. Alla fine dell' anno 
171 1 fu bombardata da' Danefi. Nel 1715. fu bloccata, 
c nel 171 6 fu prefa dagli Alleati del Nord, i quali nell' 
inverno del 1717 gettarono in aria, e fpianarono lefor-. 
tificazioni , ed in fpecie anco il forte , detto Walfifch , 
fituato in un'Ifola del Porto . Nel 1758. i Prufliani la 
fottopofero a una grotta contribuzione. 

La città poflìede i villaggi Bantow , Benz , ClUtzendorfj 
Dammenhattfen , Martenfdorf , Peplovr y Stavin , Trìwald o 
Triwalk, Vorder-, e Mittel Wendorf, Groff , e Klein- ito l- 
terfdorf, con varie Tenute , e mulini . La contribuzione 
de* villaggi comprefi nelle Prefetture di Poel , e Neuklo- 
fter rendono annualmente 400 Rifdalleri (circa 133 Zec- 
chini.) 

2) L'Ifila, e Prefettura di Poel in virtù della pace VFcft- 
falica pafsò nel Dominio della Corona di Svezia, ed è 
impegnata alla città di Wifmar. L'Ifola giac« in faccia 
al Porto di Wifmar , un miglio dittante dalla città . Ef- 
fa comprende i villaggi Fehrdorf , Niendorf , Kircbdorf * 
Timmendorf , Golvitz , e Makbow , una Fattoria , e tre 
Tenute. I villaggi Seedorf\ Weitendorf, Brandenhnfen , e 
Wangern fono dello fpedale dello Spirito Santo di Lubecca. 

3) U 



Digitized by Google 



46 IL fclRCOLO DELLA BASSA SASSONIA • 

3) La Pfefettiira di Neuklofier , ripete il fuo nome da 
un Convento, trasferito in queflo luogo nel i233 daSon- 
nenkamp poco dittante da Weftenbrugge . Fu data alla 
Corona di Svezia nella pace di Weftfalia . Comprende 
non (blamente un bofco confiderabile , del quale nel 1752 
e 53 fe ne venderono de* legnami per la fomma di 6248 
Rifdalleri , ( cioè per circa 2080 Zecchini di Venezia ) 
ma anche i villaggi Vorburg, Mcymbttrg, Nevern, Tollov, 
Zufow, tiiderfiórfy Glajffin, Gfojf Sten (detto anche Puf- 
fin , Theffin ) Reimfdorf, Liibberflorft Bapfi , Teplitz , c P/n- 
nowerbof. La Prefettura rende annualmente l'appalto di 
7690 Rifd. ( circa 2560 Zecchini ) . 

4) Della gabella di Warnemiinde fu fatta menzione alla 
fine della deferitone di Roftock . 

ILDUCATO 

DI O L S A 2 I A 

(HOLSTEIN) 

COLLA SIGNORIA DI PINNEBERG E LA 
CITTA* DI ALTONA. 

1 » 

« 

Paragrafo t 

DOpochè Gaftero Dankwertb nella fua deferizione de' 
Ducati di Schlefwig e Olfazia, ha dato alla luce 
una Carta generale di quello Ducato con 13 Carte par- 
ticolari, le Carte di Mercatore, Hondio, e Blaeu fon an- 
date in oblio . Quefta fu dileguata con grand' attenzione 
circa la metà del fecolo XVII. da Giovanni Meier . Ciò 
non ottante a principio non era fenza difetti , e per le 
mutazioni accadute dipoi, è di poco ufo. La Carta ge- 
nerale di !Meier fu copiata da Fed. de Win, HicVifscbery 
Danhrtiy Pietro Scbenk % e Gir. Eat. Homann, che ne han- 
no accrefeiuto il numero de* Luoghi, ricavati (jalle Car- 
te particolari dell'iddio autore . La Carta di Homann 
occupa il 121 luogo nell'Atlante di Germania . Se ne 

de- 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI OLSAZIA . 47 

defidera una Carta nuova, che moitri la prcfcnte cofH- 
tuzionc e divifion politica. , 

$. 2. Il Ducato d'OIfazia , comprcfa la Signoria di 
Pinncbcrg da Settentrione confina col Ducato di Schlef- 
vig , e per confeguenza col Regno di Danimarca , onde 
è divifo per il fiume Eidera , e per l' influente Levenfau, 
e col Mare Baltico; col quale confina anche da Levan- 
te. Da Mezzodì lo circondano il Ducato di Lauenburg, 
il Territorio delle città Imperiali di Lubecca , e di Am- 
burgo, ed il fiume Elba, e da Ponente il Mar del Nord, 
ed il detto fiume. La fua maggior cftenfione da Ponen- 
te vedo Levante è 11 ima t a di miglia geograf. 27, jo, 
e da Settentrione verfo Mezzodì di J2, . fsJel fuo 
recinto comprende anco il Vcfcovado di Lubecca, e la 
Contea di Ranzau , di cui come paefi d'immediata di- 
pendenza dall'Impero, fe ne tratterà feparatamente . 

$. 3. Eflendo il paefe fituato tra '1 Mar Baltico, e 
quello del Nord, è efpofto a molti venti gagliardi, che 
quantunque purghino l'aria, pure ne'diftretti firuati fui 
Mare del Nord e full' Elba , e vicini alle foci de' fiumi , 
che ad ambedue s'unifeono , rendono pur troppo necef- 
farj gli argini, affai difpendiofi, per difender i dettipao 
fi dall' innondazioni perniciofe, cagionate da' venti. Quev 
fti diftretti però cfpofti a tanti pericoli, fono unterreno> 
graffo, e fertiliflimo di fermento, orzo , fave , ceci , ed 
in fpecie di feme di rapa , e di erba ottima ; onde è , 
che il beftiame vi fiorifee mirabilmente, ed in cotefti pae- 
fi gradi è molto più grande, e gro(fo, che in altri pae- 
fi . Una vacca in tempo d' Eftate , quando è più abbon- 
dante di latte, ne rende il giorno tra 10, e 20 bocca* 
li , e fe ne fa ottimo cacio, e burro. Oltre il beftiame 
bovino di quello paefe vi vengono al pafcolo anche moU 
te vitelle della Jfutlanda , per ingraffarfi . Il tratto del 
paefe di Mezzo , rinchiufo tra Rendsburg , Birdisholm » 
Segeberg , che ftendefi verfo il Territorio di Amburgo , e 
indi fi rivolge per Itzehoe verfo Rendsburg , non e di 
gran pregio, effendo per lo più compofto di lande, e a- 
rena : fomminiftra però del pafcolo alle pecore , e ;f eri- 
ca fegata in tempo d' inverno ferve foro di ftrame ■ Qy©* 



48 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA ■ 

fta fpecie di terreno meno graffo e più afeiutto è molto 
migliore nelle altre contrade, maffime in tutto quel Di- 
ftretto, che ftendefi fui Mar Baltico, e nella Propofitura 
così detta, i cui abitanti non hanno ragione d'invidiare 
gli abitanti de' terreni vicini a' fiumi , quantunque una vac- 
ca non vi renda più, che tra 5, e io boccali di latte. 
Generalmente parlando l'Olfazia produce ogni jforta di 
biade in abbondanza , come pure gran copia di buone 
frutte d' alberi . I bofehi di quercie c faggi vanno a gran 
paffo diminuendofi ; perciò vi fi brucia molta torba. I 
Nobili danno per lo più le loro vacche in affìtto agli 
Olandefi, così detti, ed il danaro, che. in quello modo 
fe ne ritrae forma qua fi la metà delle loro Rendite ; per- 
ciocché vi fono delle Tenute , ove fi tengono più di 400 
vacche , fenza contar le Fattorie anneffe *, ove fe ne ri- 
trovano talora altre 100, ò 150. L'Olandefe paga an- 
nualmente per ogni vacca tra 6", e 10 Rjfd. (circa Zec- 
chini 2 e 3£ di Venezia) di modo però, che in tempo 
d'eftate il proprietario fomminiftra l'erba , ed in tempo 
d'inverno il fieno, e la paglia. La carne di manzo, vi- 
tella, di latte, caftrato, e agnello è graffa, e faporita . 
Le buone razze di cavalli di prefente fono meno frequen- 
ti , che in altri tempi . Ciò non ottante vi fi allevano 
de' cavalli belliflìmi, de' quali uno talora cofta più di 300 
Rifdal. (circa joo Zecchini) Del pollame fe ne trova in 
abbondanza, e non vi manca falvaggiume di varia forta. 
Il Mar del Nord , ed il Baltico, i fiumi, laghi, e le 
pefchierc fomminifirano de' pefei in abbondanza , e di 
fquifito faporc. Si ufa una fpecie particolare di pefchic- 
re , in cui per lo fpazio di 2 , o 3 anni fi allevano car- 
pe, coraflGni, lucci della minor fpecie, e perfici , le cui 
acque nel terzo ò quarto anno fi fanno fcolare, per ca- 
varne *i pefei, che fi vendono. Nelle pefchiere feccate fi 
femina allora per alcuni anni la vena, oppure fe ne fan- 
no praterie; dipoi fi ritorna da capo a metterle fott'ac- 
qua , ed a mettervi de' pefei ; lo che porta un lucro ri- 
guardevole agli abitanti . Non vi fon monti di gran ri- 
lievo . I fiumi principali , che vi nafeono , fono V Eidera, 
(E}d&), Stor y Trave , che tra gli altri influenti riceve 

■ 

an- 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI OLSAZtA . 4$ 

anco Io Schwartau ; Scbrrentin y e Pìrman. I tre primi, vi» 
cino alle loro foci , fon navigabili . 

j. 4. In quefto Ducato, comprefa la Signoria di Phv 
neberg, e la città di Altona, ritrovanfi. i\ città, e ti 
borghi. I contadini delle Prefetture del Principe (eccet- 
tuate quelle di Eifmar, e Oldenburg ) , e de' Conventi , 
fono gente libera ; quelli però della Nobiltà fono fchia^ 
vi, e fon tenuti a predar ogni giorno de'fervizj, nè poi- 
fon abbandonare le Tenute ; fono però eccettuati que' 
contadini della Nobiltà, addetti a* terreni graffi , evieni 
a' fiumi, i quali fono liberi . Poche fono le Tenute de' 
terreni meno, graffi, e più lontani da' fiumi, che abbiano 
contadini liberi, che fìan tenuti a predar de* fervizj limi-* 
tati. La Nobiltà dell' Olfazia forma un foi corpo con quel- 
la del Ducato di Schlefweig , i cui privilegi , e diritti 
par lo più fono imedefimi, eccettuato, che la Comunio- 
ne del Governo, e del Giudizio provinciale in oggi com- 
pete alla fola Nobiltà di Olfazia, del qual diritto fe ne 
parlerà più ampiamente in appiedo. I Nobili , e altri 
poffeffori di Terre Nobili vi efercitano la piena Giurifdi- 
cenza , fono anche franchi di gabelle per* rapporto a' pro- 
dotti delle loro terre, e relativamente a quelle cofe che 
fon di lor ufo : non fon tenuti alla carta bollata , ed 
hanno il diritto della caccia . La Nobiltà polfiede ancoi 
tre Conventi di Itzehoche , Preetz, eUrtcnfen, che godo- 
no i privilegi della Nobiltà , di cui fe ne darà maggior 
ragguaglio in appreffo . Una volta i Prelati de' Conventi 
Nobili, la Nobiltà, e le città dovean eiTer convocati dal 
Principe alla che ordinariamente fi teneva nelle città 

di Kiel, Rendsburg> Schlefvpig, o Fiensburg: ma fin dal 
J71 1 , e '12, nel qual' anno fu l'ultima Dieta ,• (a cui 1 
però non era più pennello alla città d' intervenire ) fem- 
bra efler del tutto andata in difufo. S ul ano però ancora 
r adunanze della Nibiltà , convocate da' Prelati , che fi ten- 
gono ordinariamente nella città di Kiel . Ad oggetto di 
quefle Adunanze v' è un Sindaco provinciale . Le Terre 
della Nobiltà d' Olfazia fon divife in 4 Diftretti , che fo- 
no quelli di Oldenburg , Preetz, Kiel, e Itzehohe. In 
ogni Diftretto v' è un Deputato della Nobiltà , a cui ì 
Num. XXX1L D Pre- 



Digitized by Google 



50 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA. 

Prelati ne danno l'avvilo, quando il bifogno xichiede * 
che s' aduni la Nobiltà , per darne parte a' Nobili di ciaf- 
cun Dhtretto. 

$. 5. La Chiefa Regnante è la Luterana . Le Comu* 
nità co* loro Miniftri fon fottopofte a' Propofti , che tut- 
ti infiemc dipendono da' Soprintendenti generali , cioè da 
quello del Re di Danimarca , che foprintende alle Chie- 
ie de' Ducati ' di SchlelVeig , e Olfazia Danefe , e da 
queji; altro , che invigila alle Chiefe dell' Olfazia d'Ap- 
partenenza Imperiale Ruffa . La viftta delle Chiefe del 
Comune Dominio fi fa annualmente da quel Soprinten- 
dente generale , al cui Regnante in queir anno tocca 1* 
Ammin infrazione del Governo. In Gluckftadt, e Altona 
v' è anche una Chiefa de' Calvin ifti , ed un'altra de'Cat- 
tolici Romani , ed in Altona anche i Mennoniti hanno 
2 Chiefe, ove fi tollerano anche dell'altre Religioni. In 
Kiel v'è una Cappella della Religione Greca per i Rul- 
li . Si tollerano anche gli Ebrei in Gluckftadt , Rendf- 
burg, Kiel, e Altona, nella Terra di Wandsbeck, ch'è 
di Dominio Comune, c nella Terra di Moisling , ch'è 
del folo Dominio Reale . 

§. 6\ Nelle città trovanfi delle Scuole Latine . Oltre 
la Scuola Latina v'è anco un Ginnafio Accademico in 
Altona, ed in Kiel v'è un' Uni ver fi tà , 

§. 7. Benché vi fieno varie manifatture, e fabbriche, 
malTìme nelle città d' Altona, e Glùckftadt , potrebbero 
però , e dovrebbero moltiplicarvi^ maggiormente . Il Du- % 
cato, confinando col Mar del Nord, e col Baltico, ed 
avendo de' fiumi navigabili è molto comodo per il traffi- 
co, e per la navigazione, di cui però non h fa quel tan- 
to ufo, ohe fe ne potrebbe fare . Le città d'Amburgo, 
e di Lubecca provvedono per la maggior parte gli abitan- 
ti delle mercanzie bisognevoli . Le città pip trafficami 
dell' Olfazia fono Altona, Glùckftadt, e Kiel. I generi 
che s' eftraggono dal paefe fono biade , orzo tallito , or- 
zo- mondato , amido , grano fai acino , ceci , fave , feme di 
rapa , Defilarne bovino, pecore, caftrati, porci, cavalli, 
pollame^ burro, cacio, fai vaggiume, e pefei. 

§. & U Ducata d' Oifazia confitte nell'antiche provin- 
-j eie 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI OLSAZIA. j{ 

tic di Olfazia propria ( Holftein ) Stormirti , Ditmarfèn , £ 
Wagri* . Le 3 prime formavano anticamente la Nàtiti: 
bingia , o fia 1 a Armari* di là dal . fiume Elba . V Jmpe J 
tator Carlomagno foggìogo i Satfoni liberi y abitanti di 
quello paefe, e ne conduflc più di' ioodo famiglie di là 
dal Reno , c le obbligò a ftabifirfi nel Brabantc, nella 
Fiandra , e in Olanda ; L' ifteflb Imperatore nelT 8 1 1 fe- 
ce un trattato di pace con Hcmmingo 1 Re di Danimar- 
ca , per il quale fu fitta t a l' Eidera per termine divitbrio 
tra'Tédefchi, é .Didelfi: t'm da quel tempo quel fratto 
di paéfe , ehe ftendefi filila fpiaggia Tedelca del fiume 
Eidera , ebbe il home di Marca y e vi fu ordinato uri 
Margravio per difendere i confini : Quefto Margraviato 
però fu foppreflò mediante un'accordo fatto tra l'Impc- 
tator Corrado IL e Canuto il Grande Re di Panimar- 
ca ; Quando quefti paefi eran foftopofti al Ducato di 
Sattbnia , il Duca Lotario, poi Impera Cor Romano in Ti- 
gni l' Olfazia, e S tonnara del carattere di Contea,* e nel 
lio5 né infeudò il Conte Adolfo I. di Schaùeriburg , il 
cui figlio Adolfo IL incorporò la VPagria, alla Contea 
di Olfazia. L.' ifteflb Conte ordinò, 1 che i Venedi abitan- 
ti della VFagria abitaflcro le contrade di Lut/enburg, 6 
Oldenburg, ed il rimanerne di quel tratto, ches'accofta 
il Mar Baltico, e diede l'altre contrade di cotefta Pro- 
vincia a'Forcftieri , .che al fuo invito v[ vennerqr dalla 
fiandra, Olanda , Utrecht, V^eftfaHa , e Frifia, ed it$ 
parte anco dall' Olfazia ; quefti ultimi occuparono' i con- 
torni di Segeberg, de 1 fiumi Trave, e Schwentin, e^uel 
tratto, che dal hitme Schvaie fi tende fino aj lago di 
Pioti. Quando Enrico Leone Duca di Sa (fonia,* e Bavie- 
ra 7 fu metto al Bando dell'Impero, il Conte Adolfo IH: 
da principio fegti dimoerò fedele, ma fi adirò coti Ini y 
quando non gli volle accordare f prigionieri fatti nella 
bavaglia Contro i V/eflffali, e rinunziò' alla fua obbedien- 
za . Quefti però nel ii8o fece la guerra al Gònteyeinv 
padronitofi di rutti i paefi fitua t i di I* d air Elba l' obbli- 
gò * ritirarti- a Schanenbnrg. Quando nel Hip' il Duca! 
r iiornò d' Inghilterra y ed ebbe aCquiffuta U Contea di 
Suit, accadde? che paOaudQ #gte Om*? Ubz per pfr ; 

v — — ^. ._ 0 ir tkté 



Digitized by Google 



IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA . 
/ .„ r>lf a »a eli abitanti di quefto paefe, c di àtof- 
t^,S^lA Conte d'Adolfo , fi fottopoiero a! 
£ Oaando però il Conte nel noi ritornò dalla Pa- 

2mV ne Ee le fue doglianze preffo l'Imperatore 
kihna, egu n ^ ^ reftllu . 

Jone ? 'e Ul Te di' regali. 11 Confe , fatta l'Alleanza 
TjJ™ Duca di Saffonia Bernardo , e con Ottone 
UÌZZ S BraSdenburgo, da efli fi. rimeffo inpoflef- 
Margravio m morte d Enrico Leone , egli 

fo d, queft. paeli dopo a rno ^ 

fi 3Tt*S RSdò di Gamme, pontone già E, 
di elio , 11 u cedè anco Lanenburg . Ma 

reditana te OtoW, g Danimarca s impa dronì 
nel 1203 Waldernaro 1 ^ Adolfoj e 

di tutti nue paefi , lece P r '-'° , Dominio ji 

10 C n 0 - ftrÌn r 'SVSSJfSP nella fua Contea di 
oueft. paefi, onde i *X*me Adolfo Jy w , Ili4 

ck tlfti SÌ ffini, ed avendo nel 1**7^ 
2?tf II. preffo Bprnhovct , ne godè ,1 
fitto rt K.e w fottopofe fnontancamente ad Al- 

bcrto Duca m dal g.ogo de Danefi II 

corfo, f r ^ berare f f F V ance fcano Scalzo. I fuoi figh 
Conte fina "^te * *e e ^ ^ 

SeT^he ii Fimo ottenne la Wagria con Kiel e l'ai- 
P ae .,vf,r • P l Srnrmarn . ed in appretto anche la Con- 

uo VS^i!T^^^ é Giovanni fifp T 

tea di Schauenburg . j- ondc ^ w fa 

fC ^ afil UlÌ» d'Olfazia, che difeefe dal 
riunita ali Ollazia. L.a ju , Gherardo II., 

Conte Gherardo I. fi d ' ratno ^ difce B ndenZ a di Enrico 

!• fu » ^"iLarca fu infeudato del Ducàto di Schlef- 
I0 - a t£duT anche dal fuo figlio Adolfo Vili. (XII.), 
Wig v PolJdut° ao'M CoronTdi Danimarca, offerta- 
che ricuso d accettare ,ia c morì 

glÌ , CL2 ?8dÌ gitati del Ducato di Schlefwig, e 
5 e 1 rl„* f ea d Olfazia fi fottopofero fpontaneamente a 
. oftlSTli S Danimarca, che nel , *> fece unac- 



Digitized by Google 



1 



IL DUCATO DI OLSAZ1A. 53 

comodamente col Conte Ottone IL di Schauenburg , dt- 
fcendente dal fuddetto Conte Gherardo I. , che rinunziò 
al Ducato di Schlefwig, ed alla Contea di Olfazia, e x 
fi contentò della Signoria di Pinneberg, nella quale allo- 
ra era comprefa la Contea di Ranzau, e della fomma 
di 43000 fiorini del Reno (circa Zecchini 7820 di Ve- 
nezia. ) 

Il Re Criftiano I. procurò dall' Imperatore Federigo 
III. nel 1474. il Carattere di Ducato per li paefi d'Olfa- 
zia , Stormarn , e Ditmarfen . La Wagria era allora com- 
prefa neh" Olfazia, e Stormarn; ma gli abitanti di Dit- 
marfen non vollero fottoporfi al Re . Quefti lafciò due 
fìglj cioè il Re Giovanni , ed il Duca Federigo L, che 
tra loro fi divifero i Ducati di Schlefwig, e Olfazia . 
Quando però il Re Criftiano IL tìglio del Re Giovanni, 
colla Corona di Danimarca perfe la fua parte de'Duca- 
ti , il Duca Federigo ottenne il pieno portello di tutti i 
f aefi , e per mezzo de 1 fuoi figli , cioè il Re Criftiano III. 
«d il Duca Adolfo fondò le 2 Linee principali, cioè la 
Reale, e la Ducale, o fia quella di Gottort. Il Re Cri- 
ftiano HI. già nel 1533 (labili la famofa Unione, il cut 
oggetto primario fu la reciproca difefa, che fu rinnova- 
ta nel 1623 a Rcndsburg . Nel 1544 egli fece parte a* 
fuoi fratelli Duchi Giovanni il Vecchio , e Adolfo di 
quella porzione, che gli competeva de' Ducati, fenza pe- 
rò fare veruna mutazione per rapporto alla Comunione , 
cioè al Governo comune, a cui eran fottopofti i Con- 
venti Nobili, la Nobiltà, e le Città. Il Re Federigo IL 
figlio, e fuccefiorc del Re Criftiano III. edi Duchi Gio- 
vanni e Adolfo fuoi Zii nel 1559 ridtuTero affatto all' 
obbedienza i Ditmarfi, e divifero tra loro il paefe di Dit- 
marfen. Il Duca Giovanni il Giovine, fratello del Re, 
fu parimente a parte della porzione Regia de' Ducati, e 
fu lo ftipite della Cafa di Sonderburg . Morto il Duca 
Giovanni il Vecchio , la fua parte fu divifa tra il Re , 
il fuo fratello , ed il Duca Adolfo loro Zio . La porzio- 
ne , che allora toccò al Re , vien poffeduta tuttora dalla 
Cafa Reale . Della Cafa di Sonderburg, che fi diramò 
nella Linea di Sonderburg , (fuddivifa ne' Rami d'Au- 

» * 

! - 

Digitized by Google 



£4 II- CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA . 

fctiitenburg , t Bcck ) , in quella di Norburg , che s'è fpetfa 
ta, ed in quella di Plòn , eftinta nel 1761, (blamente 
queft' ultima Linea poffedè una parte dell' Olfazi a , la qua- 
le in virtù d'un accordo fatto h^l 1756 , dopo che la 
detta Mnea s' è ' fpenta, ^ fiata unita aU'ÓJfiazia Danefe, 
Il Duca ' Adolfo , fecondogenito aei Re Federigo I. , c 
autore 0\A linea di Gottorf , ebbe i luoi figlj per fuc- 
ceflbrj alla parte \ che gli competeva de ? Ducati di Sch- 
lefwig i * e Dlfazià * ma di cotefti figliuoli (blamente il 
terzogenito Giovanni Adolfo ebbe fucceffione , QuefU in- 
troduffe nella cafa fui* il diritto della Primogenitura, e 
morì pel 1616. Gli fucceffero di padre in figlio i Duchi 
Federigo III. CriHiano' Alberto , Federigo Iv. il cui fi- 
glio Carlo Federigo fposb Anna', figlia maggiore del fe- 
condo letto dello Czar Pietro t\ che però non folamen- 
te per qualche tempo rimafe privo di tutti i fuoi paefi, 
rna anche in 'virtù della pace conclufa nel 1720 perfc 
per femore la pane ,' che }a fua Cafa pofledeva del Di* 
caio di Schlefwig -Egli morì nel X 739; Il iuo figlio Du T 
ca Carlo Pietro Ulderigo da Uiaberta Imperatrice della 
Cuffia "i ferella di fua madre fu dichiarato nel 17*45 
Gran Principe, e fucceflòrc dell'Impero Rimo. Eglipre- 
fe il nome di Pietro Feodorowitfch^ e full' entrare dell' 
anno J jàz fall fui Trono Imperiale.; Mori poco dopo de- 
tronizzato, è ìafeiò di Cai ferina 4iexejefna fua Conforte 
che gli fuccedette nell'Impero , e ch'attualmente l'am- 
miniftra con gloria , Paolo Petrowi^z Gran-Duca di Ruf- 
fo fuo figlio, il quale come Erede degli antichi Duchid' 
Bolfiein-GottorP l'anno 1773 *on un Trattato ^ permu- 
ta feguito tra la Corte di Peterburgo, c quella di Dani- 
marca, cedette af Monarca Danefe la ( parje chepoffede- 
va del Ducato d'Holftein a fronte della rinunzia fattagli 
dallo fteffo Re delle Contee d' Oldenburgo , e rx ' 



horft, delle quali perciò ne prefe il ppffeflb * 

$. 9. I Conti «T Olfazia eraq Feudatari de' Duchi di 
Saflbnia > è non folamentcdi Enrico Leone, ma anche 
de* Duchi della Cafa Afcania , da' quali anco nell'anno 
5280 riceverono l' invcftkura della Contea d' Qlfazia» 



■ - 



elìendo 

' tori 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI OLSAZIA. 55 

tori di Saffonia della ftirpe Afcania , i Conti di Hol ite in 
fi nano fottratti al vaflailaggio della Saflbnfc , e non afe* 
biano richieda l'imeftitura nè dall' Impero^ ne dal Due* 
Erico V. di SaBbnia-Lauenburg, quantunque nell'invi 
Altura de' feudi, che quelli prefe nel 1424 dall'Impera- 
tore, foflè anche comprefa la Contea di Hollteui eStor- 
marn . Frattanto Giovanni Schcele Vefcovo di Lubccca 
per fe, e per li luci fucceflbri artinciofamente e di nai- 
cofto ottenne dall' Imperator Sigifmondo la perpetua com- 
miffione di dar l' inveiti tura a' Conti di Hojftein (Olfa- 
zia) a nome dell'Imperatore. Ma indi non fegitì , chei 
Conti d'Qlfazia foflero vaflalli del Vefcovado di Lubec* 
ca, nè che perdettero l'immediata dipendenza dall' Impò. 
ro . Ef& non s'oppofero da principio al privilegio jlet 
Vefcovo, per li vantaggi confiderabili , che allora ne ri- 
traffero. Imperocché per quefta via efli non iòlamente fi 
liberarono da ogni dipendenza dagli Elettori di Salibili a, 
e divennero del tutto vaflalli dell'Impero , ma ebbero an- 
che il vantaggio di ricevere l'inveftìsura dal Vefcovo nel 
recinto de' loro paefi fenza incomodo, e lenza gran i pe- 
la , e d' enere liberi da ogni contribuzione dell Impero ; 
la qual franchigia durò fino al 1548. Ma il Re Crfftia- 
no il, ottenne dall'Imperatore Carlo V, il privilegio , 
che per l'avvenire V inveftkura dell 1 Olfazia fi prendane 
per le fuc mani, e de'fuoi fucceflbri a nome ^deU' Impo- 
fitore , e quantunque il' Duca Federigo contTaddicelTe -a 
quello privilegio , e che il Re Creano nel!' accordo 4i 
Bordisholm del 15*2 rinunziare fpon tantamente aldettò 
privilegio, ciò non oftanie il Vefcovado di Lubecca non 
potè riacquiftare il diritto di conferir l' investitura , ben- 
ché li Regi Criftiano III. e Federigo II, ed iDuchiGto- 
v anni 5 e Adolfo gli follerò in ciò favorevoli; mentre 1' 
Imperator volle.) che l' inveii i tura di Holflein fi prendef- 
fe immediatamente da lui mede limo , e quella u&nza è 
rimafta in vigore fino al prefente. 

§. 10. Il Re di Danimarca li chiama Due* Ai HoU 
fiein , Stormcrny t Difmarfm - ■, Tiene nelle fue Armi tra 
gli altri Caratteri anche quello 4'nna foelia fpfegat* e? 
ortica con tre chiodi d' argento per J'Oliazia ; un Cigrtó 

D 4 d'ar- 

■ 

Digitized by Google 



56 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA. 

d'argento, il cui collo è cinto d'una corona d'oro per 
rapporto a Stormern; ed un Cavaliere armato di coraz- 
za, e Spada d'oro, che fiede (opra un cavallo bardato 
di nero per rapporto a Ditmarfen; come fi dirà in oc- 
cafione di trattare della Danimarca . Il Duca in paffato 
prima tfella cetfione, di cui fi è fatta memoria, fi chia- 
mava pure cogli ftelfi titoli, ed inferiva gli ftefli carat- 
teri nelle fue arme, 

1 r . Il Re-di Danimarca per rapporto a! Ducato di 
Holftein ha luogo e voto tra' Principi dell'Impero nella 
Dieta Imperiale , come lo ha anche V Imperator della 
Ruffia. Il voto del Re chiamali di Holftein-Gliìzkftadt , e 
quello dell' Imperatore di Holftein Gottorf. Ambedue, coli' 
iftefla denominazione hanno voto e luogo nel Circolo 
della Balla Saflonia, ed infiemt col Duca di Mecklen- 
burgo hanno il diritto di nominare un'Affeuore nel Giu- 
dizio della Camera Imperiale per rapporto al detto 
Circolo . Tutto il Ducato dà per un mefe Romano 40 
uomini a cavallo, e 80 Fanti, oppure fiorini 800 (circa 
j 75 Zecch. di Venez. ) Per il mantenimento del Giudizio 
Camerale in ogni rata Holftein-Gluckftadt paga Risdall. 
j8o, Kreutzer 31 7 (Zecchini óz incirca), c Holftein- 
Gottorf altrettanto. 

$.12. Avvi nel Ducato di Holftein, un'Ordine Cavai- 
lerefco, detto di S.Anna y fondato nel 1735 dal Duca 
Carlo Federigo . Le fue infegne fono una croce di fmal- 
to roffo, col fimbolo di S. Anna in una parte, e colle 
lettere A. I. P. F. in cifra nell' altra parte fpiegate coli* 
jfcrizione : Amantibus Jufiitiam , PJetatem, fidem. La 
croce è appefa a un naftro rollo coli' orlo giallo, e pen- 
de dalla fpalla finiftra verfo il fianco deftro . 

§.13. Il Re di Danimarca fa ordinariamente ammi- 
niftrare i Dominj di Holftein , e di Schlefwig per mez- 
zo d' un Governatore . In Gluckftadt ritrovai la Cancel- 
leria Regia, la quale fui piede, eh' è, fu eretta inFlens- 
burg nel 1648 , e trasferita a Gluckftadt nel 1649, e 
regolata alquanto divetfamente nel 1752. Il Governatore 
è prefidente della Cancelleria, che inoltre è comporta d' 
un Vice-Cancelliere, j Configlieri colla paga, e 3 Se- 

gre- 



Digitized by Google 



gre- 



Digittèed by Google 



IL DUCATO DI 0LSAZ1A. 57 

gretarj, de' quali il terzo foprintende all'Archivio . Il 
Tribunal della Cancelleria s' apre 4 volte V anno . Fin 
dal 1737 vi è unita la Corte Suprema di Gitifiizia , che 
terminato il Giudizio della Cancelleria fi tiene da' mem- 
bri della Cancelleria . Vi vanno gli appelli delle Giudi- 
cature Subalterne delle Prefetture , e della parte meridio- 
nale di Ditmarfen. Il Supremo Concifloro fi apre neH'iftef- 
fo tempo che fon aperte la Corte Suprema di Giudizi* , 
c la Cancelleria del Governo . I (boi membri , onde è 
comporto, fono le pedone che formano il Giudizio del- 
la Cancelleria , il Soprintendente generale ( purché voglia 
intervenirvi), il Propofto di Munfterdorf, ed il Predi- 
cante di Corte di Gluckftadt. Fin dal 1754 al Tribunal 
della Cancelleria è fiata aggiunta la Suprema Giurisdi- 
cenza Criminale, ed il coflume d'inviare gli Atti a' Le- 
gali foreflieri è fiato abolito. Delle Corti Supreme di 
Giuftizia di Pinneberg , Altona , e di Ranzau fe ne par^ 
lerà nella deferitone di cotefti paefi. 

Per quel che riguarda i Tribunali Subalterni > nèltó cit- 
tà decidonfi gli Affari di Giuftizia da' Magiftràti , dalle 
cui fentenze può appellarti alle Cancellerie di Governo '. 
Quafi in tutte le città v'è innoltre un Tribunale di pri- 
ma iftanza, com pollo di 2 Configlieri, che decide le 
Caufe criminali, d'ingiuria, di polizia, di debiti di mi* 
nor confeguenza, onde fi può appellare al Magiftrato . 
Varj altri Tribunali fono nelle città che per brevità tra- 
lafcio. In ognuna delle Prefetture certi Giudici nelle 
parrocchie hanno l'incombenza di perfuader le parti liti- 
ganti , ad accomodar pacificamente le loro controverse , 
e prima che fi formi il Proceno, tocca al Prefetto a 
fentir le parti. Chi vuole, che de'fuoi Affari fi formi il 
Proceffo, ne' paefi più lontani da' fiumi, porta la fua 
caufa avanti il Tribunale , detto Ding und Recht , che de- 
cide le Caufe Civili, t Criminali, ed è comporto di 
certi contadini, detti Fromme Holften (gente di prova- 
ta oneftà), d'un Giudice, che vi fiede colla fpadà sfo- 
derata, d'un altro, a cui danno il nome di Reconcilia- 
tore ( Abfinder ) , e d'un Avvocato ( Vorfprache ) . Quan- 
tunque i Prefetti foprintendano a si fatti Tribunali \ ac- 

k cioc-* 



Di 



f 8 IL CIRCOLO DILLA BASSA SASSONIA . 

ciocche niente vi fi decida , che iia manifella mente con- 
tralio alle Leggi, pure non vi hanno voto. I Segretari 
delle Prefetture inferifeono gli atti ne* protocolli . Nella 
Prefettura di Segeberg in vece del Tribunale finora de- 
ferirlo, è Mata introdotta la maniera generalmente ufata 
de* Tribunali delle Prefec tuie . Ne' paefi vicini agl'influen- 
ti Krempe, e Wilfter la prima manza chtamafi Lodding 
( cioè Tribunale d' un certo tratto di paefe ) , onde fi può 
appellare a un'altro Tribunale , detto G'òding ( che fi 
flende fopra un' intero Contado, o fia Provincia ), il 
quale pure è Subalterno. De' Tribunali Subalterni della 
Signoria di Pinneberg fe ne darà a fuo luogo un fuffi- 

!• c i j^» ut - c.l-i s -vi. 







1 




Li 



faranno accennati nelle Prefetture, e città, 01 

§.14. I Conventi, e Nobili del Ducato di Olfazia > 
ed i Sudditi di efli dipendevano in pattato dal Governa 
Comune , diretto alternativamente dall' Impera tor delle 
Rulfie, e dal Re, di modo che nel giorno di S,_ Miche- 
le fe ne faceva annualmente la permuta » Il Regnante 
che n'aveva l'attuai direzione, la faceva mediante la fua 
Cancellerìa di Governo, la quale negli Affari « che non 
foffrivano dilazione, oppure che non erano della Giu- 
risdizione del Giudizio provinciale, dopo avergli comuni- 
cali alla Cancelleria di Governo dell' altro Regnante Spe- 
diva decreti, citazioni al Tribunal provinciale ec. a no- 
me d' ambedue i Regnanti , nelle quali fpedizioni il no» 
roe del Re fi metteva fempre avanti. Le Caufe de'Sud- 
diti del Governo comune fi portavano avanti il Giudi- 
zìo y detto QuarfèlGcricht y che fi teneva 3 me fi prima 
che s' incomincìafTe il Giudizio provinciale. Quello era 
un Tribunale, che piuttofto preparava le caufe, per ef- 
fe r poi fpedir amente decife né] Giudizio provinciale, che 
s' adunava da' Regnanti alternativamente in GluckAadt , 
ed Kieiftedt, ogni volta che era, neceifario, dopo averlo 
pubblicato per mezzo di lettere patenti figiUatc da am- 
bedue 1 i Prìncipi regnanti . Qiiefti ne avevano a vicenda 
la direzione in modo^ che fe i fuffragj contrari erano 
eguali di numero , il Principe dirigente aveva il voto de- 
ci/ivo. Era conirofto di 4 ConfigUeri Reali, e 4 

lm- 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI OLSAZIÀ. «f 

Imperiali, tutti Nobili, e altrettanti Letterati, p Nobir 
}i , o Cittadini , che per lo più erano giembri dejle Cap- 
pellerie di Governo , d' un Cancelliere , eletto alternati- 
vamente da' due Regnanti, a' quali infieme col Notaio 
egli prettava giuramento, e di due Segretari, l'uno Re- 
gip , e T altro Imperiale . Quantunque ambedue i Segre- 
tari t?neflèro ij Protocollo, pure le fpcdizioni del Giu- 
fìizìo provinciale fi facevano dal Segretario del Principe 
dirigente. Quello Giudizio era la prima iftanza de' Pre- 
lati Nobili, e Predicanti delle Gliele Nobili di Dominio, 
comune, e vi fi appellava da' Tribunali de' Conventi, e 
della Nobiltà. In etto tutte le Caule s'agitavano a vo- 
ce, fuorché le alcuno in certi cafi era intenzionato d'ap- 
pellare al Giudizio Supremo, allora bifognava chiedere 
che il Proceffo fì facefle injfcritto, fuppUcando alia fu 4 
prima comparfa che faceya nel Giudizio, che il Procef* 
io ii facefle in fcrjptis cnm beneficio ampliatimi L'eti- 
mo Giudizio fu fatto in GiucMUdr nel 1753, Finito 
quello Giudizio s'apriva il Conci/loro Generale d'ambedue 
i Regnanti , a cui intervenivano i % Soprintendenti gene* 
rali. Vi iì faceva anche un Giudizio Criminale comune 
ad ambedue i principi* 

Darò anche un ragguaglio, generale de' Tribunali fetbaU 
terni de* Conventi , c del fa Nobiltà. Ne 5 primi s'agitavano 
Je Caufe delie Conventuali , comporti in tal cafo del 
Proppfto , della * Badefla o Priora , e clelle più anziane 
Conventuali d'ogni Convento, oppure le Caufe de' fud- 
diti de' Conventi, che vi eran decife , purché fonerò Caule 
Ovili, 9 dalla Baijeflà © Priora, oppure* dai Propofto , 
<>nde fi poteva appellare a <juel Tribunale., che chian»- 
vafi Ding und Recbf , e finalmente al Giudizio provincia- 
le comune a' due Regnanti . I Conventi efercitavano an- 
che la Giuri$dizion Criminale , la quale -competeva anco 
alla Nobiltà, ed a' polTeflbri di Beni nobili per rappor- 
to a' loro fudditi liberi, e fchiavi . Nelle Caufe Crimina- 
li gli Atti fi mandavano a decidere da qualche Univer- 
sità, e la Nobiltà faceva efeguire le feptenze . 

^ 15. Le Rendite ordinarie del Principe provengono da* 

Beni Camerali, dalle Regalie, da'Dazj de' fudditi, dal- 

"... f 



ìfo fc IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA • 

la carta bollata, da 1 grani, fieno, e paglia, che debbon 
fomminiftrarfi . La contribuzione pagafi dalle Città, Pre- 
fetture, Conventi, e Beni nobili fecondo il numero de- 
gli aratri . Uh* aratro fecondo la divertita de 1 Terreni 
comprende jugeri 24,25, 26,27,28,29 |> fino a 36 . 
Un jugero è un campo lungo pertiche 120, e largo 3 
Una pertica ha piedi 16; un piede è di 12 pollici . 
Ne paefi meno vicini a* fiumi, ed in Ditmaden l'aratro 
non fi fpiega per un certo numero di jugeri. Non vi è 
un Catalogo elatto degli aratri d'ogni Città, Prefettura, 
Convento, e Tenuta nobile* I Conventi, e poflèflòri di 
Tenute nobili pagano ogni mefe per ogni aratro la con- 
tribuzione di 3 Rifdalleri , la qual fomma dividevau* ne* 
tempi precedenti per metà tra'l Re, ed il Gran Princi- 
pe delle Ruflìe. vi fono delle Tenute nobili, che an- 
nualmente pagano la contribuzione di più di 2000 Rif- 
dalleri (circa Zecchini 666 di Venezia), e ficcome nei 
Ducato di Olfazia ritrovanfi circa 2625 aratri de' Con- 
venti, e della Nobiltà, che pagano la 'contribuzione ; 
quella importa circa 1 00000 Rifdalleri ( incirca 33300 
Zecchini). Quefto danaro veniva ogni mefe confegnato 
immediatamente alle caffè militari dell'uno e dell'altro 
Principe. Nelle città l' efazione fe ne faceva da'Magi- 
ftrati,.e nelle Prefetture da' Cancellieri . Il Dazio per le 
Principeffe importava un Rifd. ( circa f- di Zecchino per 
ogni aratro. ^ , 

§. 16. Delle Truppe Danefi affaldate ve ne erano fen> 
pre acquartierati alcuni Reggimenti di Fanteria, e due 
di Cavalleria . Le Reclute per il Reggimento de' milizio- 
ti nazionali, ordinato nel 1739, per la maggior parte 
dovevan forrìirfi dal Ducato di Olfazia, dalla qual gra- 
vezza però furono eccettuate le contrade vicine agl'in- 
fluenti di Krempe, e VPilfter, la Signoria di Pinneberg, 
e la Contea di Ranzau. Per aratri 3 \ dovea darfi un 
miliziotto di 16, o 18, fino a' 36 anni, il quale era te. 
nuto a fervir 6 anni. La città di Heiligenhaufen nelbi- 
fogno dovea fornire un certo numero di marinari per la 
flotta Reale , che fi tenevano regiftrati . 
J>. 17. Sieguono *--••< • • 

. . L L.t 



Digitized by Google 



H. DUCATO PI OLSAZIA * 6l 

I. Le Citta. 

i. Cluchfladt , Tycopolùy città, e fortezza in Stormarn 
Vul fiume Elba , che in queflo luogo riceve l'influente 
RJiein. E' ben fatta. Nel centro del mercato concorro- 
no tutte le ftrade principali . I contorni della città iòn 
baffi e marazzofi : perciò dalla città di Krempe fino a 
quello luogo s'è coflruito un'arginatura di pietra, che 
ha quali 3 quarti d'ora in lunghezza. Dalla parte di 
terra la città può metterfi fot t'acqua . La mancanza dell' 
acqua di tergente è compenfata coli' acqua piovana, rac- 
colta nelle ciflerne, che fono nella maggior parte delle 
cafe, e chi non ha cillerna , bifogna, che fi contenti 
dell'acqua del Porto, e del foffo nuovo. Gli abitanti 
fon avvezzi a' venti burrafcofi , ed alle minacce dell' on- 
de, contro le quali elfi fon affai ben difefi. S'è detto al 
§. 13. dell'Introduzione, efler quefla città la Sede della 
Cancelleria Reale di Governo, e de' Collegi, che vi fo- 
no uniti. Vi fi apriva anco il Tribunal provinciale d'am- 
bedue i Regnanti , quando toccava al Re ad averne la di- 
rezione. Anche la Guarnigione fi ferve della Chiefa par- 
rocchiale della Cittadinanza . Evvi una Scuola Latina . 
La Cafa di lavoro, e di gafligo, eretta nel 1739, ha il 
fuo proprio Predicante. I Calvinisti vi hanno una Chie- 
fa , i Cattolici Romani una Cappella , e gli Ebrei una 
Sinagoga. Dal Re Crifiiano IV. nel 1738 vi fu ftabilito 
un Collegio del Commercio. Il traffico della città è me- 
diocre. Dal Re Federigo V. nel 1750 vi fu ordinata una 
Commiffione, che foprintende alla confervazione del Por- 
to. Accanto al Porto v'è una buona Darfena per le na- 
vi. La città fu piantata nel 1620 dal Re Crifliano IV. 
in un luogo abbandonato, che ebbe il nome di Deferto, 
e nella Lettera di fondazione il Re ordinò , che le fi 
dette il nome di Gluckftadt (città favorita dalla fortuna) • 
Egli la dotò di tutti que' diritti, che la città di Wil- 
fter avea avuti di Lubecca , o di Amburgo . Il ca Hello , 
detto GlXcksburg fabbricato dall' ifleflo Re, già da gran 
tempo è flato diroccata. La città è fiata parecchie vpl- 



Digitized by Google 



ét IL CIRCOLÒ DELLA BASSA SASSONIA i 
te attediata dagl'Imperiali, fpecialmente nel 16*28* fai 
toon fu mai prefa. 

2. Krempè , città' piccola in Stormarri full' influente 
Krempe, le cut fortificazioni , fatte nel 1535, furono 
demolite alla fine del fecole XVII. Siccome la demolì- 
zioné de* terrapieni , ed il riempimento de* foffi fri effet- 
tuato dalla gente che abita fugi' influenti Krempe e fi- 
ller, ne fegul* che il terreno fpianato è flato accordato 
a'medcfimi, come proprio y ed è ftato fottopoflo alfc 
Prefettura di Steinburg . Fu fatta città nel 1 271 dal Con- 
te Gherardo I, che le diede i diritti di Lobecca, con- 
fermati nel 1306$ e 1363; 

3. Wlflér, città piccola ncll'Olfazia tuiì'Mviemé^iù 
fter. La fua Chiefa parrocchiale è fintata fótto "la Gìin 
riedizione della Prefettura di Steinburg . II luogo ottenne 
i diritti .di città nel 1282 dal Conte Gherardo II, e 
godè i diritti di Lobecca 

1. Jtteboe, città dell' Olfazi* fui fiume Story eh 1 è ita* 
vigabile, è divifa nella città Vecchia, e Nuova. La rit- 
ti nuova è circondata parte dal fiume Stor,- f>arte da uri 
ramo del medefimo, che la divide dalla città Vecchia 
Nella città Vecchia ritrovai fa bella Chiefa di S. Lo- 
renzo , preflb la quale v' è il Convento Nobile , di etti fi 
parlerà in appretto in un' articolo fèparato . Lo fpedale 
de' pòveri di San Giorgio ha uria Cappella .' Nella cit- 
tà Nuova ritrovafi ima Cappella* di San Niecola , il 
palazzo del Magiftrato , ed una Scuola Latina . Il Re 
Criftianó VL nel 1738. vi ordinò un Collegio di Com- 
mercio 4 La città ebbe origine y quando nel*' 809 Carlos- 
magno diede ordine al Conte Egberto , di piantar* una: 
Città, e Fortezza contro i Danefi fui fiume Srof , nel 
luogo detto Efiffeld; II luogo dipoi ebbe il nome ài E fi. 
fo y o Etzeboi e finalrhefne nel fecólo XIV. quello diJt- 
zehoe . Nell'anno 1200 fu diftrutto il cartello, Con una 
buona parte della città, la quale però' fu riftaurata,- e 
per fortificarla maggiormente fu tutta circondata d'acqua 
mediante uri largo cariale del fiume StòY, dotata de'pri-*' 
vikgj, e de' diritti di Lubeccs nei 11 $Ò dai Conte Adol- 
fo IV. e del- diritto della Seal* nel 1*260 da' Conti Gi<* 

*aà-- 



Digitized by Googl 



IL &UCATO DI OLUZlÀ* 6$ 
vanni, e Gherardo, confermato nel izóó dal Re Gm 
diano . In virtù del diritto della Scala le navi * che dall' 
Elba, e dal fiume Wilfter vi arrivano per il fiume Stor* 
vi debbon fcaricare le loro mercanzie, e offrirne la ven- 
dita agli abitanti, nè poflòno pattar più oltre nel dotto 
fiume, fenza la permiflione del Magistrato. Quindi è , 
che la città ticn ferrato il fiume Stor con una sbarra , 
e pretende anco il diritto della Scala da quelle navi , 
che nel fiume Stor pattano in giù. A cagione della re* 
figurazione della città, la parte restaurata, e circondata 
dal fiume ^Stor ha avuto il nome di città Nuova , quan- 
tunque in fe fia più antica di quella parte, che chiamali 
città Vecchia, la quale non ebbe i diritti di città avanti 
Tanno 1303, e che nella diftruzione fofferta nel 1200 
non fu interamente disfatta. Quantunque l'antico cartel- 
lo fia fiato rifabbneato alla fine del fecolo XIII, o fui 
principio del fecolo XIV , pure coir andar de* tempi è ri- 
caduto in rovina, ed il luogo, ove fu, è fiato fottopo* 
fio alia Prefettura di Sternbcrg. Nel 1643 la cirtà fil 
prefa , e fortificata dagli Svedefi , a cui però fu tolti 
nel 1644; elfi però P incenerirono nel 1657. 

* 

ANNOTAZIONI. 

Un quarto d'ora di dante dalla città v'è un luogo coti 
alcune caie di nome Nofdo f ove Enrico di Ranzau avi- 
do di gloria, nel 1578 in un colle ereflc una piramide. 

5. Rendsbutgi città e fortezza d'Olfazia ne* confini dell* 
Impero Tedeico , e fui fiume Eidcra, è comporta di J 
parti. La città Vecchia è fituata in uo'lfola del fiume 
Eidera, che divifo in % braccia traverfa la città. Fu una 
volta agitata la queftione, fe quefi'lfola debba ftimarfi 
compresa nel Ducato di Schlefwig, oppure nell'OIfazia. 
Ma nel il 50 fu decifo, eflèr effa una parre dell' Qlfa- 
zia. Sopra la porta vecchia, detta di Holftei», che con- 
duce in Olfazra vedefi inaiò il feguente Pentametro : 
Eydora, Romani termitms Jmpefii . 

Quefta città Vecchia fu accrefeiuta notabilmente nel 
1690 , quando il Rje Crlftiano V. v' incorporò il fobbor- 

* 



64 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA. 

go Vindizìer^ e fece accrefccre le fortificazioni dalla par- 
te di Schlefwig, e di Olfazia. Una parte degli abitanti 
di Vindizicr fabbricò cafe fui terreno liberato dall'acque, 
eh' è vicino a quel luogo, ove fu l'antico cartello , la 
qual contrada chi ama fi ora Schleufskuhle , e forma la fe- 
conda parte della città , derivando il fuo nome dalla ca- 
teratta, coftruita fuori della porta, detta di Schlefwig > 
che ferve a diramar il fiume Eidera in due braccia, de* 
quali quello, che feorre di quà dalla città Vecchia, por- 
ta il nome d' Eidera Alta , ed il braccio principale quel- 
lo di Eidera Bafla. Quella parte della città, che come 
fi diflè, chiamafi Schleufskuhle c comprefa nel recinto 
delle fortificazioni della città Vecchia . La terza parte 
della città, eh' è nuova, e ben fatta, giace di là dall' 
Eidera Batta nel Territorio d' Olfazia, e chiamafi Nette- 
Werk , ed ha le fue proprie fortificazioni , che in figura 
dì mezza luna vanno a cingere la città Vecchia. Tutto 
il completo della città comprende circa 600 cafe, ed è 
ben prefidiata. Vi fi ritrovano un'Arfenale, la cafa del- 
la Bilancia Pubblica, ed il Magazzino de' viveri, che fo- 
nò belle fabbriche. Vi fono due Chiefe parrocchiali , 1* 
una nella città Vecchia con una Scuola Latina, e l'al- 
tra in quella parte della città, che addimandafi Neue- 
werk. Nella feconda di quelle Chiefe nelle preghiere 
pubbliche fi fa menzione dell'Imperatore, lo che non fi 
fa nella prima . La citta ha il fuo proprio Conciftoro , 
c vi rifiede il Soprintendente Generale Regio di Schlef- 
\vig, e Holftcin, e la Prefettura di Rendsburg, dalla 
cui Giurifdizione dipendono le poche cafe , polle ove era 
l'antico cartello tra 5 1 ponte detto de' mulini, e la parte 
della città, che "chiamafi Schleufskuhle. Evvi anche un 
Collegio di Commercio, ordinato nel J738 dal Re Cri» 
fliano VI. Erta gode i diritti di Lubecca. Ripete la fua/ 
origine, ed il nome dall'antica fortezza Rheinholdsburg , 
fabbricata nel 1200 dal Conte Adolfo III, e riflaiirata 
dal Conte Gherardo il Grande nel 1320. Quello cartel- 
lo fu la Refidenza d'alcuni Conti d'OIfazia , e fu disfat- 
to dopo la conquifla della città di Tònningen . Nel 161J 
la cirtà fu prefa dagl'Imperiali, e nel 1643 dagli Sve- 
de-. 



Digitized by GoogI 



IL DUCATO DI OLSAZIA. . 65 

deli, c dopo che quefti l'ebbero abbandonata, i Danell 
ne riprefero il portello, e nel 1645 la difefero valorofa- 
mente contro gli attacchi degli Svedeiì. Nel 167$ vi fu 
conclufo un' accomodamento tra 1 Re Crift iano V , ed il 
Duca Criftiano Alberto . 

6. Segeherg^ città piccola della Wagria comporta di 
circa 100 cafe, non comprefo il fobborgo di Giefchen- 
hagen, parte fottopofto alla Prefettura di Segeberg , e 
parte alla Prefettura di Travendahl . La città è porta 
lotto un monte, pregno di calcina, che una volta ebbe 
il nome di Àlberg . Quello monte fintato in mezzo alla 
città, benché abbia perfo molto della fua primiera al- 
tezza, pure è ancora alto, e ripido, e nella fua cima 
godefi una bella veduta . In erto fu piantato un cartello 
fortificato nel 1 \yj dall' Imperator Lotario , che gli die- 
de il nome di Siegesberg , onde nafee quello di Segeberg . 
Quello cartello fpefle volte è rtato attediato in vano , e 
finalmente è andato in rovina. Benché più volte la cit- 
tà fia ftata diftrutta , pure fi è fempre riavuta . Erta ot* 
tenne nel 1244 i diritti di Lubecca dal Conte Adolfo 
IV, confermati nel jzóo. Nel 1620 vi fu un'Adunan- 
za di Principi, e Ambafciatori Protendami- 

Nella vicinanza della città fu eretta nel 1588 una Pi- 
ramide da Enrico di Ranzau, e nel 1590 un'Obelifco f 
ambedue con Ifcrizioni . Sotto la Piramide v' è una Cap- 
pella , ove nel giorno della Pentecofte fi fa annualmante 
una Predica , e fi dirtribuifee del danaro a' poveri . 
t 7. Oldtsloe, città piccola , e antica fui fiume Trave 
nella Wagria, che gode i diritti di Lubecca, e fu in 
profpero rtato fino ai fecolo XV , nel qual tempo fu di- 
ftrutta per facebeggiamenti , e per il fuoco, d'onde non 
s'è mai riavuta. Uno della Caia di Viercgg ha intrapre- 
fo il riftabilimento dell'antiche faline, e ne ottenne nel 
1750 un privilegio Reale. 

8. Lutzenbtirg, città antica, e piccola della Wagria, 
che nel 1275 dal Conte Gherardo I. ottenne i diritti di 
Lubecca . 

9. fieiligenbafen , città piccola della Wagria fui Mare 
Baltico, in faccia all' Ifola di Femern , ove Io ftret- 

N«m. XXX1L E to 



tfigitized by Google 



66 IL CIKCOLO DELLA BASSA SASSONIA . 

to di Femern è largo un miglio. Il Porta (Hafen), 
onde deriva il Tuo nome, allontanati un'ottavo di mi- 
glio verfo Levante. E* vcrifimile, che la città abbia avu- 
to principio nel fecoloXII , e che dal Conte Adolfo IV. 
abbia ottenuto i diritti di Lubecca, confermati nel J305 
dal Conte Gherardo IL La città fa incenerita nel 1390. 

IL Altre Prefetture , e Difiretti 

Ove in ognuno nel r7?8 fu ordinato un Magiflrato 

d' Economia . 

■ 

1. La Prefettura di Steinburg. 

Situata parte in Stormarn , e patte nelF Olfazia dì 
tutte le Prefetture è* la piò importerne , perchè compren- 
de i due Diiìretti, che da' due mflifchti Krempe i e Wil- 
frer prendono la denominazione «di Kremper-Marfcb ,, c 
Wilfarmarfib. Ognuno di Quelli due Diftreui ha no Ca- 
pitano, un' Ifpettore Argii argini', un Prefetto, che n'è 
Kpettor Generale . Nelle cofe di Giuftizia prclTo ii Pw* 
fetto fi fa la prima Manza , e ne decide le caufe . Le 
parti poffono appellarli al Tribunale , detto Lodding y com- 
poftò di i6Gontadmi, e d'un Giudice. Qnefto Giudizio 
nel paefe VPilfter-Marfch fi fa nella città di VPilfter fui 
mercato preflo la Chiefa parrocchiale all' atia {coperta , 
e quello del paefe Kremper-Marfch fi fa in Krempe nel- 
la Cafa del Giudice. Da ambedue cotefti Tribunali l'ap* 
pclk» palla al Giudizio comune, detto Góding, comporto 
di 'tm contadini 'di gàrbo, cioè 6 di ciafenn Ditirato , 
che hanno quefto incarico vita durante . LQàefl'o TrHm- 
naie fi tiene o nelto città di Krempe, oppure in quella 
v di Itzehoe nel cosi; detto cartello, cnde l'appello p>;<Va 
alla Corte Suprema di Giuftizia . Le Chiefe ed i Predi- 
canti della Prefettura di Sternburg fon fottopofti al Con- 
cifiora di Miinfterdorf, onde dipendono anche* i Predicanti 
delle città di Gluckftadt, Krempe, Wilfter, e foaehoc , 
come pure i Curati delle Chiefa Nobili, finiate nel re- 
cinto di quefta Prefettura, e delfe Chiedi di Horft. IJ 

Pie- 



Digitized by Googl 



IL DUCATO t)I OLSAZfA. ÓJ 

Prefetto dì Steinburg prefiede al Conciftoro, comporto 
del Propofto, (che per 1'ordiùario è il primo Predican- 
te di Itzehoe ) de' primi Predicanti delle 4 città tcftè 
mentovate, e delle altre Comunità di campagna, 11 di 
numero, eccettuati i Diaconi. .L'Economo della Prefet- 
tura di Steinburg è Segretario del Conciftoro. Il Prefet- 
to da gran tempo rifiede nella città di Itzehoe. Già s'è 
detto di fopra, che fotto tjuefta Prefettura fu pofto an- 
che il terreno de' terrapieni fpianati della città di Krem- 
pc , e la contrada di Itzehoe , che chiamati cartello . Ef- 
ia comprende inoltre 

j) Il Difltetto di Mlfiet-Matfcb , comporto di 6 Giudi- 
cature, e altrettante parrocchie. 

(l) La Terra Vecchia \ Alte Seite ), negli antichi do- 
cumenti Veim Tetta , lunata a Settentrione , ed a Le- 
vante della città di Wilfter , che contiene 12 Luoghi , 
incorporati nella parrocchia di Wilfter» 

(1) La Tetta Nhovj y porta a Mezzodì, e Ponente del- 
la città di Wilfter, che comprende 16 Luoghi, tutti del- 
la parrocchia di Wilfter .> 

(j) Beyenfletb, che comprende 6 Luoghi, compre fi nel- 
la parrocchia dei villaggio Beyenfletb» 

(4) Wewelifietb, con 9 parrocchie del villaggio WeWelf- 
fleth, fituato ove il fiume Stor s'unifee all'Elba; perciò 
vi fi paga la gabella dalle navi, delle quali le Porertie- 
re debbon pagare un Dazio di più per le botti, che il 
tengono fidi' acqua come fegoali de nocchieri ( Baakenr 
Geld). 

(5) Btockdotf y con 6 Luoghi, c 

(6) S. Matgatetben, con 13 Luoghi, che hanno le lo- 
to ChieTc ne' due villaggi di cotefto nome , ove fi paga la 
gabella da' nocchieri « 

1) Nel Difltetto di Kt empete Matfcb , comporto di 8 Giu- 
dicature, ed altrettante parrocchie. 

(1) Neuenbtock , Con 6 Luoghi, che s'attengono alla 
Chiefa parrocchiale di Neuenbrock « 

(z) Hobenfeide , parrocchia lontana dal fiume Krempe, 
con 7 Luoghi , la cui Chiefa pcrrocchiale ritrovafi nel 
Telaggio Hchcnfeldc, 



\ 



tfS IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA . 

(3) Grevenkop, con 5 Luoghi delia parrocchia , nella 
cui eftremità giace. 

Il Forte dì Ste'mburg , col villaggio annetto ; onde la 
Prefettura prende la denominazione , perchè il Prefetto 
tempo fa vi risedeva, Evvi una piccola Guarnigione. 

(4) Suderai^ con 4 Luoghi, la cui Chiefa parrocchia* 
le ritrovafi nei villaggio dell' ifteflb nome . 

(5) Kammerhni, con 4 Luoghi, incorporati alla par- 
rocchia di Suderai! . ' 

(5) Eskop , con 4 Luoghi , e 

(7) Krempdorf, con 3 Luoghi, incorporati allaparroc- 
chia di Krempe . 

(S) Borsfletb , con 7 Luoghi , la cut Chiefa parrocchia* 
le ritrovafi nel villaggio dell' ifteflb nome . 

1. La Prefettura di Segehcrg* 

Situata parte nella Wagria, e parte in Stormarn. Il 
Regolamento che ora vi fi bflèrva nel decidere gli affari 
Politici» ed Ecclefialtici , fu emanato dal Re nel 1743. 
Il Tribunal della Prefettura confitte nel Prefetto come 
Preludente, nell'Economo, ne 1 Giudici delle parrocchie di 
Segeberg, Lcetzen, Bornhovct, Bramftedt, e Kaltenkir- 
chen * Èflb s* apre z volte V anno in Segeberg . Quando 
i voti contrari fon eguali di numero, allora anche il 
Prefetto dà il fuo voto per decider l'affare. L'Economo 
della Prefettura vi fa anche l* Uffizio ci Segretario. Il 
Concijlora della Prefettura, e delle 4 città di Segeberg y 
Oldesloc, Lutjenburg, e Heiligenhafen confitte nel Pre- 
fetto come Prendente , che quando i voti contrari fon 
eguali di numero, dà il voto decifìvo , nel Propofto, e 
Predicante di Segeberg, ne' Predicanti di Leetzen, Born- 
hovct » Warder, e Pronftorf. Oltre quefti Afleflbri ordi- 
nari vi pottbn intervenire a fpefa loro gli altri Predicane 
ti della Propofitura di Segeberg , che allora vi hanno 
luogo e voto . V Economo della Prefettura come Segre- 
tario vi tiene il Protocollo , Il Conciftoro s'aduna tre 
volte P anno in Segeberg . La Prefettura comprende 

x) La Parrocchia , e &ndicatnra di Segeberg , ove ritro. 
Tanfi 0) 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI OLSAZIA - 69 

(1) Una parte di Giefcbsnbagen , Sobborgo della città di 
Segeberg , vicino al fiume Trave . Anche la Chicfa , la 
fabbrica della Scuola , e le cafe de* Predicanti ritrovanti 
fui Territorio della Prefettura. 

(2) Diciotto villaggi. 

2) La Parrocchia , e Giudicatura di Leetztn % o Leetzing, 
con 5 villaggi • Leetzen è il villaggio , ov' è la Chicfa 
parrocchiale . 

3) La Parrocchia , e Giudicatura di Bornh'ovet , con 3 
viilaggj. PrefTo il villaggio Bvrnbtivct , ov' e la Chicfa par- 
rocchiale, nel 1227 accadde una Battaglia tra Waldc- 
maro II. Re di Danimarca, e il Conte Adolfo IV. col^ 
la perdita del primo. Anticamente la Nobiltà d'Oifazia 
era folita d'adunarvifi all'aria feoperta. 

Annot. Le 3 parrocchie precedenti fon arftminiftrate da 
un Giudice particolare. 

4) La Parrocchia , e Giudicatura di Étawjìedt , Compo- 
fta d* un borgo , e d'n villaggi . Il borgo di Bramfiedf 
ripete il nome dall'influente Bram, che lo traverfa, ed 
è navigabile. E' comporto di circa ilo Cafe, Cd ha' una 
Chiefa parrocchiale, ed è la Sede del Prefetto della Pre- 
fettura di Segeberg . In mezzo al borgo in una piazza 
vede fi una colonna di Rolando. Nel 16S1 predo il bor- 
go fu feoperta una fonre d'acqua medicinale, di cui fd 
ne fon ferviti molti malati con vantaggio. La fua repu- 
tazione riprefe nuovo vigore nel 176*1. Vi accadde una 
battaglia tra '1 Conte Gherardo il Grande, ed 11 Conte 
Adolfo di Schauenburg, colla perdita del fecondo , che 
eflendofì nafeofto fotto un ponte, vi fu fatto prigioniero . 

5) La Parrocchia , e Giudicatura di Kaltenkirchen cori 
15 villaggi , porta il nome del villaggio Kaltenkirchen» 
Ne' contorni di Wakendorf , e Henftedt nafee il fium* 
Aifter, che a Amburgo s'unifee all'Elba* 

3. La Prefettura di Rjndsburg. 

E'fituata -neir Olfazia . Rifiedc nella città di Rend*- 
burg , ove i membri della Giudicatura d' ogni parrocchia 
s'adunano per decidere i loro affari. Nel 1750 fu rifa- 
'ti; . • E 3 Uro 

• » / . « 



JO IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA. 

luto dal Re, che il Tribunale di quella Prefettura forte 
regolato fui piede delJa Prefettura di Scgeberg; ma non 
so, fc la Rcfoluzione fia fiata envttuara. Le Chiefefot- 
topofie alla Prefettura dipendono dalla PropofltuVa , e dal 
Conciftoro di Rcndsburg, a cui però nertlino de' Curati 
della Campana interviene . La Prefettura è comporta di 
6 parrocchie e Giudicature, che fono: 

l) La Parrocchia , e Giudicatura di Raumohrt , o fia 
Rumobrt , che quafi del tutto cinge la città di Rcnds- 
burg, ed il fuo diftretto, comprende villaggi 21. 

l) La Parrocchia , e Giudicatura di Jevenftedt , la cui 
Chiefa parrocchiale ritrovafi nei villaggio dell' ifteflfo no- 
me, quantunque il villaggio fia della parrocchia di Rau- 
mohrt. E' comporta di lì villaggi, e 7cafe ifo!ate,che 
hanno i loro nomi particolari • 

3) La Parrocchia , e Giudicatura di Nortorf, con villag- 
gi li , e con 2 cafamenti, che hanno i loro nomi par- 
ticolari. Ripete il fuo nome dal villaggio Nortorf } ove 
ritrovafi la Chiefa parrocchiale. 

4) La Parrocchia , e la Giudicatura di Hobenwefledt con 
17 villaggi, e 3 cafamenti particolari. Nel villaggio Ho> 
henveftcdt v'è la Chiefa parrocchiale. 

5) La Parrocchia > e Giudicatura di Scbenefeldt , con 24 
villaggi , e con 3 cafamenti , che hanno i loro nomi par- 
ticolari. In Scbenefeldt, villaggio ritrovafi la Chiefa par- 
rocchiale . 

6) La Parrocchia , e Giudicatura di Keìlingbaufen , com- 
porta d'un borgo, e di 9 villaggi . La Chiefa parrocchia- 
le ritrovafi nel borgo di Keìlingbaufen , ove per un ponte 
fi parta il fiume Stor . Qiicrto luogo ortenne i diritti di 
borgo nel 1740. La Tenuta Regia di tarlbufcn, fu d'u- 
na Cafa Nobile. 

ANNOTAZIONE. 

Quivi è il luogo opportuno di dar un ragguaglio del- 
la Tenuta Nobile di Hantau , a cui anco fi dà il nome 
di Prefettura, in cui è comprefa la parrocchia di Hade- 
toarfib . Di erta ne fu da principio infeudata la Cafa di 

Rai* 



Digitized by Google 



I 

IL DUCATO DI OLSAZIA. 71 

Ranzau , a cui fu venduta nel 1525. Nel 161 3. la ri- 
comprò la Camera Reale per Ja fomma di Rifd.mooo 
(cioè per circa 36600 Zecchini di Venezia); ma la ri- 
vendè nel 1664 a Paolo di Klingenberg , rifervandofene 
le contribuzioni, e l'Alto Dominio Reale. Ora è poflè- 
duta da uno de' Signori di Rumohr. 

4. La Provincia Meridionale di Ditmarfcn • 

E' cofa neceflaria , di dar un ragguaglio generale del- 
la Provincia di Ditmarfen^ o Ditmarfcben. Giace tra* fiu- 
mi Elba , e Eidera fui Mar del Nord : ha 7 miglia in 
lunghezza, ed appena 4 miglia in larghezza. Nella ma- 
tricola del Ducato le fi fono dati 1425 aratri , contane 
do ogni aratro per Jugeri 23^^, de' quali appena un 
terzo confitte in terreni vicini a* fiumi . Dal paefe fi e- 
ftrae ogni anno gran copia di formento , fegala, orzo, 
vena , grano faracino , feme di rapa , ceci , fave , bovi , 
pecore, celie ingraniate, cacio, c burro. V'è abbondan- 
za di pefee. L'Itnperator Enrico I. fottopofe ^uefto pae- 
fe al Governo de' Conti di Stade . Quando nel 1 144 i 
Ditmarfi ebbero ammazzato Ridolfo ultimo de' Conti di 
Sradc, la Contea di Stade pafsò nel Dominio di Enrico 
Leone Duca di Saflònia, che nel 1148 vendicò la mor- 
te dell' uccito Conte, e riduflè all' obbedienza i Ditmarfi . 
Quando egli fu meflb al Bando dell'Impero, Hartwigo 
Arcivescovo di Brema prefe portello della Conteadi Sta- 
de , ; e foggiogò i Ditmarfi , il cui paefe era ftaio dato 
in dono ali' Arcivefcovado nel 11 ilo dall' Imperato* Fe- 
derigo. Ma poco dopo i Ditmarfi feoflero il giogo dell' 
Arcivefcovo, c fi fottopofero alla protezione di Valde- 
maro Vefcovo di Schlefwig. Annojandofi anche di que- 
lla foggezione, ù rimifero i Ditmarfi nella loro primie- 
ra libertà , e quinto allo Spirituale fi fottopofero alla 
Giurifdizione dell' Arcivefcovado di Brema . Quantunque 
più volte i Conti ti Olfazia cercaffcro di porre lotto la 
loro obbedienza i D'tmarfi , pure non vi poterono mai 
riufeire . Il Re di Danimarca Criftiano L prefe l'inve- 
ftitura del paefe di Litmarfen dall' Imperatore Federigo 

E 4 ni. 



Digitized by Google 



72 JL C1KCOLO DELLA BAS$A SASSONIA * 

III. e r incorporò all'Olfazia: ma i Ditmarfì ricufarono 
di predargli obbedienza , c implorarono 1' afliftenza del 
Papa Sifto IV., il quale nel J476 confermò la donazio- 
ne fatta di quefto paefe air Arcivcfcovado di Brema dall' 
Imperatore Federigo. Etti perciò accettarono il Governa- 
tore dell' Arcivcfcovo di Brema ; ma in realtà rimafero 
un popolo libero. Giovanni Re di Danimarca nel 1500 
s' impegnò in una guerra poco vantaggiosa con efli :i ma 
il Re Federigo IL, ed i Duchi Giovanni e Adolfo gli 
riduflèro finalmente nel 1559 all'obbedienza, e nel 1568 
divifero il paefe in 3 parti eguali. Quando nel 1580 il 
Duca Giovanni mori , la fua parte fu divifa tra '1 Re 
Federigo II. ed il Duca Adolfo. Qucfta divifionc fufli- 
fteva ancora , di modo che il Re di Danimarca poffede- 
Va la metà Meridionale del paefe , comporta d' aratri 
71 2f, ed il Duca, o fia il Gran Principe della Ruflaa 
la meta Settentrionale, comporta d'un'egual numero d' 
aratri; ma cerne abbiam detto di fopra , fu tutto cedu- 
to quefto Paefe alla Corona Danefe. 

La Provincia Meridionale di Ditmarfen è amminiftrata 
da un Governatore Regio, e da un Giudice provinciale. 
Il Governo è maneggiato dal Governatore di SchJefwig, 
e Olfazia . La Giufrizia Civile > e Criminale è ammini- 
ftrata dal Giudice provinciale, e da J Giudici delle parroc- 
chie, ed un Attuario tiene il Protocollo. Il Segretario 
Provinciale efige una parte delle Rendite dei Principe, e 
ne rende conto , e l'altra parte entra immediatamente 
nella Caffa Reale , a cui la confegna il Teforiere della 
provincia, dopo averla avuta da'Caflieri delle parrocchie, 
Certe Rendite ripctonfi da tutta la provincia unita, al- 
tre da ogni parrocchia in particolare. Il Conci fl$ro Subal- 
terno di quefta provincia rifiede in Mekorf , a cui pre- 
cedono il Giudice provinciale , ed il Proporlo . I ludi 
Affeffori fono i Paftori di Meldorf, e 3 Predicanti della 
campagna, che efercitano quella c,arifa alternativamente. 
Lo Scrivano della parrocchia di Mcliorf è Segretario del 
Conciftoro . Le Giudicature delle parrocchie parte fon fi- 
tuate nel Diftretto vicino a' fiuny , e parte in quello, 
che n'è più difeoftot / 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI OLSA^IA . 7} 

i ) Nel Dijìretto . vicino a* fiumi ritrovanfi le feguenti 
parrocchie, e Giudicature. 

(i) e (2) La Giudicatura Meridionale , e Settentrionale 
di Meldorf, 

Meldorf 9 borgo, e luogo principale della Giudicatura, 
giace fui fiume Miei? , e prima che il paefe foffe foggio- 
garo, fu piazza forte, ed ebbe i privilegi di città, ifuoi 
Borgomaftri, e Magistrato. E* la Sede del Giudizio Ci- 
vile, ed Ecclefiaftico . Nel 1500, e 1559 fu prefo d' af- 
ialto. Ne abbruciò la metà nel 1538. Windbergcn, e Bu~ 
fenwurth , villaggi con Chiefe parrocchiali fon comprefi 
nella Giudicatura di Meldorf . Preflò Delfbriigge fu co- 
ilruita nel J403 la Fortezza di Marienburg dagli Olfazia- 
ni: eflà però fu diftrutta da'Ditmarfi dopo la fconfitta 
del Re Giovanni, e ottenne il nome di Scblatewald. 

(J) La Giudicatura , e Parrocchia di Wòhrden ,.ove il Re 
pofliede il borgo di Wòhrden , oppure Oldenworden y di gran- 
dezza mediocre; e Friderichfgabekog y eh* è un gran tratto 
di paefe, liberato dalle acque nel 1704. ' 

(4) La Giudicatura , e Parrocchia di Barlt. 

(5) La Giudicatura di Marne. Nel villaggio Marne , 
ov'e la Ghiefa parrocchiale, Hi anticamente un monafle- 
ro di nome Marienehe , onde viene il nome contratto di 
Marne . S. Micbaels Donnen è parimente villaggio con 
Chi eia • In quella Giudicatura ritrovai! Sophienkogj Di- 
ltretto liberato dalle acque per mezzo d'argini nel 171^. 

(fi) La Giudicatura , e Parrocchia di BrunsbktteL II bor- 
go di BrunsbUttel è fituato fui fiume Elba, che vi fi paf- 
fa per un ponte. 

(7) La Giudicatura , e Parrocchia dì Eddelack. 

2) Nel Diftretto de' Terreni tm difeofii da' fiumi , ritro- 
vafi 

(1) La Giudicatura , e Parrocchia di Burg . In quefto 
recinto c'era anticamente full' influente Wolferfau il ca- 
rtello fortificato di Bocklenburg , che fu fpianato dopo V 
anno 1559. 

(2) La Giudicatura t e Parrocchia di Suderbadfledt • 

(3) La Giudicatura , e Parrocchia di Nordbadfledt , ove 
il Re poifiede una parte del bofeo molto feemato din> 

me 



74 **- CfRCOtO DELI. A BASSA SASSONIA . 

me Ricfemldi di cui l'altra parte è dei Gran Principe 
ài Rulìia . 

(4) La Gwdkatwra f e Parrocchia di Alberfdorf. 

(5) La Giudicatura , e Parrocchia di Hemmingfiedt , di 
cui una parte è vicina a' fiumi , In qucfto recinto diede- 
ro i Ditmarfi la famoù {confitta nel 1500 al He Gio- 
vanni 4i Danimarca . 

u J paefì che furono. tklU Linea 
Ducale di Min. 

Quando il D,uca Gioacchino Federigo nel J722 mo- 
ri (enza prole mafchiic, il Duca Federigo Carlo alfiftita* 
dal file di Danimarca prefe pofleflò de* fuoi paefi . Gli fi 
oppofc il Duca Adolfo Ernefto Ferdinando, che rifedeva 
in Rehtwifch , ma perchè quelli mori nel 1729 fenza 
erede , il Duca Federigo Carlo nel 1731 ottenne dall' 
Imperatore l'inveftirura di quella porzione del Ducato 
di Olfazia. Ma ficcome ne anco quel Irò Duca ebbe pro- 
le mafchiic, ed i Duchi d' Àugurtenburg , e Glucksburg 
aveano rinunziato al diritto di efler a parte dell' Eredi- 
tà, il file Federigo V. nel 1756 fece col detto Duca un 
patto, per il quale fu ilabilito , che i fuoi paefi paffaf- 
fero nel Dominio della Cafa Reale , (è effettivamente 
inoriffe fenza erede mafehile, lo che accadde nel 1761 , 
perciò il Re prefe pofleflò dei paefe , che è comprefo 
nella Wagria , e comporto delle 3 Prefetture , che Se- 
guono 

1. La Vnftttura di Pftn, t Abrcnsbock. 

3) Plón , città per la maggior parte cinta d'un lago 
grande, e d'un altro piccolo , è di vi fa nella città Vec- 
chia , e Nuova , delle quali parti la feconda è contenu- 
ta nella Prefettura . Nella città Vecchia ritrovano* la 
Chiefa parrocchiale, ed una Scuola Latina. Fuori della 
porta di Lubccca v'è un fobborgo. U cartello che fu la 
Rcfidenza Ducale, coftruita di pianta, e fecondo le re- 
dole 



Digitized by Googl 



IL DUCATO m OLSAZJA . 

gole dell'Architettura dai Duca Giovanni Erncfto , gi*> 
ce in un luogo elevato , c vi fi gode una bella veduta . 
Dalla parte di Ponente verfo la Scuderia evvi un giardi- 
no, con un parco accanto, e nell'ertremità tuia macchi- 
na idraulica , che manda le acque nel cartello . In uà 
altro lato v'e un orto da cucina, ed in un Ifoìa del la- 
go v'è un giardino deliziofo. Nel 1236* il CqiUc Adolfi» 
IV. diede alla città i diritti di Lube;ca . E' ftata quat- 
tro volte confumàta dal fuoco. 

2) Fegctafch) luogo ove fi paga la gabella. 

3) Ahrensbòck) borgo con un cartello, Fattoria , e Par- 
co del Principe* 

4) Le parrocchie di Giti fan , GUfchcndorf , Kurau , é 
Svìfcl. 

5) Le Tenute Nobili di Grònenberg , Cnifau , e Wul*~ 
felde, in virtù d'un'accordo fatto nel 1681 tra'l Re Cri- 
ftiano V. , ed il Duca Giovanni Adolfo , fono libere daU 
le contribuzioni ordinarie del paefe, e godono tutti i di- 
ritti delle Prefetture , che furoqo de' Duchi di Plon. 

2. La Prefettura di RJbeinfcld* 

e P^ebtvvifcb. 

1) Il borgo di Rbeinfcld, fituato in un bel bofeo , CO&r 
iiene un antico cartello del Principe . 

2) La Parrocchia di Zarpen % . 

3) Rcòtmfcb, cartello e villaggio di là dal fiume Trar 
ve , e poco dittante da Oldesjoe f con maggior proprieti 
fi chiamerebbe Tenuta nobile. 

4) la Parrocchia di Wej'mherg , 

3. La Prefettura di Travendabl 

m 

Che comprende la bella villa di Travendabl\ fituafct 
"preflò il villaggio GrofT-Glandenbrugge , in poca diftanza 
da Scgeberg; ove nel 1700 fu conclufo un famofo Trat- 
tato df pace ; una parte di Giefchbagen , luogo fituato 
preffo Segeberg , il monte vicino , comporto di pietra da 
calcina , lùrrnmUble fui fiume Trave , c varj villaggi . 

4. la 



76 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA • 

4. La Tenuta Nobile di Stoc\fee 7 

■ 

Della quale fi verifica parimente ciò , che fi è detta 
delle Tenute nobili, fottopofte alla Prefettura di Ahrcn- 
sbeck . Il Duca di Plon pòffcdeva anco Je Terre nobili 
di Clevetz, Peemen, e Scblammien, 




che appartenevano 



al Gran Duca delle B^ujfie, 

e che per ceffione fattane da eflò ora fono del Re dì 

Danimarca . 

1. Le Citta. 

i) Kiely Kilt a , o come vogliono alcuni Chìlonìum , la 
città capitale dell' Olfazia ch'apparteneva a 1 Ruffi fituata 
fopra un feno del Mare Baltico , è fornita d'un Porto 
comodo . E' ben fabbricata, contiene un cartello Impe- 
riale, ed era la Sede de' Collegi di Governo» Ruffo , ac* 
cènnati nel V Introduzione . La città co' fobborghi è com- 
porta di circa 800 cafe . Oltre la Chiefa parrocchiale 
della Cittadinanza ve ne fono anche un'altra detta del 
Monaftero, un'altra della Corte, ed una Cappella pref- 
fo lo fpedale di S. Giorgio nell'eftremità del fobborgo. 
Nel cailello v'è una Cappella della Religione Greca . 
La città aveva un Conciftoro diftinto , onde fi appella- 
va al Conciftoro Supremo. L'Univcrfità fu fondata nel 
1665 dal Duca Criftiano Alberto. 6000 Rifdalieri (cir- 
ca Zecchini 2000 di Venezia) delle Reitdi te della Prefet- 
tura di Bordesholm fon deftinate per il mantenimento 
dell' Univerfità . Al profpero flato, in cui ritrovafi la cit- 
tà, conferifee molto il negozio del danaro, che vi fi fà 
annualmente , adunandovifi i Nobili di Olfazia, e Sch- 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI OLSAZIA . 77 ' 

JcfVig, e molti ..'tri perfonaggj di diftinzione, per cam- 
biare, imprecare , o rifcuotére danaro. Quello negozio 
dura 8 giorni , c fi fa in tempo d'una fiera riguardevo- 
le, che incomincia nella Fefta de* tre Re, e finifce nella 
vigilia della Purificazione di Maria. Le ottave tr'mm Re- 
gnm> o fia giorni, dentro il cui termine debbon farfi i 
pagamenti del danaro, cominciano propriamente a' 7 di 
Gcnnajo , c durano fino a' 14 dell' ifteffo mefe alle ore 
J2 di mezzo giorno, oppure come fi pratica inoggi fino 
alle ore iz meridiane à€ 17 Gennajo. I tre ultimi gior- 
ni chiamanfi giorni di proroga, perchè prima che fiano 
fpirati, non può chiederà* oftaggio dal debitore. Le affi- 
curazioni, che fi danno de* debiti , quafi fempre " portano 
la data in oflavis trituri regum , e talora fe ne determi- 
na anche il giorno, ed in effe fi promette, che la relii- 
tuzione debba farfi in ottavi* tr'mm Regum dell'anno fe- 
guente oppure nelle proilime O. T. R, fecondo il tempo 
richiedo dal creditore: bilògna però che colui, , il quale 
chiede la rifcolfione del capitale, lo faccia avanti la Fe- 
fta di S. Giovanni Battifta . La città fi regolava prima 
fecondo le Leggi di Schwerin; ma il Conte Adolfo III. 
le diede gli Statuti di Lubecca , confermati nel 1*32 - 
dal fuo figlio Adolfo IV. Fu anticamente della Lega 
Anfeatica, e per qualche tempo ebbe il diritto della (ca- 
la per rapporto alle mercanzie, che dalla Danimarca paf- 
fano in Germania, e che indi ritornano in Danimarca', 
il qual diritto le fu accordato nel 13x1 da Criftofano 
II. Re di Danimarca, mediante il Conte Giovanni III. 

a) Oldenburg r o fia Altmbnrg, in lingua VenedicaStar* 
gard , città piccola della Wagria , che anticamente fu 
città di maggior rilievo. L'Impcrator Ottone I., proba- 
bilmente nel 948, vi fondò un Vefcovado , la cui Dio- 
cefi fu divifa in 3 Vdcovadi nel 1058 dall' Arci vefeovo 
Alberto di Amburgo fenza il confenfo dell' Imperatore 
Enrico IH, uno. de' quali rimafe in Oldenburg , l'altro 
fu ftabilito in Ratzeburg , ed il terzo in Mecklenburg . 
Quello di Oldenburg fi} trasferito a Lubecca dal Duca 
Enrico Leone ; la qual traslazione probabilmente fu rifo- 
Juta nel ed cieguita nel U64. La città fudiftrut- 

ta 



. \ ... — - • • Digitized by Google 



78 % CRCOLO DELLA BASSA SASSONIA . 

ra nel 1065 , ed nel 1160 da' Venec 4 *, ed alcune altre 
?olte in appreflb. Il Come Adolfo 17. nel 1235 le 4ie- 
éc i diritti di Lubecca • 

3) Neufladt, città piccola della Wagria fopra un Seno 
del Baltico, con un Porto profondo, c fpaziofo. Il ca- 
rtello, che vi è, ha fervito talora per imprigionarvi de* 
perfonaggj di rango. Nel 1293 H Conte Giovanni II. la 
confermò nel poffeflb de' Diritti di Lubecca. . 

Le Prefetture, con una Provincia. '' 

i) La Prefettura di Kìel , fituata parte in Olfazia, e 
parte nella Wagria, ha un terreno fertile, e comprende 
il borgo di Brunflryck , o fia BrJttnfcbvreìg , che forma un 
fobborgo di Kiél , quaft tutto il villaggio Scbonkircben , 
fornito di Chfefa parrocchiale , altri 8 villaggi , parec- 
chie cafe in * altri villaggi , ed una fattoria . Vi fono 
fiate anco foftopòfte le Tenute nobili di Cronsbagen , e 
Warlehcrg) delle quali la prima, come Dominio Camera- 
le del Duca, fu ricuperata nel 1760. Dicono, che nello 
buone annate rende tra 8000, e 10000 Rifd. (circa tra" 
1660 e 3320 Zecchini di Venezia). Vi appartengono la 
Fattoria di Schvartenbeck , e 8 villaggi. 

4) La Prefettura di Bordisfalm , è iìtuata vagamente 
iteir Olfazia , e fornita d'un terreno fertile , e di buoni 
bofehi , comprende villaggi 23I, dtvifi nelle parrocchie di 
Bordi sbottò^ Brtigge , e Flintbeck. Vi è éomprefo anche il 
villaggio SacbfeHbund, fitiiato fui fiume Wilfter, ed alcu- 
ai calameli rurali. Il cartello di Bordisbolm , óverifieda 
la Prefettura , è fituato in un luogo elevato d' una bella 
contrada , e fu anticamente un monaftero , trasferitovi 
da NeurnKnfter, e convertito nel 1566. in un Ginnafio; 
t dacché quello Ginnafio fu abolito, la fomma di 6000 
Rifdalleri delle fue rendite fu defunata per il manteni- 
mento dell' Umverfità di Kiel . Tutte le Rendite della 
Prefettura ftimànfi di 1 8000 Rifdalleri. Nella bella Glie- 
la parrocchiale di Bordishohn veggonfi varie cofe oflèr- 
vabilt , e tra l'altre cofe una Cappella colla feputtufa 
del Duca Carlo Federigo. Neil' tfU'Oò luogo fu farro nel 



Digitized by Googl» 



IL DUCATO DI OLSAZrA . 70 

*6zz uà' accordo tra'1 Re Crifliano IL ed il Duca Fe- 
derigo . ; 

3) La Prefettura di NeuPfUnfiet , il ciii terrètio per la 
maggior parte è coperto d'erica, e d'arena , che forni- 
fee del pafcolo alle pecore y è fituata m\Y Olfazia , e 
comprende nn borgo, e villaggi 2of . 

(1) Neumunfter, borgo fai fiume Schifale, che lo di- 
vide in 2 parti , cioè nel borgo grande , e piccolo . La 
prima parte ebbe anticamente il nome di Faldera, e la 
feconda quello di Wippendorf , o VPorpendorf . In FaK 
dcra da Vicelino Agostiniano fu eretto nel 1125 un Con- 
vento di Frati , e di Monache del fuo Ordine , che nel 
1328, oppure 32 fu trasferito a Bordesholm . Nell'altra 
parte ritrova fi la Ghie la parrocchiale, a cui s'attengono 
17- villaggi di quefta Prefettura . Nel luogo del fod detto 
monastero ritrovali di preferite una Cafa di correzione . 
Evvi anche una manifattura di panno. 

(a) Groffafpe , villaggio e parrocchia , alla cui Ghiefa 
s' attengono due altri villaggi di quefta Prefettura u 

4) La Prefettura di Oldenburg f fituata nella Wagria, 
ripete il fuo nome dalla città descritta di fopra . Com- 
prende £ villaggi, e 4 fattorie. I fuddftr di quéfta Pre- 
ietrtxra fono contadini fchiavi. 

5) La Prefettura di Ctfmar è parimenti fituata netta 
W agri a , ed i iuoi fuddm di prefeme fono fchiavi. La 
cafa ove rificde la Prefettura , fu anricamenre un mona- 
ndro de' Benedettini, fondato nei dal Conte Ade i 
fa IV. JLa Prefettura comprende i borghi di Gfièe , e 
Grembi , anticamente Grobnitx, forniti di Chiefcr parrdtf- 
ehiali'y e ì« Tcriuta <fi Kofehu , amminiftrata cogti alfri 
Beri dal Prefetto . / 

6} La Prefettura ii Trenhbièttel ÒfitUiW in Stàririatn. 
£tt atìticamems Tenur* nobile , che Lotario Hofflc nel 
j 474. coi confenfb dei R<e Criftrano I. vettdè al Du£* 
Giovanni di SaffoniahLauenburg , rifervandofene il d imi 6 
della ricómpra. Nel 1571 Adolfo Duca di SchtefVK* c 
Holibin impreflò dei danaro , e gli fi* ipotecata- qiletàa 
Prefettura, della quale perciò gli fu allora accordato ii 
joffeflb, e dipoi nel fi* imamente ecdfeta sA I>n- 



So IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA. 

ca Federigo di Olfazia per una certa Comma di danaro • 
Comprende la parrocchia ed il villaggio Barcbtekeide , il 
villaggio Trembsbuttel , altri n villaggi, ed un cafamen- 
to rurale . Nel fuo recinto è compreso il castelletto di 
Tangftede, a cui fon anneiìì quattro villaggi. 

7) La Prefettura di Tfittau fituata in Stormarn, com- 
prende i villaggi e le parrocchie di Trittau , ove rifiede 
la Prefettura , Eck ', o Eicbede , Sieck , Barfledt , e Att-Ra- 
leflledt , e più di 20 altri villaggi- I fette villaggi detti 
col nome generalecdi Ruhmerdorfer, impegnati nel 1750 
alla città di Amburgo, fono Meyendorf, Oldenfelde , Bram- 
felde , Steilshopc, AlfierdorJ\ Safjel, e Bargfted, 

8) .La Prefettura di Rttnbeck fintata in Stormarn . Il 
cartello Reinbeckbof) ove rifiede la Prefettura , fu mona- 
fiero finò al 1530. Oitre la parrocchia di SttinUck fon 
comprefi in quella Prefettura altri 23 villaggi con varj 
cafamenti, e mulini: Nei 1750 ne furono impegnati al- 
la città d' Amburgo 14 villaggi di terreno afeiutto, 6 di 
terreno graffo, e umido y 3 fattorie, 6 luoghi ove fi pa- 
ga la gabella, c 7 mulini. 

9) La Provincia. Settentrionale di Ditmarfen. 

Gli affari di quella Provincia fon amminiftrati da' Capi del 
paefe , che fono il Teforiere , che tiene la Gaffa della Provin- 
cia, i Giudici delle parrocchie , ed i 2 , o 3 Deputati d'ogni 
parrocchia . Il Giudice d'ogni parrocchia decide le caufe di 
poca confeguenza , e le caufe di maggior rilievo fon decife dai 
Giudice provinciale , che ogni fabato s* occupa in acco- 
modare ic liti. Chi non fe ne fta alla fua fentenza, por- 
ta la fuacaufa al Giudizio provinciale compofto del Giudi- 
ce, Segretario, e di tutti i Giudici della parrocchia , on- 
de fi può appellare alla Cancellarla Imperiale Ruffa di 
Kiel. Il Giudizio provinciale è divifo in quello di Lun- 
den, e di Heyde , ne' quali luoghi effo fi tiene. Perciò 
vi fono 2 Dìftretti, de' quali ognuno comprende un cer- 
to numero di parrocchie, ed ha il fuo proprio Segreta- 
rio, che nel Giudizio tiene il Protocòllo, e dalle parroc- 
chie del Diftretto efige le Rendite del Principe. Il Con- 
ciftoro , che in quello paefe chiamali Caland , fi apre 
due voice Tanno alternativamente ùi Lunden, e Heyde, 

e con- 



Digitized by Google 



t 

IL DUCATO DI OISAZIA. 8l 

e confitte nel Giudice provinciale , nel Propofto, e ne' 
Predicanti della provincia . Il Segretario provinciale vi 
tiene il Protocollo . Sieguono ora le Giudicature delle 
parrocchie, nelle quali è divifa la provincia, 
j) La Giudicatura della Parrocchia di Lttnden. 

(1) Lunden, borgo poco dittante dal fiume Eidera,che 
nei 1529 ottenne i diritti di città, e gli perfe nel 1559. 
Vi fi tiene il Tribunale della metà della provincia. Al- 
la Chiefa parrocchiale di quello borgo s' attengono 9 vil- 
laggi- v 

(2) S. Anneri, villaggio con Chiefa parrocchiale. 

2) La Giudicatura della Parrocchia di Nenenkirchen , che 
comprende i villaggi Keuenkirchen , e Hemme , forniti di 
Chicle parrocchiali . 

3) La Giudicatura della Parrocchia di Weslingbuhren . 1 . 

(1) WeHingbubren , borgo bello la cui Chiefa parroc- 
chiale, conUgrata nel 1748, è la più bella del patfe . 

(2) Schiilperfiel , Porto molto frequentato. 

4) La Giudicatura della Parrocchia di Bufum , fu anti- 
camente un'Ifola, che a poco a poco è divenuta Terra 
ferm*. 

5) La Giudicatura della Parrocchia di Heyde . Nel borgd 
di Heyde fi tiene il Tribunale dell'altra metà della pro- 
vincia. In elfo v'è una gran piazza di mercato. 

6) La Giudicatura della Parrocchia di Weddinglìedt , nel 
cui recinto fu il cartello fortificato di Stellerbitrg . 

7) La Giudicatura della Parrocchia di Tellingfled % ove fu 
il caftello fortificato di Tielenburg. 

8) La Giudicatura della Parrocchia di Dehe , ha perfo 
molto terreno per le grand' inondazioni . Il villaggio Del- 
ve , ov* è la Chiefa parrocchiale , è poco dittante dall' 
Eidera. 

9) La Giudicatura della Parrocchia di Henfledt , che com- 
prende i villaggi Henfledt, e Schlichting , forniti di Chie- L 
fe parrocchiali . 

10) La Giudicatura della Parrocchia di Wórden , che in 
parte è del Gran Principe delle Ruflie . 

Num. XXX1L F III. 



Digitized by Google 



82 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA . 

III. / Conventi e Bèni nòbili cb* erano del 
Governo comune d'ambedue U Caje /Re- 
gnanti , ed ora fono della Jota Cafa di 
Danimarca. 

i. / Conventi nobili Luterani. 

Sono desinati per le fole Damigelle de' Ducati diOl- 
fazia, e Schlefvig, e ne fono efclufe le Dame foreftic- 
XC y fuorché quelle, che vi fi ricevono per grazia fpecia- 
le , oppure che vi fi mettono da' Principi in virtù del 
Jus prtttoariarum precttm . Il Convento di Itzehoe è go- 
vernato da una Badcfla , e quelli di Preetz , e Ueferfen 
dalle Priore. Ognuno de' Conventi ha il fuo Propofto , 
che negli affari civili fa le veci del Convento, fi fa ren- 
der conto , ed è a parte del marìeggio della Giuftizia . 
Non lòlajnenre il Propofto, ma anche tutti gli ahri Uf- 
ficiali de* Conventi s'eleggono dalle Conventuali , e fi 
confermano da' Principi. I Conventi fono 

I. Il Convento d' Itzehoe fu anticamente abitato da Mo- 
nache Ciftercienfi , e la fua prima fondazione fu in Iven- 
fleth nel Diftretto di nome Kremper-Marfch , onde dopo 
l'anno 1263 fu trasferito a Borsfleth , è avanti Tarino 
1272 nella città Vecchia d' Itzehoe , nella vicinanza d' 
un caftello vecchio de* già Conti di Pafchburg ( nome che 
è rimaftb all'ideila contrada ) e predo la Chiefò di S. 
Lorenzo . Il Convento con fili e a delio in una Ba detta e 
39 Conventuali. II fuo Propofto è il primo de* 4 Preia- 
ti de' Ducati d'Olfazia e di SchlelWig. Le Conventuali 
abitano difycrk per la città nelle loro proprie cafe, op- 
pure prefe a pigione. La loro prima ihftanzà kgale e il 
Convento. In cofe/che riguardano l'onore, e che im- 
pòrtan più di 200 marchi di Lubccca , effe appellano al 
Giudizio provinciale. Trattaridofi di fofpenfiòne, cfifcipK- 
na, e debiti, che non eccedono la fomma di 200 mar* 

chi 

r 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI OLSAZIÀ. gj 

chi di Lubecca, non fi dà luogo all'appello. Negli Af- 
fari di Giuftizia Civile per rapporto" 1 a* Sudditi del Con- 
vento la Badefla col Propofto forma la prima inftanza, 
e la fua fenrenza è decihva , fe non s' appella fubito al 
Giudizio* , che fi chiama Ding und Rechi , il qual' appello 
però non s'accorda al Reo trattandoti* di etecuzione, e 
fe l'Attore vi contraddice* Il Giudizio, detto Ding ttnÀ 
Recbt ha un Giudice, un Reconci Jiat ore, e parecchi Af- 
felTori. Il Propofto vi prcfiede* e lo Scrivano del Con- 
vento tiene il Protocollo . Indi fi può appellare al Tri- 
bunal provinciale > In cofe Criminali il Propofto fa Y In- 
quifizione, ed il Fifcale coli' Avvocato agitano la Caufa 
avanti il Tribunal Criminale , che dà la fentenza , oppu- 
re, come accade più fpeflò, manda .gli atti altrove, per 
fargli giudicare . Il Convento ha il Jufpadronato della 
Chiefa di S. Lorenzo, e delle Chiefe di Heiligenftedt , d 
Norddorf. I villaggj foggetti alla fola Giurifdicenza del 
Convento fono: Bockhorll, Everjiorf, Ebtifcbcnvrifeb , Lang- 
weàcl, Meinerftorf, Sade, Si/fen, Vetheljlorf ', e ITeflermiib- 
len. I villaggj , che in parte fono dipendenti dalla Giu- 
r indizione del Convento fono: Armftcdt , Afpe , Altendorf\ 
Brockrege , e Heerfartb , Beyderbeeck , Beyenfletb , BUnzen f 
Edendorf) Fitzbeck, Kleinflmdbeck , Gronbede f Hodorf, Hen- 
ftedt , Heiligénfledt , Homfeld ì Indien, Kelling/jufen , Neaen* 
kireben, Norddorf , Overndorf, OUenikttel , Poyenherg, Peif- 
fen, Qnarmlìedty Rebtvrifcb , Rade, Ridders y Scbonmobr y <* 
Mobrdeicb, Stórdorf, Wejit dt , Wkdenboftel . Il Convento dà. 
ia contribuzione a' Principi per 160 aratri. 

2. Il Convento di Preetz fnuato nell'Olfazia fui piccol 
fiume Bornbeck > tra Kiel , c Plòn , fu fondato circa 1' 
armo ìzié da Alberto Conte d'Orlamunde; la qual fon- 
dazione fu approvata nel 1226 dal Conte Adolfo IV* 
Ora è comporto di 40 per fon e , fottopofte a una Prio^ 
ra j e ad un Propofto. Le Conventuali più anziane han- 
no le Joro proprie cafe libere, e l'altre debbon prov ve- 
derli di cafe nuove, o comprarle dagli eredi delle Con* 
ventual i morte , oppure abitare con altre Conventuali , 4 
pagare la pigione. Le fabbrichi del Conventi fon fepa* 

F a rat* 



Digitized by Google 



84 * IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA, 
rate dal borgo di Preetz mediante il fìumicelloBornbccIc. 
Il Convento ha la fua propria Chiefa , ed il fuo Predi- 
cante . Nelle cole civili de* fudditi , che abitano ne' vil- 
laggi di nuovo acquifto, detti della Priora , e che fono 
Ratiendorf, Warnau, BahrmifTen , e Ellerbeck, la Prio- 
ra ha il diritto del primo efame, ed il Propofto ne giu- 
dica y infìeme col Cancelliere , e con un altro Legale ; 
dal qual Giudizio il può appellare al Tribunal provincia- 
le . Il territorio del Convento comprende z6S aratri, che 
pagano la Contribuzione a' Principi regnanti. Si notino. 

j) La Propofitura così detta. , fituata nella Wagria fui 
Mar Baltico, ftendefi dall' ingrefK) del feno , detto Kie- 
lerforde verfo Levante fino alla Tenuta nobile di Sm o I , 
c più dentro la Terraferma è circondata dalle Terreno- 
bili di Sino!, Salzau, Dobcrftorf, Haagen, e Schrcven- 
born . Comprende 

(1) La Parrocchia di Scbonberg , che ftendefi fopra i vil- 
laggi SchònbeYg, Stackcndorf, Krumbeck, Gaderfiorf , Hòn- 
dor}\ Fiefbargen, Barsbeck, Crok.au, Wifcb . 

(2) La Parrocchia di Maagen, co' villaggi Haagcn , Fa- 
bren, Pafade, Praitjìorf , Lutterbeck , Broderftorf , Laboy , 
Steen, Wendtorf 

(3) I villsggr JRatjendorf, e Bctfcid , che s' attengono 
alla Chiefa nobile di Gieckau . 

2) I villaggi detti Waldòrfcr (della Forefta),che in una 
ferie ftendonll lungo gl'influenti Depenau, eSchwentin, 
fino a Kicl . 

(1) La Parrocchia di Preetz, che comprende 

a. Preetz, o Prctzs , borgo, divifo dal Convento no* 
bile mediante il fiume Bornbeck. 

b. I villaggi Scbelborn, Wackendorf, Rayflorf, Pobnfiorf, 
SÌeverjbrf , Pofsfeld , Nettelfee , Loptien , ed i cafali di 
Scbarftorf. 

(2) La Parrocchia di Elmfcbenbagen , 

Comprende i villaggi Elmfcbenbagen , Claufdorf y Rome , 
la metà di Garten ; Ellerbeck , le Fattorie di Nenw'Ubren e 
JCroog, e la pofTeffione di Scblufsbeck. 

(3) La Parrocchia di Barkau 

Con- 

[ 



Digitized by Googl< 



I 

IL DUCATO DI OLSÀZIA. Sj 

Contiene il villaggio dell' ifteflò nome, ov'è la Chiefa 
parrocchiale, ed i villaggi Groffbarkan , Warnau , Bakrmif* 
fen y HonnigfeC) alcuni cafamenti preflb Batkau e Havig- 
horft. La Tenuta à' Ovendorf in qualità di Legato è pai- 
fata nel Dominio della parrocchia . 

3) Il villaggio Taftorf, ne* contorni di Neiuminfter , c 
3 Hufe di campi in Gadelandt. 

3. Il Convento di Ucterfen y firuato preflb il borgo di 
Ucterfen nella Signoria di Pinneberg , fu fondato nel 
1235 da Enrico di Bramftedt, e favorito della protezio- 
ne Imperiale dall' Imperator Mailìmiliano II, e Ridolfo 
II. Confifte in una Priora, e 15 Damigelle, ed in un 
Propofto . Intanto è fottopofto alla Giurisdiziou comune y 
ed al Tribunal provinciale , in quanto li ftende il recinto 
delle fabbriche proprie del Convento, e per rapporto al- 
le perfone del Convento; ma tutto il rimanente de' con- 
torni più vicini colla Chiefa d' Detterfen ' dipende dalla 
Giurisdizione di Pinneberg . Dal. Giudizio proprio del 
Convento, a cui fon fottopolle le Damigelle, l'appello 
pafla al Tribunal provinciale . Dalle Giudicature del 
Convento fopra i Sudditi, che abitano nella Signoria di 
Pinneberg, appellafi jal Tribunale di Pinneberg, c poi al 
Regio Tribunal Supremo d'Appello di Pinneberg , fenza indi- 
rizzari! al Giudizio provinciale comune d' Olfazia . Nella par- 
rocchia di Horit il Convento pofficdfe 11 villaggi, e vi ha 
un Tribunale, da cui parimente non il appella al Giu- 
dizio provincial comune. La Chiefa di Horft è fortopo- 
fta al Cònciftoro di Munfterdorf della Prefettura di Ste- 
jnbùrg, e la Giudicatura di Horfl contai! tra le poflètlio^ 
ni graffe,, e umide. Il Convento paga la contribuzione 
^Princìpi per aratri 28 y. 



$6 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA • 

i. Le Pojpjfioni della Nobiltà, 

Son divife io 4 Diftretti . 

J. Nei Di tiretto d' Ityboc , 

1 

Situatp in Storaiarn, ritrovanfi Je feguenti 
pofleffioni della Nobiltà . 

t. Signoria di Breitenhnrg fu un retaggio della Li- 
nea Cadetta dell' antica , e famofa Cafa di Ranzau , la 
qual Linea fu la prima ad efler innalzata al Carattere 
di Conte dell' Impero. II Conte Detlevo di Ranzau nel 
1669 fece la feguente difpofuione tetta mentaria, che fc 
epji ? oppure i luoi fucceflbri moriiTero fenza crede mak 
diile, quefta Signoria infieme colla Contea di Ranzau 
paflaflfe nella Cafa Reale w Quando nel ijzi il Conte 
Criftiano Detlevo di Ranzau fu ammazzato» a tradimen- 
to , e ad iftigazione del fuo fratello Guglielmo Adoijfo , 
e che quefti fa condannato ad una perpetua prigionia , 
H Re Federigo IV. prefo il polTcno della Contea di Ran- 
zau, e della Signoria di Breitenburg, diede quefla Signo- 
ria a Caterina Edwige unica forella de* mentovati Con- 
ti , e conforte del Conte Giovanni Federigo di Caftell- 
Riidenhaufen, ed alla Aia pofterità; onde fu devoluta 
alla fua figlia Federiga Leonora , conforte del Conte 
Carlo Federigo Gottlieh di Caftell-R.emlingcn , ed alla 
fua difeendénza . La Signoria cpmprende 

j) Il Cantilo di Breitenburg , fituatp un quarto di mi- 
glio lontano da Itzehoe fui fiume Stor, divenuto molto 
famofo per Enrico di Ranzau . Era una volta fortificato y 
e nel i6ij fu prefo d'allago dagl'Imperiali. Il cartello 
è andato' in rovina , ed accanto è fiata, cofìruita una 
nuova abitazione. 

2) MUnflerdorfy villaggio , e parrocchia . Il Concilio, 
ro, che ne porta la denominazione, di cui fc n'è dato 
ragguaglio nella Prefettura di Steinburg , non fi tiene 

in 



Digitized by Google 



IL DU€ÀTO DI OLSAZIA . 87 

in qucfto luogo, ma bensì in que' luoghi, ove rifieJc il 
Propofto . 

3) Breitenberg> e Stellati , villaggi, e parrocchie. 

4) Nettendorf , Terra Nobile , e villaggio con Crrefa 
parrocchiale nel Diftretto de 1 terreni graffi , e umidi . 

5) Arfrade , Terra Nobile nella parrocchia di Bcrn- 
hovet . \ 

6) Il cartello di PafcUmrg in Itzehoe , e Welling. 

a. Barenflet/j, a cui appartiene anco il villaggio tener*, 
kìreben , fornito di Chiela parrocchiale . 

3. KrHmmentekb , coli' altro villaggio dell 1 iddio no- 
me, fornito di Chiefa parrocchiale, e colla piccola Te- 
nuta di Beckland , o fia Beckpfiug* 

4. Hetligenfledt , ove appartiene una porzione del villag- 
gio Heiligenfiedt . 

5. té. Drage con WedeUorf, Terra Nobile, cheilReCri- 
ftiano VI. diede jn dono al Margravio Federigo Ernefto 
di Brandenburg Culmbach fuo Governatore di Schlefwig, 
e Holftein, il quale diroccato il cartello vecchio , in luo- 
go d'effo ne fece coftruire un'altro, che nel 1745 ot- 
tenne il nome di Friderkhfruhe . Evvi qqa Cappella con- 
fagrata nel 1751. Dietro il giardino del cartello v'è un 
parco . A quefta poflèffion nobile appartiene Habenaffte , 
villaggio, e parrocchia. 

?. Meelbeck . 
. Colmar, cpll'aljtrp y/i/aggjo Colmar , ov'è una Chie- 
fa parrocchiale. 

9. SeefìermUbe , cpl villaggio Seefyr y ov'c una Chiefa 
parrocchiale, Terra nobili;, Amata nella contrada graf- 
fa, fi umida di Haldorf. 

10. Hafcldorf, d'onde una contrada full' Elba prende 
la denominazione. 

1 1 . Hafelau , nella contrada graffa , $ umida di Hafel- 
dorf. A quefta Tenuta nobile appartiene un'Ifola del 
fiume Elba , in cui giaqe il Forte , eletto Hitlerfcbanze , 
che il R.e fuol prendiate d'una piccola Guarnigione, e 
d'un Comandante, ed ove ritrovali una Chiela. Neil* 
ifteflo Forte abita anche un Contadino addetto ailaTer- 

F 4 ' ra 



I 

x SS IL CIRCOLO DHLLÀ BASSA SASSONIA. 

ra nobile di Hafelau , il quale coltila il terreno vicino 
al Forte. 

12. Brawfledt , Tenuta detta anche Stedingshof , che 
ritrovali nel borgo dell* ifteflò nome della Prefettura di 
Segeberg . Vi appartiene anco il villaggio Hilzhufen, 

13. Borftel, col villaggio Sulfeld, ov'è una Chiefa par- 
rocchiale*, e colla Fattoria di Grabau. 

H.Jersbeck, o Girisbeck, adorna d'un bel giardino . 
Vi appartiene anco la Fattoria di Stegen. 
35. Schtlcnburgi c 

16. BlHrMndorf) Terra nobile, che il Tenente Genera- 
le Niccola di Luckncr cemprò, e nel 1763 ne fece Fi- 
deicommiffo delia iiia famiglia , confermato dal Prin- 
cipe. 

J7. Holzernklinken > o Holtenklink- 
jS. Caden. 

39. Wandsbttki anticamente Wandsburg, Tenuta Reale, 
poco diflante da Amburgo, il luogo vicino dell' iiìcllo 
nome ha una Chiefa parrocchiale, ed è fornito di be' 
privilegi, perciò vi abitano molti Artigiani, ;e Ebrei. A 
quella Tenuta fon annerii 13 villaggi , colle Fattorie 
Móhlenbeck, e Mariendal. 

20. sfrensbwg, col villaggio Oldenbòrn, o Woldenb'òrn , 
fornito d'ima Chiefa parrocchiale. 

IL Nel Diftretto di Kiel. 

Che fi ftende parte in Olfazia , e parte nella Wagria , 
ritroviinfi le leguenti Terre nobili; 

j. Doberficrf, co' villaggi Dackendorf , e Lìììcnthal , e 
colla Fattoria di Wttlftorf. \ 

2. Oppendorf, con un villaggio, e con Schonborfl, Te- I 
mita, che nel 1755 dal fuo pofleflore Conte Detlevo di 
Ranzau della Linea di Raftorf fu dichiarato Fideicom- 
miflo perpetuo , acciocché a nefluno de' fuoi eredi folle ì 
lecito di alienarne parte alcuna. In quello Fideicommif. 
fo è comprefa anche la Tenuta di Burau , limata nel 
Difl tetto d'OIded mg. ' 

\ J. Scbre- 

> 



Digitized by Google 



IL BUCATO DI OLSAZIA . 8$ 
3. Scbrevenborn . 4. Raftirf. , 

5. Haagen> nel villaggio Haagen, eh' è del Convento 
di Preetz . A cotefta Tenuta nobile appartengono i vil- 
laggi Scbrevendorfy Mugflabl, e Reepflorf. 

6. Ofierrade. 

7. Kronsbrug, che in altri tempi fu Fattoria della Te- 
nuta feguente. 

8. Groff Nord/ce. 

9. Klein Nord/te , col villaggio Acbterwebr ♦ ' 

10. Bo/fee. 

11. Weflenfee, nel villaggio di quefto nome. 

12. Neuenbof. 

13. Scbierenfee . 

14. Marutendorfy col villaggio Stein/or tb> c colla Fat- 
toria di Blocksbagen. 

15. Quambecky co' villaggi, Fkmbtide con una Chicfa 
parrocchiale, Rajenftorf, Stampe, Mcljlorf , Schónewold, c 
colla Fattoria di Metjendorf. 

jó. Ebmkendorf . 

17. Lammersbagen , col villaggio Seelent: ov'è unaChie- 
fa parrocchiale fui lago di Seelent. 

18. S alza*. -19. Wittenberg. 

: 

III. iW Diftretto di Preet^, 

Situato nella Wagria , ritrovano* le Terre nobili , 

che ficguono: 

• 

1. Afcbbcrg* 

2. Depenan* 

3. Frefenburg) o Friefenbttrg. , 

4. Tralan. 

5. Nutfcbaii. 

6. IVablftorf. 

7. KUbren. f 

8. LetrikiibUn . «, 

9. Botbkamp . E' a parte del Giufpadronato della Ghie- 
fa parrocchiale di Barkau; c vi appartengono innoltre i 

vii- 1 

1 

r ' 

I ^ Digitized by Google 



0O IL CIRCOLO D£LLA BASSA SASSONIA. 

villaggi Siche y Dofenbeck, e Klein-Bockwld , alcune poflèf- 
ixonì in quel luogo che chiamafi Lange Regc> la Fattoria 
.di frhfrkwm* > villaggi luffa/, Urtateci, e Mi- 
Dicono che quefta Tenuta importi annualmente 
ira 15000, e 16000 Risdalleri. 

io. Gbfaty eoi villaggio Sarau, ov'è una Chiefa par- 
rocchiale . 
, v ii.Perdóbl. 

12. Seedorf. Ha il Giù/padronato della Chiefa parroc- 
chiale di Scblammersdorf % 

13. MHg&iftM- 

14. Nembi. 
jj. Wcnfien. 

26. mUbrf* col villaggio WarJn , fornito di Chiefa 
parrocchiale . 

18. JU*t9ff con ha ilGiufpadronato della Chi«- 
fa parrocchiale di JLebrade. 

19. Scb'ónweide ; vogliono, che fopra il lago vicino Cof- 
fe amicamente fintato il cartello di Ranzau, onde nafte 
la cafa famofa dell' ifleiìb nome. 

20. Ranzau. Henrico di Ranzau, già Governatore Re- 
gio ha fatto molte fpefe per migliorare la villa di que- 
lla Tenuta, gii coftruita tra gli anni 1590, e 95, e ne 
ha fcritto un libro . Criftiano di Ranzau nel Ì649 la 
permitfP cplla Prefettura di Barnaftcdt . 

. , 11. Probnjlorf, col villaggio deU' iftelfo nome, che ha 
una Chiefa parrocchiale. 

W. M Diftrttto d'Oldenburg, - 

Situato parimente nella Wagria* ritrovanfi le Tenute 
Nobili, che fieguono: 

j. BiiraUy è comprefa nel Fideicommiflb de' Conti di 
Ranzau, di cui fe ne (ece menzione prefTo Oppendorf. 

%. Eblerftorf. 3. Parve, col villaggio Hobenflein , che 
ha una Chje£a parrocchiale . 

4. Wò&nbaus • 

5. Fut- 

1 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI OLSAZIA , 9 1 

y. Futterhamp , col villaggio BUckendorf , fornito di 
Chiefa parrocchiale, e colla Fattoria Sebltndorf. 

6. Kketkamp , colla Fattoria di Groff-RoUbbe , colla 
Tenuta di Griinbaus, a cui è annetto il villaggio Niicbel y 
che ha una Chiefa parrocchiale . 7. Kcuhaufs , col vik 
laggio GieckaHy che ha una Chiefa parrocchiale. 

8. «019. Scbmol , $ Panher . 10. Tefìorf, li. Giindelflein , 
Ha ilGiufpadronato della Chiefa parrocchiale àìHanstien. 

12, Htlmftorf. 13. G*rz. 14. Putlos . In quefta con- 
trada da'Venedi fu adorato in un bofco folto l'Idolo 
Prono, o fia Proven. 15. Haffelkurg y che inficine con 

16. Sìerbagen e Miiblenkamp ha anneflò il Giufpadrona- 
to della Chicla parrocchiale di Alt-Krcmpe. 17. Erodati. 

18. e 19. Lobrftorfy e Siggen. ha, prima a parte del 
villaggio Neukìrchen, ov'è una Chiefa parrocchiale, e vi 
è annetta anche la Tenuta di Satievitz, col villaggio 
Groflenbrode , che ha una Chiefa parrocchiale . 20 . #r « r %• , 
dtfff. 2|. Pttcrsdorf. 




A P- 



)igitized by Google 



ft IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA . 

APPENDICE 

t ■ 

DELLA 

SIGNORIA DI PINNEBERG. 

I Conti di Holftein , Srormarn, e Schauenburg della 
Linea di Schaueunburg nel principio del fecolo XIV. 
pofledevano già la Signoria di Pinneberg , la quale fu del 
tutto fep arata dalla Contea di Holftein, quando dopo la 
morte del Conte Adolfo X, ultimo della Linea di Wa- 
gria, o fia di Kiel, fu fatta una divifione de* Domin; 
tra'l Conte Niccola II; ed ifigJj del fuo fratello Enrico II, 
il quale ebbe il poflèflo di quella Signoria , e della Contea 
di Schauenburg, ed il fuo fratello, e figliuoli dall'altra 
parte. Allora oltre la fua porzione la Linea di Schauen- 
burg ottenne anco dell'eredità del Conte Adolfo X. il 
cafamento, che il detto Conte avea pofleduto nella cit- 
tà d'Amburgo, con Billenwerder , con altri Umili terre- 
ni anneffi, e circondati dal fiume Elba, e varj altri fon- 
di, con 8000 libbre Pfennigc del pefo di Lubecca, che 
le pagò il Conte Niccola . Quando nel 1460 il Re Cri- 
ftiano L di Danimarca fece un accomodamento col Con- 
te Ottone II. di Schauenburg, il Re a nome di tuttala 
fua difeetìdenza promife al Conte fuddetto di difenderlo 
con tutta la fua pofter irà nel poflèflo della Signoria di 
Pinneberg. Dacché l' Olfazia ( Holftein ) è fiata infini- 
ta del carattere di Ducato, quefta Signoria fpefìc volte 
trovafi nominata col nome di Contea di Holflein. Quan- 
do nel 1640 il Conte Ottone VI. di Schauenburg morì 
fenza erede mafehile, il Re Criftiano IV. di Danimarca 
ne prefe pofTeiTo , e ne fu fatta una dlvifione tra elfo , 
ed il Duca Federigo III. di Holftein-Gottorf ; e nell'ac- 
cordo di Flensburg del J641 efti acchetarono le preten- 
lìoni della Cornetta di Schauenburg Elifabetta , madre 
dell'ultimo Conte di Schauenburg, pagandole la fomma 
di Rifda!. 14*000. (cioè circa 48300 Zecchini Vcnez.) 

Tut- 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI OLSAZIA. 

Tutta l'eredità, e Signoria fu divifa in 5 porzioni, una 
delle quali fu data al Re per le fpefe fatte, e dell'al- 
tre 4 parti due toccarono al medefimo Re, ed il rima- 
nente , che confifteva in Bamftedt e Elmeshorn , fu dato 
al Duca . Il cafamento di Amburgo coila gabella della 
Cafa eftinta di Schauenburg , e le Prebende e Vicarie , 
che 1'iftefla Cafa avea nei Duomo di Amburgo, rima- 
fero nel Dominio comune d' ambedue i Regnanti . De* 
debiti della Cafa di Schauenburg, appoggiati fòpra que- 
fta Signoria, il Re fe'n' addofsò due terzi , ed il Duca 
un terzo. li Re Federigo III. nei J640 ordinò , che la 
fua porzione della Signoria di Pinneberg non dipcndefle 
dal Governo d'Oifazia ; ma che rimanefie nella fua di- 
pendenza immediata , nel fuo proprio efercizio della Giù- 
rifdicenza, e nella fua franchigia da' Da/, j foliti pagar fi 
neir Olfazia . La Signoria è governata da un Bali pro- 
vinciale. La prima iftanza de'fudditi è il Tribunale , che 
in ogni Giudicatura s'apre 2 volte Tanno, ed è com- 
porto del Giudice con 8 AlfefTori giurati , eletti dal Ba- . 
li provinciale. Indi s'appella all'altro Tribunale, detto 
Goding (Tribunal provinciale), che s' apre due volte 1' 
anno, e confitte in un Giudice, c 26 AlTefTori giurati > 
che fono di tutte le Giudicature. Da quefto Tribunale, 
come pure dalle fentenze del Bali, fi può appellare al 
Supremo Tribunale d' appello di Pinneberg . Quefto ritro- 
vai! a Gluckftadt, ed c comporto de' membri della Can- 
cellala del Governo, che perciò fon pagati: vi prefìede 
il Bali provinciale di Pinneberg. Nel 1754 a queilo Tri- 
bunale fu aggiunta l' amminiftrazione della Giurildiccnza 
criminale, e fu abolito il coftumc di mandar gli Atti a* 
Legali erteri . Accade di rado , che da querto Giudizio 
in certi cafi paffi l'appello a' Tribunali dell' Impero. La 
Signoria ha il fuo proprio Conciftoro fubalterno , che 
confitte nel Bali provinciale, nel Propofto della Signoria 
di Pinneberg , e della città di Altona e ne' Predicanti 
della Signoria . Ti Conciftoro Supremo è unito al Tribu- 
nal Supremo d'appello. Dacché quetta Signoria è fepa- 
rata dal Ducato d'Qlfazia, c rimafta ferapre efente dal- 
le 



Digitized by Google 



04 ti CIRCOLO DILLA BASSA SASSONIA. 

te contribuzioni dell' Impero , e del Circolo . Effa coni, 
prende. 

A. La Balia provincia/e di Pintoberg. 

ìé La Giudicatura di Pinneberg , che contiene il borgd 
di Pinneberg fui fiume Pinnau , ed i villaggi RcUing y e 
kiickeborn , ove fono Chiefe parrocchiali . 

% La Giudicatura di Ottenfen . Il villaggio Ottenfen ^ 
che ha una Chiefa parrocchiale, è fottopofto alla Giu- 
rifdizione della città d' Altona ; ma dalla Giudicatura di- 
pendono le Ifole dell' Elba , the ficguono : Kaltenbof, o 
fia Auf der Hofe , prefìò la cui eftremità Occidentale gia- 
ce ¥ Mòla di Pente ; Feddel , Grevenhof j 0 Scbrevenhof j 
Grie fender der , e PagenfamL 

3. La Giudicatura di Hattesburg . Il cartello di Hattef- 
burg , ove rifiede la Giudicatura , fu anticamente una 
Fortezza . Wcdel è un" borgo con una Chiefa parrocchiale. 
In quefta contrada v'è un traghetto per il fiume Elba j 
Neuenftedt è villaggio fornito di Chiefa parrocchiale.PreA 
fo il villaggio Blankenefe v' è un varco per il fiume Elba, 
che conduce a Cranz nel Ducato di Brema . Del villag- 
gio Dockenbuden , ne fa menzione Ugone Grozio nelle fuc 
lettere, perchè eflb vi fi è trattenuto nel 1632. 

4. Là Giudicatura d* Veterfen , ove r i t rovafi il borgo d' 
Ueterfcn , nella cui vicinanza v* è il Convento deferitto di 
fopra . 

5. La Signoria di Herzborn . Il Re Griftiano V. nel 
1671 vendè quella Signoria al Governatore di Norvegia 
Ulderigo Federigo GiildenlòVe in qualità di poflèfTione 
propria, e ereditaria per la fomma di Rifd. 153480, il 
quale però nei 1697 * a refc al ^ e > eccettuata una cer- 
ta contrada de' terreni , detti Wildnislandereyen ( defer- 
ti). Indi fu devoluta a uno di Brockdorf, e ad Ottone 
di Blomeh , e poi alla Regina Anna Sofia ; e finalmente 
il Re Criftiano VI. ne riprefe il pofTeflò * Effa vien go- 
vernata dall' Amminiftrato re della Contea di Ranzau. I 
Sudditi hanno la loro prima inftanza nel Giudìzio degli 

Sca* 



Digitized by Google 



. IL BUCATO DI OLSAZIA . 9$ 

Scabini , comporto del Pretore , e di Scabinl tt . Indi s* 
appella immediatamente al Supremo Tribunale d'Appèl- 
lo di Pinneberg . La Signoria comprende l Giudicature , 
che fono: 

1) La Giudicatura di tìerzbchrn , fé parata dalla Prefet- 
tura di Steinburg mediante il piccol fiume Rhein . Nel 
villaggio Herzborn v'è una Chiefà parrocchiale. I *errfc* 
ni, detti Wildnisldndcreyen^ preflb GHìckfiadt fon fi tua ti tra 
il fiume Rhein, ed il lago di Herzhcfttì, è formano Ju- 
geri 514^. Una parte di quefti cam$ è de* Conti di Da** 
neskiold Laurwigen. 

2) La Giudicatura di Sommerldnd , comprese Sonito*- 
land , Grónland , Latnrntrlàhd , e DruckerthiM* > isà è in- 
corporata alia parrocchia di Stfderau della Prefettura di 
Steinburg . 

» . • — 

B. La Cittì à'Alttim. „ 

Altana , città riguardevole fui lido elevato* del rmrrté 
Elba, in una contrada affai deliziofa e vicina alla città 
di Amburgo, onde non è più lontana d'un tiro di fchiop- 
po. E* comporta di circa 3000 cafe, 30000 abitanti, 2 
Chiefe Luterane, 2 altre de' Calvinifti , cioè una de'Cal- 
vinifti Tedefchi , e Olandefi , e Y altra per i Francefi , 
una Chiefa de' Cattolici , e 2 Chiefe de* Mennoniti . Al- 
tre Religioni ancora vi fi efercitano liberamente. Gli E- 
brei , che vi pagano annualmente 2000 Zecchini (che 
fanno circa 1900 Zecchini di Venezia) per ila protezio- 
ne , vi hanno una Sinagoga grande • Il Propofto della 
Città, e della Signoria di Pinneberg, i Predicanti Lute- 
rani della città , ed il Predicante di Ottenfen vi formano 
un Conciftoro Subalterno, che ha un Prefidente. I Cal- 
viniani hanno il loro proprio Conciftoro. Evvi nn Gin- 
nafio Reale Accademico , a cui è unita la Scuola di cit- 
tà . Il Collegio Anatomico ha il fuo Teatro in una fab- 
brica accanto alla Cafa di Correzione, e de 1 Lavori. V 
è anco uno fpedale de' poveri , e degli Orfanelli . La cit- 
tà ha varie manifatture di fabbriche, e 3 cantieri da co* 

ftruir 



• - 

/ t * Digitized by Google 



$6 IL CIRCOLO DELLA BASSA SASSONIA. 

ftruir navi.. Il traffico, che vi fi fà, è grande . Il Gover- 
no della città è amminiftrato dal Prefidente Supremo Re- 
gio , da' Borgomaftri , e dal Magiftrato . Efla ha il fuo 
proprio Tribunale d' Appello a Gluckftadt , che fi apre 
due volte 1* anno dopo il Giudizio Supremo d* Appello di 
Pinneberg, i cui membri lo compongono; i quali infic- 
ine col Propofto d'Altona formano anche il Conciftoro 
Supremo d'Ai tona. Il patteggio, detto Palmaille, ador- 
no di 4 file d' alberi , è belli filmo • Al tona da * principio 
fu villaggio , incorporato alla parrocchia di Ottenfen ; 
ma effendo paflato infieme colla Signoria di Pinneberg 
fotto il Dominio Danefe, Io che accadde nel 1640, ben 
tofto fu fatto borgo, che nel 1664 ottenne i diritti di 
città. Nel 1710 abbruciarono 200 cafe, e nel 1713 fu 
incenerita dagli Svedefi. Nel 1714 

Il villaggio Ottenfen fu fottopofto alla Giurifdizionc 
della città. La città, comprefo il teftatico degli Ebrei, 
rende annualmente al Re circa 27000 RifdaUeri ( che 
formano 9000 Zecch. incirca di Venez.) 

1 

« * 

» ♦ 



FINI DEL NUMERO XXXII. 

■ 

... 

• - ■ 

1 • 

.... 

» 

r . * 

\ 



I 

LA 



% 



Digitized by Google 



LA FINE 

DELL' IMPERO 

TEDESCO* 

NUM. XXXlll 



t 



I 



I 

\ 



% 1 



igitized by Google j 



99 

Ì L 

VESCOVADO 

DI 

HlLDESHÉIM. 
Paragrafo I. 

• 

TUttc le Carte Geografiche del Ducato di Bra- 
unfch^eig comprendono, andhe il Vcfcovado di 
Hildeshcim. Se ne hanno però anche delle Car- 
te particolari. La prima fu difegnata da Giti: 
Gigas, e pubblicata da Gber. Wtt, e Pietro Scbehk i Qiie- 
ftd è molro chiara, e fl-condo le regole, ma vi manca- 
nò molti luoghi. La feconda hi fatta dal Con figlier Au- 
lico Giov. Criftiano Rofiììlbal, e dedicata al VefcovoGiu* 
feppe Clemente. Quella è bclliftìma, ed efatta ; è però 
divenuta raritlima ■. La terza fu difegnata da Gber. Ginfl. 
Arenboìd Segretario Elettorale di Braunfchweig , c fuin- 
cifa in rame dagli Eredi Honianniani Eflaè bella, ed e- 
latta i e potrebbe facilmente purgarfi da que' pochi difet- 
ti , che hai Nell'Atlanti di Germania è la Carta 117. 

§. z. 11 Vcfcovado è circondato da' Principati di Ca- 
lenberg , Vv olfenbuttcl * Grubenhagen , Halbcrftadt , c 
Lìineburg: confina anche colla Contea di Wernigerodc. 
La Prefettura di Hunddruck ne è feparata , ed è cinta 
da' paefi de' Principati di Galenberg, e Grubenhagen. La 
fua maggior eftcnfione da Levante a Ponente importa 
circa 10 , e da Settentrione a Mezzodì circa 8 miglia 
Geografiche . P 

$. 3, La maggior parte del paefe è molto adattato ali* 
agricoltura, perciò vi fi Coltivano il formentone, la fe- 
gala, l'orzo in abbondanza, e gran quantità dì lino, lup- 
poli , e frutti da giardino . Del beftiame bovino, e ca- 

' G a vai- 



10O WNE dell'impero TEDFSCO 

vallino ve n'è a iurhe lenza.; ma delle pecore, e de' porci 
ve n'è in maggior copia. La parte Meridionale del pae- - 
fi è montuofa ; i munii però fon coperti di bofehi di 
quercie buon illune, faggj , (raffini, e bettole; imperocché 
una gran parte della Forefta di Sollrng è comprefa nel 
Vescovado, come pure i fette monti, Sacàwaid, Hein- 
berg, Sundern , il bofeo di Hildeshcim, Efcbcrberg, II- 
ie, Verdcrhoiz , e Harnclerwald , Quantunque vi fiano 
alcuni monti ralì , e Iterili, pure anche quelli contengo- 
no delle buone cave di pietra, e d'/ fallì pregni di ter- 
rò, perciò vi fono alcune fucine di ferro. Il paefe è prov- 
veduto da alcune buone faline . Il fiume Lem: traverfa 
la parte Occidentale del Vefcovado , e predo Ruhte ri- 
ceve V Jnnfrfte, che nafte preflò Clauilhal nella Selva Er- 
cinia. Il fiume fufe nafee nella Prefettura diLiebenburg 
di là dal Convento di Heiningcn , e palla nel Principato 
di Luneburg. UOckr, che nal'ce nel Principato di Gru- 
benhagen bagna la parte Orientale dei Vefcovado ,' rice- 
ve YOcker, e palla nel Principato di Wolfenbuwcl. Non 
battano i pefei , che vi fi pefeano , 

§. 4. Il Vefcovado contiene S città, 4 borghi, e 234 
villaggj. La matricola della Nobiltà del 17^1 compren- 
de 75 Terre nobili, alle quali è anneflo il diritto d'in- 
tervenire all' Adunanze della Nobiltà , ed alle Diete . Nel 
numero degli Srati provinciali comprendoni : 1) Il Capi- 
tolo Cattedrale. 1) Le fette Collegiate della S. Croce, 
di S. Maurizio, di S. Michele, di S. Bartolommeo, det- 
ta Zur Sulze, di S. Andrea, e di S. Giovanni; 3) La 
Nobiltà ; 4) Le città di Peina, Elze, Alfeld, e Boke- 
nem. Il Principe convoca la Dieta, quantunque il Capi- 
tolo Cattedrale più volte abbia foftenuto, che vi fi ri- 
chieda il fuo confenfo. La Dieta fi fa ordinariamente a 
Capo d'anno nella Sala della Nobiltà in Hildesiwim. Il 
Cancelliere del Vefcovo ne fa l' apertura , e fa leggere iti 
pubblico le proporzioni del Vefcovo per mezzd di 1 'un Se- 
gretario ; Ciò fatto , ognuna delle 4 Claflì degli Stati 
provinciali per mezzo del fuo S ; ndaco fa un' ringrazia* 
mento al Vefcovo, afficurandóFo , che le propófaioni fa- 
ranno cìaraihate, e che gli Srati daranno la dichiarazio- 



Digitized by Google 



IL VESCOVADO DI HILDLSHEIM . JOl 

ne del loro fentimento. Poi i Deputali d'ogni ClaiTe V 
eliminano, e finalmente rifolvono. 

§. 5- In tempo della cosi detta Riforma, la maggior 
parte del Vescovado era in potere de' Duchi di Braun- 
fchweig e Lu'ncburg , che ne fpo^iiarono il Vcfcovo Gio- 
vanni , mefiò al Bando dell'Impero, e n'erano flati in- 
feudati dall'Imperatore . Quantunque quelli Duchi non 
promoveflero in quelli paeli la Riforma di Lutero, e che 
dall'altro canto vi follerò mefli degli ortacoli aliai forti, 
ciò non oilantc in breve tempo quali tutti abbracciarono 
la Religion Luterana , lo che fece anco il piccolo paefe, 
rimallo in potere del Vefcovo ; perchè i Vckovi accor- 
darono a* lóro Sudditi la libertà di Religione. Ciò non 
oilantc durante la guerra 'dì 30 armi i Predicanti Lutera- 
ni furono lcacciati dal cosi detto piccolo recinto del Ve- 
fcovado , e la Chiefa Luterana nel Rillrctto .maggiore 
del Vefcovado fa opprelfa , fino al 1643; nel qual'anno 
i Duchi di Braunfchweig e Luneburg mediante unTrat* 
tato lo refero al Vefcovado, con patto, che i Luterani 
per un certo rempo, e tra certi «limiti efercitaflèro libe- 
ramente la loro Religione. Mentre fi trattava la pace di 
WelHalia i detti Duchi s affaticarono d'ottenere, chele 
Reflazioni del mentovato accordo efprclfamente s' abolif 
fero, e che per confeguenza la Religione Luterana nd 
Vefcovado non folte *più rillretta a un tempo limitato, 
e le folTe accordata la medelìma libertà, che gode negli 
altri paefi foggetti a' Principi battolici ; lo che fu final- 
mente accordato . QiiaittXmajùe a! Cattolici follerò lafciati 
tutti i monaileri , pure fu loro proibito d'efercitare la 
Religion Cattolica in que' luoghi, ove nel J6>4 fi efer- 
citava la fola Religione Luterana . Tutto ciò fu conferà 
mato per il Receno Conùfbriale del 1651, e per il Re- 
ceffo del 171 1. Profetano J;t Religion Luterana tutte le 
città, la maggior parte della Nobiltà, e de' villaggi. Al- 
la Religion Cattolica aderifeono il Principe Vefcovo, Il 
Capitolo Cattedrale , i Monafteri , quafi tutti gì' Impie- 
gati del Vefcovo , una parte della Nobiltà , e molte per- 
ibne di città i» e di campagna . Nel cosi detto piccolo 
Recinto del Vefcovado non v'è Soprintendenza Lutera- 

G 3 



Digitized by Google 



J02 FINE DELL'IMPERO TEDESCO 

pa , e nel Recinto maggiore ve net fono 4, cioè 2 in 
Alfeld, e 2 in Bokenem. La città di Hijdesheim ha un 
proprio $òprintendcnte. 

§. 6. La Scuola principale della Lingua Latina è il 
Ginnaiio della città di Hildesheira. V è' lcarfezza di ma- 
nifatture e fabbriche . Vi fi tene del panno ordinario * 
della tela buona di linq , calze di lana , e lì la della por- 
cellana falfa , varj lavori di ferro , e s' imbianca la cera. 
Dal paefe s' ritraggono biade , legnami , luppoli , lana , 
porci, coltrati, filo, tela di lino, e fa le. 

$. 7. Il Y^fcovacip, di Hildesheim fu fondato neli'Szi 
dall' Imperator Carla Magno . Jl Vefcovo Bernardo f. ac- 
quilo , e4 unì al Vefcovado VPinzenhiu*g , Giovanni I. 
Peina , Sigefreco II. Dafl'el , Ottone II, VFoldenberg , e 
Henrico III. Schladcn. Il Vefcovo Giovanni IV. nel Ì5 j^r 
mofle guerra a Duchi di Braunfchweig e J^uneburg 4el- 
la Linea vecchia di Wolfenbù't|el e Calen{>erg, alla^ual 
guerra neiia Storia fi dà il nome di Disfida , o guerra 
di Hiidesheim o Vcfcoviie : ma nel 152 j egli fu roefib 
al Bando dell'Impero, ed i Duchi glj tolfero qUafi tutti 
i fuoi paci 1 , di modo che non glie ne rimale altro , che 
la Propofitura Cattedrale^ e le Prefetture di Srcuer\pald, 
Marienburg, e Peina, nel cui pofleflb fu, confermalo nell* 
accomodamento di Quedlinburg del 1523 , ed a cjuerti 
pochi Dominj fu dato il nome di Vefcovado rumore . I 
Duchi di Braunichvrcrg rimafero in poflefib del Vefco- 
vado maggiore fino al 1643 , nel qual' anno al Vefcovo 
Ferdinando ne fu, reftimjta la maggior parte mediante un 
Trattato , ed i Duchi di Braunfch^eig e Luneburg ri- 
mafero nel pofTeffo del cartello di Dachtmiflen, che pai; 
sò nella Linea di Celle, della Prefettura di Lutrer pref. 
fo il monte Barenberg , che fu dafa alia Linea di VPol- 
fenbftttel, e delle Prefetture di Coldingen, e Wefterho- 
fen , che furono incorporate al Principato di Calenberg ; 
i quali paefi però .fon riraafti feudi del Vefcovado di Hii- 
desheim . 

§. 8, L' Axxni del Vefcovado confiftono in unq feudo 
parritq, per metà rotto, e per l'altra metà d'argento , 
I| Vefcovo di Hildesheira ha il l«p luogo neMa Pietà, 

4* 



Digitized by Google 



IL VESCOVADO DI H1LDESHEIM . 10$ 

dell'Impero tra* Principi Ecclefiaftici, cioè tra'l Vefcovo 
d'Augulta, c quello dì Paderbona , come pure nel Cir- 
colo della Bada SaiTonia . Il Contingente fidato nella 
matricola Imperiale, per rapporto a tutti ipaefi, che fin 
da' tempi antichi vi furgnp comprefi, importa 18 uomi- 
ni a cavaljo, e 80 Fanti, oppure 536 fiorini ( Zecchini 
97 incirca): ma vi contribuifcc il Principato di Calen- 
berg fiqr. J3 (Zecchini g\ incirca), ed il Principato di 
Wolfcnbiittej fior. ^ , gr. 1 , pf. 6". ( tre quarti incirca di 
Zecchino). Per il mantenimento <\e\la Camera il Vefco- 
vado paga in ogni rata Riid. 72, Kreut. jSf (Zecchini 
24 incirca) e l'elettorato di Braunfchweig per la fua par- 
te paga Rifdat '2, Kreut. 25^ (poco meno di un Zec- 
chino ) t 

$. 9, M Capitolo Cattedrale è comporto di 41 Soggetti'. 
Elegge il Velcovo, governa il paefc. Sede vacante è il 
primo degli Stati provinciali del Vefcovado, ed ha delle, 
Rendite confìderabili . N 

§. 10. Il Vefcovado di Hildesheim conferifce 4 Cariche 
ereditarie di Corte. I Signori di Schwichelfeld fono Ma* 
refcialli ereditar) , i Signori di Veltheim Coppieri y i Si- 
gnori di Bock Scalchi , e dominimi . Effi vengono in- 
feudati di quefte Cariche , e de' Beni anneflfj dal Vefco- 
vo, come di feudi mal chi li. 

$. Il, I Vefcovi per lo più non rifiedono nc\ Vefco- 
vado, e amminiftrano il Governo del paefe per mezzo d' 
un Governatore , e del Coniglio privato . J^a Giuftizia c 
ammjniftrata dalla Cancelleria di Governo , c dal Giudizio 
jiulico , c^e ambedue hanna la 'Giurifdizion concorrane 
ideile cofe civili , mentre nelle cofe criminali la Giuri&U- 
cenza è della fola Cancelleria . Da ambedue queik Cor- 
ti può appellarli a 'Supremi Tribunali dell' Impero. Vi fi 
porta l'appello dalle città, dalle Prefetture del Principe, 
dal Giudizio della Propofitura Cattedrale , dalle Prefet- 
ture del Capii olo , e dalle Giudicature della Nobiltà • 
Gli affari de' Feudi fon amminiltrati dalla Cancelleria di 
Governo. 

La Giurifdizion Ecclcfiaftica, fopra gli abitanti Cattoli- 
ci è efercirata dall' Uffizialato % c per rapporto a' Sudditi 

G 4 Lu- 



104 FINE DELL'IMPERO TEDESCO 

Luterani dal Conci/loro provinciale , confermato nella pace 
di Weftfalia , e regolato da' Recali , fatti nel 1651, e 
171 1. Effo è comporto di 2 Configlieri Ecclefiaftici , e 
di 2 Laici della Religion Luterana, a cui s'aggiungono 
un Segretario, ed uno Scrivano dell'ideila Religione. Il 
Cancelliere del Governo Vcfcovile, oppure in fua affen- 
za un Configlierc del Principe v'interviene a nome del 
Principe , che vi ha il primo luogo , c voto ; non 
può ufare il Titolo di Prendente del Conciftoro , ed 
il fuo voto è limitato ne' cafì , che riguardano la 
Religione. Il Conciftoro s'aduna ordinariamente 8 vol- 
te 1' anno . La fua Giù ri Adizione fi il end e per tutto 
il Vefcovado , in virtù de' mentovati Receffi , è per 
confeguenza anco fopra le Prefetture di Peina , e Ste- 
uerwald , che fono parti del così detto Vefcovado mi-, 
nore : ma per rapporto a quefta Giurifdizione , quoti- 
dianamente nafcono delle controverfie tra '1 Conciftoro, 
e r Uffizialato del Vefcovo . La città di Hildcsheim ha il 
fuo proprio Conciftoro. 

§. il. Le Rendite Vefcovili fon amminiftrate dalla O- 
mera* Effe provengono da'Dominj Camerali, e dalle Re- 
galie, a cui s'aggiunge la fomma di danaro , che annual- 
mente vien accordata al Principe nella Dieta. Nella caf- 
fa provinciale, fottopofta all' Ifpez ione del Collegio delle 
Finanze, entrano la contribuzione, la Tafla delle Hufe, 
un'altra detta delle ftaja, un Dazio pofto fulie pecore, la 
tafla de' villaggi , e altri Dazj . 

§. 13. Il Vefcovo non tiene Truppe militari, fuorché 
una Compagnia di Fanti, che preiìdia la città di Peina ? 
ed un piccol numero d'uomini a cavallo. 

$. 4. Il Vefcovado comprende 

I. La Citta di Hildcsheim . 

Hildcsheim , Hildefia , detta 'da alcuni Bennopolis , anti- 
camente Hildenesbeim , città capitale dei Vescovado , fitua- 
ta fui fiume Innerfte in un terreno declive , e ineguale, 
è piiitrofto grande , e fabbricata all'antica, e lenza rego- 
la. E' divila nella città Vecchia, e Nuova, che .furono 
i*l ' , » uni- 

• 

f . ! 
'„ • ' Digitized by Google 



IL VESCOVADO DI MILDESHEIM. I05 

unite nel 158^ , ed in una terza parte , che chiamai! 
Freyhek , o fia Afilo , che dipende dalla Giurifdizione 
del Capitolo Cattedrale. Il Magiftrato colla maggior par- 
te della Cittadinanza profefla la Religion Luterana, ed 
il rimanente degli abitanti aderifee alia Religion Cattoli- 
ca . La Chicfa Cattedrale, eh' è de' Cattolici , è adorna 
di belle pitture, di apparati preziofi, c tra le lue rarità 
antiche trovali la famofa colonna , detta Irmenful , o fia 
Irmensaule, pofta avanti il Coro, ed in luogo dell'Ido- 
lo antico, in e(Ta vedefi una Ita tua della Madonna (1). 
Sopra il corridore v'è la fala della Nobiltà , dipinta mol- 
to bene a ir ci co , ove s' adunano la Dieta , il Capitolo , 
il Collegio delle Fi nanze , ed ov* e una Libreria . Preflo 
il Duomo v' è la Cancellaria , che anticamente fu la Re- 
fidenza Vefcovile, ed ora è abitata dal Governatore. Il 
Cortile del Duomo è adorno di viali d'alberi. In e fio 
trovanti alcune abitazioni de' Canonici, ed una Cappella, 

det- 

•e . . 1 1 1 1 1 1 1 » 1 

(1) Queft' Idolo rapprefentava un'uomo armato di rurto punto. Aveva 
nella Tua mano dritta una lancia con un lungo ftendardo nell'alto fregia- 
to <l una rofa , e nella manca una bilancia . Nel petto rapprefentava ut' 
Orlò, e lo Scudo che gli copriva il ventre aveva un Leone lotto d'una 
bilancia . Gli eruditi non vanno d' accordo riguardo al luogo ove fi ritro- 
vava queft' idolo. Crantzio lo pone in Herbourg nella Weftfalia ; luoyo 
che da Gregorio di Tours è chiamato Hermopoli . Altri aflerifeono che 
folle a Mrrrzburg fulla Saale. Il nome di Hermopoli impiegato da Gre- 
gorio di Tour* è fondato fulla credenza , che il nome appunto di ella 
Statua folTe di Hcrmetis Statua , e che rapprefentafle Mercurio ; iocchc 
non è vero. Poich'era una Statua del famolò Hcrmano , o limino Capitano 
ds'Gsrmhn] , famofo guerriero , chiamato da'Gcrmani nella lingua loro Armi- 
nio, il quale dopo la fua morte a motivo del fuo valore fu adorato, ed 
onorato qual Dio. Nella fteflà maniera i Vandali adoravano in Gadebu- 
fch li Dio Radagafto , creerà flato uno de* loro Re . Schediò riferifee 
uiv licrizione , che leggcvafi lotto quella ftatua cou quelle parole,, equi- 
valenti a quelle Teutoniche , che vi erano fcolpite . 

• % • f * • * * . • \ * 

DUX EGO GENTI S SAXONUM 
VICTORIAM POLLICEOR 
MB VE NERANTlBUS» 

Riguardo pef altro alte quefticni fepra quefta Jlcrizione vera lì la LiV 
fertaiione di Meibomio né Tomo 111. della fua Raccolta de£li Storici ci 
Germania . » 



Digitized by Google 



I06 FINE DELL'IMPERO TEDESCO 

detta Sclmflèlkorb , nella quale in certi tempi fi fa il Sci% 
vizio Divino , Ivi ritrovali anche il bel Collegio de' fu 
Gefujti che ha un bel falone. Il Ginnafio de' fu Gefuitr 
confifteva in 9 Claifi. La Collegiata della Santa .Croce 
c bella: I monafteri di S. Michele, e di §. Gottardo fo- 
no de' Benedettini . Sonovi anche una Certofa, un Con- 
vento, de* Cappuccini, e 2 Conventi di Monache . La Cok 
legista «di S. Giovanni fu disfatta nel 1547, ed i Cano, 
nici di efla fogliono per Io più eflèr Vicarj della Catte-* 
drale . I Luterani poiìeggono 8 Chiefe parrocchiali . La 
lorQ Ghie! a principale è quella di J5. Andrea nella città, 
Vecchia eh' è fervita dal Soprintendente di cittì, e pref» 
v fo la quale v'è il Ginrafìo Andreano, la cui bella fab- 
brica fu fatta a fpefe di Pietro Timpe. Quefto Ginnaftp 
è fornito à* una buona Libreria , accrcfciuta de' libri Ia- 
fciatili per tefta mento" dal Dottor Gehrke, e dalPaftorc. 
Lauenttein. La Chiefa di S. Andrea fu anticamente Col- 
legiata fino al 1542, nel qual'anno la Chiefa fu data a* 
Luterani, ed il Decano co* Canonici l' abbandonarono , e 
il ritirarono nei posi detto Afilo, ove abitano tuttora, 4 
vi s'adunano una volta 1* enfio, ienza frequentare il Cu- 
ro. La Scuola Latina di S. Lamberto della città Nuova 
non ha più di. z Macttri . Nel palazzo di città v'è la 
Chiefa, efetta dei Magiftrato , ove il Predicator del Ma- 
turato predjca in prefenza del medefimqt alcune volte 1' 
anno. Nella Cafa degli Orfanelli di S. Martino v'é una 
Stamperia . Gli Ebrei vi hanno una Sinagoga . Benché la, 
città Hhqva fia ftàta unita alla città di Hildesheim , che 
ora chiamafi città Vecchia, pure Ognun,* di effe ha con- 
fcrvato U fuo proprio Magiftrato, che dalla Cittadinan- 
za è eletto fui principio di ciafeun anno, ed ècornpofta 
di 2 Ordini , cioè delle perfone del Magiftrato , e de' 
Deputati delle Comunità, Prefetture, e Ma erranze . V 
è inoltre un Magiftrato , che foprintende agli affari co- 
muni d' ambedue le città , compatto de' membri dell'uno» 
e dell' altro Magiftrato . Ognunq de' Magiftrati efercita, 
la Giurifdizion Civile , e Criminale . Da quello della cit- 
tà Vecchia appeliafi o alla Cancelleria di Governo, op- 
pure al Giudizio Aulico ^ c dal Magiftrato della città, 



Digitized by Goo 



t 



IL VESCOVADO DI HILDESHEIM . 107 

Nuova s'appella in primo luogo al Tribunale della Pro* 
politura Cattedrale, e dipoi a' Tribunali fuddetti del Ve- 
scovo . La città di Hildcsheim ha il fuo proprio Conci- 
ftoro, a cui prefiede il Sindaco comune dell' una , e dell' 
altra città. Gli AJTeflbri fono il Soprintendente, z Pro- 
dicanti della città Vecchia, un'altro del)a città Nuova, 
i due più anziani Senatori della città Vecchia, ed il Se- 
natore più anziano della città Nuora. Il Segretario del- 
la città Vecchia tiene il Protocollo. La città fq del Du- 
ca Enrico Leone ; perciò la Cala Elettorale di Qraun- 
fchweig , e Lunet>urg ne l>a ancora Ja protezione eredi- 
taria, e vi mette una Guarnigione d'una Compagnia di 
Fanti, mentre il Magiftrato ve ne tiene 3 Compagnie. 
JLa città rifpetta il Ycfcovo come fuq Principe, quantun- 
que non gli prefti omaggio , ma la città Nuova preda 
«maggio al Propofto Cattedrale. Al contingente, che il 
Vefcovado paga all'Impero ed al Circolo, la città con- 
ti ibuifee la nona parte. Jl Magiftrato impone a' Cittadi- 
ni , e Sudditi i Dazj , gì' incafla , e gli fpende per il be- 
ne pubblico • Elio emana leggi , e decreti ec. Anticamen- 
te la città fu della Lega Anfeatica . Gli affedj , e pi eie 
l'offerte nel 1631 , e 34 le portarono un danno irrcpa- 
rabih? . « 

Nella vicinanza della città dalla parte di Levante v'è 
la Collegiata di $. Bartolomnyeo , detta Zur Stilze (alle fa- 
line, perchè vi furono delle faline) de' Canonici Regola- 
ri di S. Agoftino, ed in un monte vicino dalla parie di 
Ponente v'è la ficca Collegiata di S. Maurizio .Sul pen- 
dio di cotefto monte fu anticamente il cartello di Benne- 
burg , ed a piè del medefimo il borgo di Dammflecke* » 
ijiftrutto nel IJ39 Cittadini di Hildesheim , 

IL // Vefcovado Minore % così detto, 

m 

j. Peintf , città fui fiume Fufe in, una contrada ma- 
razzofa } che anticamente fu contata nel numero delle 
Fortezze « La maggior par re de* Cittadini aderifee alla 
Religion Luterana. Il Jtupadronato della Chiefa parroc- 
chiale Lutcran* è del Vefcovo . V' è un prefidio Vedo- 
vile 



Digitized by Google 



loS FINE DELL'IMPERO TEDESCO 

vile cT una Compagnia di Fanti. Neli'eftremità della cit- 
tà giace il cartello del Vefcovo , ed un Convento de' 
Cappuccini, con un fobborgo, detto Damm, abitato da 
molti merciaj, e Ebrei. La città efercita la Giurii'dizion 
Civile) e Criminale , ed ha il diritto d'intervenire alle 
Diete. Ciò che fi trova fcritto nelle Storie d'una Con- 
tea di Peina, e de' Conti , che ne prefero la denomina- 
zione, deriva dalla parola Comecia , mal intefa , Burchar- 
do , detto di Wolfcnbuttel , ed i fuoi figlj in un docu- 
mento del 1258 , confeflfano d'eifere flati intrudati dai 
Vefcovo, e dalla Gliela di Hildesheim nella metà di Pei- 
na , e della Comitia^ cioè della Giurifdicenza da eferci- 
tarli nella detta città . L'antica Cala di Wolfcnbuttel 
trovafi aver ufato talvolta la denominazione di Peina . 
L' Advocatus de Peina , di cui fe ne trova fatta menzione 
nella Storia , probabilmente ammrnillrò la Prefettura di 
Peina , perciò trovali anche chiamato talora col nome 
di Conte. La città fu più volte attediata nel 1523 , ma 
nel 1711 fu prefa lenza fatica dalle Truppe Elettorali di 
Braunfchweig . 

1. Le Prefetture del Principe. 

\yiLa Prefettura di Peina , confine per lo più in pia- 
nure fertiliflìme di biade, e comprende tra l'altre una 
^iantira grande , detta Lange Wiefe (Prato lungo). Si 
notàio-' 

(j) Groffen Solfcben, e Hobenbameln , villaggi e parroc- 
chie , le cui Chicle parrocchiali lòno le più ricche di 
tutto il Vcfcovado. 

(2) Rofentbal) Rofarum Vallis , villaggio con una Chic- 
fa parrocchiale Luterana, fu anticamente Piazza forte. 
La Tenuta che vi è della Cafa di Metternicht, è pofle- 
duta dal Convento di S. Michele . 
- . 2) La Prefettura di SteuerWald . 

(1) Steuerwald, la cafa ove rifiede la Prefettura , fìtua- 
ta fui fiume Jnnerfte, fu anticamente cartello, coftruito 
nel 1312 daP Vefcovo Sigefredo. 

(2) Himmelflbiir / anticamente Himdìfduri , Himedeflore, 

ec. 

■ 

Digitized by Google \ 



IL VESCOVADO DI HILDESHEIM . JOQ ■ 

ec. villaggio a pie del monte Krela , in una contrada a- 
mena. Anticamente vi fu un cartello di diporto, ove fi 
ibleva divertire il Vefcovo Giodoco Edmondo. 

(i) Ejcherde, Convento di Monache Benedettine, che 
ha il Jufpadronato della Chiefa parrocchiale di Crojfen 
E fc ber de . 

(4) Dingler , villaggio, nella cui vicinanza nel 1366 
accadde una Battaglia tra '1 Vefcovo Gherardo , ed il Du- 
ca Magno di Braunfchweig . 

3. La Propofitura Cattedrale. 

E' un Diftretto di 9 villaggi , fottopofti alla Giurifdi- 
zione del Propofto della Cattedrale. I villaggi fono Croff 
^germiffèn, Abfel, ltzum , o Jfem, ove è il paflaggio , 
detto Jjmer Pafs ec, 

4. La Prefettura di Marienburg , 

del Capitolo Cattedrale, 

* • 

« « 

Comprende 10 villaggi. Il caftdio Marienburg, fitua- 
to iull'Innerfte , ove rifiede la Prefettura, fu coftruito 
n-1 1349 dal Vefcovo Henrico, ed i Cittadini della cit- 
tà Vecchia di Hildesheim contribuirono alle fpefe . Tra* 
villaggi ritrovano* Ochterfen, Bxrricnrode , Detjxrt fui fiu- 
me Lamme ec. 

j. Le Tenute, e le Giudicature Nobili col 
diritto d'intervenire alle Diete. 



villa chiamafi AUrfcbalsbof y perchè idet- 
Marefcialli ereditar) del Vefcovado . Vi 



1) Fuori della Porta di Peina, che conduce a Braun- 
fchwvig, ritrovati una bella Tenuta de' Signori di Sch- 
V/icheld , la cui 
ti Signori fono 

appartiene il villaggio Klein-Ilfe , o llfede , che ha una 
Chiefa parrocchiale. 

2) Schwkhzldy Tenuta nobile, e villaggio con Chiefa 
parrocchiale , il cui Jufpadronato appartiene alia Cilie- 
gia- 



Digitized by Google: 



JIO FINE DELL'IMPERO TEDESCO * 

giata di S. Gottardo di Hildesheim* Di qui nafce la Ot- 
ti di Schwichcld, a cui fu tolta nei fecola XV. da'Du- 
chi di Braunfchweig e Limcburg in guerra, c quefti Ja 
venderono alla Gala di Oberg, la quale n'è tuttora in 
poflèflo * 

3) Oberg > Tenuta nobile, c villaggio con Chiefa par- 
rocchiale della Cala d' Oberg, che indi ripete la fua o- 
rigine * 

4) Gaienflédty villaggio grande coi! Chiefa parrocchia- 
le, c con 3 pofTeflioni nobili, appartici! alla Cafa diG*v 
dcnftedt, che nafce dà clTo. 

5) Gtoffcn-ìlfiy o JJfcde, Tenuta nobile, e Villaggio del- 
la Gala di Gadenftedt, poffeduta da' Signori di Sierftorf 
in qualità d'ipoteca. 

6) Equorei , Tenuta nobile , e villaggio de 1 Baroni di 
Hammerftein, con una Chiefa. 

7) Oedelem, o fia Qrblen , Tenuta nobile della Cafa di 
Konig 5 nei villaggio Oedelem , con Una Chiefa parroc- 
chiale , il cui Jufpadronato è del Capitolo di Lockura 
del Principato di Calenberg. 

8) Metlingen , Tenuta nobile , £ villaggio cori Chiefa 
parrocchiale della Cafa di Salder, pofTeduta in qualità d* 
ipoteca da' Signori di Woberfrìau. 

9) Kerrtm, Tenuta nobile de* Signori di Crafnm , nel 
villaggio Kemme, fornito di Gliela parrocchiale, il cui 
Jufpadronato è de' detti Signori, quantunque il villaggio 
non ila di loro. 

10) WeHdbaufen^ Tenuta nobile * e villaggio cori Chie- 
fa parrocchiale . 

11) Dirig-Elve, anticamente Elvede , Tenuta * C villag- 
gio della Cafa di Veltheirri , a cui è annetta la carica 
ereditaria di Coppiere dei Vefcóvado . 

il) 7 Beni di Rautenberg^ fpenta la Cafa de' Baroni di 
Frcnz , per la maggior parte fon palTati nella Càia de* 
Conti di Plettenberg. 



m. 



Digitized by Google 



IL VESCOVADO DJ HILDESHEIM. J1I 

l 

IIL // Vefcovado Maggiore , così detto , 

comprende 

i. Le Città che hanno voto nelle Diete. 

i) Alfdd , città fui fiume Leine , che vi riceve l'in- ( 
fluente Warne, il quale traverfa la città. Il primo Pre- 
dicante della Chiefa parrocchiale , il cui Jufpadronato è 
della Cafa Elettorale di Braurtfchweig per rapporto al 
Convento di Marienrode* ordinariamente è infignito del- 
la Carica di Soprintendente generale , e Configgere del 
Gonciftoro » Il Magiftrato ha la Giurifdizione civile , e 
criminale. Fuori della Porta, detta Holzerthor nel Cimi- 
tero fi aduna una volta Tanno tin Giudizio provinciale, 
e fuori della Porta, detta Leinethor, fotto i tiglj fi tie- 
ne un altro Giudizio dal Magiftrato , e da' Signori di 
Steinberg , Da quefta città è orionda la Cafa nobile di 
Alcfeld , che fiorifee adi' Olfazia . 

1) EIzjb , anticamente Aulica , città piccolà fui fiume 
Saale , che di lì a poco sbocca nel fiume Leine. £fTa 
efercita la Giurifdicenza civile, e criminale . La Cafa di 
Bock di VPulffingen vi poflìede Una Tenuta nobile, col 
diritto d'intervenire alle Diete, e nella villa fua efercita 
la Giurifdicenza civile. La città fpeflè volte è fiata dan- 
neggiata dal fuoco j per non rammentare i tempi più an- 
tichi, negli anni 1692, 1706, 1708, Ì734, c 174?. L' 
Imperatore Carlo Magno vi ebbe Un palazzo Regio, e 
nel 706 vi fi trattenne colla fua Corte. 

jp Boktnem, città piccola, il cui Magiftrato vi eferci* 
ta la Giurifdizione civile e criminale . Il Giufpadnonato 
della parrocchia è della Cafa Elettorale di Braunfchveig, 
a cui l' ha ceduto il Monaftero di Marienrode. Il Parrò* 
co per lo più è Soprintendente generale, e Configger del 
Conciiloro . I Signori di Cramm vi pofliedono una Te- 
nuta nobile col diritto d'intervenire alle Diete, V'è in- 
oltre un cafamento de* Signori di Wriesberg . 



Digitized by Google 



Ili • . FINE DELL'IMPERO TEDESCO 

%. Le Prefetture dei Principe. 

i) La Prefettura di Rubte , Ctuata fu' fiumi Leine , e 
Innerfte . 

(1) Ruhte, cartello bello, ove 1* Innerfte s'unifce al fiu- 
me Leine, è la Sede della Prefettura. 

(2) Sarfledt , città piccola full' Innerfte, ove i Baroni 
di Weichs pofliedono una Tenuta , che ha il diritto d* 
intervenire alle Diete. 

1) La Prefettura ài Poppenburg , fituata fui fiume Lei- 
ne, fu anticamente Signoria, acquietala ^ e unita al Ve- 
icovado dal Vefcovo Ottone. Il cartello, ove rifiede la 
Prefettura, giace fui fiume Leine. Comprende i villaggi, 
e le parrocchie di Burg-Stemmen , Norà-Stcmmen , e He- 
yerfen % nella cui vicinanza ritrovanfi delle faline, appar- 
tenenti alla Cafa di Brsbeck, ed il villaggio Mèk, ov'è 
una Stazione delle Porte Prufliane , ed in vicinanza v'è 
un monte, che contiene de' carboni fertili. 

<3) La Prefettura di Granau. 

(1) Gronau\ città piccola fui fiume Leine, con un Con- 
vento de' Domenicani . Sonovi 5 Tenute Nobili col dirit- 
to d'intervenire alla Dieta , due delle quali fono della 
Cafa di Bock di Wulffingen, una della Cafa di Bennig- 
fen , una de* Signori di Engelbrecht , ed un* altra delia 
Cafa di Campen . 

(2) Rautenberg) villaggio e parrocchia, ove il Capitolo 
di Gandersheim efercita WJudicium Cenfiticum y e vi ha il 
Jufpadronato . 

4) La Prefettura di Winzenburg, fituata fui fiume Lei- 
ne, è la maggiore del Vefcovado. Tra' molti monti, che 
vi fono, i così detti fette monti fono di maggior rilie- 
vo . Vi riefeono ottimamente i luppoli : ma fi maggior 
guadagno lo ritraggono gli abitanti da' legnami . Non è 
cofa peranco dtmoftrata , che Winzenburg lia ftata anti- 
camente Contea : è certo però , che il ricco Conte Er- 
manno il Giovine , il cui bi la volo fu un Principe della 
Baviera, abbia avuto la fua Refidenza nel diftrutto ca- 
rtello di Winzejiburg, onde la Prefettura ha prefo il no* 

me . 



Digitized by Google 



IL VESCOVADO DI HlLDESHfilM • IIJ 

me . Effo colla Tua conforte fu trucidato nel 1151, e 
non lafciò Eredi: perciò il cartello come Feudo va^nte 
fu occupato dal Vefcovado . I luoghi più notabili della 
Prefettura fono. 

(1) Lam faringe y borgo fui fiume Lamme, che nafce 
nell'orto della Badia de' Benedettini Ingléfi, che vi è . 
L'Abate efercita la Giurifdizion Civile nei borgo, ed ha 
il Giufpadronato della Chiefa parrocchiale Luterana di 
quefto luogo. 

(2) Freden, Fattoria delVefcovo fui fiume Leine, ove 
in un monte vicino fu un cartello fortificato. 

(3) Seble , villaggio, e parrocchia. 

(5) La Prefettura Bilder lab , che ripete il fuo nome dal 
caftelio Bilderlab , ove rillcde la Prefettura , ove nel mon- 
te vicino Heverberg fu anticamente il cartello di Wolden- 
fte/n, dirtrutto nel 1522 da' Duchi di Braunfch weig . Fu 
d'una Linea de' Conti di VPoldenberg . Il villaggio' Dah- 
Uim , o Dalem è un luogo antico . In GroJJhp-RiM:n ri- 
trovano* delle fatine . 

6) La Prefettura dì Woldenberg fuliiùime Innerrte, che 
anticamente fu de' Conti di Woldenberg. Fu unirà col - 
Vescovado dal Vefcovo Ottone, che fu l'ultimo Conte 
di detta Cafa. Si notino 

(1) L'antico cartello di Woldenberg, ove rirtede la Pre- 
fettura, è in un'alto monte. 

(2) Deerenburgy convento de' Monaci Ciftercienfi. 

7) La Prefettura di Liebenbarg , fituata full' Innerrte , 

è d'un eftenfione conrtdcrabile . I luoghi più riguardevo- * 
li fono: * . 

(1) Liebenburgy anticamente Levenborcby cartello nuovo 
in una contrada deliziofa . In luogo di elio fu antica- 
mente un cartello fortificato. 

(2) Salzliebenball , oppure Salzgitter , borgo, ove ritro- 
vali! delle faline d'un grand* utile, di dominio comune 
della Cafa Elettorale, e Ducale di Braunfchveig , eLu- 
neburg. Il luogo ebbe anticamente il nome di fexfiadt , 
o Vexfìaidt , e fu villaggio. Nel tempo, che i Duchi Mi 
Braunfchweig cran nel polTeflb del Vefcovado, le falmc 
recarono poco utile ; elfi perciò cederono tutto il loro 

Afe/». XXX11L H in- 



• ' Digitized by Google 



114 Fir.E dell' impero tedesco. 

intere ile al folo Duca Giulio , che il villaggio converti 
in borgo, e con gran fpefe riduflè le falinc a maggior 
perfezione. La fola fabbrica, detta Lcekhaus , gli cotto 
Rifdalleri nooo (Zecchini 7000 in circa). Quando di- 
poi il Velcovado fu reftituito al Vefcovo , la Cafa di 
JBraunfchweig , e Luneburg rlchiefe le fpefe fatte per il 
miglioramento delle faline , e non avendole ottenute , cf- 
fa n' è rimafta in polfello . Vorfalz è fobborgo di quefto 
luogo . 

(3) Rmgelheim, o Rtngelen, monaftero de' Benedettini 
con un villaggio, ov'c una Chiefa Luterana, è fituato 
fui fiume Innerite. Fu fondato circa Tanno 919, 0921, 
ed a principio fu Badìa di Monache. 

(4) Graubof , o S. Georg Klofter , e Reichenberg , fon 
Conventi poco dittanti da Goislar, de* Canonici Regola- 
ri di S. Agoftino. 

(5) heiningen, e Dorfledt , Conventi di Monache, con 
altrettanti villaggi. 

8) La Prefettura di Scbladen fui fiume Ocker. 'Appar- 
tenne anticamente a* Conti diSchladen, edefiendofifpen- 
ta quefta cafa, pafsò nel 1345 nel Dominio del Vefco- 
yado mediante il Vefcovo Enrico III. L'antico cartello 
di Schladen fu preflb Ohlendorf. Il caftello, e villaggio 
Scbladen , ove rifiede la Prefettura, giace fopra un'in- 
fluente, che poco dopo s'unifee all' Ocker. 

Al villaggio Burgtorf) ov'è una Chiefa parrocchiale , 
appartengono i campi di Warìe^ luogo da gran tempo 
diftrutto, ove fecondo gli avvifi letterari di Annovera 
del 1571 ne' foglj 11 e 20, fa il palazzo Imperiale di 
Werla , abitato dagl' Imperatori Enrico I , Ottone I , II > 
e III , e Corrado I , che vi adunarono delle Diete Im- 
periali : ove fecero foggiorno i Duchi di Saflònia della 
Cafa di Billung , ed ove i Principi , e gli Stati di Saf- 
fonia adunarono* per deliberare full' Elezione de' Regi 
Germania . E' verifimile , che il nome del villaggio B*rg- 
torf derivi dal mentovato palazzo Reale. Rovinato che 
fu il palazzo , o fia caftello , l' Imperator Enrico IV. nel 
ioSó lo donò inficine con Immenrode, e Gir ter , villag- 
gi che vi cran aunefii , al Vefcovado di Hildesheim . La 

Ca> 



Digitized by Google 



Il vescovado di hildesheim. itj 

Cafa fpenta di Burgtorf fu infeudata dall'Impero d'uni 
jiarté de' Beni, aùnéffi al palazzo Imperiale di Werla. 

Orum , anf icamenté Orebem villaggio con Chiefa f>aN 
focchiale fui fiume Ocker. 

gì Là Frattura di ViènènbtiY£ , fitùata fuj fiume Ócker / 
Comprende (blamente i due villaggi Viéimétirg^ e Lòcb- 
tum , in ognuno de' quali la Caia di Kouig poffìede una' 
Tenuta col diritto d' intervenir alla Dieta : 

io) La Prefettttrd di Hundefruck, è feparata dal rima- 
nente del paeie, cinta d'alcuni paefi de' Principati diCa- 
lenberg é Gnibenhagen E' una pane della Contea del 
la cafa fpenta di Daffel^ i quali, effendo la loro Coiv 
tea limata neli' afpfe contrade del boico di Solling , fu-' 
rono chiamati Col nome di Conti afpri (Rumgrafen). La: 
loro Contea pafsò nella Cafa Guelfa infame coli' eredi- 
tà di Nordheim, ed i Conti cercarono di fottrarfi ali* 
Superiorità Territoriale della detta Cafa , maffirhé qiiafr. 
do il Duca Enrico Leone fu meflb al Bando dèli' Impe- 
ro . II Conte Simone di Daflèl ,< ultimo della fua ftirpe { 
vendè il redo de' Beni pofleduti da' fuor antenati , cioè il 
caftello di Hundefdrack, é la città di Daflel al Ve/covo* 
Sigefredo di Hildesheim fui principio del fecolo XIV la 
qùal venditi fu confermata tiel ijió dall' Imperator Hen- 
rico VII. I luoghi più notabili fono: 

(i) HundefrUcky Ter^m €aninum , cafteÙo òtfè rifiede 
la Prefettura , fituato' in un alto dirupò . In poca diftàn- 
za fu l'antico caftello fortificato deU'iffeno nome. 
. (2) Dafely città piccola in una profonda valle full' in- 
fluente §puling,- che nella vicinanza della" città s'ùnifccf 
al fiume Éme. Sonovr 2 Tenute tìobfli, col diritto d' 
intervenire alle Diete , delle quali Fuha è della Cafa 1 di 
Raùfchenplat , e Y altra di quella di Hacken . . 

(3) Ma+k OHtndorfj borgo dWi(ò dai villaggio Olden~- 
éìorf rnediarite il fiumé Urne . Nel villaggio' v'è la Chie- 
fa parrocchiale, alla quale ^attiene anco .il borgo,- ei 
nell'uno, e nell'altro v'è ima Cappella . IiGSuroadroriato' 
della Parrocchia , e della Diaconia è deUa Cafa Èie* 
focaie di BrauhfchVeig , jter rapporto alla PrQPofitut^ 
dell* Collegiata di S;-Ale(&ndro ; di EinbcO. 



Digitized by Google 



11 6* FINE dell' impero tedesco . 

- V • > • • , 

3. Le Prefetture del Capitolo Cattedrale. 

• * • ......* 

1) La Prefettura di SteinbrUck è fituata fui fiume Fu- 
fe . II cartello di SteinbrUck , ove rifiede la Prefettura , 
^iace fuiriftcrto fiume. Il Vefcovo nel 1388 vi fabbricò 
un cartello . Hohen-Eggelfen è villaggio grande con due 
Gliele, Nel villaggio Grojf-Hinftedt riiiede un Soprinten- 
dente . 

2) La Prefettura di Wiedelah , è fituata fuil'Ocker, e 
Ecker. Il cartello di Wiedelah , in cui rifiede ila Prefet- 
tura, giace fui fiume Ecker. Nel recinto di querta Pre- 
fettura giace Woltingerode Convento di Monache Cirtcr- 
cienfi, che ebbe principio in un cartello de' Conti di Wol- 
denberg, ove erti lo fondarono. 

• • * 

4. Le Tenute , e Giudicature nobili , di cui 
è annejjo il voto nelle Diete. 

l) Gleidingen, Tenuta nobile, in un villaggio dell'irte/- 
fo nome fornito di Chiefa parrocchiale, e de' Signori di 
Rheden . V è una Stazione delle Polle , ove finilcono le 
Porte Imperiali, e cominciano quelle della Cala Eletto- 
rale di Braunfchweig . 

'%) BUdelem, nel villaggio del l' ifteffo nome, è de' Con- 
ti di Bulow, 

3) Bolzum, nel villaggio dell' ifteflb nome, è de' Conti 
di Plettenberg. • * 

4) Lobke, appartiene alla cafa di Metternichr. 

5) Rheden, due Tenute nel villaggio deli' ifteflb nome, 
è ce' Signori di Rheden. 

6) Bruggen, con un villaggio, fornito di Chiefa par- 
rocchiale, fui fiume Leine, è della Cafa di Steinberg , 
che vi polTiede un cartello belliflimo con una Chiefa. La 
cafa delle Porte, porta di là dal fiume Leine, appartie- 
ne alla Cafa Elettorale di Braunfchweig , nel cui terri- 
ri torio giace . I k co$ì detti fette monti arrivano fino a 
Priiggen. . ; 

•7) mfi ' 



Digitized by Google 



IL VESCOVADO DI HILDESHEIM . t tf 

7) Wifpenftein, con un villaggio, ov' è una Chic fa par* 
rocchiale, è della Cafa di Steinberg, che pofliede anclic 
Horfurriy villaggio, e parrocchia. 

8) Salz Detfttrt , borgo , e Tenuta Nobile de* Signori 
di Steinberg. Vi fi ritrovano delle buone faline. 

9) Harbarnfen y è parimente de' Signori di Steinberg , 
a cui appartiene anco Nette, 

10) Wrisbergboltenfen , o Wrisbergbolzen , nel villaggio 
dell' ifteflo nome, appartiene a* Baroni di Wrisberg, che 
vi hanno un bel cartello . Evvf anco una fabbrica bella 
di porcellana. 

11) Weflclm è parimenre de' Baroni di Wrisberg . 

12) Sellenflcdt, nel villaggio deiriftelfo nome della Ca- 
fa di Raufchenplat , ed è poflèduta in qualità di pegno 
da' Baroni di Wrisberg. 

13) Dótzum, appartiene alla Cafa di Benigfen . 

14) Almfcdt , con un villaggio, ov'è una Chiefa par- 
rocchiale, è de' Signori di Reden. 

35) Wehrftedty con un villaggio, è de' Signori di Sto- 
pler. 

16) Sack, con un villaggio, che ha una Chiefa par- 
rocchiale , è delle Baronelìe di Kiepen , 

17) Meimerbaufen , con un villaggio, è della cafa dr 
Konig. 

jS) Armenfctil, net villaggio dell'ideilo nome, è della 
Cafa di VPrisberg. 

Jo) Grojfen Heerde ^ nel villaggio dell' irte fio nome, ap- 
partiene a' Signori di Storren v 

20) Hcnekenrode , nel villaggio dell' ifteflò nome, ap- 
partiene a' Signori di Buchholz. 

21) Walmoden, 2 Tenute, ne' villaggi Alt* , e Neu-Wal- 
moderi, appartengono ad una Linea di Walmoden ; e 
JHeinde con un villaggio > come pure Liflringen , e la Te- 
nuta di Henrode , fono d'un ! altra Linea de' Signori df 
VPalmoden , 

22) Lecbftedt, con un villaggio , fornito di Chiefa par- f 
rocchiale,. e u / J 

23) Binder^ con un villaggio, appartenga alla Càfi^ 
di Sto pler.. 

H 5 243 ss- 



Digitized by Google 



1 1 § *JNB DELL' IMPERO TEDESCO , 

24) 5W^, è della Cafa di Brabeck, che vi poffied$ 
tin bel cartello.' 

' 15) Steinlàb, nel villaggio dell' ifteflò nome, e della 
Cafa di Haufs. 

26) Knieftedti 3 poderi nel villaggio dell' MetTo nome, 
che appartengono a' Signori di Kniefted, ftfei monte a 
piè di cui giace il Villaggio fuddetto, ritrovafi della bel? 
la pietra fpecolare. 

27) Flacbs-Stóckheim , con un villaggio, appartiene aU 
la Cafa di Schwicheld . In quelli contorni riefee ©tti- 
mamente il Imo. 

28) OJl'lMttcr^ appartiene a' Signori di Schwicheld. 

29) La Commenda di Weddingen^ o fja Weddie y appar- 
partienc alla Balìa di SafTonia dell'Ordine Teutonico , 
Fu fondata nel 1227 inGofsIar; ma dopo che nel 1297, 
c 1298 , e negli anni fulTeguenti la Commenda fece ac- 
fjuifto di moki campi della vicinanza dj Weddingen, fu; 
creduto meglio di trasferire la Commenda in, cotcfto luo- 
go. La Chiefa di quefto luogo è un anneflb della Chie r 
fa parrocchiale di Benché , il cui Giulpadroqatq è del 
(Commendatore. ' 

30) Webra^ o Werder, è de' Signori di Steinberg. 

31) tioppenfen^ e della Cafa di Da (Tel . Efsa ritrovafi 
nella parrocchia dell' iftefso nome, Subordinata alla Pre* 
fertura di Érichsburg dej Principato di Calenberg , 

32) Frìdericbsbauffn t'j nel recinto della Prefettura di 
HunHefruck, appartiene alla Cafa di Germcrfen, 

33) Garrmffen\ nel recinto della Prefettura $i Stein- 
bfuck, è della Cafa di Germerfen, che infieme colla 
Comunità del yillaggio GarmhTen eicrcita alternativamen- 
te il Giufpadronato fopra la Chiefa parrocchiale del vil- 
laggio. 

34) Abrbergen^ è de' Baroni di VPeichs. 

35) Le Tenute nobili di Banteln^ Bodenburg ^ BrHken- 
fen ì Eshecb, Limmet , Nsenbagen y Oelbev e Ròfling, fon 
comprefe nel numero Ide'Beni nobili di quefto Vefcova- 
ilo, quantunque fiano limate ne' Principati di Calenberg, 
c Wolfcnbutk 

% ». r . » * » : ■ . • 

X Y T 

IL 



Digitized by Google 



119 



I L 



DUCATO 



DI SASSONI A-LAUENBURG. 



Paragrafo I, 



Na Carta del Ducato di Lauenburg fu incita nel 



tunquc in molte parti fia buona, pure per la ma^uor 
parte è difettofa , ne comprende la Prefettura di Stcut- 
horft . 

§. 2, Il Ducato è circondato dal Ducato di Holftein % 
dal Vefcovado di Lubecca , dal territorio della città di 
Lubecca, dal Principato di Ratzcburg, da' Ducati diMe- 
cklenbur* eLuneburg, e da' così detti Qyattro-Paefi (Vier- 
Lande), di dominio comune delle città Imperiali diHam- 
burgo , e Lubecca . 

§. 3, Il paefe per la maggior parte è piano, che fecon- 
do la k>ntà de' terreni dividefi dagli abitanti in terreni 
da fomento, e da orzo, in arenolò, e coperto d'Erica. 
Generalmente parlando il terreno ha bifogno d'una cul- 
tura iniuftriofa, per rendere il 5, e 6. Vi fi coltiva mol- 
to lino. I bofchi fon confiderabiii , e rendono un grand" 
utile, arche per rapporto alle ghiande. Vi fi fcava an- 
che dela torba. Il beftiame è molto proficuo, e nelle 
terre ddla nobiltà lì ufa l'affitto delle vacche nell'ifteflò 
modo , che in Olfazìa ed in Mecklenburgo . Chi prende 
in affitD le vacche paga annualmente per ogni vacca 5, 
o 6 Riiialleri ( Zecchini re- fino a Zecchini 2 ) . Una 
parte ccnfiderabile del Ducato è fiutata full' £/£<*. Il fiu- 
me Bilie forma il confine tra quello paefe , e V Olfazia , 
e predò Amburgo sbocca nell' Elba . Il Steckenitz fa la 
comunicatone tra l'Elba e Trave, e per mezzo dichìu- 
fe s'è reto navigabile. A quello fiume non convien pro- 
priamente il fuo nome , fe non da Mò'llen fino a Lubec- 
ca; imperacene da Mqllen fino a Lauenburg ha ti no- 
me di Pchenaii, che nafee dall' unione degl' influenti Stei- 
nau, c Lirau. Il fiume Wackenitz proviene dal lago di 




Homann il Giovine , che q :sn- 



H 4 



Rat- 



Digitized by Google 



120 FINE DELL' IMPERO TEDESCO . 

Katzcburg, ed è navigabile, e predò Lubecca s' unifce al 
fiume Trave. I maggiori laghi del paefe fono, ii men- 
tovato lago di Ratzeburg, e quello che chiamali Scball- 
See, la cui punta Settentrionale è del Principato di Rat- 
zeburg, e la Meridionale del Ducato di Schwerin. Que- 
iìi fiumi e laghi fornilcono varie forte di pelei. 

§.4. Nel Ducato trovanfi 3 città, un borgo, e circa 
36000 perfone. Gli Stati" Provinciali confiftono nella No- 
biltà, e nelle città. Quantunque vi fiano 27 Tenute no- 
bili , 4 di quefte non lono fiate ricevute neir unione de- 
gli Stati Provinciali , c tra eflfi non hanno luogo <r voto 
nella Dieta. Le altre 23 , podedute da 13 cafe nobili , 
.hanno 25 voti . Le Diete folenni s' adunano in Buchen ; 
ma le Adunanze particolari fi fanno a Ratzebutg in una 
ftanza propria della Cancelleria di Governo. La Carica 
di Marefciallo del Ducato è della Cafa di Biix>w per 
rapporto al feudo di Gudow , a cui ciTa è anmfla . Il 
Marefciallo è anco primo ConfigHer provinciale, e ben- 
ché oltre di efTo vi dovrebbero cflfere altri 3 Configlicri , 
pure da alcuni anni in qua 2 di quefte Cariche non fo- 
no fiate rimpiazzate. Gli Stati provinciali hanno il Joro 
proprio Sindaco. I privilegi degli Stati coftano cai Re- 
ceffo provinciale di Lauenburg del 1702 , conferma- 
to in jutti i fttoi punti da' Re Giorgio I , < Gior- 
gio 11 

§.5. Tutto il paefe profeffa la Religion Luteraia . So- 
novi generalmente 35 Chiefe parrocchiali, e parecchie, 
fortopofte a un Soprintendente, ordinato dal Pincipc . 
Alla vifita generale delle Chiefe, che di rado fifa, in- 
tervengono uno de' membri del Governo, depimto dal 
Principe, che vi prefiede, il Soprintendente, qiello de' 
Nobili , eh' è membro del Conciftoro , il Pretftto per 
rapporto alle parrocchie del Principe della fua Prefettu- 
ra , il pofTefìòre del Giufpadronato per rapporto alle par- 
rocchie nobili , c nelle città un Deputato delk medefì- 
me. Le vifite particolari, che vi fi praticano da molti 
anni in vece della vifita generale fi fanno dil Soprin- 
tendente unitamente ed fuueriori di que'Juogii, ove fi 
fanno le vifite: fi fanno 3. volte l'anno in ojni parroc-. 

chia. 

> • - 



! 

Digitized by Goc 



IL DUCATO DI SASSONU-LAUENBURG . I2T 

chia. Nelle città vi fono delle Scuole Latine per laGio- . 
ventù ftudiofa. 

§.6". Non vi fono ne manifatture, nè fabbriche . Se- 
condo il calcolo fatto da un mio amico, Uomo abile 
ed efperto; s'eftraggono annualmente dal Ducato circa 
Jooo laft di fegala, 200 botti di burro ( la botte è di 
224 libbre), 450 quintali di cacio, 7000 (teine di lana 
( 70000 libbre ) , legnami per 20000 Rifdall. ( 6666 e f 
Zecchini in circa di Venezia). Pelei per alcune centina- 
ia di Rifdalleri . 

§. 7. Anticamente quefto paefe fu una parte della Sla- 
via^Tranfalbina , ed i fuoi abitanti, che fi annoverava- 
no tra gli Slavi , o Venedi Occidentali , per rapporto al 
loro foggiorno fui fiume Elba, ebbero il nome di Fola- 
beri. Enrico Leone, Duca di Sartbnia e Baviera foggio- 
gò anche quello popolo, e fi refe proprietario padrone 
di quel paefe . L'ingiufto Bando, a cui fu fottopofto 
dall'Imperatore, non ballava a tòglierglielo, perchè,non 
era Feudo dell'Impero. Ciò non oliarne ii nuovo Duca 
di Saflònia Bernardo cercò di foggettarfi anche querto 
paelè , e nel 1 1 S2 , quando il Duca Enrico fi trovava in 
Inghilterra , fece coftruire la Fortezza di Lauenburg , ado- 
prandovi i fatti del cartello d* Erteneburg , diroccato dai 
Duca Henrico; e quantunque il detto cartello fortificato 
forte dittamo da' Conti di Olfazia, Schwerin, e Ratze- 
burg, pure efli per ordine deir Imperatore furono coftretr 
ti a rifabbricarlo. Enrico Leone nel 1189 ne prefe pof- 
leflo, e lo fortenne inficine con tutto iì paefe contro il 
Duca Bernardo. Quando i fuoi figlj fi divifero fra loro 
i Dominj paterni, quefto paefe fu dato come poffcflìon 
ereditaria a Guglielmo di Luneburg. Non è però verifi- 
mile, che quelli ne fia arrivato all'attuai portèllo: im- 
perocché il Conte Adolfo di Olfazia ben torto fe ne re- 
fe padrone, e ne ottenne l' invellmira nel 1197 da En- 
rico Duca , e Conte Palatino. Ma neppure il Conte 
Adolfo ne rimafe padrone ; imperocché fu coftretto di ce- 
derlo nel 1203 a Valdemaro IL Re di Danimarca, per 
ricuperare la fua libertà . Il detto R.c ne fece Governa- 
tore il valorofo Conte Alberto d'Oriamunde figlio di ina 

*fo- 



Djgitized by Google 



Ili FINE DELL* IMPERO TEDESCO • 

ferrila . Ma allorché quelli nella battaglia dì Bornhovet' 
fu farro prigioniero dal Conte di Schwerin, gli cede nel 
1227 il paefe per il Tuo nìcatto. Il Conte di Schieriti 

10 diede al Duca Alberto di SafTonia in premio del foc- 
codo piccatogli nella mentovata guerra. Cotefto Duca 
fu per conleguenza il primo ad unire alla Aia cafa ilca- 
ftello, e paeie di Lauenburg, che non era per neflun ti- 
tolo attenenza del Ducato di Saflònia, già conferito a 
fuo padre. E ficcome i Principi di Anhalt non difendo- 
no da quefto Duca Alberto, ma bensì dal fuo fratello 
Conte Enrico il Graffo; ne fiegue, che nè anco effipof- 
fon fondare alcuna pretensone di fuccedervi fulla paren- 
tela, ie non dimoitrano d'eifere flati ricevuti a parte 
dell' inverti tura Imperiale. Fin dal tempo, che quefto pae- 
fe pafsò nel Dominio del Duca Alberto, è (lato Princi- 
pato, o Ducato particolare, i cui poflèflòri furono an- 
che chiamati col nome di Duchi della Batta SafTonia . 
La Cafa di Braunfchweig , e Liineburg non ha mai ri* 
nunziato a* diritti , che ha fopra quefto antico Dominio 
di Enrico Leone, ed i Duchi Guglielmo, e Magno nel 
1369 fecero un patto col Duca Erico di SafTonia Lau* 
ènburg, e ftabilirono, che fpenta la ftirpe di Lauenburg, 

11 Ducato ritornane nella Cafa de' Duchi di Braunfch- 
Veig, e Luneburg; per il qua! oggetto anche gli Stati 
di Lauenburg preftarono allora a 1 detti Duchi l'omaggio 
eventuale. Nel 16S9 fi diede effettivamente il cafo dell' 
cftinzione della ftirpe maichile di Lauenburg nella pedo- 
na del Duca Giulio Francefco; perciò il Duca Giorgio 
Guglielmo di Celle prefe poffeflò del Ducato, e nel 1697 
fece un'accomodamento coir Elettor di Saffonja, il qua- 
le per Tefpertativa accordata a'fuoi antenati dall'Inope- 
rator Maffimiliano I, vi avea delle pretenfioni , e che per 
quefta ragione era flato il primo a prenderne il poffeflò 
dopo la morte dell' ultimo Duca . Le ragioni , che avea- 
no i Duchi di Saflònia della Linea Erneftina , i Principi 
di Anhalt , i Duchi di Mecklenburg , la Cafa Elettorale 
di Brandenburgo , e gli Eredi Allodiali di Lauenburg, di 
afpirare alla fucceifione, fono ita te confutate con molta 
fodezza , ed erudizione nelle Vintici* Juris Brmfvktnfis , Ò 1 

< Zw- 



1 

Digitized by Google 



il PUCATO DI SASSONIA-UUENBURG . JZ$ 
IMneburgtnfis in Due atavi Saxo- Lauenburgicum , che nei 
1754 furono difefe a Gottinga da Federigo Filippo JStru- 
te, fotto laPrefidenza del Configlier Aulico Ayrer. Do- 

Rla morte del Duca Giorgio Guglielmo di Celle, il 
cato di Lauenburg fu devoluto all'Elettore Emetto 
Augufto di Braunfch ^eig , e Luneburg, a cui la Linea 
di BraunfchVeig-Wolfenbuttel cede nel 1706 il 4'ritto 
che avea d'edere a parte del polle Ho . Il Re Giorgio L 
nel 1716 fu il prirno della fua Cala a ottenerne l'i rive- 
tti tura Imperiale con luogo, e voto tra* Principi dell'Ini* 
pero nella Dieta. Il Re Giorgio II. vi riunì nel 1738, 
e ig la Prefettura di Stcinhorft, 

§. 8. Per rapporto a quefto Ducato il Re della Gran 
Bretagna ha luogo * voto non fojamente nella Dieta 
ma anche in quella del Circolo della Baila 
Saflbnia . Elfo per un mefe Romano dà 8 uomipi a ca- 
vallo, e 30 Fatiti, oppure fiorini 216 (becchini 39 e £ 
incirca), e per il .'mantenimento del Giudizio Camerale 
in ogni rata Rifdalleri 243 , Kreut. 43 f ( Zecchini 8* 
in circa). 

§. 9. Quantunque il Ducato Ha fubordinato al Coni- 
glio Privato, e Elettorale di Annover, nondimeno ha il 
Tuo proprio Governo, commetto del Bali provinciale, e di 
3 Configlieri. Ha parimente il fuo proprio Tribunal An- 
tico y che confitte in un Giudice, 2 Configlieri provincia- 
li, 2 ahri Configlieri Aulici, e 2 altri Aflcflbri , L'Ele- 
zione del Giudice di cotefto Tribunale ( che fecondo la 
prometta fatta dal Principe dovrebbe cadere in perfone 
della Nobiltà del paefe, e fpeciajmente (opra il Mare- 
sciallo provinciale ) , de' Configlieri Aulici , e di uno de- . 
gli Aflèflòri, appartiene al folo Principe, ed i 2 Confi- 
glieri provinciali , e V altro de' 2 A (Teflon fon prefent a ti 
dagli Stati provinciali, e confermati dal Principe. Dal 
Tribunal Aulico appellati al Supremo Tribunal d'appello 
di Celle, ove le caufe hanno V ultima decifione, giacché 
pel 1747 per rapporto a quefto Ducato laCafa Elettorale 
di Braunfchweig ha ottenuto dall' Imperatore un privilegio 
illimitato De non Appellando . Il Ducato ha finalmente an- 
co il fuo proptio Concifioro , cife confitte nel Bali prò* 



Digitized by Google 



124 WNB DELL' IMPERO TEDESCO. 

vinciate, come Prendente, in un'AfTeffore della Nobiltà, 
eletto da effa, in un Coniìglier Aulico, nel Soprinten- 
' dente, in un Predicante eletto da tutto ouefto Collegio, 
ed in un Aflèflbre, eletto alternativamente dalle città 
e la cui carica dura un' anno . Tutti quelli Collegi rifie - 
dono in Ratzeburg . 

§. io. Le Rendite del Principe provengono dalle Pre- 
fetture Camerali, e dalle Regalie. Gli Stati provinciali 
(non comprefe le loro perione, nè la Cittadinanza nel- 
le città) fono liberi dalla gabella, eccettuato qurf dana- 
ro che fi paga ordinariamente per il traghetto d'Arteln- 
burg e Dargau, e per il paflaggio fui ponte di Ratze- 
burg. La fomma della Contribuzion vien ordinata col 
confenfo degli Stati, che ne fanno anche la fpartizionc. 
La proporzione tra le lòmme parziali, che pacano le 
Prefetture, la Nobiltà, e le Città, è la feguente" 

* » 

Se la Prefettura di 
Lauenburg paga Risd. Ssl Pf. Zecch. 

A „ _ . 9 2 18 5 30 far. 

Allora Ratzeburg paga-- 60 32 — 20 in che. x 

Neuhaufs 5$ 34 5 Jg j Clr i 

Schwarzenbeck - - - j2 8 jy 1 j nc f rr . 

La Nobiltà io 9 i 9 7 3 6 f circ, * 

La città di Ratzeburg- 12 — — 4 j n cir. 

Lauenburg 8 42 8 2 e f chv 

* Mollai - 20 — — 6 ef in cir. 

413 5& 8 Zec.i37}cir. 

In' quella falla non è comprefa la Prefettura nuova men- 
te acquiftata di Steinhorfl. La Contribuzione ferve a pa- 
gare il Contingente dell'Impero, e del Circolo, e l'al- 
tre fpefe pubbliche . 

§. 11. 1 Paefi e Luoghi comprefi fono ^ 



» « 
.* 2 

- 1 



I. Le 



zed by Google 



IL DUCATO DI S ASSONI A-LAUENBURG . I25 

I. Le Citta, i cui Magiftrati hanno la 
Giuri sditone criminale, e civile. 

1. Ratzeburg ^ città fortificata in un' Ifola del lago pro- 
fondo, e grande di Ratzeburg, ove 2 volte la fettimana 
partono delle barche, che partano per il fiume VCackc- 
nirz, il quale nafee dal lago, e trasportano della gente, 
e delle mercanzie a Lubecca . Dacché nel 1693 * a c ^ rt ^ 
fu incenerita dalle bombe de' Danefi , le llrade fono (la- 
te rifabbricate fecondo le regole, e le cafe per lo più 
fon fatte all'Olandefe. Sul Mercato ritrovafi la Cancel- 
leria del Governo, ove s'adunano il Governo, il Tri- 
bunal Aulico, ed il Conciftoro. La Chiefa parrocchiale 
della città è amminiftrata dal Soprintendente del Duca- 
to, in qualità di primo Predicante. La Guarnigione abi- 
ta in baracche. Dalla parte di Nord-Weft, preffo il, la- 
go, ove le barche partono per Lubecca, v'è un bel paf- 
ieggio piantato di tiglj, e faggi, detto Belvedere. Una 
parte della città appartiene al Principato di Ratzeburg 
di Mecklcnburg-Strelitz , la quale farà deferi tra nel detto 
Principato . Il ponte che và verfo lo Stato Mecklenbur- 
ghefe è lungo più di 400 patti, e la fu a corruzione è 
col tata circa 10000 Ri iti ai Ieri di Lubecca. Quello ponte 
è mantenuto dalla città. Anticamente vi furono de'Con- 
ti di Ratzeburg . Il primo fu Henrico di Badewide . 
Qiiando il Duca Henrico Leone fu meno al Bando dell* 
Impero, e che il Margravio Alberto Orfo cercò d'impa- 
dronirfi del Ducato , egli fcacciò il Conte Adolfo d' Ol- 
fazia, ch'era del partito del Duca Henrico > e diede la 
Contea d'Olfazia a Henrico di Badewide . Quefti co- 
rretto a rendere la Contea d'Olfazia, ottenne la Wa- 
gria dalla madre di Henrico Leone, e dovendo anche 
reflituir quefto paefe al Conte Adolfo di Olfazia, il Du- 
ca Henrico Le^né V infeudò di Ratzeburg , e del paefe 
de'Polabi. I^io figlio Bernardo abbandonò il partito 
del Duca Henrico Leone, e ritornato che vi fu, gli ri- 
mafe fempre fedele. Il fuo figlio Conte Bernardo II. eb- 
be un figlio di nome Bernardo III, che morì giovine, e 



H6 FINE DELL* IMPERO TEDESCO . 

e fa l'ultimo della ftirpe de' Conti di Ratzeburg nel 
colo XIII. 

ì. Laticnbwg nel pendio d' un monte vicinò all' Elba 
ed al fiume Steckenitz. Molte cafe vi fon talmente fi- 
tuare, che la cima è nell'i (leiTa linea delle Arade, e al- 
tre cafe fon alcune braccia più alte delle ftrade. La cit- 
tà ritrae un buon guadagno dalla navigazione , e dal traf- 
fico delle biade, e de' legnami. Molte mercanzie, elicvi 
vengono fui fiume Elba, vi fi fcaricano per trafportarle 
a Lubccca fui fiume Steckenitz . Sul!' Elba vi fi paga una 
gabella , che forma una rendita di confidcrazione . Dell' 
antica Refidenza Ducale , fi t nata in un luogo elevato, efifte' 
ancora un'ala, ove rifiede la Prefettura di Lauenburg 
ed ove fi gode una bella veduta. Della fua prima ofigM 
tie, c delle fue vicende più antiche fe n'è parlata di 

I* Mólltn i città piccola , circondata per la mag- 
gior parte da 2 laghi , di cui e(fa è padrona. 11 fol- 
lo di Steckenitz, o fia l'influente Delvenau preffo Ha- 
nenburg voltafi verfo Ponente per Éraverfare il lago di 
Mòllen, La città è comporta di i6t cafe private, conf 
parecchie del pubblico , e del Principe . Efi*a fi gloria , d* 
efTcrvi il fepolcro , e altre reliquie del palazzo ingegnato 
Eulenfpiegel . La contrada della città ebbe anticamente 
il nome di Sadelbandia . Nel 1350 la città infieme còlla 
Giudicatura, che ne portava il nome, col Tribunal pro- 
vinciale, Territorio, elle comprendeva 20 villaggi fu? 
impegnata alla città Imperiale di Lubccca. Nel 1683; 
dopo un lungo proceffo la città fu refe al Duca di SaP 
fonia-Lauenburg . 

IL Le Prefetture del Principe . 

X. La Prefettura di Uatzihurg^ è lunga quafi j,- e Isti- 
ga 4 miglia , e contiene la Chiefa parrocchiale ;di San 
i Giorgio nel morite vicino a Ratzeburg, i^kprgo dìGrU- 

«4ir, villaggi 39, e 6 Fattorie del Principe? 

Tra* villaggi ritrovanfi le parrocchie di Berkenthien i 
BreiteafeM, Crummef, c Muftien. 



1 

Digitized by Google 



11 DUCATO t)I SASSONIA LAUENBURG. 1*7 
1» La Prefettura di Lauenburg ha circa 3 miglia in lun- 
ghezza , c larghezza , e oltre le Comunità di Obenbru'ck, 
Hohlenweg, e Unterberg , che s'attengono alla Chiefa 
parrocchiale di Lauenburg , 7 villaggi di terreno graffo 
e umido, 22 villaggi di terreno afeiutto, 6 Fattorie del 
Principe, e 2 altri cafamenti rurali, I luoghi più nota- 
bili fono: 

1) Artelnburg , Attelnburg, Atlinburg, villaggio con una* 
Chiefa parrocchiale fui fiume Elba , che vi fi varca con una" 
barca. Anticamente vi fu il cartello fortificato d'Ertene- 
httrgi dift rutto dal Duca Enrico Leone. 

2) Juliusburg 3 villaggio con una Fattorìa del Principe, 
ove fu una villa di diporto de 1 Duchi di Lauenburg. 

3) Franzhagen> villaggio con una Fattoria del Princi- 
pe, ove anticamente fu un cartello, e la Refidenza d' 
una Linea appannaggiata de' Duchi di Holftein-Sonder- 
burg, fpenta nel 1709. Il caftello è flato diroccato. 

^ 4) BUcben , villaggio , e parrocchia , ove s' aduna la 

5) Hitbergen , Johanwarden , Pótrau , e Liitau , villaggi , 
e parrocchie. 

3. La Prefettura di Neubaufs, eh' è comporta di 32 
villaggi , divili in 3 Giudicature . 

1) La Giudicatura di Neubaufi comprende 5 villaggi • 
In Neubaufs, villaggio e parrocchia fui fiume Elba, ri- 
trova fi il caftello, in cui rifiede la Prefettura, e che 
fervi di Rcfidenza al Duca Francefco Carlo. 

2) La Giudicatura di Haar , comprende 15 villaggi • 
tra* quali v'è il villaggio Haar, e Stapel con una Chiefa 
parrocchiale . 

3) La Giudicatura di Pimau contiene 12 villaggi, tra' 
quali ritrovanfi i villaggi Pimau , e Tribbckau* 

4. La Prefettura di Scbirarzenbeck e lunga miglia 27 , 
e larga 2. V'è un bofeo confiderabìle di nome Sacbfen- 
wald . Erta comprende villaggi 21,2 fucine di rame , ed 
una cartiera . I villaggi forniti di Chiefe parrocchiali fo- 
no Scbwarzenbeck j Brunftorf, Hobenborn> e Kuddewòrde . 

j. La Prefettura di Steinhrfi fu ipotecata nel 1574 da 
Francefco il Giovine Duca di Lauenburg ai Duca Àdol- 



Digitized by Google 



llS FINE DELL' IMPERO TEDESCO. 

fo di SchlefVig , e Holftein per la fomma di Rifdalleri 
,27000. (Zecchini 9000 incirca) La Linea Ducale diGot- 
torf nel 1661 a un'altro della Cafa di Wedderkop . Nel 
J738 il Duca di Holftein Gottorf rinunziò i diritti, che 
avéa fopra quefta Prefettura , all'Elettore di Braunfch- 
weig come Duca di Saflonia Lauenburg. Frattanto il Si- 
gnore di VPedderkop, che ne avea il pofleflo, cedèalRe 
. 'ài Danimarca il diritto di fuccedere nel pofleflo , onde 
avvenne, che quando dipoi il detto Wedderkop la vole- 
va allenare ad altri , vi ordinò un' Àmrniniftraziane, e 
pofe un prefidio militare in Stcinhorft. Quefto prefidro 
fu fcacciato dalle Truppe Elettorali di BraunfclWeig , 
che prefero pofleflo di Stcinhorft . La lite, che indi ne 
nacque, fu quietata nel 1739 mediante un accomodamen- 
to preliminare, e nel J740 per un accordo decifivo , per 
il quale la Cafa Elettorale di Braunfch^peig rimafe nel 
pofleflò della Prefettura , e la Danimarca ricevè una cer- 
ta fomma di danaro . La Prefettura è coperta di monti. 
Oltre il cartello di Stemborft y ove rificde la Prefettura , 
efla comprende 12 villaggi , tra' quali ritrovami le par- 
rocchie di Sandefneben^ e Siebenbàumen . 
■• • '• • . • • . 

1 IH. Le Tenute > e Giudicature Nobili: 
i. Quelle che hanno luogo e 'voto nelle Diete. 

, 1) La Cafa di Bulow pofliede 

(i) Gudow, Feudo, a cui è annefla la carica eredita- 
ria di Marefciallo del Ducato. Lo comprò nel 1470 la 
Cafa di Bùlow da quella di Zulc per la fomma di 4300 
fiorini d'oro del Reno, e nel 1471 fu infeudata nonfo- 
lamente di quefta Tenuta, ma anche della Carica di Ma* 
refciallo dal Duca Giovanni . Confifte propriamente in z 
Tenute, cioè in Gudovr, e Segran^ onde è , che vi fon" 
annerii 2 voti nelle Diete.' Comprende i villaggi, Gudow 
con una Chiefa parrocchiale, Befentbal , Bergbolz, Drii- 
fing> Gottin^ Grambtck) Lceflen , LeJjiwrade ^Rofentbal >So- 
pbientbal, Wajftrkrug^ e Zernekow. 

(z) Marfchacbt, Feudo , a cui è annefla la metà del 

vii- 



Digitized by Google 



- 



IL DUCATO DI SÀSSONIA-LÀUBNBURG . HO 

villaggio dell'iddio nome. (3) Prete», Tenuta allodiale. 

(4) Webningen , Feudo , che comprende il villaggio e 1* 
parrocchia dell' ifteùo nome. 

2) La Gate di Witzendorf poffiede 

(1) Zccher, Feudo, e FidecommhTo fui lago Scbtllfn. 
Quello lago ricchiffimo di pefei , che da Levante ftendefi 
a Ponente per lo fpazio di due miglia , quafi tutto è 
comprefo nel Ducato di Lauenburg , è per la maggior 
parte un' Attenenza di quefto Feudo , ed in quanto vi ap- 
partiene, chiamafi Buteniee, che comprende alcune I o- 
ktte, con quella maggiore, che è denominata di Zeclier. 
Son contenuti inoltre nel feudo i villaggj GroffZtcber, e 
Klein-Zecbtr , e la Fattoria di Marienjìedt. 

(2) Seedorf, Feudo fui lago Schallfee, a cui apparten- 
gono quelle porzioni del detto lago , che chiamanfi Set- 
dorfer See , Birmen See , KUcben See , coli* If$la che è gran- 
de , detta di Seedorf, che in eflb fi ritrova , il villaggio 
Seedorfy colla Chiefa parrocchiale , il villaggio Dargau , 
le Fattorie di Hackendorf> e Brefan, il cafale detto But- 
ze, eh* è per comodo della caccia , e due ville ruftiche 
in Stcrley . 

(3) Turoxr> Feudo fui lago Gdldenfee , che per metà è 
del feudo , ove appartiene anco la metà del villaggio 
KUin-Turow. L'altra metà del lago e del villaggio è del- 
la Tenuta nobile di Dutzow , dipendente dall' alto do- 
minio del Ducato di Mecklenburg. 

3) I Baroni di Bernllorf pofliedono : 

(1) Birnflorfy Feudo, onde nafee laCafa di quefto no- 
me. Vi appartengono una porzione del lago Schallfee : 
«letta Binnenfee di Bernftorf , il villaggio Hackendorf am 
Schallfee , e la Fattoria di iAltebiitte , ove in altri tempi 
fu una vetriera. 

(2) Stinttnburgy Feudo pofto in una ftrifeia di terreno, 
che inoltrali nel lago Schallfee, e che unifee colla Ter- 
raferma r Itola di Stintenburg. Il cartello è una fabbrica 
nuova e bella . Vi appartengono il villaggio La/Jan con 
una Chiefa parrocchiale, e la Fattoria di Tecbin. 

(3) Woterfen> Feudo, che comprende il villaggio Siebe* 
ne k ben fornito di Chiefa parrocchiale. 

Km. XXXUL f (4) 



Digitized by Google 



J3© FINE DELL' IMPERO TEDESCO. 

(4) JLanketty Feudo, a cui lbn annetti i villaggi Sami, 
Elmenborfi, e Grojf-Pampan . 

4) La Cafa di VPackerbart pofliede 

(1) Kogel, Feudo, che ha due voti nella Dieta , eflfen- 
do comporto di 2 Tenute nobili, delle quali l'ima è al- 
lodiale, e l'altra feudale. Il Re Giorgio II. ha accor- 
dato, che in qucfto Feudo s'intenda comprefa lafomma 
di 22500 Rifdal. (Zecchini 7500 ), da poterli ereditare 
dalle donne. Vi appartiene il villaggio Sterley , con 2ca- 
famenti in Salem , c (2) Tufcbenbeck , Feudo , che com- 
prende il villaggio tiorfiorf. 

5) La Cafa di Plefle poffiede 

(1) Barflborft, col villaggio dell' ifteflò nome , fornito 
di Chiefa parrocchiale, e (2) Daldor}\ col villaggio dell' 
ifteflò nome. N 

» 6) Niendorf fui lago di Scballfee , Tenuta «allodiale della 
Cafa di Hovel, a cui appartiene una porzione del lago 
Schallfec, detta Binncnfee di Niendorf, colla Fattorìa di 
Golden fe e , fui lago deli'iftelTo nome. 

7) Niendorf fui fiume Stcckenitz > è de' Baróni di AI- 
bedyl. 

8) Colpi* , o Culpn y Feudo de' Signori di Schrader, 
c,he ha anneffi i villaggi Colpin, e Gollnitz. 

- 0) Scbenkenberg , è della Cafa di Wettken. 

10) Muffe*, è della Cafa di Dannenberg , e compren- 
de i villaggi MUjfen, e Niirfau . 

lì) GUlzau, è de' Conti di Kielmanfegge . Confitte in 
3 ville Nobili, e vi appartiene la parrocchia Gtilzau, co- 
gli altri villaggi Collatt, e Borfe* 

J2) LUdersburg, colla parrocchia dell' ifteffo nome, fi- 
tuata fui fiume Elba , è Feudo della Cafa di Wittorf . 

x. Le Tenute Nobili y che non hanno voto 

nelle Diete . 

Le prime quattro delle pofleffioni, che fieguono, di- 
pendevano una volta dall'alto Dominio delia città di 
Lubecca . 



Digitized by Goo 



IL DUCATO DI SASSONià-LAUENBURG . t J 1 

1) Caftorf, con un villaggio, che appartiene alla Ca* 
fa di Hamerftein. 

2) Blieflorf, con un villaggio , eh* è della Cafa di So- 
den . 

3) Grinau, villaggio annetto alla Tenuta nobile di Treu- 
thorft , fituàta nei Ducato di Holftein. 

4) Rundsbagen, con un villaggio, appartiene a' Signori 
di Toden. 

j) Dermien, Fattoria, poflèdura da' Signori di Werpup; 
• • ^APPENDICE 

DEL PAESE DI H A DEL N. 

BEnchè il paèfc di Haiti* non fia comprefo nel Duca- 
to di Lauenburg pure fu pofleduto una volta da' Du- 
chi di Saflbnia Laùenburg, ed ancor di prefente dal Su- 
premo Tribunal di Hadeln appellafi al Governo Lauen- 
burghefe di Ratzeburg, perciò mi lembra quefto eflfere il 
luogo opportuno d'aggiungervi la deferizione di coietto 
paele in forma d'Appendice. 

Il paefe di Hadeln è fituato fui fiume Elba, e confi- 
na col Ducato di Brema , e colla Prefettura di Ritze* 
buttel appartenente alla città d'Amburgo, ha circa z mi- 
glia in lunghezza, e larghezza. Il fiume Medcm> che la 
traverfa, e di là eia Otterrtdorf per 3 chiufe entra nelT 
Elba, nafee dall' unione de' fiumi Gofche, edAue, che* 
unifeono pre(To Ilienworrh . Gli altri fiumi lofi piccoli ; 
non mancano però d'etfer utili, agli abitanti del paefe - 
Contro T innundazione il paefe è difefo da un lungo ar- 
gine. Vi fi ritrovano circa ■ 47700 abitanti, e quantun- 
que vi fiano de' terreni arenoft , c marazzofi , ciò non o- 
ft ante per la maggior parte il paefe è fertilitfimo, e ab- 
bondante di biade , frutte d' alberi , beftiame, e pefee . 
Gli abitanti furono foggiogati dall' Impera tor Carloma- 
gno. Ne' tempi confecutivi fu fottopollo il paefe a' Con- 
ti, e Margravi di S rade, e finalmente pafsò fotto i Dur- 
erà di Saflbnia Laùenburg, quantunque non fia (lato in- 
corporato a coteflo Ducatele fw rimatta provincia di* 

I 2 ftùj* 



Digitized by Google 



131 FINE DELL* IMPERO TEDESCO. 

ftinta. Spenta la Cafa di SafTonia- Lauenburg , l'Impera- 
tore fcqueftrò il paefe di Gadeln, il qua! fequeftro durò 
fino al 1731 , nel qual'anno il paefe pafcò nel Dominio 
Elettorale di Braunfchweig , ed il Re, e Elettore Gior- 
gio II. gli confermò tutti i fuoi privilegi , e la fua pri- 
miera coiHtuzione . Fin dal 1526 gli abitanti proiettano 
la Religion Luterana. Vi fi ritrovano generalmente 10 
Chiefc parrocchiali, amminiftrate da 26 Predicanti, fi*. 
bordinati a 2 Soprintendenti , i quali una volta Tanno 
5' adunano fotto la Prefidenza del cosi detto Conte . Il 
paefe confitte in 3 Stati provinciali , de'quali il primo 
forma il paefe alto (Hochland), il fecondo il paefe baf- 
fo (Sietland), ed il terzo la città d ? Atterndorf . I due 
primi Stati fon divifi in 12 parrocchie , ognuna delle 
quali é fottopofta ad un Pretore , ed a 2 , 3 , o 4 Sca- 
bini. Il Pretore cogli Scabini amminiftra la Giudicatura 
delia parrocchia fecondo le Leggi comuni del paefe, ed 
in Ottendorf il Giudizio fi fa dal Magiftrato fecondo le ' 
Leggi delia città . Gli altri Tribunali fono , il Giudizio 
Concifloriale , che fi fa una volta il mefe in un giorno di 
Lunedì ; il Giudizio Provinciale di Hochland , che fi fa 
dopo il Giudizio Conciftoriale nel giorno di Martedì; il 
Giudizio de Quattro ( Viergericht ) di Sic-Land, che fi fa 
nel giorno di Mercoledì; il Giudizio Supremo , che fi fa 
ogni Giovedì , e che dura finché gli altri Tribunali fon 
finiti; il Tribunal d' Esecuzione , che s'apre dal Conte ogni 
Venerdì , ed in aflènza del Conte da' Miniftri fubalterni ; 
il Tribunal Supremo della Città , che fi fa nel Sabato di 
quella fettimana , in cui il fa il Giudizio Conciftoriale , 
ed il Giudizio Supremo d'appello della città , che fi fa ne* 
giorni di Sabato , in cui fi apre il Tribunale di città . 
Dal Giudizio Supreme, e dal Tribunal Supremo d' appel- 
lo di città appellafi al Governo Lauenburghefe di Ratze- 
burg, e dal Conciitoro può appellarfi per modo di fup- 
plica al Governo Elettorale di Annovera. E* permeffo 1" 
appello al Giudizio Supremo d'appello di Celle, trattan- 
do fi d'una fomma di 400 Ri Ida! Ieri. (133 Zecchini in- 
circa) Il così detto Conte (Grefe) creato dal Principe, 
e che per lo più fuol eflèr il primo Configlierc del Go 

ter- 

1 



Digitized by Gòogle 



IL DUCATO DI SASSONFA-LAUENBORG . 

vernò di Brema e Verden, è Prefidente di tutti i Triba» 
nali di quello paefe, e amminiftra folo le cofe di fem- 
plice Governo . Elfo però non è a parte delle {porrate 
de' Tribunali , fuorché di quello dell' Esecuzione . Il Prin- 
cipe crea inoltre un Direttore de' Tribunali , che in af- , 
fenza del Conte ha la prefidenza ne' Collegi , e ammini- 
ftra la Giuftizia, ed un Prefetto, che è Affeflorc di tut- 
ti i Tribunali , e amminiftra le cofe Camerali . 

Ogni 12, ed al più 14 anni il Conte inficine con tut- 
ti i Miniftri delle Giudicature, e col Magiftrato di Ot- 
terndorf fa la taf a della contribuzione da pagarfi da ogni 
abitante per le fue pofleffioni v e fondi. Finché dura il 
tempo della tafla, pagaf? la Contribuzione taffetà, ben- 
ché i fondi de' contribuenti frattanto fi fodero peggiora- 
ti. La contribuzione vi rende ordinariamente 10000 Rjf- 
dallcri (3333 Zecchini incirca). Il Direttore de* Tribù* 
nali incafta la contribuzione, che ogni Cittadino paga per 
i fuoi averi . La Contribuzione de' Contadini vien incaf- 
fata dal Prefetto , Il Principe vi ha anche delle Decime, 
c varj Beni Camerali . Il paefe è efentato dal Contin- 
gente dell' Impero , e del Circolo , non paga uè gabelle > 
né carta bollata . 

Siegue la deferizione d' ognuno de' 3 Stati di qucfto 
paefe . 

I. // Primo degli Stati. 

Detto anche paefe alto (Hocbland, oppure Landfchaft) 
c comporto di 7 parrocchie fornite d'un terreno grafo, 
c fertiliflimo, le quali fecondo il loro rango fono le fc- 
guenti : 

1. La Parrocchia di Allcnbrncb , o fia Oldenhrock, a cui 
s'attengono tutti coloro, che abitano tra Wordingfacker 
fino a Groden , e Altenwalde . Il borgo d' Altenbrucb , 
che vi è comprefo , é grande , e ben fatto , ed è fornito 
d' un Porto . 

2. La Parrocchia di Uìdingwortb , ftendefi dalla Fatto- 
ria di Franzenburg fino a Doringworth . Il borgo di £*« 
iingvrortb è bello . 



f 34 FINE DELL' IMPERO TEDESCO. 

3. La Parrocchia di Nordtleda, ftendefi dal fiume Em- 
mclkc , e Wettern , c comprende il borgo mediocre di 
Kortlcda . 

4. La Parrocchia di Ncnenkirchtn , fituata tra'l fiume 
Medem, e Doringworth , contiene il picco! borgo di A*- 
uenkireben . ♦ 

5. La Parrocchia d' Oftcrbruch , comprende le abitazioni, 
fituate tra la Barriera del confine , e V argine , detto 
Uthwall . 

6. La Parrocchia d! Ofierende , Otterndorf , comprende 
que' cafamenti rurali, e abitazioni, che relativamente al- 
la città d' Otterndorf fon polli verfo Oft , Nord Oft, e 
Sud Oft fino alla contrada , detta- Behlumerbaum ; quali 
fono il fobborgo, p fia la ftrada lunga, la Tenuta Nobi- 
le di WallingsbUttcl , poffeduta in qualità di Feudo mafeo- 
lino dalla Cafa di Klenken , eh' è la loia Cafa Nobile , 
che vi fi fia domiciliata; Marienihal, Tenuta del Princi- 
pe, il villaggio Mardorp ce. La parrocchia è incorporata 
a quella d' Otterndorf. 

7. La Parrocchia di Weftercnde Otttmdorf , comprende 
tutte le cale , che per rapporto alla città d' Otterndorf 
trovanfi verfo Ponente di là dal fiume Medem . E' incor- 
porata alla parrocchia d' Otterndorf . 

IL // fecondo degli Stufi, o fia Si» land 

( Paefe baffo ), è comporto di 5 parrocchie fornite d' 
un terreno magro, che fecondo il lpro rango fono lefe>- 
guenti : 

1. La Parrocchia di Wcfitrihlionworth , o fia Ihlionworth- 
Wefter-Ende, e 2. La Parrocchia di Oflerihlionvrorth , o lt>- 
iionirorth-Ofler-Ende , hanno una Chiefa comune: e 3. La 
Parrocchia di Strinati: e 4. La Parrocchia di Wanna^ com- 
pofta de* villaggi Ofter- , e Wcjler-Wanna , e SUderkda. 

5. La Parrocchia di Odisheim. 

III. Il terTfi degli Stati è 

' * 

Qttendorf, città fui fiume Medem , che in quello luo 

• : So 



Digitized by Googl 



IL DUCATO DI SASSONIÀ-LÀUENBUHG. 135 

go s'unifce all'Elba. Comprende circa 400 fuochi, un 
cartello del Principe, abitato dal Contee, ed ha un Por- 
to comodo per le navi piccole. Il fuo Magiftrato è com- 
porto di 2 Borgomaftri , 6 Senatori , un Segretario. Fuo- 
ri della città v'è una Fattoria del Principe. 

ILVESCOVADO 

Di LUBECCA. 

Paragrafo I. 

IL Vefcovado di Lubecca è fìtuato in quella parte del 
Ducato di Olfazia, e Holftein , che anticamente eb- 
be il nome di Wagria. La Sede Vefcevile da principio 
fu in Oldenburg, città d' Olfazia, ove fu fondato il Ve- 
fcovado dall' Imperator Ottone I. per promuovere la con- 
vezione de! Venedi , che abitavano allora coterte contra- 
de . L* anno della fondazione è incerto : è però vcrifimi- 
le il fentimento di Gebbardi , che la riffa all'anno 048 . 
(Marcone Cancelliere d'elfo Imperator Ottone vien ripu- 
tato per primo Vefcovo di querta Sede , la quale fu in 
feguito occupata da' di lui SucceflTori , llambcrro, Ben- 
none, Meinero, Abelino . Quell'ultimo fu contempora- 
neo del pio Godefcalco , i cui figliuòli fecondati da un 
sì buon Principe fecero rifiorire la Religione Criftiana in 
tutto il Paefe ) Adalberto Arcivefcovo di Amburgo nel 
1058 di fua propria autorità, e fenza il confenfo dell' 
Imperator Enrico III. divife quarto Vefcovado in 3 di- 
dimi Vefcovadi, cioè in 'quelli d' Oldenburg, Ratzcburg, 
e Mecklcnburg. Il primo ebbe fine nell' anno iÒ56, quan- 
do i Venedi cftirparono il CrifHanefimo in cotefla con- 
trada; e fu riftabilito nel 1149 dal Sacerdote Vice lino O 

con- 



C) Quello Pre'ato, di cui la Chiefa ne celebra fa fetta , mori nel imi- 
ed ebbe per fucceflore Giroldo , il quale fu l' ultimo in quefta Sede . Poi- 
che appunto Enrico il Leone Signor di Lubecca , e della Wagria , Yedea* 
do Io (tato florido di quefta città , ve la traslatò » e ri fece fabbricare la 
Chiefa di Maria Verg. ore fondò il Capitolo • 



Digitized by Google 



136 FINE DELL* IMPERO TEDESCO . 

conkcrato Vcfcovo da Hartvico Arcivefcovo di Bre- 
ma, il quale nel 1151 ne cercò J'inveftitura da Enrico 
Leone Duca di SafTonia , e la ricevè a Luneburg , dopo 
cflere flato rimproverato, per aver ufato il nome di Ve- 
fcovo d'Oldenburg, fenza il confenfo del Duca. Circa V 
anno 1158 fu rilohito dal Duca di trasferire la Chiefa 
Vefccvile d'Oldenburg a Lubecca, ove fu confagrata nel 
1164. Dopoché il Duca fu meflò al Bando dell'Impero, 
il Vefcovo di Lubecca cercò V immediata dipendenza dall' 
Impero, e l'ottenne. La Riforma di Lutero fu già in* 
trodotta nel Vefcovado fotto il Vefcovo Enrico di Bo- 
cholt, e fu promofTa dal Vefcovo Detlevo di Reventlau, 
che confeguì il Vefcovado nel 15 55 , e da'Vcfcovi fuc- 
cefTori, onde nel 1561 ottenne il fuo intero compimen- 
to. Nel 1586 i Capitolari elelTero per la prima volta un 
Vefcovo Principe dcUa Cafa di Holftein Gottorf , dalla 
quale effi non fi difeoftarono più nell'elezione. Efla in- 
ficine col Capitolo fece tutto per impedire la fecolariz- 
zazione del Vefcovado, e oer riconofeenza il Capitolo s* 
obbligò ad eleggere, o poftulare 6 altri Veicovi fuccefli- 
vi della Cafa Ducale di Holftein Gottorf, dopo la mor- 
te del Vefcovo Regnante, e Duca Giovanni y e del fuo 
poftulato Coadiutore Duca Criftiano Alberto. Nella pace 
di Wcftfalia del 1648 la Chiefa Luterana fu conferma- 
ta nel poflèflo di cotefto Vefcovado . Nel 1 66 7 il Coad- 
iutore poftulato, Duca Criftiano Alberto nel trattato di 
Gluckftadt fatto tra effo, ed il Re di Danimarca Fede- 
rigo III. promife di voler impegnarfi preftb il Capitolo, 
acciocché s'obbligaffc ad eleggere i fuoi Vefcovi alterna- 
tivamente della Cafa Reale , e Ducale , dopo che aveller 
goduto quello carattere que'Principi della Cafa Ducale 
ai Gottorf, determinati ncll 1 accordo del 1647. Già che 
l'accordo del 1647 fi terminò nell'Elezione del Vefcovo 
Adolfo Federigo , dipoi Re di Svezia , o almeno nella 
poftulazionc del di lui fratello Duca Federigo Augufto, 
Vefcovo ora Regnante, il Capitolo s'è fervito della fua 
piena libertà nel 1756 a' 4 di Ottobre , poftulando per 
Coad/utore del Vefcovo il Principe Federigo figlio delfc-, 
condo letto di Federigo V. Re di Danimarca, 1 

}. 2. 



«j 



Digitized by Google 



IL VESCOVADO DI LUBECCA • 1}J 

§. 2. Il Vefcovo di Lubecca è Principe dell' Impero , 

Juantunque tra' Principi il Tuo luoger non fia nè fulla 
anca de' Laici , nò fu quella degli Ecclefiaftici , ma ben- 
sì fulla panca tranfvcrfa, inventata per quefto Vefcovo, 
e per quello d' Ofnabriick , quando fi dà il cafo , che 
quefti fia Luterano. Il Vefcovo ha anche voto tra'Prin- 
cipi nella Dieta delia Baffo SafTonia. Per un mefe Ro- 
mano paga 36 fiorini (Zecchini 6~ incirca di Venezia), 
ed al Giudizio Camerale in ogni rata Rifd. 40. Cr. 24^. 
(Zecchini 13} incirca) L'Armi del Vefcovado confitto* 
no in una croce d'oro in campo azzurro, coperta d'una 
mitra Vefcovile. 

§. 3. La Chiefa Cattedrale è nella città Imperiale di 
Lubecca , ove però il Vefcovo non ci comanda niente . 
Il Capitolo Cattedrale è 



mana , aderifeono tutte alla Chiefa Luterana . Il Deca- 
no della Cattedrale è eletto alternativamente dal Capito- 
lo, e dalla città di Lubecca. 

$. 4. In Eli t in, ove rifiede il Vefcovo, ritrovanti an- 
ello la Cancelleria di Governo, la Camera delle Rendi- 
te, ed il Conciftoro . Le Rendite del Vefcovo (limanti 
di 16000 Rifdal. (Zecchini 53 33- incirca di Venezia), 
a cui s'aggiunge altrettanto dell'entrate, che i Vefcovi 
ritirano dalla Cafa di Hoiftein-Gottorf . Le Rendite del 
Própofto afeendono à 5000 Rifdai. (Zecchini \666\ in- 
circa ) • 

$. 5. Il Vefcovado comprende 

I. La Rjtfidcnx* d'Entin. 

Etitin^ anticamente Vtine. Lat. Utinam , o Oitininm , 
città piccola, in una vaga filiazione fopra un lago ric- 
co di pefee . Il cartello della Refidenza Vefcovile fu co- 
ftruito dal Duca , e Vefcovo Augufto Federigo , dopo 
che nel 16 89. 41 vecchio fu confumato dal fuoco: erto fu 
migliorato dal Duca e Vefcovo Criftiano Augufto, clic 
vi ageiunfe un giardino deliziofo. La Chiefa parrocchia- 
le della città è Collegiata Luterana . Quello luogo fu 

dato 



Digitized by Google 



I 



3 3.3 FINB dell' impero tidesco 

dato nel 1155 dal Conte Adolfo di Holftein e Schauen- 
burg al Vcfcovo Geroldo pér la mediazione del Duca 
Henrico Leone. Fu dichiarata città dal Vcfcovo fuddet- 
to, il quale vi fece coftruire una cafa per fuo comodo. 
11 Vefcovo Giovanni di Dicft nel fecolo XIII. la dotò 
de' diritti di Lubccca. (1) 

IL Li Tnftttwrt Vtf covili . 

1. 1 La Prefettura di Eni ìn , nel cui recinto conipren- 
donfi laghi 21 , pefchiere 22, mulini 5, fattorie 5. La 
Prefettura è divilà in 4 Contadi, che fono 

1) li Vefcovado, che comprende 12 villaggi, tra' quali 
¥ J è la parrocchia di Bofau. 

2) La Parrocchia , che comprende 10 villaggi. 

3) Il Contadi di Rotbcnfand , di 8 villaggi , tra' quali 
rrtrovanfi le parrocchie di Neakirshen , e Lente , o fia Ma- 
Unte. 

4) Il Contado di Rtdlingflorf che comprende Bnjendorf. 
Annot. Il Vefcovo è padrone della Tenuta- nobile e li- 
bera di Beufs, un'ora di ftrada dittante da Eutin. 

2. La 

»#BfcSg ' . , 1 ' « 1 - . -! ggsgg ■ sai 

(1) Fontano Storico di Danimarca dice nella Tipografìa di quefìo Re- 
g vx) , eh' £urìn , non eifendo ancora eh' un Villa ggio ne' tempi d' Adolfo 
li. Duca d' Hollìcin (verfo Tanno ntfo. ) ricevette una Colonia d'Oliati- 
defi, che l'abbellirono. Braun eziandio nella detenzione delle Città (par. 
5.) afferifee, ch'Adolfo II. fondatore di quefìo luogo, diede il Calici Io, 
• trecento arpenti di terra al Vefcovato d'Oldenburgo fondato dall' Impe- 
radore Ottone I. l'anno 9$ 1. e che in virtù di quella Donazione, il Ve- 
fcovato di Oldenburgo e/Tendo flato trasferito a Lubccca , quefto Caftello 
divenne la principal refidenza de' Vefcovi . Eflendofene impadroniti i Lu- 
bccchelì, Criftiino III. Re di Danimarca lo refritui a'Vefcovi, ed al Ca- 
pitolo con cene condizioni . Oltre il lago referito dall'Autore v'ha un 
parco, e vi era una Collegiata con un Capitolo di dodici Canonici. En- 
rico di Rantzow Governatore dei Re di Danimarca parla nella fegueme 
maniera d' Eutta ne' fuoi Elogj delle città . 

<Arx Oitinenfis darà e/t Primaria Sedes , 

£tt« Lubecenfis Prt/ulii effe folet . 
Inclytus Hol/atU Ctmei banc confiruxit sAdolpbui 

J$ui quondam ijiius nominis alter erat . 
Idem eiiam parvam juxta arcem condidit urbem 

%4tque bui* jms propri *m Municipale dedit . 



Digitized by Google 



IL VESCOVADO DI LUBECCA . IJO 

%, La Prefettura di Scbwartau^ o Kaltenhof, che com- 
prende, l) Le ville Kaltenbof y e Owendorf 2) II borgo 
di Scbwartau fui fiume dell' ilteflò nome, che di lì a po- 
co s'unifee ai fiume Trave. 3) Cinque villaggi, tra* qua- 
li v'e la parrocchia di Rcnfefeld. 4) In certo modo vi 
appartengono anche le Tenute libere di Rubber florf , 4 
Netienbo}\ fottopofte per altro a* loro proprie t arj . 

Annot. I Vefcovi della Caia Ducale di Holilein-Got- 
torf fono flati anche finora padroni delle Tenute allo- 
diali di Lenfaen 9 col villaggio dell' ifteflb nome, di òie»- 
iorfy c Miìncben-Neverjiorf. 

» 

III. 1 Beni del Capitolo Cattedrale. 

Dalla Giurifdizione del Capitolo dipende quafi tutto 
quel Distretto, che chiamali Holfienort , e Travemiimder- 
w'mkel. I poderi, che vi fono, vengono pofleduti da gen- 
te libera in qualità di feudi , di modo che il Capitolo 
fe n'è riferva to il Dominio diretto, e ne ritrae un cer- 
to annuo canone, e altre rendite. I villaggi, che iìeguo- 
no fon del Capitolo. 

1 . La Giudicatura grande comprende 22 villaggi , tra' 
quali v' è la parrocchia di Genin , una delle polfcilìoni più 
antiche del Capitolo , a cui appartiene anco la Chiefa 
parrocchiale di cotefto villaggio , come pure quella di 
Hamberge . 

2. La Giudicatura di Hubberfiorf comprende 4 villaggi. 

3. Alla Prebenda di Schaumburg appartengono 2 vil- 
laggi. 

4. I Vicarj o fia Cappellani del Duomo della parte 
di Schaumburg poffiedono 11 villaggi, 

5* I Vicarj o fia Cappellani della parte di Oldenburg 
polfcggono villaggi 7, tra' quali ve ne fono 3 della Col- 
legiata di Eutin , che però pagano la contribuzione al 
Capitolo Cattedrale . 

■» » . • . 

f • • • . 



IL 



Digitized by Google 



14<5 FINE DHZ'fMPERO TEDESCO 

IL PRINCIPATO 

DI S C H W E R I N. 

E' quali del tutto circondato dal Ducato di Schwe- 
rjn , e confina in qualche parte colle Signorie di 
Wiiinar , e Roftock . La fua lunghezza imporra circa 5 
miglia, e la fua larghezza iy. Fu anticamente Vefcova- 
do, l'ultimo de* 3 Vefcovadi, fondati da Hcnrico Leone 
Duca di Saflònia, e Baviera. Fu eretto nel 1170 nella 
città di Schwerin, onde ha la denominazione. Nella pa- 
ce di Weftfaiia del 1648 fu convertito in Principato fe- 
colare dell' Impero , e ne furono infeudati i Duchi di 
Mecklenburg-Schwerin , che per rapporto di cito hanno 
luogo e voto tra' Principi nella Dieta Imperiale , e nei 
Circolo della Baffa Saflònia . Il Principato dà per un 
mefe Romano 6 uomini a cavallo , e 6 Fanti , oppure 
fiorini 96 y (Zecchini 17^ incirca) e per il mantenimen- 
to della Camera Imperiale Rifd. 81 Krcutzer 14- (Zec- 
chini 27 incirca). Comprende 

L Le Cina. 

BUtzo , città piccola con un cartello , che fu la Refi* 
denza de'Vefcovi di Schwerin , onde il Vefcovado più 
volte ne portò il nome. La città fu confumata dal fuo- 
co nel 1697, e -7'$ .• Sotto il Governo del Duca Fe- 
derigo Guglielmo molti Francefi Calvinifti vi fi domici* , 
liarono, e v'introduflcro varie manifatture. Il Duca Fe- 
derigo nel 1760 vi fondò un* Univerfità . 

2. Wabrien , città piccola , che non deve confonderli 
con Wahren nel Ducato di Mecklenburg Guftrow. 

3. Scbelffe, o Ncujìadt , città piccola tanto vicina alla 
città , e Refidenza di Schwerin , che ne fembra eflere 
una parte, quantunque fia una città didima, avendo il 
fuo proprio Magiftrato. Il Duca Federigo Guglielmo nei 
3705 diede varj privilegi a chi era venuto a ftabilirvifi. 

II. Lt 



Digitized by Google 



IL PRINCIPATO DI SCHWERIN . 141 



II. Le Prefetture del Principe. 

t. La Prefettura dì Bhtzo , che ripete la fua denomi- 
nazione dalla città fuddetta comprende 14 Tenute, 4 
mulini, e 15 villaggi. 

2. La Prefettura ài Rhiin, la cui denominazione deri- 
va dal Convento Nobile delle Damigelle di Rbiin 9 e com- 
prende 4 Tenute , 2 mulini , e 9 villaggi : 

3. La Prefettura di Wabrien , che riliede nella città 
dcU'ifteflb nome deferi tto di (opra, e contiene 3 Tenu- 
te, un mulino, e 4 villaggi . 

III. Sedici altre Tenute Nobili , ec. 

IL PRINCIPATO 

DI RATZEBUR.G, 

E' circondato da'Ducati di Saffonia-Lauenburg , e Mo 
cklenburg-Schwerin , e dal territorio della città Im- 
periale di Lubecca ; Aendefl per miglia 3 in lunghezza , 
e 2 in larghezza, e quali da per tutto il Tuo terreno è 
fertile di grani; onde è, che la coltura de' campi, e del 
beftiame è ivi la principal occupazione degli abitanti. Il 
Principato ripete la fua origine da un Vefcovado , fonda- 
to nel 1058 da Alberto Arcivefcovo di Amburgo nella 
città di Ratzeburg, convertito poi nella pace di WclTfa- 
Ita del 1648 in Principato fecolare dell'Impero, di cui 
ne fu infeudata la Caia Ducale di Mecklenburg -Sdwe- 
rin per compenfazione della città diVFifmar, e delia Pre- 
fettura di Poi , e Neu-Klofter , cedute alla Corona di 
Svezia, di modo che la detta^ Cafa per rapporto a que- 
llo Principato ha luogo e voto tra' Principi nella Dieta 
Imperiale , e nel Circolo della Rafia Saflonia . Etto dipoi 
è p affato nella Cafa di Mecklenburg-Strelitz mediarne 1* 
accordo di Amburgo del 1701 . Per un mefe Rumano 
dà un uomo a cavallo , e 3 fanti , oppure 24 fiorini f 

* 

i 



» 



1$2. FtNB DELL* IMPIRO TEDESCO 

(Zecchini 4y incirca) c per la Camera Imperiale in ogni 
rata Rifd. 67 , Kr. 54I . ( Zecchini iz\ incirca ) Negli 
ultimi tempi la Cafa di Mecklcnburg-Strelitz da quello 
Principato, e dalla gabella di Boitzenburg , che importa 
9000 Rifdnlleri ( 3000 Zecchini incirca ) ha ricavata la 
ifomma annua di 46000 Rifd. (Zecchini 153337 incirca) 
Comprende 

. ì ■ ■ 

1. La Prefettura di F^at^eburv , 

■ 

• 

1) Il recinto detto del Duomo , ed il luogo , detto 
Palmberg y preffo la città di Ratzeburg . Neil' accennato 
recinto ritrovali la Chiefa del Duomo, nella cui vicinan- 
za v'è la Cancelleria Ducale di Governo . Sopra il cor- 
ridore del Duomo fono 2 ftanze , ove s' adunano i Mi- 
niftri delle Rendite , e del Conciftoro Ducale . Sonovi in- 
oltre alcune cafe, in cui la gente 4i fervizio Ducale han- 
no l'alloggio libero ^ Palmberg è uno fpazio vado di fi- 
gura quadrangolare; piantato di tiglj , con una Cafa det- 
ta de' Signori. 

2) La Giudicatura di ScMagftorf, che comprende 

(0 Baeck, un compleffo di cafe, la cui maggior parte 
confitte in mulini da battere il rame . (2) Scbiagftorf , 
villaggio con una Chiefa parrocchiale , e con una Fatto- 
ria . {]) Le Fattorie di Kòmnitz^ Neuhof y Ghjf-Molzabn y 
c Wietingsbaek. (4) Lankow^ Scblagbriigge >-e Meckow , fon 
villaggi con piccoli laghi , e nell'ultimo ritrovafi anche 
una Fattoria . (5) Zieten , villaggio con una Chiefa par- 
rocchiale , e con un lago . (6) Altri 9 villaggi . 

3) La Giudicatura di Rttpenftorf ( propriamente Terra 
Boitinienfis) comprende 

• (1) Boitin Refiorfy villaggio. (2) Ruptnftorf> villaggio. 

<J) Lauen , e WahrftiW , villaggio con Fattorie , il pri- 
mo de' quali ha un pjccol lago. (4) Le Fattone di Lent- 
fckoWy e Lockvrifch con un lago piccolo. (5) Undici altri 
villaggj. (6) Horfiy Tenuta nobile col villaggio Oidenbttrg. 
(7) Torri/hrfy Tenuta nobile. 

2. La 



1 



Digitized by Google 



IL PRINCIPATO DI RATZEBURC 14} 

* * * • * ' * 

1. La Prefettura di Scbdtìberg. 

1) Scbónberg) borgo ove rifiedc la Prefettura in imea- 
Hello vecchio, già abitato da' Vefcovi di Ratzeburg. 

2) Selmflorf, villaggio con una Chicfa parrocchiale , e 
una fattoria. 

3) Zarnowcnz, Bar dome k. , BluJJem , Menztndorf con un 
piccol lago, e Rabenjlorj\ fon villaggi con fattorie. 

4) I villaggi Grojf- y e Klein-Sicms , l'ultimo de' quali 
ha un lago piccolo. 

5) Altri 17 villaggj. 

6) Herrenburgy villaggio con Chiefa parrocchiale. 

7) I villaggi Mannbagen^ Panie*, Waìksfeldi , e la fat- 
toria di Hammer , fono di h dal fiume Srcckenitz , in 
vicinanza di elfo. 

8) Benn$en y villaggio , e Dodow , Tenuta nobile, fon 
circondate dalla Prefettura di Boitzcnburg di Mecklen- 
burg-Schwerin. ■-..«'. 

3. La Prefettura di Stove. 

3) Stove > cartello antico, in cui rifiede la Prefettura. 

2) Carlow, e Demern, villaggi con Chiefc parrocchia- 
li, l'ultimo de' quali comprende una fattoria. 

3) Altri 8 villaggi, e le fattorie di Klein-Riirm> cReg- 
glien con un lago*. 

IL PRINCIPATO 

DI BLANKENBURGv 
Paragrafo I. 

• 

SI trova meglio difegnato nella Carta degli eredi di 
Homann, che rapprefenta il Principato di Halberftadt . 
E* fituato parte nel recinto della Selva Ercinia, e parte 
avanti d'entrarvi, ed è circondato dalla Signoria diDe- 
cnburg, dalla Contea di Regenftein, dalla Prefettura di 

Giìn- 



Digitized by Google 



I 

J44 FIKB dell'invero tedesco 

Gunthersbefg del Principato di Anhalt, dalla Contea di 
Stollberg , dalle Prefetture d' Ilfeld e Benkenftein , dal 
Principato di Wolfenbuttcl , dalla Prefettura d'Elbinge- 
rode di Grubenhagen, e dalla Contea di Wcrnigerode . 
La fua lunghezza importa circa 3 miglia, e la fua lar- 
ghezza dalla parte più meridionale arriva a 4 miglia, e 
nell'altre parti per lo diù non è molto maggiore d'un 
miglio e mezzo. 

$.2. La parte Settentrionale fuori del recinto della 
Selva Ercinia è comporta d'un terreno adattato all'agri- 
coltura, di cui fcarfeggia la maggior parte del Principa- 
to, fituata nella Selva fuddetta; quefta mancanza in par- 
te è compenfata da ottimi bofehi, marmi belli, e aliai 
duri, che adopranfi in varie forti di lavori, e minerali 
di ferro . Della famofa caverna fe ne darà qualche rag- 
gualio nella Prefettura di Stiegc . Una gran parte del pae- 
fe è traverfato dal fiume Bodc. 

$.3. Anticamente quello paefe fu Contea , nata da' 
Beni, de' quali erao proprietarj gli antenati de' Duchi 
di Braunfchweig e Lùneburg: in quefta era compre fa la 
Contea di Regenftein o Reinftein, che in appretto ne fu 
diftaccata. Poppone il più antico che il fappia de' Comi 
di Blankenburg, ebbe 3 fìglj, cioè Reinardo, che mfat- 
to Canonico di Halberftadt , Sigefredo Conte di Blanken- 
burg , e Corrado Conte di Reinftein . La dipendenza di 
Corrado fi fpenfe nel fuo nipote dell' ifteflò nome . Sigefredo , 
ed Enrico fìglj di Sigefredo fondarono due Cafe , il primo quel- 
la di Blankenburg , ed il fecondo quella di Reinftein , 
una Linea della quale fu la Cafa di Heinburg , che fi- 
nalmente diventò padrona di tutta la Contea , dopoché 
pattata la metà del fecolo XIV. fi eftinfero le Cafe di 
Blankenburg, e Reinftein. Finalmente nel 1599 fi fpen- 
fe tutta la ftirpe nel Conte Giovanni Ernefto , e per con- 
feguenza il Duca Enrico Giulio prefe poflèffo della Con- 
tea di Blankenburg, come di a^6U^O vacante. Quefta fu 
data nel 1690 al Duca appannaggiato Luigi Ridolfo, e 
nel 1707 fu dall'Imperatore dichiarata Principato dell' 
Impero, che fin dall'anno 1731 è poflèduto dalla Cafa 
regnante di Braiinfchweig-Wolfenbuttel . 

§.4. 



Digitized by Googl 



IL PRINCIPATO DI BLANKENBURG. I4J 

5.4. Per rapporto a qucflo Principato, al Duca Re- 
gnante di Braunfchvrag-Wolfenbuttcl non è flato per- 
anco accordato luogo e roto tra* Principi nella Dieta 
Imperiale, ha però tralafciaro d' attenerli al Collegio de* 
Conti di Weftfalia. Se la Dieta del Circolo della Baf- 
fa S adoni a ri toni alfe a praticarli , a quedo Principato vi 
farebbe fenz* altro accordato un voto Principefco. BJan- 
kenburg , c Reinftein pagarono fiorini 24 per un mefe 
Romano, ora il Principato di Blankcnburg paga foltan- 
to iz fiorini. 

$.5. Dal Collegio del Configlio privato di Braunfch- 
Weig vien amminiftrato il Governo <H quello Principa- 
to, che però ha la fua propria Cancelleria di Giuftizia, 
onde fi può appellare a' Tribunali dell'Impero. Edo ha 
parimente il Tuo dipinto Conciftoro, onde non può ap- 
pellarli al Con ci fioro di Wolfenbuttel , ed il fuo Soprin- 
tendente alle Chiefe del Principato, non è fubordinato 
a verun Soprintendente Generale. 

$. e*. Il Principato contiene 2 città, e 4 Prefetture. 

* » * 

L La Citta, e Prefettura di Blankenburg. 

1. Blankenburg, città, eh' è la Sede della Cancelleria 
di Giuftizia, del Conciftoro, e della Soprintendenza del 
Principato. E 1 fituata a piè del monte, in cui fiede il 
cailello Ducale. 

2. I villaggi HUttcnrode , Kattenjledt , Wienrode , e Tim- 
tnenrod* con Chiefe parrocchiali . • 

% IL La Prefettura di Hamburg . 

Comprende i villaggi, Hamburg , e Benzingerode , con 
Chiefe parrocchiali . Il caftello di Heimburg da gran 
tempo giace rovinato. 

, III. La Prefettura di B ó rnecke 

Confifte nel villaggio B'órmcke^ ov'è una Chiefa par- 
rocchiale, e nel villaggio HUttsn. 

Nnm. XXX ìli. K IV. La 



t+6 ttm dell' impero xeimogC}. 

IV. La Prefettura di St'iege . 

i. Haflelfelde, città piccola nella Selva Ere ini a con una 
Cafa per comodo delle cacce del Principe. 

a. I viaggi $ù<g* y diradi , D/mk^ki* , Tame^ e 
Braunlage . { ' 

3. Rubekmilj villaggio fui fiume Bude, che in quella 
contrada chiamai! Warrrx- (Caldo) limato in una 

valle amena. Nella vicinanza v'é la famofa Caverna di 
Bauman*, alla quale ù arriva dopo aver fàlito un'alto 
monte. \J ingreiTo di efli è flato cliiulò cou una porta 
dai Duca Lodovico Ridotto . Efla confiilc in 6 , o 7 
caverne ofetwe, di pietra ftala&ite. 

V. 7/ Convento Luterani di Micbatlfitm . 

Un' ora di Arada dittarne da Rlankenburg; confitte in 
un'Abate, alla qual dignità per lo più vieti proni otto per 
elezione uno de* Profeflori di Teologia dell' Univcrfità di 
Heiraftedt y n»ua Seniore r c} Collegiali . 

LA CONTEA. 

* 

DI R, A N Z A U. 
, Paragrafo L 

E* Situata tra'l Ducato di Olfazia, e la Signoria di 
Pinrreter^ , ed fi a miglia 2 \ fri lunghezza , ed un 
mezzo miglio in larghezza . Il tuo terreno in parte è 
gratto, e umido y e per la maggior parte afeiutto. L' 
Atte y ehe la ttavtrfa, e +\ nafee preflò Hcede, c unmi. 
me profondo, e navigabile, e sbocca nell'Elba. 

$. 2. Comprende 2 borghi, e 26 villaggi. Quelli luo- 
ghi fen divifi in 3 parrocchie ; fottopctfe a un Pro- 
pello . 

$.3. Anticaweate ebbe il nonne di Prefettura di Barnv 
ftedt , e fu parte della Signoria di Pinneberg . Quando 

net* 

» - » », 

Digitized by Google 



\ 



Ik CONTEA DI RANZAU. 147 

,ttcl 1540 qucfta Signoria tu divifa tra '1 Rtf di D.m* nar- 
ca Criitiano IV, ed il Duca Federigo III. di Holltein- 
Gottorf, quelli ottenne cotefta Prelatura , e la vendè 
nel 1649 col pieno Dominio Territoriale i con tur ti! i diritti', 
co' quali fu poifeduta da' Conti di Hoilleirì , e S.hauenburg , a 
Criftiano Ranzau Governatore del Re di Danimarca per la 
fomma di Rifd. 201000 ( Zecch. 67000 in circa ) , oagata 
parte in effet ri, e parte In contanti* Quefta vendita ni con- 
fermata nel ìóyo dall' Imperato* Ferdinando III, da cui 
il detto Governatore con tutta la Tua dipendenza fu di- 
chiarato Come, e la fu Prefettura di Barmftedt fu fat- 
ta Contea deir Impero . Sfocante la Cafa di R,anzatt ini 
gran parte dovea il fuo avanzamento alla beneficenza del 
Re di Danimarca, Dedevo figlio del primo Conte Cri- 
Ai a no nel i66g diipolè nel fuo teli a mento, confermato 
nel 1671 dall' Impera tor Leopoldo, che fe fi fpegnefle 
la fua itirpe mafchile , la Contea di Ranzau colla Si- 
gnoria di ISreitenburg paflafle in qualità di Bene Eredi- 
tario nella Cafa Reale di Danimarca, aggiungendovi la 
condizione, che la Contea re ila (Te femprc feparata dalla 
Signoria di Pinneberg, e Confervaffi: il nome di Ranzau* 
Nel 1706 la Cafa Ducale di Hoiftcin-Gotrorp tentò di 
ricuperare la Contea * re/lucendo il prezzo della vendi- 
ta , c ne prefe pofleOo ; tu vero obbligata ^cr ordi- 
ne Imperiale , a rendere la Contea al Conte Criftia-» 
Ilo Detie vo di Ranzau « Quelli ebbe gran conrefe eoa 
Guglielmo Adolfo ftw rìatel minore, che fattolo uccida 
re con un tiro di (d^j^o da' Sicari» pagati da- etto a 
quello oggetto , prefe politilo della Contea . Ma il Re* 
Federigo IV. io kce catturare a Pinneberg* mentre di- 
ceva il viaggio d'Amburgo, e per incito di G nàie: De- 
putati lo condanno a una perpetua prigionia. Condotto 
in Norvegia vi morì . lu confluenza di ciò il Re nel 
jyió prefe po(Teflb della Contea in virtù delf accennata 
diipofizione teitameruaria , ed a certe condizioni cedi la 
Signoria di Breitenburg a Caterina Edwige foretla uni- 
ca del Conte uccifo, fpofata nella Caia de' Conti di Ca- 
fieU-Riidenhaufen . 

j. 4. La Contea fa ricevuta nel marnwd degli Stati del 

K z Cir- 



Digitized by Google 



J4& UNE DELL' IMPERO TEDESCO. 

Circolo della Baila SaiTorjia nella Dieta Circolare diLif. 
neburg del \66x\ non so però, fc per rapporto ad efla 
il Re di Danimarca s'attenga al Collegio de' Conti di 
Weftfalia ne la Dieta Imperiale, nè trovo qual fia ilfuo 
contingente per un mele Romano. Alla Camera dell 1 
Jmpero la Contea paga in ogni rata Rifd. 24, Kreutzer 
76 i (becchini 8 e j in circa). 

5.5. La Contea è governata da un* Amminiftrator Re- 
gio, Vi fi pfa il Giudizio (Ding und Recht) comporto 
di perfone %\ delle parrocchie dei Contado. Indi paifa 
l'appello delle caufe al Tribunal d'appello della Contea, 
eretto nel 1 734 , che fi amminiflra nel cafaie di Ran» 
zai» dall' Amminiftratore, come prefidente, e da due Af» 
feffori deputati della Cancelleria del Governo di Gluck- 
ftadt . L' Jfteflb Tribunale coir intervento di due altri 
Configlieli del Governo di Gliickftadt, forma anche il 
Tribunal criminale > a tenore d'una Regia ordinazione 
del 1 7J4- La Contea ha pure il fuo proprio Concilio-» 
ro, che confitte nel!' Amminiftra tore come prefidente , 
pel Propofto, ed in tutti i Predicanti delia Contea. 

$,6, Le Rendite della Contea arrivano a circa 14000 
Riidallcri (Zecchini 4566 \ in circa.) L' Amminiftra to* 
re ne fa V efazione , e ne rende conto • 

$. 7. 1 luoghi più notabili della Contea fono 

1. Jl Caftlc di fianca*) che prima ebbe il nome di 
paymflcdt. Le fabbriche che vi appartengono rirrovanfi 
in una bofeaglia in 3 ifolette, formate dal fiume Atte > 
che vien da flarmftcdt. Nella prima ifoletta rJtrovafi la 
cafa ove rifiede la Prefettura; nella feconda v'è la cafa 
del Tribunale , e nella terza v' è la Cor te propria del 
Principe» abitata dall' Amminiftratore , 

2. Barmfledt , luogo, che nel 1736 ottenne I diritti di 
borgo, fiede full'Aue, compatto di circa uo cafe, ed 

1 ha una Chiefa parrocchiale, 

3. Elmshorn, borgo fui fiume Aue, che dopo rincen* 
dio l'offerto nel 4750, onde furono confumate cafe 47, 
con o grana;, è flato reftaurato meglio di prima. Cora- 

SXiàt circa. 150 cafe, La Chiefa parrocchiale è ferviti 
Propofto della Conte* m qualità di primo Predicai 



Digitized by Google 



LA CITTA' IMPERIALE DI LUBECCA . 14? 
te, dacché la Propofuura nel 1716 vi fu trasferita da 
Barmlledt. Lo fpedaie de* poveri, fondatovi nel 1663 dati 
Conte Criftiano, ove fon mantenuti 18 poveri, ha una 
Cappella) con un didimo Predicante , che neiriftellb 
tempo è Catcchifta nella Chiefa parrocchiale j ed in tut- 
ta la Comunità * Gii abitanti hanno molte barchette * 
per pattare fui fiume Aue nell'Elba, e trafficare la tor- 
ba . In Kruck predo Elmshorn arriva anche dalla par- 
rocchia del carbon di legno, che vi «'imbarca per traf» 
portarlo in Olanda* 

4- La Chiefa di Htimtt ( HòYnerkirche ) , Confagrata 
nel 17J1, preffo la quale ritrovafi l'abitazione del Prc* 
dicante , e del Cuftode di «fla , con varie "altre tfafe, 
abitate da artigiani* , 

LA CITTA* IMPERIALE 
DI LUBECCA. 

LA città Imperiale di Ltihtccà, anticamente Lulecké , 
e fituata nel Territorio di Holftcin, (Olfazia) fui 
Trave navigabile, che di qua dalla città riceve lo Ste* 
ckenitz (il quale forma la comunicazione trai Trave, 
e l'Elba), e dentro la città il Wackcnitz (che provieri 
dal lago di Ratzeburg , ed è navigabile > come io è an- 
che il fiume Steckenitz ) , e prima di sboccare nel Bai ti- 
ro riceve anco 1* influente Schwartau * Indi ne fiegue , 
che con navicelli lunghi , e piani per i fiumi Trave , 
Steckenitz, e Elba dal Mare Baltico fi può pattare nel 
Mar del Nord. La città è polla in una dhleia collina 1 
le cui due cftremità declivi terminarlo dalla parte di Le* 
vante fui fiume Wackcnitz, ed a Ponente fui fiurrìeTra* 
re: efla è cinta di mura, torri , e terrapieni (che ef- 
fendo piantati d'alberi formano un patteggio delìziofo), 
e di larghi fotti. Le rtrade per Io più fort declivi , e U 
cafe fon fabbricate di pietra all' antica 4 La Città fin dal 
ij;o aderifee alla Religion Luterana. Oltre la Chiefa 
Cattedrale del Vefcovadó, che porta il nome di quefta 
città , vi fono 4 altre Chie£ parrocchiali , delle quali la 

K ì prin- 



Digitized by Google 



15© FINE DttV IMPERO TfDESCO ♦ 

principale è quella di S. Maria , fervila cai Soprintender* 
te di città (*), e l'altre tre fono le Chieiè di S. Ja- 
copo , di San Pietro , e Paolo , e di Sant'Egidio. L* 
Chiefa di San Clemente è un' annetto di quella di San 
Jacopo, c la Chiefa di S. Lorenzo è fuori di città nel 
Cimitero del Lazzeretto , ir Convento di San Giovanni 
è abitato da una Badefla , o fìa Domina , da una 
Priora , e da 22 Conventuali , ed ha il ino proprio Pre- 
dicante, co» una Chiefa dMinta (*•) . 1J rnonaftero di 
S, Maria Maddalena in tempo della Riforma fu cangiato 
in uno Spedale, che ha rute una Chiefa propria , <on 
un Predicante diftinto . Ne) già Convento di & Cateri- 
na (***) v'è la Scuola Latina, comperila di 7 Clafli, « 
fornita d'una Libreria pubblica. La Chiefa che vi apr 
partiene. è un anndlò della Chiefa di S» Maria . Il mo- 
«aftero di S. Anna è (lato convertito in uno Spedai de' 
poveri, pd in una caia da lavoro. Sonovì ipnoltre lo 
Spedale dello Spirito Santo, a cui appartengono 4 vii* 

lag- 

(•) Eli' c molto elevata, ed ha una bella fìruttura . £» foftpnura ^ueO* 
fabbiica da ben alti pjlaftri, de* quali ciaicuno è d'un iolo vezzo di pfe- 
tra. Dietro il coro r'ì una Beata Veigine col figliuolo Gesù tra le brai- 
cia» che palla per pn capo d'« pera di le;: I tura'. Avvi pule un Qrecifìilg 
a#ji bene lavorato. 14 Ua-u*. Tra i mal" Epit*!) il fluente è fintare, 

guid b*n: proni tatmUm, Viatow africhi 

&u4?>:j nt Cu. rum ir Qly?eum\ nofixa ìnfima % . , 

j(nt Mjla gtjiit /ciré ? en Cranium k$c , CjJ'aque 

Jd.ec Galea , V kie Clypeus ; notam inferii* bsc ■ 

Kos Vn'vc'rjos unìus ejft Jiemmatii , ^ 

Va gfJUÌ pfccavi erti, peccar Uttt et: ni: 

Vite par ad unum oames tulimus fijfttdsuw, . 

Ila un Campanile alrirThio coperto di piombo* 

(") Q»^ 1 ** O-ieU 4» S- Giova ni fu cprvinciara fono Fnric© ti Lionp, 
ma le gv.cr*e civili non eli neonMtGQ il ttm ina/la . £jjriro però terfco 
VetCfYO do;*» 1» traslazione <iel Vcfcovato in Lubevca vi ditde l'ultima 
mano , t vi fonti ò pel culto pirirto un mauaftero di Monaci , che furono 
pcicia trasferiti a CilaHn: nella Wa^i, ed a' Quali fotoni) foicicuiie *fr 
le KciiMofr- * • 1 >. 

( "1 Cretto Monafterp di S. Catterina fu fondato da ceni Gèn tilucmi» 
pi cgn 'niiai Crjfpijù» i q ali accompagnarono F Iroperatìor , f ttjerJfQ % 
«Ila Crociata , e Ji diUiufero <*>mr© * Sa****, 




Digitized by Google 



LA CITTA* IMPERIALE DI LUBECCA • IJI 

taggj dell' llbla Poi, poco distante da Wiiirtar, una C.i- 
fa degli Orfanelli, un'Officio <fy cibare i poveri vian- 
danti, con molte altre Pie Fondazioni. -Predo la Chiefa 
Cattedrale v' è una Cappella , nella quale i Cattolici e faci- 
tano la loro Religione, e fuori della parta ài Hoiùein 
i Calvinìfti hanno una Chiefa. L'Arfenaie della città e 
vicino alla Cattedrale. Il Maghrrato è comporto di 4 
Borgomaftri, altri Soggetti, parte Letterati , • parte 
Patrizj, e parte Mercanti, Tutta la Cittadinanza ècom- 
pofta di J 2 Collegi < ne* quali non fon coraprcfi i Gra- 
duati, ed i Miniftri delle Chicfe, e Scuole), ognuno 
de' quali negli affari,. -che riguardano 4a città, ha un vo- 
to . La città fu anticamente ; il Capo delie «città Ansea- 
tiche» i cui Deputati eran foliti adunarvi ti nel palazzo 
di città nella gran Sala Anfcatica. Elia tiene ancor Al- 
leanza colle città di Brema, e Amkir^o. Quelle 3 città 
fono nome di città Anfeatiche concludono trattati di 
commercio oon .defle Potente «ftene, e eoa quello nome 
fi trova fatta memione <h* qiiefte 3 cèrti nella pace di 
Utrecht., fatta nel 17*3 tra la Francia, e ia Gran Bre- 
tagna . L' Imperate* Francese* oe'Catpìtoli della fua ele- 
zione promi (e di proreggere fecondo io ftroxnento dell* 
pace la "navigazione , il traffico, i darmi, e privilegi dèl- 
ia città di traffico in genere, ed in fpecie delle xàttà di 
Lubecca , Brema , . e Amburgo , che fer il ben comune 
trafficano per mare. La città è rinomata ftr il traffico, 
e* la navigazione , di etti effa ha tutti i xomod* 4 per la 
• fua fituazione . Vi fiorifcono anche varie raarifamme. Nei 
luogo, ove* ra città , fu atticamente un'altra rietà ili nome 
Bucuy dopo la -cui drftru*fone dal Conte Adolfo IL dipol- 
flein, e iSchauenburg nel 1144 fu piantata la circa cii 
Lubecca. Quando Enrico Leone Duca di Safìonia vide 
il fuo progreff*., e che i Mercanti di Bardeflptch <vi ar> ' 
davano a domiciliari, n'entrò in gelofia, e^ ordinò che 
in Lubecca non fi vcadelTe altro, clic i viveri. Nel 1155 
la città abbruciò, onde U Duca prefe motivo di folleci- 
tare H Conte Adolfo rn maniera, ehe quelli gli cede A 
luogo; allora il detto Duca Jo fece rifabbricare , e offri 
il traffico libero alle nazioni Sducntrionah Egli diede 

K 4 ai- 



1)1 I INE DELL* IMPERO TEDESCO . 

alla Nuova città nel J 158 que' famuli diritti, la cui ba~ 
fe erano i diritti della città di Sodi, e che furono con- 
ferma ti nel j j 88 dall'Imperatore Federigo I, da Fede- 
rigo li. nel J266, ed in appreflb da altri Imperatori , 
diritti ricercati con gran premura fin dal 1^54 dalle cit- 
tà de'paefl vicini al Mar Baltico. Il detto Duca vi tras- 
ferì anco il Vefcovado d'OIdenburg, la cui Chiefa Cat- 
tedrale fu confagrata nel 1 164. Dopo che il Duca fu 
mèflò al Bando dell'Impero, nel 1182 la città fu co- 
ftretta a rcnderfi all' Imperator Federigo I, che credefi 
aver porta la prima bafe della fua immediata dipendenza 
dall'Impero. Nel 1189 "* Duca Enrico fi refi padrone 
della città, che però nel 1 192 pafsò fotto il Conte Adol- 
fo di Holftein , c Schauenburg, a cui fu tolta nel 1202 
da Waldcmaro Duca di Sellici wig , e poi Re di Dani- 
marca, fotto la cui obbedienza rimafe fino al 1226 , 
nel qual'anno efla fi mife in libertà. Che il Duca Al- 
berto il Grande di Braunfchweig abbia acquiftato dipoi 
certe ragioni fopra quefta città, dftnoftrafi da* privilegi, 
che per la mediazione di quello Duca le furon dati da 
Enrico Re d'Inghilterra, i quali a tenore del Diploma 
dovean durare fin a tanto, che i Cittadini, e Mercanti 
di Lubccca fteflèro fotto il Dominio , e la protezione 
del Duca. Nel 1276 fu confumata tutta dal fuoco fino 
a 5 cafe. Nella Dieta Imperiale erta occupa il 3 luogo 
tra le città Imperiali fulla panca del Reno, e nella Die- 
ta del Circolo della Bafla Sa (Toni a ha il primo luogo 
tra le città Imperiali. Paga per un mefe Romano fiori- 
ni 480, e per il mantenimento del Giudizio Camerale 
in ogni rata Rifdall. 577, Kreut. 88 ;( Zecchini 186 in 
circa. 

// Territorio della città comprende 

• ■ ■ 

I. TtavemUnde , città piccola 2 miglia dittante da Lu- 
bccca, fituara ove il Trave sbocca nel Baltico, fornita 
d'un piccol Forte , che difende l' imboccatura , il cui Co- 
mandarne è un r Capitano, e <la Guarnigione è comporta 
d'un piccol numero d'Invalidi. J-a città di Lubccca nel 

*6 U320 



: 

Digitized by Google 



LA CITTA' IMPERIALI DI LUBECC A . 1$$ 
1520 comprò queita città da Giovanni III. Conte di 
Holltein. Nel 1477 abbruciò per metà , e nel 1522 quali 
interamente . Avvi un Fanale , eh' appicciati la notte 
per guidare i Battimenti che fono in mare. In faccia al- 
la città giace la Penifola Prideval, o Privai , che ha un* 
óra di circuito , e che dalla parte del Ducato di Me- 
cklenburg è unita colia Terraferma per mezzo d'un iflmo 
largo circa 100 palfi . Il Duca di Mecklcnburg, e la 
città di Lubecca da gran tempo ne hanno il pofleffo co- 
mune, benché intorno a' confini non fian d'accordo. Il 
Duca ne infeuda il pofleflore della Tenuta Nobile di 
Johanftorf , che come ia città di Travemunde fe ne fer- 
ve per menarvi al pafcolo il beftiame. Il pofleflò della 
Penifola è cofa d'importanza per rapporto alla città di 
Lubecca , la quale perciò fi può fervire con maggior li- 
bertà dell'imboccatura del fiume Trave. 

2. Scbiiikup, fui fiume Trave, luogo abitato da pesa- 
tori , un miglio dittante da Lubecca . 

3. Ut Giudicatura di Ritzerau , onde dipende il vil- 
laggio Nujfe ì che ha una Chicfa parrocchiale. 

4. La Giudicatura di BebUndorf, di 5 villaggi, che ri- 
fiede in Beblendorf, villaggio, e parrocchia. 

5. La Giudicatura di Bergedorf 9 che comprende la pic- 
cola città di Bergedorf fui fiume Bilie, ed i così detti' 
{Quattro paefi , fi tua ti full' Elba , è della città di Lubec- 
ca, e Amburgo, le quali la conquiftarono dal Duca di 
Saflbnia-Lauenburg , c ne rimafero padroni nel Trattato 
di Perleberg del 1420. Quefto diftretto piano , eflendo 
traverfato da fiumi e canali , onde vien allagato in cer- 



1 • 


■ 


Ci! 





di Bergedorf abita 
rAmminiftratore degl'intercfli comuni d'ambedue Jc cit- 
tà . Ne' Quattro paefi ritrovanfi le parrocchie di Kircb- 
Werder, Aite-Gamme , Keue-Gamme , KorsUcke , e Geifi-Ha- 
cbede y o Geeftkacbt , e full' Elba v'è una Dogana, detta 
Zollenfpiecker , ofe ia barca fi varca il fiume Elba. 



LA 



Digitized by Google 



154 ***** oiM.'*wao TEDESCO 

LA CITTA' IMPERIALE 

O l G D S S l A R. 

IA Cttìà hnpmelt Umra di (Sfilar giace ,a pie dei 
J imme&ainrndberg ÀtU'tngrefib deila Selva tfreinia, 
e i«l taueGote, che in poca d.iìattta dalla citta s'uai- 
ice li font Ocàcr . £' coiMomaca «Laida JPr<-fcttura -Ji 
LidxRbwr^ dtl V^comcIo di Hiadcofcttkn e datHe Prefet- 
Dure di Langcfebcjm , te .Haiubotg del Principato di Wol- 
icabiutel. £' fabbricata ajrjtmict, ec^t tua u fucila par- • 
« « «clic abbruciò, ocl 3 7tS„ reikarata itila moderna . 
Aden ice eS&ti Itefytan laatctaaa, c vi iono 4 Chicle: pai- 
rocchi a li fosgene al Ma adiralo, cht fono quelle di San 
Co (imo e Damiano, 11 & Si etimo , dà F wwiikenber^ , e 
di S. Jacopo» SttnoW x Collegiate Imperiali libate della 
Religione Luterana. Q^Ja de' Santi Sima* e -Giuda ., 
fa fondu* nel Jt>4o jtaìl' à«t*ralBW Henrioo JIL por i 
Canonici R*gola« di S.Agottie*« c . ns' 4oou*tntt Jet 
detto iinperatore le vie* da*» ri toootc di Cappella dell' 
Imperatore, I inoi J3eni cran ibttQpolli idla òiurifdkea- 
ia cnàiiifiafe dot <ìks> Avvocato; ma l' imperatore Fede- 
tifò L nel Il68 i/m ito 1" ani tori ra dall'Avvocato, con- 
fniùraò 1* indipendenea della •G&rkgiatt* e la fwa Giurie* 
dizkm civile, e la diobiarò Ubera da «juakmque altro do- 
miai© tcrritoriaèe . La Collegiata abbraccia k Dottrina 
Luterana nel 1566. -Gl'Imperatori foglie** fcwfre eon- 
fiaomare la ina immediata dipender** , ed effa -continua 
ad efercitar* la Graufóccnza , e JìofftM la città di 
Gofslar le ha meffo celle difficoltà, s'agita tm proceffo 
tra effa , e la città nei Cotrógfab Aulico Imperiate . L* 
altra Collegiata imperiale Libera dà Peteraberg fuori , e 
dentro la città, £1 parimente fondata dall' i«>per a toc En- 
rico III , e dalla Tua coniane Agncfa m onore di San 
Pietro Apposolo nel monte. già detto Kalkberg, che tri- 
poi ottenne la denominazione di Petersberg, limato dal- 
la parte Orientale di città; negli antichi Diplomi effa è 
appellata Cappella della Regina, o fia dell'Imperatore . 

¥ I 



Digitized by Googl 



LA CITTA* IMPERIALE DI COS&LAR. I}^ 

II fondatore ia fece coitruire fui terreno della Tenuta 
Imperiale di Barlunlep, e fino al preiènte i fondi delia 
Collegiata fi iieruiono dal monte Petersberg fino al fiu- 
me Ocker, per uno foazio, che in lunghezza, e larghez- 
za ha un migfio, Eflà poflìede de'beni dentro, e iwori 
di Gofslar, Le fabbriche della Collegiata furono confa- 
vate nei ioj7- La Collegiata diede l'Avvocatia, e Giù- 
rifdiccnza fopra i fuoi fondi al Magistrato ài Colila r nel 
2500 per un'annuo canone, e per la metà delle pene 
pecuniarie, che vi s' ijacaiì ano , riftretta a 40 anni, il 
qual termine dipoi è flato fempre prolungato • La dett^ (*iu- 
*;fdicenza ftendefi foltanto fopra i iuogjii d'imuaediau* 
Dominio della Collegiata, fituaii nel mori» Petersberg,.. 
Nel 15*7 i Cittadini di Gofslar diftruflèra- ia Collegia- 
ta; perciò i Canonici iniziarono nell' altra Collegiata de- 
scritta poc' anzi ; lo che ù fa adeflo nella Cappella di S. 
Catarina, La Collegiata c della Religion Luterana^ od 
il fuo Capo chiamafi Decano. V Imperatore vi efercita 
il Q'w primariarnm precnm , Io che accadde per V ultima 
volta nel 1754, nel qual tempo l'imperator Francesco 
confermò anche l'efercizio della Religione fecondo la 
conf lì ione' Auguftana , e premile il fuo patrocinio alia 
Collegiata , purché non fi devjaflè òdìU fila primiera co- 
ftwuzione . Sonovi innoltre z altri Conventi Luterani lì 
Convento, detto Frankenberg , che ha una Domina con 
3 Conventuali , appartiene al Principato di Wolfcnbìit- 
ie)| che ne divenne padrone nel a 523, quando la mag- 
gior parte del Vcfco*ado di Hildesheim , a cui era fot- 
topofto, pafsò (otto >1 Dominio di Braiinichweig-Liinc- 
burg , La Chiefa contigua , che però non appartiene 
Convento, fu accennata di fppra. Il Convento delle don- 
ne , detto Ncnewerck, è fottopplìo , al Dominio del Ma- 
cerato, ed ha la fua propria Chiefa. Fu fondato nel 
J178 da Volkmaro di Wildenftein, che gli diede il no- 
me di blovitm Opta (Neue Wck). Nel uoS fu dato : 
alle Monache Ciftercienfi , e anticamente dipendeva dal- 
la Giurifdizione dei Vefcovo di Hildesheim. Oltre varie 
appartenenze dentro la città , pofliede molti poderi , fat- 
torie, "e decime nel Vefcovado di Hildesheim; fpecial- 

mcn- 



Digitized by Google 



1J6 HNF. DELL'IMPERO TEDESCO 

mente la ricca Fattoria di Oiterhof, tornita d'una Gap* 
pella, eh è il magazzino del Convento* Le fue Rendite 
fon amminiftrate da provveditori , membri del Magiftra- 
to . La città ritrac . il fuo maggior guadagno da' lavori 
nelle miniere del vicino monte Rammelsberg, di cui s'è 
parlato nel Principato di Grubenhagen; dalla birra, e 
dalla vendita de' viveri, che fi fa a coloro, che lavora- 
no nelle Miniere Ercinie. Gofslar ripete la fua origine? 
dall'Imperator Enrico I, che cominciò a fabbricarla nel 
$22. Nel palazzo Imperiale , che vi era, lì fon tratte- 
nuti colla loro Corte i Re , ed Imperatori , che vi adu- 
narono più volte la Dieta dell' Impero , e la Corte di 
Giuftizia , Per confeguciuà Gofslar fin da principio fu 
città Imperiale. Il Duca Enrico Leone ne richiefe il 
polTeflb in compenfazione del foccorfo predato nella guer- 
ra d'Italia, c nel 1180 la bloccò, perchè come città 
Imperiale era del partito dell' Imperatore . Nel 1542 le 
fu motta guerra dal Quca Enrico il Giovine di Braunf- 
chweig, e Luncburg, che l' afiediò nel 1552, finche la 



to. La città occupa il fettimo luogo fulla Panca del 
Reno tra le città Imperiali nella Dieta Imperiale, e nel- 
la Dieta del Circolo della Batta Sai soni a il fecondo luo- 
go. Anticamente ella pagava per un mefe Romano fio- 
rini 400 (Zecchini 87 in circa) , la qual fomma nel 
1568, e 71 fu ridotta a fiorini 120, ed ora fi dice non 
importar più di 60 fiorini. Per il mantenimento del Giu- 
dizio Camerale paga in ogni rata Rifdalleri 184, Kreut. 
79 (Zecchini 61 e ~ in circa). Il Duca di Braunich- 
XPeig-Wolfenbuttel è Avvocato ereditario della città, che 
perciò gli paga una 'certa fomma annua di danaro. Ber- 



difcordia non fu calmata 





LA 



Digitized by Googl 



LA CITTA' IMPERIALE 

DI MÙ H LHAUSEN. 

- 

T A città Imperiale Libera di MUblbatifeni fituata nei- 
JLi la Turingia fui fiume Unftrut , ed è di vii a nella cit- 
ta Alta, e Balsa . La prima pane aveva anticamente il 
nome di città Nuova, e la feconda quella di città Vec- 
chia. Il fobborgo, detto Gcorgen Vorftadt, negli anti- 
chi documenti chiamati Alt-Muhlhaufcn, lo che dimo- 
erà, che quivi la città abbia' avuto principio. Elsa ha 
2 Chiefe parrocchiali Luterane, ed un Convento Catto- 
lico di Monache Agoftiniane , a cui appartiene la Tenu- 
ta di Tirtnroie. Non fi sà precif'amente , in qual'anno 
la città fia fiata fondata . Quel che dicefi accaduto in 
cfsa, e nei fuo Territorio avanti il fecolo XI , è dacon- 
tarfi tra le cofe incerte. Nel 1180 fu incenerita dal Du- 
ca Enrico Leone di Saffonia , c Baviera . Furono anche 
grandi i danni fofTerti dagl' incendj del 1422, e 87. 
Oliando nel 1733 ricusò d'obbedire agli ordini Imperiali 
vi fu forzata dalle Truppe d' elocuzione dell' Elettor di 
Brandenburgo , dell'Elettore, e del Duca di Braunfch- 
weig. Già ne 1 tempi antichiflfimi fu immediatamente fot- 
topofta all' Imperatore . Nel 1332, e $7 comprò dall' 
Imperator Lodovico la Pretoria Imperiale, che efercita 
la giurisdizione nella città, e nel fuo Territorio^. Ha il 
9 luogo tra le città Imperiali fulla Panca del Reno nol- 
Ja Dieta Imperiale, ed il terzo luogo tra le città Impe- 
riali de| Circolo della BalTa Saflònia , Per un mefe Ro- 
mano paga fiorini jóo, e per la Camera Imperiale ip 
ogni rata Rifdalleri 1^5, Krcut. 23 (Zecchini 45 incir- 
ca). Il fuo Territorio comprende 20 luoghi, che fono 
^mmern , Bolfledt , Dacbreden , Porne , Emmelbaufen , uno 
fpedule £ ammaliti^ Eigenrieden^ ove nel monte virino fu 
un cartello, Fekbta , Germar , àrabe % Hóngede\ Holmbach> 
fio/mar, o Horfchmar, Kayjfer/lagen , Lengefelà % Pfaffenro» 
Ae> Retfern, Solfili, Sampacb, Solfledt, V'indcberg y e ij 

altri luoghi diftrutù . Qjiefto Territorio dalla pane di 

Set- 



Digitized by Google 



I58 FINE DELL' IMPERO TEDESCO. 

Settentrione e Ponente è circondato da un foflb, da 
una fiepe, e da torri; dalla parte di Mezzodì, e Lev an- 
te il confine è legnato con pietre terminali . 

LA CITTÀ' IMPERIALE 

DI NORDHAUS £ N, 

LA Cittm Imperiale Libera ài Korèkavtft-n è (iruara ira hi 
Contea diHohnftein, e la Signoria di KFetfenbergiwl 
fiume Zorgtì è fwftoflo grande, ed è divha nella citfà 
Vecchi, e Nuova. Contiene 7 Chiefe Luterane, fervile 
da 10 Predicaci, ed uno fpcdale ben regolalo d'Oi fa- 
nelli . La Collegiata della S. Croce , che v' è accanto al- 
la città in un luogo elevato, è di Canonici della Reli- 
gion Cattolica , ed in cofe Spirituali , è ddl'Arci-Diocefi 
Molimi ina « Li città fa un buon tratìko di biade , per 
la Selva Ei ernia Alta, e- di grano, vi fi fa gran copia 
è' acquavite , kr migliore, che fi faccia nella Turingia - 
Ti fi fanno varj lavori di marmo, e alabafrro, che fca- 
vafc nelle Cornee di Stollberg, e Hohnitein . Nel 1 1 So 
k cktk fu incenerita dal Duca Enrico Leone di Saflo- 
ma. Nel >2J4, 15*40, Jltsy 1710^ e 1711 fu molto» 
danneggiata dal fuoco . Fu citta Imperiate fin dal fuo 
principio. Evtt ima Giudicatura Crimmàle > e una Pre* 
loria de\Y lapperò. La, prima già nel facèto XV, fa nel- 
le mani tìV Conti di Hòhnftein , ed cuendoh" eftinra 
quella Cafa, l'Imperatore Ridolfo II. nel 1600 la con- 
ferì alfa Caia Elettorale di Saflbma, onde nel 1697 fu 
ceduta alla Cafa Elettorale di Brandenburgo . La Preto- 
ria Imperiale dfccfi eflere ftata arnmroiftrata da' Lan- 
gravi di Turingia , e indi efler paflata ne' Duchi t 
e Principi Elettori di Saflboia. Nel 1607 fa Cafa Eler- 
toraJe di Saffortia la cedè parimente alia Cafa Elettor*, 
le di Brandenburgo, la quale nel 1715 la rinunziò inv 
fiemt colla fuddett* Giudicatura Imperiale, e con nini 
i diritti, e rendite annelTe per fa foro ma di joooo Rif- 
dalleri alla città di Nordhaulen, ed al tao Magiftraio . 
La città occupa il io luogo iuJIa Panca del Reno tra 

le 

* 

m 

Digitized by Googl 



t 



LA CITTÀ* JMPBRMIB DI JWHBORCO . I > £ 

le citta Imperiati, e nella Dieta del Circo* della Balla 
Sa noma i! quarto luogo. Ps* un wfc Romano paga So 
fiorini , e per la Camera. Imperiale RifcL p*|u Kreuu 6* 
| . Net F76o fu corretta a pacare delie gnoflfe contribu- 
ii om a x P*uflì*ni. (S. Matilde naiearaenat al Re Enrico 
V Vece J Ut ore ino marito w fabbricò net Mun aiterò capace 
di ricettavi un- gran nuamaa dir. Beigkifc,. e vf ni rimo 
per terminerai la fua vita). 

LA CITTA' IMPERIALE 

DI AMBURGO. 

LA eirtà Imperiai* Kxra di Amburgo , Hamburg** , 
Rmnmtmi», il cui nome probabilmente deriva dall' 
aurica parola Tedesca Mamme r che lignifica Bofc© r pà 
a- vari ti F Imperato* Carlo» il Glande I» città dVNoedal- 
bfngt , muffirne fin dall' 80$ r nel Qua? ama il axat ava- 
ro* Imperatore attento a formare le fcomri* de' Slavi r o 
fra Sewavorn Settentrionali y vi Irce piantare una fortez- 
za , a etti da principio diede il nome di Hxltèmchi , e £a 
kbJxhoikìmn . La città è fonata fui consce di Quella par- 
te del Ducato d'O&azia, che chiamafi Sformarli, e zS 
migli» dittante dall' imboccatura deii 1 Elba. E' fonata 
propriamente fbpra 3 fiumi % che fono l'Elba, Àlfler, e 
Bilie , ri primo de 1 quali è di maggior confideraiio» , 
pei che il Bilie non è qua fi phi navigabile y e l' After fre- 
quentoto (blamente da qualche barca per fpaf^b t e per 
ffafporrar le legno ; ma il fiume Elba , k cui larghetta , 
comprefe le Moiette, preflo la città flimafì d'un miglio, 
non vi forma io la mente un Porto doppio e vado , ma 
rravetfa anco la maggior parte delie contrade di città 
con canali abbaftanza larghi , ed in oarfto modo reca 
de' comodi grandmimi alle calè vicine , ed a 1 fondaeki dc J 
mercanti . In quefti canali come anco nel letto del faune 
per alarne miglia di qua da Amburgo oflènrafi dna vol- 
te il giorno il flutto c riflnflb del mar. 
iti gran vantaggio alla città, e più volte anche m pre- 
giodizio , a cagione dell'onde, che dal veot* di Horc- 

Weft 



Digitized by Google 



1ÓO FINB DELL'IMPERO TEDESCO 

Wti\ vi fi ammuccaiano , onde le caie bade , e le can- 
tine fi riempiono d'acqua , mailìme quando un vento bur- 
rafcofo repentinamente dal Sud-Wefl prende la volta ver- 
fo Nord-Weft , e gran danno ne viene alle mercanzie . 
Per il gran numero de' canali , che travcrfano la città , è 
«eceffitata a mantener molti ponti, che diconfi eflere84 
di numero; lo che è verifimile; imperocché molti dici- 
fi non danno nell'occhio d'un foreftiero, eflendo lami- 
cati egualmente come le ftrade, dalle quali non differii 
cono nella fupcrfìcie, e molti nell'Uno e nell'altro lato 
portano una ferie continovata di cafe . 

Una parte delle ftrade fon di larghezza mediocre, eie 
cafe fon più commendabili per il comodo, che in effe fi 
ritrova, per i giardini che quà^la vi fonannefli, e per 
la loro fituazione comoda al traffico, che per gli edemi 
abbellimenti d' architettura . Parecchie ftrade fono vera- 
mente belle; è però maggiore il numero delle ftrade ftret- 
te, e moluflimi fono i vicoli , abitati da un gran nu- 
mero di famiglie . Quindi è , che il recinto della città 
non è tanto grande, quanto fi crederebbe riflettendo al 
gran numero degli abitanti. Nel termine di 2 ore fi può 
fare comodamente il giro de' terrapieni , nel qual recin- 
to abitano circa 100000 anime, non comprefi gli Ebrei. 

E' difficile, che in un luogo sì popolato non fi trovi 
gran numero di poveri. Quindi la città ha prefo motivo 
di fare in varj tempi un sì gran numero di ftabilimenti 
pubblici, che effa non meno per quefta ragione, che per 
rapporto a' regolamenti prefi per fpegnere il fuoco , è in 

San reputazione preffo i Foreftieri . Degli ftabilimenti 
tti per il bene de' poveri, i migliori fono, il così det- 
to Regolamento de' poveri ( Armcn Ordnung ) che fi foftie- 
ne non folamente co' Legati Pii , come tutte l'altre fon- 
dazioni pubbliche , ma anche dalle contribuzioni , folite 
accordarti dal pubblico; la Cafa dt Correzione , la cui Am- 
miniftrazione è unita a quella del regolamento de' pove- 
ri , nella cut vafta fabbrica i difcoli , tra' quali contanfi i 
poveri, ritrovati ad accattare per le ftrade, che vi fi rin- 
chiudono, fon obbligati a varj lavori, fpccialmcnte a raf- 
chiare U leggo roflò del Brafile; la Cafa degli Orfanelli, 



Digitized by Googl 



LA CITTA' IMPERIALE DI AMBURGO. I&I 

ove gli Orfanelli poveri vengon mantenuti , ed iftrim?; 
lo fpedale , detto Peftkof, porto fuori della città , ove ri- 
cevonfi i pazzi , e altri malati , che talora arrivano al 
numero di 1000; lo Spedale di S. Giobbe, detto Pokenhaus 
ove riceVonti gli ammalati contagiofi ; la cafa da filare , 
ove ti rinchiudono le donne di "mal affare , e tali delin- 
quenti, che altrove fi condannano a' lavori pubblici ; la 
Cafa ove fi cibano i poveri viandanti , la Cafa de' poveri 
marinari^ lo fpedale dello Spirito Santole lo fpedale di S, 
Giorgio , le quali fondazioni tutte fon per follievo della 
povertà. Non poflb tralafciare di toccare di paflaggio le 
caffè de' poveri nelle Chiefe, e le private fondazioni fat- 
te p«r il bene de' poveri, tra* quali debbon' contarfi le ca- 

' fe che fi danno ad abitare per carità , le Scuole pubbli- 
che de* poveri , i Conventi di S. Giovanni , e di S. Ma- 
ria Maddalena, e quel Convento , ove per una certa 
fomma di danaro, una volta pagata, fi ritirano le don- 
ne non maritate, e vi ritrovano il loro perpetuo mante- 
nimento; e finalmente i fondi ftabiliti , per rifeattare i 
marinari caduti nella fchiavitù de' Turchi ec. Quel che 
concerne i mentovati regolamenti fatti per fpegnere gì' in- 
cendj , quelli non folamente preferì vono colia maggior e* 
fattezza tutto ciò, che da coloro, i quali o da vicino, 
o da lontano pofTon contribuir qualche cofa per fpegne- 
re ri! fuoco, debba offervarti, mamme da quella gente, 
che foprintende alle trombe da fuoco , appartenenti o al- 
la calta del fuoco, o all'artiglieria, ed a quelle che fon 
defluiate per fpegnere il fuoco , che può nafeere nelle 
navi, la qual gente in certi tempi vienefaminata , ed e- 
fercitata nc'fuoi ufficj ; e da un certo numero di perfo- 
ne militari, che parte fon tenute a ritrovarti nel luogo 
nell'incendio con fecchie ripiene d'acqua , e parte deb- 
bon adunarti in certi luoghi come gente di riferva ; 

. ma da circa 70 anni ordinano* ancora certe guardie da 
fuoco, le quali rivenite di giubboni di tela bianca, co- 
me lo fon anche coloro , che foprintendono alle trombe, 
c con cappelli larghi ih capo non folamente in tempo d' 
Inverno, ma anche d'Eftate quando fonia un vento bur- 
rafeofo, oppure quando per un vento continovato diLe- 
Nttm. XXXUL L van- 



• Digitized by Google 



ìói fine dall'impero tedesco 

vame e nata una tal liceità, che fi fcarfeggia d'acqua 
ne' canali , debbono di notte tempo girare per le flrade 
della città, e con certe mazze farvi dello ftrepito fopra 
i falli, e non badare ad altro , fuorché a feoprire, ed 
efaminare ogni menomo indizio di qualche incendio , men- 
- tre per invigilare, alla ficurczza pubblica, vi fono dell' al- 
tre guardie . In quello modo molti incendj feoperti da 
principio, fi fpengono con facilità. É 

Le fortificazio* della città fon fatte alla maniera an- 
tica degli Olandefi. I folli fon larghi, e profondi, ed i 
terrapieni fiancheggiati d'alberi fono di tal larghezza, che 
più vetture vi poflòn paffarc fenza dar no/a le une all' 
altre ; perciò vi può palleggiare ognuno in carrozza per 
divertimento . Sonovi in tutto baftioni 21 intorno alla 
città con alcuni lavori che fporgono in fuora, de' quali i 
più notabili fono il Forte, detto della Stella ( Stermch- 
anze), e il lavoro, detto Neuewerk (lavoro nuovo), il 
quale non è altro, che una Linea continovata di fortifi- 
cazioni, nella quale fon rinchiufe le ftrade, cafè, e giar- 
dini , di cui una parte chiamafi egualmente Neueverk , 
e V altra parte ha il nome di fobborgo di S. Giorgio . 
La contrada, detta monte d' Amburgo (Ha mburger-Berg) 
potrebbe anche chiamarfi fobborgo; effa però non è con- 
tornata di fortificazioni, e le fue cafe s'avvicinano tanto 
alla città d'Ai tona, che non ne fon divifè, fuorché per 
uno ftretto foflo. 

La città propria ha 4 porte principali , quali fi chia- 
mano Deich-Thor da Levante , Stein Thor, e Damm- 
Thor da Settentrione, eMillen-Thor da Ponente. Sono- 
vi due altre porte piccole verfo Mezzodì , che chiamanfi 
Brock-Thor, e Sand Thor, che conducono a quella con- 
trada, che chiamafi Grasbrock, e fon meno frequentate 
degli altri due ingrefli per acqua, che parimente condu- 
cono verfo l'Elba, e che chiamanfi Oberbaum, e Nie- 
derbaum . Di queft' ultimo ingreflo fervonft le navi che 
vengono dal Mare, oche vi vanno. Ogni mattina quan- 
do quello ingreflo s'apre vedefi gran numero di navicel- 
li carichi di frutta, latte, e di varia forte di viveri, e 
la gente, che con elfi arriva, venuta da'paefi confina-» 

ti. 

; 

______ Digitized by Google 



LÀ ClffÀ* IMPERIALE DI AMBURGÓ i . 

ti ) è quella j che in maggior numera vi Tiene dalla par* 
te di Terraferma con carriaggi porta alia citta urugratf 
parte de' viveri, e fe ne ritorna carica amda'etfa di coft 
bifognevoli * 

Dalla parte di Settentrione ritrovai! un' altro marcilo 
per acqua , che conduce veHb il fiume Alfter , che dà 
quella parte inoltrati nella città, ove forma qua ti un pic- 
colo lago, che non oltrepaiTa però il recinto delle for- 
tificazioni. Su quello lago* detto dagli Amburgheti Bù> 
nen- Alfter, la gente va a diporto d' citate fino ai tardi 
di notte in barchette * che chiamanti Schuten, ed 'mah* 
tre barche più grandi e fornite d'uri camerino per como- 
do di banchettarvi, che chiamanti Arche ; Irì vicinanza, 
dell' meno lago ritrovati un lungo viale d' alberi , che di 
Continuo è frequentato nelle ferate frefche d'eftate, c 
àddimandati Jurtgfera-Stieg (via delle Ragazze il quaL 
nome conviene anco alla tira Ja , in cui ritrovati il viale i 

L'acqua del fiume Alfter che entra nella città muove 
molti mulini , come anco il fiume Elba ; per mezzo di 
macchine idrauliche 1' acqua dell' Alfter vicn condótta ili 
parecchie cafe > e finalmente il fiume troppo ingroflara 1 
può {"caricarti nel fiume Elba per mezzo di cateratte, chef 
trovanti predo. i mulini, nell' ifteflb modo , che l'acquei 
aoverchic dell'Elba poflòn deviarti nell'Alfiere 

Le Chiefe adorne d'alti campanili fanno comparir af- 
fai vaga la città da lontano a chi vi s'avvicina. II più • 
bello de' campanili della Chiefa primaria di S. Michele! 
della città Nuova fu incenerito intieme colla Chiefk da 
Un fulmine cadutovi nel 1750: la Chiefa non s'èperan- 
co rifatta interamente , 1 ed al campanile non è fiata ne 
anco meda mano. Le 4 Chiefe primarie della cura Vec- 
chia fono quelle di S. Pietro, Nicola, Caterina, c Jan 
copo. I campanili di quelle Chiefe fono d' eguai altezza 
con quello del Duomo, benché quello Ila tanto penden- 
te in una parte, che potrebbeti credere, efiere vicina té 
ina rovina , la quale però non è da temerti per la fast 
buona bruttura . Oltre l'accennate Chiefe' primarie, dai 
cui pìceol numero può congetturarfi la loro grandezza * 
ti fi ritrovano parceckie Cfakfe minori, quali fono quel* 



. Digitized by Google 



164 FINE DELL'IMPERO TEDESCO 

te di S. Giovanni , di S. Maria Maddalena, la piccola 
Chiefa di S. Michele , eh' è nuova , quella dello Spirito 
Santo, c di S. Geltrude , e le Qiiefe, di cui fon forni- 
ti in parte gli Spedali , la Cafa degli Orfanelli , e 
la Cafa di Correzione . In tutte le mentovate Chie- 
de vi fono in gran numero cofe degne d' elTer vifte , 
monumenti fepolcrali , altari preziofi , pulpiti , orga- 
ni , pitture , e cofe fimili . Il campanile della Giiefa 
di S. Pietro contiene due concerti di campane immobili 
e armoniose , uno de' quali vien metto in moto medi a n tu 
una macchina fatta a foggia d' orinolo; ma una fimi 1 ar- 
monia di campane immobili , che ritrovafi nel campanile 
delta Chiefa di S. Niccola , è molto migliore . Quella lì 
fa fentire quafi ogni mattina a buon ora , e un ora do- 
po mezzodì , e nelle maggiori fefte della Cittadinanza ; 
effa è molto fomigliante a quella che ritrovafi in Darm- 
fladt, e dicefi fatta dal medefimo maeftro . II campani- 
le di Santa Caterina , fomigliante a quello della Chiefa 
della Madonna di Zwickau, è degno d'efler vifto e per 
la fua ftruttura , e per la corona dorata , che cinge la 
jfua cima. 

Agli edifizj del pubblico manca l'efterior magnificenza. 
Il palazzo di città, che ad ognuno che lo vede di dentro 
e di fuora, fa nafeere il defiderio, che Amburgo ne ab- 
bia un migliore , negli ultimi tempi ha avuto qualche 
abbellimento per la nuova fabbrica contigua della baffa 
Giurifdizione . Le fabbriche pubbliche, che per il como- 
do, e per la roba depofitatavi meritano maggior atten- 
zione , fono il Cantiere , 1' Arfenale , e le due Armerie . 
Un forefìiero che defidera vedere una bell'adunanza di 

Eroflè navi , deve portarfi nella fabbrica , detta Baum- 
aus, ove tante fe ne prefentano full' Elba in belliflìma 
veduta. Chi in Strasburgo, ed in Brema non s'èfaziato 
di vino vecchio del Reno, non manchi di far una vifita 
alla cantina del Magiftrato . Non vi mancano alberghi 
pubblici ; ma ficcome non v' e luogo abbaftanza nelle ca- 
fe , ne v'è fpazio d' accrefcerle , efièndo tutti i luoghi co- 

rti di fabbriche; ed effendo gl'interni comodi delle ca- 
minori , cJjc in altri luoghi fabbricati più alla jnoder- 

■ -Jia, 



Digitized by Google 



/ 



LA CITTA* IMPERIALE DI AMBURGO. To'? 

na, vi fi trova minor comodità nell' abitare, che nell'a- 
limentarfi . 

Quel che concerne la coftituzione pubblica , e la for- 
ma di Governo della città di Amburgo, erta è fiata mei- 
fa Copra un piede il più conforme alle leggi, e coftumi 
ragionevoli , ed all'equità, fpecialmente fui dalla Com- 
miflion Imperiale , che vi fu meffa nel 1708 per ricom- 
porre le difeordie civili , dalle quali per gran tempo la 
città era fiata agitata. Effe può fervire d* efempio ad uno 
Stato ben regolato. 

Quantunque il folo Magiftrato vi amminiftri certe re- 
galie, pure gli affari concernenti immediatamente il ben 
pubblico fi concludono coir intervento della Cittadinanza, 
ed in fimili affari richiedefi l'unanime confenfo della G't- 
tadinanza, e del Magiftrato, per rifolvere le proporzioni 
fatte dal Senato . Qucfto propone fimili affari , fpecial- 
mente le contribuzioni da pagarfi , e leggi da farfl dal 
primo Collegio della Cittadinanza; e ciò che vi èrifolu- 
to, chiamafi Decreto del Senato, ofìa della Cittadinan- 
za, oppure Receffo. 

Le perfone, che compongono il Senato, fono 3 7, ben- 
ché ordinariamente non fieno più di 36", cioè 4 Borgo- 
maftri, 4 Sindachi, 24 Senatori, e 4 Segretarj, uno de' 
quali è Protonotario , ed un altro Archivifta . Nel vota- 
re fi fa folamente conto de 7 voti de' Borgomaftri , tra* 
quali v'è un Mercante ; e de' Senatori, tra' quali ritro- 
vanfi 13 Mercanti , mentre gli altri fon Letterati. Le 
perfone del Senato fono elette da' Borgomaftri ; i Borgo- 
maftri fon rimpiazzati da' Senatori, i Senatori da' Sem- 
plici Cittadini, e l'elezione fi fa a forte, eccettuata quel- 
la de* Sindachi, e Segretarj, che fi fa colla pluralità de* 
voti , e cade fopra i Cittadini graduati . Chi è eletto , 
nè vuol accettare la Carica , deve partire* dalla città . 

La Cittadinanza di Amburgo è divi(a in j parrocchie, 
fecondo le cinque Chiefe primarie di fopra accennate . Il 
primo Collegio della Cittadinanza; è comporto degli An- 




gio della Cittadinanza de'SefTanta confitte ne'J5 Ansia- 



Digitized by Google 



1(56 fTNB DELL'IMPERO TEDESCO 

ed in 9 Diaconi d'ogni parrocchia, così detti, per» 
chè fimili perfone elette amminiltrano certe Cariche in 
quelle Chicle nella cui parrocchia abitano ; il Collegio 
de' Cent* ottanta , comporto de' Settanta , e di 24 Suddia- 
coni delle 5 Gliele primarie . A quelli s'aggiungono d' 
ogni Parrocchia 6 Aggiunti, che non fon tenuti a com- 
parire fuorché nell' Adunanza di tutta fa Cittadinanza , a 
fui poflon intervenire tutti i Cittadini, purché abbiano le 

Salità richiede , la principale deHc quali fi è, che il 
ttadino abbia il Domicilio ereditario, cioè che poflèg- 
ga almeno 1000 Rifdalleri ( Zecchini 333 incirca) in 
fpecie in una Cafa fua propria dentro la città di Am- 
burgo , o almeno 2000 Rifdalleri ( Zecchini 666 incirca) 
in fpecie di danaro libero in una Tenuta , cqmprefa nel 
Territorio della città. 

L' Àmm in iftr azione dell' Erario pubblico è nelle mani 
di 2 Cittadini, cioè di 2 d'ogni parrocchia, ognuno de* 
quali amminiftra quella Carica per 6 anni, acni poi i ne- 
ccie un'altro Cittadino parte per elezione, e parte a for- 
te . Quelli hanno il nome di Deputati del Camerlingato, 
I membri di quella Deputazione, e di tutte l'altre De- 
putazioni, e le Cariche del pubblico leggonfi nell' Alma- 
pacco Politico di Amburgo, 

Quefla citta per più dì 200 anni è addetta alla Rc& 
gion Luterana , nè vi fi accorda l'efcrcizto pubblico à\ 
qualunque altra Religione. Nondimeno «Cattolici, e Cai- 
yinifti vi polTòno fervire Iddio alla lor maniera nelle ca« 
fe de' Mini Uri, che Sua Madia Imperiale, e altri Sovra- 
ni vi tengono per rapporto al Circolo della Bada Sa Afo- 
nia , ed alla medefima città di Amburgo ; e quelli della 
Gliela Anglicana , che formano una Società particolare 
di Commercio , fanno l'efercizio di lor Religione nella 
così detta Cafa Anglicana . Tutto il Clero di Amburgo, 
compre! 1 i Predicanti di campagna , con lille in 53 perfo- 
ne. Ognuna delle 5 Chiefe pr incipri è fervi** da un Pre- 
dicante, e 3, o 4 Diaconi. Il Supremo rango è quello 
del Seniore, che fuol <elfere il più anziano Predicante d$l- 
\c 5 Chiefe farroochialt , eletto dal Senato. Ne'giornidi 
Ponaenica fi* predica quattro ypIW neiU maggior parte 



Digitized by Google 



LA CITTA' IMPERIALE DI AMBURGO. 167 

delle Chicle , e non palTa giorno , in cui non fi pofla 
lenti re almeno in 3 Chicle la predica. I giorni di peni- 
tenza, le felle, e cofe figlili fi ordinano dal Magiftrato, 
e dal mentovato Collegio de' Settanta . Gli affari , che in 
altri luoghi chiamati li Conditori ali fon amminiftrati da' 
Tribunali Civili. 

Trattandofi del Clero , non deve tralafciarfi di d ? rc 
qualche cofa del Capitolo Cattedrale di Amburgo. La 
fua coftituzione non può meglio comprenderli , 'che dall' 
Art. 10. $. 7. del Trattato della Pace di Weftfalta , ove 
Sua Maeftà Imperiale col confenfo di tutto T Imparo ce- 
de alla Corona di Svezia tutti que'diritti , che ebbero gli 
ultimi Arcivefcovì di Brema fopra il Capitolo, eia Dio- 
cefi di Amburgo, a riferva degl' interdi!, che vi hanno 
la Cafa di Holftein, la città di Amburgo, e rifletto Ca- 
pitolo. E ficcome per la pace dei Nord del 1719 i Du- 
cati di Brema, e Verden furono ceduti alla Cafa Elet- 
torale di Braunfchwcig Luncburg: cosi anche il Capito- 
lo di Amburgo fubì ridetta vicenda. La ragione perchè 
quello Capitolo fia ftato foggetto di* Arcivcfcovada di 
Brema deve ripeterli fin da' tempi antichiflimi . L' Impe- 
ra tor Lodovico Pio, come iuo padre Carlo Magno, avea 
intenzione d'erigere un Arcivcfcovado in Amburgo , on* 
de dipcndeflèro tutte le nazioni Settentrionali, egiànell' 
834 quell'intenzione fu in certo modo effettuata. Il pri- 
mo Arcivefcovo fu Anfchario, il cui nome s'è comuni- 
cato a certe contrade della città, quali fono Scharmarkt, 
Scharthor, Schartorsbriickc . I frequenti infulti de'Genti- 
li confinanti turbavano di continovo la pace dell' Arci- 
vefeovado di Amburgo, che perciò fu coftretto a trasfe- 
rirli a Brema ; onde dipoi nacquero varie controverfie tra 
le due Chiefe a cagione della Sede Arcivcfcovile ; !c qua- 
li differenze nel 1223 f uron quietate mediante un forma- 
le accordo, per cui fu flahiiito , che la dignità Arcivef- 
covile fotte per fempre unita alla Chiefa di Brema . I 
membri del Capitolo di Amburgo patte fono Nobili , e 
parte Letterati. Il primo rango nel Capitolo compete al 
Propofto, dopo il quale fiegue il Decano , che prefiede 
al Capitolo, con 11 Canonici, un- Sindaco , ed un Se- 

L 4 gre- 



Digitized by Google 



lóS FINE DELL* IMPERO TEDESCO 

gretai io . Sonovi inoltre alcuni Canonici detti Minori > 
con parecchi Vicarj immuni, fottopofti alla Giurifdizione 
del Capitolo, e con altri Vicarj foggetti alla Giurifdizio- 
ne della città. 1 primi perdono la loro immunità, tofto 
che fi fpofano con cittadine. 

I Tribunali d'Amburgo fon divifi in Iftanze Eftragiudi- 
ciarie, e Giudiciarie. Nefluna caufa può padare all'In- 
ftanze Giudiciarie fenzaeflèrvi rimeffa dall' InftanzeEftra* 
giudiciarie, delle quali la principale è il Senato, a cui fi 
fanno le fuppliche. L'altre fono predò i due Borgoma- 
ftri Prcfidenti, la cui prefidenza cangiafi a vicenda ogni 
anno, predò i due Pretori ec. L' Iftanze Giudiciarie fo- 
no, il Tribunal dell'Ammiragliato, che decide gli affa- 
ri della navigazione, il Tribunale degli affari delle mae- 
ftranze, i Tribunali dei paefe , il Tribunal civile degli 
affari della Cittadinanza , ed il Giudizio Criminale che 
confate nel Senato. Chi non accudifee alle fentenze de' 
Trib anali Subalterni , può appellare al Tribunal Supremo, 
onde poi padano gli appelli a' Tribunali dell'Impero. 

L' Ammiragliato non folamente decide le Caufe che 
riguardano la navigazione, ma infieme col Camarlinga- 
to della città provvede a tutto ciò , che riguarda gene- 
ralmente il bene della navigazione. Il Camarlingato fo- 
printende particolarmente a tutto ciò, che richiedefi per 
la ficurrezza , e comodità delle navi in quello lpa- 
zio del fiume Elba , che da Amburgo ftendefi fino alla 
fua imboccatura, ove a cagione del gran numero de' ban- 
chi d' arena , che frequentemente mutando il loro fito , 
richiedono una gran vigilanza , di con ti novo galleggiano 
fopra V acqua 100 botti cerchiate di ferro, parte bian- 
che, e parte nere appuntate nella loro eftremità, e le- 
gate a catene , che fon fermate nel fondo del fiume a 
forza di fatti . Qucftc danno indizio , ove fia accaduta 
qualche mutazione nel fito de' banchi d'arena , e quali 
iiano i padaggj praticabili . L' ultima delle mentovate 
botti, che ritrovafi nell'imboccatura, ha il nome di bot- 
te roda . In tempo d' Inverno mettonfi delle macchine 
più piccole, dette Driftbaken, o fia Eisbaken, in luogo 
di quelle botti , che fono le più efpofte all'impeto del 

. . * ghjac- 



Digitized by Goo 



LA CITTA' IMPERIALE DI AMBURGO. l6g 
ghiaccio. Tra gli ftabilimenti, che rcndon ficura la na- 
vigazione debbono contarti, la Società de* Piloti , fubor- 
dinata all'Ammiragliato, che la fottoponc a un Capita- 
no ed a due Padroni di navi , che alternativamente in- 
crociano nell' imboccatura del fiume Elba ; i lavori di 
Ritzebiittel , fatti per facilitare il paffaggió del Mare del 
Nord nel fiume Elba, a' quali foprintende ima Deputa- 
zione comporta di membri del Senato, del Camarlinga- 
to, e dell'Ammiragliato; le fei cafe di legno, parte fi- 
tuate nella vicinanza di Ritzebuttel , parte nell'Ifoletta 
dirimpetto, dette Nenevrerk (lavori nuovi, che da lonta- 
no fervono di regola a' naviganti, tra le quali trovafiun 
faro; il Faro nell' Itola di Helgeland , mantenuto dalla 
città di Amburgo colla permiflione del Re di Danimar- 
ca, e finalmente il vafto Porto di Ritzbuttel i detto Cux<. 
haven y ove tutte le navi ne' tempi burrafeofi trovano un 
ficuro rifugio. Le fpefe indicibili, neceffarie per ir man* 
tenimento de' detti ftabilimenti , paganti dall'Ammiraglia- 
to , e dal Camarlingato ; ed il diritto di chieder la ga- 
bella, e la ragione perchè l'Imperatore l'abbia autoriz- 
zato, fondati fopra i mentovati lavori nella bocca dell' 
Elba, di cui la gabella ne porta il nome , quantunque 
effe in virtù de' mentovati privilegi non fi paghi più in 
Cuxhaven, ma bensì nella città d'Amburgo. 

Oltre la mentovata gabella paganti in Amburgo varie 
impofizioni affai mediocri fopra la birra, il vino, l'ac- 
quavite, la carne, e la farina. Quella che pagati perla 
farina chiamati Matten, termine della Batta Germania, 
che tignifica l'iftcffo che Mauth (gabella). Quanto ali* 
altre contribuzioni , ve ne fono delle riffe , che paganti 
anno per anno; di quefta fpecieè quella delle poffetiioni 
immobili. Quefte però fono accordate nell'Adunanze del 
Senato, e della Cittadinanza, ed hanno varj nomi, per 
efempio per i foffi , teftatico , quarto per cento ec. 

L'occupazione principale degli abitanti contifteva una 
volta nel far la birra , e nel fabbricar panni , oltre il 
traffico . Quindi è, che le Maeftranze relative a coteftt 
meftieri, ognuna delle. quali ha il fuo proprio particolar 
protettore nel Senato godono ancora varie prerogative. 

Le 



*7° wne dell' impero tedesco. 

Le Fabbriche di maggior rilievo fono quelle di zuc- 
chero, nella cui perfezione o per l'acqua , o per altre 
ragioni la città d' Amburgo fenza contralto ha la prefe- 
renza, e le Fabbriche di cotone, calze , filo d'oro, na- 
tta, velluto ,Sc altre fono in riputazione preflb i Fore- 
stieri • 

Quanto al Trafico, die s'aggira maggiormente in te- 
la di lino, panno, feteric, vino, zucchero, cane, tinte, 
ipezierie, metalli, tabacco, legno, cuojo , biade, pelei 
ideami, e falati, olio di balena , pelli col pelo ec. ma 
con fi può determinare, qual di tanti capi di traffico Ila 
il maggiore, poiché il mercante Amburghefe intraprende 
tutto per i gran comodi , che fornifee la lunazione del 
luogo . Non poflò tacere il coftume che vi è , di pubbli- 
care periodicamente colle ftampe certi fogli , che impegna- 
no il corfo del cambio, ed il prezzo corrente d'ogni ge- 
nere di mercanzia. 11 numero grande de* Mercanti d'Am- 
burgo , ( fotto il qual nome non fon compreft coloro , 
che véndono a braccio, e a pefo, e formano una parti- 
colar maeftranza , o fui uffizio de' merci aj, ne i Sentali > 
parte Criftiani , e parte Ebrei ) non può oiTervarft me- 
glio, che a un'ora dopo mezzo giorno nella Borfa, fab- 
brica mezzo coperta , e mezzo all'aria feoperta, ch'è di- 
rimpetto al palazzo di città . Avvi in Amburgo una De- 
putazione, per deliberare fugli affari generali, e fwTa- 
variamento del traffico , comporta di mercanti , e di un 
anziano de' naviganti, detta il Commercio , che adunali 
in una Cafa vicina alla Borfa , ove ritrovali una raccolta 
piccola, e altrettanto utik di libri, che trattano del Com- 
mercio. La Banca d'Amburgo eretta nel 1610 dà gran- 
d'a/uto al traffico; e non fu mai, nè v'e Banca alcuna 
nei Mondo , che per jl credito invariabile , e per l'inter- 
no regolamento poffii preferirti a quefta . Alla Banca fon 
unite l'abbondanza , o fi a il magazzino fornito d'una 
detcrminata quantità di grani macinati, die vendonfi a' 
poveri per un prezzo moderato , e la Zecca , La città e- 
(creila di continuo la regalia della Zecca in virtù de' 
privilegi Cefarei . Fin da gran tempo vi fi fon coniati 
ogni anno de' Ducati Cucchiai ) . Vi fi battono anco 



Digitized by Google 



IJi CITTA' IMPERIALE W AMBURGO. T7T 

delle monete d'oro, dette Banco- Portugaknfi , di jo, c 
5 Ducati , per non dire la varia forte di monete d'ar- 
gento, che vi fi coniano in gran quantità. La bontà in- 
trinfeea della moneta Amburgbefe è eguale a quella di 
Lubecca, di modo che d'un Marco d'argento fino nelle 
fpecje più grotte , e nelle minori , fino allo Schillingò 
doppio, non fi coniano più di Rifd. 1 1{ . in Amburgo 
corrono l' iitetfè monete , clic in Lubecca . 

Per quel che concerne la Letteratura di Amburgo , 
non fi può negare , che le Scienze , e l' Arti liberali vi 
fiano molto coltivate, e promoflè. La Storia Letteraria 
comprende un buon numero d' Amburghefi celebri in ciak 
cuna parte della Letteratura , e molto maggiore è il nu 
mero di que' Letterati , il cui merito è fedamente cono- 
feiuto da' Concittadini . RJtrovafi un buon numero di Li- 
brerie in Amburgo , e quafi ogni Chic* a ha la fua Li- 
bre ri a • La maggiore è quella delGinnafio, tanto aumen- 
tata dalla Libreria Wolrìana, donatagli. Delle Librerie 
private, gran numero delle quali fi può conofeere dalle 
frequenti vendita all'incanto, la maggiore fu la Richeja*- 
na . Nel Ginnafio s' infegnano da 6 Profeflfori le Arti e. 
Scienze come nelle Univerfità , ad eccezione delle 3 mag- 
giori facoltà, che però vi s'infegnano privatamente . L% 
principale delle Scuole è quella di S, Giovanni , fot topo- 
fta infieme col Ginnafio all' ifpezione degli Scolarchi, che 
fono 4 de' membri più anziani del Senato, de* cinque Pa- 
llori delle Chiefe parrocchiali , e degli Anziani maggiori 
della città . Quefta Scuola è comporta d' 8 Gaffi , la magt 
gior delle quali è governata da un Rettore e Con -Ret- 
tore . L' altre Scuole pubbliche fono quelle dell'altre 
Chiefe , delle quali quella della Chiefa di S. Michele c 
la maggiore , e varie Scuole de' poveri , Generalmente 
parlando la gioventù vi trova moltiffimi comodi per i- 
ftruirfi, nell' Arti , e Scienze . Delle Arti liberali la più 
gradita è la Mufica in Amburgo, ed a'fooi dilettanti di- 
fpiace, c£e il bel teatro dell'Opera , che già nel fecoio 
palTato era uno de* migliori della Germania, fiafi dovuto 
atterrare perchè minacciava rovina , Anche la Pittura vi 
trova i faoi dilettami, e forebbe defidcratìle, <bc Y Ar* 

chi- 



» 1 



172 FINE DELL'IMPERO TEDESCO 

chitetttira, e Meccanica vi facellèro maggiori progredì, 
c che riufciflero gli ftabilimenti lodevoli, che per queft* 

Ttto vi fono Itati fatti . 
Regolamenti , che vi fi fanno di tempo in tempo 
per foftegno dello Stato , e per migliorarne la Polizia > 
fono tanti , che anco volendone riportare folamcnte le 
cofe più foftanziali, il ragguaglio farebbe troppo cftefo'. 
Non poflb però tacere i regolamenti fatti per la Scurez- 
za pubblica, tra* quali meritano il primo luogo le guar- 
die de' Cittadini . Son divife quefte nelle 5 parrocchie, 
ognuna delle quali ha uno ftendardo di differente colo- 
re. Tra le guardie fono 5 Colonnelli, che fono del Se- 
nato, 5 Tenenti Colonnelli , che fono Cittadini , e 57 
Capitani parimente Cittadini , de' quali ognuno ha una 
compagnia. Il Configlio di Guerra confitte nelBorgoma- 
ftro più anziano , ne' j Colonnelli Senatori , nel Coman- 
dante, in 3 Anziani maggiori , in 2 Cittadini del Ca- 
marlingato, ed in 8 Cittadini, detti CommuTarj diguer- 
ra • La milizia che forma 12 Compagnie di Fanti, ed 
una compagnia di Dragoni , è comandata dal Coman- 
dante, che per lo più è qualche perfonaggio militare con- 
gedato da qualche Potenza eftera , col Titolo di Gene- 
rale. Il Corpo dell'Artiglieria e fubordinato a 2 Senato- 
ri, ed a 2 Cittadini , e le guardie di notte, che come 
un corpo regolato hanno i fuoi maggiori, e baffi Uffizia- 
li , e che fi unifeono in corpo , e poi fi diftribuifeono in 
certi pofti della città , ove per dimoftrare la loro vigi- 
lanza indicano con un grido le ore della notte , fono 
fottopofte a' due Senatori, che amminiftrano laGiuftizia, 
come loro Colonnelli , a 6 anziani maggiori , ed a 2 Cit- 
tadini del Camarlingato. 

Il Territorio d* Amburgo ftendefi /opra varj terreni e 
villaggi, parte fituati in contrade traverfate da* fiumi, e 
fertili i e parte in contrade più alte, e afciutte. 

Sarebbe troppo proliflo il rammentare i molti privile- 
gi, che la città d'Amburgo ha ricevuti dagl' Imperatori > 
da' Re di Danimarca, da' Duchi e Conti di Olfazia , e 
da altri Principi Sovrani , tanto per rapporto alla fua u- 
nione colle città Anfeatiche, quanto anche per rapporto 

a fe 

s 



Digitized by Google 



LA CITTA*' IMPERIALE DI AMBURGO. IJÌ 

\ a fc ftefla . Quantunque la fua dipendenza dall' Impero , 
aggiudicatale dal Giudizio Camerale dell' Impero di Spi- 
ra nel 1618, le venga contrattata dalla Cafa diOlfazia, 
e fpecialmente dalla Corona di Danimarca , e che s' a- 
llenga dal voto nella Dieta Imperiale, ove però fin dal- 
la fentenza pubblicata nel 1618 è ftata fempre invitata; 
pure erta efercita tutti i diritti territoriali lenza oftaco- 
io . La buona armonia tra effa , e la Corona di Dani- 
marca tu meda (opra un piede (labile mediante l'accor- 
do fatto con Criftiano VI. Re di Danimarca nel 1730, 
e quello che fi fece nel 1740 in Altona per rapporto a* 
confini ; per i quali accordi furono quietate le controver- 
se intorno alla zecca, alla Caia di Schaucnburg che ri- 
trovali in Amburgo, ed a' confini. I ltioi privile^ prin- 
cipali fono (lati di nuovo confermati dall' Impera torFran- 
cefeo I. Efla infieme colle città di Lubecca e Brema eb- 
be inoltre la fortuna di eflèr raccomandata alla partico- 
lar protezione Imperiale nelle Capitolazioni dell'Elezione 
de' 2 ultimi Imperatori. Art. 7. §. 2. 

Il Contingente della città d'Amburgo nella matricola 
Imperiale del ìfii fu fiiTato a 20 uomini a cavallo, e 
120 fanti, e nella più moderna matricola del Giudizio 
Camerale la fua quota vien t a (Tata a Rifilai. 439, Kr. 
507. (Zecchini 146. incirca) 

L' Armi della città coafiftono in un cartello a 3 torri, 
o piuttofto in una porta aperta, adorna di 3 torri, con 
cancelli , che cadon giù per ferrarla , come fi vede ne' 
Ducati, ed in altre monete. Il rifiutare 1* opinione di co- 
loro che vogliono una foglia d'ortica nell'apertura della 
porta, è oggetto da trattarfene nella Scienza delle meda- 
glie , e nella Politica . » 

Quanto alla Storia della città di Amburgo, farebbe 
quafi imponibile di fare delle fue vicende più confiderà- 
bili un tal compendio, ove fodero toccate almeno le c'r- 
coftanze di maggior rilievo. Baderà mentovare general- 
mente ch'ella foffrì afledj, e diftruzioni dal IX. fino al 
XIII. Secolo; che fu attediata da' Danefì nell'anno 1686^, 
ch'ebbe gran difeordie civili nel fecolo paffato, e nel 
principio del fecolo corrente ) che provò difgrazie rro ve- 
nute 



f74 WW8 DELL' IMmO TEDESCO, 

mite da ftraordiRarie inondazioni, fu aflèdiata d' inceri* 
dj, da pefte, dal terremoto di Lisbona, e da limili ca- 
lamità, e {penalmente dalla disgrazia , in cui fpefle vol- 
te la città è caduta predò de' Principi Sovrani e poten-* 
ti. Baderà dire ch'ebbe de' gran perfonaggj, che l' han- 
no fpeffo onorata con la loro prefenza; che conclufc 
Trattati con le Potenze eftere; ch'ebbe alleanza altre 
Volte con tutte le città Anfeatiche, e che l'ha attual- 
mente colle città di Brema e Lubccca. La città ha que- 
lla prerogativa, d'eflere Hata deferitta la fua Storia pro- 
lifTamente da più Storiografi, il cui catalogo è flato pre- 
fitto al Libro che ha il titolo: Delizie delle monete, e me- 
daglie Amhufghefi; ove dovrebbe inferirli ancora Pfeffin- 
gero nel Vittiatio iUufir. 1. i. tir* 18. not, d* p. 780.* 

De' privilegi della città di Amburgo, del Aio Territo- 
rio, e delle Carte Geografiche, che ne fon fiate fatte , 
fe ne ritrova dato un ragguaglio ben fondato, e degno 
da leggerfi , dal Signor Giovanni Klcfehr Sindaco e bene- 
merito della città d' Amburgo fua patria nella fua beli* 
Opera intitolata Cure Geografiche pag. 117 a 122, epag. 
479 a 509. A quefl' opera aggiungafi il Trattato del Sig. 
Cruciano Lodovico di Griesheira, intitolato la città d* 
Amburgo, colle annotazioni, e fupplcmenti aggiunti po» 
Seriormente, per acqui ft are una difìefa, e utilifluma co- 
gnizione di cotefla cijtà. Il fuo Territorio comprende 

1. Il fiume Alfìcr cogl' influenti , e colle Tenute di 
Barnebecke, e Eilbecke^ il cui Dominio acquiftò la cftràt 
nel 1306, e 13 10 da' Conti Adolfo, e Giovanni d'Ok 
fazia. 

2. La Giudicatura di Ham, co' villaggi Hom 1, e Fuhli* 
iiittely de' quali l'ultimo pafsò nel Dominio della ciità 
già nel J283. 

3. Le feguenti Ifole, dell' Elba, con terreni umidi, é 
graffi: Billirerder , ove ritrovano* 3 Gliele, Ochfenmerder 
con unaChiefa, MobruPerder , e la metà di Fink entrerder . 
Quelle Ifolette infierae col villaggio MoMttrg i limato int 
un terreno graffo , e umido , formano una Prefettura . 

4* AI Convento di S< Giovanni appartengono; i vittag- 

& 



Digitized by Google 



LÀ CITTA' IMPERIALE t>I AMBURGO. l?f 

gjBoftel, Winterhude, Eppcndorf, Etmsburtel, e l'Olle- 
ria di Harvfiebude full'AHler, che fu monastero, cele- 
brata co'verfi di Federigo Hagedorn, Poeta eccellente. 

5. Lo fpedale di S. Giorgio di Amburgo poflkde i vil- 
laggi Langenborn, e Ben . 

6. La Prefettura di WoUorf , che comprende i villaggi 
Wobltorf , Old/lede , Farmfftn , Wolkftorf , 'Jthmalenbeckt , 
Htnidorfy ed una parte di tfogesoiìttel . 

7. La Prefettura di Bergedorf, di comune Dominio del- 
le città d'Amburgo, e di Lubecca, nel cui Territorio 
fu deferitta. 

8. I Luoghi delle Prefetture di Trittau, e Reinbeck, 
che alla ri ferva del diritto della ricompra furono vendu- 
ti nel 1750 dalla Cafa Ducale d'Olfazia alia citta d'Am- 
burgo, con pieno Dominio e Giurisdizione. 

1) Della Prefettura di Trittau i fette villaggi , detti 
Ruhmerdòrfy che fono Meyendorf^ Oldenfeldt , Bratti fitte , 
Steilsk>pe y Alflerdorf, Sajfel, e Bargftedt. 

2) Delia Prefettura di Reinbeck (1) gli ondici villaggi 



Lobsbrtigge, Sande colla gabella, Landdeck colla gabella, 
Boburg , Havickhorfi, SteMeck col mulino, Sdtighck colla 
gabella, Scblemmt colla gabella, e col mulino, Qjvkbrf, 
Oftfieinbeck colla gabella , e col mulino» Clhuk col mu- 
lino; (a) i villaggi di terreno gratto e umido, Rtitbrock, 
Krattel, Schiaffi, PiUewerder , Korslack , e Alte* - Gamm . 
(3) $ poflèlTioni a cenfo , un'altra gabella» e 3 altri 
mulini . 

9. Zi Prefettura di Ritzebiittel, fituata fiuT imbocca ti*- 
ra del fiume Elba, che da Levante confina col paefe di 
Hadeln , e da Mezzodì col Ducato di Brema . Se n* im- 
padroni rono gli Amburghefi verfo la fine del fecoloXIV. 
per diritto di guerra; e non folamente la Cafa èi Lap* 
pe , che fu Y ultima a poflfederla , vi ha rinunziato fo- 
lennemente, ma anche il Duca Erico di Saflònia con- 
fermò la città nel 1400 nel poflèflò della medefim» . Fin 
da quello tempo la città ha fatte fpefe immenfe per ren- 
der ficuro da quella parte il paftaggio dal Mar del Nòrd 
nel fiume Elba. EfTa la fa governare da uno de* Senato- 
ri, che rifiede nella Cafa, Ràrzebiiuel. La Prefettura con* 




Digitized by Google 



jyó FINK DELL'IMPERO TEDESCO 

fifte nelle parrocchie di Grodcn e Doefcn. La prima com- 
prende la cafa della Prefettura, il borgo di Ritzebiittel , 
il villaggio di Groden , ov' è la Chiefa parrocchiale , ed 
il paefe poco fa colmato di Keufeld colle cafe annette . 
La feconda comprende il villaggio Doefcn colla Chiefa 
parrocchiale, 8 altri villaggi, il Porto Cuxhaven y e Y 
Ifola detta Ncuevrerck , che giace dirimpetto al Porto , di 
cui fe n'è fatta menzione di fopra. 

LA CITTA* IMPERIALE 

DI BREMA. 

»* * 

LA città Imperiale libera di Brema è fituata fui fiume 
Vefera, che la divide nella città Vecchia e Nuova, 
unita per un gran ponte, e per un ponte più piccolo , 
per il quale fi palla un piccol ramo del fiume. Le for- 
tificazioni della città fono mediocri. Nel 1744 furono 
contate tutte le cafe e gli abitanti, e nella città Vecchia 
e Nuova (fenza i fobborghi) fi ritrovarono 4778 cafe 
abitate, 565 altri edifizj, per efempio da far la birra , 
Halle, magazzini ec. 387 cantine abitate, o fia flanze 
fotterranee, 4099 coppie di perfone maritate (cioè 1589 
di Calvinifti, 177* di perfone Luterane, 629 di perfone 
dell'una e dell'altra Religione, 81 di perfone Cattoliche, 
e 18 di perfone della Religion Proteltante e Catolica ) 
218 vedovi, e 1239 vedove, 233 fcapoli domiciliati , 
con 359 fanciulle domiciliate. La città Vecchia è la più 
grande, e la più popolata, divifa in 4 parrocchie o fia 
Quartieri fecondo le 4 Chiefe primarie della Madonna , 
di S. Anfgario , di S. Stefano , e di S. Martino . Vi fi ri- 
trovano la Chiefa già Metropolitana , che appartiene al 
Ducato di Brema ove fu deferitta, alla quale s'attengo- 
no i Luterani della città Vecchia: fotto il coro v' è la 
cosi detta Cantina di piombo, notabile per i corpi in- 
tatti, che vi fi ritrovano ; il Convento di S. Giovanni 
colla fua Chiefa, il celebre Ginnafio accademico de'Cal- 
vinifti con una bella Libreria pubblica, e con una So- 
cietà di Letteratura Tedefca, la Scuola foggetta al Gin- 



Digitized by Google 



LA CITTA' IMPERIALE DI BREMA. 177 

nafio, U Palazzo di città, la Borfa , l'Edifizio, detto 
Schutting, l'Armeria, lo Spedai degli ammalati , che con- 
tiene un Teatro anatomico, la Cafa di correzione, eda 
lavoro. Predo il ponte maggiore della Vefera ritrovai! 
una Ruota idraulica, che verfa l'acqua della Vefera in 
condotti, che partano fotto terra per le ftrade , e la 
portano in molte cale della città Vecchia . Dall'altra par- 
te di quello ponte v' è un mulino fatto con gran mae- 
ftria, che ferve a fodare i panni. Nella città Nuova v'è 
la Ghiefa di S. Paolo de' Calvinifti . 'Ne' fobborglù ritro- 
vanfi 2 altre Ghiefe parrocchiali. Quantunque i Calvini- 
ili vi formino la ChieTa dominante; pure i Luterani non 
fono in minor numero. I Cattolici efercitano la Religio- 
ne nella Cappella detRefidente Imperiale. II Senato con- 
fitte in 4 Borgomaftri , ed N in 24 Senatori. Eflb ha la 
piena autorità, ed è compofto di Letterati e Mercanti. 
I Mercanti hanno i loro anziani , che però non fi me fi- 
cola no negli affari di governo. In cofe della maggior 
importanza, e quando fi tratta d'imporre de' Dazj ftra- 
ordinarj , adunali la Sapienza ( Wittheit ) Collegio com- 
pofto degli Anziani , e Cittadini , capaci di pagar la con- 
tribuzione . 11 Senato ha la Giurisdizione civile , e cri- 
minale. Per rapporto al Ducato di Brema, la Cala Elet- 
torale di Braunfchweig e Luneburg vi ordina un Preto- 
re", il quale data che fi è la fentenza di morte, con 
certe cerimonie rompe il battone . La guarnigione della 
città confitte in circa 600 fòldati . Vi fioriscono varie 
manifatture, e la città fa un vafto, e importante traffi- 
co, e ufa il nome di Anfeatica, come fu notato nella 
città di Lubecca . 

Ma le navi groffe mercantili fui fiume Vefera non pot 
fon arrivare fino alla città col carico intero , ma deb- 
bon fcaricarfi in Brake o Elsfleth in diftanza di 3 » 04 
miglia dalla città. 

Quefta città fu anticamente la Sede del Vefeovado, poi 
Arcivefcovado, che ne portò il nome; ma già fin dal 
lécolo XIII. nacquero molte controverse tra gli Arcive- 
scovi , il .Capitolo , e la Città . A tempo dell' Arcive- 
scovo Criftofano la città fu in gran pericolo ; imperoc- 
Nnm. XXX1IL M che ' 



Digitized by Google 



17$ FINE DELL' IMPERO TEDESCO. 

che avendo cfla abbracciata nel J522 la Dottrina ài Lu- 
tero , diftrutto il Convento de' Paulini, che era fuori del- 
la c ; ttà, e tolta nel 1530 la Metropolitana a* Cattolici 
per forza, l'Arcivefcovo fece sì, che nel 1547 dopo la 
battaglia di Muhlberg la città fu attediata dalle Truppe 
Imperiali; e(Ta però fi difefe, ed il Conte di Mansfeld 
cogli Amburghcfi obbligò il nemico a levar l'afsedio. 
Dopo l'accordo di Paflfcu la città durò gran fatica a ri- 
entrare in grazia prefso l'Imperatore. A tempo deli* Ar- 
ci vefeovo Giorgio nacque un gran tumulto , quando nel 
J562 Alberto di Hardenberg v'introdufse la Dottrina di 
Calvino, follenuta dalia protezione del Borgomaftro di 
Buren , e applaudita da molti . Allora una parte de' Se- 
natori abbandonò la città. L'affare fu dibattuto nella 
Dieta del Circolo della Balìa Saflonia, adunata in Lu- 
neburg, la quale fece partire Hardenberg dalla città; fu 
fatto inoltre nel 1586 un'accomodamento in Verden tra' 
Senatori forulciti , e tra'l nuovo Senato. Ciò nonoftan- 
te i Senatori forufeiti rim afero cicliti! dalla città, e la 
Dottrina di Calvino fin da quel tempo è (lata la Domi- 
nante. Federigo l'ultimo Arcivefcovo di Brema ebbe mol- 
te contefe colla città, non fob perchè effendo Irata invi- 
tata la città alla Dieta Imperiale, non volle ch'erta v' 
interveniffe, ma eziandio perchè nel 1630 volle aprire la 
Chiefa Metropolitana all'efercizio della Religion Lutera- 
na , la quale nel 1568 era fiata ferrata. Ma nell'accor- 
do di Stade la controversa fu in qualche modo accomo- 
data. Nel 1640 la città fu invitata alla Dieta dell'Im- 
pero, e le fu accordato luogo e voto fulia Panca del* 
Reno tra le città Imperiali. Nella pace di Wcftfalia del 
164$ furono confermati i privilegi, e diritti di libertà , 
e la coftituzione, in cui ella fi trovava allora tanto nel- 
le cofe Spirituali , che fecolari, e fu ftabilito, che le dif- 
ferenze, che poteflero nafeere tra le città, ed il Ducato 
di Brema, ed i Capitoli, e quelle che già vi erano in- 
fette , pacificamente s' accomodaffero , oppure fi terminaf- 
fero per la via della giuftizia , e che intanto ognuna del- 
le parti rimanefse in poflefib di tutto ciò che allora go- 
deva . Ma l'arbitraria interpretazione delle fuddette pi- 



Digitized by Google 



tA CITTA* IMPERIALE DI BREM A . ÌJ$ 

rote, la divifione fatta de* Beni delle Collegiata di Sa:l 
Stefano, di S. Willado, e di S. Anfcario, come pure V 
omaggio altre volte predato dalla città all' Arci veicovo , 
c altre occorrenze vi cagionarono molte liti , che termi- 
narono in aperte inimicizie» e furono la cagione, chela 
città negli anni I654, e 1666 fu attediata dagli Svede* 
fi. Ma ambedue quelli Jifledj furono levati per mezzo d' 
accomodamenti, che però lafciarono indecifa la libertà 
della città . Ma pattato il Ducato di Brema nella Cafa 
Elettorale di Braunfchweig , e Lu'neburg, da quella le 
fu accordata nel 1731 la libertà Imperiale, e gli altri 
oggetti di contcfa, fpecialmente p?r rapporto alla con- 
tribuzione de' 4 Contadi , non pagata dalla città per il 
decorfo di molti anni, furono tolti di mezzo nel 1741 
mediante la cettlone della Prefettura di Blumenthal , e 
della Giudicatura di N^ukirchen colle poflèllkmi della 
contrada di Du'velfmoor, che la città fece al Ducato di 
Brema. Nel I7J7 la città fu prefuliata da* Francefi, che; 
nel 1758 T abbandonarono , per eedere il luogo alle Trup- 
pe Elettorali di Braunfehweig » La città ha l'ottavo luo- 
go tra le città Imperiali nella Dieta Imperiale fulla Pan- 
ca del Reno. Paga per un mefe Romano fior. 320, e 
per il mantenimento della Camera Imperiale Rifd. 148, 
Kreut. 67 - (Zecchini 4^ in circa). 

Il fuo Territorio è divifo in' 4 Contadi , che fono ; 
Ober-Vìeland , Niedet-Vieland , Werdetland , e Hollefhnd o 
fia Blockland, colla Giudicatura di Borgfeld . E* però d*\ 
notarfi, che il Dominio A|to fopra 8 villaggi follali nel 
Contado di Werderjand , e nella Giudicatura di Borg- 
feld è del Ducato di Brema, e die per rapporto a co- 
tefti villaggi dalle Giudicature della città di Brema può 
appellarfi al Tribunal Aulico di Stade. Ritrovanti ne' 
detti Contadi 9 parrocchie » La città è parimente padro- 
na <tel Porto di Vegtfatk fulla Vrfera , ed ha la Giurif- 
dizion Civile fui villaggio vicino , ove ha anche il din t- 
to di far la perquifizione control delitti di minor rilievo* e di 
punirgli , onde però non ti toglie a* lòggetti il diritto di appel* 
lare ai detto Giudizio Aulicodi Brema , quando fi léntono ag- 
gravati dalia fentenza del Magiftrato della città di Brema 1 

Ma AL- 



Digitized by Google 



180 une dell' impero tedesco. 
ALCUNI PAESI 

THE DIPENDONO IMMEDIATAMENTE 
G DALL' IMPERO. 

OlIANTUNQUE NON SIANO COMPRESI 
QSJAN1 in VERUN CIRCOLO. 



LA CONTEA 
DI M U M P E L G A R D. 

E- Circondata dal Vefcovado di Bafilea dalla Contea 
dY Borgogna (Franche Comte) , dal Ducato di Lo- 
ren/e dalia Sundgovia . La Contea ritrovali meglio 
che altrove di^gnaVa nelle Carte della Contea d, Bor- 
gna di laillot?Sanfon , Vifscher , Hom.nn , e d .Un . 
Kl Circolo dell'alto Reno, nò da quello della Sve- 
S vL riconofciuta come del numerosi, Stat, loro 
Effa ebbe anticamente i fuo. propr) Conti , la ciu caia 
Jèfpenta nell'anno i 3 95 «1 Conte Heanco , U cui 
figlia Henrie.ta fu fpoiata col Conte Ebe rardo d Giovi- 
Si di Wurtemberg, onde la Contea r»fs° nella Crfa di 
Wiirtembcrg. Nel Vucceffo de' tempi quello paefe fu da- 

nel 1631- Gl 

uno dopo 1 auro 1 moi u UC figlj Leopoldo 
a cui fuccelTe il fuo figlio Leopoldo Eberardo , che mo- 
ri nel 1723. Effcndo dipoi infona una hte intorno ali 
eredità di quella Contea, la fequeftrò il Re di Fratta 
I Baroni, c le BaronelTe de l Efperance, difendenti da 
Leopoldo Eberardo dal Giudizio Aulico Imperiale furono 
ffirati nel 1723 e 3 o incapaci del Carattere Pnnci- 
So , e della fucceffione nella" Contea di 
f nel J 747 dal Re di Francia furono dichtaratt illegui- 



Digitized by Google 



LA CONTEA DI MuMPELGARD . 1 8 1 

mi, e le loro ragioni di pretendere il pofleflo delle Si- 
gnorie anneffe alla Contea di Miimpelgard, fottopofta 
all' alto Dominio della Francia , furono refe invalide , c 
non fu accordato altro a* medefimi, che il ne cefi a rio 
mantenimento, da ritrarfì dalle Signorie. La Contea di 
Miimpelgard fu reftiruita nel 1748 al Duca di Wurtem- 
berg, e finalmente nel 1758 fu fatto in Vienna un* ac- 
comodamento, mediante una Commiffione Aulica Impe- 
riale, tra'l regnante Duca di Wurtembcrg Carlo Euge~ 
nio , ed i detti Baroni , per il quale queitì con giura- 
mento rinunziarono a tutte le loro ragioni, all'armi, ed 
al titolo di Miimpelgard, ed il Duca s'è obbligato a dar 
loro la fomma annua di fiorini J4000 per il loro man- 
tenimento . 

Qucfto paefe fuol eh .'amar fi Contea Principefca , non 
perchè fofie innalzata alla dignità Principefca, ma per- 
chè fin da molti anni fu poftèduta da' Principi della Ca- 
fa Ducale di Wurtemberga, a cui per maggior brevità 
foleva darfi il nome di Duchi di Miimpelgard, e che 
con maggior ragione fi farebbero chiamati Duchi di Wur- 
temberg-Miimpelgard . 

Il Duca regnante di Wiirtemberg fa amminiftrar que- 
lla Provincia da un Governatore, eh' è Prefidente del 
Collegio di governo. Il paefe confitte 

L Nella Contea propria di b/Umpelgard , 

' che comprende 

• * 

1. Miimpelgard, Mó'mpelgard , in Frane. MoT t t\»iUarà y 
città capitale del paefe, fituata iul fiume Alaine, che di 
li a poco s' unifee ài fiume leDoux. E* la Sede del Go- 
verno , e di un Soprintendente Ecclefiaft ico . Nella Chie- 
fa del cartello del Principe fi uffizia in Lingua Tedefca , 
e nella Chiefa parrocchiale della città in Francefe. An- 
che nel fobborgo v'è una Comunità e Chiefa Francefe , 
Nel Ginnafio infegnano 3 foli Maeftri. 

2. Le parrocchie Abevìllets , AndincoHrt ì AlUniofaBavani , 
Bftbencourt , Bcutaì y ClairgOHtte,CoHthenans ^Defandans , D** 

M 3 le, 



Digitized by Google 



l8i FINE DELL'IMPERO TEDESCO 

le, Etottpes, Efiobon, Mandenre, S.Julien, Trmoins , 
kntignty « 

II. Lt federiti fette Signorie % 

• Incorporate alla Contea di Mumpclgard, e che ora 
fon Feudi rilevanti dalla Francia , 
j. La Signoria di Hericourt ^ 

2. La Signoria di Chat dot , fui fiume le Dotix . 

3. La Signoria di Blamont , i cui villaggi Montbonton % 
e Baticottrty in parte fono della Signoria' . di Dattcnrted 
delia Sundgovia, 

4. La Signoria di demoni , 

5. La Signoria di Grange*. 

6. La Signoria di Clerval. 

7. La Signoria di Pajfavant , che comprende la piccola: 
città deirifteffo nome,. 

» * 

LA SIGNORIA DI ASCH. 

La Signoria di jtfcb è circondata dal Capitanato pio» 
vinciale di Hof del Principato di Culmbach, e dalla Pre^r 
fettura di VPunficdcl, dal Territorio Boemo di Eger, $ 
dal Circolo di Vogtlanda di Saflbnia. E* meglio che al- 
trove difegnata nella Cnrta di Pietro SchenlTdcl Circo- 
lo di Vogtlanda , comprefa nel fuo Atlante di Saffonia , 
e nella Carta Homanniana del Principato di Culmbach, 
Vi nafee il fiume Elfier , Appartiene a* Baroni di Zcd- 
witz, e comprende 

i, Afch , o^Jfcba, città piccola, e cartello, 2, Rofs- 
hatb, villaggio, e parrocchia. UùHr~Keuberg, villag- 
gio con Chiefa. 4. Ober-Nenberg , Kriegfrentb , Sorge, q 
Ober-Scbonbacb , fon villaggi con Tenute Nobili. 

5, Più di *o altri villaggi , 

LA PROPOSITURA DI CAPPENBERG . 

C*?penberg, Propofiturt Nobile de' Premoftratenfi , è 

fitua- . 



Digitized by Google 



LA BADIA DI ELTEN . lSj 

fituata nel recinto del Vefcovado di Munfter, c nella 
Prefettura di Werne di quello Vefcovado. E' verifimile, 
che fia ftata fondata nel 1120, ed i fuoi Fondatori fu- 
rono Goffredo, e Ottone Conti di Cappcnberg, ultimi 
della loro ftirpe. Coloro che defidcrano d'enervi ricevu- 
ti, debbon provare la loro Nobiltà. Non è fottopofta 
all'Alto Dominio del Vefcovado di Munfter, eflèndo 
affatto libera. Da effa dipendono i monafterj di Avern- 
dorp, Valer, Scheda, Ilmftadt , Cloftadt, Weddinghau- 
fen, e Knechtftedcn neir Arcivefcovado di Colonia. La 
Propofitura ficde in uno fpazio vagamente elevato. An- 
ticamente quefto luogo ebbe anche il nome di Mons 
Sion, e Mons Speculai ioni s • 

LA BADIA DI ELTEN. 

Elkn, Eitenumy e Aitine, Badìa Nobile Imperiale , 
fituata fu' confini della Contea di&utphcn nella vicinan- 
za del Reno, e fottopofta alia protezione del Ducato 
di Cleve , fu fondata nel 968. E' governata da una Ba- 
deffa. I luoghi Hoog-Elttn, e Heer Elten, o fia Eitern 
fono l'uno all'altro vicini, ed ' in mezzo a' medefimi ri- 
trovane Eltenbergy ov'c la Badia, 

LA SIGNORIA DI RHEDA. 

La Signoria di Rbeda , circondata dal Vefcovado di 
Munfter, dalla Prefettura di Reckenberg d'Ofnabruck , 
C dalla Contea di Ravensberg, da gran tempo fu de* 
Conti di Tccklenburg, e tuttora è poffeduta dalla Cala 
di Tccklenburg Limburg. In qualità di Feudo rileva dal 
Vefcovado di Munfter, c comprende 

1. Rbeda, città piccola, e caftello fui fiume Embs . 

2. la Parrocchia di GUtershbe , fu* confini del Vefco- 
vado di Ofnabruck, ove ne fri fatta menzione. 

3. Il villaggio Lette, 

4. I monafterj di Clabolt a e Herffebroock . 



M 4 LA 



104 FINE DILL' IMPERO TEDESCO. 

LA SIGNORIA DI WILDENBURG. 

La Signoria libera Imperiale della Cafa de' Conti dell' 
Impero di Harzfeld , è circondata dalla Prefettura di 
Windeck del Ducato di Berg, e da'Pacfi di NaiTau-Sic- 
gen. Porta il nome del cartello Wildenburg, e com- 
prende il cartello, e villaggio Crotorf, con altri luoghi. 

LA BADI'A DI BURSCHEID. 

La Badìa dì Burfcbeid^ o Bort/cbeid, negli antichi do- 
cumenti Monaflerhtm Portecenfe , è libera Imperkie , un 
tiro di cannone dittante da Aquifgrana . E* dell' Ordine 
Ciftercienfe, governata da una Badefla, che ha luogo e 
voto tra le Badeflè della Panca del Reno nella Dieta 
Imperiale, quantunque ciò non le convenga nelle Diete 
del Circolo di M^eftfalia. E' cornprefa nella Diocefi dell' 
Arcivescovo di Colonia . Nel 1349 l'Imperatore Carlo 
IV. raccomandò la Badìa alla protezione della città d* 
Aquifgrana. Il borgo bello e induftriofo dell' irteflo no- 
me | che appartiene alla Badìa , forma una Signoria . In 
eflo i Proteftanti di Aquifgrana , e diBurfcheid nel 1635, 
c 1713 cercarono d'introdurre l'efercizio pubblico della 
lor Religione, e di fabbricarvi una Chiefa: ma furono 
fempre coftretti ad aftenerfene. Perciò i Proteftanti, che 
in querto borgo abitano , efercitano la loro Religione 
in Vaels. Dentro e fuori del borgo v'è una forgeme d' 
acqua calda , che contrafta la preferenza a quelle di 
Aquifgrana ; fonovi anche delle manifatture di panno , e 
delle fabbriche d'aghi da cucire. 

• • • 

LA SIGNORIA DI JEVER . 

* 

§.i. E' fufficientemente rapprefentata nella nuova Car- 
ta della Frida Orientale, indicata Tom. VI. Num. XII. 
e dalla parte di Ponente confina col paefe di Harling y 
c colla Frifia Orientale; da Mezzodì coU'ifteffa Friiia , 
e colla òantea d'Oldenburg; da Levante col fiume Ja- 

dc, 

% 



Digitized by Googl 



LA SIGNORIA DI JEVER . )&5 

<ìc , c colla Signoria di Kniphaufcn , e da Settentrione 
■col Mar del Nord. 

§. 2. Quantunque in lunghezza e larghezza non abbia 
più di 3 miglia , pure merita (ingoiar confiderazione per 
la fua fertilità, e per il profpefo (lato del beftiame ca- 
vallino, e bovino. Il burro di quello paefe è molto fo- 
tlanziofo, e il cacio flimaiì eguale all'Olandefe. Vi fi 
coltivano poco gli alberi fruttiferi, eie piante da giardi- 
no, perche il contadino ricava maggior utile da' palco- 
li, dal beftiame, cacio, e burro , ed ha il comodo di 
pigliare altronde i frutti di giardino. La fcarfità delle 
legne è compenfata dalla torba, che vi fi porta dalla 
Frifia Orientale, e dalla Contea^ d* Oldenburg • Il mare 
ha recato gran pregiudizio a quello paefe; imperocché 
nel 1066 il mare inghiottì il cartello di Mellum,^nel 
1218, e 151 1 parecchie Ghiefe parrocchiali, e villaggi 
•della Giudicatura di Ruftringen, ed il canale Jabde, che 
prima traverfava Ruftringen , fi convertì in un feno aper- 
to di mare , e feparò la Signoria di Jever dalla Gontea 
•ci' Oldenburg , a cui fu riunita da Giovanni XVI, Con- 
te d' Oldenburg ricolmando la contrada, detta Ellenfer- 
damm. Nel 1651 il paefe fu nuovamente danneggiato 
da un'inondazioue fpaventevole ; ma i terreni allagati per 
uno fpazio notabile fono flati afeiugati. 

§. 3. Gli abitanti di quella Signoria anticamente fu- 
rono governati da' loro Giudici, Capitani, e Avvocati fi- 
no a tanto, che i Frisj di Raftringen nel 1355 eleflèro 
per loro Regnante Edonc Wimmercken Papìnga il Vecchio, 
uomo valorofo nell'Armi, a cui nel 1359 fi fottopofero 
anche gli Oftringi , e Warangi . Egli nell' ifteflo anno 
cominciò a coftruire i cartelli di Jever , e Friedeburg. 
Dal medefimo difeefero i Signori di Jever . Anna , e Ma- 
ria figlie eredi di Edone Wnnmecken il Giovine, avute 
dalla fua conforte Heilwige figlia del Conte Gherardo 
di Oldenburg, (offrirono molte venazioni dal Conte del- 
ia Frifia Orientale, e la feconda , dopo la morte della 
fua lòrelia maggiore, nel 153*2 fottopofe all'Imperator 
Carlo V. come Duca del Brabante (altri vogliono come 
Duca di Borgogna) , e Conte d'Olanda, la fua Sìgno- 



0 



t§6 FIN* DELL' IMPERO TEDESCO. 

ria Libera, e Allodiale di Jever, colla città, catello, e 
abitanti in qttalirà di Feudo , e ne prefe da eflb l'inve- 
ilitura . I fuecelTivi Signori di Jever preicro l'ìnveriitura 
tialla Coite Feudale di Borgogna. La fuddetta Maria col 
coefenfo di chi aveva l'Alto Dominio , nel J573 iftitui 
erede di tutte le lue Signorie il fi» parente Giovanni 
XVI. Conte d'Oldenburg , e Delmenhorft, il cui figlio 
Antonio Guaterò, che mori nel 1667, dichiarò nel 1663 
crede della Signoria di Jever il Principe Giovarmi d' Aa- 
ha Ir Zerbft tìglio della ina forclla. Quella Cala n'è at- 
tualmente in pctTeflò; fe però la d il ce n tieni a male hi le, e 
femminile di Giovanni di Anhalt Zerbil (1 usegneflè, la 
Signoria palerebbe nella Contea di Oidenburg , in virtù 
d'un accordo fatto nel JÓ89 col Re di Danimarca. 

f. 4. L'Armi di quefta Signoria portano un leone in- 
coronato d'oro in campo nero. La Caia del Principejd* 
Aohak Zerbft ufa il titolo di Signore di Jever , e Kni- 

pliauien . 

$. y. Nel fecolo XVII. nacque la qucflionc, fc la Si- 
gnoria di jever foflc compre!* nell'Impero Tedefco. Vi 
fu rkpofto affermativamente dall'Imperatore . Fu difputa- 
to anche, fc quella Signoria foflc del Circolo, di Borgo- 
gna , oppure ili Weflfalia . La Caia di Anhalt Zerbil io- 
li iene , che nel celebre Concordato di Borgogna del 15 4S 
fofle incorporata al Circolo di Borgogna, ma altri nie- 
gano, poteri! dimoftrare queila aflèrzione, e la pongono 
tra'pacfi del Circolo di VPeftfalia . Efla però non ha luo- 
go e voto in cotefto Circolo, nè è incorporata a verun, 
Collegio de' Conti dell'Impero. Non fi trova veruna ma- 
tricola, in cui fia rifiato il fuo contingente per l'Impe- 
ro . Quanto alla paga dovuta per il mantenimento del 
Giudizio Gamerale {che in ogni rata farebbe 40 Rifd. ) 
(Zecchini 13 incirca) la Borgogna s'è obbligata a fod- 
disfarvi . 

§. 6\ Si crede « che la Signoria di Jever renda annual- 
mente 60000 Rjfdal. ( Zecchini 20000 incirca ) Ella con- 
fitte in 3 paefi , ed in un' Ifola , che comprendono j 9 
parrocchie. 1 

1 . Wkn- 



Digitized by.Google 



LA SIGNORIA DI JEVER . 187 

1. Wangerland è il pack più Settentrionale, t contiene 
6 Giudicature, che iono: 

1) La Giudicatura di j4ltenm*rk , che comprende i con- 
torni della citta di Jtvcr. 

2) La Giudicatura di Oldorf , colle parrocchie Oldorf , 
Wtjlrum y e Mppclt . 

3) La Giudicatura di Hobenkircben , colle parrocchie di 
Hobenkircben , S. Jtft , o fia Hobenflief, 

4) La Giudicatura di Minfen , colle parrocchie di Min- 
fen y e Wiarden. 

5) Z* Giudicatura di Ttttens , colle parrocchie di Trt- 
tenr y è Middocb. 

6) La Giudicatura di Wangcroeg, che confitte nell* Jfoia 
di Wangeroeg f Queft' Ifola , il cui nome fignrfica occhio di 
Wangerland , è un miglio dittante dalla Terraferma , e giace 
nel Mare di Germania ; ha un y miglio in lunghezza , ed ~ in 
larghezza* Fu molto più grande di quei eh' è al preferi- 
te, effèndo fiata diminuita più della metà dall'onde, e 
burrafche del Mare. Ciò non ottante a forza d'argina- 
ture, e altri buoni provvedimenti vi fi è riacquiftato non 
poco terreno . EfTa produce dell' erbaggio molto graffo . 
Per il comodo de' naviganti , che in tempi burrafeofi vi 
fi rifugiano , e flato eretto un faro nella fua eftremità 
Settentrionale, il cui fuoco accefo h mantenuto col car- 
bon foflile , e vedefi circa miglia a j- da lontano nel ma- 
re . Il maggior guadagno degli abitanti confitte nella pef- 
ca , e navigazione . Etti hanno un Giudice , con un Pre- 
dicante . Evvi un Diftretto di nome Garms , fituato là , 
ove il fiume J alide sbocca nel Mar del* Nord, che nel 
1638 fu colmato, e divifo in 8 cafali, appartenenti al 
Conte di Bentink , padrone delle Signorie di Knfphau- 
fen , e Varel , che vi efercita la Giurildizion Ovile , am* 
miniftrata in ^niphaufen. 

2. O/iringen* di cui una parte è fottopofta alla Prefet- 
tura di Friedeburg della Frifia Orientale , comprende la 
città di Jever, e 2 Giudicature. 

i)Jever, città, circondata d'un terreno graffo, e fer- 
tile , fu in altri tempi molto più grande . La cagione di 
fua diminuzione furono akwi incendi, fpecklmcntc quel- 
li 



iSS FIN£ DELL* IMPERO TEDESCO. 

li del 1260, e 1553. Sotto il Governo del Principe Ca r- 
lo Guglielmo fu rirtaurata la maggior parte delle cale , 
di modo che ora comprende più di 100 caie . Maria i' 
erede di quefla Signora coli 1 ajuto di tutta la Provincia 
nel 1536 cinte la citta d'un terrapieno e follò, e la do- 
tò di be' privilegi . Le cafe quali tutte fon balle , e fatte 
di mattoni. Uno de' 3 Predicanti di quello luogo è pri- 
mo Soprintendente della Signoria . In mezzo al cartello 
fortificato vedefi una torre alta e grolTa. Nella città ri- 
vedono la Cancellala ( * ) del Governo , la Camera , il 
Conciftoro , ed il Tribunal provinciale . L' appello palla a 
Zerbft , non a Bruxelles ; perchè la Signoria ha dimo- 
itrato d'aver il Jus de non appellando. 

2) La Giudicatura di Sillenfiedt , colle parrocchie di Sil~ 
lenftedt, Cleverns , e Sandei . 

3) La Giudicatura di Wadwarden > colle parrocchie di 
Wadwarden, e Pakens . 

3. RUfiringen, forma una Giudicatura, e comprende le 
parrocchie di Sande , Heppens , Sc/x>rtens> e Niende. 

LA SIGNORIA DI KNIPHAUSEN . 

Confina dalla parte di Terra colla Signoria di Jever, 
e dalla parte del Nord-Oft col fiume Jahdc . Non fi fa in 
qual Circolo dell' Impero fia comprefa . Per la fua filia- 
zione dovrebbe cflèrc del Circolo di Weftfalia ; perciò il 
Direttorio di coteilo Circolo nel 1749, e altre volte fo- 
ftenne le parti della Signoria. Il terreno quafi da per tut- 
to è graflo, e fertile; perciò vi fi coltivano le biade con 
vantaggio, ed il beftiame vaccino, e cavallino vi forma 
un' oggetto di confiderazione . Gli abitanti mandano mol- 
te biade per acqua in Olanda, Brema, e Amburgo, ove 
trafportafi anche gran quantità di lardo, cacio, e burro. 

Qiian- 

- g ■ » 

(') Leggonfi fuIl'ingreiTo di quefia Cancellerìa due verfi limili a quelli 
che fi vedono in Delfr nell' Ollanda . 

Hic locus Od ir , *Amat , Punit , Conferùat , Honor'at , 
Ncquitiatn , Pacem , Crimina , Jnr* , Probo* - 



Digitized by Google 



LA SIGNORIA DI KNIPHAUSEN . 189 ( 

Quando il beftiame vaccino non è afflitto da qualche ma- 
lattia conragiofa , nel paefe fé ne ritrovano 4000 capi . 
Ogni anno efeono più di 400 cavalli di cavalleria, e da 
-carrozza di 3 , o 4 anni. Quella Signoria fu anticamen- 
te pofièduta da certi Baroni, i quali inficine col cartel- 
lo nobile d'Inhaufen , dipendevano dal paefe d' Oitrin- 
gen , e per confeguenza dalla Signoria di Jever , a cui 
però per qualche tempo fi fot tratte fino a tanto che il 
«Barone Federigo Guglielmo nel 1623 cedè tutto il fuo 
diritto ?.d Antonio Guntero, Conte d' Oldenburg, cDcl- 
menhorit, Signore di Jever , la qual ceflìone fu confer- 
mata dalla Corte Imperiale. Quelli ne iftitui erede il ino 
-figlio naturale Antonio Conte d' Aldenburg , a cui vi iuc- 
ceflè il fuo figlio Conte Antonio IL, la cui figlia unica, 
ed erede Carolina Sofia Conteflà di Bentink la poffedè fi- 
no al 1757 ; nel qual anno l'ottenne il di lei conforte 
il Conte di Bentink a cagione de' loro figliuoli. Ora la 
pofliede il loro figl o maggiore il Conte Cristiano Fede- 
rigo di Bentink . E' Signoria libera , d' immediata dipen- 
denza dall'Impero, e adorna del pieno Dominio Terri- 
toriale , e di effa come Feudo di Eorgopna fc ne riceve 
l' inveUitura a Bruxelles . La Borgogna s'è obbligata a 
foddisfarc al fuo contingente dell'impero, e del Giudizio 
Camerale. ElTa confitte in 3 parrocchie, che fono 

1. La Parrocchia Luterana di Sengwarden , che compren- 
de il borgo di Sengwarden, e 16 villaggi quafi tutti pic- 
coli. 

2. La Parrocchia Luterana di Fedderw.irden, con 8 luo- 
ghi. 

3. La Parrocchia di Accnm , de* Cavinoti con 8 luo- 
ghi. 

In tutte le 3 parrocchie nel 1756 contaronfi 2539 a- 
nime . 

Kniphaufen^ anticamente Knipens , caftello di Refiden- 
za, ifolato , e cinto d'un follò; chiamali Fortezza. In 
effo rifiedono un Tribunal Provinciale , un Tribunal di 
Revifionc , ove s' appella dalle Sentenze dei Tribunal pro- 
vinciale, ed una Camera , che iòprimcnde alle Finanze 
i'Aldenburg. , 

LA 



Digitized by Google 



\ 



tty* FfNE dell' impero tedesco 

LA SIGNORÌA DI DYCK. 

Appartiene a un Ramo della Cafa de* Conti di Salm 
Reifterfcheid , ed è fituata neir Arci vefeo vado inferiore 
di Colonia. . 

LA SIGNORIA DI MECHERNICH . 

■ 

E' fituata nel Ducato di Jùìich, in poca diftanzadat- 
.la Signoria di Schleidcn. Appartiene alla Cafa de' Conti 
di Neflelrod. Ne fu già fatta menzione (Tom.VI.Num. 
XII. Nella matricola ufata cfla è taflata a Rifd. 2. Kr« 
4. per il mantenimento del Giudizio Camerale. 

LA SIGNORIA DI SCHÒNAU. 

Appartiene a' Signori di Blauche . La fua immediata 
dipendenza dall' Impero , le vien contrattata . 

LA SIGNORIA DI WYLRE . . 

Giace nel recinto del Ducato di Limburg tra le città 
di Valkenburg , e Aquifgrana , ed c de' Signori di Bod* 
tic n « 

LA SIGNORIA DI RICHOLD - 

E' parimente fiutata nel Ducato di Limburg in poca 
diftanza dal fiume Mofa, e nelle Carte Geografiche le fi 
fuol dare il nome di Richel o Riquelt . E' poffeduta dal- 
la Cafa de' Baroni di Bongard di Pfaffendorf. 

LA SIGNORIA DI DREYSS, 

E 1 circondata tutta dall' Arcivefcovado di Treveri, t 
fituata in poca diftanza da Witti! eh, tra' fiumi Salm, e 
Lifer . Come feudo Imperiale appartiene alla Badia di 
Echternach o Epternach del Ducato di Luxemburg, la 

qua* 



Digitized by Google 



LA SIGNORIA DI LANDSKROV. IOf 

tvuale ne Iia il dominio territoriafe , e vi efercita la Giù- 
riidizion Criminale . Tempo fa ne ebbe l'Avvocazia il 
poflèflbre del camello, e della Signoria di Manderfchcidt, 
<hc nel 166*5 la vendè alla Badia. Fin dal 1676 più vol- 
te s'è rivoltata la Comunità di Dreyfs contro il Prelato 
di Echternach; il quale però nel 1683, 1712, e I4dall' 
Imperatore, e dal Giudizio Camerale ha ottenuto delle 
fentenze favorevoli contro la Comunità, la cui efecuzio- 
ne nel 1714 dalla Camera Imperiale fu commetta a* 
Principi direttori del Circolo di Wcftfalia. Nei 1708 la 
Signoria cercò d'unirfi al corpo della Nobiltà del bado 
Reno. Efla confale nel folo villaggio Reyfs^ ove ritro- 
vai! un cafamento della Badia d' Echternach , abitato dal 
Giudice . La Comunità ha il fuo Collettore delle decime* 
ed uno ^Scabino 

LA SIGNORIA DI L ANDSKRON . 

» * 

Qyefta Signoria d'immediata dipendenza dall' Impeto 
è fituata tra la Contea di Mark, ed il Vefcovado di Mun- 
ito, ed appartiene alla Linea minore della Cafade'Con- 
ti dell'Impero di Neflelrod. Quando nel 1710 Giovanni 
Sa lem ino Guglielmo Barone di Neffelrode Rhade con 
tutta la fua discendenza fu dichiarato Conte dell'Impero 
dall' Impera tor Leopoldo, gli fu data la facoltà d'intito- 
larfi Conte di NelTelrod e Landskron , o femplicementc 
Conte dì Landskron. 

LA SIGNORIA DI RHADE. 

E* Signoria libera dell'Impero, funata nel recinto del- 
la Contea di Mark , appartiene al Conte di Neffclrod . 

LA CONTEA DI HOMBURG. 

La Contea di Hamburg o Homberg, circondata dal Du- 
cato di Berg, e dalla Contea di Mark, appartiene alla> 
Cafa de' Conti di Sayn-Witgcnftein Berleburg , che nel 
1716 cercò luogo e voto nel Circolo di Vfeftfalra per 

rag- 



Digitized by Google 



292- FINE DELL' IMPERO TEDESCO. 

rapporto a qucfta Contea . Comprende il cartello e borgo 
di Homburg, detto Hamburg an der Mark, ove ritrovali 
la Cancelleria del Conte, ed un buon numero dì villag- 

h LA SIGNORIA DI SAFFENBERG. 

Quefta Signoria , che ripete il fuo nome dal cafiello 
di Saffenburg o Safftnberg , è funata fui fiume Ahr , tra 
le città d'Ahrweiler, e Aldenahr dell'Elettorato di Co- 
lonia , ed appartiene ad uno de' Conti von der Mark , il 
quale per rapporto a quefta Signoria ha voto nella Die- 
ta Imperiale tra' Conti di Weitfalia, 

LA SIGNORIA DI SCHAUMBURG . ' 

Ritrovafi difegnata nelle Carte della Contea inferiore 
di Katzencllnbogen , dei Principato di Naffau, ed in al- 
tre, ed è fituata fui fiume Lahn, dirimpetto alla Contea 
di Holzapfel. Dalla Cala di Limburg an der Lahn, la 
Signoria nel 1279 pafsò nella Cafa di Wefterburg. Il 
Conte Giorgio Guglielmo di Leiningen - Wefterburg nel 
1656 la vendè ad Agnefa vedova Contefla di Holzapfel, 
Ja quale la liberò dal valTallaggio dell' Elettore di Colo- 
nia, e come Signoria propria la fece paftare alla fua fi- 
glia Elisabetta Carlotta conforte del Principe Adolfo di 
Naflau-Dillenburg , la cui figlia terzogenita Carlotta la 
portò in dote al fuo conforte Principe Leberto di An- 
halt*Bernburg-Hoym , la cui discendenza la poflìede an- 
cora. Effa paga per un mefe Romano fior. 2, Kr. 40 > 
e per la Camera Imperiale in ogni rata 74 Kret. quan- 
tunque non abbia voto ne nelle Diete dell' Alto Reno > 
nè in quella dell' Impero . Comprende 

1. Scbaumburg , cartello in un alto monte, in poca di- 
ftanza dal fiume Lahn. 

2. I villaggi Crambergy Steinsbergj e Bibericb. 

LA SIGNORIA DI OBERSTEIN . 

E' fituau fui fiume Nahe nel tratto di paefe , detto 

Hun- 



Digitized by Googl 



LA SIGNORIA DI SCHAUEN . J 9j 

Hunfruck , ed appartiene a* Conti di Leiningen Dachs- 
burg Heidesheim. Paga per un mefe Romano 7 fiorini, 
ed alla Camera Imperiale in ogni rata Rifd. 10, Kr. 73 
(Zecchini 3I incirca) Il fuo luogo principale è 

Oberftein, città piccola fui fiume Nahe, nella cui vici* 
nanza giace un caftello in un monte, 

HOLZ.HAUS EN. 

Villaggio tra le Prefetture di Marburg , e Homburg 
dell'Aula fui fiume Ohm, preflo la Prefettura di Amo- 
neburg dell'Elettorato di Magonza ; paga per un mefe 
Romano un fiorino, 30 Krcur. 

Annot, La Cafa de* Conti dell'Impero di Schlitz, det- 
ta di Gòrz, incorporata alla Nobiltà Libera Imperiale , 
nel 1742 cercò inutilmente d'elfer ricevuta tra gli Stati 
del Circolo dell'Alto Reno. 

LA SIGNORIA DI SCHAUEN. 

E' fituata tra'l Principato di Halberftadt, e la Contea 
xli Wernigerode in poca diftanza da Oftervick, e trovali 
ben difegnata nella nuova Carta del Principato di Hal- 
berftadt. Quantunque fi a fitunra nel Cìrcolo della Bafla 
SalTonia pure non è del numero degli Stati di elfo. An- 
ticamente non era altro che un calale appartenente alla 
Badia di Waikenried. L'Abate Paolo nel 15x8 lo ven- 
dè colle fue Attenenze a Bottone Conte di Stollberg, e 
Wernigerode, rifervandofene per un certo tempo il dirit- 
to di ricomprarlo . Quando dipoi i Conti di Stollberg, 
e Wernigerode, eran intenzionati d'alienarne alcuni Be- 
ni a' loro creditori , Sebafliano Ollmann , Priore di Wai- 
kenried vi s'oppofe, e nel 161 1 fece un'accordo con Sta- 
zio di Mìinchhaufen , per il quale quefti s'obbligò ad ac- 
cettare il detto cafale di Schauen, per la fomm a vii R fd. 
5500 (Zecchini 1833-^ incirca), e di riceverne l'invcfti- 
tura come di Feudo dal Duca Enrico Giulio, Vefcovo 
poftulato di Halberftadt , e Amminiftratore della Badia 
di Waikenried. Fu inoltre ftabiiito, che il Duca, e Ve- 
Uhm. XXXUh N feo- 



J94 FINE DELL'IMPERO TEDESCO 

fcovo , ogni voha che ne conferirebbe l 1 inveftitura , pa- 
rafò la fomma di 200 Rifd. (Zecchini 66j incirca) al- 
la Badia , da rcftituirfi al meddimo, o dal mentovato 
Stazio di Munchhaufen, oppure da' litui eredi; Te pei ò il 
Duca , o i fuoi eredi , oppure Stazio , ed i fuoi eredi ve- 
niflero a morire, allora il detto cafale non fofle reftitui- 
to allo Badia di Walkenried , prima di aver pagata la 
lbmma di 2000 fiorini d'oro del Reno a' parenti del Du- 
ca , oppure di Stazio di Munchhaufen . Il Duca Federigo 
Ulderìgo rifeattò il cafale da Stazio di Munchhaufen per la 
fomma di 65000 Rifdal. (Zecchini iióóój incirca), e 
lo diede al Capitolo Cattedrale di Halbcrftadt dopo el- 
ferne flato nominato Vefcovo . Quando però i Duchi 
di Braunfchweig e Luneburg non ebbero più fperanzadi 
acquiftare il Vescovado di Halbcrftadt , elTi riprefero il 
poflèflò del cafale , confermato nella pace di Weftfal'a- 
del 1648 a condizione , che ne prendefTero l'inveftiturà 
dall' Imperatore , e Impero , ottenuta attualmente nel 
ì6ji dall' Imperator Ferdinando III., e nel 1668 dall' 
Imperator Leopoldo . Finalmente i Duchi Giorgio Gu- 
glielmo > e Ernefto Augufto nel 1672 , ed il Duca Ridol- 
io, nel j68o cederono quella Signoria col Dominio Ter- 
ritoriale al Conte Giorgio Federigo di Waldeck per li 
fcrvizj predati a ridurre fotro la loro obbedienza la città, 
di Braunfchweig , il quale ne fu infeudato dall' Impera- 
tore nel )6$4- Effo però nel lóSo la vendè colcou,enfo 
dcil' Imperatore a Ottone Groteu , i cui pofteri Baroni 
la poffiedono attualmente^^ . -,, - 



i 



• I * 



: l TRE 



y . Digitized by Googl^ 



»P5 



1 TRE CIRCOLI 

t 

i 

DELLA 

NOBILTÀ' LIBERA IMPERIALE DI SVEVIA 
FRANCONIA , E DEL RENO . 

ANNOTAZIONI GENERALI. 

LA Nobiltà Libera Imperiale , fecondo là definizione 
fattane da Giovanni Giacopo Mofer nel fuo piano 
della coftituzione politica dell'Impero Tedefco lib. 5. cap. 
2. forma un Corpo compìeto di Conti , e per lo più Ba- 
roni e Gentiluomini , uniti tra loro per mezzo di certi 
regolamenti , e del comun godimenti di molti privilegi , 
ch'infieme con le loro peflèfli.oni dipendono immediata- 
mente dairimperadore^.e dall'Impero . Quefta Nobiltà 
è divifa in tre Circoli, di S ve via , di Franconia , e del 
Reno. Tutti e tre hanno qn comun Direttorio, che da 
elfi vien ^mminiftrato alternativamente per tre anni . O- 
gni Circolo ha però il fuo proprio Direttore, come lo 
ha anche ogni Cantone in particolare, il quale chiamai! 
Capitana affittito da alcuni Cordiglieri Nobili dell' iftef- 
fo Cantone . V Adunanze della Nobiltà Imperiale o fono 
generali , quando s'adunano i Direttori o foli, o infa- 
me co'Confìglieri di tutti i Circoli, oppure di tutti i Can- 
toni; ovvero fono particolari di un folo Circolo, quan- - 
do s'adunano i Direttori o foli, oppure infieme co'Con- 
fìglieri , di tutti i Cantoni d'un foio Circolo. S'aduna 
talvolta un folo Cantone, ed allora neh" Adunanza coni- 
parifeono tutti i membri d'un Cantone , oppure, come 
fuol praticarli più frequentemente , il folo -Direttore, i 
Configlieri , e Confulenti del Cantone . Il ricevimento di - 
nuovi membri di quefto Corpo di- Nobiltà Imperiale di- 
pende unicamente dall'arbitrio di e(To Corpo . {Ma ha con 
feguito de' privilegi confiderabili dagl'Imperatori. Non ha 
Voto nelle Diete dell' Impero , e de' Circoli , benché in 
certo modo fia ftimata eguale agli Stati dell'Impero. 

Ni EiTa 

• - 



Digitized by Google 



106 fine dell' imphko tedesco 

Effa è tenuta a iervire perlouaimentc in una guerra uni- 
verfalc dell'impero in caio di biiogno, ma non è obbli- 
gata a contribuire nè con danaro, ne con gente. Quan- 
tunque però oggi giorno continui a fornir gente , pure 
fuol accordare all'Imperatore una fomma di danaro fot- 
to il titolo di fuflidio caritativo , la quale viene negata 
da' Sudditi dellà : Nobiltà , e l' Imperadore ne può dispor- 
re a fuo genio } dopo aver date delle Revcrfali alla No- 
biltà, che ciò non ridonderà in pregiudizio de' diritti di 
e(Ta . Non paga niente per lo mantenimento della Came- 
ra Imperiale. Gli altri Tuoi diritti ritrovanti già deferitti 
dal Mofer fummentovato nel luogo citato, e da Gio: Ste- 
fano Putter in Elementis Juris public* Germanici, edit. le- 
git. tert. pag. 828. a 836. Ma temendo eh' una deferi- v 
zione fmgolare de' luoghi, e Beni della Nobiltà libera Im- 
periale rielea a'riofiri Lettori una cofa lunga di molto, 
c per confeguenza tediofa , ficcarne quella che compren- 
derebbe moltiflìmi nomi ridotti in forma d' un' efatto Ca- 
talogo , efprimenti le Signorie , Borghi e Villaggi de'Can- 
toni d* ogni uno de' Sopraddetti Circoli , cosi s' atterremo 
foltanto alla feguente general Divifione , che ci è fem- 
brata più opportuna, ed addatta all'iftituto nofìro. 

Il Circolo adunque della Nobiltà Libera Imperiale di 
Svevia comprende cinque Cantoni . Il 1. è il Cantone del 
Danubio \ ch'ha la fua Cancellarla in Ehingen, 2. ilOn- 
tone di Hegau , Mgau , e del lago di Coftanza , che tiene 
la lua Cancelleria in Radolphzell ; 3. il Canto** del Fiu- 
me Keckar , della Selva Aera, e dell' Ortenan , di cui in 
Tubingen rifi?dc la CanccUaria ; 4, il Cantone del fiume 
Kocber eh' ha la relìdenza della fua Cancelleria ntlla cit- 
tà Imperiale di EfTlingen ; 5. finalmente il Cantone nella 
Creichgovia . ch'ha la fua Cancelleria nella città Impe- 
riale di Heflbronn . 

La Nobiltà' Libera Imperiale della Franccnia è divifa 
in fei Cantoni , ogn' ano de' quali ha il fuo Capitano . 
Ewi un Coniglio de' fei Cantoni comporto di quattro 
Nobili, due Legali , un Segretario , un Regiftratore, e 
due Scrivani . Uno de' quattro Configlieri è eletto dal 
Canto ie di Odenwald, da Geburg , Rhon , Werra, e 

Bau 



Digitized by Google 



I TRB CIRCOLI DELLA NOBILTÀ' CC. I97 

Baunach ne fono eletti altri due, ed uno daSteigerwal. 
de, ed AltmuhI. I Legali, il Segretario, e gli Scrivani 
fono prefentati dal Configlio , ed eletti da{ Capitani de 1 
Cantoni. Il Configlio delibera fugli affari comuni delia 
Nobiltà. Il Direttorio a vicenda ò maneggiato da quat- 
tro Nobili per due anni. La S-'de del Configlio èia cit- 
tà Imperiale di Schweinfurt . Effo adunafi ordinariamen- 
te ogni tre anni . Per il fuo mantenimento v' è una caf- 
fa in Schweinfurt . I Capitani, e. Configlieri , di quella 
Nobiltà nel 17 18 furono infigniti dall' Imperator Carlo 
VI. del earatrere di Configlieri Imperiali attuali; ed a' 
fei Capitani fu inoltre data dall' Imperadore un* infegna 
d'onore confidente in unà croee d'oro fmaltata di nero, 
coperta con la Corona Imperiale, in mezzo a cui vedefi 
l'aquila Imperiale con le parole Virènti & Fides , e col 
nome deli' Imperadore medefimo Carlo VI. in cifra . # 

Li Cantoni per tanto fono r. U Cantone diOttenValà f, 
che ftendefi da VPrzburg a Heiibronn , e da Francfort fui 
Meno fino a Rotenbnrg fui fiume "Tauber . La fua Can- 
celleria , che fu nella Città Imperiale di Heiibronn , fin 
dal 1762 ritrovati in Kochcndorf: 1. il. Cantone ài Sta- 
gervfiald ; J. il Cantone di Gsb xrg ; 4. il Cantone di Alt- 
mUbl\ f. // Cantone di Baunacb , che porta il nome dal 
fiume Baunach , il quale sbocca nel Meno ; 6. finalmen- 
te ti Cantone di Ròbn , e Vetta , eh' ha il fuo nome dalla 
Montagna Rohne, che fui fiume Alfter ftendefi da Mei- 

rfino al di là di Bifchofsheim , e del fiume Verrà . 
juefto Cantone è comprefo il Quartiere di Burg 9 nf' 
contorni del Vefcovado di Fulda . 

L'ultimo, eh' è il Gircolo della Nobiltà Imperiale fui 
Reno, comprende tre Cantoni; i. Il Cantone dell 1 Alto Re- 
no che chiamali anche Gan, e di Wa r gatt , ed ha la fua 
Cancelleria nella Citta di Magonza . Sembra , che fotto 
la parola Gan s'intenda quel tratto di Paefe , detto We. 
ftricb , che confina colla Wafgovia ; imperocché antica- 
mente cotefto paefe comprefe gran Jiumero di Nobili , 
che già negli anni 1450 a 1463 ebfce/o un'Alleanza tra 
loro , a cui s' aggiunterò molti Nobili della Wafgovia, 
W-ll Cantone del mezzi , Rino , eh' è divifo in quattro par- 

m N 3 ti, 

• 1 



jgS FINE DELL' IMPERO TEDESCO . 

li cioè in quelle di Veneravia , Reingovia, Hainrich; 
2 'ed il Cantone del Baffo Reno, che abbraccia il tratto di 
pefe detto Htmdfriick, cdEberwald, ed ha la fua Can- 
celleria in Cobkns . 

ALCUNI LUOGHI 

POSSEDUTI E GOVERNATI 

■ 

• 4 

DA PIÙ' PADRONI DI CASE DIFFERENTI, . 

* « 

Non compre/i nella Nobiltà libera Imperiale * 
I N T R O D U Z I O N E. 

LUoghi polteduti e governati da più padroni di cafe 
differenti , chiamano* in Tedefco Gancrb - Sebaciche 
Orter. Alcuni di umili luoghi, per elcmpio Bónnigbesm, 
la Signoria di Rotber.berg ec. ion finalmente panati nel 
Dominio d'un ibi padrone ; altri fono (iati accennati 
nel decorfo della Geografia , per elcmpio la citta picco- 
la dì Widdern nella Svevia 3 KUn&lJan , borgo della tran- 
conia ec altri fono membri della Nobiltà libbra Impe- 
riale ; altri yero non lo fono , de' quali quivi fi parla . 
Ne addurrò alcuni de' più notabili. 

Il C afte Ho di Frìedkrg. ■ 

FrieStre, caftello libero Imperiale , forma uno degli 
Stati Luterani dell'Impero, rapprefentato da' Gentiluo- 
mini d'antica nobiltà ', che porta il nome del cartello 
che fiede in un dirupo, pretto la eirta Imperiale di Fried- 
bére nella VPetteravia , ed è fortificato e dall'arte, e 
dalfa natura. E" abitato da più Caftellani, de' quali al- 
t uni ne maneggiane il governo . Chiunque dilcende da 
n,ldK Caftellano panche per parte di donna, e a par- 
te de poflefto comune del caftello , -e delle fuc attenen- 
te. Djle ragioni, che ha il caftello di pretendere lido 



' • Digitized by Google 



ALCUNI LUOGHI DI PIÙ* PADRONATI . I99 

minio della città Imperiale di Friedber , fe n'è parlato 
nella detenzione della città . Al cartella e annetta la Con- 
tea (Comecia) , col Tribunale libero di Kaichsn. Nel re- 
cinto di cotefto fuo territorio fi noti il villaggio Klop- 
pcnbeint) eh' è la Sede d* una Commenda dell' Ordine Teu- 
tonico . Quantunque il, cartello per rapporto al futfidio 
caritativo, da pagarti all'Imperatore fifia unito a tutto 
il Corpo della Nobiltà libera Imperiale, niega peròd'ef- 
fere incorporato ai Cantone del medio Reno» 

* , .*...*. 

Staden ne/fa Wetteravia. 

II Cartello , , e Tribunale di Staden fui fiume Nidda 
nella Wetteravia , le cui attenenze fono il borgo di Sta- 
den , i villaggi Qber- y e Nicder-A4ockfì.itt[) Hegbeim , Stam- 
Jbeim , Ober- , e Nieder-FlojUtt , de* quali villaggi i primi 
tre rilevano dall' Arcivefcovado di Magonza, ed il rima- 
nente dal Vefcovado di Fulda, nel 140J fu venduto al 
Conte Giovanni d' Yfenburg, e ad alcuni altri di nobil- 
tà libera Imperiale, da Giovanni di Limburg , e dalla fua 
conforte Ildegarda di Saarqperden. Nell'hteffo anno i co- 
muni pofletTori fi divifero tra loro le rendite in 4 parti, 
fenza però difeiogliere il comun efercizio della Giurifdi- 
cenza, e degli altri diritti fino al \66i y nel qua!* anno 
alla fo/a Cala d' Yfenburg fu accordata la Giudicatura 
di Mockftatt. Fin all'anno 1719 le potfeflìoni di Staden 
furon talmente divife, che i Conti d' Yfenburg ne pofle- 
derono il 1. quarto, \ del fecondo quarto i Signori di Car- 
ben, e \ il cartello di Friedberg ; il terzo quarto fu del- 
la fola Cafa di Carben, e l'ultimo quarto della Cafa Lo- 
wen di Steinfurth. Spenta nel 1729 la ftirpe mafchile 
di Carben , la Cafa de' Conti d* Yfenburg è pallata al 
comun pofièflb degli altri 3 quarti, in virtù d'un acco- 
modamento fatto nel 1729 colla* Cafa di LòVcn, e co* 
Caftellani di Friedberg, 



N 4 . M 



Digitized by Google 



lOO FINE DELL'IMPERO TH)£SCO 

11 Cafiello di Ge/nbaufen. 

E 1 vicino alla città diGelnmntfen, defcritta nella Con- 
tea di Hanau . Dicefi coftruito da 1 1 ' Imperator Federigo 
L e abitato da erto per qualche tempo nel 1144. I Co- 
eredi ne fono, le Cafe di Forftmeifter di Gelnhaufeii , di 
Krempe. di Freudenftein, di Schelm, di Bergen, e altre. 
Il cartello è andato in decadenza ; onde il governo dei 
cartello, e delle fue attenenze è amminiftrato da foli due 
architetti, e da pochi cartellari coeredi. 

La Signoria Libera Imperiale, detta 
Scbupftr Grund. 

Fu anticamente delia Cafa di Rofenberg come poflfef- 
fione propria e privata ; ora però è Signoria libera Im- 
periale di più erèdi, che fono i Con ri di HatzfeJd, iSU 
gnori di Hoheneck, Gemmingen, e Seyfried . Comprende 

1) Unter - Scbiipf , borgo con una Chiefa parrocchiale 
Luterana, e con un cartello , ove fi fa Tetercizio della 
Religion Cattolica . 

2) I villaggi Cattolici , Ober-Sdiipf Lengerten , Ueffin- 
gen, e la metà di Sach/cnfliibr , ed il villaggio Cattolico 
KupriMaufcn . 




Digitized by Google, 



t 



aox 



VILLAGGJ LIBERI 
IMPERIALI. 

• • • "l 

INTRODUZIONE.* 

IVillaggj, i Borghi, le Terre, e le perfine d* immediata 
dipendenza dall' Impero , ìche ritrovanti in varie parti 
della Germania , probabilmente fon avanzi o delle poflef- 
fioni già Imperiali , o delle cafe fpente di D inarti , la 
cui inveftitura non fi è più data ad altri . Quantunque 
limili luoghi fiano lotto la protezione d' altri Stati dell' 
Impero, pure quefti non vi efercitano i diritti di Domi- 
nio alto. {Piitteri Elementa Juris pMici Germanici, edit. 
leg. tertia, pag. 837, 839.). Intanto la maggior parte 
di cotefti luoghi fon pattati fotto il Dominio d'altre ca- 
fe, parte per dono , parte per efferviù* fottopolli libera- 
mente: e parte per ipoteca , per efempio la gente libera 
di Meglofs , o Meglitz della Svcvia , che ora formano la 
Signoria d'Eglof , e la gente libera di Lufienan , e Embs 
della Contea di Hohenembs, di PorenbUren della Contea 
di Bregenz, di Rankweil della Contea di Feldkirch ; le 
quattro Tenute dette Kellnbofe ne 1 villaggi del territorio 
della città libera Imperiale di Lindau , che fono Efcbacb, 
Rickenbacb , Schónau , e Oberraitnau y il borgo Imperiale d* 
Altorf pretto Ravensburg; i villaggi Kabldorf, Pctersbuxh, 
Byburg, e Wengen, altre volte comprefi nella giudicatura 
Imperiale di Weiflènburg , ed il villaggio Heiligen-Xreutz, 
che ora appartengono parte al Vefcovado di Eichrtett,e 
parte alla cijjà Imperiale di VFeiflenburg ; Mublbaufenfttl . 
fiume Enz \ e Pfdffingen, Bàrflein, Altingen , nella Prefet- 
tura Wurtembcrghefe di Herrenberg, GroQ Gartacb nella 
Prefettura Wurtemberghefe di Brakenheim , Kircbbcim fui 
Neckar nell' jUefla Prefettura, Aufkircb, borgo de'Prir.ci- 

Ldi Ottingen,,. il borgo Freyenfeen nella Prefettura <Ji 
ubach de* Conti di Solms, e probabilmente anco Srlen- 

bacb 

• . . . , 



Digitized by Google 



202 FINE DELL* IMPERO TEDESCO 

bacb della Contea di Werthheim , e molti altri. luoghi . 
La dekrizione di fluefti luoghi finora^ accennati fi ritro- 
verà facilménte nella* Geografia per mezzo dell' Indice . 
Di quei luoghi, che godono ancor in oggi la libertà Im- 
periale jj>iù ,o rrienò riftretta , ne noterò i-feguenti luoghi. 

* 

i. Le Perfom , Libere d$(U JForeJia di 
Lcutkircb nella Svevia. 

mm » r » 

Furono Tempre d'immediata dipendenza dall' Impero , 
c dotate di privilegi firigolari . I Regi, e gì' Imperatori 
diedero loro in altri tèmpi quefto Titolo: Fedeli Sudditi 
Noftri , e dell' Impero . I diritti Imperiali furono fpefle 
volte impegnati mio al 1415 , nei qua!* anno V Impera- 
tor Sigifmohdo incorporò quefta contrada alla Prefettu- 
ra Imperiate dell'Alta , e BafTa Svevia. I Prefetti Au- 
ftriafci a poco a pcfco riftrinfero i privilegi degli abitan- 
ti , e gli abolirono parte per mezzo di patti gravofi , e 
parte in altri modi, di maniera che vi fon rimafte po- 
chetràcce della lor antica libertà. Il Prefetto della Giu- 
dicatura di Gebratzhofen della Forefta di Leutkirch è il 
giudice di quefta gente , creato dal Prefetto provinciale 
di AItCrf . Un maggior ragguaglio fe ne trova nella Re- 
lation Jfiorica dilla Prefettura Imperiale di Svevia , di We- 
getin pag. 42 a 49. Della Forefta y o fia delle Lande di 
Lenthircb fe n'è data qualche notizia nel Circolo Austria- 
co . In quello luogo vi s' aggiunga , che de' 90 Jugeri 
confiftenti parte in campi lavoratile parte in bofchi vi- 
cini a Leundrch , 52 ne appartengono a' Cittadini di 
Leutkirch, ed il rimanente alle Perfone Libere Imperia- 
li , che abitano i 39 villaggi , e Terre , che fieguono : 
Nicdèrboffen, Lavben, Eifenbrecbtsboffen , Ottmansboffen ,VaU 
tersbofen, Welandtsboffen , Kem*jiblen r , Kejfehbrunnen , . Ad- 
razhoffen, Wucbfenhoffen , Luittifperg, Alimtmfoffcn , Grilne- 
back, Hamburg, Urlati, Herlatzboffen , Bettelh0n, Do~ f 
bratzboffen , Engerazboffen , Wmtrazboffcn , Engelboltbcffen / * 
Aiitenboffen, Sackmubìin, Merazbójfcn y Livztnbqffen , Hfqlf- 
farzboffen y Weybersm'Min 3 Nonnenbacb % Crtfrìmlzboffen >Ge- 

braz* 

Digitized by Googl 



VILLAGGI LIBERI IMPERIALI. 203 

trazbofen, EnzefmUblin, Hundof* TauUnbofftn^ Wllarzfafc 
feri) Sontboffen^ Hcggelbacb . 

z. Il Villaggio Libero Imperiale di 

Alfcbbaufen. 

Alfcbèaiéfen, o Altfcbaufen , oppure Altsbanfen^ e Altb* 
aiéfen ò villaggio libero Imperiale nella Svevia preflb il 
cartello dell' iiteffo nome,, tra la Prefettura Imperiale di 
Jltorfy e le Contee dì Konigfeck, e Scheer. I fuoi di- 
ritti Ecclefiaftici 3 eCivilù^Ii fono Itati più volte contra- 
Itati dalla Commenda Teutònica di Alfchhaufen ; e flì pe- 
rò furono maggiormente confermati per la paccdiWeft- 
faiia, e per la fentenza' della Deputazioq Imperiale po- 
co dopo la detta pace. ... 

3. 1 Vìllaggj Liberi Imperiali Gocbsbeim 9 




Situati in poca diftanza dalla città Imperiale di Sch- 
weinfurt nella Franconia , foftengono la lor libertà Im- 
periale fino al prefente . L' Imperator Enrico VI. in un 
diploma dato nel 1234 al Vcfcovado di Wurzburg s'ef- 
prime colle feguenti parole : Refervamns autem nobis Jus, 
qnoà in Villa Gocbsbeim ' ab antique dignofcimus babtiifle . 
Nel 1559 T Imperator Ferdinando diede alla città Impe- 
riale di Schweinfurt V avvocazia di quefti due villaggi 
Imperiali, onde ella fi tirò addoffp una lite col Vcfco- 
vado diWurzburg, talmente terminata, che la detta Av- 
vocazia , o fia Giudicatura Imperiale fu ceduta al Vef- 
covado di Wurzburg, la qual cofa fi dimoftra dagli ac- 
cordi del 1572 e J575 , e dalla conferma dell' Impera- 
tor Ridolfo IL data nel J57S , e dai Recedo della 
Commiflion Imperiale del 1649. In virtù di cotefto Re- 
cedo fu reftituita a quefti villaggi la loro libertà Impe- 
riale, e furono liberati dall'omaggio, a cui erano flati 
forzati dal Vefcovado di Wurzburg in tempo della guer- 
ra di 30 anni . I diis villaggi ottennero nel 1702 una 

Jet- 



204 FINE DbLL* IMPERO TEDESCO 

lettera di Salva-Guardia dal Giudizio Camerale dell' Im- 
pero , luog. cit. pag. 38. 

4. J Villaggj Liberi Imperiali, Sulyhacb , 

c Soden. 




Soden ritrovar^ delle faline, e de' bagni caldi . Ne han- 
no TAwocazia 1* Elettor di Magonza per rapporto alla 
Contea di Konigftein, e la città Imperiale di Francfort. 
Chi defidera maggior notizie di quelli due luoghi , legga 
la Scrittura pubblicata nel 1753 da Federigo Carlo di 
Moofcr con quefto Titolo: La libertà Imperiale de' Tri- 



to il pretcfto dell' Avvocazia . 



4 . • 




f • : 



1 



1 » ' 



IL 



Digita ed by Googl 



IL DUCATO 

DI SI L £ SI A 

COLLA 

CONTEA DI GL ATZ * 



NUM. XXXIV. 



■ 



1 



• Si 



» 



Digitized by Google 



207 

IL DUCATO 

DI STI ESI A 

. .IV 

COLLA 

* 

CONTEA DI QjLATZ. 

INTRODUZIONE. 
Paragrafo I. 

LA prima Carta del Ducato di Silefia fu data 
alia luce in 4 foglj grandi da Martino Heiwig 
nel 1561 ,.la quale ritrovafi nel Teatro Otte- 
tti Orbis terrarum y e Celiarti fpeculo Orbis Geo* 
grapbko. La medefima Carta in varie maniere corretta, 
e divifa, fu inferita in apprettò nelF edizioni della Coi- 
mografìa di Miinfter , e neir Atlante di Blaeu ; e nel 
173S ne fu fatta una nuova riftampa a Breslavia nella 
Stanipciia di Baumann co' rami vecchj, che fin 1 allora 
cran rimarti in efiere . Gherardo Mercatore nel fuo Atlan- 
te ne pubblicò un'altra, la quale però è meno perfetta 
di quella che in apprettò fu fatta da Giona Sculteto, e 
pubblicata da Giovanni Blackxr , Enrico Hond , Giovami 
Janflbn> Waesberg, Scbenk , e Valk . L' iftefiò Sculteto fu 
autore di alcune Carte particolari della Silefia Baila, e 
de' Principat i di Breslavia, Grotkau ( propri amen re Ncyf- 
fe) Lignitz, Oels, Wolau , e Glogau, che vi lon corri- 
prefi, Federigo Kbunow difegnò le Carte particolari di Ja- 
uer, e Schwcidnitz, che per la prima volta furono pub- 
blicate daBlaeuw, e Janfon , e poi daSchenk, eWalk, 
che vi fecero varie correzioni . La Carta de' Principati 
di Schweidnitz, e Jauer , data alla luce da Goffredo 
Kohler, è buona. Non fo chi' fia l'Autore della Carta 
di Silefia , intitolata : Difegno della Silefia , con i Regni , 
e Paefi confinati fj . Dankert , Scbenfy , Hòmann , Ccvcns , e 
terrier ne pubblica/ono nuove, Carte generali , le quali 

. però 



2o8 . IL DUCATO DI S1LESIA. 

però erano molto difettofe. Nel J724 da Cior. Nigrino 
fu dileguata, ed incifa la Carta del Principato di Tcf. 
chen, Ja quale benché forte fopprefla, fu ciò non oftan- 
te inala dr nuovo irf un fcfto più bello da Pietro Schenk . 
L'Imperator Carlo VI. diede ordine al Capitano Inge- 
gnere Giov. Crift. Mùller, autore delle buone Carte di 
Boemia, e Moravia,- di difegnar parimente una Carta 
di Silefia, c qucfto tilfegno dovea incominciarli nel 17x0 ; 
ma l'Autore non gli diede principio fe non alla fine del 
1721 , e la morrc prematura troncò il filo di quella in- 
traprefa . Perciò l'Imperatore nel 1723 commiie la cu- 
ra di ciò al Tenente- Ingegnere J. W. Wieland , che a 
fpefe de' Principi, e degli Stati di Silefia la condurti a 
fine, ma perchè il fuo difegno era ripieno di mancanze 
Iftoriche, la cui correzione fu interrotta per la morte 
dell' Autore, fu dato ordine al Tenente Ingegnere, e poi 
Maggiore Sehubarth, di correggerla, ed il Signor Con- 
te di Haugwitz difpofe l'affare in maniera, che Tinta- 
glio, e l'edizione della Carta ne forte rilafciato agli Ere- 
di di Homann . Quefti fecero emendarne la fcala , ed in 
luogo della difettoia civifione in gradi , fatta da Wie- 
land , per mezzo del Signor ProfelTore Hale ve ne fece- 
ro inferire un'altra più efatta, e non mancarono di ag- 
giungervi anche le correzioni di Sehubarth . Ma i difetti 
commefli da Wieland nella iriifura non potean correg- 
gerà. Fu dato principio nel 1736 all'edizione delle Car- 
te particolari: quando però nel 1740 fuccerte la guerra 
Silefiana , e che la maggior P a,rc della Silefia fu fotto- 
pofta al Dominio Prufliano, l'Edizione delle Carte fu 
impedita fino al 1750, nel qual'anno il Re ne diede la 
permifiìone con patto, e condizione, che le Carte fidef- 
fero alla luce tali quali erano allora , e che nel difegno 
del paele non fi facefle veruna correzione . Perciò nel 
175 1 (benché nel frontefpizio fi trovi l'anno J750) in 
un fefto maggiore dell' ordinario dall' Officina Homan- 
niana fu pubblicato un' Atlante di Silefia, che contie* 
ne una Carta generale della Silefia , disegnata da To- 
bra Mayer nel 1749, un'altra della Silefia Baflà coli' 
anno X745 , ua'aiua delia Silefia Alta coli' anno 1745, 

la 



Digitized by Googl 



IJfTRODUZIONB. . 20£ 

la quarta della Diocefi di Bresiavia coiranno 1751 , e 
{edici altre Carte de' Principati particolari di Silefia , 
delle qiwli ve ne fono 14, che portano Tanno 1736" * e 
a fegnate di 1739. Quelle Carte di Wieland, che rap- 
prefentano i Principati di Oels, Munfterberg, Oppeln , 
Ratibor, e Tefchen, non furono corrette dal Signor di 
Schubarth, benché nell'iscrizione delie due prime per is- 
baglio s aflerifea il contrario . Le 3 Carte generali di 
Silefia hanno parimente de* difetti confiderabili . Nel fo- 
glio, che rapprefenta tutta la Silefia, vi fi trova non io - 
1 amente una erronea annotazione fulla divifione del pac- 
fe, ma la Silcfia Pruifiana neppure vi e divifa efatta-» 
mente ne* fuoi tre Governi Supremi ; imperocché il Prin- 
cipato di Jauer è comprefo nel Governo Supremo di 
Breslau , e la Contea di Glatz non è incorporata alla 
Silefia, benché in affari di giuftizia fia fottopofta al Go- 
verno Supremo di Breslavia, onde nella Carta mento* 
vata s'è sbagliato neJT illuminazione, che mette quella 
Contea fotto il Governo d' Oppeln, o di Brieg, a cui 
di prefente non è fottopofta. Ne* due foglj dell'Alta, e 
Bafla Silefia vi e un'altro difetto, che i Principati di 
NeyfTc, e Munfterberg fon podi nella Silefia Alta, il 
quale fpropofito è troppo grande , perchè pofla rimediar- 
vifi colla fola annotazione, aggiuntavi nel foglio della 
Silefia Alta. Tutti, e tre i fogl; hanno quefti difetti co- 
muni, che pongono nella Moravia il Diftrctto di Kat- 
fcher, il quale conforme alla Pace di Berlino è compre- 
fo nella Silefia , e che a' Principati di Trachenberg , e 
Carolath vi fi dà il nome di Signoria, difetto che fi ve- 
de commetto anche nel Principato di Bilitz, nella Si- 
gnoria di Gofchutz, a cui fi danno i titoli che non gli 
convengon più. Si ha ragione di fperare, che l'Officina 
Homanniana rimedierà a quefti difetti , ed allora V altre 
mancanze non faranno di tanta confegiienza , perchè 
quell'Atlante di Silefia non debba . ftimarfi un'opera di 
molto ufo, e da farne acquifto. Mentre fecondo la da- 
ta fuppofta degli anni l'opra mentovati fu pubblicata V 
edizione del detto Atlante , a Berlino l'Intagliatore Schle- 
ven diede alla luce non (blamente una Carta generale 

H«m. XXXIV. O di 

/ 



Digitized by Google 



. 210 IL DUCATO Di SILESIA . 

di tutta la Silefia, ma anche 16 Carte particolari de* 
Principati di Silefia, ognuna di legnata in mezzo foglio. 
Alcune di quelle fon buone, altre fon molto difettofe . 
Nel 17J7 comparve a Vienna Kovijjimum Silefiee Tbea- 
tram fludio opera Jo. Ja. Liàlii , che è una buona Car- 
ta : quantunque però l'ifcririone della medefima promet- 
ta cofe del tutto nuove , e lìngoJari , ciò non ottante 
quella Carta è V iftefla con quella della Silefia Alta , e 
Balta, che ritrovafi nell'Atlante di Homann, accrefeiu- 
ta d'un maggior numero di luoghi, ricavati dalle Car- 
te particolari. Della mcdelìma fu pubblicata una copia 
a Amfterdam da Covcns, e Mortier; l'originale però, 
e la copia hanno i loro difetti * Dell'Atlante di Silefia 
s' è fervito anche Mr. Julien di Parigi nel fuo Atlas To- 
pograpbique , & Militaire del 1758, ed i Francefi Beau- 
rain , e U Rouge a Parigi hanno copiato le due Carte 
Homanniane * 

§. 2. La Silefia dalla parte di Levante confina colla 
Polonia, ove il paefe è piano , e aperto; verfo Mezzodì 
dall'Ungheria la dividono le montagne, e bofeaglie fol- 
te, che in alcune contrade ftendonii per un miglio, e 
più di larghezza, e propriamente non appartengono nè 
alla Silefia , cioè al Principato di Tefchen , nè all' Un- 
gheria, benché ambedue quelli paefi abbian voluto ap- 
propri a rfele . Ora non effendo permelfo nè all'una, nè 
all'altra parte, di eltirpare quello bofeo infalvatichito, 
e deferto, traverfato da una fola Urada, ferve di ante- 
murale impenetrabile ed alla Silefia , € all'Ungheria. 
Dalla parte di Ponente confina colla Moravia , Boemia , 
Contea di Glatz, e colla Lufazia. E' divifa dalla Boe- 
mia, e Moravia per mezzo d'una lunga ferie di monti, 
che lì depriveranno in appreflò . La parte confinante col- 
la Lufazia è piana , e aperta . Verfo il Nord confina col- 
la Marca Brandenburghefe , ed in quello cantone il pae- 
fe è parimente piano, e aperto. La fua eftenfione im- 
porta circa 650 miglia quadre geografiche. 

$. 3. Verfo Ponente e Mezzodì la Silefia e cinta di 
montagne, che contanfi tra le più grandi, ed alte d' 
Europa, e fi chiamano Monti Sideti. Incominciano ne' 
1 con- 



Digitized by 



Introduzione. iti 
éohfini della Lufazia Alta predò Friedberg fui fiume? 
Queis j e formano due Catene . La prima nella Bada Si • 
leiìa traverfà 1 Principati di Jauer c Schweidnitz i c ter* 
ihina nel Principato di Munfterberg t nella Contea di 
Glatz. Là fua eftcnfione importa circa t$ iniglia geo* 
grafiche : divide la Silefia dalla Boemia , e àsAU Contea 
di Glatz, e chiamati col nome generale di Monti Boemi 1 
' Dna parte riguardevole di quella ferie nel Principato di 
Jaucr ha il, nome di Monti Gigante/chi (Riefengeh'rgé) j 
di cui la più alta cima chiamali Schnee-Koppe , o fi a Rie- 
fen-Kóppe; Qiiefto tratto'* o piut torto una porzione! del 
medefimo/uol nominarli anche Mante è Rìpbxi , o Ripèti i 
L'altra dehorriiriaziorié di Mùntet CerconeJJi è molto im- 
propria j é {etti* lignificato derivando dalla parola Schia- 
vóna Krktàòpi the non lignifica altro che uri monte irf 
genere* L'iftefla catena comprende anco la montagna 
detta Edet che confina col Principato di Schweidriitz t 
V altro tratto de' Monti Sudeti incomincia croi Circolò 
di frankenfteirt nél Principato di Munfterberg^ là dovd 
finifee la ferie antecedente, e va a formare i confini de* 
Principati di NeylTe,* Jagerridorf, Troppau, é Tefchen 4 
dividendogli dalla Moravia , di cui però ve ne comprefa 
dna porzione ; é termina finalmente nel Principato di 
Tefchen predo Jablunka . La fua eftenfìone fa incirca 
Ì4 miglia Geografiche, e chiamali monti ài Moravia; Vi 
fon compre fi i monti di Rcicbtnflein del Principato di 
Mutìfterberg i tà i Monti Demtr fot j £ Das-GefenkeJ tra la 
Contea di Glatz, ed il Principato di Troppau. Prdlb 
Jablunka nel Principato* di Tefchen cominciano i Monti 
Ungkerefi , Carpatj Ò fìa Sarmatici ( Carpateti monta 
S armatici), che formano i confini tra la Polonia * e V 
Ungheria .< Fra i monti j che trovanfi in mezzo alla Sf 
lefia, quello, che chiamali Zotenberg nel Principato di 
Sch weidnirz è il più aito, e riguardevole. Degli altri 
monti i più notabili fono Spitzberg rie! Principato di Li' 
gnitz-, il $.G*orgeri-berg preflb Strigati, il Grdtzherg nel 
Principato 1 di Lignitz, flubcberg tra Sch^eidhitz ^ $ Rei- 
chenbach, iìjabnsdorferberg del Principato di Brieg, ecce, 
5.4. Nelle defcrirte ipoj«ag^^0|ftìttatmcnu myj& 



Digitized by Google 



\ i 

1 

111 IL DUCATO DI SLESIA. 

la parte della Silefia Alta, che più s'accoda alla Mo- 
ravia, e all'Ungheria, l'Inverno incomincia più pretto, 
è più lungo, e molto più freddo, che ne'pacfi piani, le 
caie degli abitanti di montagna fi cuoprono di neve, ed 
cfli a fomiglianza de* Lapponi, e degli abitanti della Cor- 
niola camminano fopra la neve a forza di legar alla 
pianta del piede certe tavolette lunghe e fottili , oppure 
una certa fpecie di cerchi . La parte montuofa del pae- 
fe , eh' è d' un' eftenfionc confiderabile , produce poche 
biade, che non badano per il mantenimento degli abi- 
tanti . Il rimanente , e la maggior parte della Silefia è 
talmente fertile di biade, che ne produce più del bifo- 
gnevole pe' fuoi abitanti. Vi coltivano grano gentile , fe- 
gala, orzo, e vena, Mays, o fia formentone, fpelda , 
grano faracino , miglio , lenticchie , ceci , e fave . Le 
piante da giardino fon più faporite ne' contorni ;di Eres- 
iati , Brieg , Neyfle , Frankenftein , e Lignitz , ed i frutti 
d'albero nelle vicinanze di Grunberg, e Nieder-Beuthen 
fon i più belli ed in maggior abbondanza . Non v' è ter- 
reno in Silefia , che fia derilc ; imperocché , fe non è 
atto all'agricoltura, almeno fi tiene a prato, o bolco. 
Fino que' Diftretti del Principato di Oppeln , che più s* 
accodano alla Polonia, e che hanno una cattiva riputa- 
zione , danno a' loro coltivatori indudriofi un' abbondan- 
te mantenimento, di modo che molte perfone di riguar- 
do vi comprano de' poderi . Generalmente parlando in 
ogni trattato di compra e vendita fi fuppone, che i ter- 
reni rendano il 6 per cento, lo che vi ferve di regola 
per fidare il canone. Il lino vi fi coltiva in gran quan- 
tità; e della canapa fe ne ha meno di quella che vi s' 
adopra ne' lavori; perciò fe ne trafporta gran quantità 
in Polonia e Ungheria . Il luppolo vi riefee da per tut- 
to, maflìmamente ne' contorni di Munderberg. La col- 
tivazione della robbia da tintori , portatavi nel fecolo 
XVI. da un mercante Fiammingo, efercitafi con grand' 
indudria ne' contorni di Wolau, Lignitz, Ohlau, eStre- 
len, ed è uno degli oggetti principali del traffico co'fo- 
reftieri, L'Erba detta in latino After Attieni, in Tedef- 
co Scbarte , che dà la tinta gialla , vi fi raccoglie a car- 

reu 



• Digitized by Googl 



INTRODUZIONE. 2IJ 
tettate. Là coltivazion del tabacco non fi trafcura pun- 
to in Silefia , ma filma men te nelle vicinanze di Wanfen « 
Lo zafferano, che vi fi fa, è di poco rilievo. Il vino di 
Silefia più volte riefce talmente, che puòbeverfi congu- 
ilo, raaffimamentc dopo che ha ripofato due anni nelle 
cantine. Col vino di Griinberg fi fa un buon traffico . 
Il vino cattivo è buono per farne aceto. Dall'abete, c 
pino nelle montagne e nella Silefia Alta preparafi ca- 
trame, ragia, e pece, dal larice ricavali la trementina , 
e da' mentovati alberi refinofi fi fa del nero di fumo . Al- 
la Silefia non è mancato mai il legname da bruciare, c 
da fabbrica, ed in molti luoghi ve n'è in abbondanza . 
Vi fon però de' Difiretti, maffimamcrite di qua dal fiu- 
me Oderà , ove va feemando notabilmente . La terra fi- 
gillata che* ritrovafi ne' contorni di Strigau, ed in molti 
altri luoghi, di rado inoggi s'adopra come medicamen- 
to, ma fe ne fanno dibe'vafi. Ne' monti ritrovanfi aga- 
te, diafpri, criftalli , e pietre preziofe, delle quali le :più 
frequenti fono i crifoprafi, e gli ametifti, che fon di du- 
rezza, e bellezza particolare, come pure i diamanti, che 
conforme aflicurò il Signor Leumann Configlieli negli 
affari fpettanti alle miniere , ritrovanfi a Prieborn nei 
Principato di Brieg • Della pietra di calcina fe ne ha 
quanta fe ne vuole. De' macigni, de' quali fi tagliano 
pietre quadre, lapidi fepolcrali, fiatile, ornamenti, e pie* 
tre molari, ve n'è gran provvifione. A Neufalz nella 
Silefia Baffa ritrovafi una fabbrica Reale di pietre mola- 
ri, ove una tal pietra, che ferva a un mulino a vento, 
della lunghezza di 4 \ piedi del Reno vende fi anco 27 
Rifdalleri ( che fanno circa Zecchini o Veneziani ) , un' 
altra per un mulino a acqua, della lunghezza di 4 pie- 
di del Reno , zz Rifdalleri (che vengono ad effere cir- 
ca Zecchini 7 { ) , ed una pietra fimile , che non abbia 
più di piedi ] ~, 19 Rifdalleri ( cioè circa Zecchini 6 
. A Kaufìungcn nel Circolo di Hirfchberg , ed a Pri- 
born nel Circolo di Strehlen ritrovanfi delle buone cave 
di marmo. V'è gran provvifione di carbon foffile el 
Principato di Schweidrttiz, come pure ne' Principati di 
Neyffe, Miiofterberg, Jauer, e nelle montagne della Sir* 

O j lo 



t 



f?4 IL DUCATO DI SILESfÀ. 

Idia Alta . In varie contrade del paefe piano vi fonq 
delle cave di Torba , maflimainente nel Principato di Bres- 
Javia in poca dittanza da Neumark a Flcmishdorf , come 
pure un miglio lontano da Brieg, e di là dal fiume Oder 
preflb il villaggio di Leupufch , ove la Torba è eccellen- 
te . Nel Principato di Troppau , ed a Bcnilchau , e ne' 
contorni del borgo VPirbenthal in altri tempi vi erano, 
ricche miniere d'argento, come pure delle miniere d'oro 
in dittanza d'alcune miglia dalla citta di Oppeln nel 
monte detto Engelsberg. Altre miniere d'oro, c d'argen- 
to vi furono a Zuckmantel nel Principato di Neyfle , 
ne' contorni di Striegau , Gottesberg , e Zotenberg del 
Principato di Schweidnitz, in varj luoghi del Principato 
di Jauer, nella vicinanza di Lignitz; a Goldbcrg, e Nir 
jtoldttadt nel Principato &ì Lignitz , come pure nel Prin- 
cipato di Brieg. Jnoggi però non fi lavora in altre mi- 
niere d'argento, fuorché in quelle di Tarnowitz, Srl - 
berberg, e Reichenttein . Dell'acqua vitriolica di rame 
ne trova in varj luoghi . A Kupferberg nel Principato di 
Jauer ritrovanfi delle miniere di rame, e di piombo, a 
Rudelttadt fcavafi del rame, e nella vicinanza di Mattel , 
del piombo . Le miniere di ferro fon le più frequenti . 
A Warbrum, un miglio dittante da Hirfchberg vi fono 
de' bagni caldi. Il Principato dj Schyeidnitz contiene al- 
cune forgenti d'acque acidule, che ritrovanfi anche in 
alcuni altri luoghi . Del beftiame bovino non v' è abbon- 
danza, alleyandovifi folamente tante vacche, che baftino 
a dare il latte, burro, e cacio l'ufficiente. I manzi vi 
Rallevano lòlarnente per l' agricoltura; perchè i manzi da^ 
macellare fi ricevono dalla Polonia , e Ungheria . Le fie- 
re più celebri , ove yendonfi i bovi , fi tengono a Brieg , 
Jfreslau, e Schweidnitz , ove talvolta fi vedono io, n, 
e 15000, e più bovi Polacchi, e Ungherefi in una fola 
fiera . Le razze de' cavalli che fono in Silefia danno de' 
cavalji forti e belli, e dopo la terza guerra Silefiana 
per ordine Regio furon accrefeiute e migliorate; ma non 
battano a ibmminittrare al paefe i cavalli bifognevoli, 
perciò fi compra gran numero di cavalli Polacchi nelle 
here di Franclort . (felle montagne fi tiene gran copia, 

«ti 

* DigitizecTby Google 



I 

V 

4 

INTRODUZIONE. 215 

di capre, ove il profitto, che fi ritrae da -2 buone ca- 
pre, credefi eguale a quello, che rende una, vacca ; del» 
latte di capra vi fi fa molto cacio. Le pecore fori di 
granduTimo utile, a cagione della lana ottima, che ft 
tofa due volte l'anno. La lana d'Eftate, benché 'da aU 
quanto più leggiera, fi preferifee a quella dell'Inverno. 
Le fiere più ricche, e famofe per la vendita della lana, 
fi tengono annualmente due volte a Breslavia, a Streh- 
len, e Schweidnitz . Il falvaggiume è abbondante nelle 
montagne , e di là dall' Oder ; in altre contrade però ve 
n'è fcarfità. V'è una provvifion mediocre d'animali, le 
di cui pelli fon pregievoli , come fono Je volpi , marto- 
re, lontre , e caftori , che però fon meno frequenti . Nel 
fiume Oder ritrovanfi degli fioróni, che talvolta hanno 
tra le 6, e 7 braccia di lunghezza, dell' amie di 40 ,50, 
e più libbre , delie lamprede , morenellc , ed altri pelei . 
Gli altri fiumi , i laghi, e le pefchiere contengon varie 
forte di pelei , per efempio luccj , carpioni , trote ec La 
coltivazione delle api vi rende tanto miele, e tanta ce- 
ra, che balta al confumo , che fc ne fa nel paefe. La 
cera , e il miele , che in gran copia dalla Polonia arriva 
a Breslavia, vi è di paffaggio, per elTer trafportato più 
oltre in altri paefi , 

Il fiwnt Oderai KiadrM, Viader , nafee nella Mora- 
via, e non acquifta un corpo d'acqua rifpettabile prima 
d'entrare in Siiefia, che quafi in tutta la fua lunghezza 
è traverfata dal medefimo. Prefio Katibor incomincia a 
portar le barchette. La fua profondità è molto inegua- 
le, ed il fondo molto variabile, effóndo arene lo . Alla 
rena paffeggiera non fi può porre oda colò, e dall' altro 
canto precipitandoli nel fiume molte quercie {'radicate 
dall'inondazioni, maffimamente nella Siiefia Alta, ove 
quefto fiume per^ lo più traverfa i bofchr di quercia , là 
rena vi fi ferma», e forma, de' dofiì di rena, e ne rialza 
troppo il fondo. I fuoi lidi* da per tutto fon ba(fi, e 
coperti di rena 0 e le inondazioni più volte cagionano 
danni grandini . Riceve tutti i fiumi « minori del pae- 
fe, quali fono V0pp4 y Ofier, o fia OJÌravice , Elfi, Neyf 
fe 9 Oblan, Stofor, lohet, WfjAe^ Bartfch^ Bpbtr <c. ec. ìt 

O 4 ri- 



Digitized by Google 



116 JL- DUCATO Df SILESfA . 

rimanente del fuo corfo farà deferitto nella Marca Bran- 
denburghefe , e nella Pomcrania . Vi nafeono due altri 
gran fiumi, cioè la Fiftola , in lingua Tedefca, Wekkfcl, 
Weìffel, e Wiefel, in lingua Schiavina Wisla , Lat. Vifiti- 
la % e l'Elba. La Vifiola nafee da 3 forgenti nell'alte 
montagne del Principato di Tefchen fu' confini di Polo- 
nia, prende il corfo verfo il Nord, e traverfato il Prin- 
cipato di Tefchen, fi volge verfò Levante, e dopo aver 
icorfa Ja Signoria di Pleis , entra in Polonia . La for- 
gente del fiume Elba ordinariamente Tuoi cercarfi in Boe- 
mia, ove anch'io l'ho porta nella deferizione di detto- 
Regno; ma in rigore l'Elba propriamente nafee nella Si- 
lefia, cioè nel Principato di Jauer ne* monti gigantefehi • 
Entra però predo nel Circolo di Konigingratz della Boe- 
mia, ove accrefeiuta d'acque , prende la forma d'ini 
fiume . * ' 

. $.5. Nel numero delle citta di Si le fi a gli Storici , e 
Geografi nazionali non convengono: Schwenkfeld vi con- 
ta 130 chtà murate , e borghi; Schickfus ne conta 150, 
Lucas inclina a credere un numero minore. La SiUfio- 
grafia di Henelio di Hennenfeld, corretta da Fibtgero , 
in tutta la Silefia, comprefovi il Principato di Croflen , 
infogna eflervi 177 città, e vi aggiunge cinque altri luo- 
ghi dotati del privilegio di città, che però ritrovanfi in 
iftato mefehino. Gafpare Sommer foftiene, ritrovarti in 
Silefia 173 luoghi , che abbiano il diritto di città tra 
piccole , e grandi, e quefto numero vien confermato dal 
profeflòre Burle, che aggiunge, elTervi per confeguenza 
380 città tra grandi, c piccole, e borghi. Ma in pro- 
posto di queft' ultime parole devo rammentare due co- 
le : cioè che i borghi non fon città , e che la Contea di 
Glatz contien 9 città, e che per confeguenza dovrebbero 
contarfi jSz luoghi forniti dei privilegio di città, altri- 
menti fottraendo dalla fuppofta lomma le città del Du- 
cato di Croflen, e della Contea di Glatz, non ne ri- 
marrebbero più di 169. L'Atlante della Silefia moderna 
porta 182 luoghi notati pane col fegno di città mura- 
ta, parte col legno di città non murata. Certo fi è che 
la parte Pmffiana della Silefia comprende 144 città tra- 

gran- 



Digitized by Google 



INTRODO'ZlOKI. lìj 
grandi, e piccole, e la parte Auftriaca 24, e che per 
confeguenza in tutta la Silefia, non comprefo il Princi- 
pato di Croflen, ritrovinfi 168 città tra grandi, c pic- 
cole. Non poflb determinar efattamente il numero de' 
borghi; fembra però che non pali ino al numero di- 14* 
Riguardo al numero de' villaggj , i Geografi fon di vario 
fentimcnto. Non porterò i calcoli d'alcuni, che eccedo- 
no ogni ragione; noterò folaraeme ciò che aflìcuraHen- 
nelio di Hennenfeld, cflèrfi fatta cioè circa Tanno idi 5 
una diligente enumerazione de 1 villaggi, ed eflèrfene tro- 
vati meno di 4761. Fibigero pretendendo di voler correg- 
gere quefto numero aflerifee, che ve ne fieno nè molto 
più, nè mofto meno di 6000: Ma il Signor profeffore 
Burle nota non fenza ragione , ecceder quefto numero i 
limiti del vero, aggiungendo, che fecondo i regiftri vi fi 
trovano circa 5000 villaggi. Supporto, che quefto ulti- 
mo calcolo fia vero, e fottrattone il numero de' villag- 
gi del Ducato di Croffcn, e della Contea di Glatz, che 
vi è comprefo, ne fiegue, che lafomma indicata -da He- 
nclio non è molto lontana dal detto calcolo, e che per 
confeguenza fia il più verifimile. Dall'Officina Homan- 
niana di Norimberga nell' Atlante di Silefia fi fon conta- 
te tutte le città, borghi, cartelli, villaggi, fattorie, pe- 
cora je, fucine, cafaii , mulini, fabbriche di pece; e ve- 
tro, monafteri, cappelle, in fomma tutti i luoghi diver- 
famente nominati, onde è' nato il numero di 6397. No* 
terò folaroente ancora , che i villaggi più grandi , e più 
popolatile che il maggior numero delle città piccole, e 
beneftanti, e gli abitanti più ricchi, e la Nobiltà più 
profpera ritrovanfi nelle montagne .- 

Che il numero degli abitanti ila maggiore d'un milio- 
ne , e mezzo , fi rende probabile dal feguente calcolo . Nel 
1766, non compre! a la Contea di Glatz, nella Silefia 
Pruffiana ( . 

nacquero morirono fi fpofarono. 
Protettami 32636 24237 6917 coppie. 

^ Cattolici 25725 16214 54 8 3 

^ 58361 4°45* * 2 4°o 

Sup- 



» ♦ 



Digitized by Google 



1 



zjS il ducato di silesia. 

Supporto, che in Silefia di 58 ne muoja uno, e molti- 
plicando il numero de* morti per 38, ne proviene lafom- 
me 4i 1537^38 vivi . Quello farebbe il numero degli 
abitanti della- Silefia Prufliana , non comprefavi la parte 
Auftriaca , 

Le nazioni principali abitanti della Silefia fono JaTe- 
defea , e la Polacca . La nazion Polacca è più numero- 
fa nella Silefia Alta tra la plebe: e ne' Principati diTrop- 
pau 3 J agerndorf oltre la nazion Tede Ica , e Polacca ri- 
trpvanfi anche de' Moravi* Anticamente il Linguaggio 
di Silefia fu il medefimo con quel di Polonia; ma dopo 
che la Si Iella cadde Cotto il Dominio del figlio di La- 
dislao IL, e che molti Foreftieri, malfimamente Tedes- 
chi, vi fi fon ftabiliti, l' antico linguaggio delpaefenon s'è 
piamente molto allontanato dalla lingua Polacca , ed è 
divenuto un diftinto dialetto della lingua Schiavona, ma 
anche la lingua Tedcfca vi è divenuta la dominante . 
Fino al fecolo XIV. ne' Tribunali , e negli ferirti pubbli- 
ci, e privati gufava o la lingua Latina, o la Schiavo- 
na; ma dopo quei tempo matfimamente fin dal 1351 s* 
introduce nelle Cancellerie la lingua Tedefca , che fi par- 
la anche di prefente dalla maggior parte degli abitanti. 
Ciò non urtante nella Silefia Alta, e di là dal fiume 
Oder fi uf a ancora moliiiumo il linguaggio Schiavonc , 
che in glcuni luoghi s'accolla più al dialetto Polacco , 
«d; in altri più al dialetto Boemo. 

Oltre il Clero ritrovanti in Silefia de* Duchi, Princi* 
gi t Conti, Baroni, Nobili, Cittadini, e Contadini, i 
gitali tutu parte immediatamente, e parte mediatamente 
fon fottopofti al Dominio del Duca Sovrano di Silefia . 
X Dvfrh» o Principi, i Signori di paefi liberi, la Nobil- 
|à d'immediata dipendenza dal Principe Covrano, cioè 
quelja che«. iptrovafi ne', Principati ereditari , $ le città pri- 
marie di quelli Principati ora mentovati, formano gli 
Stati del Ducato di Silefia, e l'alTemblea di quelli Stati 
chiamali Dieta de J Principi ( Fudten-tag ) , denominazio- 
ne provenuta da' Pnncipaji membri dell' Adunanza . Fin- 
ché la Silefia. ùx. io ttopofta a un iuo proprio Sovrano , 
le Diete radunaronfi ordinariamente a Breslavia. Prima 

del 



/ 



Digitized by Google 



r 

INTRODUZIONE, %l 9 

fie\ 1740 & Duchi , o fia Principi non ve n'erano più dj 
5 , che fecondo jl joro rango, erano i féguenti : il Vefco» 
yo di Breslavia } eh' è fempre il primo Quca , o Princi- 
pe , il Principe d'0el$ , e Bernftadt , eh' è uno de* Duchi 
di Wurtemberg e T cc k> *l Principe di Troppau, e 
£erndprf ? eh* e uno de* Principi di IJchtenftcin ; il Duca 
di Sagan , eh* è unp de' Principi di Lobko\pitz; ed il Du- 
ca di Munfterberg , e Franlcenfteiii , eh* è il Principe d* 
Auersf>er£. A ouefti Stari, da che fono folto il Domi- 
nio del Re di Pruflìa , fi (on aggiunti, il Principe di 
Carolati, eh' è ì\ Conte di Schonaich, ed il Principe di 
Trachenberg , eh' è uno de' Principi dj Hatzfeld, Nella. v 
gilefia Boema lo Stato minore di ^ilitz è (tato innalza- 
to al carattere di Principato , eh' appartiene al Principe 
JSulkoXpsky . Le Signorie libere di Sfato eran fei , cioè 
Wartenperg , MiJitfch , Plefs , Jrachenberg , Beufhen , e 
Carolato, delle quali la quarta , e la iefta oggigiorno 
fon Principati. Lo Stato minore di Gofchutz contafipra 
tra le Signorie libere di {Stato . I padroni degli Stati ipi- 
porj ( Mjpderherrfchaft ) ebbero, ed {ìannp ancor inoggi 
varie prerogative fopra gli altri foriti , e $aròni ; ma 
non hanno voto nella Dieta . Nella^ . Dieta i Principi , e , 
gii Stati fliyidevanfi in 3 Clafli. ^a prirna confifteva ne' 
Principi, e ne' Signori di Stato libero colla differenza pe* 
rò che ogni Principe ayea il (uo voto, e che all' incora» 
tro rotti i Baroni inficme pe ayeano uno folo . La fe^ 
conda Qaife era comporta della Nobiltà de' Principati 
ereditar;, e della capitale Bresla vi a, che però non ave** 
più di 9 voti , cioè la Nobiltà unita de' Principati di 
^chvpeidpitz , e Jauer ne ayea uno, quello di Goglau 
un'altro, quella di Oppeln, e Ratibor il terzo, quella 
di Bresiau, il quarto , quella di Lignitz il quinto , di Brìi 
gnifz il fefto , quella di Bricg il fetfimo , di Wplau V 
pttayo, quella di Tefchen. il nono , a'qualf voti s'ag- 
giungeva quello delfa città di Breslavia . Nella terza Gaf- 
fe eran comprefi 8 voti delle città di Sch^eidnitz , di 
Jauer colle città fubordinate di Giògau , e delle città 
fubordinate a quefto Principato di Oppeln , delle città 
di Neumark, e Namlau, che davano il voto a vicenda ? 

e di 

\ » 

ri 

• ♦ 

/ 

Digitized by Google 



120 TL DUCATO DI STLPST A * 

e di Lignitz , Brieg , e V/olau . Ma dopo che la mag- 
gior parte della Silctta è fottopofta al Dominio Pruttia- 
no , quefto fittema Politico è ftato abolito, e non vi fi 
fon tenute più Diete. Ciò non ottante il Re ha confer- 
mato il Diritto de' Principi , di cui fi darà più eliclo 
ragguaglio in appretto. Conforme all'antica cottituzione 
il pofleflb de' Beni Nobili non è permefTò, fuorché alla 
Nobiltà Silefìana, nella qual Gatte comprendoni ancora 
que' Nobili che prima dell'anno 1701 ottennero il carat- 
tere di Nobiltà, e che prima di quell'anno fono itati in 
poffetto di Beni Nobili . Coloro però , che fi fon Nobili- 
tati in appretto, la Nobiltà foreftiera, e qualfifia perfo- 
na dell'Ordine de' Citradini , benché d'origine fiano Si- 
lefiani, o debbon ottener ancora Y Incoiato dal Sovrano, 
oppure con manifefti documenti debbon dimottrare d'aver- 
lo ottenuto, perchè la loia dichiarazione di Nobiltà non 
comprende T Incoiato . 

{. 6. Gli abitanti di Silefia aderifeono a varie Chiefe 
Crittiane, o come fi fuol dire a varie Religioni. 11 Re 
Federigo II. nella pace di Berlino del 1742 promife di 
Jafciar la Religion Cattolica Romana in quello fiato, in cui 
l'avea trovata, fenza pregiudizio però della piena liberrà 
di cofeienza degli abitanti Protettanti , e falvi i diritti 
della Sovranità . A quella prometta vi s'è foddisfatto, 
godendovi ognuno una pienittima libertà di cofeienza « 
Che gli aderenti della Chiefa Proiettante vi Iran piùnu- 
mcrofi di quelli che aderifeono alla Chiefa Romana , ciò* 
fi dimoftra dal numero de'nari , morti, e fpofati ( al §. 5. > 
I Cattolici Romani per lo più fon fottopotti alla Dioceii 
del Vefcovo di Breslavia ; quelli però del Principato di 
Troppau fon della Diocefi del Vefcovo di Olmutz, e la 
Giuriidizion fpirituale del Vefcovo di Cracovia ftendefi 
fui Principato di Tefchen, fulla Signoria libera di Plcfs, 
e fu' contorni confinanti col Ducato di Se veri à . Il Ves- 
covado da principio, cioè nel 966 fu fondato a Schmo- 
ger (Szmogrow) nel Territorio di Namslau , che nel 1041 
fu trasferito a Pitfchen , e poco dopo a Breslavia . II 
Vefcovo in altri tempi era fubordinato all' A rei vefcovo dì 
Gnefna in Polloni a j ma ora dipende immediatamente 

dal* 



Digitized by Google 



INTRODUZIONE 221 

dalla Sede Romana . Egli è il primo de' Duchi, o fia 
Principi di Silefia , e dal Re di Pruflìa , come Sovrano 
Duca di Silefia , riceve V inveftitura del Principato di 
Neyfle, che è fuo, a cui egli rende omaggio, e, gli giu- 
ra fedeltà, obbedienza, e foggeziofie. Gli Eredi di Ho- 
marni nel 17$ t fecero intagliare in rame una Carta del- 
la DiocèG di Breslavia , difegnata dall' Abate Giovanni 
Ignazio Felbiger , la quale fi trova nell'Atlante di Sile- 
fia. Il Vefcovado è divifo in 4 Arcidiaconati , che fono 
quelli di Breslau, GrofT- Glogau , Oppeln, e Lignitz, c 
oltre la Chiefa Cattedrale di Breslavia comprende 7Chie- 
fe Collegiate, 77 Arcipreture, 18 Propofiture, 678 Chie- 
fe parrocchiali, a cui fi fon aggiunte 301 Chiefe parroc- 
chiali, con 235 Chiefe annefie, 20 Badie e 91 altri Con- 
venti dell' uno , e l' altro feffo , che tutti fon fituati nel- 
la Silefia f eccettuatone uno, che giace nella Polonia / 
I Canonicati fi conferirono parte dal Re, parte dal Pa- 
pa, e parte dal Vefcovo. 

La pretefa Riforma della Chiefa fu introdotta nella Si- 
lefia nel 1522 dal Duca di Lignitz Federigo II. nel fuo 
Principato, e poco dopo penetrò anche nel Principato di 
Brieg . La città di Breslavia , che già prima dell' anno 
mentovato avea tolti a'monafteri alcuni Beni, deftinan- 
dogli al mantenimento de' poveri, introduflè anche allora 
nelle fue Chiefe Y efercizio della Rcligion Luterana , la 
quale in breve fu abbracciata anche dalla città di Sch- 
Weidnitz, e poi da' Duchi di Munfterberg, e Oels, e da 
molti loro fudditi. EfTa fi comunicò poi al Principato di 
Sagan , ed a' Principati ereditari ; ed a poco a poco fi 
dilatò per tutta la Silefia. L'Imperator Rodolfo II. nel 
1609 a' Principi, Stati, e fudditi addetti alla Confeffion 
Auguftana nella Silefia Alta, e Batta diede la cosi detta 
lettera di Maeftà , nella quale egli confermò loro il li- 
bero efercizio di Religione , il potfeflb delle Chiefe, Scuov 
le , e Conciftorj , e diede anco la .permiffione di far nuo- 
vi ftabilimenti di quello genere: ciò non ottante dopo la 
morte di quello Imperatore fi tentò di sforzare i- Lute- 
rani ad abbracciare la Rcligion Cattolica Romana . Nel- 
la pace di Praga del 10*35 a' Luterani fu refa la pace , 



Digitized by Google 



112 ÌL DUCATO DI SILfcSlÀ . 

e la ficurezza * che però di nuovo fu difturbata fino alla 1 
Pace di Weftfalia del 1648, ove fu reftituita la pace con 
certi limiti * cioè: che i Principi di Silefia aderenti alla 
Confeflìon Auguftana, quali erano i Duchi di Biieg,Li- 
gnitz* Munfterberg* e Oels, e la città di Breslavia con- 
tinuaflfero ad ufare i loro antichi privilegi , ed il libera 
efercizio di Religione, come s'era praticato prima della 
guerra . Che però i Comi , Baroni , Nobili , e Sudditi 
del rimanente della Silefia , addetti alla ConfelTron Au- 
guftana efercitaflero la lor Religione ne' luoghi vicini, e 
che non volendo liberamente abbandonar la patria, vi 
rimaneflero . L'Imperatore nell' iftefla pace permife inol- 
tre agli aderenti di detta Confezione , di fabbricar 3 Chie'- 
fe preflo le città di Schweidnirz Jauer , e Glogauec.ee. 
Frattanto i Luterani fuori de' Ducati ora nominati, é 
fuori della città di Breslavia perfero non folamente le? 
loro Chiefe (eccettuate le 3 Chiefe nuovamenfe Costrui- 
te), ma poco dopo furon lotfopofti a nuove venazioni y 
onde molti fi mollerà a dichiararfi del partito Cattolico 
Romano. 1 Luterani della Silefia Alta più che gli altri 
fentirono l'aggravio del nuovo fiftema ; percliè volendo' 
andare alle Chiefe più vicine ,• convenne a' medefrrrri di 
far un viaggio di molte miglia, di modo che a quelli 
de' Principati di Tefchen , e Troppau toccava a fare uri 
viaggio di 20 miglia Lo fiato in cui fi trovava allora 1 
la Chiefa Luterana di Silefia , provò un gran follievo y 
quando Carlo XII. Re di Svezia ne prefe la protezione; 
Imperocché nell'accordo fatto nel 1707 a Alt-Ranftadt 
tra l'Imperator Giufeppe, e tra '1 Re mentovato , e nel 
Recedo d' Efecuzrone fatto nel 1709" a Breslavia, i Lu- 
terani dopo aver pagato all' Imperatore 487000 fiorini 
parte in' preftito, e parte in regalo, oltre varj altri pri- 
vilegi relativi alla Religione ottennero la permitTion di 
fabbricar 6 nuove C&iefe, dette di grazia , e riebbero le 
118 Chiefe tolte a 5 medefimi ne' Principati di Lignitz , 
Brieg, Violati, Miinfterberg, Oels, e ne' con torni di Bre- 
slavia , di modo che poflederono 325 Chiefe, alle quali 
in tempo di Carlo VI. ne fu aggiunta un' altra . Final- 
mente lòtto il Dominio del Re di Pruina furono mena 

io 



Digitized by GoogI 



t ti t K ó d C t ì O U 1 il} 
in piena libertà <ii cofeienza, ed ebbero la permimonedi 
coftruir nuove Chiefe , a cui da principio fu dato il no- 
me d' Oratorj * che però conforme all' Ordine Reale da- 
to nel 1764 debbon chiamarfi Cbitft Evangèliche 4 Nel 
1764 generalmente in tutta la Silefia ritrovarono" 460 
Chicle Luterane* Per lo fpazio di parecchi anni ne* luo- 
ghi, ove le parrocchie cran nelle mani de' Curati Catto- 
lici, i Luterani dovettero a' Curati pagare tutti i diritti 
della Stola, benché gli atri minifteriali fi faceflèro dolo- 
ro proprj Miniftri. L'ideilo dovettero fare i Cattolici di 
Lignitz, Wolaù, Brieg, e in altri luoghi 3 ove i Lute- 
rani polTiedono le Chiefe principali « Ma quefto regola- 
mento è flato abolito mediante un decreto Reale, tal- 
mente che ognuno paga le così dette Jura StoU al filo 
proprio Curato . 

1 C alvini jii tempo fa ebbero in varj luoghi di Silefia 
le loro Chiefe , ed il libero efercizio di Religione ; do- 
vendo però cedere le loro Chiefe a' Cattolici Romani , 
perfero anche la pubblica libertà di Religione . Dopo Y 
accordo di Alt-Ranftadt , in cui non fu fatta èfprefla 
menzione de'medefimi, chiefero la recitazione delle Chie- 
fe , ed alla loro richiefta s'unirono molti mierceflori* 
ma non V ottennero . Ma il Re Federigo IL concedè lo- 
ro il libero e pubblico efercizio di Religione, talmente 
che a Breslavia , e a Glogau hanno Chiefe ; delle quali i 
Miniftri chiamanfi Predicatori di Carte, e* godono i di- 
ritti Parrocchiali* 

Gii Muffiti così detti | o fia i Protettami Boemi vi hanr 
no parimente alcune Comunità , cioè a Munfterberg , a 
Hufltnetz preffo Strelen , a Friederichftabof > a Ziska po- 
co dittante da Wartenbcrg , ed a Friederiéhfgratz j*eflò 
Oppeln . Una parte di «juefti aderifee * Lutero , Un'altra 
a Calvino , e l' una , e 1 J altra ha i faoi propri Miniftri . 
A' Fratelli Evangelici Vniti il Re Federigo IL gtà nel 
1741 accordò la permiane di domiciliarli nella Silefia, 
e la libertà di cofeienza , e di efercitar pubblicairiente la 
lor Religione conforme alla difciplina Eeclefiaftica ufau 
fui allora da' medeiìmi, I loro Miniftri in cofe Spiri tua- 

w, 



Digitized by Google 



a24 IL DUCADO DI SILESIÀ. 

li, c di Giiefa non lon fottopoiti a verun Concilloro , 
dipendendo unicamente da' loro Vefcovi dipendenti dalla 
Sovrana autorità , e protezione del Principe . Seguì in ap- 
preflb nel 1746 una conceflion generale del Re in favor 
de' Fratelli Evangelici uniti, nella quale i nominati pri- 
vilegi furon confermati , ed i luoghi Neufalz , Buhrau, 
Rofnitz , Peyle , e Grol£Kraufchke furono desinati per 
fempre per loro foggiorno, fuori de* quali a nefluna fa- 
miglia di quefti fratelli uniti farebbe permeflò di domici- 
liari nella Silefia . Gli Scbwenkfeldiani nel 1742 per or- 
dine Regio furono chiamati nella Silefia Bafla, ed il Re 
eli prcie fotto la fua fpecial proiezione. I Crifiiani Greci 
hanno una Gliela a Breslavia . Gli Ebrei vi li tollerano 
parimente, e vi hanno le loro Sinagoghe. 

§. 7. La Silelìa è fiata finora una Madre fertile di 
Letterati, parecchi de' quali hanno acquala ro una fingo» 
lar riputazione, maflimamente quel gran Riformator del- 
la Filofofia , il Barone Criltiano Wolf . La Gioventù 
della Gliela Luterana è iftruita nelle Scuole Latine del- 
la città Nuova di Breslavia, di Lignitz, e d'alcuni altri 
luoghi , e ne' due Ginnasj di Breslavia, ed in quello di 
Brieg. La Gioventù della Giiefa Cattolica Romana s'i- 
Itruifce in alcuni Collegi de'Gefuiti, nell' Accademia di 
Breslavia , e nella Scuola di Sagan . L' Accademia Nobi- 
le di Lignitz è fatta per comodo della Nobiltà dell'una, 
e dell'altra Religione. 

§. 8. La principal manifattura , e una delle primarie 
forgenti del mantenimento de'Silefiani è quella di filo di 
refe , di tela femplice , ed a opera , che cou maggior in- 
duftria li lavora nelle montagne a Landeshut , Hirfch- 
berg, Schmiedeberg , Grciffenberg , ed in altri luoghi tan- 
to nelle città che ne' villaggi. La ftampa della tela con 
colori a acqua , e a olio in alcuni luoghi è arrivata a 
un'alto grado di perfezione . Il filo di lino, e di bam- 
bagia in moltiflìmi luoghi s' adopra a farne varie forti 
di canavaccio, e dobletto, maffimamente a Reichenbach. 
Vi fi fa del velo lifeio , rigato , fiorito, e mirto di filo 
rotto di Turchia, il quale talora è di tanta fottigliezza , 



Google 



INTRODUZIONE 22J 

che fé ne vende un braccio per 4 fiorini , e più ( cioè 
quafi un Zecchino Veneziano ) ( 1 ). Il velo di Hirfch- 
berg è il' più ricercato . Si lavorano anche co' piombini 
delle trine molto fine. La carta vi fi fabbrica in gran 
copia. La lana fi adopra nella fabbrica de' panni molto 
forti e fini, maflìmamente nelle città di Breslau, Brieg, 
Crunberg, Luben, Steinau , Goldberg, Parchowitz,Stre« 
len ec. ec. 

Per paflar fotto filenzio le calze, ed i cappelli, che fi 
fanno ai lana, fi lavorano anche in Silefia varie forte di 
mezze lane , rafeia , droghetto, baracane, cafra, kala~ 
mane ec. ec. e della bambagia fe ne fanno anche varj 
lavori . Le pelli vi fi conciano ottimamente . Non vi 
mancano vetriere, e vi fi fabbrica parimente il cosi det- 
to criftallo , e il vetro di creta di fingolar bellezza . Vi 
fon de* bravi Maeftri, che con arte mirabile fanno riputi* 
" re , e tagliare il vetro . V è gran numero di fabbriche di 
polvere da fchioppo, c fucine di ferro. 

§. 9. I Generi principali, che la Silefia manda in al* 
tri paefi fono la robbia de' tintori, pietre molari, filo di 
lino , refe , tela , velo , pannine di lana lifeie , e a ope- 
ra, e la carta da fcrivere. L' eflrazione della lana rozza 
è proibita per promuovere le manifattura nazionali . I 
mercanti di Silefia trafficano anche con cera , miele , 
cuojo , pelli fenza pelo , e col pelo , i quali generi ven- 
gono dalla Polonia , Ungheria , e Ruflia . Le mercanzie , 
che i Silefiani hanno bifogno di comprare da' Forcftieri , 
fono: le biade di Polonia, vino d'Ungheria, di Mora- 
via, d'Auftria, del Reno, e di Francia, bovi di Polo- 
nia, e d'Ungheria, cavalli, fale di Polonia , di Halla, 
e Schonebeck, fpezierie, e droghe, e molte mercanzie di 
manifattura , e fabbrica , e molte altre cofe . 

Quel che concerne le monete , vi fi tengono i libri, e 
li fanno i conti 'tanto in Rifdalleri , grofu d' argento , e 

- . ' - de- 

( t ) L' Alla, o Braccio di Commercio di BreslaWa c eguale a Piedi 
Par.,1. *. \ ?V> ovvero foldi di Braccio Fior. 18. it.,4* (che corri/", 
ponde a circa Qyarte j y mifura di Venezia a Seda . . r- - 



226 IL DUCATO DI SILESIA . 

denari, quanto anche in Fiorini, e Creutzer, o ficnoCa- 
rantani . Vi fi ufa rnche una fpccic di moneta, chiama- 
ta Tutnpfy che vale 6 Bóbmer , (e corrifpondono a circa 
50 ioidi Veneziani ) de' quali 5 fanno un Rjldailcro di 
24 grotti buoni (cioè circa lire 7^- di Venezia) (1). An- 
che tinte le monete di Pruttia vi hanno corlò . Tempo 
fa, non vi era in ufo il Lxilclallcro , ed in luogo d' etto 
s' ufa va il Tallero, (che vale 2 Fiorini, vale a dire cir- 
ca 10 lire Veneziane) ed i grotti bianchi di Silefia ; quin- 
di è , che in coletta moneta talvolta lì fanno ancora i 
conti. Un grotto d'argento, o fia Bohmer vale 3 Creut- 
zer, cioè Carantani, o fi a 12 denari, oppure 9*- Pfcn- 
ning di Mifnia, cioè 4GrofceI; (che farino circa 5 Ioidi 
Veneziani) 5 groifì d'argento fanno 4 buoni grotti ( che 
fono circa 25 Ioidi di Venezia ) . Un Creutzer cioè un 
Carantano vale 4 denari ( cioè incirca foldo li di Ve- 
nezia , un Grùfcel 3 denari , o lìa 2* buoni Pfenning , 
( ed a moneta Veneziana foldo i~ incirca). Per conse- 
guenza un grotto d' argento con un Grofcel fa un grotto 
buono (e di Venezia circa foldi 6~) Un Creutzer vale 6 
Heller, )8 Heller fanno un grotto Imperiale (cioè circa 
5 foldi di Venezia). Un grojjo bianco non vale più di 2 
Creutzer, cioè Carantani ( che corrifpondono a circa fol- 
di di Venezia), e per confeguenza un grotto d'argen- 
to lo fupera d'un Creutzer. Indi nafee la differenza tra 
un Marco di pefo , e tra un Marco di meno pefo ; quello 
vale 32 grotti bianchi (cioè lire 57 circa Veneziane ); ed 
il Marco di meno pefo non vale più di 24 grotti bian- 
chi (che fono circa 4 lire Veneziane). Per un Marco di 
danaro ( Mark Geldes ) s' intende per lo più un Marco di 
pefo, e per un Marco di grojfi s'intenJe un Marco di me- 
no pefo di 32, e talora anche di 24 grotti bianchi. 
§. 10. Anticamente la Srlefia era una parte de' pacii 

abi- 

(1) Per ben conofeere il valore della moneta eli Germania , ed inren- 
dere il rapporto che ne fa V Aurore colla moneta di Satfonia , biloena 
ricorrere a ciò che fi dirà nell'Introduzione alla Pruffia, e fpecial mente che un 
Gtojfo buòno f**quufi < foldi di Firenze ( che fono foldi 5-i incirca di 

Venezia ) . 



Digitized by Google 



INTRODUZIÓNE Z%j 

abitati da' Ligj , e Quadi . Quando i Polacchi circa la 
metà del fefto fecolo s'impadronirono del paefe de'Qua^ 
di , una porzion. del medefimo pafsò fotto il Dominig di 
elfi , e fu chiamata Zlezia ; perchè i Polacchi per la pa* 
rola Schiavona Zlezi efprimono ciò che fignifica il nome; 
de' Quadi. Quad nell'antico idioma Tédefco* e Zie nella 
lingua Schiavona fignifìcano rilteflb che cattivo; i Po- 
lacchi fino al giorno d'oggi chiamano anche i Silefiani 
Zlefakas. Sotto il Dominio Polacco fi usò in Siiefia la 
lingua, i cofhimi, e le maniere de' Polacchi; e la Dot- 
trina Crifliana vi fu introdotta, e confermata per mez- 
zo d'un Vefcovado eretto nel 066 a Smoger da Mici$ t 
ho I. ) trasferito indi a Bitfchen , e poi a Brrslavia . 
Quando il Sovrano di Polonia Boleslao III. nel 1138 
divife i fuoi paefi tra' fuoi figl; , il maggiore Ladislao IL 
ebbe non {blamente Cracovia, §iradia, e Pomerania , m* 
anco la Siiefia colla maggior parte del Governo: cercan- 
do però di togliere a'iuoi fratelli la Jor parte, fu cac- 
ciato dalla Polonia , ed il fuo Fratello Boleslao IV. f 
impadronì de' fuoi paefi , c della fua dignità ; ma ne! 
1163 egli inlieme co' fuoi fratelli cedè la Siiefia a Bo- 
leslao foprannominatò Alto, a Micislao, ed a Corrado, 
figliuoli di fuo Fratello Ladislao II. La Siiefia d'allora 
non ebbe per V appunto i medefimi confini colla Siiefia 
moderna. Quefii 3 fratelli fi divifero il paefe talmente, 
che il primo ebbe la parte di mezzo, il fecondo la par- 
te Alta, ed il terzo la parte Baffa . La Siiefia di mezzo 
comprcfe allora i Principati moderni di NeylTe , Brieg , 
Oels, Munfterberg* BresJau, Schwcidnirz, Jauer,Ligni- 
tz, eVPoiau, come pure Militfch , Txachen^crg ,e VPar- 
temberg. La Siiefia Alta comprefe allora i moderni Prin- 
cipati di Tefchen, Ratibor, Oppeln, come pure Plefs,« 
Beuthen . La Siiefia Baffa^ confifteva allora ne' Principati 
di Glogau, Sagan, Croffen, Beuthen , Schwicbus , e tut- 
ta quella parte della Marca Brandenburghefe , che fino 
al fiume VParra apparteneva alla Siiefia . Morto Corrado 
nel 1 lySfenza Erede , Boleslao s'impadronì di tutta la Siiefia 
Baila, ih polii* fio di cui rimale, non ottante l'oppofizio- 
ni di 4Uo Fratello . Fio < da quel tempo la dominazione 

P % del- 

- . ♦ 



12 g IL DUCATO DI SILESIÀ. 

della Sikfia di mezzo cefsò , e la Silefia BalTa , a cui fu 
unita la Silcfia di mezzo , fin da quel tempo era quafi il 
doppio della Silefta Alta . In qual maniera da'Poftcri di 
Boléslao, e Micislao, che tutti fi chiamarono Duchi di 
Silefia, fi fian fondati varj Principati, s'infegnerà m ap- 
preso nella defezione d'ogni Principato in pan/colare. 
Olii noterò folamente che ogni Principe Coleva chiamare 
pTincipato quel paefe che gli toccava in appannaggio , 
denominandolo col nome della città principale del fuo 
paefe Giovanni Re di Boemia cerco di ridurre lotto il 
fuo Dominio la Silefia, che da tante diviiioni, e per ai- 
tre ragioni s'era indebolita, lo che finalmente ;^li nufci; 
imperocché fin dall'anno 1327 tutti i Duchi di Silefia 
fuorché due, l'uno dopo l'altro gii offerirono 1 loro paefi 
in Feudo, rifervandofene però le primarie Regalie . 11 fuo 
fiplio e fuccefTore Carlo IV. mediante la fua Conlorte 
Anna' ottenne il diritto ereditario de' due Principati di 
Schweidnitz, e Jauer, che non fe gli eran ancor fotto- 
meifi come Feudi ; ed in conicguenza di ciò nel 1355 
celi incorporò tutta la Silefia alta Corona ui Boemia; 
mentre Cafimiro il Grande Re di Polonia nel i335.> 
1-38 e Lodovico fuo fucceflbre nel 1356, e 1372 ri- 
nunciarono alle loro pretenfioni . Sotto il Governo de* 
Regi di Boemia la Silefia fu foggetta a molte vicende . 
La Dottrina di Hufs, di Lutero, di Schvenkteld , e di 
Calvino vi trovò molti aderenti, e l'elercizio pubblico di 
cotefta Dottrina in qualche parte vi fu confermato per 
mezzo d' accordi folenni . Il Supremo Tribunale de'Prtnapt, 
e degli Stati ( Fiirften-Recht ) , che dal Re Ladislao nel 
1408 fu dato a* Duchi, ed agli Stati di Silefia , cagionò 
uno ftreito legame tra' Ducati particolari ; ma frattanto 
la Potenza de'medelìmi andò ibernando femprcpiù a Bif- 
far* che la forza del Supremo Regnante s' accrebbe , 
mammamente quando i Duchi della ftirpe Pialla s'eftirt- 
fero de* quali i paefi parte furon immediatamente fotto- 
pofti' a' Supremi Regnanti , c parte da' mcdcfimi furon 
dati ad altri Duchi , e Principi fotto condizioni molto 
più riftrette di quelle , colle quali i Principi Piarti gli 
aveano polfcduti. A poco a poco tutte le cole in Silefia 



Digitized by Google 



« 

tNTRODUZIONB 2 20 

furoh mefTe fui pie Tedefco, e vi furon ammefTe molte > 
famiglie Nobili , e Civili di Germania , che v' introduf- 
fero una miglior economia , e vi fecero fiorire le mani- 
fatture , ed il traffico . Ma la profperità del paefe avreb* 
be goduto d'un incremento molto maggiore , fe le Co- 
munità Protettami non foflèro fiate oppreflè, e fe ara- 
zionali fi fofTe aperta la flrada d'efTer anch' elfi impiega- 
ti alla Corte del Supremo Regnante i Dopo la morte 
dell' Imperator Carlo VI. accadde una» gran mutazione 
nella Silefìa; imperocché Federigo II. Re di Pruffia mof* 
fe delle pretenfioni fui pofleflb de'feguenti Principati: 

l) Del Principato di Jagcrndorf, che nel 1524 col con* 
fenfo di Lodovico Re di Boemia c Ungheria, il Mar- 
gravio Giorgio di Brandenburg avea comprato dalla Ca- 
fa di Schellenberg . Quelli lo lafciò per fuo retaggió al 
(ho figlio Giorgio Federigo, onde per mezzo d'un accor- 
do pafsò (otto il Dominio di Giovacchino Federigo In- 
iettore di Brandenburgo , a cui vi fuccefle il fuo figlio 
fecondogenito Giovanni Giorgio , il quale effendo flato 
meffo al Bando dell' Impero dall' Imperator Ferdinando 
II. perfe nei 1623 il Principato di Jagerndorf, che dall' 
Imperator fu dato alla Cafa de' Principi di Lichtenflein , 
non ottante la protetta fatta dalla Cafa Elettorale de* 
Margravi di Brandenburgo. Il Principe Elettore Willel- 
mo nel 1686 rinunziò alle fue pretenfioni, per laceffio- 
ne fattagli del Dittretto di Schwibus; il quale però nel 
J695 dai fuo figlio Elettore Federigo fu refo alla Cafa 
d' Auftria per la fomma di 250000 fiorini (che vengono 
ad ammontare incirca a 56$ 10 Zecchini Veneziani). Ma 
il Re Federigo IL con varj argomenti foftenne, cheque- 
fte ceflfioni, e gli accordi , iii' quali quelle fi fondano , 
erano fiate inhiiliftent! . 2) De' Pu'ncipati di Lignitz, 
Bricg, e Wolau , a cagion della fratellanza ereditaria , 
eretta nel 1546 tra Federigo Duca di Lignitz, e Brieg, 
c tra Giovacchino II. Elettore di Brandenburgo, e au- 
torizzata per i privilegi dati a detto Federigo, ed a'fitol 
pofteri da' Regi di Boemia negli anni 1329, 1505,15,11, 
1524, e 1529, non ottante che nel 1546 quella fratel- 
lanza folle dichiarata nulla dal Re Ferdinando I. ; onde 

P 3 il 



Digitized by Google 



230 !L DUCATO DI SILESIA, 

il detto Re Federigo II. credendo non efler cofa giufta, 
tener efclufa la Cafa Elettorale di Brandenburgo dal pof- 
feflb di detti Principati, foftenne talmente le lue preten- 
fioni con un efercito, che Maria Terefa crede di Carlo 
VI. , Regina di Ungheria , e di Boemia non folainente 
nella pace Preliminare di Breslavia , ma anche nel trat- 
tato di Berlino, che fubito dopo fu conchiufo, al Re di 
Pruffia , ed a* fuoi fucceffori, ed eredi dell'uno , e l'al- 
tro fello cede in perpetuo, e con tutta la fovranità , c 
independenza dalla Corona di Boemia , l'Alta, e Bàlia 
Silefia, inficine col Diftretto di Katfcher, che prima era 
unito alla Moravia , e colla Contea di Glatz ; rifervan- 
dofi alcuni Diftretti della Silcfia Alta , che fanno circa 
90 , o al più ìoo miglia quadre geografiche, cioè il 
Principato di Tefchcn infieme colle Signorie unite , la 
parte de' Principati di Troppau , e Jagerndorf, fituata di 
là dal fiume Oppa , quella parte del Principato di Ncyflf, 
che più s' accoda alla Moravia , ed un' altro Diftretto , 
che quantunque fia fituato nella Silefia Alta , pure ap- 
partiene alla Moravia , e comprende la Signoria di Hen- 
nerfdorf, ed i luoghi detti Hozcnplotz , Johannflhal, ed 
altri . Il Re di Pruffia all' incontro rinunziò a tutte le 
pretenfioni , che poterle avere contro la Regina d'Unghe- 
ria , s' incaricò delle dovute fomme di danaro , che da' 
fudditi del Re della Gran Bretagna, e della Repubblica 
d'Olanda , e dagli Stati del Brabante erano fiate impe- 
liate fu'pacfi ipotecati di Silefia . I confini della Silefia 
Prufliana , e Auftriaca neH'iileflb anno furono fifiati, e 
legnati per mezzo di 138 colonne fornite di tabelle di 
latta . Quefta pace fu prcfto interrotta per una nuova 
guerra del 1744, che però fu terminata col trattato di 
pace, e d'amicizia, fatto a Drefda a' 25 Dicembre del 
1745, ove fu confermata , e rinnovata la pace prelimi-: 
nare di Brcslau, col trattato di Berlino , e col Recedo 
determinante i confini del 1742 . Ciò non ottante nei 
1756 informe la terza guerra a cagion della Silefia, che 
fu terminata colla pace di Hubertsburg nel 1763 , dopo 
che la Silefia avea fofferto ^randilfimi danni dalle trup- 
pe nemiche. 

$. ih 



1 



Goo 



INTRODUZIONE 2^1 

§. il. Il Re di Pruflìa tifa il titolo di Sovrano , c Su- 
premo Duca di SlUfia , c pone quefte voci 1 ubico dopo il 
titolo di Principe Elettore. Nella pace di Berlino la Re- 
gina d' Ungheria , e di Boemia rifervò per fe , e per i 
ivji fucceflòri il titolo di Sovrano Duca di. Silefia ; la 
Regina perciò fi nomina Duckjf.t dell' Alta , e Baffa SiU~ 
Ju, mettendo quello titolo immediatamente dopo quello 
di Borgogna. L'Arme del Ducato di Silefia, confili jno 
in un'aquila nera coronata in campo d'oro, che fui pet- 
to porta una mezza luna d'argento, le cui eftremità tal- 
volta fembrano figurar delle ghiande , e talvolta delle pic- 
cole croci. 

§. 12. La Silefia non è {lata mai immediatamente u- 
nita all'Impero TeJefco; non cffrn.lo mai Hata un Feu^ 
do dell' Impero , nò avendo avuto mai voto , e luogo 
nella Dieta, nè veruna dipendenza da'Supremi Tribunali 
dell' Impero , e perciò le leggi Imperiali non vi hanno valore . 
Quantunque la Siiefia nelle antiche matricole dell'Impe- 
ro del 1431., ^7? 71 > e 81, infieme colla Boemia,Mo- 
ravia, e Lufazia fia ftata foggettata a pagar un contin- 
gente all'Impero, ciò però fu tralafciato in appreflo.Ma 
dopoché fu incorporata alla Boemia , mediante quefto 
Regno ebbe un' alleanza indiretta coli' Impero Tcdefco . 
Quando nel 1708 l' Imperator Giufeppe nel Collegio E. 
lettorale riprefe il polTeffo del luogo , e del voto per il 
Regno di Boemia promife di pagar annualmente 300 fio- 
rini ( che fanno circa 67 Zecchini Veneziani ) per il 
mantenimento del Giudizio Camerale, e di contribuire il 
contingente degli Eiettori in tutte V occorrenze dell'Im- 
pero, e de* Circoli, non fola mente a cagion del Regno 
di Boemia, ma anche in riguardo de'paefi, che vi ap- 
partengono , e per confeguenza anche della Siiefia ; all' 
incontro tutto l'Impero gli promife di prender fotto la 
fua protezione il Regno di Boemia, con tutti i paefi in- 
corporati , e per confeguenza anche la Silefia . In quefta 
alleanza mediata coli' Impero conferva!» ancora quella 
parte di Silefia , che è rimafta unita alla Boemia . Ma 
il Re di Pruflia poflèdenio la maggior parte della Sile- 
fia colla piena Sovranità , e independenza dalla Corona 

P 4 di 



1 



Digitized by Google 



23 2 IL DUCATO DI SILESIA. 

di Boemia ( §. io. ) , la governa lènza veruna alleanza 
coli' Impero Tedcfco , come uno Stato del tutto indepen- 
dente . Quando rei 175^1 V Impero garantiva al Re di 
Pruflia il pofleiTo della Silcfia, lo fece , con rifervarfi i 
Cuoi diritti. 

§. 13. In vece de' vari Tribunali, che s' tifarono in al- 
tri tempi ne' Principati immediati di Silefia , quali erano 
la Corte Suprema di giuftizia di Breslavia, i Capitanati 
provinciali, il Tribunale de' Dodici, quello della Nobiltà, 
e d' altri , che a nome del Sovrano Duca vi erano in 
ufo , nella Silefia Pruflfiana fi fon ordinati 3 Governi Su- 
premi , cioè uno a Breslavia , l'altro a Glogau ^ ed il ter- 
zo a Oppeln, d'onde nel 1756* fu trasferito a Brieg . Al 
primo fon fottopofti i Principati immediati di Breslau , 
Schweidnitz , Jaucr , e Brieg . Il fecondo fi ftcnde fu' 
Principati di Glogau, Wolau, e Lignitz, e dal terzo di- 
pendono Oppeln , e Ratibor . A' medefimi Governi per 
modum delegationis fpetta anco foprintcndere all' ammhii- 
ftraztone della giuftizia ne' Principati mediati , nelle Si- 
gnorie libere di Stato , e nella città di Breslavia; e fe 
alcuno vi porta i fuOJ lamenti , per eflergli negata, o 
differita la giuftizia , allora debbon confegnarfi gli Atti 
al Prefidente del Governo, il quale poi preferive il mo- 
do, cui convien ufare nel profeguimento delle caule. I 
Principati mediati , che fianno fotto la foprintcndenza 
de' 3 Governi Supremi , fon talmente divifi^ che al Go- 
verno, di Breslavia fon fubordinati i Principati di Oels , 
Munfterberg, e Trachenberg, colle Baronie libere diMi- 
litfch, Wartenberg, e Gofchutz, e la città di Breslavia; 
dal Governo Supremo di Glogau dipendono i Principati 
di Sagan , e di Carolath ; e al Governo della Silefia Al- 
ta è foggetta la parte Pruffiana de' Principati di Trop- 
pau, Jagerndorf, e Ncyir, colle Baronie libere di Pleflé, 
e Beuthen. Il Governo Supremo di Breslavia ha 2 Pre- 
fidenti , quello di Glogau ne ha un folo , con un Diret- 
tore, quello della Silefia Alta parimente un folo : ogni 
Governo ha inoltre i fuoi Configlieri. Gli altri Miniftri, 
onde ogni Governo Supremo è comporto , fono i Refe- 
rendari, Segretari, Regiftratori , e Cancellifti . Qiicfti aia- 

mi- 

Digitized by Google 



t INTRODOZIONB Ì^J 
miniftrano tutti gli affari Civili) Criminali , Feudali, e 
del Fifco. Vi fi ricevono gli appelli de' Principati fubor- 
dinati, delle Baronie libere di Statole degli Stati mi- 
nori . In certi caft dalle Temenze di qucfti Governi Su- 
premi fi può pafiare al Tribunal di Berlino*, per chieder 
la Revifione degli Atti . Preflb di quefti fi agifeono le 
caufe in prima iftanza riguardo a quelle perfone , che 
prima, dell' Elezione de' medefimi comparvero in perfonaii- 
bus realibiis avanti i Tribunali Supremi del paefe. Le 
leggi principali colle quali fi giudica , fono li Code* Fri- 
devici anni in formalibtts , & water i ali bus , dipoi i Referi tti, 
e Ordinazioni Reali , e le Sanzioni Prammatiche Impe- 
riali della raccolta di Brachvogel. Finalmente ogni Prin- 
cipato, ogni Baronia di Stato maggiore , ed ogni città 
ha alcuni iiioi Statuti particolari . Si fa anche ufo dell' an- 
tico Diritto Saflònc , in quanto può accomodarfi a* tem- 
pi noftri , come pure della Legge Romana , e Canonica- 
Ne' Principati di Troppau, e Jagerndorf, fervono piatto* 
v Ho di regola gli Statuti di Moravia del 1627 . A' Go- 
verni Supremi fon fottopoftr in ogni Dift retto i Configlie- 
li di Giudizi a , i quali come Commi ilari perpetui nelle 
Tenute Rurali fanno gli Atti Locali , per efempio di figik 
lare, di taffare, di regolare i confini ec. I Contiflori Su* 
premi di Breslavia , Glogau , e Brieg foprintendono alle 
Chiefe , e Scuole Luterane ed a' Miniftri delle medefime 
riguardo a' medefimi Principati , e luoghi, che ad ogni 
Governo Supremo fon foggetti. I membri de' Conditori 
fon i medefimi Prefidenti, e Miniftri che compongono il 
Governo Supremo, a' quali però s'aggiunge unConfiglier 
Ecclefiaftico . Il Principato di Oels , e la città di Bres- 
lavia hanno i loro proprj Conci ftori . In affari della Chie- 
fa de' Cattolici Romani giudicano le Curie Vefcovili, on- 
de in certi cafi s'appella a' Governi Supremi , in affari 
però puramente Ecclefiaftici 1' appello s* indrizza alla Nun- 
ziatura di Warfavia , la fentenza però fi dà da' Giudici 
Sinodali Deputati della Diocefi. 

I Principi, e Baroni di Stato maggiore, e la -città di 
Breslavia hanno i loro diftinti Governi , e Tribunali in 
cofe Civili, e Criminali, onde fi appella a' Governi Su- 

pre- / 



I 



2J4 lL DUCATO DI SI LESI A • 

premi . Il Supremo Tribunale de Principi dal Re Ladislao 
111 dato a' Principi, ed agli Stati nel 1498, c fu confer- 
mato nel 3528, ed accrefeiuto di coftituzioni da Ferdi- 
nando I. Dicono, confiftere quello Tribunale de' Princi- 
pi uell* Adunanze , che i Deputati de' Principi , e degli 
Stati fanno due volte V anno a Breslavia , per decidere 
lotto la direzione del Governo Supremo quelle controver- 
se, inforte tra' Principi , e Signori degli Stati liberi in- 
torno a' Principati , e Stati liberi , o intorno a qualche 
porzione de' medefimi . Coloro però , che credono d' ede- 
re flati ivi troppo aggravati, poflbn indirizzarli immedia- 
tamente al Re, come in certi cafi era già in ufo fotto 
il Dominio Auflriaco , In oggi però i Principi , e Signo- 
ri degli Stati liberi in Caufis perfonalibus & Realibus , 
quando nafee qualche controversa tra eflì , e tra' loro 
vaflalli , o fudditi , o quando fi agifee contro d' elfi 3 
cagione de' Beni, o Diritti altrui, debbon comparire ne' 
Governi Supremi , e tutti i cafi fittili fono itati com- 
meffi a* Prendenti , ed a' Governi , vi fpecialis delcgationis. 
Gli Stati minori, e gli altri Stati de' Magi/Irati del Du- 
cato , che ufano Corti di Giuftizia , non fon turbati 
nell'efercizio delle medelìme, eccettuate le caufe Crimi- 
nali , che fi giudicano oggigiorno da' % Collegi Crimina- 
li del pacie , e l'appello da quefti Collegi s* indrizza a 
quel Governo Supremo Reale, che vi è più vicino. 

Il Governo della Silejia Boema $ è ftabUito a Troppau; 
Non polfo darne un ragguaglio particolare. 

§. 14. Mentre tutta la Silefia fu incorporata alla Co- 
rona di Boemia*, il Sovrano della medefima foleva rap- 
prefentare per mezzo de* fuoi Commiflarj a' Principi, e, 
Stati radunati nelle Diete , le fomme richiede di dana- 
ro. Toccava poi a' Principi, ed agli Stati il deliberarne y 
e notificare il loro fentimemo non folo a 5 detti Commif- 
larj, ma anche a' Deputati de' Principati , e Stati. Fat- 
to ciò folevan farfi delle Adunanze provinciali ne* Prin- 
cipati, per deliberar filila miglior maniera d'efigcre le 
fomme richiede , che da ogni Principato dovean contri- 
buirfi per formar la fomma totale , accordata al Sovra- 
no da' Principi nella Dieta. Ogni Principato ritraeva il 

fuo 



Digitized by Google 



\ 



INTRODUZIONE 235 

fuo contingente dalle gabelle pone fui beftiame, o dalle* 
gabelle polle fu* viveri, o fui grano macinato, maflìma- 
mente quando dovean elìgcrfi dell' impofizioni ftraordina- 
rie: Frattanto i Dazj ordinari delle poffeflìoni, e cafc 
non fi computavano in conto de' pagamenti mentovati , 
Talvolta fu richieflo anche il teftarico dagli Stati , ove 
non eran eccettuati nemmeno i Duchi , e Principi mede- 
fimi . Tutte le contribuzioni , o Dazj incaflati da' Princi- 
pi , e Stati per mezzo de' loro Caflìeri dovean confegnarfi 
alla Calla generale di Breslavia, che dipendeva da' Prin- 
cipi , e Stati, e che ritirata la Ricevuta pagava le fum- 
ine richiede o alla Camera del Sovrano, o a'fuoiCom- 
miflarj di Guerra . Le fomme ^però accordate al Sovrano 
per difporne a fuo arbitrio, fi mandavano nella fua Re- 
fidenza, e nella Camera di Corte. Anche i Principi e 
Stati chiedevano ordinariamente nelle Diete una certa 
ibmma di Contribuzione, per fcrvirfene nelle occorrenze 
del paefe. Dall'anno 1729 fino al 1740, cioè nello fpa- 
zio di 12 anni i Principi, e Stati, avean accordato all' 
Imperatore 28606256 fiorini (che ammontano a circa 
6501400 Zecchini Veneziani), che ogni anno per il me- 
no importava 2020000 ( cioè circa 459050 Zecchini Ve» 
neziani ) , ed al più 27693 60 fiorini (che fono circa 629350 
Zecchini Veneziani ) . Per poter pagare quelle fomme , 
le gabelle introdotte in campagna, e nelle città , furori 
riguardate corne le forgenri principali , che nello fpazio 
mentovato di 12 anni importarono la fomma di 1*6406348 
fiorini ( che afecndono a circa 3728600 Zecchini Ve- 
neziani), talmente che per pagare la fornma accordata 
mancarono ancora J 2 199908 fiorini (cioè circa 2772600 
Zecchini Venez.), oppure il numero comune di 10 166659 
per ogni, anno (che tanno circa 2310500 Zecchini Ve» 
neziani). Ma tutto miefto Regolamento di contribuzioni 
infieme colla Dieta fu abolito da Federigo II. nel 1741* 
e per amminiftrare tutte le Rendite dello Stato vi fwro- 
no ftabilitc due Camere di Guerra , e de'Dominjy che ri- 
vedono a Breslavia, e Glogau. Le gabelle fi fon meflfe 
lui piede degli altri paefì Pruflìani, e fi fon riftrette al- 
le città; ed i borghi, catelli , e villaggi pagano una 

cor> 



toigitized by Google 



IL DUCATO t>\ SILESIA. 

•■Contribuzione fiffa , che non fi muta nè in tempo di 

guerra , nè in tempo di pace . Ogni Tenuta è taffata , c 
penfa ad efigere la Contribuzione da coloro, che perce- 
piscono i frutti de' poderi . Le due Camere Suddette , 
delle quali ognuna ha i iuoi Preludenti * Direttori , e 
Configlieri , dirigono tutti gli affari delle Contribuzioni, 
le fanno incartare efattamente nelle Caffé generali, e ne 
fanno render conto; e nelle caffè particolari de' Principa- 
ti , e delle Signorie mantengono un tal regolamento , che 
1* impofizioni vi fi facciano , e fi riveggano conforme agli 
ftefii principi ; che le contribuzioni , e Dazj vi s' incalli- 
rlo mefe per mefe, e fi mandino con cfattezza alle caf- 
fè generali di Breslavia* e di Goglau, acciocché da que- 
lle Cafle fe ne poffa fare quella difpofizione , che fembra 
più congrua alle circoltanzc occorrenti . Alla Camera di 
Guerra , e de' Dominj di Breslavia lòn iuboidinati i Prin- 
cipati di Hreslau , Brie^, Scbweidnitz , Neyfse , Deh , MUn* 
flerberg , Oypeln , Ratibor , Jagerndorj , e Trojan di qua 
dal fiume Oppa, le Baronie libere di Stato, tt'artenbergy 
Gofcbtitz, Beat ben, Pie/se , e la metà di Oderberg, e Lof* 
fan. Dalla Camera di Glogau dipendono i Principati di 
Glogau , Sagariy Woiatt, Ligr.ìtz, Jauer , TraJjenberg^ eCa* 
rolath , la Baronìa libera di Militfcb, e gli Stati minori 
di tìeiifcblofs , Freyhan , e Sulan . In luogo degli Anziani 
del paefe vi fi fon creati de' Configlieri Provinciali , che 
foprintcndono a' Circoli, ed alle loro Caffé particolari . 
Vi fi fon parimente ordinati Caffieri , ed altri Miniflri 
fubalterni, che tutti infieme hanno un falariofiffo . Non 
può effer Configiiere , chi non è Nobile nato , e bene- 
ftante del Circolo. I Nobili d'ogni Circolo eleggono tra 
loro un Commiffario, e 2 Deputati, e gli fanno con- 
fermare dalle Camere di Guerra, e de' Dominj, accioc- 
ché attillano a' Configlieri provinciali ncll'Impofizione de' 
Dazj ne' Circoli, nel rendimento de' Conti , nel diriger le 
Marcie delle Truppe , negli affari del paefe ec. ec. Il paefe pia- 
no della Silefia Baita contribuire annualmente come pa- 
gamento flffo, e immutabile 1 181044 Rjfdaileri (che 
fanno circa 402600 Zecchini Veneziani). Della Contri- 
buzione della Silefia Alta non ho notizia precifa . Si 
è ere- 



Digitized by Google 



INTRODUZIONE. 237 

crede però generalmente, che tutta la Silefia Pruflìana 
infame colla Contea di Glarz, contando tutte le Ren- 
dite de' Dominj , delle Regalie, Gabelle, della Contribu- 
zione, delle Saline, della Carta Bollata , e de' Diritti dei 
Sovrano importino annualmente tra 6 , e 7 milioni di 
Rifdalleri (cioè tra 2045400, e 2386300 Zecchini Ve* 
neziani incirca ) . Quella parte di Silefia , che è incorpo- 
rata alla Corona di Boemia, nel 1743 fu obbligata a 
pagar la fomma di 186000 Rifdalleri (che ammontano 
a circa 63400 Zecchini). 

§.15. La Silefia dopo la metà del fecolo XII. inco 
minciò a dividerfi nella Silefia Alt*, e Bafsa, come s'è 
detto al §. 10. la qual divilione vi è ancor in ufo. Fu 
comporta tempo fa di 16 Principati, e 6 Baronìe, oltre 
il Ducato di Croffen, che già fin da gran tempo è fla- 
to unito alla Marca Brandenburghefe . Undici Principa- 
ti, e 4 Baronie componevano la Silefia Bafla, e la Si- , 
lefia Aita comprendeva 5 Principati, e 2 Baronie. Da 
che però fotto il Dominio Pruflìano due Baronìe fono 
fiate innalzate al carattere di Principato, e che uno de- 
gli Stati minori è divenuto Baronìa, la Silefia Baffacom- 
prende . 1 ) 13 Principati , cioè Breslau , Brieg , Glogan , 
Jauer, Lignitz y MUnflerberg, Ncyjfe ,Oels , Sagan, Schmid" 
nitZy Wolait) Tracbenberg> e Carolatb\ 2) Le Baronìe di 
Wartenberg, Militfcb, e Gofcbntz; 3) Varj Stati minori , 
La Silefia Alta comprende 1) 6 Principati , cioè Tefcben y 
Troppa*, Jagemdorf, Oppeln , Ratibor , e Bilitz ; 2) Le Ba- 
ronie di Plefs, e Beat ben; 3) alcuni^// minori. EaTendo 
la Silefia divifa fra due Sovrani , convien dividerla gene- 
ralmente nella Silefia Pruflìana, e nella Silefia unita alla 
Corona di Boemia . Quali paefi vi lian comprefi , fi vede 
dal §. 10. Quantunque il Re di Prullìa abbia fottopofta 
la fua parte a* 3 Governi Supremi (§.13.) ciò non fasi 
che porta dividerfi quella parte nella Silefia Alta , Bafla, 
e di mezzo, comecredeGafperoAbel, il quale aflerifee effer 
quefta divifione conforme alia primitiva coftituzionc del Du- 
cato di Silefia; imperocché la .divifione nella Silefia Alta, 
BafTa , e di mezzo , che s' usò per breve tempo nel fecolo XII, 
abbracciava tutta, la Silefia, q non era fottopofta a' 3. 

Go- 



Digitized by Google 



43S IL DUCATO DI SILESIA. 

Governi , come oggigiorno , come li conofee paragonar^ 
do tra loro i §$. Jo, e 13. Mi fembra più agevole, di- 
vider generalmente la Silefia Pruffiana nella Silefia Ai- 
ta, e Bada, e fuddividere quella, e quella parte genera- 
le, primieramente ne 5 Principati Immediati, ch'apparten- 
gono al Sovrano Duca ? poi ne* Principati mediati , nello 
Baronie, e negli Stati minori . La più minuta divilìonc 
politica della Silefia Pruffiana è fatta in Circoli , de' qua- 
li ognuno è fottopofto al fuo Configlier provinciale , elio 
talvolta foprintende a due, o più Circoli. Qiieftt Conli- 
glieri fi fcelgono dalla Nobiltà , e ad ognuno s' aggiun- 
gono due altri Nobili come Deputati , ed un Cartiere 
della contribuzione di campagna . Le città comprefe ne' 
Circoli fon riguardate come Stati de' medefimi a cagio- 
ne de' Beni, che vi poifteaono, come pure i padroni del- 
le Tenute Nobili , che vi fon limate , e non contanfi tra 
gli Stati coloro, che vi potliedono Feudi di Cittadini , 
o Contadini . I Miniftri de' Circoli fon foggetti parte al- 
la Camera di guerra, e de'Dominj di Breslavia, e par- 
te a quella di Glogau. Nella Silefia Boema i Circoli chia-. 
manfi Weicbbild, ed a coloro, che vi foprintcndono fi dà 
fecondo l'antico coflume il nome di Anziani del paefe . 
Paflò alla deferizione de' paelì . 

I. LA SILESIA PRUSSIANA. 

che comprende 

A. La maggior parte della Silefia Baffi. 

comporta di 

1. Sette Principati Immediati, che fono 
a. IL PRINCIPATO DI BRESLAU. 

§. I. Il Principato di Breslau , fenza il Circolo di Nanw- 
lau, che quantunque vi appartenga, pure per la fu a (i- 
tuazione n'è del tutto feparato, confina da Settentrione 
co' Principati di Oels, c Wolau, da Ponente, co'Prin- 

cipa- 



gitized by Google 



ERESIAVI A. 2Jp 

cipati di Lignitz, e Schweidnitz, da Mezzodì co'Princi* 
pati di Schweidnitz, e Brieg, e da Levante con Brieg, 
e Oels. Il Circolo di Namslau da Settentrione confina 
colla Baronia di Wartcnberg, da Ponente co' Principati 
di Oels, e Brieg, da Mezzodì co' Principati di Brieg , e 
Oppeln, da Levante con alcune parti de' Principati di 
Oels, e Brieg, c colla Polonia* 

§.2. Il fiume Oderà traverfa non folamente il Princi* 
pato, ma vi riceve anco i fìumicelli Ohlau , Lobe y Weyda, 
e WciftrtZy che chiamali anche l'acqua di Scbvreidnitz , per* 
chè preflò Romberg riceve il fiume Polfnitz, che vien dal 
Principato di Schweidntiz . Nel Circolo di Namslau (Cor- 
rono il fuddetto fiume Weyda^ ed il fiume Stober. Il ( Prin- 
cipato è del tutto piano, e ne' contorni dcll"Odera, e 
degli altri fiumi è arenofo , oppure paluflre* Il fuolo è 
fingolarmente atto alla coltivazione de' grani, e fornito 
di buone praterie. Nel Circolo di Namslau il terreqo è 
meno fertile , ove però ritrovafi maggior provvifione di 
boichi, che negli altri Circoli del Principato, i quali 
molto fcarfeggiano di legname da fabbrica, e abbrucia- 
re , di modo che ne' villaggi fi bruciano d* Inverno la pa- 
glia, l'ortiche, i fufli degl'eliotropi, e delle patate, che 
in tempo d' Eftate fervirono di fiepè . In molti luoghi vi 
fi pianta gran numero di falci per ricavarne del legna- 
me da bruciare. Il beltiame bovino , e pecorino nella 
maggior parte de' luoghi è ottimo, e di grand* utile, le 
vacche de' contorni di Breslavia, che chiamanfi Vacche 
d' Erba fon rinomate per tutto il paefe per la lorogYan- 
dezza, e per l'abbondanza del latte, che rendona. Non 
manca il pefee nelle vicinanze de' fiumi; fc ne fcarfeggia 
però molto nell' altre contrade . La 'Rdbbia -de' tintori fi 
pianta ne' contorni di Breslavia. Le ftrade Vi fon -affai 
cattive , e quafi impraticabili a' tèmpi timidi in quelle 
parti , ove il terreno è comporlo di terra nera . In man- 
canza di Jegnarrie, e di pietre graffe il migliorar delle 
ftrade farebbe troppo difpendiòfo > « diffìcile , t nbn fa- 
rebbe mai durevole. ^Quindi è, che talvolta i vetturini 
fulle ftrade di Schweìdnitz, Reichenbach, Frarikfénftein , 
ed altrove in un giórno non fanno più d'ito miglio di 

viag- 



Digitized by Google 



240 ,L DUCATO DI SlUSIA . 

viaggio. Per facilitare il trafporto, molti anni fa, la cit- 
tà di Breslavia con fpefa immenfa fece arginare , laftri- 
care, e munire di foflì , canali, e ponti tutte le ftrade, 
che vi conducono. Una parte di quefti argini ftendonfi 
per un miglio di lunghezza , ed il lor mantenimento co- 
tta annualmente molte migliaja di Rifdalleri, 

§.3. I villaggi di quefto Principato non fon molto 
grandi, fon però tanti di numero, che uno non è dall' 
altro più dittante d'un tiro di cannone: vi fi trovano 8 
città , e 2 borghi . , 

$.4. Quando nel 1164 i figli di Ladislao II. fi divi- 
fero fra loro la Silefia , Boleslao fopranominato Alto di- 
ventò padrone di Breslavia . Gli fucceflc nel 1 202 il iuo 
figlio Duca Enrico Barbato, che nel 1238 ebbe per fuc- 
ceflore il fuo figlio Terzogenito Enrico IL, che al Vef- 
covo di Breslavia conferì il carattere di Principe di 
"NeyfTe . Boleslao II, o fia il Calvo , figlio di Enri- 
co II. s' impadronì da principio del Ducato di Bres- 
lau, che per un cambio pafsò poi fono il Dominio del 
di lui fratello Enrico III, che morì nel 1266, a cui la 
città di Breslavia deve moltiflimo . Dopo la fua morte 
nel Principato di Breslau fucceflè il fuo figlio Enrico IV, 
e dopo la morte di quello Duca , accaduta nel 1290 , 
il Ducato fu devoluto ad Enrico V. figlio di Boleslao 
Calvo, di cui poc'anzi s'è fatta menzione. Quando i fi- 
gli di Enrico V. divifero fra loro l' eredità paterna , il 
Secondogenito Enrico IV. ebbe il Principato di Breslau, 
il quale ricercando la protezione di Giovanni Re di Boe- 
mia contro il fuo fratello, 1 ottenne infieme colla Con- 
tea di Glatz con patto, e condizione , che fe moriflè 
lenza erede mafehio, il Principato, di Breslau pafTerebbe 
fotto il Dominio del Re, a cui il Duca lo fottopofe co- 
me Feudo oblato. La morte del detto Duca accadde nel 
1335, 'onde dal Re Giovanni il Principato di Breslau 
fu incorporato alla Corona di Boemia , ed alla città fu- 
ro? dati molti importanti privilegi. J 

$.5. I Regi di Boemia go velarono fempre quefto 
Principato per mezzo di Capitani* di provincia. Nel 1337 
il Re Giovanni conferì quello Capitanato provinciale al- 



Digitized by Google 



la citta di Bredavia, Io che & confermato dal di tifi, 
gl.o Cado IV C i, Rc Ladislao nel 1505 diede come 
retaggto alla città la Cancelleria di tutto' i Princìp 

« fi r » j 0 ^ 1 ' ^ Qm ? refi > di modo che 'a Nobiltà 
e la Cittadinanza nmalero fottopofie al Capitanato d 
provincia . Il primo Configgere della città e a fémpré 
Capitano prosiate . Nel. ,«535 | a c i„à fi, dbbSl 

t ?JSHT I f* dÌnando Ul » » rendergli il Cap£ a ! 
e °2 Cancellena, e con tutti I diritti anneffi, il qU a- 

^Sncemere^r W l' *™Paro, » Capitano , 
un Cancelliere, e Configlieri di Governo. Su quello pie! 
de rimale il Principato , finché non pafsò fotto il Do- 
putto del Re di Pruffia . Di prefentc è fott opófto al sSl 

$.6\ Il Principato è divifo in 4 Circoli, 

1. // Circo/o di Br e slavi a. 

JaHS££ "ff a Ca " a S**» 6 "»' ^ Wieland Semi- 
barth, benché effettivamente efifta un tal Circolo. 

Cì™KTd - ( ^ CSl3VÌa > ****** città capitale del 

fuoi baliianU - . • • P ,- ane ^«""©nale bagna i 
Ilo quafi Yn c' e r,hl r K eVe ° h,aU > do P° <^OU«- 

Ivi q a U £é;eri unS k • 

neich- unirli* ..ipin j v *ccnia ne contorni di Gru- 
cS Sfu^ Ifola dd Duomo < *W»/'0 preffola 

S fc? fiat, Sfi'iT 

mina colle mura della città, cioè, che daU' arco 

Jèid tro v,c1 Ó'T ft.&^ft/flScfiì^ SS 

E° S^ dalC d '°^«», ri e fiata JgS 

da 



Digitized by Google 



Z-P IL DUCATO DI SILESlA. 

da ò.rlo IV. La città Nuova, cioè tutta quella parte * 
che è comprefa fra l'arco, o Ila fra la porta predo la 
contrada detta Kctzcrkunft , fra la porta detta Zìegtltbor, 
e fra la porta della città detta dans finfieré tbor, è più 
moderna, e fin dal I529 è comprefa nel recinto della 
fortezza. Tutto quello ipazio, che chiamafi col nome 
di Breslavia, è d' un'ampiezza confiderabile ; le però vi 
s'aggiungono j vafti fohborgbi i cioè ilfobborgo di S.Mau- 
rizio fuori della porta d'Ohlau, quello' fuori della porta 
di Schveidniz, quello fuori della porta detta Nickelft- 
bor , il Burgerty'erder , il fobborgo d* Elbing , quello fuo- 
ri della porta detta Sandthor, chiamato anche Sandin- 
Tel, ed il fobborgo Polacco di là dall' Oderà, tutto il 
circuito importa 2 miglia buone. Le fortificazioni della 
città non fon di gran rilievo; fono però (late migliora- 
te dopo la terza guerra Silefiana* Vi fon varie piazze 
grandi , e di figura regolare ; le fue principali ftfade fon 
larghe, e molte fabbriche pubbliche, e private l'abbellif- 
cono. Il palazzo più bello, è quello del Principe diHatz- 
feldj diftrutto nel 1760, e rifabbricato con magnificen- 
za. L* Jfola del Duomo (Dominfcl) è fituata fuori della 
mura di città, ed è fortificata di baluardi batti, e d'al- 
cuni bafìioni. Quivi ritrovanfi la Chiefa Cattedrale del 
Vefcovo, detta di S.Giovanni, che nel 1759 abbruciò 
infiemc colla metà della Decania Cattedrale; La Libre- 
via Vefcovile in un edifizip diftinto; la Chiefa Collegia- 
ta di S. Croce, fotto la quale un'altra ve n'è chiamata 
Cr/pta S.Bartbolommì le piccole Chiefe di S. Martino, e 
di S.Pietro, e Paolo; la Vafta Refidenza del Vefcovo ; 
le abitazioni de' Canonici Cattedrali adorne in parte di 
vaghi giardini ; e lo fpedale Elettorale per la povera gio? 
venni dell'uno, e l'altro fedo 4 La contrada detta $an~ 
dinfel comprende la bella Chiefa di Maria Santiffima , 
preflb à cui i Canonici Regolari di S. Agoftino , che nel 
1181 da Zotenberg pausarono ad abitare a Gorkau, e 
nel li 90 di là furon trasferiti in quefto luogo, abitano 
in un magnifico Convento, fornito d'una libreria riguar- 
devole; La Criiefa dj S. Giacomo con un Convento di 
Monache Agoflinianc , e la Chiefa di 5. Anna , che ap- 



Digitized by Google 



» 



B k B S t A V I A. 44 J 

£artiene alla Collegiata di S. Martino. Di 1* da quelty 
contrada ove termina l'argine, detto Leimdamm , v'e 
. la Chiefa di S. Michele ; fabbricai* di legno , che è una 
parrocchiale di Cattolici Romani; Vicino alla porta det- 
ta Sandthor, Védefi la Collegiata Kincipéfca di S. Vin* 
cenzio col Convento magnifico de* Premoftratenfì , a cai 
è contiguo il Convento Principcfco delle Damigelle di 
S. Chiara. Vedefi vicino il bel Convento Ducale di San» 
to Mattia con una Chiefa parrocchiale , e con una bel* 
la libreria j ch'appartiene a' Cavalieri della Stella rolla ; 
in faccia a quello v'è la Chiefa di S. Agnefe. Nella me* 
defima Arada * detta Schuhbrucke , ritrovali anche un 
Convento delle Monache di Sant'Orfoia; Il Collegio de* 
Gemiti colla fua Chiefa magnifica è piantato nel luogo 
della Rcfidenza Reale atterrata, ove rifederono i Duchi 
di Breslau, che dall' Imperator Leopoldo fu conceflo a' 
Gemiti 1 Lt altre Chicfe Cattòliche ^ e gli altri me* 
nafìerj della città fono, quello dell'Ordine di S. Frari^ 
cefeo colla Chiefa, fabbricata regolarmente; detta di Si 
Antonio $ la Chiefa di S.Edwige, ch'apparticn al Con* 
Verito de' Cappuccini di' è dietro la médefima; la Chiefa 
parrocchiale di & Dordtea $ pofleduta da' Minoriti 5 la 
Chiefa del Santo Corpo di Crifto, eh' è dèi Palazzo del- 
la Commenda dell' Ordiné di S. Giovanni Gerofoiimita; 
tioj porto in faccia alla médefima; a quella Commenda 
appartien anche l' edificio detto la Libertà, che ritrovali 
àella contrada detta l'Anger di Schweidnitz , fituatafuo* 
ridi Breslavia ; la Chiefa Parrocchiale di S.Adelberto accaato 
ài monaftero de'Domenicani , inficine colla Valla Cappella 
di S. Cesino contigua alla mentovata Chiefa ; la piccola Chié- 
fa di S. Giufeppe unita ad un'altro monafterode'Domehi* 
cani; Il Convento Principefco delle fanciulle di S. Caterina $ 
Ja cafa di certe donne , efie chiamanti Eiifabettane, the non 
hanno ancora un vero Convento, nè Uria Chiefa prò* 
$ri* ; la Chiefa di S. Niccola fuori della porta di S. Nic* 
cola; la Chiefa di S. Maurizio -fuori delia porta d'Olatt; 
la piccola Qiiefa dello fpedale di S. Lazzaro; e il Coni- 
vento colla Chiefa de' Frati di S. Giovanni Buono. 
I Luterani hanno le feguemi Chiefe* la Chiefa di $. 

Q, 2 Èli* 



f * J Digitized by Google 



Èlifabetta, eh* è te principale i la Chicfa parrocchiale di 
S* Maria Maddalena , ambedue nella città Vecchia , c 
fornite di Librerie magnifiche; la Chiefa parrocchiale di 
S. Bernardino nella città Nupva, adorna d'una buona Jk 
oreria; la Chiefa # S. Barbara frequentata dalla guarni- 
gione; 3 altre Chjefe con altrettanti fpedali, e la Ghie-, 
fa di S. Criftofano : and*e nella cafa di gaftigo v'è un. 
falone, ove fi fa l'efercizio della f^eligion Luterana . 
Fuori di città i Luterani pofliedono la Chicfa di S. Sal- 
vatore nell'Anger di Schvradnitz vicino al folfp che cin- 
ge la città, che ferve a' fa Mari acquartierati fuori di cit- 
tà ; e la Chiefa parrocchiale delle Undici mila Vergini 
fuori della porta detta Oberthor , accanto all'argine det«? 
to Steindamm, A'Calvinitti , che vi abitano, tempo f^ 
fu accordata la Cafa deftinata altre volte alla Calla ge- 
nerale delle contribuzioni, fituata di- là dall' Oderà, per 
praticarvi a \or modo i\ feryizip di D<o; ma di prefen- 
te vi hanno una Chicfa diftinta , e bella , con una fcuo- 
la di Scienze. V'è anco una Chiefa per i Criftiani Gre- 
ci , è per gli Armeni. Gli Ebrei vi hanno le loro Sina- 
goghe. L' IWYerfità Cattolica, che dall' Impera tpr Leo- 
poldo fu data a' Gelimi , è adorna 4' una bella fab- 
brica Accademica. J Luterani vi hanno z Ginnasj che 
fiori feono, uno preflb la Chiefa di §. Elisabetta , e V al- 
tro vicino a quello di S. Maria Maddalena, de' quali Ì[ 
primo ebbe principip nel 1293, e l'altro nel 1*67 ìi\ 
qualità di fcuola; il primo fu cangiato in Ginnafio Lu- 
terano nel J562, e l'altro in apprelTo; ed una fcuola di 
lingua Latina nella città nuova pretto la Chiefa di San 
Bernardino. l\ Palazzo del Magiftrato è vaftp, e all'an* 
tica, e l'altro della Curia Suprema è molto orinario ; 
la Boria però,, che vi è vicina, fi prefenta meglio ali* 
occhio. Nella contrada dcua Burgfeld, v'è un/Armeria x 
e un'altra preiTo la porta detta Sandthpr. Nella città 
rifiedono il Governatore, uno de' 3 Supremi Governi, a 
cui è unito il Conciftoro Supremo, ed un Collegio de* 
Pupilli, un Collegio Reale Aulico, e Criminale, unFif. 
calato Regio, una Camera di guerra, e de' Dominj Rea- 
li, una Ca(Ta generale de'Dazj perii confumi, una Cafc 



Digitized by Googl 



[brésIaVìAì t Ì4f 
fa generale di guerra , e delle contribuzioni, un'altri 
delle rendite de'Dominj, un Collegio della Conferenza 
del Commercio j uri Collegio Regio Medico, un Diretto- 
rio della moneta, V Uffizio generale delle Pofte, l'Uffi-» 
zio generale del fale, un'Uffizio generale delle gabelle ec. 
Vi fono anche alcuni Tribunali Vefcovili, cioè il Con- 
ciftoro, il Vicariato generale, ed [il Tribunale Aulico * 
che ha la Giurisdizione fopra i vaflalli, e fudditi nel Cir- 
colo di Breslavia, di ZirWitz , e Pogl, ed altro $ come 
purè hél Circolo di Canth . li Re Federigo IL ha con- 
ferito a quella città il terzo rango trà le città Capitali 
de'fìtoi Stati , cioè dopo Berlino, e Kò'nigsberg , ed il 
diritto di far due fiere libere , oltre due altre fiere an-» 
jlue, e 1 altre di lana. Il fuo Maglftrato è Luterano , 
comporto d'un Collegio de' Configlieri , e d'un Tribuna- 
le di città. \V'è inoltre un didimo Goncidoro Lutera- 
no. Tutto il traffico della Silefia s' indrizza a queda cip 
tà. Vi fono anche varie manifatture, e per promuover^ 
il traffico di Federigo IL nel 1765 vi fu eretto ùn 
Banco. Fu fottopoda al Dominio Pruflìano nel 1741; 
Nel 1757 un piccol efertito Pruflìano fotto 0 comandò 
del Duca Augufto Willelmo di Bratìnfchweig-Bevern fi 
trincierò ne* contorni della città ; e fin alla fera fece va* 
lorofa refldenza a il' armata Auftriaca , dalla quale fu al- 
l'alito a* 11 Novembre, e ritirandofi nella feguente noU 
te , palsò il fiume Oderà j indi la città fi refe agli Au- 
ftriaci ; ma a' ió Dicembre fu riprefa dal Re di Pruflìà, 
a cui il prefidio Auftriaco , compofto di circa 1 8000 uo- 
Jrilrii fu Coftfefto a renderli* Iti quell'ultimo àfledio fu- 
rón molto danneggiate alcune Chicle, la Libreria di S. 
Maria Maddalena, e la maggior parte de* fobborghi , de? 
quali quello fuori della porta detta Sandthor, fu tuttò 
incenerito. Nel 17^0 la città fu bombardata dagli Au- 
firiari, onde il Palazzo Reale, i riderne con una porzione 
della città, cfcc dalla drada d' Alberto ftendefi fino al 
mercato miovò t f , fu confumato dal fuoco; l' ideilo Co* 
mandante fece dar fuocò alle cafe ultime del fobborgo . 

La città è padrona de* villaggi , Lebrtigruben , CawaU 
Uri j Dambsdorf, Kltin*HHdlitx> tìaftnau , Mkbelvit», Prvtfci, 

QL } con 



|4<5 H DUCATO DI SIIBSIA . 

con una Chiefa Luterana, Ranfer fuir Oderà, ove nei 
l6l$ furon fcavate molte Urne de* Gentili , Riemberg 
con una Chiefa Luterana , Alt-Scbeitnig + Marganau , e 
Voigtfwalde , 

Gli fpedali di Breslavia poffiedono i villaggi feguenu : 
allo {pedale di S. Bernardino appartiene Domslau con una 
Chiefa luterana \ a quello di S. Trinità. Scbwoitzck* eoa 
tuia Chiefa Luterana, Krietern % Kleinb:trg, KUttendprf , 
ed a quello r dello Spirito Santo Sambovritz* 

2. 2<* Camerale d' Attrai , che fin all'anno 174$ 

fu Feudo ignobile (Burgiehn) comprende 

j) Attrai, volgarmente Aims , 9 Aurei,, Lar. -^r*- 
//<w , città piccola aperta full' Oderà , fiancheggiata da 
un cartello fituato fui fiume . Quivi è una Chiefa Catto* 
lica con un'altra Luterana.' 

2. Le Tenute di nome LUbenau, Sorgati, Henningidorf l 
Kunzendorf. 

3. 1 Fetidi Reali ignobili. 

1) Il Fendo di Uffa > appartien a, uno de* Baroni diMo- 
derach, che Io comprò dalla Collegiata di S. Mattia de* 
Cavalieri delia ftella rofla di Breslavia \ la cui figlia Con- 
tenda di Malzahn n'fc divenuta padrona. 

Uffa, borgo % e camello fui fiume Weiftritz. 
. 1) Il Fendo M Malkvritz, denominato da un. villaggio ^ 
e cartello fituato 'fui fiume VPeiftritz, che come fidei- 
commiflb appartiene a* Signori d'Oberg. 

3) Il Fendo di Krolkwitz, che porta il nome d'un vil- 
laggio '. 

4. Il Diflretto, detto Qrofsbwrger-Halt , nel 1234 dal 
Duca Enrico Barbato fu regalato al Vefcovado di Le- 
bus . Secolarizzato, che tu querto Vefcovado dall'Elettore 
di Brànden^urgo , anche querto Diftretto pafsò lòtto il 
Dominio dell'Elettore, che lo diede in Feudo alla Cali 
4iQnitz. In f cofe Camerali è fottopofto alla Camera di 
guerra, e de'.Dominj di Breslavia, ed in cofe Civili, ed 
EcclefiafUclje ai Giudizio. Camerale, ed al (JWiflproSu- 
premo di Berlino. Comprende 5 villaggi, che fono£w/jr- 
lurg , con una Chiefa Luterana , e con un cartello , 
KUi*Lmd*n , Schm^ratm , Omritz, e Kmtfcb, l tr<^ 

ulti- 



Digitized by Google 



BRESLA VIA. l.|7 

ultimi fon della Cafa di Canitz. KleinLauden ir fituato 
nel Circolo di Strehlcn del Principato di Brieg. 

5) Il Feudo di Bogenau, denominato da un villaggio. 

6) 11 Feudo di Kreyka , e di Weygwitz. 

4. Nel diftretto Vefcovilc di Bresiavia comprendonfi \ 
villaggi di Kottwitz, R&ttwitZy Jefchnock> Leopoldovrìtz , 
Melejcbwitz, ScbauerwitZyScbìedlagwitz. Al Tribunal Vef- 
covilc fon parimente fottopofti i villaggi di Pil/nitz, La- 
nifeb, e IPaJJerientfib y ed il cartello decaduto di Jeltfcb 
full' Oderà con 3 villaggi, che vi appartengono, i quali 
luoghi però non fon di Dominio Vescovile. 

5. Al Capitola Cattedrale appartengon molti villaggi , 
qua , e là diiperfi , che fono , Bifcbvrìtz , Boguslaxrìtz , 
Cammelwitz , Cofel full 1 Oderà , Eckersdorf^ Jtllin , Kitnd- 
fcliitZy Malfcn , Mandelany Grofs-Mxbber , Aiellowitz, 01- 
?af:bin % Opperà* > Pafcbvritz, Polnisb-Heudorf ', polanovritz y 
Klein- RajJeluritZ j Radwanitz y Repplin , Siebenbnben r poco di- 
nante da Bresiavia , Klein-Tfcbanfcb , Tfibattcbelwitz , Tfcbir* 
nau fqlf Oderà, e altri. 

6. La Collegiata di S. Croce, il Convento della con- 
trada di Bresiavia detto Santi , Quello di S, Vincenzo , 
quello di Santo Mattia * ed Altri Conventi di Bresiavia 
polTiedono parimente de* villaggi in coteito Circolo. 

7. Borati , borgo apèrto, e nobile fui fiume Lohe, 

8. Rothenfirben , borgo full' influente Setine , che $' uni- 
fee ai fiume Lohe. Ottenne pel 1608 il privilegia di cit- 
tà, ma non, ne fece ufo, 

9. Kriecben % villaggio poca dittante dal fiume Weyda , 
è. adorno d'un giardino bello, e celebre in quefto paefe, 

10. Weyda, villaggio, e paflaggio fui fiume Weyda , 
un buon miglio dittante, da Bresiavia < 

Il // Circo/o di Ncmartt 

che comprende 

• » ■ * » 

1. Neumarkty la capitale del Circolo, luogo antico , 
imperocché già nel 1250 fu incenerita da Bolcslao Cal- 
vo Duca di Lignitz . V'è una Gliela Cattolica Parrocchiale, 
ed un'ahra Luterana confegrata nel 1743, come pure 

Ct 4 un 



Digitized by Google 



24$ IL DUCATO DI SILESfA. 

un Convento de* Minoriti . Il cartello antico , che v'è iri- 
fieme colle Tenute di Niedcr-Stcphansdwf , Jdfcbkendorf , 
Kobelnicken , è della città di Breslavia» Le carrozze da 
città, e da viaggio, che vi fi fanno, fon rinomate in 
tutta la Silefia. Al Camerlingato della città appartengo- 
no Scblaupe, e Pfaffcndorf. Nel 1757 vi accadde un cori- 
battimento ira'Prufliani, e Auftriaci, colla peggio de^lt 
ultimi . 

1. Flemifchdorf ', villaggio vicino a Neumarkt, ove fi 
fcava molta torba. 

3. Dykrenfurt) città piccola Nobile fuII'Odera, che fin 
dopo la metà del fccolo XVII. fu un villaggio eoi nome 
Prjfgy che coirajuto del fuo padrone Giorgio Adamo Ba- 
rone di Dyhr ottenne il privilegio di città, e prefe il di 
lui nome. V'è un bel caftello, cinto di viali, con un* 
bella Cappella Cattolica dedicata a S. Edwige, con una 
Chiefa Luterana, ed una Stamperia Ebraica» 

4. KofteMut , città piccola di. poco momento , eh* ap- 
partiene al Convento di S. Vincenzo di Brcslavia . 

• 5. Groff-Peterwitz , Feudo ignobile dipendente dal Re, 
c villaggio con una Chiefa full' acque di Strigati. V'ap- 
partengono i villaggi di Kofelj e Zaugwitz del Circolo 
di Canth , fottopofti alla Giurifdizione del Vefcovo . 

6. Rornmenan , Feudo ignobile dipendente dal Re , c 
villaggio . 

7. Leutben, villaggio, nella cui vicinanza Tarmata Pruf- 
fiana nel 1757 a* 5 Dicembre riportò una fegnalata vit> 
toria filli* armata Auftriacà . V'è una Chiefa Luterana. 

3. Oler -\Stepbansdorf , villaggio e Sede Gentilizia; è 
adorno d'un bellilfimo giardino. 

9. Nimpka, villaggio, e Sede Gentilizia, appartenente 
a' Gefuiti , che fon anche padroni d* altri luoghi di 
cotefto Circolo . 

Ut // Circolo di Kant 

Infieme con quello di Neumarkt è fottopofto al mede- 
fimo Configlio provinciale , c appartiene al Vefcovo di 
Brcslavia . 

1. Ctmtbt . 



Digitized by 



% 



fi K E S L A V I A. 

i. Canti, ò Kant, città capitale del Circolo Atuat* 
full' acque di Schwcidnitz , è piccola , fornita d* un caftello 
antico. Anticahiente fu de' Duchi d'Oels, di modo che 
Corrado V. vi ebbe la Aia ReAdcnza , che A chiamò Dur 
ca di Canth , Da principio Ai data in ipoteca al Vefco- 
vado di Breslavia, e dei 1:471 Ai appropriata interamen- 
te al medeAmo. Nel 1428 fu molto danneggiata dagli 
Huffiti. Nel 151 2 il Duca Bartolommeo di Munfterbcrg 
in quefti contorni fu disfatto da' BreslaveA « Nei 1752 
abbruciò interamente. 

1. la Balìa Camerale Regia di FUrflenau, ha il nome" 
del villaggio, e caftello FUrflenati, che in altri tempi ap- 
partenne al Duca di Holftein; è Amato full' Acque di 
SchN^eìdnitz . - 

IV. // Circolò ài Nams/nti 

E* diftaccato dagli altri Circoli, e A vede meglio fap- 
prefentato nella Carta del Principato di Brieg. 

1. Nam slan y o Nambslau , città capitale del Circold 
fituata fui Aume Weyda , ed in mezzo a* marazzi , è 
adorna d'un cartello, d'una Chiefa Cattolica, d'un Mo- 
nandro dell'Ordine di S. Francefco con una Chiefa Po-» 
lacca, c di l Chiefe Luterane, una Tedefca , e l'altra 
Polacca . Anticamente fu de' Duchi di Breslavia , poi paf- 
sò fotto il Dominio de* Duchi di Glogau , Analmente ne 
divennero padroni i Duchi di Ligriitz , tra' quali Wen- 
ceslao la vendè nel 1348 all'Imperatore Carlo IV, che 
la fece murare nel 1350. Il Re Wenceslao la fottopofe 
al Capitanato provinciale del Principato di Breslavia . II 
Re Ferdinando I. diedt in ipoteca il caftello colle fue 
attenenze alla città di Breslavia, che ancof oggigiorno 
tiene quefta ipoteca . Nel 1619 la città abbruciò. Nel 
1741 fu bombardata per 3 giorni da' Pruffiani , e fu pre- 
fa. Nel 1746 vi fi trovavano 16 cafe abbandonate, e 
46 luoghi privi d' edifizj . 11 Camerlingato poflìede le Te- 
nute di Detitféb-MarcbvfitZy ed Ellgut * 

2. La Commenda di tiamslan dell'Ordine Teutonico 
e comporta di villaggi comprati dal detto Ordine, che 

fono 



Digitized by Google 



250 IL DPCATO DI SfLESIA* 

fopo Jltfladt , Jaiicbendorfy Glaufcbe , una porzione di OU 
fchati , Windisb-Marcbwitz , e d' alcuni altri villaggi . 

3. 11 Difìretta di Shorifcban appartiene al Vefcovo dì 
Breslau, e comprende 

j) Rcicbtaly città piccola, 

%) Skorifcbany villaggio cori Chiefa parrocchiale , che dà 
il nome al Diftretto. 

3. I villaggj di Kreuzendorf ', Profcban , Wallendorf ec. 

4. Scbmoger, e Smogra y in. altri tempi SzmogrQW ^ vil- 
laggio coh Chiefa parrocchiale, ove nel 966 Fu pianta- 
ta la prima Chiefa della Silefia , e fondato un Vefcova- 
do, che nel 1041 fu trasferito a Bitfchen, e finalmen- 
te a Breslavia . Nel 1731 il Vefcovadq di} Bresla- 
via per mezzo di compra ritorpò al polTeflo di quello 
luogo, 

5. Stadel, o Stàdkin, villaggio con Chiefa fui fiume 
Stober; appartien al Duca 4'Oels. Ve una Qiiefa Lu* 
terana . 

« 

b. It PRINCIPATO DI BR.IEG. 

$.1. Il Principato di Brieg è cinto da' Principati di 
Oels, Breslau , Sch^ejdnitz , Mu'nfierberg a Neyffe, e Op- 
pcln, ed una porzione diftaccata dal medefimo confina 
colla Polonia . E' uno de* più ftefi Principati, che fiana 
in Silefia . - * 

J . 2. L' Oderà tra ve ria i Circoli di Brieg » e Ohlau , e 
ne' confini del Principato d'Oppeln riceve il fiume Keyffe y , 
e più giù anche il fiume Stober . Il fiume 0 Man , che vicn 
dal Principato di Miinfterberg, feorre per il Circolo di 
Strehlen , e Ohlau , e palla nel Principato di Breslau . 
La forgente del fiume Lobe è nel Circolo di Nimpta . Il 
più alto monte di quefto paefe è quella che chiamati 
Jahnsdor&rberg poco dittante da Langen Oels* che lì 
vede molte miglia da lontano. Nella parte di qua dall' 
Oderà , ove è abitato da' Tedefchi , il Principato è uno 
de 1 paefi dì Silclìa più fertili di grano , aiai di là dall' 
Oderà, ove è abitato da gente d'origine Slava, il Prin- 
cipato c afenofo e mefehino . Ne' contorni di Strehlm, 

e di 



Digitized by GooqIg 



/ 

B R I E Q, 251 
(t dì Ohlau fi coltiva Ja robbia de' tintori , ed il tabacco, 
Nel Circolo di Brieg, e di Ohlau ritrovanfi de* bofchi 
grandi di quercia, faggio, e abete. In vicinanza di Streh- 
len nel monte detto Galgénberg fcavafi una fpepie di 
pietra affai foda , e durevole , 

§ r 3- Quefto Principato contien 9 città, e 2 borghi , 
Il primo Duca di Bricg fu Boieslao HI , figlio maggiore 
del Duca Enrico il Grattò, a cui nella di vifipne del re- 
taggio paterno , che fece co* fuoi fratelli , rocco quefto 
Principatp nel 13 14, e che poco dopo ottenne anco la 
porzione del fuo terzo fratello, cioè il Principato di Li- 
gnitz. Nel 1328 egli fottopofe il fuo paefe in qualità di 
Feudo a Giovanni Re di Boemia. I fuoi figliuoli Wen- 
ceslao jf, e Lodovico L nel 1359 furon da [Carlo IV. 
talmente accordati tra loro, che quegli ebbe Lignitz , e 

Juefti Brieg, Il Duca Wenceslao II, figlio minore di 
etto Wenceslao cedette nel jai8 il Principato di Li- 
gnitz a Lodovico II. Nipote di Lodovico I. Federigo If, 
Duca di Lignitz, e Brieg abbracciò nel 1523 Ja Dottri- 
na Luterana, comprò nel 1524 il Principato di Wolau, 
e nel 1537 conclufe con uiovacchjno JI. Elettore di 
Brandcnburgo una fratellanza ereditaria. Nel 1539 divi- 
fe i lupi paefi tra' fuoi figlj, di modo che Federigo III. 
ebbe Lignitz , Giorgio II , Brieg , infieme co' Circoli di 
Wolau , I figliuoli di Giorgio II , Giovacchjno Federi- 
go , e Giovanni Giorgio nel 1 596 ereditarono anche il 
Principato di Lignitz , e tra Giovanni Criftiano , t tra 
Giorgio Rudolfo, faglj di Giovacchino Federigo nel 161 1 
fu talmente divifo il paefe, che il primo ebbe Brieg, ed 
il fecondo Lignitz , e Wolau. Quando nel 1652 Gior- 
gio Rudolfo mori fenza erede, i figlj di Giovanni Cri- 
ftiano talmente fpartirono nitri i paefi, che Giorgio HI. 
divenne padrone di Brieg , Lodovico IV- di Lignitz , e Cri» 
ftiano di Wolau. Quefti per mezzo di eredità ebbe da' - 
fuoi fratelli tutti e 3 i Principati, nel cui poflèflò fiacce* 
de il fuo figlio Giorgio Willeimo, il quale morì di 15 
anni , ed eflendofi eftinta con cflb lui la fiirpe de 1 Piatti , 
l'Imperatore fi mife in poffeflo de/ Principati di Lignitz, 
JJrieg, e Wolau, 

.§•4- 



Digitized by Google 



IL DUCATO DI SJLEStÀ. 

§. 4. Il Principato di Brieg è (ottonilo al Suprèma 
Governo Regio, ed alla Camera di guerra, c dc'Domi^ 
nj di iireslavia* E* divifo in 6 Circoli < 

t. // Circo/o di Brieg 4 

Che dall' Oderà vien divifo quafi in due parti eguali . 

1. Brieg, tinga y città capitale del Circolo e del Prin- 
cipato, fituata full' alto lido dell'Oderà, chiamata per- 
ciò in un inttromento di fondazione del Duca Enrico del 
J250 Civitas alt a rip<e\ è una delle città migliori e piò 
belle di Silefia , ed è ben fortificata . L' Oderà vi fi paf- 
fa per un ponte affai lungo , alto, e ftabile di legno 4 
Paffata la Porta di Breslau $' entra nel fobborgo di Ra* 
tben> e fuori della Porta Briegishdorf v' è un' altro fob* 
borgo vafto , e fuori della Porta d' Oppeln un* altro ve 
ne ha , detto di Neuhaufen : dacché la città è fotto il 
Dominio Pruiììano, di là dall' Oderà s'è piantato un'al- 
tro fobborgo. Il cartello $ che vi fu, e che a' Duchi di 
Brieg fervi di refìdenza, nell' attedio della città nel 1741 
fu incenerito . Fin dal 1756 vi rifiede il Supremo Go- 
verno della Silefia Alta , a cui c unito il Supremo Cori- 
ciftoro dell' Alta Silefia i Dalla parte di Mezzodì v' è la 
Collegiata di S. Edwige, poffeduta da' Cattolici . Quivi 
è anco una Refidenza de' Gefuiti * con un Gonvento 
de' Cappuccini . La Chiefa capitale c parrocchiale di S. 
Niccola è de' Luterani, fottopofta a un Soprintendente . 
I medefimi vi hanno inoltre un Ginnafio illuftrtf, di cui 
fu meffa la prima pietra a' 21 Marzo del 1564 dal Du- 
ca Giorgio IL, e di cui fu fatta la Sagra nel 1569 , 
come pure la Chiefa di S. Trinità, frequentata dalla Co- 
munità Polacca 4 V* è anco una Cafa di caftigo » Vi fi 
teflbno de' panni buoni. Nel idi 8 la città fu molto dan- 
neggiata dal fuoco. Nel 1643 ^ u affediata invano dagli 
Svedefi. Nel 1741 dopo un'affedio di quattro giorni fu 
prefa da' Pruffiani * 

Un mezzo miglio dittante dalla città i verfo Setfentrio* 
ne ritrovai! un vafto bofeo di quercie, faggi, e abeti, di 
cui una parte è della città. Tra quello bofeo , e tra la 

cit* 



Digitized by Google 



fi R I E O. 25 $ 

città ftendefi una valla pianura, ove i Polacchi menano 
a vendere delle migliaia di bovi, maflimamente alia fie- 
ra di S. Giacomo. Quefta pianura è traversata da un ar- 
gine largo , laftricato di pietra , che ftendeSt per un quar- 
to di miglio in lunghezza, 

VOrto detto d' Abramo ( Abrabams-Garten) è un' ISoIa 
formata dall' Oderà , c coperta di bofeaglie , lunga un \ 
di miglio, 

La città pofóede non folamente i Sobborghi Suddetti , 
ed i villaggi di Ratbtn y e Brigisbdorf colla fattoria, ma 
anche 1) i villaggi Gierfdor}\ Pogrel , ambedue forniti di 
Chicle Luterane, Alzenau insieme colla Sede gentilizia , 
che vi è, Bo&misbdorf con una Chiefa Luterana, la me- 
tà di Scblufleldorf > ( di cui 1' altra metà appartiene alla 
Chiefa Cattedrale di S.Giovanni di Brcslavia) Scbreiben- 
dorfy e la metà di Leupusb, o Lenti/eh, ove e' è una Chie- 
fa Luterana, e nella cui vicinanza ScavaSi molta torba. 
2) La Signoria di Canterfdorf, che comprende il cartello, 
e villaggio di CanterSdorf , e V altro villaggio di Klein^ 
Netidorf. 3) La Signoria di Scbónfeld, che comprende un 
villaggio fornito d'una Chiefa Luterana, e d'una fatto- 
ria. 

2. La Balia Camerale Regia di Brieg comprende Grii- 
ningen % Linden , Bankan , Zumici, Berzdorf, Briefen , Pan» 
lati , GrojT-Heudorf \ Tfcbepplowitz , Mkbelwitz , Scbeideiwi- 
tz y e Dobern. 

3. La Balia della Collegiata di S. Edwige di Brieg , di 
cui i villaggi fon Situati parte nel Circolo di Brieg, o 
parte in quello di Ohlau . Nel Circolo di Brieg fona 
Conradfiraldati , Laugwitz , Pampitz , villaggi forniti di 
Chiefe Luterane ; Jàgerndorf , e Schònan ambedue con 
Qiiefe Luterane. Nel Circolo di Ohlau ritrovanti Grojf- 
Peiskerat\, Frauenhayn, ed una porzione di Ottig. 

4. La Ba(ta Camerale Regia di Karlfmarkt , porta il 
nome del borgo Carlfmarkt, fornito d'una Chiefa Lute- 
rana; è Situato fui fiume Stober, Tempo fa quefta Ba- 
lìa ebbe il nome di Ketzerndorf> cartello altre volte for- 
tificato , che giace fui fiume Bober , Nel villaggio C'òln , 
che v' k comprefo, , ebl* origine la Cafa de' Conti di 

Bcc$ , 



Digitized by Google 



154 »- DUCATO Df STLESIA. 

Bees, che in altri tempi fu padrona , e del villaggio, é 
di tutta la Signoria. 

5. Lotrcny o Li>ben, oppure Lexrìn^ città piccola fui Su- 
ine Neyfle; con una Gliela Luterana , che come Mag- 
giorato appartiene alla Cafa de* Conti di Bees . La Signo- 
ria di LòVen comprende ancor 4^ villaggi ^ fiutati nel 
Principato d'Oppeln. 

6. Micbélau, o fia Ober- Mie belati > borgo, die nel 1615 
ottenne il privilegio di città, ha una Chiefa Luterana, 
ed infieme col villaggio Nieder - Mkkclau appartiene alla 
Collegiata di Camenz . 

7. Scbwanoiritz t villaggio, Sede gentilizia , é Prambfe* 
con Qiiefe Luterane * appartengono a* Signori di Wal- 
dau. 

8. La Commenda, di Loffa * dell'Ordine di Malta, chó 
comprende iL villaggio vallo di Loffa ^ e quelli altri di 
Jefcben, Bncbitz, e Rófcntbal. 

9. Molvitz i villaggio con una Chiefa Luterana, che* 
appartiene all'Abate di S. Vincenzio di BresJaria , Nel 
1741 Federigo II. Re di Pruffia Vi riportò la prima vit- 
toria fugli Aultriaci. L' ifteflb Abate pofliede anco il vi- 
cino villaggio di Hermfdorf. 

. 19. MangfcbUtz i Sede gentilizia di qualche rilievo, e 
villaggio con una Chiefa Luterana* appartenente a* Con* 
ti di Pìickler. 

u. Le Tenute gentilizie di Grojfjankwitz, Groff- Nix- 
dorf, KreyfetFitZyJobnJdorfy Kopjvn, Micbelwitz 1 Tafcken* 
berg. . .< 

IL 7/ Circolo di ÒklaU, 

Nel 1654 fu fiaccato dal Principato di Brieg^ per ttì. 
riirlo al Principato di VPolau : ma nel J6S0 dopo la 
morte della Ducheffa Luifa , a cui fu dato in appanrtag- 
. gio vedovile , fu riunito al Principato di Brieg . 

1. Otitu, Òlavia, città principale del Circolo, fiuta- 
ta fui fiume dell' ifteflb nome , in poca diftanza dall' O- 
dera. V'è un cartello, di cui la Chiefa è nelle numide' 
Cattolici - I Luterani fon padroni della Chiefa parroc- 
chia* 



Digitized by Google 



n r ì e c. 255 

t!iiale -, preffo la quale abita Y Infpettore del Circolo di 
Ohlau , e della Chiefa Polacca. Cèancó una fucina di 
rame. In tempo di guerra è fiata foggetta a molti difa- 
ilri; tra gli altri mali abbruciò nel 1502, e 1641 . Nel 
3741 fu prefa da'Prufliani . Vi fi coltiva il tabaccò/ La 
città poffiede il villaggio di Zedlitz, ed una porzione di 
Baumgàrten> il quai Villaggio in parte appartici! anco al- 
la Balia Camerale Regia di quella città» 

2. La Balìa Camerale Regia dt Ohlau , che comprendé 
Guflen^ e altri villaggi. 

3. La Commenda di Kleìn-OeU è dell'Ordine di Malta. 
Kkin-Oels , borgo con un cartello antico , già nel 1 243 
appartenne alla Rfcligion di S. Qiovanni Gerofolimjtano. 
La Commenda , oltre quello villaggio, ne pofifiede *i 
àltri . 

4. I villaggi tìtide , Laskovritz , Mictmtz , Weigwitt $ 
forniti di Chiefe Luterane 

m * 

Ut. // Circo/o di Strcbkn 

£' uno de' paefi più fertili di fegal a > e di grano gentile. 

1* Strehlen città principale del Circolo, fi t iuta {ili fiu- 
me Ohlau, è cinta di mura doppie, e di vafti fobborgtp* 
Predo la Chiefa Luterana abita V Infpettore del Circolo 
di Strehlen . I Luterani fon anche padroni della Chiefa 
Polacca j e d'una Scuola Latina. V è un Monaftero de- 
gli Agostiniani. Vi fi teffóno buoni panni; Nel 1619 U 
maggior parte della città fu confumata dal fuoco. la vi- 
cinanza v' è una buona cava di pietra . 

1. HrtffinetZy villaggio vicino a Strehlen $ piantato da 
una Comunità Luterana, che gli diede il nome della ba* 
tria di Giovanni Huft. Tempo fa vr furono 1 grolfe fat- 
torie , che i Fratelli Boemi comprarono dalla città per 
la fomma di il 000 Rjfdal. (cioè per la fomma di circa 
3750 Zecchini Veneziani ) . Il Re Federigo IL diede a 
quello luogo il privilegio d'effer abitato da' foli Aderenti 
della Confeffion Boema. La Comunità fa r efercizio pub* 
blico di fua Religione in una Chiefa d'AItftadt, luogo 
\i;ino a Strehlen. 

3. L* 



Digitized by Google 



ttf TL DUCATO t>l SILtSIA. 

3. La Balìa Camerali Regia di Sfreblen , comprende i 
• villaggi di Rugerfdorfy Friederfdorjf \ ambedue con Chiefc 

Luterane, Toppendorf, Woifelwitz te. 

4. La Balia di Pribom , è una Signoria poffeduta altre 
volte dalla Caia dì Czirn, dopo la cui eftinzione il^ Du- 
ca di 3rieg fe ne mife in poflèflò , come padrone del 
Feudo . Nel 1654 fu incorporata al Circolo di Ohlau . 
Nel 1664 dal Duca Giorgio ne fu fatto erede teftamen- 
tario il Colite Augufto di Ligniti fuo fratello di differen- 
te letto; dopo la cui morte accaduta nel 1677 l'Impe- 
ratore ne prefe poffeflb : ma nei 1687 1° diede in ipote- 
ca a uno de'Signpri di Waffcnberg per J 00000 fiorini , 
(che fanno incirca 22700 Zecchini Zeneziani) La Balìa 
appartien oggidì alla Charité di Berlino, Alcuni de'luo» 
ghi di quella Balìa fono: 

j) Priborn, calici lo, c villaggio con una Chiefa Lute- 
rana, nella cui vicinanza fi fcava del marmo grigio. 

%) Siebenbuben , cartello , e villaggio con una Chìcla. 
Cattolica, a piè del monte Rummelberg, 

3) Habendorfy villaggio con una Tenuta libera , 

4) Il villaggio Tfcbanmendorf re, 

5. Le Tenute gentilizie di MittelArnfdorf , Eifenberg x 
v con una Chiefa Luterana , Kripfitz , Kurtwitz , Rankati , 

Ober-Rofen , Kupperfdorf con una Chiefa Luterana , Scb'óih 
born con una Chiefa Luterana, Mittelfcbreiberfdorf , Wfa* 
nevritz . 

6. Ulbendorf , villaggio % e cartello > ove nel 1 741 tr* 
gli Ufferi Auftriaci , e gli UlTeri Pru(Tiani , e Ulani ac- 
cadde una fcaramuccia oftinata, colla peggio degli ulti- 
mi. V'è una Chiefa Luterana, 

IV. lì Cìrcota di Nimptfch. 

• 

I. Nimptfch , Nimitium , città principale del Circolo % 
fi tua t a fui fiume Lobo , con un cartello accanto in un 
colle. V'è una Chiefa Cattolica, ed una Luterana. Ab- 
bruciò nel 1500 , e 1633 , e nel 1728 fu nuovamente 
danneggiata dal fuoco . Altfiadt , 0 fia Alt - Wmptfck , 
Pangely c Vogelfang fon i fuoi fobborghi. 

. 2. La 



Digitized by Google 



I 



B R I E G. 2*7 

a- » L ???}i C *'* r *!< Regia di Teicbe, chiamata anche 
di Roth Scbloff. La Cafa della Giudicatura detta Rotbf- 
chlojf , giace fopra un vado lago , onde nafee la' prima 
denominazione di Teicb, lago. Nel i 74 x in quella con- 
trada accadde una forte fcaramuccia tra'Prulnani, e Au- 
gnaci colla peggio degli ultimi . I villaggi compre!] in 
quella Balia fono, Se*,*, Grof-Knigmtz, ambedue con 
Chiefa Luterana, Pofmtz t Gregerfdorf, Broelutt , GrolTje, 
fentz, Karzen, Karfibe, Tìeffenfte . JJ 

J. la Commenda di Grof-Tinz è della Religion di Mal, 
ta. Il villaggio di detto nome, ov'è la Cafa della Com- 
menda , giace fui fiume Lohe . La razza de' cavalli di 
quelli contorni è rinomata . Gli altri villaggi compref» 
nella Commenda , fono Klein-Tinz, Gleinitz, e Beylm del 
Circolo di Neuraarkt . 

4. La Signoria di Scbventing , che comprende i villaggi, 
Scbwent.g con una Chiefa Luterana, Klein- Kniegnitz%l 
cbieZlitz" Luterana > W*«g, Carl/dorf, C p r f. 

5. Le Tenute Nobili , ed i villaggi di Dirfebdorf, Jor. 
danjmuble y ambedue con Chiefe Luterane, Kurtwitz Sie- 
grotb , Rndelfdorf ambedue con Chiefe Luterane , Groff- 
WtlkA , Ziilzendorf con Chiefe Luterane, ec. In vicinanza 
dell ultimo villaggio nafee il fiume loie . 

1 

V. // Circo/o di CnutT^Hrg 

Con quello di Pitfchen èfottopofto air ifteflb Migirtra- 
to di provincia . , 

1 'V^-'^' 2 » ci,ta Principale del Or- 

lo, lull influente Brinmtz , ha un cartello, una Chiefa 
Luterana, ed un'altra Cattolica. Nel 158S fu facchee- 
giata, e incenerita da' Polacchi. E' padrona de'villaglj 
d Ober-, e Nteder-Elgut , e della fattoria di Czapel. 

2. La Balta Camerale di Creutzburg comprende la fat 
tona di Zigainer , ed i villaggi di Burgfdorf , BUrtelf- 

tZ:^f*%\^V^> M ^f/scbonJi 
u!£f fiorf > mfiemc con una Porzione di WSt- 

tì«m.XXX!K R j.Lc 



Digitized by Google 



258 IL DUCATO DI SlLEStÀ . 

3. Le Tenute Nobili, ed i villaggi , Bankau con una 
Chicfa Luterana, Rofcn con CMefa Luterana, Marzdorf 
te» ce» 

VI. 11 Circolo di Pitfcbcn 

Che ha V ifteflb Magiflrato del Circolo precedente , 
confina colla Polonia. 

j. Pitfcben, oBstfckcn y Bicina, citrà principale del Cir- 
colo , con una Chicfa Cattolica , ed un 1 altra Luterana . 
Il Vefcovado fondato a Smogra , 75 anni dopo la fua 
fondazione fu trasferito in quefta città , onde poi nel 
il 51 pafsò a Breslavia. Nel J588 l'Arciduca MafTìmi- 
liano d'Auftria ne* contorni di quefta città fu battuto da' 
Polacchi, i quali dopo quefto fatto faccheggiarono , e ab- 
bruciarono la città. Fu faccheggiata anche nel 1627, e 
33, e nel 1654 fu molto danneggiata dal fuoco. Vi ap- 
partengono i villaggi Jafcbkowitz , e Pollanovritz . 

2. Le Tenute Nobili, e villaggi ài BaHmgMrten, Bifeb- 
dorf, GolkowitZ) Wilmfdorj *, Profcblitz, Reinerfdorf, Rosko- 
"vitZ) con Chiefe Luterane. 

VII. Le due Città di miniere 

Le quali benché fian fituate nel recinto del Principa* 
to di Munfterberg, non vi appartengono. Già nel 1581 
ne furono feparate , c vendute a Guglìemi© Orfini Prin- 
cipe di Rofenbcrg, onde pafTarono lotto il Dominio di 
Pietro Wock Principe di Rofenberg, il quale nel Jjop 
le vendè a Giovacchino Federigo Duca di Lignitz , e 
Brieg . Quindi è , che fin da quel tempo i Duchi di Li- 
gnitz, e Brieg n'ebbero fempre il comune Dominio. Di 
prefente fon unite al Principato di Brieg, benché non 
fian comprefe in verun Circolo. 

1. Reicbenflein , città libera, ove è unMagiftrato , che 
foprintende alle miniere , con una Chiefa Cattolica , c 
Luterana. Dalla parte Meridionale, e Occidentale della 
città in una montagna, che chiamafi enfino d' 0T0) ritro- 
vanfi delle miniere d'argento, a cui c mcfcolato dell'oro 
nativò . 

2.J* 



Digitized by Google 



1. Stlbetbtrgy città di miniere, con una Gliela Catto- 
lica , e Luterana . Deriva il nome dalle miniere ridine 
d'argento, ove tra '1 piombo in miniera ritrovali mefc al- 
lato l'argento. Dopo la terza guerra Silefiana vi i'èco* 
ftruita una fortezza d* importanza 

c. IL PRINCIPATO di SCHWEIDNiTZ. 

5- t. ti Principato di Schweidrtitz da Levante confini 
Co' Principati di Brieg , e Breslau, da Settentrione co' 
Principati di Ligriitz , e JaUer , da Ponente col Principa* 
to di Jauer, e da Mezzodì colla Boemia * colla Contea 
e Col Principato di Miinfterberg . E' uno de' più grandi, 
de' più popoliti » e de' migliori Principati di Silefia , e 
credefi, che inficine col Principato di JaUer, faccia l'ot- 
tava parte di tutto il Ducato. 

{. i. Dalla Boemia lo dividono le rnòHtagne Sudete, 
tra le quali contali l' alto monte , che chiamafi Buie • 
Alla Catena di quelle montagne per mezzo de' monti di 
Stafchendorf, e Langenfeyffertìorf , e dei monte Vur curio 
( Geyersberg ) è unita anche quella famofa montagna f 
chiamata Zottenbcrg^ e Zotbtnbttg % la cui denominazione 
più antica , in lingua Latina , è Afons Zabotbits , e Sabo- 
tbtlSy derivata probabilmente dalla piccola città di Zob- 
len 5 che giace a pie delia mede (ima, Chiamar! però an- 
che Mons Zotenfis> Zobtenfis , Silenfis , e Silentius > come 
pure Seqaax, e fecondo il parere di Bitrgardo non dU 
(linguefi da mons Arsibargius , di cui Tolomeo fa men- 
«ione. Quello monte giace nel Circolo di SchMteidrtitz, 
due miglia dittante da SchVeidnit* > e 5 miglia dalla; 
città di Breslavia , circondato verfo il Nord, Oit*eWeft 
da una Vada pianura ; dalla parte di Mezzodì Comunica, 
col fuddetto monte V uh uno. La fila altezza pefpendicch 
lare da D. Burghart flirnafi di 2109, e dal Gefuita He- 
inrich di 2125 piedi del Redo; la fua circonferenza con- 
forme al calcolo di Federigo Luca è di 1040 0 jpaiU *. 
Nella più alta Cima di quèfto monte in altri tempi fu un 
caildlo , abitato anticamente da Pietro Viali , che ere- 
deli comunemente un Conte di Danimarca > c dal f adi* 

R t di 



Digitized by Google 



** iÓO IL DUCATO DI SILESIA . 

di cito, che però nel 1108, oppure nel ino lo cede a' 
Canonici Regolari di S. Agoftino , i quali abbandonando 
poi il monte nel 1181 andarono ad abitare a Gorkau^c 
di là a Breslau. Ne'tempi pofteriori vi foggiornarono taK 
volta i Duchi di Schwetdnitz, e finalmente cfìTendo dive- 
nuto un ricettacolo d'aflaflini, nel 1471 fu diftrutto da- 
gli abitanti di Schweidnitz, e di Breslau. In luogo del 
caftello nel 1702 vi fu piantata una Chiefa dall' Abate 
del monaftero della contrada di Breslavia , detta Sand , 
alla quale fi fale per una fcaja di 60 gradini di pietra • 
Nel giorno dell' Affunzione di M. Vergine quefta Chiefa 
è frequentata dagli abitanti di Zobten . Dalla parte di 
Mezzodì dietro la Chiefa ?' è un erto dirupo , di fmifu- 
rata altezza , dalla cui cima vedefi quafi tutta la Silefia. 
Del rimanente la montagna è coperta d'un bofeo folto. 
Non è vero, quel che alcuni pretendono, non diftinguer- 
fi quefta montagna dal Fv.r\hnberg ( monte de' Principi ) 
inferita nel titolo degli antichi Duchi di Schwcidnitz ; 
imperocché quefta Signoria di Furftenberg inficme colla 
piccola città , onde prende la denominazione, è limata 
nella Lufazia. Il Principato di Schweidnitz è provvedu- 
to a fufficienza di legname , di frutte, e di biade , di 
falvaggiume, e di beftiame domeftico, come pure di car- 
bon follile in quantità. Vi riefee anco il lino, e la lana, 
e d' ambedue vi fi fa ufo per varie manifatture , malli- 
mamente nella parte montuofa del Principato , la quale 
perciò è in iftato più profpero dell'altre parti . Non vi 
{corrono fiumi grandi. I più riguardevoli fono , ÌX'ciflrìtz t 
PolfnitZy e Bober. Il fiume Weiftritz nafee ne' monti Su- 
deti, nel così detto Rumpelbrunnen , vicino aOber-Gief- 
dorf , prende il corfo verfo Schweidnitz , e s' inol- 
tra nel Principato di Breslau, ove ne abbiamo fatto men- 
zione fotto il nome d' Acque di Scbvreidnitz , Il fiume Polf^ 
nitz detto anche Zirla , nafee nel Barengrund, pafla a 
Waldenburg , e Freyburg , riceve l' influente che feorre 
preflb Striegau, ed entrato nel Principato di Breslau, f\ 
congiungc ivi col fiume Weiftriiz . Il Bober ha la fua 
forgente in poca diftanza da Schatzlar nella Boemia , in- 
di per un breve fpazio s inoltra nel Circolo di Landshut 

del 

» 



Digitized by Google 



, kh VEIDN-lTZ. *6t 

del Principato di Schweidnitz , poi entra nel Principato 
di Jauer. 

$. 3. Il Principato comprende 14 città . I Duchi di 
Schweidnitz , che non efifton più , nacquero dalla line^ 
di Lignitz-Brieg. Quando però nel 1278 i figlj del Du- 
ca Enrico il Calvo fi diviierp tra loro il paefe , a Boles- 
lao 1. toccò Munfierberg , il quale nel tiSó dal Duca 
Enrico IV. ebbe anco Brcslavia , Schweidnitz , ed in oc. 
tafione della guerra di Glogau il fuo fratello Enrico il 
Grano nel 1I91 gli cedè anco Jauer, Striegau, Franken- 
ftein, Reichenbach, e Strehlen; e di più nel 1296 , in 
riguardo della tutela de'fuoi fìglj a Boleslao commefTa, 
lo dichiarò efede del cartello, fìtuato nel monte Zothen- 
berg. L'ifteflb Boleslao aggiunfe a' fiioi Stati anche Bunz- 
iau > I fuoi 3 figlj y benché averterò il Governo comune 
tra loro , rifederono pure in diverfi luoghi; imperocché 
Bernardo ebbe la Relidcnza a Schweidnitz , Enrico I. a 
Jauei*, e Boleslao II. a Munfterberg. Bernardo lafciò 2 
figlj, de' quali il maggiore Boleslao HI. fucceffe al padre 
nel Governo del Principato di Schweidnirz, ed allecon- 
dogenito Enrico II. fu ceduto dal di lui Zio paterno En- 
rico li il Principato di Jauer , al cui pofleffo dopo la 
fua morte fucceffe il fratello maggiore * Morto il figlio 
unico di Boleslao Ìli. prima che il padre morale, il Du- 
ca Boleslao , la cui figlia Anna fi fposò con Carlo IV. , 
difpofe le cofe in maniera , che dopo la fua morte 1 
Principati di Schweidnitz, e Jauer fonerò uniti allaGò» 
rona di Boemia; lo che fi effettuò nel 1368. II Re Car- 
lo IV. diede de' privilegi importanti a querti due Princi- 
pati, che furon poi accrefeiuti da' Regi fucceflbn . Indi 
deriva, che ancor in oggi la Nobiltà di quefti Principati 
relativamente alle caufe che riguardano i Fèudi, ed alla 
fucceffione ereditaria fi regola fecondo certe coftituzio- 
ni del tutto differenti da quelle della Nobiltà degli altri 
Principati. 

§. 4. Il Principato è fubordinato al Supremo ''Gover* 
no , ed alla Camera di guerra , e de' Dominj di Eresia-» 
via. E' divifo in 5 Circoli 4 

R % - t. If ■ 



• 



Digitized by Google 



%6l ' !t DOGATO DI SILESIA . 

I. // Circolo di Scbvveidnit^ 

£' più grande degli altri quattro. 

I, Schweidnitz (l) Ut. Smànie mm , città capitale del 
Circolo , e di quefto Principato , fortezza confiderabile , 
fituata fui fiume VPeiftritz in una contrada che contali 
tra le più deliziofe , e belle di Silefia . Le fue fortifica- 
zioni tempo fa confiftevauo ne' tre muri , che la cingeva- 
no. Ma il Re Federigo IL fin dal 1748 la fece ben for- 
tificare fecondo le regole . La Chiefa parrocchiale è de* 
Gefuiti , introdotti in quella città nel 1629 , i anali vi 
hanno un Collegio , e Seminario . Anche i manafterj de* 
Domenicani, Minoriti , Cappuccini, e delle Monache di 
S. Orfola vi hanno le loro Chicle . La Chiefa di S. Mi- 
chele fuori della porta Bafla è Commenda de' Cavalieri 
della Croce colla ftella rolla di S. Mattia di Breslavia . 
Fuori di città i Luterani hanno una Chiefa, della quale 
il primo Predicante nell'ifteiTo tempo è Infpettore delle 
Chiefe de' Circoli dì Munfterberg . La città ebbe le fue 



confumata per la maggior pane dal fuoco ; fu però ri- 
fabbricata di pietra , più bella di prima , e decorata fpe- 
cialmente d'un bei palazzo del Pubblico . Nel 1757 fu^ 
prefa dagli Auftriaci dopo un attedio di 16 giorni, e do- 
po averla molto danneggiata colle bombe, col cannone ^ 
c col fuoco , Nel 1758 fu riprefa da' Pruffiani dopo un 
attedio parimente di 16 giorni , e nel 1761 fu prefa d' 
aflalto dagli Auftriaci , e da 4 Compagnie di Granatieri 
Rutti, fenza che prima foffe ftata alTcdiata; ma nel 1 76* 
dopo un lungo, e duro attedio di nuovo fe n' impadroni- 
rono i Pruffiani . 

La città è padrona di 13 villaggi, tra' quali uno, chia- 
mato Lttitmanfdorf ', ha una Chiefa Luterana. 

2. Zobte* y oppure Za//*», lat, Zpbtena , 0 Zabothnm , 
1 cit- 



( 1 > Come debba pronunciarti qudla voci $' «regna Dell' Introducivi t 
Tifc*> i Folitic* d'&uropa. 

' * è S 



Digitized by Google 



SCHWBIDNITZ, 10} 

città a pie della montagna detta Zothenberg, annovera- 
ta fra le città fin dal fccolo XI. infieme colla vicina 
Propofitura di Gorkau appartiene a* Canonici Regolari diS. 
Agoftino , abitanti nella contrada di Breslavia , chiamata 
Sand, e v'è una Chiefa parrocchiale Cattolica. Fu dan- 
neggiata fpeflc volte dal fuoco, fpecialmente nel 1741 , 
quando fu faccheggiata, e incendiata da un corpo di cr- 
ea zooo Tolpatfch , e Panduri > comandati dal Colon* 
nello Trenk, che la riduflero quafi tutta in cenere, vo- 
lendo vendicarli della disfatta (offerta in quelli contorni 
da due Compagnie di Granatieri Prufliani. La Balìa di 
quefto luogo comprende il villaggio di Marxdorf. 

3) La Signoria di Fiirflenflein , che per modo d' ipoteca 
fu poffeduta da' Conti di Hochberg-Furftenftein fin dal 
J509, e poi fin da' tempi dell' Imperator Rodolfo li. è 
divenuta pofTeflione propria de* medefimi , comprende oU 
tre 30 villaggj. 

1) Fiirflenflein , c alleilo in un monte. 

2) Freybnrg , o Freiberg , col l'opra nome di fitto al ca~ 
lìdio Fiirflenflein , città piccola fui fiume. V'è una Chie- 
fa Cattolica, ed un'altra Luterana. Nei 1427 fu alTali- 
ta indarno dagli Huffiti. 

3) Gottesbergy città piccola libera di miniere con una 
Chiefa Cattolica, e Luterana. Vi fi lavora co' ferri una 
Quantità grandilììma di calze ordinarie di lana. Nel 1645 
hi molto danneggiata dal fuoco. Nel 1^33 fu faccheg- 
giata dagli Svedefi. Nel 1555 vi fu feoperta una minie- 
ra d'argentò, che è però finita. Vi fi lcava del carbon 
fertile . 

4. La Signoria di Friedland, neli'iftefTa maniera chela 
Signoria precedente è un Fidecoramiflò de 1 Conti di Ho- 
chberg-Furftenftein , che oltre 6 villaggj comprende 

1) . Friedland , città piccola fui fiume Steinau , fornita 
d'una Chiefa Cattolica, e Luterana, appartiene a'Conti 
di Hochbcrg-Furftenftein , fu fabbricata circa l'anno 1235, 
abbruciata dagli Hulfiti nel 1427 , e faccheggiata nei 
2639 dagli Svedefi. 

2) Walàenbiirg , volgarmente Wallenberg , città piccola 
fui fiume Polfnitz, appartien alla Cafa de' Conti di Ho* 

R 4 chberg- 



• Digitized by Google 



1<5 4 IL DUCATO Dt S1LESJA . 

chbcrg- Furficnftein . Vè una Chiefa Cattolica, e Lute- 



rana . 



J) Sakkun*, villaggio diftame da Furftenrtein una le- 
ga: e l'unico luogo di Silefia, ne' cui contorni fi ritrovi 
del fale da cucina ; la fonte dell' acqua falla tempo fa 
fu filmata una forgente d' acqua medicinale . V è una 
Chiefa Luterana. 

4) Kinsbcrgi o Konigsbcrg, lat. Reghmmtium , uno de* 
piu antichi cartelli in un monte, a pie di cui feorre il 
fiume Weiftritz, ha annetta una Signoria. Dietro il ca- 
rtello dalla parte di Mezzodì v'è una valle chiamata Val- 
le SiUfiana . La Signoria comprende il villaggio Din- 
mankfdorf. 

,5) Tambatifen , villaggio fui fiume Weiftritz , ch'ap- 
partiene alla Cafa de' Baroni di Seer-Thofs , in vicinan- 
za di cui v'è una fonte d'acque medicinali, detta Chat- 
htten-bnmn . 

6) WeiSiritz y villaggio fui fiume dell' iftelTo nome, nel- 
la cui vicinanza negli ultimi tempi fu tentato di fcavar 
dell' argento . 

7) Btitkerfdvrf, fui fiume Weiftritz , ludwigfdorf, e LetiU 
mannfdorfy villaggi nelle cui alture vicine 1' armata Au- 
ftriaca s'era trincierata, onde però con perdita riguarde- 
vole fu sloggiata da'Prufliani. 

8) Oomanzy cartello in un dirupo, a pie di cui feorre 
il fiume Weiftritz, eh 1 è unito a una Signoria. Nel vil- 
laggio deli' iftelTo nome v' è una Chiefa Cattolica , c 
Luterana • 

9) Kratzig, e Kratzkau , e Roftnan , fon cartelli de* 
Conti di Zedlitz. 

jo) I cartelli , e le poflWIioni Nobili di Schvrtnkfeld , 
Teichenau , che come Feudi appartengono a* Signori di 
Lucke della Saflbnia Elettorale ; Wtirben , onde nafee la 
Cafa antica de' Conti di Wurben , che ora appartiene 
alla Badia di GriiTau, Gro^Mobnau, e Portfcbkenhayn . 

11) Altvrafcr, villaggio un mezzo miglio diftante da 
Waldenburg, nella cui vicinanza nafeono due fonti d'ac- 
que faluòri. Ne' contorni v'è un monte, ove fi fca va gran 
quantità di carbon follile. « 

12) 



Digitized by Google 



8CBVBIDNITZ, 26$ 
lì) Tra' villaggi Merzdorf> e Stevbansbayn , in una con- 
trada funata dalla parte di Nord- Oft relativameute alla 
città di Schweidnitz, nel 16*42 un corpo di truppe Im- 
periali fu disfatto dagli Svedefi . 

IL II Circolo di Stricgau 

t» Str legati , lat. Slregovia , Stregonttm , Trimont'mm , 4 
città principale del Circolo, fituata filli* Influente , da al- 
cuni chiamato Czisla , e da altri Acqua di Striegau,che 
s'unifee al fiume Polfnitz. La Chiefa parrocchiale, ch'c 
la più alta di Silefìa, appartien a cotefta Commenda del- 
la Reiigion di Malta. V'è un Convento di Carmelita- 
ni, e un* altro di Monache Benedettine . I Luterani vi 
hanno una Chiefa. Il luogo nel 1289 ebbe il privilegio 
di città dal Duca Boleslao il Guerriero. Andò in deca- 
denza tanto per i taccheggi amenti del 1633, 39, e 42, 1 
quanto per l'incendio del 1718. La terra figillata, che 
fcavafi nel monte detto Georgenberg , notata col legno 
dì 3 monti, era in altri tempi più ricercata, di quel eh' 
è di prefente. Il Magiftrato ne vende una libbra per 24 
groflì d'argento (che importano circa 6 lire Veneziane). 
Nel 1745 tra quefta città, e tra Hohen-Friedbcrg accad- 
de una gran battaglia colla vittoria riportata da'Pruffia- 
ni fopra Tarmata unita degli Auftriaci, e SafToni. 

La città è padrona del villaggio di Haydatd 

2. La Baita Camerale di Oelfe , che ha origine dalle 
poflclTioni (TOels, VUerfdorf , T-eicbau te. le quali in al- 
tri tempi erano de' Conti di Niemplfch , appartiene al ' 
Principe Enrico . Nel villaggio di Ocls v' è una Chiefa 
Luterana . 

3. La Commenda di Striegau , ha parte ne' villaggi di 
Stanowitz , e Alt-Sttiegan . 

III. // Circolo di Bolkenbayn 

E' unito a quello che fiegue, ed ambedue fonfottopo- 
fti al medefimo Magiftrato provinciale. 

1. Bolhnbayn. lat. Bolzoni s fanwn , città principale del 

Cir- 



Digitized by Google 



166 IL DUCATO DI SILESIA . 

Circolo, è piccola» fornita d'una Chiefa Cattolica, ed' 
una Luterana. In un' altura accanto giace un cartello , 
che inficine co* beni, e diritti annerii nel 1703 da' Baro- 
ni di Zedlitz è fiato venduto al Convento di Griflau , 
con rifervarfi il diritto di ricomprarlo. La città pofficde 
i villaggi di WiirkfcUrf, e Woimfdorf. 

2. Hoben-friedberg, cartello, e città , con una Chiefa 
Cattolica , c con un'altra Luterana . Ebbe nel 1409 il 
privilegio di città dal Re Wenceslao . Tra quello luogo, 
e la città di Striegau accadde nel 1745 la fopraccennata 
battaglia. Anche nel 1760 gli Aulir iaci ebbero in quelli 
contorni una rotta da' Prudi* ni . 

3. Rndeljìaàt , città fornita di miniere di rame fui fiu- 
me Bober poco dittante da' confini del Principato di Ja- 
uy. Fin al 1754 fu villaggio col nome di Rudclfdorf. 

4. Ronjìock , Signoria di Fidecommiflò de' Conti di Ho- 
chberg- Furftenftein . Deriva la denominazione da un ca- 
rtello , e villaggio , oltre il quale dieci altri villaggi vi 
appartengono . 

$. Le porterrioni Nobili, i cartelli, e villaggi Nimmer- 
faf , W'ederau con una Chiefa Luterana , SckweinLauf , 
Kawler , Rudolphfdorf) e GUfmanfdorf con una Chiefa Lu- 
terana* 

IV. Il Circolo di Landeshuty 

r 

eh' è unito al Circolo precedente. 

I. Landesbut , città principale del Circolo fui fiume Bo- 
ber, che in querto luogo riceve l'influente Zieder. Oltre 
Ja Chiefa Cattolica ve ir* è un' alti a Luterana, di cui il 
primo Predicante neli'ifteflo tempo è Infpettore del Cir- 
colo di Landshnt - Bolkenhayn , ed è accompagnata da 
una Scuola Latina. Per aver ottenuta dall' Imperatore La 
permiflione di fabbricar quefta Chiefa e Scuola fu data 
in prertito la fomma di 80000 , ( cioè di circa 1815Q N 
Zecchini Veneziani ) ed in regalo la fomma di 12000 
fiorini ( che fono 27x0 Zecchini Veneziani incirca ) . La 
città ebbe principio nel 1292. Nel 1638 abbruciò perla 
maggior parte, e nell'anno fegueme fu talmente faccheg- 

già- 



Digitized by Google 



SCH VII DNIT«, l6f 

giata , e diftrutta , che non vi rimafero più di 2 perfone. 
Vi fi fa un buon traffico di pannolino . Nel 1 745 vi ac- 
cadde una forte fcaramuccia tra' PruflGani , e Auftriaci . 
Nei 1757 un corpo di Truppe Auftriache in quefta vici- 
nanza ne battè un altro di Truppe Prulfiane, enei 1760 
Tarmata Auftriaca vi riportò una vittoria fopra un cor- 
po di Truppe Pruflìane, dopo il qua! fatto alla città fu 
dato il facco, e gli abitanti furono molto maltrattati . 
Alla città appartengono Nieder-Zicder , Bnitnau^ e VogtU 
florf. 

" Il monte detto Bnrgberg è accanto alla città . A p% 
del medefimo v'è una buona cava di pietre, e nella ci- 
ma di effo v'è un fortino, che anticamente fervi di guar- 
dia. Il nome di Bnrgberg deriva dal cartello, che in al- 
tri tempi giaceva a piè del medefimo monte. 

2. Liebau , o LUbau , città piccola aperta , con una Chic- 
fa Cattolica , giace in una valle profonda . Appartici! al- 
la Badia di Grida li. 

3. Scbónberg , o Scb'òmberg , città piccola aperta tra 
montagne, e luoghi deferti, ha una Chiefa Cattolica, ed 
appartiene alia Badia di Griflau, che la comprò nei fe« 
colo XIV. Nel 1426 fu bruciata dagli HulTiti . 

4. Griffon , o Grujfan , Convento Principefco de'Cifter,. 
cienfi full' influente Zieder , fu fondato per i Monaci Be- 
nedettini nel 1242 da Anna vedova del Ducà Enrico di 
Lignitz, per adempire all'intenzioni del fuo figlio Bolek 
lao : fu però nel 1292 dato a 1 Monaci Ciftercieniì del 
monaftero di Heinrichau dal Duca Bolco. Il fuo Abate 
è mitrato. Nel 163} il Convento fu bruciato dagli Svs* 
defì , e Safloni . A quella Badia è (lata incorporata la 
Propofttura di Warmbrunn , e oltre le fuddette città di 
Schonbcrg , e Liebau , ed i cartelli di Bolkenhayn , € 
Wurben vi appartengono anche i vicini villaggi 

icr , e di Rcicb- , o Gf off- Henner fior f con alcuni altri . 

$ Krtpptlbof, caftcllo , c Sede gentilizia de' Conti di 
Promnitz . 

6. Sc/bvrtrzwaldaH , Sede gentilizia de', Signori di Zefr 
Critz. 

« 

V. 7( 



Digitized by Google 



%6% IL DUCATO DI SILESIA 5 

V. Il Circolo di Bsjicbtnbacb 

è ricco di manifatture, c comprende 
li Reìqbtnkacb, città principale del Circolo , fituata full 1 
influente Peti , ha una Commenda dell'Ordine di Malta, 
che ha il Giufpadronato Culla Chiefa Cattolica parroc- 
chiale, una Propofitura di S. Barbara fuori della porta 
di Frankenftein , eh' appartiene a' Cavalieri della Croce 
colla lidia roda di Nevife, ed uno fpedale con una pic- 
cola Chiefa fuori della porta di Schweidnitz , con un'al- 
tra Chiefa Luterana . Nel 1632 fu la echeggiata da' Sa f- 
foni, nel 1633 dagli Imperiali, e nel 1634 rovinata da' 
Croati. Nel 1642 fu nuovamente faccheggiata dagli Sve- 
defi, e nel 1643 la guarnigione Imperiale vi atterrò più 
di 150 cafe per aver del legname da bruciare. Vi fi fab- 
brica molto pannolino, baracane, e dobletto. 

2. Peterfvraldau , villaggio molto vafto, e bello, divifo 
nella parte Alta , Batta , e di Mezzo , che ha un bel ca- 
mello, una Chiefa Luterana , ed una Colonia de'Fratel- 
li Evangelici uniti: appartiene a* Conti di Promnitz. Vi 
fono molte buone manifatture. 

3. Il cartello, e villaggio di Mellendorf col villaggio di 
Schlaupitz, fon del Principe di Carolath. 

4. I cartelli, e villaggi di Hakendorf, Nitder-peyle, e 
Pfaffendorf . PrefTo Peyle i Fratelli uniti Evangelici han- 
no fabbricato un bel borgo di nome Gnadtnfrey , abitato 
da artefici, e manifattori di varie cofe. 

5. Gitttnanfdorfy villaggio, nella cui vicinanza nel 1 762 
s'accampò un corpo di Truppe Pruffiane fotto il coman- 
do del Duca di Braunfchweig Bevern , che occupò an- 
che le alture di Peile . Quefto corpo fu attaccato dagli 
Auftriaci , che furono rifpinti , quando il Re venne in 
foccorfo . 1 

6. Ne' villaggi di Langen-Bielau , con una Chiefa Lute- 
rana , Ernfdorf, Hennerfdorfy con una Chiefa Luterana t 
ce. ritrovanfi belle manifatture- 



d. IL 



Digitized by Googl 



I A U E R . 



269 



d. IL PRINCIPATO di JAUER.. 

§. 1. Il Principato di Jauer da Levante confina co' 
Principati di Lignitz , e Scrwcidnitz , da Mezzodì colla 
Boemia, onde vien divifo per mezzo d' un tratto de 'mon- 
ti Sade ti, da Ponente colla Boemia, e colla Lufazia Al- 
ta, da Settentrione co' Principati di Glogau, e Sagan . 
E' uno de' più grandi , e più popolati Principati di Sile- 
fia . Relativamente a' confini di Boemia nel Circolo di 
Hirfchberg, nel 1701 le Signorie di Starkenbach , Brau- 
na, e Hohenelb, limate in Boemia, e appartenenti alla 
cala de' Conti di Harrach tentarono di fiaccare dalle Si- 
gnorie di Kynaft , e Greffenftein eh' appartengono alla 
cafa de' Conti di Schafgotlch , un tratto^ di paefe , che in 
alcuni contorni è più largo d* un miglio , e per confc- 
guenza dalla Silefia , ove fon fituate, per unirle alia Boe- 
mia; ma il tentativo non ebbe fucceflò. 

§. 2. Il Principato per lo più è montuofo . Quel trat- 
to de' monti Sudeti , che dalla parte di Mezzodì, e di 
Ponente Jo divide dalla Boemia , comprende le monta- 
gne dette Flinsbergj o fia Abtnàbwrg^ Jfer^iefe y ed i mon- 
ti gigantefehi, tra' quali fi contano % i monti, Seiffenberg, 
Krumbubel, Bornberg, Schneekoppc , ed altri. La montagna 
Scbnee- o fia Ricfen-Koppe è la più alta delle montagne 
gigantefche , e di tutta la Silefia , e contafi fra' monti 
più alti d'Europa. Innalza la fua cima come un gigante 
fopra il rimanente dell'alte montagne, e quafi fempre è 
coperta di neve. Coloro che dal piano fon faliti fin fili- 
la cima, calcolano un viaggio di 3 miglia di Germania, 
e dicefi, che Crilloforo Schilling , già Rettore di Hirfch- 
berg, per mezzo di ftromenti Matematici abbia ritrova- 
ta la fua altezza perpendicolare eguale quafi a 30 ftadj , 
o fia 22500 piedi del Reno. Se quello Calcolo fotte fi- 
curo, ne feguirebbe , effer quella montagna la più alta 
d'Europa; ma dubito dell'elettezza della mifura; impe- 
rocché fe quella montagna fofle d'una fimile altezza, la 
fua cima di continuo farebbe ricoperta di neve , e di 
ghiaccio , ed il freddo vi farebbe molto più infoffribile , 



Digitized by Google 



%7Ò ÌL DUCATO DI SftórA * 

di quel che è effettivamente . La cima più atta è liti ma- 
cigno erto d'un largo recinto, ove nel 166% da Cri ilo- 
foro Leopoldo Conte di Schafgotfch ( alla cui caia ap- 
partien quello monte ) fu fabbricata una Cappella, che 4 
nel 16&1 fu confecrata a S. Lorenzo ; ove cinque volte 
l'anno fi fa l'efercizio della Religion Cattolica , cioè nel- 
le fefte della SS. Trinità, della Vifitazione della Madon- 
na , di S. Lorenzo , dell' Attinta , c della Natività di Ma- 
ria Vergine* Si dice volgarmente, irtnalzarfi quefto monte 
4500 piedi del Reno fopra i monti circonvicini 5 e dal 
piede fino alla cima vi li contano comunemente tra gli 
11, e 12000 gradini di pietra. 

Benché il Principato (eccettuato il Circolo di Lemberg 
con una parte del Circolo di Bunzlau, ove n'è in ab- 
bondanza) non produca tanto grano, quanto ne bi fogna 
per il mantenimento de'fuoi numero!! abitanti , è però 
fornito d' altri prodotti naturali . Le montagne fon co- 
perte di legname , fpecialmente nel Circolo di Bunzlau , 
che comprende i bofehi più vafti che fiano nella Balla 
Siiefia . Vi fi trovano il carbon foflìle , e pietre da ma- 
cine. I monti fon pregni di miniere, fpecialmente di fer- 
ro, e rame, ove attualmente lavorafi. Di là daHirfch- 
berg nelle falde de' monti Gigantefchi ritrovanti il topa- 
zio, l'ametifto, il calcedonio, l'opalo, la corniola , ed 
altre pietre preziofe , ed una forgente d' acque acidule # 
con bagni caldi di gran riputazione . Il Circolo di Hirfcb- 
berg è un teatro d' innumerabili prodotti della natura de- 
gni d'oflèrvazione. Delle manifatture, c fabbriche fi par- 
lerà in appretta. 

Che il fiume Elba ha la Aia fofgente fle' monti Gi- 
gantefchi , s' è detto di fopra nell' Introduzion general* 
alla Siiefia . Il fiume Jfer vi nafee nel Cantone detto I- 
ferwiefe a piò de' detti monti , e dopo un breve fpazio 
entra in Boemia . Il fiume primario , che da Mezzodì 
verta Settentrione traverfa tutta la lunghezza di quefto 
Principato , è il Bober , che venendo dal Principato di 
Schveidnitz , in poca diftanza da Kupferberg s' inoltra 
nel Principato di Jauer, onde efee pretto di là da Lefchen 
per penetrare nel Principato di Glogau . Il fiume Dms , 



Digitized by Google 



1 A D I Jt . tfl 
Quiffus , che nàfce quivi da due largenti , P una nello 
fpazio detto Iferwiefe , che manda le fue acque a Fege- 
beutel, Queife, e Friedberg, e l'altra di là dal villaggio 
di Giehren , o di là da Egelfdorf , che dirige il fuo cor- 
to verfo Stcinau, e Queiibach , va ad unirfi coli* acque 
dell'altra forgente preilò Friedberg. Dopo un breve cor- 
fo quefto fiume forma i confini tra 'I Principato di Ja- 
uer , e la Lufazia Alta , e finalmente nel Principato di 
Sagan s'unifee al fiume Bober . Il fiume Heyffe detto il 
Furio/o, o fia tacque di Jauer , come influente mediocre 
parta accanto alla città di Jauer, e dalle acque della ne* 
ve fciolta, o piovana più volte s'ìngrofla talmente, che 
colle fue inondazioni reca gran danno . Il fiume Zaken 
nafee nelle montagne Gigantefche da tre rufcdli, de'qua- 
li uno chiamai! volgarmente Zakala che precipita dal 
monte detto Zakelberg, da un'altezza di 100 braccia, e 
traverfa quel tratto, che chiamafi Kranichfwfc; il fo. 
condo micelio chiamato il Gran Zaken , nafee in poca 
diftanza dal dirupo detto Katzenftcin prendo quel tratto , 
che chiamafi Pumpelwiefe ; ed il terzo , a cui fi dà il 
nome di piccolo Zaken feende da' confini diGrdrfenftein, 
e tra veri ara la contrada detta Munchward, predo Ober- 
Peterfdorf $' unifee al Gran Zaken . Il fiume dirige pei 
il fuo corfo verfo Hirfchberg, e nella vicinanza di que- 
lla città s' unifee al Bober , col quale fi unifee anche 
il Lormitz , che nafee selle montagne Gigantefche • Il 
fiume KatzbAch nafee nef Circolo di Hirfchberg di là da 
Ketfchdorf, e s'inoltra nel Principato di Lignitz. 

$. 3. Contanfi 13 città nel Principato di Jauer. Pareo* 
chi villaggi ftendonfi per un miglio Tedefeo , e general, 
mente parlando quefto Principato , e fpecialmente il Gir* 
colo di Hirfchberg contiene i più vafti villaggi diSilcfia. 
Vi fon de' villaggi abitati da 200, e più famiglie, non 
folamente di contadini , ma anche d' artigiani , maflima- 
mente di teffitori di tela, e veli; le mercanzie de' quali 
fi t ra fportano per tutto . I v a fi di terra , che fi fanno a 
Bunzlau fon ricercati. 

§. 4. Della Storia di quefto Principato fe n' è data 
ragguaglio di fopra unitamente a quella del Principato 



Digitized by Google 



• 



17» IL DUCATO DI SILESIA • 

di Schweidnitz, onde non occorre ripeterla. E' fottopo- 
(lo al Supremo Governo di Brcslavia , ed alla Camera 
Reale di guerra , e de* Dominj di Glogau , e dividefi in 
4 Creoli . 

I, li Circolo di Jauer y 

. eh 1 è il più piccolo , comprende 

1. Jauer , Jauravia > Jauravitm , J avori a , Javorium, 
città principale del Circolo > e la capitale del Principato, 
fituata fui Neyfle detto il Furiofo > o fia full* acque di 
Jauer ; comprende un caftello Vecchio , che a* Principi 
fervi di Refìdenza ; incenerito nel J648, e rifabbricato, 
dagli Stati de' Principati di Jauer , e Schweidnitz» Le 
cale , che cingono la piazza di mercato , fon fornite di 
pergole, fotto le quali in tempo di pioggia fi cammina 
lenza bagnarfi , che però tolgono la veduta alle cafe , e 
rendono quafi inutile la parte efteriore de' primi piani 
delle medefime. Al Commiflariato Vefcovile, che vi è , 
fon fottopofte 1* Arcipreture di Freyburg, Bolkenhayn, e 
Strigau . La Chiefa parrocchiale è Cattolica ;c v'è anco 
un Convento dell' Ordine di S. Francefco con una Chie- 
fa > ed un' altra piccola Chiefa Cattolica . Fuori della por- 
ta di Goldberg anche i Luterani hanno una Chiefa, con 
una Scuola Latina. La città è padrona di Obcr-Poifch- 
vritz, e d'una parte di Siebenhiffen ; fu prof a d'afta ho, e 
faccheggiata dagli Imperiali nel 1640. 

2. Brecbclsbofy o Brechelwitz> o Brccbclfdorf , villaggio 
riguardevole, che appartiene alla Badìa di Leubus,come 
Propofitura . 

3. Lobris, e Profen , fon caftelli, e villaggi de' Conti 
di Noftitz. 

4. I Villaggi Nobili di Petcrvritz , Stkbati , Praufnitz 
te. fornito di Chiefe Luterane. 

y. CoWmitZ) villaggio Nobile, e bello, con una minie- 
ra di piombo . 

II. K . 



Digitized by Google 



I A U E R. Z?} 

* • 

» • 9 • * # i m m 

IL // Circo/o di Hirfchberg > 

comprende , 

1. Hirfchberg, lat. Cttvimontium , città principale del 
Circolo, fituata fui fiume Bober , che riceve ivi l'Mu- 
ente Zake . E' una delle più belle , più popolate , e ric- 
che città di Silefia. I fuoi fobborghi fon ben piantatile 
adorni di be' giardini . I piani , ove annualmente lì cura- 
ito molte migliaja di pezze di tela , velo, e altri lavori 
di telajo , meritano dell' attenzione per il buon regola- 
mento, Al Commiflariato Vefcovile di quefta città fon fu* 
bordinate V Arcipreture di Bunzlau , Greifenberg , Lands- 
hut, LoVenberg, e Naumburg; e l'Arciprete, a cui que- 
lle Arcipreture fon foggette, foprintende alla Chiefa par- 
rocchiale di quefta città. V'è anco una Refidenza de'Ge- 
fuiti. Fuori della città i Luterani hanno una bella Chie- 
fa , detta* della Croce di Crifto , di cui il primo Predi- 
cante è Ihfpettore del Circolo di Hirfchberg , e Loweru 
berg, ed una Scuola. Per fa graziofa permiflionedi que- 
lla Chiefa, e Scuola , fu data impreftito all' Imperatore 
la fomma di roooo fiorini ( cioè di 2270 Zecchini Ve- 
neziani incirca ) , ed in regalo la fomma di 30000 zec- 
chini (parmi un fpropofito; direi piuttofto 30000 fiorini 
che fanno circa 6810 Zecchini Veneziani ). Dopo la cit- 
tà di Breslavia non v'è un' altra città in Silefia di mag» 
gtor traffico. Imperocché il traffico che vi fi fa di pan- 
nflini, è importante, e ftendefi in lontani paefi. Abbru- , 
ciò nei 1549: Fu faccheggiata dalle Truppe SafTonc nel 
J633, e nel 16 ^4 fu incenerita dagl' Imperiali. 

In poca dlftanza dalla città vi fon due monti , de' 
quali 1' uno chiamafi Haasberg , ed anticamente avea in 
cima un cartello fortificato; e l'altro addimandafi il Sat- 
tler, celebrato da alcuni Poeti di Hirfchberg, come un' 
altro Parnaflb . 

2. Schmiedeberg , città aperta, e libera di traffico, cin- 
ta di montagne , lunga un mezzo miglio . Vi fono mi- 
niere di ferro, ritrovate in occafione di fabbricar la cit- 
tà . Vi -dimora gran numero di manefcalchi , m.-ignant ^ 

Nnm. XXXIV. S ar. 



Digitized by Google 



. 2.74 IL I5UCATO Dì SlL£StA . 

archibuficri , ed altri tonili lavoranti. Ve anco unatria- 
ni fattura di darnafco, ove ù fabbrica del darnafco di li* 
no di mezza {ttz , e di tutta feta . La città fa parimen- 
te uri buon traffico di pannolino. La ChieT* parrocchia» 
le è Cattolica, ed un'altra è Luterana. La città appar- 
tenne in altri tempi a* Conti di Tichernin ; ma a forza 
di danaro ha comprata la fua libertà, ed e divenuta cit- 
tà d'immediata dipendenza* In altri tempi quafi tutti gli 
abitanti eran incomodati dalle Scrofe , di che fi dà la 
colpa a Certe acque pregne di vitriolo, c ferro, che & 
bevono; dacché però fi fa ufo dell'acqua d' un'altra for- 
gente , quello incomodo è divenuto molto menafrequen- 
te. Nel 1746 la città fu molto danneggiata dal fuoco) 
le cafe però furon ben prefto rifabbricate.. 

3. Kupferberg) città di miniere, fui fiume Bober in un' 
altnra ; trae la fua origine , e denominazione dalle vici- 
ne miniere di rame, che però non rendon più tanto, co» 
me prima. La città è la patria della famiglia di Furfl; 
Appariteti però ora a' Conti di Nimpfch, * cui, fu data 
per ten* amento con patto , e condizione, che prendefTero 
il titolo di Baroni di Furti . V è una CUiefa Luterana ♦ 

4. Settima , città piccola aperta 5 in una contrada cin- 
ta di montagne, full' influente di Katzbach, dalle cui i- 
non dazioni la città ha fonerto frequenti danneggiamenti. 
La Gliela Luterana parrocchiale, che vi era, circa l'an- 
no J680 divenne pròpria de' Gefuiti , che però non ne 
fon più in polfeflb , ertemi o ora amminiftrata da pw fe- 
cola ri 4 I Luterani vi hanno una Chiefa* La città è (la- 
ta ridotta in uno (lato poco profpero per il fuoco , Ua 
guerra, faccheggiamenti, pefte, e zelo mal in telo di Re- 
ligione? Fu piantata nel 1196 dal Duca Boleslào, o fia 
Solco il Guerriero. Il gran numero dell' urne, che fi fon 
ritrovate in quelli conforni, dimoftrano, che già attem- 
pi antichi vi fofle una gran popolazione. In poca diftan- 
za dalla città vi fu un cartello , di cui veggonfi ancora 
le tracce « Nel 164.0 un corpo di Truppe Imperiali vi fu 
disfatta dagli S vede fi . 

5. Wattnbrtmn , villaggio rinomato fui fiume Zaken , "in 
una contrada alta, montuofa, e piacevole, ove ritrovai*- 

d due 



Digitized by Google 



I A U E titn 
fi due bagni eccellenti d' acqiia calda 5 de' quali Urto è io* 
pranomirtato di Schafgotfch j perchè apparticrì a quella 
cala* l'altro chiamali Probft-bad (bagno della PropoiltU- 
ra) pefdiè àppartien alla pi*opofittir^ M 4elU Badia Ciftcr- 
cienfe di GriflaU * Ambedue chiamanti anco bagni di 
Hirfchberg, boriche da quella ritta fian lontani un. mi- 
glio* Ognuno de* bagni è in Uri edilizio diftinto . L'acqua 
della forgente non è tanto calda , come quella di C.ai ls- 
bad* t cfAquifgrarìa * E' verifimile, che Y Imperator Gar* - 
lo I Vi nel j 377 abbia donato quefti bagni al vaìotoCo 
Eròe Gotiche (Gottardo) Schaf; il quale poco prima di 
morire ilei 1403 vi fondò una PrdpofitUrà iti favore del- 
la Badia di Gfiùau , a cui regalò uno de* bagni : Firt da 
quel tempo i bagni fono flati divifi dal villaggio* V'è 
Una Chicfa Luterana * 

& La Signoria di Kunafl. è de' Conti di Schafgotfch , 
tome Fidacommiflòi e comprende 15 villaggi! fon nota- 
bili. 

. 1) kUnafii cartello pei» la maggior parte rovinato , in 
Un dirupo alto , che deriva la fua denominazione dagli 
alberi fefinofi* Credefi coftruito nel jtìoi dai Duca Bo- 
leslao, o Boleto il Guerriero . Circa 1 J arido ìtfl il Re 
Cario IV* ne fece donazione alla caia di Schafgótfch ; 
Nel 1Ó74 fu accefd da Un fulmine, e tal memo danneg- 
giato 1 che una piccola porzione di eflb è rimali a fold 
abitabile. 1 Conti -di Schafgotfch harìUo Iti mata meglio 
non rifabbricarlo . Nel cartello fi ha Urta veduta liberà, e 
deliziofa verfo le montagne Gigautefche , t altre belle 
contrade * 

1) Hiffenfdorf, villàggio, t ^ Cartellò , ove fitrottefi una 
Libreria riguardevole de' Coati di Schafgotfch* V'è uni 
Chiefa Luterana. 

3) Scbrèibersbau , villaggio , che è riririom.ìto anche ia 



l 




1 


W 


.4 



rana* 

4) 11 villaggio Sé>fafj pòco dirtàrite dal monte detto 
Schneekoppej còti Urla Chiefà Luterana. 
7. La Signoria idi Ùiérsdorf i appartieni ^arimentò V 

S 1 Cori- 



Digitized by Google 



V?6 IL DUCATO DI SILESIA » 

Conti di Schafgotfch come Fide i con imi fio , e comprende 
il cartello, e villaggio di Giersdorf } che ha una Chiefa 
Luterana, Kaiferfwaide , e Merzdorf. \ « * 

8. Signoria d' Arnsdorj comprende i villaggi tfArnr- 
dorfj Steinjeiffen , e Krumbiìbei , con Chiefe Luterane . GB 
abitanti di Steinfeiffen traggono il lor mantenimento da' 
gran lavori di ferro, e da Mliffime fculture di legno . 
Gli abitanti di Krumhiibel per lo più fon più Chimici ^ 
avendone opportunità a cagione delle mojfe er[>e fatta- 
vi , che ritrovanfi in quelli contorni , 

g. h I viljaggj, le Tenute, ed i calici li Nobili, Bober- 
/Wn, eh' appartiene a* Gefuiti di Hirfchberg , Fifcbbach 
con una Chiefa Luterana, Kemnitz, Langenau , Lomnitz , 
con una Chiefa Luterana, henkircbe , onde nafee la Ca- 
(a de* Signori di Zedlitz, Proferì > e Scbildaa. 1 , 

jo.I cartelli rovinati, edirtruttt, Bolkenbaus, ove s'unif 
Cono i due fiumi Zaken, e Bober, Bolken- , o Bolzenflein 
poco diftante da Kupferberg, Falkenfiein } e Molkenbans f 

II. Tra Xauffimg (ove c'è una cava di marmo, etr* 
Seiffersdorf , o phu torto Cmner swattati) ritrovai! una car 
yerna fottcrranea , chiamata dalla gente circonvicina Kàt- 
zdioch , o KUtzeikircbe , che ha molte vie confufe ; ove 
trovanfi delle pietre bianche, e grigie, che finalmente fi 
jliftaccano, e riduconfi in polvere a fomiglianza, 4* t<juej4 
la fjcffo di crew> che chiamali />c Z**e, 

III. // C/Vro/q (// Iffltnfag 

Ov€ (ca.vanfi gran numero dì pietre da melino, e al? 
tre i è unito al Circolo, che fiegue, 

|. Lovrcnbcvg y volgarmente Lemberg , Leoberga, Leopolis y 
città principale del Circolo , innata fui fiume Bober , in 
una, contracia deliziofa, con una Chiefa parrocchiale Cat- 
tolica , eh' appartiene alla Commenda dell* Ordine di Mal- 
u, che v'ò in tjuefto luogo. V e un Convento dell'Or- 
bine di S-Francefco, con una Chiefa, ed un/ altra Chic 
fa Luterana. In altri tempi la teifitura di panni di lana 
vi fu In gran fiore, Nel 1740 la città foffri gran danno 
{lai fu xo, il quale fu maggiore nel 1752; in «metto ulù- 



Digitized by Google 



ì A V fi H. ijf 

rno abbruciarne nto fu incenerita la Chiefa parrocchiale t 
infieme colla Cala della Commenda . 

2i Greiffenbergj Grypbimontium , città piccola fui fiume ~! 
Queis, con una Ghiefa Cattolica parrocchiale, fa buon 
traffico con panni! ini . Gli abitanti Luterani fcrvonfi del- 
la Chiefa di Niedcr>Wiefa della Lufazia, che vi è mol- 
to vicina* Dicefi piantata circa Tanno 1242 dal Duca 
Boleslao il Calvo , e murata dal Duca Boleslao , o BoU 
co il Guerriero nel 1300, il quale la donò a Gotiche - 
Schaf; perciò appartien ancóra inoggt a* Conti di Schaf- 
gotfch, poderi del Conte fuddetto. Il cartello abbruciò 
inficine Colla città nel 1603. 

3. Greiffenflein , cartello antico, e fortificato iti un di-* 
rùpo, dittante circa un quarto di miglio, oppure confort 
me alla Carta uri mezzo miglio da Greiffenberg ; appartiene 
a' Conti di Sehafgotfch j che in quefto luogo hanno una 
Giudicatura. Il cartello c divifo in tre parti, ognuna 
più alta dell'altra. In una contrada poco diftante, Che 
chiarnafl Rabenau, s'è fcavata dell'ambra di color rotto 
fcuro i 

4. Friedberg fui Queit i città piccola aperta,' de* Conti 
di Sehafgotfch , Con una Chiefa Cattolica parrocchiale ,• 
e con un'altra Luterana 1 Fu danneggiata dal fuoco nel 
J5$8 , 83 , 1621 ,2$, 42. 

5. Lièbéntbalj o Lubentbaì^ oppure L&ent bai t - extìk pic- 
cola in una valle del iziofa , circa uh miglio di Sileila di- 
ftante da Greiffenberg; appartiene alla 4 Badìa delle Mo- 
nache Benedettini II Curato Cattolico è Propoftó, e 
Arciprete. 

6. La/m . città i ùccoia fui fiume Éobér, cori una Ctne* 
fa Cattòlica, e con un'altra Luterana; nel 1427 fu bru- 
ciata dagli rallini ; ^ nel Ì622 faccheggiata dagl* Imperia» 
i\ y incenerita nel 1640 dagli Svedefi; Il luogo, ove fu 
fabbricata circa l'anno 12^4, ebbe il nome di Birkenauc * 
Appartiene ai vicino cartello eh nome Làhnatts , 0 Lebri- 
haus i atterrato dopo la pace di ^ertfai'a ; Adam di 
Kuhlhaas s'impadronì nel I660 cfel cartello,. e della cit- 
tà, e poco lontano^ dal cartello dirtrutto fabbricò una 
nuova abitazione con una Chiefa vicina'. 

s 3 ' j. m 

1 



Digitized by Google 



* 7 S IL PUCATO DI SH.ESIA , 

7, Holftein, caftejlp diurno in un'alto dirupo un me*. 
*o miglio lontano da LoVWiberg, che anticamente fu 
Una fortezza confidcrabije f Appartenne alla Cafa de' Con* 
ti di Rifar* e vi fon anneflS i villaggi di Grofs-WffliUE, n 
C Giersdorfi 

8, Piami*) caftello antico de* Conti di Schafgptfch , 
$into d ? un foflb profondo , e mar azzofo . 

9, siebeneicòen. villaggio bello con un caftello riguar* 
devote , poco dittante dai fiume Bober , ' 

|p t Zobt**i villaggio, ? caftello poco dirtene dalpre* 
fedente, fui fiume Bober, con tipa Cbiefa Luterana. 

|I, fliefsbwg) villaggio Luterano con Chiefa, e con 
tma fonte d'acqua falutcvpje, di cui peri? vi fi fa poco 
Conto, 

IV. Il Circolo dì Bmttim 

E 1 unito al Circolo precedente, Pividefi pclja par» 
Superiore , Inferiore , e di Dietro , , 

j, £4 JVff Superiore, comprende 

1) Btinzhui Belfsitvi*) città principale del Circolo , 
fui fiume fMxffi in una contrada fertile, credefi fabbri- 
cata ne} 1190. V'c yn cucilo diftruttp dai fuoco, una. 
Cbiefa Cattolica parrocchiale , uq Convento de' Dome- 
nicani, tina Chiefr luterana, con una Cafa d'Orfane!- 
Ji , Nel luogo dello Spedale di & Quirino in altri tempi 
fa la cafa d'una Commenda di Malta, Nel 1759 *l* 
fcruefò per la maggior parte, I be'vafi di terra di colo? 
bruna, che yi ft fanno, uafportanfi ancjie in paefi Ion- 
ici i In poia :diftanza dalla città v'è una fonte detta, 
QHHktrm % celebrata da.* Poeti Stefani per la. fa* acqua 

limpida > e falubre , 

l\ Hwmbnrg fri {faeVr Citt^ piccola murata fu 1 conti- 
ci della. Lwftwa^ pianta nei Uo*, ha una Chiefa Cat- 
to'* a pamK*h^ con un'Arciprete, ed un Conventq 
lielfe Canonichefle Regolari di S, Agogno, detto di San- 
to Maddalena della Penitenza, a cui apparti™* 



Digitized by Google 



la città. Vi fi fanno di be' va fi di terra di color folco. 
Nel 1766 la città abbruciò talmente, che non ne rima- 
fe altro fuorché il Convento, e la Chtefa , (1 Convento 
polliede Qier-T hi emendar/. 

3) Grofs-Kr*Hfcbe , fileggio , e Colonia jte* Fratelli 
Evangelici uniti. 

4) I beni , 0 villaggi Nobili di Stiferidorf, Gifmamt- 
farf, e Ottmdorf, cpn Chiefc luterane ce. *c f 

x. £4 Parte Infcrhrt. contiene 

1) la Signoria di KUtfibdorf. de* Conti di Promnitz , 
Jl villaggio di quello nome, che giace iul fiume Queis, 
{n altri tempi fu fortezza . 

2) I villaggi # e beni Nobili <Ji Lorensdorf, fui fiume 
Quei; y Alt-Qels\ fui Bober con una Chiefa Luterana , 
Kitlitz-Trehtn fui Bober, Sck'ànfeld, Tbomafralb , Jtta*j 
con Chiefc Luterane , IToitfdwf, e Brokendorf. 

a. £<i farti di Piftro 

Comprende fi villaggio, £ caflello di Modlav, che fo- 
|o mi tempra notabile , 

c. IL PRINCIPATO DI LIGNITE 

§. 1. Il Principato di Ugnitz dalla parte di Ponente 
confina cpl Principato di Jauer, da Mezzodì col medeù> 
ino, e col Principato di Sch^eidnifz, da JLcvan e co' 
Principati di Breslau> f Wolau, e da Settentrione co* 
Principati di Wolau > c Glogau . E' imo de* niù. gran, 
Principati di Sifrna # 

$. 2. JMon vi fon montagne confiderabili fuorché lo 
Spitzierg > C Gr 'dìzbtrg. 11 nume OJcra bagna per lofpa- 

f j* 1 * t* /\ 9% " 1 ' s jr t c ! ji tir/ 




ondazioni riceve d$* danni confiderabili j jM medefirr.o $' 
unirono il NerfT 3 d*;io iìFtiricfa, l'acqua nera (Schwar- 



Digitized by Google 



2 So JL DUCATO DI SILESIA. 

zewafler, ed. il Weilacb. Il principato contati tra' paefi 
più fertili di Silciìa , ed è fornito di bofehi riguardevoli, 
alleva de' buoni cavalli, c robufti; e ne' villaggi vicini di 
Lignitz fi coltiva gran quantità di robbia da tintori, 

$.3. Nel principato vi fono 5 città. I primi Duchi 
della Baila Silefia, Boleslao, Enrico Barbato, e Enrico 
il Pio ebbero la lor Refidenza nella città di Lignitz . 
Boleslao II, o fi a il Calvo uno de' fìglj d'Enrico il Pio 
poffedè il Principato di Lignitz, e dal J277 da Enrico 
IV. Duca di Breslau ottenne varie città . Ladislao terzo* 
genito di Boleslao II. ebbe da principio il Principato di 
Lignitz, che pafcò poi fotto il Dominio di Boleslao II L 
fuo fratello primogenito , Duca di Brieg, onde ebbero 
origine i Duchi di Lignitz, Brieg, e Wolau, la cui ftir- 
pe s'eftinfc nel 1675. come s'è detto nella Storia del 
Principato di Brieg. 

$. 4. Il Principato è fottopofto al Governo Supremo , 
ed alla Camera Reale di guerra , e de' Dominj di GJo- 
gau. E' divilo in 4 Circoli, ed in una Giudicatura par* 
ticolare. 

I. Il Circo/o di Wa/dau, comprende 

1. Lignitz i Lat. Lignicium^ città capitale del Circolo., 
e del Principato, una delle migliori città di Silefia, fi- 
tuata nel primo Grcolo dei Principato di Lignitz, fu* 
confini del fecóndo Circolo, il quale arriva fino a' ba- 
luardi della città, bagnata dal nume Katzbach, che di 
là dalla città riceve Vdcqtfé nera . In poca diftanza dalla 
Porta detta di Glogau vedefi il caftello, che fu; Refiden- 
za .de' Principi 7 il quale benché fi a fituato nel recinto 
della città, pure è cinte d'-un foflb particolare, e d'un' . 
alto baluardo. 11 cartello s'è rifatto del danno fofferto 
nell'incendio del 171 1. Gli Stati del Principato per co- 
medo delle lor Adunanze vi hanno uria Cala di pietra - 
1 Luterani vi hanno 2 Chiefe parrocchiali , una detta di 
S. Pietro, e Paolo, o fia la Chiefa fuperiore, eh' è fui 
Mercato, fottopofta a un Soprintendente (i), e l'altra 
.. ,)* det- 

« il ' ■ ' ì ! ! f g 

CO la voce S^rriniendtnte 'i rte' Lfttfarfi lenifica V*froro. 



Digitized by Googl 



Lignite. tti 
detta della Madonna t o Chiefa Inferiore, che ritrovali 
nella città Bada, poco dittante dalla porta di Breslati * 
I Cattolici hanno la Chiefa Collegiata di &~ Giovanni , 
tolta nel 1698 a' Luterani , e data a' Gelili ti , fabbri- 
cata poi di nuovo , rovinata però nel 1744. Nel 1761 
era ancora in rovina . A quella Chiefa è contigua la 
Cappella de* Monumenti Sepolcrali de 1 Principi diLignitz, 
e Bricg della ftirpe de* Pialli ; accanto v'è un Colle- 
gio magnifico de* Gefuiti. Vi fono inoltre il monaftero 
delle Monache Benedettine di S. Croce con una Chiefa, 
la Chiefa parrocchiale di S.Giovanni Nepornuceno, po- 
co lontana dalla Chiefa Inferiore, la Chiefa, ed il Con- 
vento dell' Ordine di S. Francefco fuori della Porta di 
Goldberg. All'Are idiaconato Cattolico di quella città fon 
fottopofte 7 Arcipreture. Lo fpedale di S.Nrccòla fuori 
della porta di Goldberg appartiene a' Cavalieri della Cro- 
ce colla (Iella rotta di Breslavia , i quali fin dal 141 7 
ne hanno lafciata la cura negli affari temporali al Ma? 
giftrato per un'annuo pagamento. L'Accademia de' No- 
bili , fondatavi dall' Imperator Giufeppe ferve ad iftruirc 
la Gioventù Nobile dell' una , e dell' altra Religione , e 
rificde in una bella fabbrica, non per anco interamente 
finita. Alla Chiefa di S. Pietro, e Paolo è annetta la 
Scuola Regia, e Luterana, così detta-, perchè nel 1 657 
vi fu unita la Scuola Reale della Chiefa di 5. {Giovanni « 
V'è un CommhTariato Vefcovile . Gli abitanti fannb un 
traffico utile co' panni , fabbricati da loro medefimi , c 
colla robbia da tintori , che vi fi coltiva . Di maggior 
importanza però c il mercato de' grani, ove fpecialmen* 
te gli abitanti delle montagne vengono a farne provvi- 
fione. La città è una delle più antiche di Silefia. Nel 
1241 dopo la disgraziata battaglia co' Tartari , gli abi* 
tanti medefimi diedero fuoco alla città, e l'abbandona- 
rono , ma del cartello non poterono i Tartari impadrc* 
nirfene: Abbruciò, o in parte, o interamente negli an* 

ni 133*, J411, i43&9 V i49Sf*53*» l 55&> 1609,1639; 
J648, 1672, e 1761. Nel 1741 fa prefa fenza veruna 
refiltenza da' Prullìani • Nel 1757 fa prefidiata, e refa 
.p;u forte dagli Auftiiaci/ ma alla fine dell'anno ritornò 

■ ♦ " fot-" 



Digitized by Google 



l$i IL DUCATO DI SILt$IA . 

ibtto il Dominio del Pruflò per capitocene • Alla città 
appartengono la Tenuta di Ketidorf y ed i villaggi Prith 
ktndgrf , GrWWg, Hummcl , e Tentfcek. 

%. Il primo Circolo di Ugnit^ 

di quà dal bofcQ^che comprende 
i) La Balìa Camerale Regia diLignitz , a cui fon (ottopodi 
(i) Tutti i mulini da macinare il grano, da aflodar 
panni , da far la carta, e la polvere da fchioppo, che 
ritrovanti nella città di Lignitz, e ne/ fuoi contorni . 

(i) La Fattoria , fituata fuori della città di Lignitz , 
che in altri tempi fu una Certofa . 

(3) Kunitz, e Kofchvritz, due villaggi, Nei primo v'è 
una Sede gentilizia , * cui appartici* una porzione del 
Villaggio. Nel fecondo c'è una Chiefa Luterana. Ognu* 
no ha. il fuo lago, e la ftrada rnaeftra pa(Ta in mezzo 
a d ambedue, §i crede, che traque'due laghi vi tiaquaU 

he fotterranea comunicazione , e fi pretende d* averne 
£atta la prova con alcuni pefei fegnati; onde no fegui- 
•rebbe, poter chiamarti il più largo ponte di Sikfia quello 
fpazio intermedio tra' due laghi mentovati • 

Una porzione del villaggio di $Uin-Schmmti> nel fe* 
condo Circolo di Ugnitz , 

(5) 11 m» v'wjo à'Amsderf, e 5 villaggi nel fecon, 
do Creolo di Lignitz . 

(fi) 4 villaggi nel terzo Circolo eli Lignitz. 

*) La Balìa Campai* Rc$ji* di Qrof Bandii ch« conv» 
prende 

(1) Grof -Bandì s , villaggio cori una Chiefa Luterana , 

(2) Il vivajo detto Winb-Teich % ch$ ha un miglio à\ 
circonferenza, ed è uno de' più grandi di Si I e ti a . 

(2) Grotf-lTandris > villaggio, or' è la Giudicatura della. 
Balia , con una Chiefa Luterana • 

(4) hjckelfcadt , villaggio , e Temita Camerale Regia ^ 
anticamente fu luogo celebre per Je miniere d'oro feo- 
pert^yi nel j 342 , che furori la cagione , per cui fi con* 
ferì al villaggio nel 1345 ìl dritto di citta ; ma nel 1364 
le miniere, quantunque m\i > -andarono fri dìfufo , V'ò 
..una Chiefa Uueraaa • 

(5) Gwjr 

i • Digitized by Google 



LICNITZ. 28 J 

(j) GroffiTinz, villaggio con una Qjiefa Luterana ; 
jippartien alla Cambra Reale, e giace foli' influente det- 
te Lcifcbach . 

3) Kftmmeripitz, villaggio Vefcpvile. 

4) Le Tenute , ed i villaggi Nobili di JeJcbendorf ì Kam- 
merni% , Petersdorf > Prinjenig , Rauffe , $eifersdorf\ Klein* 

Wtndru te. 

5) Barfcbdorf, villaggio , mezzo miglio dittante da Li- 
gnite , ove nel 1757 per lo fpazio 4i due ore e mezza , 
I Prufliani, e gli Auflriaci, gli uni fugiigjtrj fecero fuo- 
co coli 1 artiglieria grotta » 

3. // fecondo Circo/o di Lìgnit^ di qua 
dal bojcg, comprende 

1) SopbientLtl , Fattoria Ideale fuori della porta detta 
di Glogau della città di Lignitz; deriva la fua denomi- 
nazione da Anna Sofia» Qanforte del Duca Lodovico , 
rjara Duch$fta di Mecklenburgo , ch$ nel 1*557 l'abbellì 
d'una bella fabbrica di diporto. 

%) Klein Scbweinitz , villaggio unito allo fcrittojo delle 
Finanze Regie di Lignitz, I Signori di Schv/einitz ne 
recarono privi pel 1570, quantunque. Ila il ltiogo, che 
alla lor Cafa ha dato origine , 

3) Goidcnhube , e Lindpnlwfcb > du$ villaggi preflb Li- 
gnitz | ove pel 1634 acc *4de una battaglia tra Tarmata 
Imperiale, e Saffo ne, colla peggio della prima, 

4) ITildau, uno de* più gran villaggi di qu$fto Princi* 
pato cor> ina Qjiefa Luterana, ove nel 1452 dagli abi* 
tanti dì Lignitz il Duca, Giovanni colla fua truppa fu 
obbligato a premier la fq^a, Dopo che nel 1664 Gior- 
gio III. Duca di Brieg con molte lacrime ebbe prefo 
congedo dalia fua figlinola unica Dororea Elisabetta , 
fpofata con Enrico Principe di Naflau-DilJenburg , egli 
nel luogo ove Tavca dato l'ultimo addio fece innalzar^ 
Mna bella piramide di pietra con un 1 ifcrizjone y ed illuo- 
go ebbe il nome di P*H* $ lacrime. 

j) Rottiteli^ ne' a^umepu antichi Rufo £;ck/?4 , è 

laiu 



Digitized 



284 tL DUCATO DI ilLtSIA . 

uno de' più antichi villaggi del paefe, nella cui vicinati* 
za nel 1216 accadde una fiera battaglia tra' Duchi fra- 
telli Enrico II, e Corrado, colla peggio dell' ultimo f 
V'è una Chiefa Luterana é 

6) Wablfladt , villaggio grande che àppartien all'Abati 
di Braunau della Boemia* In vicinanza nel 1241 a' g <T 
Aprile il Duca Enrico II. azzardò una battaglia co'Tar- 
tari, in cui quelli ebbero la vittoria, ed il Duca rimafó 
UCcifo . Irt memoria di quello fatto fu piantato il villag* 
gio, e la ftoria del medcfimo fuol leggerti ogni annò 
pubblicamente nella Chiefa Luterana* V'è una Propoli- 
tura de' Benedettini. 

7) Scblanpbof Propofitura* eh' àppartien alla Badia di 
Leubus. 

8) Grofsjanowitz , villaggio y nella cui vicinanza $' apri 
una miniera d'oro, onde però non fe ne ritratte altro 
utile , fuorché della terra Ggrliata v 

9) Le Sedi gentilizie , ed i villaggi , Crain i ove nfl 
J6S4. ii fon Ica vare deli Urne de* Gentili, Dobna>]&i- 
ebbolzj XUin-J anowitz, i Kroitfcb , con una Chiefa Luterà*" 
na, Liibenaity Oibs , o Oyabs % con una Ghiofa Luterana * § 
ScbmocwitZy Siegendorf* 

4. // tinp Cìrcolo di Ligmt% di qua 

dal bofco 

Che. comprende due vafti bofchi , éiokf quello di Jfco/-» 
&enan , e l'altro che chiamali S t ad t faide, che nel 2 40* 
infierite con tutti t diritti annefli y dal Duca Roberto fa 
venduto alla città di Lignitz, dopo che quella già ne) 
1281 ebbe comprato il primo bofco da Enrico V,' nel 
1350, e un'altra Diftretto di bofco dal Duca VPenecs* 
lao I. I luoghi più notabili fono: 

t) Grtintbal , fattoria Reale vicina aHa citta di Li" 
gnitz,,ove nel 17*0 fu feoperte* e adattato aM'ufo tfit 
bagno d' acqua calda zulfurea . 

2) Brancbitfcbdorf ', che firutfa Te Aura della Cantera" 
Reale, dopo che era (lata pofleiTione gentilizia de' Signo- 
ri di Brauifchitz. Or* c di Ferdinando Principe di Pluf* 

fta * 



Digitized by Google 



L I G N I T Z • 285 

fla . li villaggio di quello nome è divifo nella p^rrc Al- 
ia, c BafTa. 

. 3) Pantbpi } villaggio, eaftejlo f e Sedè gentilizia de* 
Barpnj di Kottwitz, nella, cui vicinanza nel 1760 ;*c- 
<radde una'batjaglia tra !gll Auftriaci, 'e Prufliani còli* 
peggio deprimi ; \ , . 

4) Btenovritz, e MMràdlitt r '{x>n villaggi, e Sedi gen- 
tilizie . ' ' *. . ; ... 1 \ f 

5) Kaltxràjfer , villaggio, e poffeflJotie Nobile, epnuna 
Chiefa Luterana, appartiene alla Badìa di Braunau, 

* 6) Groff'Kotzenan ? villaggio, é Sede gentilizia de' Conti 
di Dota*-,'* cui il camello iji altri jeinpi Jìgurav'a una 
fortezza. 

7) Klciù-Kotzenaii , città piccola, 9 Sede gentilizia 4e' 
Conti di Dòhna. 1 
i>) Sffgtticbcn, viraggio, ove nafee il fiume fyrottw . 

• ; II. V Circolo di Goldherg ut . : 

E' unirò a qMello che fiegue , . * * 

' l, Golàherg i Lgt. Aiirimor^tuim , città principale del 
Circolo | nella cui vicinanza feorre il fiume Katzbach ; 
giace in una contrada molto amena ,* e dopo Ligniti è 
la miglior cittì 4" quefto Principato,. E' firuata in un 
colie, perciò per parteggiarvi bifogna femprc falire, e 
feendere. I«a Chiefa parrocchiale è de* Luterani < Nel fe- 
colo XVI. vi fu un Gfnnàfio celebre, la di cui fabbrica 
in altri tempi era fiata uà Convento dell'Ordine di San 
Francéfco , e perciò fu redimito al medefimo Ordirle net 
1704. Di prelente i Luterani vi hanno una Scuola L'a- 
lma. La Religion di Malta vi ha una Commenda. La 
città deriva la fu a denominazione da upa miniera d'oro, 
che altre volte era nella fua vicinanza , ed era affai ùti- 
le. La città ebbe probab'i {mente principio nel fecolpXII. 
La terra figillata di qiiefti contorni a* giorni nòftri è 
poco ftimata. Vi fi teflè il miglior- parino della Silefia , 
di cui una buona parte fi vende altrove per panno d'O- 
landa. Il fiume Katzbach reca alta città non pochi van- 
taggi, non oftame che nel |6oS; e nel 1736, e altre 

voj- 



Digitized 



286 IL DUCATO DI SILESIA. 

volte vi abbia cagionato anche gran datino colle fue in* 
nondazioni . La città parecchie volté fu rtiolto danneg- 
giata dal fuoco. V appartengono i villaggi Nièder-An * 
Koppifcb, Kofendauy ed il botto detto HaynWald i 

%. Roc blitz, Tenuta della Gamer* Reale , e villaggio 
fui Katzbach, Cori una Chi eia Luterana. 

3. Il monte Gràtzberg^ o Graditzixrg^ che dicci! aver 1 
anche avuto il nome di Georgenbetg , è di altezza confi* 
derabile, che nella Tua cima in altri tempi ebbe un ca* 
ftello fortificato , toftruito nel 1473 dal Duca Federigo 
I, bruciato per la metà nel 15x3, e diftijurto intera- 
mente alla fine della guerra di 30 ami, A pie del me* 
deflmo vedefi un bel cartello Nobile,- 

4. Haperfdorf , e Probfibayn , villaggi Nobili , t belli 
con Chiefe Luterane , abitati da un gran numero di 

Schwenkfeldiani * 

5. Adelsdotfi AtzenaU , Gittsdot'fj Hetmsdotf^ Neudorf , 
PHgramsdotf fon Tenute Nobili, e belle, con villaggi 
fomiti di Chiefe Luterane - 

6. Roth-B/migtn, villaggio Vefcovile- 

7. Il monte Spitzberg, fituato fu' confini del Principa- 
to di Jauer apparifee da lontano in figura d'una Pira* 
Biide di color verde- 

■ m • • • * 

Iti; 11 Cìrcolo di Bayn&*, 

E* unito ài Circolo precedente- Comprende 
u Haynaui o Hayn. Lat. Hainovia, città principale 
del Circolo, fituata fui fiumicello Deichfa, comprende 
un cartello peìr la maggior parte rovinato, ove le Vedo- 
ve dei Duchi diLignitz eran folite foggiornare , tmaChie- 
fa Luterana parrocchiale, ed un'altrà Chief* Cattolica* 
Abbruciò interamente nel 1427, 1503, 81 , e 1651, e 
nel e 1763 fu molto danneggiata dal fuoco, La 

città è padrona dei villaggi di Micinlsdorf, e Polfwhihl t 
t del tofeo di Haynau* 
1. La Balìa di Havnau della Camera Reale - 
3. I villaggi, e le Tenute Nobili di Beersdorf , Kajiferf* 
raìdau, Ertile a Lphmdau , Pantbenau , SUiidnitt^ conChie* 

fe 



Digitized by Google 



L t ó ti l *t ti Z$7 

fé Luterane , come pure BucbwM ,K<mradsdorf Obèt-GoU 
fcuaU) Votbaus « 

4* Bifcbdorf) Feudo Vefcovilc* che il Vcfcovd deve 
Tempre conferire ad un altro, cflindo egli me de limo in* 
capace di potTederlo* 

IV. // Circolo di meri, « ' - 

che comprende 

1. LUUn , città prine pale del Circolo , fituata in un* 
contrada faflofa , è ciò non ottante fertile » Efla è picco- 
la , ma i fuoi fobborghi fon grandi , che chiamanti città 
Nuova , e Matmitt, t dove il Ca meringato della città 
ha delle fattorie* Dell'antico cartello Ducale non ti* è 
rima do altro , fuorché le mura ; accanto al mede fimo ?' 
è una Cappella Cattolica* La Chiefa ^parrocchiale cella 
Scuola appartiene a* Luterani . Vi abitano molti Teffito* 
ri di panno, de* quali però il numero in. altri tempi era 
molto maggiore. Nel 1431 fu consumata qliafi intera- 
mente dal fuoco accefovi dagH^Oiti, Jtfel >43* fu nuo- 
vamente danneggiata dal fuoco," e nel \jyi fu ineeflcti* 
ta dalle Truppe Imperiali, ma dopo la* guerra fu rifab- 
bricata più bella di prima. La città pofìiedc il villaggio 
di Alt-fiadt , ed il bofeo di Lubert « 

2. La Balìa di Luben della Cam tra Reali « 

?• Qflìg* villaggio con una C Licia Luterana, e cpfl 
una Sede gentilizia , è la patria del famolo Gafpero di 
Schwenkfeld» La lapide fepolcrale, chr ritrovati in c<*» 
tefta Chiefa, non vi fu polla per lui, ma bensì per il 
figlio di fuo fratello dell* ifteflb nome . . . , , ■ .< 

4. I villaggi , e le Tenute Nobi li di Ètwm , &'ttr* 
bach , Qro[s^mben , P<tfrb?ndorf , PilgrafnsÀwf , JMfti* 
za*, con una Chiefa Luterana, e Ziektudtrfé 

V. Il Circolo di ?arcbtyvit\ 

che comprende, 

I. PafcMts: , città piccola fui fiume KaWbach, ha un 
fobborgp fuori della porta di Lieoitz, 0v« ? è la Chiei* 



Digitized by Google 



ì88 IL DUCATO Df si;esta. 

parrocchiale de' Luterani , con un'altra piccola Chiefa 
de' medefimi , a cui è annèflò uno i pedale . Di là dal 
fiume Katzbach v'è un cartello che in altri tempi t'udii 
Principe, ove è una Cappella de' Cattolici . Vi fi fabbri- 
cano buoni panni. La città fu fondata nel 1280 da un 
Gentiluomo, chiamato di Parchvpitz, dal cui Dominio 
è pattata fucceffivamente lotto quello de* Duchi di Li- 
gniti, indi lòtto i Signori di &ediitz, dipoi nel 1563 
ne ritornarono in pofleflb i Duchi di Lignitz , i quali 
OCI11568 la: diedero in ipoteca a Fabiano di Schonàich , 
coda quello la rifeattarono nel 1597, Abbruciò quafi in- 
teramente nel lóSj. 

X, I 4 villaggi nobili , Pirl Nìeder-heyde , Ober-beide , c 
Hiinersdorfì Jori poca; dittanti V uno dall'altro, e formai 
no una ftrada d' un miglio incirca ; 

3, villaggio Vefcovilc, • 

*. • 1 * • . » • * 4 " * 

J,ii^:VÌ H Circolo di Mertftb*tr. 

• ' Denominato dal villaggio di Mtrtfcbiitz , fornito 1 d'una 
Chiefa Luterani i 

f 11 PRINCIPATO DI WOLAU. 

$. 1 , Il Principato di Wolau confina da Mezzodì co' 
Principati di Breslau,'e Lignitz, da Ponente co' Princi- 
pati di Lignitz, e Glogau, da Settentrione col Principa- 
to di Glogaui* da Levante còlla Polonia, e co' Princi- 
pati di Trachenberg, Oels, e Breslau. 

J. x. Il terreno vi è per lo più , o afeiutto , o maraz- 
zòfo* oppure ^tojterto di bofehi, e bofeaglie. Vi fono pe- 
rò varie contrade, ove il fuolo è fertile, e atto all'agri* 
coltura . V'è. gran numero di vivaj ricchi di pefee . Il 
fiume Oderà da Mezzodì verfo Settentrione traverfa ii 
Principato, e ne* confini del Principato di Lignitz rice- 
ve il fiume Katzbach, e gl'influenti Kaltonbacb> Jufmtz t 
e molti altri. 

. $. 3. Vi fono 5 città. Non fu P'rincipatò^diftinto a* 
tempi antichi, perchè 1$ città, e le provincie, onde è 

com- 



Digitized by Googl 



WOLAU. 289 

comporto, eran fpartite negli altri Principati; per dem- 
pio la citta di Wolau era comprefa nel Principato di 
Oels , e quella di Steinau nel Principato di Glo- 
gau . Il Duca Federigo di Lignitz nel 1524 comprò 
j paefi, che formano il preferite Principato. Nella divi- 
sone, che de' fuoi paefi fecero i fuoi figlj, Giorgio II. 
ebbe il Principato di Brieg infieme co' Circoli di Wolau, 
li quali al detto Principato rimafero uniti fino alla divi- 
sone, che ne fecero i fuoi Nipoti Giovanni Criftiano , 
e Giorgio Rodolfo , i! quafe oltre il Principato di Li- 
gnitz, ottenne anco i Circoli di Wolau. Dopo la mor- 
te del Duca Giorgio Rodolfo, de' Circoli • di Wolau fe 
ne formò un Principato diftinto , di cui divenne padrone 
Criftiano il terzogenito figlio dei Duca Giovanni Cri- 
diano ; allora però anche il Circolo di Ohlau , che di 
prefente è comprefo nel Principato di 3rieg, fu unito a 
quefto Principato di Wolau . Il Duca Criftiano ereditò anche 
i Principati di Lignitz, e Brieg, i quali nel 1675 <*°P° 
la morte del Duca Giorgio Willelmo figlio di Criftiano, 
pattarono lotto il Dominio dell' Imperatore . 

§.4. Il Principato è fottopofto al Supremo Governo 
e alla Camera di guerra , e de'Dominj di Glogau, e 
divideiì in 6 Circoli , de' quali i quattro primi fon fu- 
bordinati ad un folo Magiftrato provinciale, e gli ulti- 
mi due a un'altro. 

I. Il Circolo di dolati, comprende 

1. Wolau ^ la principal città del Circolo, e del Princi- 
pato, è cinta di marazzi , e vivaj, onde in tempi pio- 
vofi in certo modo vien fortificata naturalmente. Vi fo- 
no 2 fobborghi, che fono quello di Breslau, e l'altro 
di Steinau ; potrebbero contarti anco tra' fobborghi Krum, 
Wolau , e Polnifchdorf . Avvi un bel cartello, nella cui Cap- 
pella i Cattolici Romani fanno Tefercizio della lor Re- 
ligione ; un Convento de' Carmelitani , ed una Chiefa 
Luterana parrocchiale , con una Scuola. Fu prefa nel 
1640 dagli Svedefi, che ben pretto la ritolfero agl'Impe- 
riali, che per forprefa fe n'eran impadroniti. Quefti pe- 

Num. XXXIV. T rò 

> 

Digitized by Google 



290 IL DUCATO DI SILESIA. 

rò nel 1644 la riprefero nuovamente. Al Camerliagato 
della città appartengono le Tenute di Garbcn> Polnisb- 
dorfy Ganffukr , e Raudicbcn. 

3. La Baita di Wolaa deiia Camera Reale , clic com- 
prende Torrmitz , fituata nel Circolo di Winzig, ed altri 
villaggi. 

3. Leubus , Lubens , Luba, Badìa Princlpefca dell'Ordi- 
ne de' Ciftercienfi , fondata nel 1050 da Cafimiro il 
Grande, Re di Polonia, per comodo de' Benedettini, 
data però a* Ciftercienfi nel 1150 dal Duca Boleslao . 
Giace full' Oderà , ed è una fabbrica magnifica . Prima 
d'arrivarvi v'è un gran villaggio in forma d'uno ftrado- 
ne lungo, ed un quarto d'ora di là dalla Badìa fui fiu- 
me Oderà ritrovafi Leubus , che quantunque volgarmente 
fi chiami città, non è altro, che un borgo. In quelli 
contorni nel J741 gli Uflèri Pruffiani foffrirono una gran 
perdita da quelli dell' Auftria. 

4. I villaggi, e le Tenute Nobili di Alt-Wolau^ Monf- 
c blitz y PuJgfen, o PoIfen> con Chicfe Luterane. 

5. Kreydel, oKreyl, Propofitura , eh' appartiene al Con- 
vento di Santa Maria nel Sand in Breslavia ; compren- 
de i villaggi Grofs~,e Klein-Kreydel . 

6. Il Dtflretto di Pogel^ fottopoflo alla Giudicatura Ve- 
dovile di Breslau, comprende i villaggi Grofs-, e Klein- 
Pqgel , ambedue full' Oderà ; Neudorf, Stuben , e Bfcbanz , 
che però non è propriamente del Vefcovo. 

ili- // Circolo di Vfin%ig % comprende 

i 

1. Winzig^ Lat. Wincium^ città principale del Circolo, 
fituata in una pianura arenofa; è piccola con una Chic- 
la pa rocchiale, e Scuola Luterana, e con una Chiefa 
Cattolica. In tempo d'Eftate più volte vi manca l' ac- 
qua, onde gli abitanti debbon contentarfi dell' acqua pio- 
vana raccolta. Abbruciò nel 15 14. 

X. I villaggi, e le Tenute nobili di Frofcben, Gimmel y 
con una Chiefa Luterana, Herren-Motfcbelnitz , parimen- 
te con una Chiefa Luterana , Sey/rau^ oSeyfrodau y Grofs- 
Wangern ce. ec. 

III. U 

( 



Digitized by Google 



W O L A u « tgt 

ìli 11 Circolo di Herrenftadt 

Fra tutti i Grcoli ha i villaggi più grandi. Nel 175$ 
l'offrì gran 'danno dalle truppe leggiere della Ruflia . 
Comprende 

1. Herteifiadt^ Lat. Kyriopolis, città principale del Cir- 
colo) fituata in una pianura molto fertile in mezzo a 
due rami del fiume Bartfch, contiene una Chiefa Cat- 
tolica, ed un'altra Luterana* Ne 1 tempi antichi era de' 
Signori di Donna. Il cartello nel fecola XVII. fu piaz- 
za forte, e paflaggio importante. Nel 1759 la città fu 
incendiata * e incenerita dagli Auftriaci . 

2. La Balta di Herrenjìadt della Camera Reale , che com- 
prende il villaggio Zecben, ed altri. Efla è la principal 
Balìa fra tutte r altre di quello Principato . 

3. Le Tenute , ed i villaggi Nobili di Hocb-Beltfcb $ 
Daafe, HUnern> con una Chiefa Luterana, Leubel , Rotf- 
cbeborvritZ) Sobenritz, Tribufcb , con una Chiefa Lutera- 
na, Gfofs-Wirfewìtz ec. ec. 

4. RUtzen, borgo Nobile fui fiume Bartfch, con una 
Chiefa Luterana . Il cartello del Gentiluomo padrone 
giace in un monte. 

5. I villaggi, e le Sedi gentilizie di Globitfchen, Hrp* 
ten-Lauerfitz , con una Chiefa Luterana , LUbicben , Tfckefeb» 
kavitz, Wengflatt) KUin-Wirfemtz , Ober-Peltfcb . 

IV. // Circolo di Steinau> comprende 

1. Stein. ih, città principale del Circolo, fituata fui 
Kaltenbach, e fui Muhlenbach, in un terreno fert il l'Ai- 
mo di biade, è sì poco dittante dall' Oderà, che il fuo 
fobborgo Georgendorf termina fu quello fiume. Vè un' 
antica fabbrica del Principe . Avvi una Chiefa parroc- ' 
chi-ile Luterana, una Cappella Cattolica, ed un gran 
numero di fabbriche di panni. La città fu bruciata nel « 
1345 da' Polacchi. Nel 1455 ne fu confumata più della 
metà dal fuoco, e nel 1616 una buona parte. Quando 
nel 16*33 gli Svedcfi, e SafToni accampati in vicinanza 

T a dei- * 

♦ 1 

^ , x Digitized by Google 



1 



I92 IL DUCATO DI SILESIA. 

della città furon iorprefi, e per la maggior parte fatti 
prigionieri dagl'Imperiali, quelli faccheggiarono ,~e ince- 
nerirono la città, la quale due altre volte nelle guerre 
fuccefTive fu foggetta, alla medefima disgrazia . 

2. Il D/flretto di Prcichatiy ch'appartiene al Vefcovo 
di Breslavia , deriva la fua denominazione dal villaggio 
Putritati > e comprende oltre di quello altri 5 villaggi. 

3. I Beni, e le Tenute Nobili di Bielwiefe , Dicberty o 
Dieban, Grojjendorj\ Lamptrsdorf Kunzendorj\ Zedlìtz , 
tutti con Chiefe Luterane. 

V. Il Circolo di B^auden, comprende 

1. Randerty lat. Rautens, Radè, città principale del 
Circolo, aperta, e piccola, con una Chiefa parrocchiale 
Luterana , con una Badìa dell' Ordine Ciftercienfe , e 
con una Cappella Cattolica. Abbruciò nel 1642, e 44. 

2. I villaggi, e Beni Nobili, Altraiiden, Glein-Gafron , 
MUtfchy Rofkrsdorfy Urfcbka ? tutti con Chiefe Luterane, 
BroddwitZy Tefcbwìtz, Tbilau , Wandritfcb . 

* 

• g. IL PRINCIPATO DI GLOGAU. 

Sèi. Il principato di Glogau e circondato da' Princi- 
pati di Wolau, Lignitz, Jauer^ Sagan, Croffen , e dal- 
la Polonia . Il Circolo di Schwibus refta divifo dagli al- 
tri Circoli mediante il Ducato di Croffen, incorporato 
alla Marca di Brandenburgo . Quejio Principato è il più 
grande della Balla Silefia . 

{.2. Oltre l'agricoltura vi fi coltiva anco la vite, maf- 
fimamente nel Circolo di Grunberg. Non vi mancano i 
bofehi. La lana adoprafi nella fabbrica de' panni. Nel 
Circolo di Spronali ritrovafi molto ferro . L'Oderà traver- 
fa la maggior parte de' Circoli, e vi riceve gl'influenti 
Bartfcby e molti altri. Il fiume Bober feorre per una par- 
te del Circolo di Sprott.au. 

§.3, Il Principato comprende 17 città, e 4 borghi . 
Enrico II. oppure il Pio, ch'era padrone di tutta IaSi- 
lefia BalTa (dopo che già vi era fiata unita la Silefia di 

4; mez- 



Digitized by Google 



GLOGAU. 29? 

mezzo) e 1 che morì nel 1 241 , lafciò 4 figlj , de 'quali al terzo- 
genito Corrado II. toccò il Ducato di dogati, che allora 
comprendeva Croflèn , Sagan , Steinau , Frauftadt , e Koften . 
Nel 11S0, cioè 18 anni prima che morifle , egli divife 
i fuoi paefi tra' Tuoi figliuoli, ed Enrico il Fedele, ebbe ■' 
Glogau , e Oels ; e Corrado il Gobbo Steinau , Rauden, 
e Gurau , e Premislao , Sagan , e Sprottau . Dopo la 
morte di Premislao , il Duca Enrico prefe poffeifo di 
Sprottau, ed il Duca Corrado di Sagan. Il loro Padre 
Corrado IL conquido inoltre una porzion confiierabile 
del Principato di Lignitz; dipoi dopo la fua morte,- e 
dopo quella del fuo figlio maggiore Corrado il Gobbo 
tutti i paefi parlarono fotto il Dominio del Duca Enri* 
co il Fedele, il quale oltre di ciò fu fatto Gran Duca 
di Polonia . I fuoi figlj da principio ebbero il Governo 
in comune. Ma nel 1312 talmente divifero i paefi, che 
Enrico IV. divenne padrone di Sagan, e Sprottau, Gio- 
vanni di Steinau, e Gurau, Premislao di Glogau, Crofi. 
fen, e Frauftadt (di cui però fe n'impadronì nel 1344 
Cafimiro di Polonia ) e Corrado di Oels , e Wolau . Pre- 
mislao Duca di Glogau non volle in verun modo rico- 
nofeere l'alto Dominio di Boemia , e nel 1 3 3 1 morì co- 
me Principe indipendente. Nel portèllo de' fuoi paefi fuc- 
ceflero i fuoi fratelli Enrico IV , e Giovanni , il quale 
cede Steinau a Corrado di Oels , e la parte che avea 
nel Principato di Glogau a Giovanni Re di Boemia , da 
cui quefta parte fu ceduta al Duca Cafimiro III. diTef. 
chen , e ad Enrico IV. fu tolta anche la parte , che avea 
nel Principato di Glogau, per fottoporla ai Governo d* 
un Capitano. Nel 1337 il Re di Boemia diede una por- 
zione del Ducato di Glogau al Duca Enrico di Jauer . 
Nel 1360 Enrico V, o fia il Ferreo, tìglio del Duca 
Enrico IV. dall' Imperator Carlo IV. ottenne la maggior 
parte di quella porzione di Glogtu, che era ftata tolta 
a fuo Padre. Quando nel 13 So i fuoi figlj fecero h di- 
vjfione de' paefi paterni, Enrico VI. ebbe Sagan, eGrof- 
fen, e Schwibus; a Enrico VII. toccò Glogau, Srcinau, 
e la mela di Gurau; ed Enrico Vili, fdi venne padrone 
diFrcyftadt, e Sprottau. L'ultimo foprav ville a' fuoi Fra-, 

T 3 tel. 

1 

4 Digitized by Google 



104 IL DUCATO DI SILESIA . 

felli , c fa crede de' loro paefì . Il fuo figlio Enrico X. 
fu padrone di Giogau, e CrefTen, e gli fuccefle Enrico 
XI. fuo figlio, il quale rimanendo lenza prole coitimi 
Erede Teftamentaria Barbara Tua Conforte ancora gio- 
vane; ciò non ottante il fratello del defunto, il Duca 
Giovanni II. di Sagan nel 1 481 da Mattia Re d'Unghe- 
ria ottenne il poffeflb di tutto il Principato di Giogau 
pef fe, e per i fuoi eredi mafchj. Ma non avendo egli 
altra prole che una figlia, fpofata ad uno de 1 Duchi di 
Munfterberg, pensò di far paflare i fuoi paefi lòtto il 
Dominio di quello: fu però obbligato dal Re Mattia a> 
cedergli il fuo diritto fui Principato di Giogau; ed in 
conseguenza di ciò jl detto Re fece, che gli Stati del 
Principato preftaflfero omaggio al fuo figlio iilegitimo 
Giovanni Corvino, il quale però dopo la morte del pa- 
dre dovè ceder il Principato a Ladislao Re di Boemia , 
che nel 1498 ne diede il poiTcflo al fuo fratello minore 
Sigifmondo, Quando però qucfti fu fatto Re di Polo» 
nia, Ladislao riunì il Principato a* fuoi Pominj. Il Re 
Ferdinando I. nel 1536 lo diede in Ipoteca ad uno del- 
la Cafa di Bfoerftein, e nel 1540 a Federigo II, Duca 
di Lignite e Brieg; ma nel 1544 lo rifeattò, e perraez- 
70 d'una patente promife che da' Regi di Boemia non lì 
farebbe mai più ne impegnato, nè alienato, dovendo fen> 
pre rimaner (oggetto alla fola Corona di Boemia. 

$.4. Il Principato di prefente è fottopodo al Supremo 
Governo, ed alla Camera di guerra, e de'Dominj della 
città capitale di Giogau ? ed £ divifo in 0 Circoli , 

I. // Circolo di G togati, comprende 

1. Grofs-Glogatt , città principale del Circolo, e del 
Principato, ben fortificata, ha il foprannome di Grofs 
(Grande) per diftinguerla dall'altra città di fimi! nome 
limata nell'Alta Silefia . Nel 11 io dal lido Settentriona- 
le dell'Oderà fu trasferita nel lido Meridionale, E' fot- 
topofta a un Governator Regio, e ad un Comandante, 
t vi rifiedono varj Collegi Reali, cioè il Supremo Go- 
verno, erettovi nel 1742, a cui è unito il Conciftoro 



G t O G A U. 295 

Supremo, ed il Collegio de' Pupilli, unCollegio Aulico, 
e Criminale , un Ricalato,, una Camera di guerra , e de' 
Dominj fondata nel 1741, l'Uffizio generale delle Ga- 
belle di confumo, la Caffa di guerra, c delle Contribu- 
zioni, lo Scrittoio delle Rendite de* Dominj Reale, un 
Giudizio Cartellano ec. ec. come pure il CommùTariato 
Vefcovile, a cui fon iottopofte Y Arcipreture di Freyltadt, 
Grunberg, Gurau , Hohen-Kirchen , Schlawa, Schwibus, 
e Sprottau ; un'Arcidiaconato di 9 Archipresbiterati . V'è 
una Chiefa Collegiata di là dall' Oderà, d'un Propofto 
e 19 Canonici, fondata nel 1120, una Chiefa parroc- 
chiale Cattolica, una Badia di Monache di S. Chiara 
(a cui appartien il villaggio Krafchen del Circolo diGu- 
rau); un Collegio de'Gefuiti, un monaiìero de' Dome- 
nicani, ed un'altro dell'Ordine di San Francefco, ed 
una Chiefa e Scuola Luterana , ed una Chiefa Calvinifta , 
confagrata nel 1751, Per non far menzione degli abbru- 
ciamene antichi, la città abbruciò quafi tutta nelitfij, 
nel 1631 per la maggior parte, nel 1642, e 16*78 quafi 
interamente, e nel J758 quafi per la terza parte; queft' 
ultimo fuoco ebbe principio nel Collegio de'Gefuiti, che 
reftò interamente incenerito, iniìeme colla Chiefa par- 
rocchiale Cattolica , e colia Luterana . Fu anche più vol- 
te affediata e prefa. Nel 1741 fu prefa d'aflalto, e me- 
glio fortificata da'PnuTiani, 
v La città polfiede 



1) Dalla parte Meridionale dell'Oderà i villaggi Èro- 
flati , Beicbau, Niban, Raufcbwitz, Jatfcban , Nofvritz, Be- 
titnkk . 

2) Dalla parte Settentrionale dell'Oderà le Fattori j di 
Graditz, Grof-, e Klein Vorvrerk , ed i villaggi Zerb: , o 
Zorbatt , Hockricbt , con una Fattoria , e QMan con un' 
altra . 

2. PolkwitZ) città piccola con una Chiefa Cattolica, c 
con un'altra Luterana. Abbruciò nèl 1547, 64, e 72. 

3. Sfoaritz, borgo con una Chiefa Luterana , appartie- 
ne al Barone di Tfchammer. 

4. KnttlaU) borgo con una Sede gentilizia. 

5. Schiaffa^ città piccola aperta poco dittante da' con- 

T 4 fini 



Di 



196 IL DUCATO DI SILESIA. 

filli di Polonia , ha una Chiefa Cattolica, ed un'altra 
Luterana. Abbruciò tutta nel 1764 . E' un Maggiorato 
de'Conti di Fernemotit . Giace iopra un lago grande ri- 
guardevole per la pelea , che importa annualmente circa 
iooo Rjfdalleri moneta di Silefia . Qucrto lago in certi 
tempi è l'oggetto a una ipecic di Marea, ed allora colla 
rena getta fuora de' granelli d'oro. 

6. La Balìa Camerale di Pridemofi deriva il nome dal 
cartello altre volte fortificato di Prilemofl , o Pr/<fow, di- 
ttante una lega piccola da Groflf-Glogau verfo Sud -Olì, 
ove il Duca Corrado di Glogau era folito rifedere . 

7. La fu Balìa Camerale di Ohifcb , che comprende i 
villaggi Grojf, e Klcin-Ojifcb , appartiene al Principe En- 
rico di Pruflia . 

8. La fu Balìa Camerale di Gran?fcb'ùtz> è del Principe 
Enrico di Prudia. Il fuo Scrittoio è nel villaggio, e ca- 
rtello Gramfchutz , ove ritrovafi una Chiefa Luterana . 

9. Grojf-Hcinzendorf ', cartello Nobile fui fiume Sprotte, 
in una contrada marazzofa , fu contato in altri tempi 
nel numero delle piazze fortificate. 

10. Jacobsktrcb , villaggio, diftante circa un miglio, c 
mezzo da Groflf-Glogau verfo Sud-Weft , ove il Duca En- 
rico il Ferreo fu molto maltrattato dalla Nobiltà di Glo- 
gau . V è una Chiefa Luterana . 

11. I Beni, e villaggi Nobili, Brieg^ Clade , oKladau y 
Glàferflorf, Herrendorf, Kreidelwitz col più bel cartello che 
vi fia nella Silefia , Koelmicben x Kolzig , Riedfcbutz , Par- 
ebau , Klein-Tfcbirne con una Chiefa Luterana , Scbabiz- 
zen, Strunzy Tfcbeplau , Wiefau , con Chiefe Luterane, e 
Herrendorf y con Beni ereditar; del primogenito della cafa 
di Berg. 

12. Hobekircb , villaggio 2 miglia dinante da GrofT- 
Glogau verfo Mezzogiorno, ove nel 1480 i Principi co' 
Deputati degli Stati tennero un* Adunanza per delibera- 
re , in qual modo potrebbe pacificarfi il furiofo Duca Gio- 
vanni? I Cattolici di Groflf-Glogau vi vengono in pelle- 
grinaggio . 

13. Wettfcbtitz, villano full' Oderà, nella cui vicinan- 
za il Duca Rapolt di Glogau nel 1388 disfece i Polac- 
chi. 14, 



Digitized by Google 



I 



G L O G A U. 297 

14. Scbwuferìy villaggio, ove il fiume Bartfch s'unifee 
all' Oderà . 
J5. Woifclx) Tenuta Vefcovile. 

IL // Circolo di Gurau 

■ / 

Che nel 1759 fu molto danneggiato dalle Truppe leg- 
giere Ruffe, comprende 

1. Gurau , città principale del Circolo, con una Chie- 
fa Cattolica, ed un'altra Luterana. Abbruciò nel 1457, 
e nel j 759 tu incenerita da' Rum . V appartengono i vil- 
laggi Alt-Gnrau , Getfsbacb , Jeflersheim , Kainzen , o Kand- 
feben^ e la metà di SalfcbUtz. 

2. Groff- , e Ober-Tfcbirne , città piccola , poco dittante 
da' confini di Polonia, con un cartello ; nel 15 15 otten- 
ne il privilegio di città , ed appartiene a uno della cafa 
di Leftwitz . Dall' anno 1758 fino al 1762 ha l'offerto 
molti difaftri dalle Truppe Ruffe . 

3. Kóben, Cobena, città piccola full' Oderà, che con- 
tiene un cartello Nobile, una Chiefa Cattolica, e Lute- 
rana. Abbruciò per la maggior parte nel 1616. Inque- 
fto luogo fi varca l' Oderà . V è una Regia fattoria del 
fale . 

4. Seitfch , Propofitura co' villaggi di Seiferfdorf ; Wefcb- 
bau, e BraunaK, appartiene alla Badia di Leubus. 

5. Himdfpajf , ofteria in un'Ifola , formata dal fiume 
Bartfch, ne'confini di Polonia. In altri tempi quello luo- 
go era fortificato di trine iere. 

6. Nartau, o Nabrten villaggio Nobile , di cui il ca- 
rtello anticamente figurava una fortezza. 

7. I Beni , cartelli , e villaggi Nobili , Conradfvraldau ^ 
Gleinig, Gtibren^ Nerfitz, O/ìen , ScbUtlan, Wiefcbtiz, iV/V- 
der-Tfchirne , Tarpen, Katfibe , EllgHtb, e Gabel , 

J 

III. // Circolo di Sprottau 

Ove ritrovanfi de'bofchi affai vafti , come fono quelli 

di Peterfdorf, Primkenan , e Sprottau , e molte fucine di 
ferro, comprende 

/ 1 . Sprot- 



Digitized by Google 



2o8 * IL DUCATO DI SILESIA . 

1 . Sprottau , città principale del Circolo Amata , ove 1' 
influente Sprotte s'unifce al Bober , e cinta di inarazzi"; 
contiene un calle Ilo antico rovinato, una Chièfa Catto- 
lica, un Convento di Monache dell'Ordine di S. Maria 
Maddalena della Penitenza, ed una Gliela, eScuola Lu- 
terana. Abbruciò tutta nel 1473, e 1671 , e fu molto 
danneggiata dal fuoco nel 1703. - 

2. La Signoria di Prwkenan, ch'appartiene a' Conti di 
Reder, comprende 

1) PrimkenaHi oppure Primmikau , che da alcuni in La- 
tino chiamai! Primislavia , città piccola de'Conti di Reufs, 
con una Chiefa Cattolica , ed un' altra Luterana . Nel 
jóSx abbruciò tutta. 

1) Haftlbasb) con altri 5 villaggi. 

3) I beni, c villaggi Nobili Hartan^ Malmitz^ con uria 
Chiefa Luterana , Ottendorf, Rentbe , Zanche . 

4) Ober-y e Kiedcr-Lefcìxn , ove ritrovano* delle fucine 
di rame, che appartengono alle Monache di Sprottau. 

IV. Il Circo/o di Freyfiadt , 

comprende 

1. Freyfiadt , lat. Eleutberopolis , città principale del Cir- 
colo , con un antico cafteilo , una Chiefa parrocchiale 
Cattolica, ed un Convento de' Carmelitani . Fuori della 
città v'è una Chiefa, e Scuola Luterana, per la cui per- 
miflìone fu data all'Imperatore la fomma di 80000 fio- 
rini d'impreftito, ( che vengono ad effere incirca 18160 
Zecchini Veneziani), con 10000 fiorini di regalo ( cioè 
con 2270 Zecchini Veneziani incirca ) . Vi fono delle 
buone manifatture di lana . Verfo la fine del fecolo XVII. 
e nel 1764 abbruciò quafi tutta. Fuori della porta detta 
di Sagan là città poffiede 

2. NettfalZy città piccola aperta full' Oderà, compren- 
de una Scrittoio della Camera Reale, una Chiefa Catto- 
lica, con un'altra Luterana, ed una Colonia di Fratel- 
li Evangelici uniti. In altri tempi vi fu una fabbrica da 
raffinare il faledi lago. Avvi un magazzino Reale di pietre 
da mulino, ove fe ne fanno, e vendono di varia fpecie . 

Nel 



Digitized by Google 



O L O G A v. tgg 
Nel 174 J il luogo ebbe il privilegio di città . Nel 1759 
in occaiione dell'irruzione d'un corpo di Cofacchi vi nac- 
que un incendio, onde fu confumato il Palazzo del Ma- 
giftrato, con la bella cafa de' Fratelli uniti Evangelici, i 
quali nell' ifteflò tempo furono fcacciati dal nemico ; ri- 
tornarono però in breve , per rifabbricar V edifizio ince- 
nerito , 

3. Neuflàdtel, città piccola aperta fui fiumiceilo Wei- 
sfurt, con una Chiefa Cattolica, e Luterana ; appartie- 
ne alla Refidenza de' Gefuiti di Warrenberg , Abbruciò 
tutta nel 1474 , e nel 1678 fu parimente danneggiata 
dal fuoco, 

4. I Beni, e villaggi Nobili Brunzelvrald , Hergefdorf , 
Ober - Herzogfvralde , Lejjendorf , Seyfferfdorf, Streitelfdorf , 
Groff-Bobrati , Wekb*H y con una Chiefa Luterana t 

V. Il Circolo di Griitibcrg, 

comprende 

1. Griinberg, detta da alcuni Prafia Elyfiorum^ e da al- 
tri Thalloris, città principale del Circolo , circondata di 
vigne fertili, e fornita di una Chiefa Cattolica, e d'un* 
altra Luterana . Vi a* fabbrica molto pannò . La città 
dopo quella di GrofT-Glogau è la migliore di quello Prin- 
cipato, Abbruciò nel 1583, e 1627 • V'appartengono i 
villaggi, Krampe, KUbna* ? Lanfitz, SaWade , Wafcheh ) e 
Witgenan. 

2. Wartenberg, città piccola aperta fui fiume Oche!, in- 
fieme con 6 villaggi ; apparteneva alla Refidenza de' Ge- 
fuiti di quello luogo. Abbruciò tutta nel 1441 , e per la 
maggior parte nel 1701 . 

3. Sabor , col foprannome am Harnmer, città aperta, è 
Signoria de' Conti di Cofel , con una Chiefa Luterana . 

4. Kontop) città piccola, Nobile , con una Chiefa Lu- 
terana , 1 

5. I Beni, e villaggi Nobili , Jobnsberg , Boyadel y CUn- 
teyfdorfj ambedue con Chiefe Luterane , DeUtfcb - Kefel , 
JLoiralde, Ocbel-Hermfdorf, con una Chiefa Luterana , Pr/V- 
tacky e SchweidnitZy cqn una Chiefa Luterana, 

vr. 

* 

Digitized by Google 



3oo 



JL DUCATO DI SILESIÀ. 



VI. Il Circolo di Scbwibus 

Fin dal 1335 è rimafto Tempre incorporato al Princi- 
pato di Glogau ; ma nel 1686 l'Imperator Leopoldo lo 
cedè all' Elettore di Bra ndenburgo Federigo Willclmo , 
per contentar le pretenlìoni , eh' egli avea (opra alcuni 
Principati di Silcfia . L'Elettore lo cangiò in un Princi- 
pato didimo, e ne prefe il titolo . Dopo la morte dell' 
Elettore, l'Imperatore pretele di ritornare al pofleflb di 
quello Circolo , perchè V Elettore Federigo II L come 
Principe Ereditario nel 1 686 per mezzo di Lettere Rever- 
fali s'era obbligato alla reftituzione . Quantunque però il 
detto fucceflforc non moitraffe della ripugnanza ad accon- 
fentirvi, pure nel 1695 l'Elettore s'accordò alla richie- 
fta dell'Imperatore , e gli refe il Cìrcolo per la Comma 
di 150000 fiorini (cioè per la Comma di 56S00 Zecchi- 
ni Veneziani incirca ) . Fin da quel tempo non Cu mai più 
fiaccato dal Principato di Glogau. Comprende 2 città > 
un borgo, e 42 villaggi. 

I . SchVFiebtis , o Scbwiebujfen , \nt.Sttibufinm , SHehoàimm y 
Sulhijja , Sticlùflena , città principale, traverCata dal fiume 
Schweinme . V' è un cartello ipotecato alla BadelTa di 
Trebnitz, una CliieCa Cattolica, e Luterana. Vi fi fab- 
bricano buoni panni. Abbruciò nel 1522, e 1541 . 
La città è padrona del villaggio Salkau . 

2. LìebenaU) città piccola, con una ChieCa cattolica, e 
Luterana; appartien al Monalìero detto Paradis , fituato 
in Polonia Cu' confini della Silefia . 

3. Mublbock , borgo , eh' appartiene al Monaftcro di 
Trebnitz. * 

f 



2. Set 



Digitizéd by Google 



' N E Y S \ S E. JOI 

\ 

z. Sei Principati Mediati , 

a. LA MAGGIOR PARTE del PRINCI- 
PATO di NEYSSE 

$. 1. 7/ Principato di Neyffe , fi trova anche chiamato 
col nome di Principato di Grotkau , benché lenza ragione; 
imperocché il carattere di Principato fu attaccato alla 
città di Neyflfe, molto prima, che il Circolo di Grotkau, 
per mezzo della compra foflc unito al Principato . Locin- 
/ gono i Principati di Miinfterberg , Brieg , Oppcin , e Ja- 
gerndorf, la Moravia, e la Contea di Gla'tz , ed è uno 
de' maggiori Principati , che vi fiano in Silcfia , ed il pri- 
mo tra quelli, che chiamanfi Mediati . 

$. 2. La parte Meridionale è coperta di montagne , 
che fono quella porzione de' monti Sudeti, a cui ti dà il 
nome di montagne di Moravia , oppure con ma^rjur pre- 
cisone quello di Gefenke . La parte Settentrionale è pia 
piana, e fertile. Ne' Circoli di Neyfle; e di Grotkau ri- 
trovanti delle buone razze di cavalli: in quello di Grot- 
kau fi coltiva il tabacco, ed in quello di Neyfle vi fon 
molte fucine di ferro. Il maggior fiume è il heyjje y che 
venendo dal Principato di Miinfterberg, per lo fp^zio di 
parecchie miglia traverfa quefto Principato da Ponente 
verfo Levante, e poi indirizza il fuo corfo verfo Setten- 
trione . La maggior parte degl* influenti , e fiumi minori, 
da' quali quefto Principato è bagnato, s'unifee con elfo. 
De' fiumi minori il più cofpicuo è il Billau , che nafee 
nella montagna detta Lauterberg . Tra i villaggi Linde- 
nau , e Kofperdorf nafee 1* influente OUau 9 che entra nel 
vicino Principato di Miinfterberg . L Oppa ha una delle 
fue forgenti nelle montagne di quefto Principato , chia- 
mata VOppa nera ( Schwarze Oppa ), a cui dopo breve 
fpazio s* unifee /' Oppa bianca , e che va a congiungerfi 
colYOppa di mezz,o (Mittel Oppa) fu* confini delio Stato 
minore di Freudenthal . 

§. 3. In tutto il Principato di NeylTe contanti 11 cit- 
tà. 

\ 

y 

, Digitized by Google 



I 



36t IL DUCATO m SILISIA . 

tà. Appartiene al Vefcovado di Breslavia , ed il modo , 
con cui vi fu devoluto, è il feguente. U Duca Boleslao, 
detto l' Alto, padrone di tutta la Silefia Batta, e dimez- 
zo, cedè nel 1170 al Tuo figlio Jaroslao la provincia di 
Neyffe con tutto il Dominio alto , e con tutti i diritti 
annefli . Jaroslao effendo divenuto Vefcovo di Breslavia 
verfo la fine del uo8, regalò nel 1199 a * Vefcovado la 
detta provincia di Neyffe, che fin da quel tempo vièri- 
mafta unita. Ma il Jus Ducale non fu dato al Vefcovo, 
o fu al Vefcovado prima del 1240, nel qual anno glie- 
lo diede il Duca Enrico IL o fia il Pio . Nel 1341 il 
Vefcovado comprò dal Duca Boleslao III. di Brieg il Cir- 
colo di Grotkau , che fu incorporato al Principato di 
Neyffe . Nella pace di Berlino del 1742 , ed in quella 
di Drefda del 1745 k P arte di quefto Principato, fitua- 
ta verfo i confini di Moravia, rimafe unita alla Corona 
di Boemia - 

$. 4. Quantunque il Carattere Ducale non fia attac- 
cato al Diftretto di Grotkau, e che quello per confeguen- 
za non fia un Principato diftinto ( §. 2. ) ; ciò non oftan- 
te è ufo, che il Vefcovo di Breslavia fi chiami Principe 
di Neyffe, e Duca di Grotkau. Quefto Principato gli dà il 
rango fopra tutti gli altri Principi di Silefìa. Le fue ar- 
me fon divife in 4 campi, de' quali il primo, ed inquar- 
to fon di color roflo , e portano 6 giglj « Il fecondo , ed 
il terzo fon d' oro , con urf Aquila nera , che fui petto 
porta una mezza luna d' argento . 

$. 5. Fin dalla Pace di Berlino ( $. 3. ) il Vefcovo ri- 
guardo a quefto Principato , riconoìce due Sovrani , cioè 
il Re di Pruflìa , e la Corona di Boemia . II Governo 
Vefcovile del Principato rifiede a Ottmachau; e gli altri 
Collegi fono nella città di Neyffe. La maggior parte del 
Principato foggetta all'alto Dominio di Pruflìa, dipende 
dal Supremo Governo di Brieg, e dalla. Camera di guer- 
ra, e de'Domin; di Breslavia. 

§. 6. In quefto luogo farà folameme deferitra quella 
parte del Principato, che dipende dall'alto Dominio del 
\ Re di Pruflìa, la quale comprende 

» 



Digitized by Google 



N E I $ S fi • SO} 

I. Il Circolo di Neyjfìy 

ove fono 

1. Neyjfe, Ut NyJJa, città principale del Circolo, e del 
Principato, ben fortificata ; giace fui fiume Neyflè, che 
bagna le fue mura , ed è traversata dall' influente Billau. 
In un monte di là dal fiume Neyflè, ove nel J741 ilRe 
Federigo IL fece alzar la prima batteria per attediar la 
città , dal Re s' è fatto piantare un forte col nome di 
Preuffen ( Pruflia ) , di cui egli fteflo pofe la prima pietra 
nel 1743* Il Re vi ha il fuo Governatore , ed un fuo Co- 
mandante* Il Principe, e Vefcovo vi ha un cartello, un 
Collegio Camerale , una Corte di Giuftizia , un Uffizio 
Generale delle Rendite, ed un CommùTariato Generale, 
a cui fon fottopofti gli Arcipresbiterati di Ziegenhals , 
Friedewald, Grotkau, Neuftadt , Ottmachau, e Patfck- 
kow. V'è inoltre una Chiefa Collegiata, e Parrocchiale 
di S. Giacomo, e S. Niccola, fondata nel 11 20 con 12 
Canonici, un'altra di S. Pietro, e Paolo, a cui foprin- 
tende un Propofto , un Collegio de* Gemiti , 12 Con- 
venti dell'Ordine di S. Francefco, un altro de* Domeni- 
cani nel fobborgo nuovo chiamato Friederichftadt , un 
Convento de* Cappuccini , ed un'altro di Monache dell' 
Ordine di S. Maria Maddalena della Penitenza . La cit- 
tà nel 1284 fu faccheggiata , e diftrutta dal Duca Enri- 
co IV. Nel 1525 abbruciò per la metà . Nel 1642 fa 
prefa dagli Svedefi, e nel 174 1 da' Prufliani. Nel 1758 
fu attediata dagli Auftriaci; ma il Re la liberò dall'ad- 
dio. I fobborghi bruciati nel J741 dal Comandante Au- 
ftriaco furono rifabbricati dopo la Pace di Drefda, e vi 
fu aggiunto un nuovo fobborgo , detto Friederichftadt , 
fituato tra il Forte Pruflia, e tra il fiume Neyflè, ove è 
un Tribunale Regio . Alla città appartengono i villaggi 
Croff-Neudorf e Polnifcb-vpcttau . 

2. Patfcbkan fui fiume Neyflè . Nelle carte Geografi- 
che , ed in varie relazioni gli fi dà il nome di città ; 
benché non fu altro che un villaggio con una Chiefa 
parrocchiale • 

I < 



304 IL DUCATO DI SILESIA . 

3. Ziegenhalsy città piccola fui fiume Billau , con una 
Chiefa parrocchiale Cattolica, famofa per il bel vetro , 
che vi fi fa. Fu diftrutta nel 7445 da Willelmo Duca 
di Troppau - Abbruciò tutta nel J560. In vicinanza ri- 
trovanfi delle fucine di ferro. 

4. I villaggi con Chiefe parrocchiali , Bilau^ Dentfcb~ 
ìfette , Ratbmanfdorf , Koppernick , Kalkau , Kowack , Go- 
flitz, Mogwitz, Volkmanfdorf '. 

■ 

IL 11 Circolo di Erottati, 

comprende 

1. Grotkaii) Grottgau , città principale del Circolo, ove 
jl Vefcovo ha un Palazzo. V'è una Chiefa Cattolica par- 
rocchiale . La città nel 1438 fu diftrutta da Ladislao 

, Re di Polonia , e nel 1445 da Willelmo Duca di Trop- 
pau. Abbruciò nel 1449, 9°> 1 59 1 • Fu fa echeggiata nel 
J633, e 42. Nel '1524 vi fu tenuta un* Aflemblea degli 
Stati. La città poffiede il villaggio Klein-Nemdorf . 

2. Ottmacbau , città piccola fui fiume NeyfTe , ove il 
Principe Vefcovo ha un Palazzo , ed ove rifiede il fuo 
Governo del Vefcovado di Brcslavia , e del Principato di 
NeylTe. V'è parimente la Sede d'una Balìa, e una Chie- 
fa Cattolica parrocchiale. 

3. I villaggi con Chiefe parrocchiali', Lichtenberg , Lìc 
binati, Lindenau, Lajfmtz^ Groff-Carlowltz ec. 

4. // Diflretto di Wanfen, fituato fra i Circoli diStrehl, 
e Ohlau del Principato di Brieg , oltre alcuni villaggi 
comprende 

Wanfen) città piccola fui fiume Ohlau, con una Chie- 
fa parrocchiale Cattolica, abbruciò nel 1438, 1606, 20 
e 1678. Nella fua vicinanza fi coltiva molto tabacco . 

b. IL PRINCIPATO di OELS, 
e BEUNSTADT. 

§. 1. Il Principato di Oels è circondato da' Principati 
di Brieg, Brezfau, Wolau, e Trachenberg , dalle Baro- 
nie di Militfch , e Wartenberg , e dalla Polonia . 

§. 2. 



Digitized by Google 



I 



OELS, E BERNSTADT. 305 

§. 2. Il fuo fuoio è arenolò , e la fui fertilità medio- 
cre. Non e molto lontano dall' Oderà, di modo che un 
piccol Diftretto del medefimo , comprelo nel Circolo di 
Trebnitz, confina col detto fiume, là ove vi s* unifce V 
influente IPeida, il quale inficine col fiume Oelfe , che fi 
congamge con eflb , ha la fua forgente nella Baronia di 
Wartcnberg. Gli altri fiumi di quello Principato fon di 
minor rilievo. 

§. 3. Il Principato contien 9 città, c un borgo . Da 
principio appartenne a* Duchi di Breslavia. Ma quando 
nel 1290 Enrico IV. morì fenza crede mafchio , gli fuc- 
ceflè Enrico V. Duca di Lignitz, il quale però nel 1293 
fu obligato a cedere Oels, Berniradt, e Cunrtadt al Du- 
ca Corrado IL di Glogau , che ancor vivente diede al 
fuo figlio minore Enrico il Fedele, il pollèflb delle Pro- 
vincie di Glogau , e Oels . Vi fuccefll* poi Corrado il 
quartogenito di Enrico, il quale (labili la fua Refidenza 
a Oels, fioche qucfta provincia divenne un Principato di- 
ftinto. Quefto Duca Corrado nel 1310 riconobbe l'Alto 
Dominio della Boemia , ottenne dal fuo fratello il pof- 
fefTo di Sieinau , e nel 13 98 dal Re di Boemia gli fu 
accordato il privilegio , che in mancanza de'fuoi eredi 
mafchj la fua figlia Edwige, e la pofterità della mede- 
fima folTc capace di fuccedere nel poflcifo del Principa- 
to. Gli fuccefle Corrado II. ed i fucceffori di quefto fu- 
rono i fuoi quattro figliuoli , di modo che Corrado III. 
ebbe Oels , e Cofel , Corrado IV. Wolau , c Steinau , 
Corrado V. il caftello di Canth, e Corrado Vl.Warten- 
berg , e Bernftadt . Tutto il Principato fi riunì finalmen- 
te in Corrado VII. il Bianco , figlio di Corrado III. , e 
quando quefti nel 1492 morì fenza erede , il Principato 
cadde in mano del Re Ladislao di Boemia, il quale nel 
1395 lo diede a Enrico Duca di Munfterberg, figlio di 
Giorgio Podiebrad Re di Boemia in cambio della Signo- 
ria di Podiebrad. Nella Pollerità mafcolina di quefto Du- 
ca rimafe il pofTeffo del Ducato d' Oels fino al 1647 , 
nel qual anno morì V ultimo di quella ftirpe , Carlo Fe- 
derigo , che lafciò una figlia unica di nome Elifabetta 
Maria , fpofata con Silvio Nirorod Duca di Wùrtcnberg. 
Nmi. XXXIV. V Que- 



Digitized by Google 



306 IL DUCATO DI SILESIA. 

Quella ereditò il Ducato come Feudo femminile, ed ìrì- 
Cerne col fuo fpofo, e tutta la lor pofterità tanto mafeo- 
lina , che femminile ne ebbe T inverti tura dall' Impera tor 
Ferdirando ili. Ne' tempi pattati il Principato era divifo 
fen^a regola tra' loro figlj , e nipoti ; ma di prefenre lo 
poffiede tutto il Pronipote della mentovata Elifabetta, e 
del Duca Silvio , il Duca Carlo Criftiano Erdmanno, 
ammogliato, ma lenza prole. 

§. 4. Il Titolo del Principe, riguardo a quello Duca- 
to , fi c Principe d'Oels^ e Bernfladt . L'arme confiftono 
neir aquila nera della Silefia , che fui petto porta una 
mezza luna d'argento. 

§. 5. I Collegi del Governo Ducale , cioè il Coniglio, 
la camera, il Conciftoro, ed il Tribunale Aulico hanno 
la lor Sede nella città di Ocls. Il Principato nel rima- 
nente è fottopofto al Supremo Governo, ed alla camera 
di guerra, e de'Dominj di Breslavia. 

§. 6\ E v divifo in 4 Circoli , de' quali i due primi fon 
fottopofti ad un folo Magiftrato provinciale. 

* • 

I. Il Circolo di Ocls, % 

comprende 

1. Oehj lat. Olfn.i, Olfena, città capitale del Creolo, 
e del Principato , fui fiume , in una contrada alquanto 
marazzofa, contiene un cartello di Refidenza del Princi- 
pe , i Chicle Luterane parrocchiali , una delle quali è 
immediatamente fottopofta al Soprintendente del Princi- 
pato, una Scuola pubblica , a cui è annelfa una Fonda- 
zione fatta da un Conte di Kofpoth per pagare un Mae- 
ftro di Lingue, un altro di Scherma, ed un altro , che 
infegni Icrivcrc , con una Chiefa Cattolica . Nel J559 
abbruciò per la maggior parte. Nel 1634 vi fu meflo il 
fuoco dagli Imperiali, e nel 1730 di nuovo ne fu ince- 
nerita la maggior parte. 

2. I Beni allodiali del Principe, che feguono: 

1) Sibyllenort , villaggio , che in divertì tempi ebbe il 
nome di Neudor}\ e RajUlMtz. Ve un cartello di dipor- 
to del Principe. 

• * 

' r - 1 

Digitized by Google 



OELS, E RERNST A DI . 307 

1) DomatJcbinC) villaggio. 

3) Klein BrufcbwitZy villaggio. 

4) Una porzione del villaggio Langenvriefe . 

3. Le Fattorie del Principe di Wtirtenberg , àxBockfcbn* 
tt y con una Chiefa Luterana , di Dolerle con una Ghie- 
fa Luterarfa, Karlsburg> detto altre volte Neuhans , e di 
Spatitz . 

4. Wilbelminenott , altre volte Brefewitz, è la Sede d'una 
Balia del Principe. 

5. Vielguty cartello, e villaggio fui fiume VPcyda , la 
Sede d'un' altra Balìa del Principe. 

6. Friederifcbsfeld , altre volte Hundsfeld , e da' Polac- 
chi detta Pfiepole , città piccola , aperta , poco diftante dal 
fiume Weyda, con una Chiefa Cattolica, appartiene al 
Convento di S. Vincenzio di Bresiau . Ebbe il nome di 
Hundsfeld fino al 1743 , nel qual anno dall' Abate di S. 
Vincenzio le fu dato il nome di Fricderichsfeld in onere 
del Re Federigo IL, che nella vicinanza di quefta città 
ebbe un accampamento . Nel 1750 quando il Re colla 
maggior parte della fua comitiva vi pernottava, abbru- 
ciarono 7 cafe j tra le quali anco quella ove il Re era al- 
loggiato. 

7. WildfcbntZ) o Wldfcben , villaggio, ove nel 1683 fu- 
rono fcavate molte urne fepolcralr. 

8. Skarfine villaggio, nella cui vicinanza v'è una for- 
gente d'acque acidule con una Chiefa Luterana. 

9. Al Vefcovo di Breslavia appartengono i (éguenti vil- 
laggi y Kapfdorfy Grof- , e Klein-Zòling . 

10. Del Capitolo Cattedrale fono i villaggi Peterwitz % 
con una Chiefa Luterana, Bifcbkowìtz^ Klein- Bifci 



IL 7/ Circo/o di Btrnftadt , 

comprende 

I. Bernfladty negli antichi documenti Btrolftadt , città 
principale del Circolo, fui fiume Weyda, con un cartello 
del Principe, e con una Chiefa Luterana, e Scuola Du- 
cale . Abbruciò interamente nel 1603 , e xó^q, e nel 
276? fu parimente molto danneggiata dal fuoco. 

V a i.Jx- 



Digitized by Google 



3o8 IL DUCATO DI SILESIA. 

2. Julinsburg , città piccola aperta con un cartello , e 
con una Chiefa, e Scuola Luterana . Fu in altri tempi 
villaggio Nobile di nome Dreske , che comprò il Duca 
Silvio, e lo dichiarò città nel 1663. 

3. feflenberg, città aperta con un cartello , e con una 
Chiefa, e Scuola Luterana . Silvio la compro nel \6j6 
da' Signori di Kòkritz . Di prefente appartiene al Conte 
di Reichenbach , pofleffore Ereditario della Baronia di 
Gofchutz . 

4. La Signoria di Medzìbor , fituata ne* confini della 
Polonia. Il Duca Carlo III. diOels la comprò nel 1599 
dal Nobile Polacco Lefchinsky di Lefchnow con tutti i 
diritti e privilegi . 

a) Medzìbor , Aiittellvraìd , città piccola aperta , con una 
cafa del Principe , c con una Chiefa , e Scuola Luterana. 

2) Offen, con una Tenuta della Camera del Principe, 
Klenovr, PaWelau , Kcncbcn , e altri villaggi. 

5. Il Diftretto di rfc beffe ben , è dei Capitolo Cattedra- 
le di Breslavia, e oltre rfebefeben comprende alcuni altri 
villaggi, 

HI. // Circo/o di Trcbnif^y 

comprende ^ 

1. TrebnitZ) città principale del Circolo, aperta , con 
una Chiefa parrocchiale Luterana; appartiene alla vicina 
Badìa di Monache Cirtercienfì, fondata nel 1203 dal Du- 
ca Enrico il Barbato. Erta pofliede in ipoteca il cartello 
Reale di Schwiebus . E' anco padrone de'villaggj , Fave- 
lati , Britzen , Domnowitz , Weigfdorf, o Weigelfdorj \ Kun- 
zendorf , e Hennerfdorf , de' quali i 3 ultimi villaggi fon 
fituati nel Principato di Munfterberg. 

2. Stropperiy città Nobile piccola con una Chiefa par- 
rocchiale, e Scuola Luterana. 

3. Werfinoave , villaggio poco dittante da' confini del 
Principato di Wolau. *- 

4. Il Vefcovo di Breslavia in quefto Circolo pofliede ; 
I) Zirkwitz, borgo: 

l) I villaggi Klein-Zancbe , Kkin-Scbvreinern , Kozerka, Kle- 
i+Totfcken , Pirbifcbau, Bnrgwitz^ Stanifcben, e altri. • 

5.1 



Digitized by Google 



OBLS, £ SERNSTADT. 3C£ 
5. I Beni) t villaggj Nobili , Elgnt y Kafcbnere , Grc^ 
Krotfchen , Leipe , Jagot [ch'Ut z , Minitz , Grqjj- , e Xlein-Mn- 
ritfchy Ptflefchaiiy Grcjfi Peter ri tz, Per[chtitz, Scblanowitz, 
Striefe, Wilkawa ce. 

6*. Afajfel) Sede Gentilizia , e villaggio cònChiefa par- 
rocchiale , alla cui eftremirà Occidentale v' è il monte 
detto Tòppelberg, che anticamente fu un luogo difepol- 
tura per li Gentili; perciò ti fono molte urne, ed altre 
limili cofe, deferitte nella Maslografia di Hermann. Quc* 
ila fepoltura degli antichi Gentili fu la prima a fcuoprir- x 
fi nella Silcfia . 

IV. Il Ch'co/o di Conftaàt • 

E' divifo dagli altri Circoli , mediante il Circolo di 
Namslau del Principato di Breslau, e fi governa infieme 
co' Circoli di Krcutzburg , e Pitfehen del Principato di 
Brreg, da un folo Magistrato provinciale; comprende 

j. Conftadt, e Kunftadt , città piccola aperta con una 
Chiefa , e Scuola Luterana , appartiene a' Conti di Po- 
fadwsky , che vi hanno la Sede gentilizia . 

2. I Beni , e villaggi Nobili , Deutfcb-WUrbitz , Sitnme- 
nany con Gliele Luterane, Wnnàfcbìktz , e Skalmg . 

c. IL PRINCIPATO di SAGAN. 

$. J. Il Principato di Sagan da. Levante confina col 
Principato di Glogau, da Mezzodì, e Ponente colla Lu- 
fazia, e col Ducato di Croflcn > da Settentrione coll'i- 
itefTo Ducato. 

§. 2. Quivi fono dc'vafti bofehi , delle buone cacce, 
molte miniere, e fucine di ferro. II fiume Qucis traver- 
sa la lunghezza del Principato da Mezzodì verfo Setten- 
trione , e vi receve i fiumi Bobcr > Tfchcma , e Briefnitz. 
Il fiume Neìfli feorre per un piccol traao del Circolo di 
Priebus. ) 

$. 3. Il Principato comprende 3 città , ed un borgo. 
Da principio fu nnito al Principato di Glogau: (veg«afi 
la fua Storia nel detto Principato ) quando però i figli* 

V .) uoli 

• 

Digitized by Google 



5 IO IL DUCATO DI SJLESIÀ . 

uoli del Duca Enrico Vili, dopo la morte del padre , 

accaduta nel J395 > fi iì ^ T0 tra loro ' lì P aterno reta ?~ 
gio, al Duca Giovanni toccò Sagan, che divenne un di- 
pinto Principato , che al Principe ne dava il nome . Il 
fuo figlio Giovanni IL nel 1473 col confenfo dei Re 
Mattia , lo vendè a Emetto Principe Elettore di Saffonia 
per la Comma di 55000 zecchini , il quale lo diede al 
fuo fratello Duca Alberto , a cui per ordine vi fuccefle- 
ro i fuoi figli Giorgio ed Enrico , ed a quefto ultimo 1 
Cuoi figli Maurizio e Augufto. Quando Maurizio fu tat- 
to Elettore di Sartòria , egli nel 1549 <*dè all'Impera, 
tore Ferdinando I,U Principato di Sagan, il quale neli55J 

10 diede in ipoteca al Margravio Giorgio di Brandenburgo, 
infieme colle Signorie di Sorti* , Tribel , e FrWUjjd, 
Qiicfta inoteca nel 1558 cadde fotto il Dominio di Bai- 
daffarre di Promnttz Vefcovo di Breslavia, e dog) lafua 
morte il Principato ritornò lotto la Corona di Boemia, 

11 Re Ferdinanda IL nel 1628 lo diede al fuo Genera- 
le Alberto di Wallenftcin , e lo riunì alla Corona d% 
Boemia, dopo che il detto Generale fu trucidato. Car- 
lo Ferdinando III. nei 1646 lo vende a Wenceslao Eu- 
febio Principe di Lobkowitz, la cui polenta, ne hai ab 

mal poffeffo , _ 

§. 4. Il Principe di Lobkowit? , come Duca di Sagan 
porta nelle fue Armi un Angelo con una vette d'oro in 
campo rodò . Egli nella città di Sagan ha il fuo Gover- 
no , e il fuo Tribunale di provincia , il Conciftoro , la 
Camera delle Finanze, ed il Giudizio Aulico. Del rima- 
nente il Principato è fubordinato al Supremo Governa 
Regio , ed alla Camera di guerra , C de' Dominj Reali 

di Giocati. tm . r 

§. 5. Il Principato e compofto di 3 Circoli a cui (o, 

printende un fol Magiftrato di provincia , 

l. Jl Circolo di Sugati, 
contiene 

j. Sagan, città capitale del Circolo, e del Principato, 
' fili fiume Bober , in una contrada amena , colla Refidcn-, 

za 



Digitized by Google 



S A C A N . 311 

za del Principe . Vi fi riirovano una Chiefa Cattolica 
della Badia de' Canonici Regolari di S. Agoftino , una 
Scuola fondata net 1 763 dall' Abate Giovanni Ignazio di 
Felbiger, un Collegio de'Qefuiti, come pure una Chiefa 
e Scuola Luterana , per la cui permiflGone fu pagata ali' 
Imperator la fomma di 50000 fiorini in prellito , ( che 
ragguagliano a circa 1*350 Zecchini Veneziani) colla 
fomma di 10000 fiorini di regalo ( cioè di circa 2270 
Zecchini Veneziani). Al Commiflariato Vefcovile di que- 
fta città è fottopofto la fola Arcipretura di queft' ifteflà 
città. Abbruciò nel 1 35 1 , 69, 1472, 86, e fu molto 
danneggiata dal fuoco nel 1677 , e maggiormente nel 
j68S, e 1730. Nelle fue vicinanze fi trovano molte fu- 
cine di ferro; quella di Nerbata appartiene alla città , co- 
me pure la fucina di rame, fituara ne'fuoi contorni, 

2. I villaggi di BriefnitZy e Scbonborn appartengono al- 
la Badìa di Sagan. 

3. I beni , c villaggi Nobili , Dittcrsb«cb y Bifenberg , 
Herzogfvvalde , Ktinzsndorf, con 2 cartelli, KUfper , Peter- 
fdprf, RUckerfdorf, con una Chiefa Luterana . 

4. Hertvvigfvvaldc , Wacbfdarf> e Witgenàorf fon poffef- 
fioni, e villaggi della città di Sprottau ; una parte de' due 
primi è del Conte di Schafgotfch. Il primo, e terzo fo- 
410 forniti di Chiefe Luterane v 

Il lì Circolo di Priebus 

< 

E' il più grande, c contiene 

ti Priebiis, città principale del Circolo, fui fiume Neyf- 
fe, con una Chiefa Cattolica, e con un' ultrz Luterana; 
abbruciò per la maggior parte nel 1597, e nel J612 fu 
tutta incenerita . * 

2. Hurtmcknsàwf , villaggio, e pofieiTjone della Camera 
del Principe, 

3. Freyvvalde , borgo, e Sede gentilizia, 

4. Gràfenbayn, villaggio della Badia di Sagan. 

5. Tfcbirndorf , villaggio fui fiume Tfcherna, ebbe in 
altri tempi una cafa di diporto del Principe, ove nel 1547 
i Duchi di Saflbnia Augnilo , e Maurizio fycfte volte ve- 

V 4 nU 



Digitized by Google 



3 12 IL DUCATO DI SILtSIA . 

ni vano per diporto in occafionc d'andar a caccia. 

6. 1 villaggi, e beni Nobili di £nbran , Hanfdorf , Pe- 
chern , Gr off- Peter fdorf ec. 

7. I villaggi di Cromi.™ , Jamlitz , Tfcbernitz , Lieskati, 
c Bloijcbdorf, fon circondati dal Territorio della Lufazia. 

III. 7/ Gircolo di NitumbuYg 

Ch' è il più piccolo, comprende 

1. Naumburg , col foprannome /W Bober , città princi- 
pale del Circolo, piccola, e aperta, con una Chiefa Cat- 
tolica , e con un' altra Luterana appartiene a' Signori di 
Promnitz Conti dell' Impero. La vicina Propoli tura , che 
amminiftra la Chiefa parrocchiale, è fottopofta alla Ba- 
dia di Sagan; eflfa poilìcde i villaggi Reichenbach, Neu- 
wald ec. 

a. I villaggi della Cafa di Promnitz , jilt-KIepen, Xo- 
fel r Ktmzendorf, Scboneicbe , Tbenren^ T [ch'ir ke > e la fatto- 
ria detta Eicbvorvverk. 

d. IL PRINCIPATO di MÙNSTLRBERG. 

$. 1. Il Principato di Munftcrbcrg è circondato da'Prin- 
cipati di SchWeidnitz, Brieg, e Nejflfe, e dalla Contea 
di Glatz. 

§. 2. E' fornito d'un terreno fertile di diverfe biade, 
di lino, canapa, legname, e ne* contorni di Munfterberg 
di Luppolo. Il beftiame bovino, e pecorino è parimente 
in ottimo flato . Il paefe da Ponente e Mezzodì , o fia 
dalla parte della Contea di Glatz, è coperto di monta- 
gne, perchè vi terminano i monti di Boemia , e vi rico- 
minciano i monti di Moravia . Qiiefti comprendono i mon- 
ti di Reicbenjìein , che fon compofti del così detto sffino 
d 1 oro , del Kunberg , Himmelberg , Scbolzenberg , Dracben- 
berg, o Ci* Klang 9 e Huttenberg, Il fiume Oblau^ di cui 
una delle forgenti fi ritrova in poca diftanza de' confini 
di Munfterberg nel Principato di Neyfle ; e 1' altra nel 
prefente Principato di là da Neu- Altmanfdorf , in quello 
di Brieg. Il fiume NnlJe^ che viene dalla Contea di Gla- 
tz , 



Digitized Google 



MUNSTERBERG. 313 

U, traverfa la larghezza del Circolo di Frankenftein; e 
poi s' inoltra nel Principato di Neyfle . 

§. 3. Il Principato contiene 3 città , ed un borgo. I 
fuoi primi Principi eran della ftirpe de' Duchi di Schwe- 
idnitz (veggafi la Storia del Principato di Schweidnitz ). 
Quando Boleslao I. figlio di Boleslao il Calvo col fuo 
fratello Enrico V. fece la divifione del paterno retaggio, 
egli ebbe il Principato di Miinfterberg , e diede principio 
a una Linea diftinta . Il fuo fratello minore Boleslao IL 
rifedè a Miinfterberg, e nel 1341 diede in pegno Fran- 
kenftein a Carlo Principe Reale. Gli fuccelTe il fuo figlio 
Niccola il Piccolo, che vendè Frankenftein al Re Carlo 
IV. A Niccola fuccelTe il fuo figlio Boleslao IV. e que- 
lli ebbe i fuoi figlj Giovanni ed Enrico per fucceflòri . 
Enrico morì prima di Giovanni, il quale peri nel 1429» 
ed in confeguenza di ciò il Principato di Miinfterberg fu 
riunito alla Corona di Boemia , che nel 1443 ne diede 
V inveftitura al Duca Willclmo di Troppau , a cui per 
via di retaggio fuccedè il fuo fratello* Quando però que- 
lli nel J454 morì lenza prole mafehia» il Principato ri- 
tornò fotto la Corona di Boemia, ed il Re Giorgio Po- 
diebrad lo diede a' fuoi figliuoli . Nella Divifione , che 
elfi ne fecero, al maggiore di nome Enrico toccò Miin- 
fterberg, Glatz, con alcune poflelfioni in Boemia; e do- 
po la fua morte il fuo figlio Carlo L ne fu crede , il 
quale ereditò anche Oels. I figliuoli di quello Principe, 
Enrico IL e Giorgio IL nel 1542 impegnarono Miinfter- 
berg al Duca Federigo IL di Lignitz, ed Enrico III. di 
Oels, e Carlo HI. figliuoli di Enrico IL venderono i Beni 
Camerali agli Stati di Miinfterberg , i quali poi inficine con 
tutto il Principato fi fottopofero all' Impera tor Maflimi- 
liano come Re di Boemia ; di modo che la linea de* 
Principi di Miinfterberg 3 che fiorì fin al 1647, non eb- 
be altro di quello Principato , che il Titolo e 1* Armi . 
Nel 1653 rimperator Ferdinando diede l' inveftitura del 
Principato, e del Circolo di Frankenftein al nuovo Prin- 
cipe deir Impero Giovanni Weichardo di Auersberg , la 
cui pofterità ne ha ancora i^ portello. 

§, 4. L Armi del Duca di Aiiìnjìerberg , c Frankenftein 

re- 



Digitized by Google 



3 14 ,L DUCATO DI S1LE5IA. 

relativamente a Miinfterberg conlìftono in un'Aquila ne- 
ra divifa per la fua lunghezza in una ftrifeia rofla , che 
porta fui petto una mezza lima, coll'eftremità rivolte all' 
in su, in un campo mezzo d'oro , e mezzo d'argento; 
C riguardo a Frankenftein in un leone d'argento incoro- 
nato, a due code, in campo rofjj , Il Duca ha il Tuo 
proprio Governo, il fuo Collegio provinciale, il Tuo Tri- 
bunale Aulico , e la fua Camera di Finanze . Pel rima- 
nente il Principato è fubordinato al Supremo Governo 
Regio, ed alla Camera di guerra, e de'Dominj Realidi 
JJreslavia . 

5, H Principato e divrfo in 2 Circoli, 

\. Jl Circolo di Mutifterbcrg. 

comprende 

1 

j. Miinfterbergy in lingua Polacca Sambicc , città prin- 
cipale del Circolo , e del Principato , fituata fui fiume 
OhJau , contiene un antico Palazzo de* Principi , unaQiie- 
fa Cattolica con un'altra di S. Pietro e Paolo, che co- 
me Commenda appartiene a' Cavalieri della Croce colla 
ftella rofla di Breslavia , una Chiefa Luterana , ed un 
Oratorio de' Fratelli Boemi . I Cittadini ritraggono una 
gran parte del loro mantenimento dalla coltivazione de* 
luppoli, Nel 1678 la città fu molto danneggiata dal fuo- 
co. Una porzione del fobborgo, fpecialmente quella che 
chiamafi Ohlaugut, appartiene alla Badia di Hearichau, 
ed un'altra piccola porzione alla Commenda di S. Mat- 
tia di Breslavia , La città e padrona del villaggio Ztipe ì 
ove fcavafi della buona argilla. 

2. BerrwaUe , Beerdorf, e H€HrAltman[dorf y fon Tenute 
della Camera Ducale . 

3. HenricbAH , Badia dell' Ordine Ciftcrcienfe con un 
Abate mitrato , è funata fui fiume Ohlau. Fu fondata 
nèl 1222 da un certo Gentiluomo Niccola , Segretario, 
e Cancelliere del Duca Enrico Barharo, che le diede la 
denominazione del fuo padrone, da cui la fondazione fu 
confermata, e perciò chiamafi Badia Ducale. 

La Badia poflìede 



% 



Digitized by Google 




MUNSTERBHRG, 315 

3) Kloflerbof 

2) I villaggi di Alt - Henrlcbdlf , Barzdorf, Bernfdorf , 
Crajjvritz , Pobrifchau , Fromfdorf\ Kretkau, Mofcbvritz , 
Nenbof, Oblgut , Polnifcb-Peterwitz, Ràtz y Reimann , 
/c£, Tafcbenberg , Wefcntbal , Wlvritz , Zetfeiwitz y ZmkwìtZ f 

3) La Signoria di Scbón-J obnfdorf . 

4) Tópplivroda, o Teppelwode , borgo Nobile full' influen- 
te Lau, con una Chicfa Luterana. La fu* denominazio- 
ne infegna che in altri tempi ri fu una fonte d'acqua 
calda , 

IL // Circolo dì Frankcnftzin 

comprende 

1. Frankenflein, città principale del Circolo fuH'influen- 
te Paufabacji , contiene un cartello Ducale, una Chiefa 
parrocchiale Cattolica, un Convento de' Domenicani col- 
la fua Chiefa , e la Sede dei Governo de* Principi . Ab- 
bruciò quafi tutta nel 10 \% . Il Tuo Magiltrato pofliède 
una porzione della piccola città di Martha, come pure i\ 
villaggio, e la Tenuta di Olberfdorf. 

2. Camenz , Badia dell'Ordine Cifterctenfe , poco di» 
ftante dal fiume Neyflè . Da principio fu un cartello, che 
nel fecojo XIII. fu dato a* Canonici Regolari di S. Ago- 
ftino, e del 1240 a 1 Monaci Cirtercienfi , a* quali appar» 
tiene la maggior parte del Circolo, cioè 

1) Una porziqne della piccola città di Camenz. 

2) Una parte de 1 villaggi Alt-Altmanfdorf e Baumgar^ 
fen , ove nel 1741 accadde una fiera fcaramuccia tra' 
Dragoni Pruflìani, e gli Ufferj Auftriaci colla peggio de- 
gli ultimi, 

3) I villaggi, Ober- e Unttr-Aiche o Eicbau, Baitzén ^ 
Banati , Dorndorf, Durnhart , Folmerfdorf , Giericbfvraldc f 
GrochwitZt GrnnaHj Haagts , Hetnricbfvralde , fiennerfdorf , 
Jobnsbacb , Laubnitz , Meij'ridfdorj\ Groff Nojjen del Circolo 
di Munfterberg , Paulwitz , fielz , Reicbenan , S$blottendorf x 
Wolmfdorf. 

3. Wartba, città aperta, piccola in mezzo a montagne 
alte, fui fiume NeylTe, la cui Chicfa parrocchiale, e la 

Gap- 



1 



Digitized by Google 



3I<5 IL DUCATO DI SI LESI A . 

Cappella fituata in una pendice , nella Fella della Pen- 
tecoite vien vifitara dagli abitanti circonvicini . Parte ap- 
partiene alla Badia di Camenz, che vi ha una Propoli- 
tura , parte al Magiiìrato delia città di Frankenstein , a 
cui pervengono fpecialmente le gabelle , e che perciò ha 
l'obbligo di mantener il ponte, per cui fi pafla il fiume 
Neyfle . 

4. I villaggi Frankenbcrg , Peterlritz. , e Protzen fono 
della Collegiata di S* Croce della contrada di Breslavia , 
che chiama fi Sandinfel . 

^ 5. I villaggi e Beni Nobili , Caubhz , Gierfcbdorf , o 
Gerfcbdorf, KUntfcb , Lamperfdorf con Quickciidorf > RauJ- 
nitz , Rojfenbxcby Scbonbeide, Scbrcpfdorf, Stolz; il quarto, 
quinto, fettimo, e decimo hanno Chiefe Luterane. 

6. I villaggi, Scbonvràldc , Herzogjfraide , e Groff- Belmf- 
dorfy appartengono alla Badia di Hcnrichau. 

e. IL PRINCIPATO di TRACHEN'BERG , 

« 

Il Principato di Tracbenberg, o Dtacbenberg fi trova me- 
glio difegnato nella Carta del Principato d' Oels . Da Po*/ 
nente confina col Principato di Violati, da Mezzodì col 
Circolo di Trcbnitz del Principato di Ocls, da Levante 
colla Baronia di Militfch, e collo Stato minore diSulau, 
da Settentrione colla Polonia . Il terreno vi è alquanto 
arenofo, non manca però d'clfer fertiliflìmo di varie for- 
ti di grano. Il belìiame vi è in ottimo flato, ed i bof* 
chi ancora. Alcune pefchiere fono ivi tanto grandi, che 
potrebbero chiamarli laghi. Il paefe è traverfato dal fiu- 
me Bartfcby che prima d'entrar nel Principato di Wolau 
li dirama in due braccia . Da principio quello paefe fu 
una porzione del Principato d'Ocls; poi fu pofTeduto da* 
Baroni di Kurzbach come Baronia, il primo de* quali fu 
Giovanni, che eh ia molli Signore di Trachenberg , e Mi- 
litfch , e-vifle circa 1' anno 1480. Quella cafa s'eftinfe 
in Envico III. e la Baronia di Trachenberg pafsò fotto 
il Dominio de' Baroni di Schafgotfch, non lo fe per mez- 
zo di compra , o di eredità , i quali già nel j6oo ne 
erano in polfefTo, Nel 16*35 dopo * a morte ài Giovanni 



Digitized by Google 



TR ACHENBERG. 317 

Ulderico Barone di Schafgotfch, la Real Camera di Silefia 
fi mife in portello di quella Baronia, e nel 1641 il Re 
Ferdinando III. la donò a Melchiorre Conte di Hatzfeld, 
e Gleichen, e nel 16*48 ne confermò la donazione. La 
Vedova di Enrico Conte di Hatzfeld nel 1698 comprò 
la città di Braufnitz con 13 villaggi , porzione , che ap- 
parteneva al Barone Bertramo di Ncneirode , ertendonc 
divenuto padrone nel 1681 per mezzo di fua Contorte , 
Cornetta di Hatzfeld . Nel 1741 il Conte Francefco Fi- 
lippo Adriano di Hatzfeld, e Gleichen dal Re Federigo 
IL fu innalzato alla dignità di Principe , e la fua Baro- 
nia fu dichiarata Principato , e nel 1748 dall'Imperato- 
re ottenne parimente il Carattere di Principe dell'Impe- 
ro . Il Pofleflore di quello Principato chiamafi Principe 
nella Silefia di Tracbenberg, e Prau[nitz\ e bielle armi por- 
ta T aquila nera Silefiana , che ha fui petto una mezza 
luna d' argento . Il Principe ha il fuo proprio Governo . 
E* però fubordinato al Supremo Governo Regio, edalla 
Camera di guerra , e de' Dominj Reali di Brcslavia . Nel 
1759 il Principato fu molto danneggiato dalle truppe leg- 
giere di Ruflia. I luoghi più notabili fono: 

t. Tracbenberg , lat. Dracomontium , città capitale del 
Principato, fituata fui fiume Bnrt(ch y Contiene un cartel- 
lo di Rertdenza del Principe , cinto da un braccio del 
fiume Bartfch, una Chiefa Cattolica, ed un'altra Lute- 
rana. Nel 1702 abbruciò per la metà . 

2. Pranfnitz , città con un cartèllo , con una Chiefa 
Cattolica, ed un'altra Luterana. Nel 1432 fu bruciata 
dagli Urtiti, e nel 1452, 1510 , e 1529 abbruciò quafi 
interamente . 

3. I villaggi del Principe fon 29 di numero, de* quali 
il più notabile è Powitzko . Nella Tenuta Camerale di 
GrofT-Bargen v'è una Chiefa Luterana. - 

4. GrofJ'flrenz , villaggio con un Convento de' Carmeli- 
tani . 

5. I villaggi, e beni Nobili, Klein-Strenz , Exati , P/n- 
xen, Lobfcbiitz ec. 



< 



Digitized by Google 



Jl8 IL DUCATO DI SILESIÀ. 

r » 

£ IL PRINCIPATO di CAROLATH. 

Il Principato di Carolath è tutto circondato da' Circo- 
li di Globali , Frcyftadt > e Grunbcrg del Principato di 
Glogau . Fu da principio Signoria , col nome di Carolath, 
e Beriberi) o fia kieder- Beuthen, che nel fecolo XV L era 
de' Signori di GJaubitz, che la venderono a Fabiano pii- 
mo Barone di Sehóneich . Nel 1 697 1' Imperator Leopol- 
do innalzò quefla Signoria al Carattere di Baronia, e or- 
dinò, che il pofieflorc delia medefima ( ch'era allora Gio- 
vanni Giorgio Barone di Schoneich) avelie il rango im- 
mediatamente dopo il padrone di Trachenberg , che in 
quel tempo era Baronia , e che il rango tra ciTo , ed il 
pofleflòre delibi Baronia di Beuthen della Silefìa Alta d' 
anno in anno fofle vicendevole . Dall' ifteflo Imperatore 
il mentovato Barone Giovanni Giorgio di Sehóneich nel 
1700 fu dichiarato Conte dell'Impero , ed il figlio di 
quello nel 1741 dal Re Federigo Il.fu innalzato al Ca- 
rattere di Principe di Carolath, e la iiia Baronia fu di- 
chiarata Principato: nel 1742 fu data al Principe anche 
la dignità di Supremo Prefidente perpetuo neir Aflemblea 
de' Principi del Ducato di Silefìa. , 

V Armi del Principe di Carolath, Conte del Sac, Romano 
Impero di Sehóneich , (o Scbònaicb), Barone di Beuthen ìc* 
confiftono in uno feudo inquartato, con un'altro in mez- 
zo; nel primo, e quarto campo d'oro v'è un'aquila ne- 
ra coronata, volante; e nel lecondo, e terzo campo rof- 
fo v* è un leone d' oro rampante coronato , colla coda 
fpartita, e ritorta, che nella zampa delira tiene una fpa- 
da sfoderata . , Nello feudo di mezzo d' oro incoronato , 
Si' è una ghirlanda , adorna di 8 naftn rodi , e gialli , 
fvolazzanti , e di 4 foglie di quercia * L'Armi fon coper- 
te col Diadema Principefco * Il Principe ha il fuo Go- 
verno a Carolath; ed a Beuthen vi è ir Tribunale Au- 
lico, e de' Cittadini . Del rimanente il Principato è fu- 
bordinato al Supremo Governo Regio , ed alla Camera 
di guerra , e de' Dominj Reali di Glogau . Comprende 

1. Carolath, o Carlath > caftello di Refidenza dei Prin- 
cipe, 



Digitized by Google 



CÀKÒLÀ.TH. J J£ 

clpc , fituato in un monticello full' Oderà • Nel borgo, 
eh' è a piè del raedcfimo, c'è un Oratorio Luterano. 

2. Bentben> o hieder-Beuthen^ Bythonia , Bethania, cit- 
tà fui fiume Oderà, con una Chiefa parrocchiale Catto- 
lica, ed un'altra Luterana. Il cartello che vi fu, è fia- 
to diftrutto » Giorgio Barone di Schoneich nel 1609 vi 
fondò un Ginnafio, che però non efifte più» 

3. Le fattorie, i villaggi, e luoghi del Principe, .^w*. 
lienbofy Aufhalt , Alt-c Ken-BiUve y Biche , Alt-t heu-Gro» 
cbwltz , con una Chiefa Luterana > Hobcnborau , Hammcr» 
vorwerk , Karlsbtrg , Landskrone > Lippen , Reinberg , Rofcn* 
tbal 7 Scboneicb, Polnifcb-Tatnau , nella cui vicinanza v' C 
la fattoria di Tarne ) Vcrfail. 

7*re Baronìe 

■ 

a. La BARONIA di WARTENBERG. 

I 

m 

§. 1. Si vede meglio repprefentata nella Carta del Prin- 
cipato di Oels . E' circondata da' Circoli di Bernftadt e 
Oels del Principato d'Oels, dal Circolo di Namslaii del 
Principato di Brcslau , dalla Baronia di Gofchutt, e dal- 
la Polonia * La fua maggiof lunghezza importa 55 e U 
maggior 1 larghezza più di 3 miglia Geografiche. £' la 
maggiore delk Baronie della Sikfia Balla * e la prima 
xli rango* » , 

~ $. i. Nel villaggio di Drotvr itz vi nafee il fiume Wey+> 
i/j, the è l'unico nella Bafonia. ElTa contiene 2 città, 
con 53 Villaggi) t Tenute. L' e fere i zio pubblico della Re- 
ligione Luterana vi ebbe princìpio nel 1552 , e oltre le 
Chiefe Luterane delle 2 città , ve n' erano 13 altre pel 
paefe, (ottopode al Soprintendente di Wartenberg. An- 
che quafi tutta la Nobiltà aderiva a quella Religione » 
Ma nel jò"$4 furono tolte a' Luterani tutte le Chiefe. 

§. 3. Wartenberg fu anticamente una porzione def 
Principato di Glogau, e poi del Principato d' Oels .(veg- 
gafi la Storia dì quefto Principato ) * Il Duca Corrado 
Vll.ofia il Bianco ne' Documenti del 1485, e 38 dna- 

maG 



Digitized by Google 



320 IL DUCATO DI SILfcSlÀ . 

. mafi nella Siiefia Duca di Oels , Wolau, Wartenberg 
ec. Nel 1490 il paefe di Wartenberg fu fiaccato da quel 
Principato , e come Signoria fu pofleduto prima da' Si- 
gnori di Haugwitz , poi da* Signori di Rofemhal e Pia- 
teli . Nel 1530 Giovacchino II. Barone di Malzan la 
comprò, e laìciò erede di cita il fuo figlio maggiore Gio- 
vanni Bernardo, la cui madre e tutrice, durante la fua 
minorennità , la vendè in due volte a Giorgio Willelmo 
di Braun e Ottendorf, talmente che la vendita dell'altra 
metà accadde nel 1571 , col confenfo dell' Imperatore . 
Giorgio Willelmo di Braun, figlio di Giorgio mentova- 
lo nel J589, la vendè ad Abramo Burgravio di Dolina, 
il primo padrone Cattolico , ed un gran perfecutore de' 
Luterani , che nel 1600 vi ftabilì il Jus primogenitura , 
ed il FideicommiJJUm perpetuar» f amili* , e la dichiarò ta- 
le nel 1606 , e per maggior ^chiarimento nel j 61 3 vi 
aggiunte un teftamento . Eilinta che fu nel 171 ila linea 
Silefiana de' Burgravi di Dorma, nel 171 3 per fentenza 
dell' AfTemblea de' Principi, e nel 1719 per fentenza uni- 
forme jàcW Imperatore, quella Baronia fu appropriata alla 
Linea Pruflìana de' detti Burgravj . Nel 1734 il Burgra- 
vio Alberto Criftoforo la vendè per la fomma di 370000 
Rifdalleri (cioè per 126100 Zecchini Veneziani incirca ) 
al Gran Ciamberlano della Corte Imperiale di Rutila , 
Conte Giovanni Emetto di Biron, che poi fu fatto Du- 
ca di Curlandia, il quale nel 1735 ne prefeT inverti tura 
a Vienna per mezzo d'un fuo Deputato . Quando però 
quello Duca nel 1740 cadde in difgrazia, l'Imperatrice 
della RulTia Anna donò quella Baronia al General Feld- 
marefcialio Burcardo Crittoforo Conte di Munnich , il 
quale ne diede l' amminiftrazione al fuo Genero Federigo 
Lodovico Conte di Solms e VPildenfelds , che a' 20 Gen- 
naio del 1741 arrivò in Wartenberg; dovendo però nel 
medefimo anno portarfi a Drefda . In qualità d' Amba- 
feiadore della Ruflia, il Conte Enrico Willelmo fuo pa- 
dre vi fubentrò Amminiftratore prò interim , e vi morì . 
Qiiando poi nel 1741 anche al Conte di Munnich toccò 
la forte d'eflcre cfiliato, il Re di PriuTia nel 1742 fece 
fequeftrare quefta Baronia per mezzo della Camera di 



)gle 



VARJEKI11 O. $IK 

guerra , c de* Domini Reali di Breslavia, dalla quale fu 
darà in affitto nel 174.3. In quello flato rimafero le co- 
le fino al 1762, nel qual anno il Duca di Curlandia , 
ed il General Feld-marefciallo Conte di Munnchen ricu- 
perarono ambedue la libertà , e mediante V Imperatrice 
Caterina IL s'accordarono, che il Marefciallo per fe, e 
per la Aia pofterità cederebbe in perpetuo ogni diritto , 
che potrebbe competergli fu quella Baronia , e che lave- 
rebbe al Duca tutti i titoli e documenti fcritti; la quai 
ceilione fu contraccambiata dal Duca , colla promeifa di 
25000 Talleri Alberimi (che fanno circa 11360 Zecchi, 
ni Veneziani ) . Il detto Marefciallo cede anco al Duca 
que' Beni , comprati da lui nel 1741 , per la fomma di 
30837 Riidalleri (cioè per la fomma di 105 10 Zecchini 
Veneziani), ed uniti dal medelìmo alla Baronia, che fo- 
no Ellguth, Repin, e altri; e riguardo a quelli Beni il 
Duca gli proniife di reftituirgli la detta fomma in Tal* 
Ieri Albertini , in maniera che un Tallero Albertino li 
valutane ~ meno d'un Rifdallero di Germania (cheven. 
nero ad eflère circa 41 100 Talleri Albertini, li quali am- 
montano a i86?o Zecchini Veneziani incirca ) . Per 1* 
accrefeimento del valore interno de 1 detti beni fin dal 
tempo della compra, il Duea promife al Marefciallo la 
fomma di 10000 Talleri Albertini , ( vale a dire 9090 
Zecchini Veneziani incirca ) ed un' altra fomma di 1 2000 
Talleri dell' illeffa moneta ( cioè incirca J450 Zecchini 
Veneziani), per aver ceduto alle pretenfioni, che il Ma- 
refciallo avea fulle rendite della Baronia fin dall' anno 
1741 . Dopo che fu fatto quello accordo, il Re diPruf- 
fia nel 1764 rettimi il polTeflò della Baronia al Duca di 
Curlandia • 

§. 4. Il poflèflbre della Baronia chiamafi Barone di SU 
lefia . Signore Ereditario di Wartenberg r e Bralin. 

5. Riguardo alle Rendite di quella Baronia, 11 no- 
ti , che Abramo Burgravio di Donna nello fchia ri mento 
del FidecommilTo fatto nel 1606 , dice , che Warten- 
berg, Bralin, e Gofchutz, oltre le fpefe neceflarie, ren- 
dono annualmente un avanzo di 2* in 24000 Rifdalleri 
( cioè di circa 7500 in 8 i 80 Zecchini Veneziani )• 12U 
Nm*. XXX JK X Ilei- 

« . > 

Digitized by Google 



IL DUCATO DI SILKSIÀy 

flcflb Burgravio nel fuo Teftamento dei 1613 f <?ice, che 
dopo la compra di Gofchutz, e dopo V unione fatta di 
quefto paefe colla Boemia , e dopo molti miglioramenti 
fattivi, le rendite della medefìma li fiano accrefeiute di 
10000 Rifd, In appreffo il paefe di Gofchutz fu fiaccato 
dalla Baronia . 

§. 6. E' iubordinato al Supremo Governo Regio , ed 
alla Camera di guerra, c de* Dominj Reali di Breslau . 
Si notino: 

j. Wartenbergi Polnifch Wartenierg y 2Lmic&xl'\eùteSzycbow 9 
città capitale, fit uata in una valle amena , comporta di 
circa ìyo cafe, che fu però molto più grande, come fi 
dimoftra dall' abbruciamento del 1444, cnc confutilo 5 80 
cale. Fu poi ridotta in un recinto più ftretto, e fu cir- 
condata d'un muro, baluardo, e follò, U nuovo cartel- 
lo de* Baroni comprefo dentro le mura della città, Ster- 
minato nel 1736. Colla permiflìone dell' Imperator Car- 
io VI. ottenuta nel 1754 * Ernefto Giovanni Conte di 
Biron fece fabbricar una Cappella Luterana accanto al 
cartello, che fu confettata nel 1736*, e nel 1740 fu di- 
chiarata Chiefa pubblica dal Re Federfèo IL ove fi fa 
il fervizio Divino in lingua Tedefca, e Polacca. La Chic - 
fa della città è de' Cattolici Romani * I Calvinifti nel 
1743 ottennero la permiiTtone di coftruirvi un Oratorio. 
Oltre r abbruciamento di fopra mentovato, la città ne 
ha (offerti degli altri, nel 1554, 1616 , e 1637 abbru- 
ciò quafi tutu, e nel J742 il fuoco vi confumò 84 ca- 
fe . La città pofliede le Tenute di Wiashe , o fia Pavelke, 
e Grtmbofy come pure Klein KofeL 

2. Bralin^ città piccola aperta, Con un cartello , e una 
♦Chiefa parrocchiale Cattòlica . 

3. Fridencbftabor , poco dittante da Wartenbcrg, eZ#/- 
ka fon villaggi piantati, e abitati da' Boemi Luterani* 

4. I villaggi, e beni Camerali di Afecbaa , Merzdorf , 
Difteivritz , Mtn^fcbUtz , Scbernin , Ttembatfckau , Henàorf , 
TUrkvitz, Cofel, ScbUupe , Scbltufe . 

5. I villaggi, e beni Nobili Drolmtz s SchonvrsU, Su* 
in, Girnfiorf) Delberfdorfì Itngendorf, tofolkndorft Qbér-, 
e Niidcr-Stradum ìc. 



Digitized by Google 



MILITSCH, JIJ 

| b. LA BARONIA di MILirSCH 

J. j. E' meglio repprefentata nella Carta del Principa- 
to di Ojìs . La circondano i Principati di Ocls, c Tra- N 
chenberg , e la Polonia . In akri tempi fu molto mag- 
giore, che dopo eflèr ftata Smembrata per via di divido- 
ne, e vendita, onde ne fon nate quattro Signorie. Vi fi 
ritrovano dc'boichi eccellenti, e delle fonderie di pece. 

§. z. Ne' tempi antichfflimi erta appartenne a' Duchi di 
Bre$lavia, e di Lignitz. Quando però nel 1293 il Duca - 
Enrico V. o fia il Graffo da Corrado Duca di Glogatt . 
fu fatto prigioniero, ed affai maltrattato, fi videcoftret- ' 
to a cedergli oltre alcuni altri paefi , anco il territorio 
di Miiitfch, per fuo riicatto, Nella divisone che fecero 
nel 13 11 i figlj di Enrico III, Nipoti di quel Corrado , 
il territorio di Miiitfch fu dato a Corrado I. Duca di 
Oels, il quale ne fofteone il pollèfTo, e nel 13*9 lofot- 
topofe come Feudo al Dominio Alto della Corona di 
Boemia, infieme col rimanente de' fuoi paefi . Indi a non 
poco quefto paefe paftò fotro il Dominio del Veftovado 
di Brcslavia , a cui/ benché lo togiieffe nel 1337 il Re 
Giovanni di Boemia , gli fu pure relHtuito nel 1341 . ; 
Ma il Vefcovado nel 1358 rivendè Miiitfch a Corrado 
I. Duca di Oels 3 la cui pofterità n'è rimafla in poffcil'o 
fino alla fua eftinzione, accaduta nel 1492, nel qua! an- 
no fu riunito alla Corona di Boemia. Quella nei 1498 
ne diede V inveiti tura a Sigifmondo Barone di Kurzbach 
in Trachenberg , e nel 15 1 4 lo dichiarò paefe ereditario 
nella cafa del medelimo. Da quella cafa di Kurzbach la ' 
Baronia di Miiitfch nel J590 pafsò nella cafa di Gio- 
vacctìno III. Barone di Majzan in Wartenberg a ca- 
gion della fua Conforte Eva di Lobko^itz, la cui Ma- 
dre Anna fu figlia di Enrico Barone di Kurzbach . Nel 
1595 k Signorie di Sulau , c Miiitfch furono fiaccate , 
e vendute ad Ottone Burgravio di Dohna . Dopo la fila 
morte accaduta pel 1625,. il fuo figMo maggiori Giovac- 
chino IV, a tenore del Gius di priojcgeai tur* , introdot- 
to , e confermato cLdi' Imperatore , ebbe la Baronia di 

X 2 Mi. 

% 

■ 

Digitized by Google 



324 IL DUCATO DI SiLUlA . 

Militfch in tutta la fua prefente eftenaone , ed al fecon- 
dogenito Giovanni Bernardo toccò Ja Signoria, di Neuf- 
chloff, diftaccata dalla detta Baronia , ed il terzogenito 
Willelnfto diventò padrone deJIa Signoria di Freyhan, 
parimente fmembrata . L' Imperator Leopoldo innalzò i 
Baroni Giovacchino WiJIelmo, e Niccola Andrea al Ca- 
rattere di Conti dell'Impero. Il primo prefe il Governo 
della Baronia di Militfch ; ma morendo nel 1722 fenza 
erede , la 1 afe io per tefta mento a Giovacchino Andrea 
Conte di Malzan, figlio minore del fuo fratello, lo che 
fu confermato dall' Imperatore come Regnante di Boe^ 
mia . 

$. 3» Il PofTefforc della Baronia chiamafi : del $. Row. 
Impero Conte di Malzan , Barone di Wartenberg, e Penzlin^ 
Barone di Stiefia , l erede delia Baronia di Militfch ^ Signo- 
re in Militfch) Freyhan y Gro/fPetervritz , Pinken 1 e Prof* 
kovra ec* Egli ha il fuo proprio Governo, ed il fuo Tri- 
bunale Aulico, e di Provincia. E' fubordinata la Baronia 
al Supremo Governo Regio, ed alla Camera di guerra 5 
e de' Dominj Reali di Breslavia* 

§. 4. 1 luoghi più notabili fono* 
\ ì* Militfch^ lat. Milicium, città fui fiume Bartfch,cort 
Un cartello di Rcfidenza, contiene una Chiefa Cattolica 
parrocchiale , ed un' ahra Chiefa , e Scuola Luterana, 
ottenuta per un dono di J5000 fiorini (che fanno circa 
• 3400 Zecchini Veneziani). Nel 1616 fu molto danneg- 
giata dal fuoco i V'è un fobborgo Polacco, ed un altro 
Tedefco, con una Tenuta Camerale del Conte. 

2. I Beni Camerali del Conte Birnbà'umel , Cafona , 
Grabownice i Podafche , Scblabofclmtz , Schventrofchin , ftef- 
JìtZ) Wehlige. 

3. I Beni, e villaggi Nobili Grog - Nezunkovra , RackeL 
fdorf infieme con Camelave , Strebitzko , Ober-ITtidnibw* , 
ec» 

' c, LA BARONIA di GOSCHÙTZ. 

Si vede ben difegnata nella Carta del Principato di 
Oels, effondo dal medefimo dappertutto circondata* S'è 
detto di fopra, che fia (lata una parte della Baronia di 



Digitized by Google 



GOSCHUTZ. 325 

Wartenberg. Nel tempo, che pafsò fotto il Dominio de' 
Signori ( ora Conti ) di Reichenbach , era ancora , nel 
numero degli Stati minori ; ma il Re Federigo II. nel 
j 741 T innalzò alla dignità di Baronia * Il titolo di chi 
la poflìede, fi è: Conte di Reichenbach , Barone di Silefia , 
Erede della Baronia di Gofcbiitz, Feflenherg > della Signoria 
di Bodjanowitz, Ereditano JMaeflro delle Pofte del Ducato di 
Silefia et, Egli ha il fuo proprio Governo * La Baronia 
è fubordinata al Supremo Governo Regio, ed alla Ca- 
mera dì guerra * e dc'Dominj di Breslavia . I luoghi più 
notabili fono 

i* Gofcbiìtz, con uh caftello, fornito d'una Cappella , 
con una Chiefa parrocchiale Cattolica > e con un* altri 
Luterana 1 

i. Il villaggio di Alt-Feflenbetg) t varj altri* 

4. Tre Stati minori. 
à. Lo STATO MINORE di NEUSCHLÓSS» 

E' circondato quafi dappertutto dalla Baronia di Mi- 
litfch , a cui in altri tempi fu unito , finché Giovanni 
Bernardo Augufto Eberardo nel 1717 la vendè al Cónte 
di Reichenbach, Gran Cacciatore Ereditario del Ducato 
di Silefia. Nel 1719 foffrì molti danni dalle Truppeleg- 
giere Ruffe. Comprende 

1. Neuftblof, caftello e villaggio > fituato fui vivajo 
nuovo . 

2. Wirfchkomtz , Tenuta Camerale, ove inoggi rivedo- 
no i Conti di Reichenbach di Ncufchloff. 

3. I villaggi Hammer , Godencve , Due bove , TfcbotzWi* 
tz, Heinrkbfdòrf, Cztrngafc blitz, Wirfcbhw > con alcuni 
altri» 

b. Lo STATO MINORE di fREYHAN 

Era in altri tempi unito alla Baronia di Militfch, on- 
de fu fmembrato» quando fu dato come porzione eredi'» 

tuia 

/ 

Digitized by Google 



IL DUCATO DI SlUiSlA. 

taria a Willelmo Barone di Malzan , a cui lucceffe il 
iuo figlio 4cU' ifteffo nome . Ma quando egli mori nel 
\6g\ lenza erede, ia di lui vedova Renata Beata Baro- 
nefla di Novagk ne rimale in pofleflfo , la quale portò 

Siefta Signoria in dote al fuo fecondo marito Erafmo 
Merico Conte di Gcift, e Hagen. Quelli divenne erede 
della iua Conforte, e lafciò anch' elfo la Signoria pcre- 
redità alla fua feepnda Conforte Edwige Criftina nata 
Contefla di Amsloe, Baronerta, di Tappe ; la quale fpo- 
fandofi nuovamente con Gherardo Willelmo di Stratt- 
mann Conte dell' Impero , gli portò quella Signoria in 
dote* Di pi dente appartiene a una Cornelia d'i Sepjeha, 
eh' è anco padrona di Kanlitfch città piccola di Polonia, 
Nel 1759 quello paefe fu molto danneggiato dalle Trup- 
pe leggiere di Ronfia. 

j. freyban^ città aperta piccola, e cartello , poco di- 
ttante dalle frontiere di Polonia , con una Chiefa Lute- 
rana * 

2. Kofcbwitz, Ujajl, Kallcndc, Bartnig 7 con alcuni aV- 
iri villaggi. ' 

c. LO STATO MINORE di SULAU, 

Fu fn altri tempi una porzione della Baronia di Mi- 
Ktfch , onde ne fu fmembrato , vendendoft nel 1595 a 
Ottone Burgravio di Dolina . Dal Dominio di quella ca- 
fa pafsò fotto quello della éafa de* Baroni di Malzan ; e 
poi ne divennero padroni i Baroni ( ora Conti ) di Bur 
ghaus. Nel 1759 quefto paefe fu molto danneggiato dal- 
le Truppe leggiere Ruffe. Comprende 

j. Stilai* , o Ztilan città aperta, e piccola con un ca- 
rtello, e con una Chiefa Luterana, confagrata nel j 743 . 
Abbruciò qqafi tutta nel 1751. 

2. MislaWttz, Ntadorf, Scklànz, Wangmovra, con alci*, 
pi alpri villaggj, 

FIN* Diti. NVMEaO XXXIV* 



Digitized by Google 



* 



La prefcnte Opera fu corretta dal Sig. Antonio CiTis Correttor Pubb. 
E ricorretta dal M. R. Sig. D. Fxancefco Tonini . 



aste 



=3= 



Digitized by Google 



Digitized by Google 



Digitized by Google 



005653 06ÌL • 

V • • Digitized by Google 




uigmzGu oy 



Google